Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 30

Posts Tagged ‘invenzioni’

Valorizzare le invenzioni di un IRCCS per migliorare i livelli di cura

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 gennaio 2020

E’ ottimo il posizionamento dell’Italia nella produzione d’innovazione scientifica, basti pensare che il nostro paese è tra i primi dieci nel mondo per articoli scientifici pubblicati e per il loro impatto. Un risultato di assoluto rilievo se si confrontano i nostri investimenti in Ricerca con quelli di tante altre nazioni.* Il 20% degli studi clinici dell’ Unione Europea è svolto in Italia, il 37% del totale degli studi clinici è su farmaci biotech, e il 26% su farmaci orfani.Non è altrettanto positivo il posizionamento del nostro paese nella tutela della proprietà intellettuale in ambito scientifico, ed è addirittura scarso nella valorizzazione dei risultati della ricerca. Questo a causa di insufficiente tutela della proprietà intellettuale con prevalenza di brevetti solo italiani rispetto a domande brevettuali internazionali frutto per anni di una attività di valorizzazione statica, mancanza di cultura sul tema e norme anacronistiche.Valorizzare in chiave economica i risultati della ricerca scientifica e tecnologica per fornire le migliori strategie di cura ai pazienti è l’impegno costante e crescente degli IFO, in linea con il regolamento recentemente diffuso dal Ministero della Salute. Dal 2015, anno in cui è stato istituito l’Ufficio Trasferimento Tecnologico (UTT), si persegue con maggior determinazione e con regole condivise l’obiettivo di valorizzazione dei risultati attraverso contratti con enti pubblici e privati, potenziamento delle politiche brevettuali e capacità di sfruttare commercialmente l’attività di gestione e concessione delle licenze. L’UTT IFO dispone di un budget medio annuale di oltre 80.000 euro, genera risorse per l’ente, ricadute positive sull’assistenza sanitaria e migliora la gestione dei goal della ricerca da un punto di vista traslazionale, legale e commerciale. Negli anni 2017 – 2018 sono stati 7 i brevetti concessi e oltre una ventina il numero di accordi di riservatezza, di partnership tra istruzioni diverse per la gestione della co-titolarità di brevetto e per il trasferimento di materiali.
Diffondere una cultura imprenditoriale della ricerca e sostenere le iniziative di spin-off è proprio tra le mission di un istituto di ricerca. Il meeting di oggi all’IFO “Trasferimento Tecnologico e Valorizzazione della Ricerca”, è stato un confronto costruttivo tra enti di ricerca, istituzioni e gestori di strumenti utili per questa attività.
Al Regina Elena tra i casi di best practices in ambito di tutela della proprietà intellettuale, ricordiamo la recente scoperta del ruolo chiave nella resistenza alle terapie contro il melanoma, dei microRNA, rintracciati nel sangue umano attraverso la biopsia liquida. Ricercatori del Regina Elena hanno, inoltre, recentemente identificato un gruppo di RNA circolari (circRNA) in cellule di carcinoma mammario sempre grazie alla biopsia liquida. Anche queste molecole rappresentano potenziali biomarcatori non invasivi, estremamente interessanti e utili per identificare i pazienti ad alto rischio di progressione di malattia. Un importante brevetto dei ricercatori del San Gallicano aiuta a combattere le infezioni ospedaliere: una piattaforma diagnostica misura in modo rapido la produzione di biofilm da batteri isolati, informazioni essenziali per una scelta terapeutica mirata, perché identifica il tipo di antibiotico più efficace per colpire il biofilm microbico.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le 10 invenzioni tecnologiche che hanno cambiato la vita delle donne negli ultimi 100 anni

Posted by fidest press agency su domenica, 26 febbraio 2017

nudo-di-donnaSeguendo un percorso cronologico, quali sono le 10 invenzioni tecnologiche che hanno cambiato la vita della donna negli ultimi 150 anni?
LA PIASTRA PER CAPELLI: oggi è un elettrodomestico che serve per modificare la struttura dei capelli facendo ricorso al calore, ma la prima versione risale al 1906, quando Simon Monroe brevettò un utensile composto da sette denti metallici che pettinavano i capelli, lisciandoli.
IL RASOIO PER DONNE: il rasoio a lame monouso è stato brevettato per la prima volta nel 1895, ma per la donna la svolta è avvenuta nel 1915 con la nascita del primo rasoio specificatamente per donne. Nel 1928 poi, sarà brevettato il primo rasoio elettrico dal produttore statunitense Col. Jacob Schick.
L’ASCIUGACAPELLI: I primi vennero inventati nel 1920 a Racine, nel Wisconsin. L’idea nacque dall’unione dell’aria uscente da un aspirapolvere con un motore da frullatore. I primi asciugacapelli erano voluminosi, pesanti e poco pratici, però guadagnarono presto consenso presso i consumatori evolvendosi fino ai modelli attuali.
LAMPADA ABBRONZANTE: a partire dagli anni ’70 alcune aziende hanno sfruttato questa tecnologia per immettere sul mercato i primi modelli abbronzanti, finalizzati ad uso estetico e non più solo medico. I “lettini” solari fecero così il loro ingresso negli istituti di bellezza. Ma solo negli anni ’90 ci fu un vero e proprio boom della abbronzatura artificiale, grazie al miglioramento della tecnologia delle lampade UVA.
IL TEST DI GRAVIDANZA: dopo numerosi tentativi, ha raggiunto affidabilità, velocità e semplicità di esecuzione tali da far diventare storici anche i più recenti. Negli anni ’80 comparvero i primi test diretti, mentre negli anni ’90 si passò all’utilizzo degli enzimi indicatori. Ora abbiamo display digitali e test di funzionalità precoce con tecnologia monoclonale multipla usati di norma dal primo giorno in cui salta il ciclo mestruale con risultati visualizzati in pochi minuti.
L’EPILATORE ELETTRICO: è stato lanciato sul mercato nel 1986. Si tratta di una macchinetta che pinza e strappa con rapidità il pelo, rompendolo o estraendolo fino alla radice. L’epilazione meccanica, può essere realizzata anche manualmente con pinzette o con un filo sottile manovrato in modo che si attorcigli ai peli prima dello strappo.
CUFFIA ASCIUGACAPELLI: una tecnologia avanzata collegabile alla bocchetta per l’uscita dell’aria calda dei tradizionali asciugacapelli. Il funzionamento di questa cuffia è lo stesso del casco asciugacapelli, ma la differenza sta nel fatto che l’aria calda viene soffiata fuori dall’asciugacapelli e questa, passando tramite un tubo collegato alla cuffia, arriva fino a quest’ultima e asciuga i capelli.
TRUCCO PERMANENTE: è la soluzione ideale per chi, per esigenze di lavoro o semplicemente per se stessa, vuole sempre un trucco perfetto, ma non ha il tempo per realizzarlo tutti i giorni. E’ una tecnica di pigmentazione dell’epidermide, affine al tatuaggio, eseguita tramite l’introduzione di micro-pigmenti minerali nello strato superficiale dell’epidermide, con un ago montato su apposito macchinario.
SPAZZOLA PULIZIA VISO: è spazzola a micro-oscillazione nata a Seattle nel 2011 che deterge perfettamente la pelle in un minuto. È un sistema semplice per liberare i pori della pelle. Negli anni è diventato la scelta numero 1 delle donne per la pulizia del viso. Con oltre 300 micro oscillazioni al secondo, pulisce a fondo l’epidermide.
IL LASER USO MEDICO ED ESTETICO: i primi esperimenti nel campo dell’epilazione con apparecchiature basate sull’emissione di luce coerente risalgono a poco più di due decadi fa, ma è solo nell’ultimo decennio che questo trattamento ha preso il volo. Infatti nel triennio 1995-1998 la Food and Drug Administration (FDA) approvò il primo laser specificatamente ideato per l’epilazione laser. I laser come il Discovery PICO sono adatti per un pubblico che chiede un trattamento per la rimozione di tatuaggi, il Tatoo changing, e delle macchie solari. Se invece parliamo di foto-epilazione, che può essere fatta durante tutto l’anno, si utilizzano sistemi come il Duetto MT EVO. Il MonnalisaTouch invece è adatto al trattamento dedicato al problema dell’Atrofia Vaginale e dei suoi sintomi durante la menopausa. (fonte: Found s.r.l.)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Il centrodestra in Italia non si rilancia con invenzioni estemporanee”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 agosto 2016

salvini“ma con la consapevolezza che il centrodestra negli ultimi 20 anni ne ha governati insieme dieci, che il centrodestra unito grazie a Berlusconi ha una storia, una cultura, una classe dirigente, un palmares di successi straordinari, costituito da oltre 40 riforme fatte insieme”. Lo dice Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia.
“E da questa storia, dalla cultura vissuta in questi anni – continua – che viene il no al referendum del centrodestra unito, la volontà di mandare a casa Renzi. E questione elemento unificante è condito non solo di no, di opposizione forte al disastro, ma è carico di tanti sì. Sì alla legge elettorale da farsi subito, sì alla grande riforma costituzionale con un Parlamento costituente dopo le elezioni, sì a un’Europa non sotto il tallone tedesco, sì alla Flat tax, alle privatizzazioni, sì all’attacco al debito e ai tagli della cattiva spesa pubblica, sì, con le risorse rinvenienti, all’abbassamento della pressione fiscale. Sì al contrasto attivo agli scafisti e ai mercanti di morte. Sì a una nuova Pratica di mare”.
“Io penso che – sottolinea Brunetta – da subito il centrodestra unito, con il ritrovato protagonismo di Berlusconi, debba dare vita a un programma di governo fatto di risposte immediate alla situazione di crisi. E bisogna perciò dare seguito subito al cantiere iniziato da Salvini a Parma così che possa prendere la forma degli Stati generali del centrodestra di governo. Un cantiere allargato a tutte le forze di centro disponibili, da Rotondi a Cesa, da Fitto a Mario Mauro, a Quagliariello e Gargani, e a chi volesse abbandonare la nave dell’Ncd che affonda. Radunare gli uomini e le donne di buona volontà. Poi – conclude Brunetta – si decideranno insieme la natura del nuovo soggetto politico federato e le relative regole interne e quelle per la leadership”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le 10 invenzioni che hanno cambiato il mondo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 gennaio 2016

terapia laserDa internet alla stampa 3D, passando dalla tecnologia GPS sulle automobili all’utilizzo del laser per il recupero dei monumenti. I primi quindici anni del terzo millennio sono carichi di innovazioni e scoperte scientifiche, tecnologiche e mediche che hanno migliorato il progresso scientifico e anche la vita quotidiana di miliardi di persone nel mondo. Ma quali sono gli ambiti più innovativi? Il campo più intraprendente pare sia quello tecnologico (78%), seguito da quello scientifico (65%) e medico (58%). Quali invece i maggiori benefici che le innovazioni tecnologiche hanno portato? Innanzitutto semplificare le azioni quotidiane più diffuse (86%), oltre che migliorare la comunicazione tra persone in diverse parti del globo (76%) e permettere la risoluzioni di problemi di carattere generale prima impensabili (72%), risparmiando tempo, risorse ed energie (68%). Nel novero delle dieci innovazioni tecnologie del 21° secolo che hanno cambiato il mondo spiccano social network (45%), smartphone (41%) e l’impego del laser in ambito medicale e per la conservazione dei beni artistici (38%). E’ quanto emerge da un monitoraggio condotto da Found! su 50 testate internazionali, dedicate scienza, tecnologia e attualità, oltre che su un panel di 60 esperti nel campo dell’innovazione, della sociologia e della scienza applicata, per capire quali siano state le scoperte degli ultimi 15 anni che hanno concretamente rivoluzionato la vita del genere umano, migliorandone gli aspetti più importanti, ma soprattutto la quotidianità.
“Nel corso degli ultimi anni le scoperte scientifiche e l’innovazione tecnologica hanno davvero rivoluzionato la vita quotidiana delle persone – afferma il sociologo Saro Trovato –. Basti pensare all’influenza che innovazioni come il laser applicato in medicina ha avuto su milioni di persone che in tutto il mondo hanno potuto beneficiare dei benefici di tale progresso. Allo stesso modo i social network hanno ridefinito il modo di conoscersi e mantenere contatti sociali, con effetti solo qualche anno fa inimmaginabili sull’intero tessuto sociale. Per non parlare del GPS, chi avrebbe mai immaginato il pensionamento pressoché totale delle cartine cittadine solo alla fine degli anni ’90?”.
Ma in quali ambiti si sono verificate le scoperte più rivoluzionarie in grado di cambiare le abitudini di milioni di persone? Secondo gli esperti il campo dove le innovazioni sono state più impattanti è sicuramente quello della tecnologia (78%), dove social network, stampanti 3D e smartphone hanno dato una svolta alla giornata tipo delle persone. Non sono mancate le scoperte in ambito scientifico (65%) e medico (58%): la mappatura del DNA, il trattamento laser di calcoli e tumori, ma anche interventi ai limiti della fantascienza come il trapianto del viso, hanno sensibilmente migliorato la vita delle persone in tutto il mondo.
“Oltre alle innovazioni nell’elettronica e quelle relative ai social network, il laser applicato alla medicina e al recupero dei beni artistici ha dato ampio slancio al progresso della società moderna – afferma Paolo Salvadeo, AD di Quanta System – Teorizzato da Einstein ma sviluppato solo a partire dagli anni ‘60, il laser è stato usato negli ultimi anni per scopi medici o di recupero del patrimonio artistico-culturale, cambiando la vita a molte persone. La sua forza e la sua precisione infatti hanno permesso a centinaia di migliaia di pazienti di affrontare con maggiore serenità operazioni chirurgiche un tempo impensabili o irrealizzabili, con eccellenti risultati. Ma non solo, il laser ha permesso il recupero di moltissime opere, patrimonio dell’umanità. E le opere sono terapeutiche… per l’anima”.
Quali sono invece i benefici che le innovazioni tecnologiche hanno portato alla popolazione mondiale negli ultimi 15 anni? Se dai un lato queste scoperte hanno avuto l’effetto immediato di rendere più facili le azioni quotidiane più comuni (86%), dall’altro hanno permesso di comunicare con gli altri in maniera più diretta e costante da ogni parte del mondo (76%) e di trovare informazioni di qualsiasi tipo in breve tempo sul web in qualsiasi luogo ci si trovi (68%). L’innovazione tecnologica e scientifica ha permesso inoltre di risolvere problemi la cui soluzione era ritenuta impossibile (72%), come la cura di malattie prima considerate incurabili e il restauro di opere d’arte e monumenti vecchi di migliaia di anni, risparmiando inoltre tempo ed energie grazie al miglioramento delle tecniche utilizzate (62%).
Del tema delle innovazioni in grado di cambiare il mondo si sono occupati anche alcuni scienziati della British Science Association, che hanno redatto la loro personale lista delle 10 recenti invenzioni che hanno profondamente cambiato la vita moderna, riportata dall’autorevole quotidiano inglese Telegraph. Oltre agli acclamati social network, al walkman, al GPS, agli SMS, fino alle carte di credito, gli scienziati inglesi hanno inserito anche altre innovazioni che oggi si danno per scontate ma che sono state altrettanto rivoluzionarie nel corso degli ultimi decenni: le scarpe da ginnastica, i cibi già pronti, il codice a barre, le microonde e la Playstation.
ECCO INFINE LE 10 INVENZIONI DEL 3° MILLENNIO CHE HANNO CAMBIATO IL MONDO:
I SOCIAL NETWORK (45%)
GLI SMARTPHONE (41%)
L’UTILIZZO DEL LASER IN MEDICINA e NEL RECUPERO DEL PATRIMONIO ARTISTICO (38%)
LA TECNOLOGIA USB (33%)
IL GPS (29%)
LA STAMPA 3D (26%)
WIKIPEDIA (23%)
LE AUTO IBRIDE (22%)
L’IPOD (19%)
LA MAPPATURA DEL GENOMA UMANO (17%)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il cabaret surreale di Greg & Lillo

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 agosto 2010

Roma 12 agosto 2010 ore 21,00 “All’Ombra del Colosseo” Con “Sketch & Soda” una serata all’insegna della comicità a ritmi supersonici E’ il cabaret surreale di Greg&Lillo con lo show “Sketch&Soda” in una serata all’insegna della comicità mescolata con l’assurdo. Imprevedibili, irriverenti, surreali Greg & Lillo, al secolo Claudio Gregori e Pasquale Petrolo, sanno guardare la realtà quotidiana da diversi punti di vista, forti di un “curriculum” artistico che li ha visti in un costante viaggio a cavallo fra TV, cinema, teatro e radio. Una vena umoristica che si nutre di tante fonti, mai uguale a sé stessa, sempre prolifica di invenzioni e situazioni.I due cabarettisti romani saranno spalleggiati da due ospiti d’eccezione: le attrici Virginia Raffaele e Chiara Sani, già compagne d’avventura di Greg & Lillo nel programma radiofonico “610” e perfette protagoniste della serie comica “Normalman”. (lillo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il baratto di Giovanna Querci Favini

Posted by fidest press agency su domenica, 9 maggio 2010

E’ uscito l’attesissimo libro della raffinata scrittrice fiorentina Giovanna Querci Favini. “Il Baratto”, ed. Marsilio,  è un libro avvincente, solido nell’impianto morale, nel disegno narrativo, nella scelta di un linguaggio nitido e concreto, ricco di imprevedibili invenzioni, di sorprendenti pregnanze.  Chi legge questo romanzo rimane rapito dal susseguirsi degli avvenimenti e dalla straordinaria vena narrativa che da sempre contraddistingue questa prodigiosa  scrittrice, che è nata e vive a Firenze, dove per molti anni è stata docente universitaria. La  protagonista è una donna che potrebbe essere il prototipo dei desideri di ogni donna della nostra epoca: la sua massima realizzazione è nel lavoro. È nata da una famiglia benestante e si è sposata con un ricco imprenditore, ha due figli, una bella casa, insomma tutto quello che una donna può desiderare, ma soprattutto il suo lavoro le riempie la vita molto più dell’amore per suo marito che è ormai diventato una tenera amicizia resa appena un po’ diversa da qualche incontro sotto le lenzuola, con l’impressione di rubare del tempo al sonno di entrambi sottraendo energie ai rispettivi lavori. Ghita è una docente universitaria di psichiatria, aiuto del primario, e ha con lui una sorta di amicizia che a volte sembra voler essere molto di più. Le sue malate, e lei se ne rende conto, sono più importanti del marito, dei figli, del posto prestigioso che occupa nella società della buona borghesia a cui è sempre appartenuta. Ghita è convinta di non aver mai voluto o desiderato niente di diverso; in fondo, è certa di non aver mai amato. Ed è felice che sia così. Ma in un monotono pomeriggio di Pasqua qualcosa di assurdo, qualcosa di inverosimile, come inverosimili sono gli scherzi dell’inconscio, le cambierà la vita. Due sono le domande che Ghita e il lettore si pongono attraverso questa storia: da dove viene il Male? E si può vendere l’anima al diavolo per rivivere il momento più orribile del nostro passato? (giovanna, il baratto)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vittime della caccia

Posted by fidest press agency su sabato, 30 gennaio 2010

Roma, 4 Febbraio 2010  ore 11,00  c/o Sala del Direttivo Gruppo PD Piazza della Costituente 1 “L’Associazione Vittime della Caccia presenta il dossier morti e feriti per armi  da caccia a conclusione della stagione venatoria 2009-2010” Ci sono morti e feriti che si vogliono ascrivere artatamente alla “tragica fatalità”: sono quelli che alla fine di ogni stagione venatoria la nostra Associazione documenta e diffonde. Anche quest’anno i dati non fanno sconti: sono quelli ricavati dalle cronache e riscontrabili dalle rassegne stampa che, in questo contesto, verranno prodotte integralmente e non sono certo frutto di disoneste invenzioni, come invece diffamano i cacciatori. Tutto è documentato, sia sinteticamente che in modo articolato con le rassegne stampa integrali e le fonti, pur rappresentando un focus parziale, in quanto i dati raccolti sono intercettati occasionalmente dalle rassegne stampa ed è necessario considerare il fatto che non tutti i cosiddetti “incidenti” vengono riportati dalle Questure ai media.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Classifica dei brevetti negli Stati Uniti

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 gennaio 2010

IBM  ha annunciato di aver conseguito  4.914 brevetti negli Stati Uniti  nel 2009, occupando per il 17° anno consecutivo il vertice della classifica delle aziende più innovative del mondo.  IBM ha dichiarato anche che, per la prima volta, offrirà il proprio know-how e il proprio software per la gestione dei brevetti e delle invenzioni ai clienti che intendono potenziare le proprie capacità di gestione della proprietà intellettuale, a supporto delle strategie di crescita basate sull’innovazione. Il numero totale di brevetti conseguiti da IBM nel 2009 è quasi il quadruplo rispetto a quello di Hewlett-Packard e supera i brevetti conseguiti da Microsoft, Hewlett-Packard, Oracle, Apple, Accenture e Google complessivamente. Leader nei brevetti USA nel 2009* 1 IBM 4.914,  2 Samsung  3.611,  3  Microsoft 2.906,  4  Canon  2.206,  5   Panasonic  1.829,  6 Toshiba 1.696,  7   Sony   1.680,  8   Intel 1.537,  9 Seiko Epson 1.330,  10   HP 1.273.  Dati forniti da IFI Patent Intelligence  Non solo, nel 2009 IBM ha pubblicato quasi 4000 invenzioni tecniche, anziché richiedere la tutela brevettuale, rendendole così accessibili ad altri per contribuire all’innalzamento del livello qualitativo delle invenzioni. Le invenzioni pubblicate sono disponibili gratuitamente in un database pubblico e possono essere citate dagli uffici brevetti per limitare l’ambito delle domande di brevetto in esame.  La  pubblicazione intende stimolare ulteriori innovazioni, che consentano una crescita del business.  Gli esperti in Proprietà Intellettuale (IP) della IBM  hanno sviluppato e utilizzano da oltre un decennio un software per analizzare, valutare e amministrare efficacemente il proprio portafoglio di 30.000 brevetti statunitensi.  Il software, abbinato alle esperienze maturate, ha consentito a IBM di bilanciare la strategia in materia di brevetti e proprietà intellettuale con le esigenze di business e di generare nuovi modi per ottenere  maggior valore dai brevetti. http://www.research.ibm.com/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Francisco Goya:Tauromachie ed altre battaglie

Posted by fidest press agency su domenica, 21 giugno 2009

goyaPonteranica (BG) fino  al 26/7/09 Bocciodromo via Concordia 6 a cura di Michele Tavola  La mostra Francisco Goya. Tauromachie ed altre battaglie porta alla scoperta di una delle serie di incisioni piu’ belle che Goya abbia creato: i fogli della Tauromachia, eseguiti tra il 1814 e il 1816, tra drammatici chiaroscuri e sorprendenti invenzioni scenografiche raccontano l’infinita lotta tra tori e toreri che, per l’artista spagnolo, diventa una grande allegoria delle vicende umane.  In questa serie, che rappresenta il nucleo principale della mostra, Goya dimostra tutta la sua sensibilità e abilità tecnica, esplorando le infinite possibilità dell’incisione.  Insieme alle tauromachie, che costituiscono il nucleo principale dell’esposizione, vengono presentate altre opere di Goya, tutte acqueforti originali, che ruotano attorno al tema della battaglia, intesa in senso sia metaforico che reale: meritano di essere ricordate le tragiche e sanguinarie composizioni dei Disastri della guerra, le grandi tavole dei Proverbi e la famosa serie dei Capricci fra cui spicca Il sonno della ragione genera mostri, una delle acqueforti piu’ celebri dell’artista.  Di grande pregio le opere appartenenti ai Disastri della guerra, forse il piu’ sconvolgente tra i documenti artistici sulla ferocia dell’uomo. Nella serie, pubblicata per la prima volta postuma nel 1863, Goya racconta quanto ha visto e vissuto durante l’occupazione delle truppe napoleoniche in Spagna: esecuzioni sommarie, saccheggi, stupri e violenze di ogni tipo perpetrati da un esercito straniero contro la popolazione civile. Si tratta di una delle piu’ dure e forti condanne alla guerra realizzate da un artista attraverso la sua opera. Molto significativa in questo senso Non si puo’ sapere perche’ visibile in mostra.  L’esaustivo catalogo di Lubrina Editore contiene un DVD, prodotto da Lab 80, che propone il documentario di Luciano Emmer.  La mostra e’ allestita al Bopo – Bocciodromo di Ponteranica (Bergamo) uno spazio culturalmente vivace, dove si alternano mostre, concerti e presentazioni.  Francisco Goya y Lucientes (1746-1828) A Madrid, il 1770 e’ un anno cruciale per la storia dell’arte: le sette tele dipinte da Giambattista Tiepolo per la chiesa di San Pasquale Baylon di Aranjuez, subito dopo la morte del maestro veneziano vengono sostituite con quelle di Anton Raphael Mengs, principale esponente della nuova pittura neoclassica. In questo momento di cambiamenti epocali si collocano gli esordi di Goya, che non aderirà mai a nessuna moda e sarà sempre troppo avanti rispetto ai suoi tempi, sebbene riesca a rappresentarli meglio di chiunque altro.  Al periodo in cui la Spagna venne invasa dalle truppe napoleoniche risalgono alcuni straordinari capolavori, quali la Fucilazione del 3 maggio 1808 e la serie di acqueforti intitolata i Disastri della guerra. Nel 1815 l’artista realizza la sua terza serie di incisioni ad acquaforte, la Tauromachia dedicato allo spettacolo nazionale spagnolo.  La sua attività si interrompe con la morte all’età di ottantadue anni. Catalogo Lubrina Editore con testo critico di Michele Tavola e DVD prodotto dal Lab 80 http://www.irmabianchi.it (goya)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »