Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘irrigazione’

L’irrigazione a goccia del riso

Posted by fidest press agency su sabato, 19 settembre 2015

irrigazione riso2Lodi. L’irrigazione a goccia del riso, sviluppata per la prima volta in Israele negli anni passati, è una frontiera dell’applicazione di tecnologie consolidate al servizio del riso, una delle colture alimentari più importanti al mondo. Nonostante i suoi vantaggi in termini produttivi ed ambientali, questa tecnologia è ancora scarsamente applicata.Questo il tema di un convegno tenutosi oggi al Parco Tecnologico di Lodi (PTP), “Uso dell’acqua e sostenibilità delle produzioni risicole: una prospettiva globale”, appuntamento clou del progetto Demo Field Agriculture of Tomorrow coordinato dal PTP in partnership con 18 aziende private. Il riso è una coltura tipica del Made in Italy e come tale va protetta e valorizzata. Al contempo, il riso è l’alimento di base per molte popolazioni del mondo e la crescita sostenibile delle sue produzioni è un pilastro della sicurezza alimentare nei prossimi decenni.Siamo al cuore della tematica dell’EXPO milanese e Lodi, attraverso il progetto Demo Field Agriculture of Tomorrow coordinato dal Parco Tecnologico, ha organizzato un evento per approfondire le sfide della risicoltura del futuro. Tra queste una delle principali riguarda l’utilizzo dell’acqua. Nei paesi dove viene prodotto, il riso consuma tre quarti di tutta l’acqua utilizzata in agricoltura, ed è responsabile del irrigazione riso10% delle emissioni di metano e anidride carbonica in atmosfera dovute all’azione dell’uomo. Considerando le proiezioni di crescita della popolazione e la diminuzione dell’acqua dolce in conseguenza dei cambiamenti climatici, la possibilità di produrre riso senza sommersione rappresenta una delle sfide principali dell’agricoltura del domani.“Questo per noi è uno dei momenti più importanti del semestre EXPO – ha affermato Gianluca Carenzo, Direttore del PTP – confrontandoci con un tema chiave per la sicurezza alimentare e affrontandolo da diverse prospettive: agronomica, socio-economica, ambientale e tecnica. Un tema fondamentale sia per la risicoltura Made in Italy di alta qualità sia per le produzioni dei continenti extra-europei”.Bas Bouman, direttore della Global Rice Science Partnership coordinata dall’International Rice Research Institute ha dichiarato: “Oggi la più importante sfida per la filiera riso è aumentare la ‘water productivity’, cioè la quantità di riso prodotta per unità di acqua utilizzata. Qui si concentrano molte attività di ricerca e sviluppo a livello mondiale”.Al convegno di Lodi è intervenuto anche Roberto Magnaghi, Direttore Generale dell’Ente Nazionale Risi: “Le politiche comunitarie hanno considerato la risicoltura amica dell’ambiente. Dobbiamo lavorare con determinazione per migliorare quello che abbiamo fatto negli anni fissando obiettivi per il futuro non perdendo di vista l’obiettivo di irrigazione riso1voler consegnare al cittadino dell’Unione Europea un territorio pulito ed un prodotto salubre. La sinergia nell’azione di ricerca unita alla divulgazione agli attori della filiera permetterà di mantenere alto il livello della risicoltura nazionale.”Nel sito dimostrativo a pochi metri dal PTP è stata allestita una parcella di riso di 1.000 m2 irrigato a goccia. Un terzo di questa superficie è costituito da un pendio artificiale, per mostrare le potenzialità dell’irrigazione su riso in aree marginali dove è impossibile praticare la coltivazione tradizionale in sommersione. Netafim, l’azienda israeliana che ha ideato il sistema di irrigazione a goccia, ha fornito la tecnologia che ha reso possibile l’esperimento in corso al Demo Field di Lodi.
Oltre a un risparmio idrico del 45-50% rispetto alla sommersione tradizionale, la tecnica della goccia permette infatti di risparmiare fino al 30% dei fertilizzanti normalmente utilizzati, con minore inquinamento delle falde sottostanti, riduzione delle emissioni di gas serra e incremento delle rese del 20-40%. “Il futuro del riso è a goccia, per le molteplici implicazioni positive di tipo agronomico, produttivo ed economico implicite in questa rodata e al contempo innovativa tecnica irrigua – ha sottolineato Alberto Puggioni, Responsabile Agromarketing di Netafim Italia – In particolare, sono davvero notevoli le implicazioni ambientali connesse alla riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra: si potrà coltivare riso fuori dal sistema risaia, inserirlo in rotazioni colturali da reddito, produrlo su suoli marginali o addirittura in pendenza con il supporto del sistema Netafim e delle competenze sviluppate in 10 anni di studi nel mondo risicolo”. (foto: irrigazione riso)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settimana nazionale della bonifica e dell’irrigazione

Posted by fidest press agency su domenica, 20 maggio 2012

Si conclude in questo week-end, con un successo superiore alle aspettative, l’edizione 2012 della Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione, cui stanno partecipando decine di migliaia di persone attraverso centinaia di eventi, organizzati sul territorio nazionale. Particolarmente gradito risulta il tema lanciato quest’anno dall’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni: “Consorzi di bonifica ed Enti Locali: una forza per il territorio”, sintetizzato nel logo, che stilizza una stretta di mano fra elementi della natura: a partire da questo obbiettivo, la “Settimana” sta sottolineando la rinnovata collaborazione fra realtà territoriali (in primis le Amministrazioni Comunali), cui fanno da cornice i Protocolli d’Intesa sottoscritti dalle Unioni Regionali Bonifiche con le omologhe articolazioni dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e le svariate centinaia di Accordi di Programma locali, operanti lungo la Penisola.
“Consorzi di bonifica e Comuni sono un autentico front-office per le esigenze del territorio” commenta il Presidente A.N.B.I., Massimo Gargano. Nel prossimo week-end, a fare da “collante” alle tante iniziative in programma, sarà l’apertura delle ormai ribattezzate “cattedrali dell’acqua”, vale a dire le grandi opere idrauliche: dalle centrali idrovore, che garantiscono sicurezza “dalle” acque agli impianti irrigui, che garantiscono l’ottimale utilizzo “delle” acque; tante sono le visite guidate previste.
Accanto a ciò saranno molte le occasioni per avvicinarsi, in maniera informale, ai grandi temi, oggetto della quotidiana attività dei Consorzi di bonifica: la difesa idrogeologica, la tutela e la gestione delle acque di superficie, la salvaguardia ambientale fino alla garanzia della salubrità alimentare. Tra i tanti appuntamenti, si segnalano:
DOMENICA 20 MAGGIO Terracina (Latina), “Navigare l’Ufente”: discesa in canoa e trekking lungo il corso del fiume Stellata di Bondeno (Ferrara), “Straburana”: biciclettata in bonifica (itinerari da 24 a 28 kilometri)
Modena, Festa dell’Acqua Codevigo (Padova), premiazione concorso scolastico “Colori e voci dell’acqua. Percorsi, manufatti, testimonianze, racconti, immagini” e visita al Museo delle Idrovore
Terni, “Lungo il fiume Nera”: escursione e discesa in gommone lungo il corso
Città della Pieve (Perugia), “Il Chiani in bicicletta”: percorso di 20 kilometri con rappresentazione teatrale itinerante
Barberino Val d’Elsa (Siena), trekking durante il quale sarà presentato l’intervento di recupero delle briglie storiche, già citate nei Codici di Leonardo da Vinci ed il percorso dell’Alto Aglierna
Carpi (Reggio Emilia), “Festa del canale Secchia ed animazione per bambini”: “Bonificacross”, biciclettata lungo gli argini, festa di primavera “Orti sul Secchia”, apertura di aree naturalistiche
Ieri, sabato, è stata, invece, la volta di Guidizzolo (Mantova), pedalata e inaugurazione della ciclovia “Canale Virgilio”, lunga 12 kilometri
Nonantola (Modena), inaugurazione degli interventi di riqualificazione dell’habitat e delle zone d’acqua; visita guidata all’Area di Riequilibrio Ecologico Torrazzuolo
Concordia Sagittaria (Venezia), inaugurazione dell’intervento di riqualificazione ambientale in località Lame ed accensione degli storici motori diesel nell’impianto idrovoro di Sindacale
Chiesina Uzzanese (Pistoia), “Incontriamoci sul fiume”: passeggiata a piedi o in bicicletta
Marcon (Venezia), premiazione concorso scolastico “Scopri il fiume Zero!” e visita ai vicini percorsi didattico-naturalistici
Pisa, inaugurazione del Parco della Bonifica
Cesena, “Papaveri e lucciole”: passeggiata notturna lungo il Canale Emiliano Romagnolo

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano irriguo nazionale

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 luglio 2011

“E’ stato firmato il Decreto Interministeriale, che dà il via al finanziamento di progetti per 598 milioni di euro nell’ambito del Piano Irriguo Nazionale. E’ una cifra importante, seppur non esaustiva delle necessità, per un settore, che può dare un contributo rilevante, attraverso il “mini”idroelettrico anche nel campo delle energie rinnovabili.” Lo ha affermato il Sottosegretario alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Roberto Rosso, presentando, a Roma, la ricerca SWG-ANBI “Acqua da bene universale a strumento per la competitività”. Il presidente dell’istituto di ricerca, Roberto Weber, ha indicato alcuni dati salienti dell’indagine:
• -il 69% degli agricoltori ritiene l’irrigazione uno strumento essenziale (la percentuale sale a 82% nel Nord Ovest)
• -il 70% delle imprese agricole utilizza sistemi di irrigazione collettiva, quali i consorzi di bonifica (36% nelle isole)
• -in soli 3 anni (dal 2008) è aumentato del 20% il numero di aziende agricole, che si affida a sistemi tecnologici per ottimizzare l’uso dell’acqua
• -il 33% delle imprese agricole chiede di aumentare la disponibilità idrica ed il 23% vorrebbe un periodo irriguo più lungo
• -il 92% degli agricoltori giudica efficiente il servizio idrico offerto dal Consorzio di bonifica ed il 66% giudica adeguato il costo del servizio
“Non erano dati scontati, soprattutto in un momento di crisi economica – ha commentato Massimo Gargano, Presidente dell’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni – Ciò conferma la validità dell’integrazione pubblico-privato presente nei consorzi di bonifica.”
“Sul futuro della gestione delle acque in agricoltura gravano, però, i rischi legati all’interpretazione della Direttiva Europea sulle Acque” ha infine ricordato il Direttore Generale A.N.B.I., Anna Maria Martuccelli. Su questi temi, fondamentali per lo sviluppo agricolo ed ambientale del Paese, è iniziato a Roma, il Congresso Internazionale “Acqua: irrigazione, energie rinnovabili, ambiente. La sfida dei Consorzi di bonifica” in corso, fino a domani, nel Cemtro Congressi dell’Hotel Parco dei Principi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Congresso nazionale Anbi

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 giugno 2011

Roma, mercoledì 13 e giovedì 14 luglio 2011, l’ANBI (Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni) organizzerà, il Congresso Internazionale “Acqua: irrigazione, energie rinnovabili, ambiente. la sfida dei consorzi di bonifica”; ne sarà sede il Centro Congressi dell’Hotel Parco dei Principi. Particolarmente qualificato si annuncia il parterre scientifico, composto da docenti universitari ed esperti di chiara fama; numerose anche le Autorità annunciate, tra cui il Ministro, Francesco Saverio Romano. I lavori saranno anticipati, nella mattinata del 13, da una conferenza stampa per la presentazione deidati di una nuova ricerca demoscopica sulla percezione della funzione dell’acqua in agricoltura.Sarà anche l’occasione per fare il punto sul processo di realizzazione del progetto IRRIFRAME, ormai in fase attuativa. Nel pomeriggio di giovedì 14 è invece prevista l’Assemblea elettiva dell’ANBI. Contando possiate annotare tali appuntamenti tra gli impegni professionali, porgiamo cordiali saluti.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Funzione ambientale dell’irrigazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 gennaio 2011

“Non è sufficiente ribattere puntualmente, ma bisogna dare una risposta di sistema a chi, per evidente pregiudizio culturale o non conoscenza, insiste nell’accusare l’agricoltura di consumare troppa acqua. La stiamo approntando e, insieme alle Organizzazioni Professionali Agricole e ad autorevoli rappresentanti del sistema territoriale, nonchè con l’ausilio scientifico del mondo accademico, daremo un valore al beneficio ambientale apportato dall’irrigazione e che è ben rappresentato da almeno due questioni di grande importanza per il futuro della stessa vita, quali la ricarica delle falde acquifere ed il contrasto alla loro salinizzazione.”  Lo afferma Massimo Gargano, Presidente dell’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni, annunciando a Novara, in occasione della Conferenza Organizzativa dei consorzi di Piemonte e Lombardia, l’organizzazione di un Congresso Internazionale per l’inizio del mese di luglio a Roma. “Va anche ricordato – prosegue Gargano – che dalla disponibilità irrigua dipende l’84% di quel made in Italy agroalimentare indicato, da una recente ricerca, come il secondo motivo, dopo il patrimonio artistico e territoriale, per il quale un turista sceglie di soggiornare in Italia. Non è certo l’agricoltura – attacca il Presidente A.N.B.I. – a minare la qualità dell’acqua, anzi sono i campi a rischiare di essere vittime di inquinamenti derivati da altri settori produttivi!”  In campagna per altro, grazie all’innovazione tecnologica ed al miglioramento delle pratiche agronomiche, è notevolmente diminuito l’utilizzo della risorsa idrica; ciò risponde alla richiesta delle imprese di migliorare la competitività nel mercato delle produzioni agricole e poi – ribadisce Gargano – l’ acqua in agricoltura viene usata e non consumata, perché restituita integra allo stesso ambiente, dal quale viene prelevata.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Irrigazione e difesa idrogeologica

Posted by fidest press agency su martedì, 11 gennaio 2011

I consorzi di bonifica, come espressione del “made in Italy”, ammirato nel mondo: se, infatti, i viaggi di studio di delegazioni europee, nel nostro Paese, sono ormai ricorrenti, la visita di una missione cinese, giunta apposta per conoscere il sistema irriguo italiano, è una vera novità. L’occasione è stata data dall’incontro, che una ventina di ingegneri idraulici ed esperti del Dipartimento delle Risorse Idriche della Provincia dello Zhejiang hanno voluto con i vertici dell’ANBI, guidati dal presidente, Massimo Gargano e dal direttore generale, Anna Maria Martuccelli; oggetto primo del colloquio: l’ottimizzazione d’uso delle risorse idriche in agricoltura con particolare attenzione all’applicazione della microirrigazione. Il confronto, però, è stato foriero di confortanti verifiche: la gestione idrogeologica è simile in entrambi i Paesi, affidata alle risorse pubbliche per i grandi interventi mentre, in ambito locale, conta sull’integrazione fra pubblico e privato, rappresentato da realtà di autogoverno, che si chiamano consorzi di bonifica in Italia ed organizzazioni collettive d’economia rurale in Cina.  Assai diverse sono, però, le realtà dimensionali ad iniziare dalla considerazione che lo Zehijang è “solo” una provincia, ampia però 101.800 chilometri quadrati e con quasi 47 milioni di abitanti; il P.I.L. pro capite è pari a 42.214 yen, capace di farne una delle realtà più prospere e dinamiche della Cina. In questo ambito operano circa 10.000 (!) organizzazioni collettive di economia rurale, la cui superficie media è di 100 ettari; in tutta Italia i consorzi di bonifica sono 134, ma la loro superficie media è 133.000 ettari. Detto questo, sono molte le analogie emerse, compreso il meccanismo elettivo degli organismi consorziali. “Gli ospiti cinesi si sono dimostrati particolarmente interessati – commenta Gargano – agli aspetti normativi e manutentori, ma anche al confine tra competenze statali e consorziali. Ciò che ci inorgoglisce è lo scoprirsi punto di riferimento per realtà lontane; è un tributo importante ad una presenza costante sul territorio e che dimostra quotidianamente una capacità progettuale ed operativa, ormai riconosciuta anche all’estero”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Battesimo operativo di Irriframe

Posted by fidest press agency su martedì, 21 dicembre 2010

“In agricoltura trova pieno rispetto la Direttiva Europea sulle Acque, che parla di contribuire al costo di gestione del servizio, non certo di stabilire un prezzo per la risorsa idrica; gli imprenditori rurali al costo di gestione del servizio irriguo assommano, infatti, l’investimento per la rete idrica aziendale. Per l’irrigazione, inoltre, non si può certo parlare di costo, bensì di beneficio ambientale, perché contribuisce a rimpinguare le falde, contrastandone la salinizzazione.” Lo afferma Anna Maria Martuccelli, Direttore Generale dell’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni, relatrice al convegno “Water is life – Quale futuro per l’Umanità”, svoltosi a Città del Vaticano per iniziativa della Pontificia Academia Scientiarum, che è riuscita a riunire (presenti il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Giancarlo Galan ed il Presidente di Confagricoltura, Federico Vecchioni) un parterre di esperti secondo un approccio multidisciplinare.
“L’apporto idrico – prosegue Martuccelli – è indispensabile per l’agricoltura italiana, fortemente condizionata dall’andamento climatico: l’87%  della produzione ed i 2/3 dell’export del settore derivano da coltivazioni irrigue; l’irrigazione è gestita dai consorzi di bonifica, espressione di sussidiarietà perché enti pubblici autogovernati dagli utenti, il cui coinvolgimento garantisce gestione efficiente e razionale uso dell’acqua. Ne è testimonianza il progetto nazionale IRRIFRAME, voluto dall’ANBI come evoluzione del sistema IRRINET e che dovrebbe vedere la realizzazione applicativa nel 2011; garantirà agli agricoltori, via sms o internet, indicazioni indispensabili all’irrigazione sulla base delle coltivazioni, delle disponibilità idriche, dell’umidità del terreno e dell’andamento meteorologico.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Acqua per l’irrigazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 novembre 2010

“La disponibilità di acqua per l’irrigazione condiziona la competitività territoriale tanto da rappresentare una precondizione necessaria per un’agricoltura di qualità. Del resto, l’agricoltura non consuma l’acqua ma utilizza la stessa per poi restituirla al terreno. Per tali motivi, occorre proseguire con il piano irriguo nazionale, dotandolo delle necessarie risorse finanziarie da destinare all’implementazione di progetti che privilegiano la massima funzionalità tecnologica unitamente al massimo risparmio possibile della risorsa, ed al miglioramento dell’efficienza del sistema irriguo attraverso interventi di manutenzione straordinaria di tutte quelle opere, impianti e reti che soffrono di obsolescenza.” Questa, in sintesi, la proposta principale contenuta nel documento che l’UNCI-Coldiretti ha presentato ieri, nel corso dell’Audizione presso la Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, relativa all’Indagine conoscitiva sulle opere irrigue, alla quale hanno preso parte Fabio Paduano, Coordinatore dell’Associazione e Massimiliano Pedersoli, esperto del settore irrigazione e bonifiche.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Anbi: Manutenzione del territorio

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 novembre 2010

“La salvaguardia del territorio è una priorità strategica per il Paese ed occorre, quindi, una programmazione nazionale per la manutenzione straordinaria e ordinaria, che coinvolga le realtà locali, ad iniziare dalle Amministrazioni Comunali e dai consorzi di bonifica, dando così concreta applicazione ai moderni principi di una politica territoriale fondata sul “federalismo cooperativo” e sulla “sussidiarietà”. Lo afferma Anna Maria Martuccelli, Direttore Generale dell’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni, in occasione di un seminario sulla gestione dei rischi, organizzato nell’ambito dell’Assemblea A.N.C.I., in corso di svolgimento a Padova. <Ormai l’analisi delle cause del dissesto idrogeologico del nostro Paese sono note (dall’urbanizzazione convulsa, all’esodo dalle campagne, all’abbandono della montagna, alla cementificazione di vastissime aree, all’estrazione dal suolo e dal sottosuolo etc.); non servono ulteriori studi. Bisogna, invece, operare per sanare la progressiva ed ormai insostenibile frattura tra sviluppo economico e gestione del territorio, cui incide gravemente anche l’accentuata variabilità climatica della quale sono recente testimonianza le alluvioni che nella scorsa settimana hanno interessato in modo particolare il Veneto, come la Toscana, la Calabria e la Campania. L’A.N.B.I. che sin dagli anni 70 ha seguito attentamente i problemi della difesa del suolo del nostro Paese, nell’anno 2010 ha predisposto, sulla base delle indicazioni provenienti dai territori dei Consorzi di bonifica associati, un Piano per la riduzione del rischio idrogeologico che contempla 1365 interventi per un importo complessivo di 4183 milioni di euro; eppure tale piano, pur condiviso in linea generale dalle forze politiche e sociali, non ha ricevuto significativa attenzione da parte del Governo. D’altronde, proprio i drammatici eventi di questi giorni e per i quali esprimiamo sentimenti di grande solidarietà ai comuni le cui popolazioni hanno subìto danni ingenti, dimostrano la necessità di organici interventi, finalizzati a ridurre il rischio idraulico attraverso azioni di adeguamento della regolazione idraulica di scolo e delle opere di difesa dalle piene e di consolidamento volto a ridurre frane e smottamenti, I Consorzi di bonifica, come hanno dimostrato anche nelle recenti alluvioni, posseggono conoscenza del suolo e del regime idraulico, professionalità operativa e garantiscono diffusa presenza sul territorio rientrando quindi  tra i soggetti istituzionali con specifica competenza nel settore e con ampia disponibilità alla collaborazione con gli enti locali. In ragione di tale specificità è stato anche sottoscritto, nello scorso luglio, un Protocollo d’Intesa fra A.N.C.I. e A.N.B.I. con lo scopo di collaborare sul territorio e di ottimizzare le risorse e “mettere in rete” le reciproche esperienze>.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 maggio 2010

Si svolge in tutta Italia, fino al 16 maggio 2010, la tradizionale “Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione”. Una manifestazione giunta alla 9a edizione, nata dall’impulso degli stessi Consorzi di bonifica operanti sul territorio, alla luce della necessità di avviare una “comunicazione informale” con le comunità locali e l’opinione pubblica. Di anno in anno la Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione ha assunto crescente rilievo, grazie alle centinaia di iniziative via via proposte al fine di sensibilizzare sul programma di interventi lanciato dall’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni (A.N.B.I.), che vuole abbinare finalità ambientali e prevenzione idrogeologica.  Il tema di quest’anno è “Manutenzione del territorio: valore  da riscoprire. Il contributo dei Consorzi di bonifica”. Il senso del messaggio che l’A.N.B.I. (in piena sinergia con le Unioni Regionali Bonifiche) vuole lanciare è riassunto dal logo scelto per la locandina della manifestazione: il triangolo di un cartello stradale, indicante “attenzione!”
In tutta la Penisola anche nel 2010 le iniziative coinvolgeranno il mondo della scuola, tramite concorsi educativi, visite didattiche, lezioni “all’aria aperta”, mostre e via dicendo. Come sempre saranno numerose le occasioni aperte a tutta la cittadinanza: dalle ciclopasseggiate agli spettacoli in impianti idraulici, dalle simulazioni di emergenze a feste popolari, ad incontri e convegni. Il clou delle iniziative sarà concentrato nei due fine settimana, quando decine di “cattedrali dell’acqua”, vale a dire le grandi centrali idrauliche che garantiscono sicurezza dalle acque al territorio, saranno aperte al pubblico per visite guidate: un successo, che si ripete ogni anno.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settimana nazionale della bonifica e dell’irrigazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 aprile 2010

Da sabato 8  a domenica 16 maggio 2010. Nata dai Consorzi operanti sul territorio, come esigenza di “comunicazione informale” con le comunità locali e l’opinione pubblica, la Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione ha assunto, anno dopo anno, crescente rilievo. Il tema di quest’anno è: Manutenzione del territorio: valore  da riscoprire. Il contributo dei consorzi di bonifica La scelta è quindi caduta su un tema, che la drammaticità degli eventi, nelle scorse settimane, ha riproposto tragicamente all’attenzione dell’opinione pubblica. Il senso del messaggio, che l’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni vuole lanciare è riassunto nella forma dell’immagine scelta per la locandina della manifestazione: il triangolo di un cartello stradale, indicante “attenzione!” Come tradizione, sarà il mondo della scuola, l’obiettivo, verso cui principalmente si indirizzeranno le iniziative: dai concorsi educativi alle visite didattiche, dalle lezioni “all’aria aperta” alle mostre.  Accanto a ciò saranno tantissime le occasioni aperte a tutti: dalle ciclopasseggiate agli spettacoli in impianti idraulici, dalle simulazioni di emergenze a feste popolari, ad incontri e convegni. Il clou delle iniziative sarà concentrato nei due fine settimana, quando decine di “cattedrali dell’acqua”, vale a dire le grandi centrali idrauliche che garantiscono sicurezza dalle acque al territorio, saranno aperte al pubblico per visite guidate: un successo, che si ripete ogni anno.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settimana nazionale su: Bonifica e irrigazione

Posted by fidest press agency su sabato, 10 aprile 2010

Si terrà, da sabato 8 a domenica 16 maggio p.v., l’edizione 2010 della Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione, promossa dall’ANBI in collaborazione con le Unioni Regionali Bonifiche. Il tema di quest’anno è “Manutenzione del territorio: valore da riscoprire. Il contributo dei Consorzi di bonifica”; tale slogan sarà riprodotto sulle locandine nazionali, che A.N.B.I. realizzerà unitamente alla creazione di un apposito spazio informativo sul sito associativo http://www.anbi.it. In tale link troveranno spazio le centinaia di iniziative che, anche quest’anno, saranno organizzate sul territorio con l’obbiettivo di promuovere, in maniera informale, la conoscenza dell’attività degli enti consortili: per questo, accanto ai convegni, saranno organizzati concorsi scolastici, passeggiate ecologiche, biciclettate, feste campestri, mostre, con-certi e, naturalmente, visite guidate agli impianti idraulici.
Ad un mese e mezzo da quello, che è stato definito il più grave disastro ambientale nella storia del fiume Po (il 24 febbraio, migliaia di metri cubi di petrolio grezzo e idrocarburi defluirono nel fiume Lambro, raggiungendo successivamente la principale asta fluviale italiana),  il Consorzio Canale Emiliano Romagnolo – C.E.R. (con sede a Bologna) ha eseguito un campionamento delle acque e dei sedimenti superficiali, in prossimità dell’opera di presa idraulica “Palantone” a Salvatonica di Bondeno; l’obbiettivo era valutare il rischio di inquinamento del Cavo Napoleonico e dell’asta del C.E.R. alla vigilia della stagione irrigua. I risultati delle analisi, scaricabili dal sito http://www.consorziocer.it, sono rassicuranti per l’utenza: la qualità delle acque non è stata contaminata.
Il sistema di monitoraggio ed analisi delle acque del C.E.R. resterà comunque allertato ed ulteriori analisi verranno effettuate ove e quando se ne ravvisasse la necessità. I 200 chilometri, che separano le barriere predisposte ad Isola Serafini dal punto di presa del C.E.R. e le contemporanee piene del Panaro, che hanno spinto le acque inquinate verso la sponda opposta del Po, hanno evitato che chiazze oleose ed idrocarburi raggiungessero l’impianto del Palantone. Ma altre insidie si profilano all’orizzonte. Proviamo, con l’aiuto dell’Anbi ad indicarne alcune:
Lazio: Lago di Fondi. Se molti sono stati gli interventi portati a termine nel 2009 ed altrettanti sono attesi per il 2010 sull’intero comprensorio consortile, la situazione del lago di Fondi continuare a preoccupare. il Consorzio di bonifica Sud Pontino (con sede proprio a Fondi, in provincia di Latina): da oltre un anno, infatti, l’ente attende, dalla Regione Lazio, la valutazione di incidenza ambientale per poter intervenire strutturalmente sugli argini lacustri, dimostratisi insufficienti a fronte dei cambiamenti climatici, che incrementano il rischio di esondazione. Per il 2010 vanno segnalati il rifacimento della rete irrigua (sostituzione delle attuali tubature con supporti in vetroresina per un importo complessivo di circa otto milioni di euro) ed il “progetto delle strade dell’acqua”, fatto di piste ciclabili attraverso il territorio bonificato.
Toscana Consorzio di bonifica dell’Area Fiorentina (con sede a Firenze) sui torrenti Rimaggio e Zambra, a Sesto Fiorentino si prevedono la sistemazione del fondo, usando massi e pietre di scogliera, il livellamento degli argini ed altri interventi per migliorare l’accessibilità ai mezzi, che effettuano periodicamente la manutenzione idraulica. Lungo il Rimaggio, in particolare, verranno valorizzati la fonte naturale, che si trova nei pressi del cosiddetto “ponte all’amore”, così come i resti archeologici di un acquedotto romano; per eliminare il problema dei ristagni verrà inoltre installata una pompa ad immersione, alimentata interamente ad energia solare, che garantirà un ricircolo forzato e costante di acqua, migliorandone l’ossigenazione e favorendo così la vita dell’ittiofauna.
Calabria. Il Consorzio di bonifica Ionio Crotonese (con sede nel capoluogo di provincia) ha avviato, in sintonia con le Amministrazioni Comunali interessate, le procedure affinchè sia riconosciuto lo stato di straordinarietà, con relativi finanziamenti di somma urgenza, per la frana verificatasi in località Rivioto nel comune di Petilia Policastro, a seguito di un evento meteorologico eccezionale. Il cedimento del terreno ha interessato il costone, sul quale insiste il canale adduttore principale, che alimenta il sistema irriguo consortile, interessante 15.000 ettari nei comuni di Roccabernarda, Cutro, Isola Capo Rizzuto, Crotone e Petilia Policastro; senza i necessari interventi, risulterebbero compromesse anche le necessità idriche per gli allevamenti e quelle idropotabili di alcune comunità.
Veneto. C’è anche il Consorzio di bonifica Brenta (con sede a Cittadella, in provincia di Padova) tra i sottoscrittori del “Protocollo d’Intesa per il settore agricolo-agroalimentare della zona pedemontana” promosso dalle Amministrazioni Comunali di Mason, Molvena, Pianezze e Marostica. L’accordo, indirizzato soprattutto alle produzioni locali di particolare pregio (la ciliegia, l’asparago, il vino, l’olio), si pone, tra gli obbiettivi, il miglioramento agronomico e produttivo attraverso anche la prosecuzione del progetto d’irrigazione collinare.
Emilia-Romagna. “Un nuovo modello operativo di sinergia tra gli enti è possibile”: è questo l’ap-pello lanciato a Carpi dal Consorzio di bonifica dell’Emilia Centrale (con sede a Reggio Emilia) ed accolto dai rappresentanti del locale Comune e di quelli Carpi, Novi, Soliera, Campogalliano; dall’unione Terre d’Argine; da Confindustria, C.N.A., Aimag, Confcommercio, Copagri, Coldiretti, Confagricoltura, Confapi, A.S.P.P.I. Particolarmente significativo è stato l’intervento del rappresentante Aimag, multiutility modenese al servizio di 250.000 abitanti e che, assieme all’ente consortile, permette lo smaltimento delle acque urbane sino ai fiumi.
Toscana. Si sta realizzando un ulteriore tratto del “percorso della Pesa” che, risalendo il corso dell’omonimo fiume, collegherà Sambuca con la cassa di espansione di Montecchio: un tracciato, lungo circa sette chilometri, che ricade quasi interamente nel territorio comunale di Tavarnelle Val di Pesa. I lavori, per un importo di circa trecentomila euro, sono a cura del Consorzio di bonifica Toscana Centrale (con sede a Firenze) e saranno completati entro l’estate.
Lombardia. C’è un particolare canale, che collega la Lombardia all’Emilia Romagna: è  il Cavo Tagliata a Brugneto di Reggiolo; si tratta di  un antico manufatto idraulico che, d’estate, ha funzione irrigua, d’inverno scola le acque di Guastalla e del circondario, unendo  tante comunità che, senza queste opere, “finirebbero sott’acqua”. Il Consorzio di bonifica Terre dei Gonzaga (con sede a Mantova) sta coinvolgendo i residenti a Brugneto nel-l’opera di necessaria riqualificazione del tratto di alveo, che attraversa l’abitato: il passare del tempo e l’espansione urbanistica  non garantiscono più una corretta funzione idraulica; per questo sarà realizzato un intervento di sistemazione, migliorando anche le condizioni igienico- sanitarie della zona.
Veneto La Bonifica è stata la protagonista della XVIII Giornata di Primavera, organizzata dal F.A.I. (Fondo Ambiente Italiano) nel Veneto Orientale. Accanto al Museo Ambientale di Vallevecchia, l’attenzione si è incentrata sulla storica centrale idrovora di Sindacale, gestita dal Consorzio di bonifica Veneto Orientale (con sedi a Portogruaro e S.Donà di Piave, in provincia di Venezia). Il manufatto, tuttora funzionante, è stato attivato per permettere le visite guidate mentre, in precedenza, un convegno aveva fatto il punto sugli interventi di trasformazione territoriale delle valli e delle paludi.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza idrogeologica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 maggio 2009

Roma 19 maggio p.v. alle ore 11.30 l’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni (A.N.B.I.) organizzerà una conferenza stampa, nella sala Medici della propria sede in via Santa Teresa 23, per fare il punto sullo stato della sicurezza idrogeologica nel nostro Paese.  A conclusione della Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione, il cui filo conduttore è “Dalla siccità alle alluvioni: che fare?”, si vogliono fornire indicazioni e dati costruiti attorno ad una provocatoria domanda, nata dopo i recenti, funesti avvenimenti e le polemiche, che ne sono seguite: “Il prossimo terremoto, probabilmente, non si può ancora prevenire… la prossima alluvione, certamente, sì.”

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settimana nazionale della bonifica e dell’irrigazione

Posted by fidest press agency su martedì, 5 maggio 2009

Saranno, come sempre, le “cattedrali dell’acqua”, le protagoniste della Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione, la cui ottava edizione si terrà da sabato 9 a domenica 17 maggio prossimi; nei due week-ends, infatti, sarà possibile visitare, accompagnati da esperti,  i più significativi impianti idraulici, che gestiscono le acque di superficie nel nostro Paese, da Nord a Sud. Tema di grande attualità, unificante gli appuntamenti 2009 sarà: “Dalla siccità alle alluvioni: che fare?”.  Due i gruppi di interesse privilegiati da una serie di iniziative, che vogliono avvicinare, in maniera informale, alla conoscenza delle attività per la gestione idraulica del territorio: gli amministratori pubblici e gli studenti di ogni ordine e grado; i primi parteciperanno a numerosi convegni ed eventi organizzati un po’ ovunque; per i secondi, invece, sono stati promossi concorsi per stimolare l’approfondimento di tematiche ambientali. Accanto a ciò, come ormai tradizione, passeggiate e biciclettate lungo gli itinerari della Bonifica, mostre dedicate all’acqua ed alle sue diverse declinazioni visive, spettacoli, feste campestri, inaugurazioni di impianti idraulici, irrigui ed ambientali, presentazioni di libri.  Tra le proposte più singolari vanno segnalate le visite guidate ad impianti per il recupero di cicogne e tartarughe, lezioni di yoga in idrovora, itinerari notturni accompagnati da racconti di acqua e di Bonifica, osservazioni stellari.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »