Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘isola’

Ricordo di un’isola di Ana María Matute

Posted by fidest press agency su domenica, 11 luglio 2021

Collana Le strade. Espulsa dal convento dove studiava dopo aver dato un calcio alla priora, abbandonata dal padre e orfana di madre, l’adolescente ribelle Matia viene mandata a trascorrere i mesi estivi con la ricca nonna sull’isola di Maiorca: un luogo al tempo stesso incantato e malvagio, dove si scontrano odi antichi e passioni odierne mentre il sole brucia attraverso le vetrate e il vento si lacera contro le agavi. Nella calda e opprimente quiete di un’estate adolescenziale, Matia trama con il cugino Borja tra lezioni di latino, sigarette rubate fumate di nascosto e fughe clandestine con una piccola imbarcazione nelle cale più recondite. Compagni di scorribande sono gli altri ragazzini dell’alta borghesia costretti come loro alla reclusione sull’isola, ma anche i giovani del posto, tra cui spicca Manuel, figlio maggiore di una famiglia emarginata da tutto il paese per il quale Matia prova un conturbante sentimento a cui non riesce a dare un nome. Il sordido mondo degli adulti nasconde molte incognite: gli uomini scompaiono misteriosamente, mentre le donne fumano alla finestra scrutando il mare in attesa di un ritorno. È il 1936, la guerra civile appena scoppiata sembra lontana ma quasi segretamente si sta combattendo anche sull’isola, e l’eco del conflitto si fonde con quella dell’Inquisizione e dei roghi di massa degli ebrei avvenuti nei secoli precedenti. La vita insulare è solcata da linee dolorose e divisive, e diventare grandi vuol dire anche scegliere da che parte stare.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

TEDxRiesi: Sicilia isola di nuove frontiere

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 dicembre 2019

Sarà a maggio del 2020 la splendida sede del Servizio Cristiano di Riesi a fare da location a TEDxRiesi. Il Villaggio Monte degli Ulivi è una perla architettonica nel cuore della Sicilia, essa stessa frutto di un arcipelago di idee. Il Villaggio, immaginato e fortemente voluto dal pastore protestante Tullio Vinay (divenuto poi senatore), venne affidato all’architetto Leonardo Ricci, il quale decise di coinvolgere la gente del territorio, in fase di sviluppo del progetto, per comprenderne le reali esigenze. Ed è questo il motivo per cui gli edifici che lo compongono sono molto diversi tra loro. Il piccolo centro siciliano da cui, negli ultimi 4 anni, sono andati via 11mila abitanti a causa dell’isolamento e della criminalità decide di aprirsi al mondo. Secondo la classifica de Il Sole 24 Ore pubblicata qualche giorno fa la provincia di Caltanissetta si assestata all’ultimo posto per qualità della vita. Riesi sfida le classifiche e porta lo show delle “idee che meritano di essere diffuse”, in cui gli speaker invitati avranno un massimo di 18 minuti a disposizione proprio come previsto dallo spirito del TED. Ogni speaker racconterà così la sua visione di “isola” portando sul palco le tante interpretazioni di questo tema, non solo come luogo, ma soprattutto come concetto.
TEDxRiesi porta in scena tutto questo con un evento di grandi contenuti. “Il nostro TEDx è frutto dell’utopia che ci spinge a fare le cose, non solo a immaginarle” – dice Giuseppe Toninelli, curatore e organizzatore del TEDxRiesi -. “Il team è costituito da persone del territorio, ma anche da tante altre ‘isole’ disseminate nel resto d’Italia e del mondo. Alcuni di loro sono approdati in Sicilia e vivono la nostra quotidianità. Altri credono fermamente che la bellezza e il buono possano nascere ovunque e per questo hanno voluto raggrupparsi attorno ad un progetto che dà vita a tante idee per cercare di dare fiducia al territorio”. L’arcipelago di isole che compongono il TEDxRiesi si sviluppa in tutta Italia da nord a sud. Dal Lago Maggiore, passando per Milano, Roma, Catania, Siracusa, Licata e Ribera, fino a Riesi, cuore pulsante di questo progetto. A far parte del team sono un gruppo eterogeneo di professionisti con competenze nel campo della comunicazione on e offline, project management, grafica, web, ingegneria e molto altro.
TED sta per Tecnologia, Intrattenimento e Design: tre ampie aree che, insieme, stanno creando il nostro futuro. TED è un’organizzazione non-profit che ha come obiettivo la condivisione di “idee che meritano di essere diffuse”.Iniziata nel 1984 come una conferenza di quattro giorni in California, nel tempo le tematiche coperte da TED si sono allargate ad architettura, scienza, business, politica, educazione, avventura e molto altro. La conferenza è così diventata un appuntamento annuale per discutere di idee nuove in tutti gli ambiti della creatività e dell’innovazione umana. Gli interventi dei relatori vengono filmati e raccolti sul sito TED.com.Oggi TED è cresciuta nella sua “mission” attraverso molteplici iniziative, i numeri parlano da soli: nel 2015 TED ha distribuito quasi 4 miliardi di video su Internet, mentre i suoi affiliati hanno organizzato 3.600 conferenze in ogni parte del mondo. Senza contare gli altri progetti. L’organizzazione è ormai considerata (lo ha scritto l’Economist in dicembre) «la grande macchina globale delle idee».

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Svelate le cause dei terremoti dell’Isola d’Ischia

Posted by fidest press agency su domenica, 22 dicembre 2019

Dopo gli eventi sismici che hanno interessato la zona di Casamicciola dell’Isola d’Ischia nell’estate del 2017, la comunità scientifica ha ritenuto necessario concentrare la propria attenzione sul fenomeno naturale che, in realtà, si era già presentato più volte nei secoli scorsi con conseguenze a volta drammatiche, come il terremoto del 1883 che causò oltre 2300 vittime.Tuttavia, la comprensione dell’attività sismica ad Ischia è stata da sempre ostacolata dalla natura vulcanica dell’isola che, con caratteristiche estremamente diversificate, complica notevolmente i fattori da considerare. Ischia è, infatti, uno dei vulcani italiani più complessi, caratterizzato tra l’altro da un impressionante sollevamento di circa un migliaio di metri, a partire da 55 mila anni fa, e da decine di eruzioni più recenti, l’ultima delle quali avvenuta nel 1302.Raccogliendo la sfida di comprendere tale sismicità in un ambiente tanto complesso, su impulso anche della Protezione Civile Nazionale, un team internazionale di vulcanologi dell’Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia (INGV), dell’Università degli Studi Roma Tre (UniRoma3) e dell’Université de Genève in Svizzera (UNIGE) ha unito le competenze diversificate in materia di monitoraggio, di modellistica e di comprensione dei processi magmatici nello studio ‘Magma Degassing as a Source of Long‐Term Seismicity at Volcanoes: The Ischia Island Case’, appena pubblicato nella rivista Geophysical Research Letters.I vulcanologi hanno così compreso che, paradossalmente, è proprio la complessa natura vulcanica dell’isola a spiegarne la sismicità, ma in modo relativamente semplice. Infatti, dati di monitoraggio raccolti per decenni mostrano che il forte sollevamento che nel passato ha portato all’emersione della cima più alta dell’isola, il Monte Epomeo, è attualmente sostituito da un lento e continuo abbassamento. Pertanto, i terremoti osservati a Casamicciola costituiscono episodi di accelerazione di tale abbassamento, innescati dalle stesse strutture sismiche che avevano causato il precedente sollevamento dell’isola.La causa dell’abbassamento di Ischia, e quindi dei terremoti di Casamicciola, è imputabile all’emissione di gas dallo stesso magma che da circa 6000 anni ha prodotto almeno 45 eruzioni, fino all’ultima del 1302. Tale degassamento, infatti, diminuisce la pressione nel sistema magmatico superficiale, abbassando di fatto l’isola.I risultati della ricerca non solo permettono di comprendere finalmente l’origine della disastrosa sismicità di Ischia, ma anche di prevedere, attraverso estrapolazioni modellistiche, che il prolungarsi del degassamento del magma possa continuare per almeno diverse centinaia di anni. Secondo gli autori, l’abbassamento in atto a Ischia potrà quindi continuare a generare sismicità nell’area di Casamicciola con caratteristiche analoghe a quanto osservato negli ultimi secoli.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Amitav Ghosh: L’isola dei fucili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 novembre 2019

Commerciante di libri rari e oggetti d’antiquariato, Deen Datta vive e lavora a Brooklyn, ma è nato nel Bengala, terra di marinai e pescatori. Non c’è stato perciò tempo della sua infanzia in cui le leggende fiorite nelle mutevoli piane fangose del suo paese, affascinanti storie di mercanti che scappano al di là del mare per sfuggire a dee terribili e vendicatrici, non siano state parte del suo mondo fantastico.In uno dei suoi ritorni a Calcutta, o Kolkata come viene detta oggi, Deen ha la ventura di incontrare Kanai Dutt, un lontano parente ciarliero e vanesio che, per sfidarlo sul terreno delle sue conoscenze del folklore bengali, gli narra la storia di Bonduki Sadagar, che nella lingua bengali o bangla significa «mercante di fucili».Bonduki Sadagar era, gli dice, un ricco mercante che aveva fatto infuriare Manasa Devi, la dea dei serpenti e di ogni altra creatura velenosa, rifiutando di diventare suo devoto. Tormentato dai serpenti e perseguitato da alluvioni, carestie, burrasche e altre calamità, era fuggito, trovando riparo al di là del mare in una terra chiamata Bonduk-dwip, «Isola dei fucili». Braccato, infine, di nuovo da Manasa Devi, per placare la sua ira, era stato costretto a far erigere un dhaam, un tempio in suo onore nelle Sundarban, nelle foreste di mangrovie infestate da tigri e serpenti.
La leggenda del mercante dei fucili resterebbe tale per Deen, una semplice storia, cioè, da custodire nell’armadio dei ricordi d’infanzia, se il vanesio Kanai non aggiungesse che sua zia Nilima Bose ha visto il tempio e sarebbe ben lieta se Deen l’andasse a trovare.Comincia così, per il commerciante di libri rari di Brooklyn, uno straordinario viaggio sulle tracce di Bonduki Sadagar che dalle Sundarban, la frontiera dove il commercio e la natura selvaggia si guardano negli occhi, il punto esatto in cui viene combattuta la guerra tra profitto e Natura, lo porterà dall’India a Los Angeles, fino a Venezia.Un viaggio mirabolante, che attraverserà secoli e terre, e in cui antiche leggende e miti acquistano un nuovo significato in un mondo come il nostro, dove la guerra tra profitto e Natura sembra ormai non lasciare più vie di scampo al di là dei mari.Traduzione di Anna Nadotti e Norman Gobetti 320 pagine Euro 18,00
Neri Pozza editore.
Amitav Ghosh è nato a Calcutta nel 1956, ha studiato a Oxford e attualmente vive tra la sua città natale e New York. Considerato «uno dei più grandi scrittori indiani» (la Repubblica), per Neri Pozza ha pubblicato: Il paese delle maree (2005), Circostanze incendiarie (2006), Il Palazzo degli specchi (2007), Mare di papaveri (2008), Il cromosoma Calcutta (2008), Lo schiavo del manoscritto (2009), Le linee d’ombra (2010), Il fiume dell’oppio (2011), Diluvio di fuoco (2015) e La grande cecità (2017).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Hokkaidō: Francesco Civita racconta il suo viaggio sull’isola giapponese

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 febbraio 2019

Firenze Mercoledì 27 Febbraio 2019 ore 17:00 Caffè Astra al Duomo Via de’ Cerretani 56r. L’Hokkaidō è l’isola più settentrionale dell’Arcipelago Giapponese che è composto da altre tre grandi isole: lo Honshū, lo Shikoku ed infine il Kyūshū, all’esstremo sud rispetto l’Hokkaidō. “La Via per il Mare settentrionale”, come viene tradotto letteralmente il nome “Hokkaidō è di una bellezza straordinaria, selvaggia, ricoperta da enormi foreste e alte montagne e per gran parte dell’anno è ricoperta di neve che spesso raggiunge i 4-5 metri di altezza. Clima rigido d’inverno, tanto da divenire meta famosa per gli sport invernali, da giugno a settembre si trasforma in un paradiso per escursionisti, amanti del trekking, fotografi naturalistici, semplici campeggiatori. L’Isola ospita più di 60 vulcani che rappresentano il 10% di tutti i vulcani presenti al mondo. Per questo durante la primavera e l’estate, la natura è rigogliosa e ricca il che ne fa la maggiore produttrice di agricoltura di tutto il Giappone. In antichità era anche chiamata Ezo per via dei suoi abitanti originari, appunto gli Ezo, ora Ainu, relegati in questa parte del Giappone nel corso dei secoli.
La Signora Toyoko Mizuguchi Kii è figlia di questa terra, e la sua origine è ben visibile nelle sue opere, realizzate con una straordinaria perizia e seguendo una delle qualità più apprezzate nel popolo giapponese: il perseguimento della perfezione e della armonia finale, come scopo di tutta una vita.
II ciclo di incontri culturali è promosso dal Centro Studi e Incontri Internazionali che ha fondato la Fondazione Romualdo Del Bianco, in collaborazione con il Centro Congressi al Duomo e con le Associazioni culturali della città nell’ambito di Life Beyond Tourism® per contribuire a una migliore conoscenza di culture diverse.Durante “I Mercoledì al Caffè” viene servito un aperitivo a buffet al costo speciale di 5 Euro.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

JOHANNA HOLMSTROM: L’isola delle anime

Posted by fidest press agency su martedì, 18 dicembre 2018

In una notte d’autunno del 1891 Kristina Andersson annega i suoi due bambini nel fiume Aura. Quando i volti pallidi dei figli svaniscono sotto il pelo dell’acqua, la donna torna a casa. Il giorno dopo arriva, terribile e inesorabile, la consapevolezza di ciò che ha fatto: ma ormai è troppo tardi. Kristina viene mandata al manicomio di Själö, un’isola nell’arcipelago di Åbo. È un posto da cui pochi se ne vanno, dopo esservi entrati.
Quarant’anni dopo, è il turno di Elli. Figlia di una ricca famiglia, Elli vuole qualcosa di più di quello che la sua famiglia può offrirle. Dopo la fuga da casa e dopo essersi fatta coinvolgere in una rapina a mano armata da un uomo con il quale aveva una storia, Ellie viene portata a Själö, dove il tempo si è fermato. Elli ha un carattere ribelle e si scontra con tutte le infermiere dell’ospedale, a parte Sigrid, la nuova arrivata, e Karin, una paziente ricoverata per la colpa di essere semplicemente se stessa, ovvero omosessuale. L’infermiera Sigrid diventa il legame tra Kristina, Karin ed Elli, tra il vecchio e il nuovo. Ma, fuori dalle mura del manicomio, la guerra sta infuriando in Europa e presto toccherà le coste dell’isola di Åbo. L’evocativo e suggestivo romanzo di Johanna Holmström pone le sue basi nel tragico destino umano che permea le mura del manicomio di Själö. L’isola delle anime è un romanzo potente sul prezzo che le donne devono pagare per la loro libertà. Traduzione dalo svedese di Valeria Gorla Euro 17,00 338 pagine. (Neri Pozza Editore)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Isola della Sostenibilità ad Architettura

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 novembre 2017

architetturaRoma Giovedì 30 Novembre 2017, ore 9:00 / 2 Dicembre 2017 Dipartimento di Architettura Largo Giovanni Battista Marzi 10 (Ex Mattatoio di Testaccio) Giunta con successo alla sua quarta edizione, “Isola della Sostenibilità” è la manifestazione nazionale promossa da un “comitato strategico” composto da: Enea, Crea, Cnr, Università Roma Tre, Università La Sapienza. Isola della Sostenibilità è evento ufficiale della Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2017.La manifestazione ha l’obiettivo di promuovere lo sviluppo sostenibile tra le nuove generazioni, proponendo idee e progetti sostenibili provenienti dal mondo della ricerca, dalle istituzioni, dell’industria, dell’associazionismo.
E’ rivolta alle scuole di ogni ordine e grado, studenti universitari, famiglie e tutti coloro fortemente interessati ai temi legati alla sostenibilità.
L’edizione 2017 si concentrerà su 4 dei 17 goal di Agenda 2030, ossia: Fame Zero (Goal 2), Energia pulita e accessibile (Goal 7), Lavoro dignitoso e Crescita Economica (Goal 8), Consumo e Produzione Responsabile (Goal 12).Il format prevede talk divulgativi, laboratori didattici ed area expo. Ingresso gratuito

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Dopo la vittoria plebiscitaria del No in Sicilia, è in arrivo un bel 7 in condotta per i precari della Sanità nell’Isola?”

Posted by fidest press agency su domenica, 18 dicembre 2016

Lorenzin beatriceQuesto l’interrogativo alla base della riflessione proposta stamane da Claudio Giustozzi, segretario nazionale dell’Associazione per il diritto alla Salute Giuseppe Dossetti.“Solo qualche settimana fa – ha subito chiosato Giustozzi – la ministra Beatrice Lorenzin varcava lo stretto tra Scilla e Cariddi per caldeggiare la vittoria del Sì, annunciando buone notizie per la Sanità siciliana che avrebbe beneficiato del fondo per la stabilizzazione dei precari e dell’iniezione di 7mila nuove unità di personale. Ora che la Sicilia ha risposto alla chiamata referendaria con un sonoro 68% di voti negativi, che ne sarà delle promesse che, neanche un mese fa, giungevano dal Capo del Dicastero in terra di Trinacria?”.Ma di carne sul fuoco, nel calderone incandescente della Sanità siciliana, ce n’è parecchia. A rischio potrebbero esservi il tanto atteso Piano di adeguamento del livello d’assistenza essenziale per i malati e la riorganizzazione dei presidi medici sul territorio. “Vogliamo sapere da Lorenzin se c’è l’intenzione di andare avanti con il progetto di rimodulazione della Rete Ospedaliera regionale, con quello di immissione di nuovo personale e di stabilizzazione di molti medici, infermieri e tecnici – ha poi rincarato la dose il Segretario – o la Ministra ha intenzione di mettere in castigo l’intera Sanità dell’Isola?” Dalla protesta, il Segretario passa subito alla proposta: “ Serve continuità e senso di responsabilità tra un Governo e il successivo. Siamo pronti a scendere in piazza per chiedere a gran voce a Lorenzin la garanzia del rispetto degli impegni presi con l’Ars. Lo dobbiamo ai malati del nostro meridione che, come la manna dal cielo, aspettano il diritto alle pari opportunità nell’accesso alle cure mediche. A prescindere dal voto referendario, la Sicilia chiama… Ma Roma risponde?”Nel frattempo, questo è il messaggio di chiusura, lanciato forte e chiaro dall’associazione Dossetti: “Ci aspettiamo risposte chiare da Lorenzin. E poiché se Maometto non va alla montagna, è la montagna ad andare da Maometto, non esiteremo a sostenere le istanze dei malati di Sicilia, nelle piazze della regione così come di fronte alla sede ministeriale di viale Ribotta. Ci prenda pure in parola”. (Il segretario nazionale, Claudio Giustozzi)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Migranti e rifugiati sull’isola di Lesbo

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

isola lesboIn Grecia, nella giornata di ieri il personale dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) è stato evacuato per un breve tempo dal luogo dove erano in corso le procedure di registrazione di migranti e rifugiati sull’isola di Lesbo. Il luogo era molto affollato e si sono verificati episodi di violenza. Ciò è avvenuto mentre continuano gli arrivi di migliaia di rifugiati e migranti via mare dalla Turchia. Le autorità hanno, inoltre, riferito che vi sono stati sette morti – quattro dei quali bambini – a seguito di una collisione tra una barca di trafficanti e una nave della Guardia Costiera greca.Entrambi gli incidenti, la tragedia marittima e le tensioni a Lesbo, sottolineano ancora una volta l’urgente necessità di predisporre rapidamente adeguate strutture di accoglienza in Grecia per la ricezione, l’assistenza, la registrazione e lo screening di tutti i nuovi arrivati.Insieme all’aumento degli arrivi negli ultimi due giorni è aumentato anche il numero di morti. La Guardia Costiera greca ha riferito che ieri è avvenuta una collisione tra una delle sue navi pattuglia e una barca da pesca che trasportava 38 persone, provocando sette morti, tra cui quattro bambini. La collisione è avvenuta al largo della città di Molyvos sulla costa nord occidentale dell’isola. Trentuno persone sono state salvate e sull’incidente è stata aperta un’indagine. Dall’inizio dell’anno sono morte 100 persone nel tentativo di compiere la traversata dalla Turchia alla Grecia, mentre nel suo complesso nel Mediterraneo sono morte più di 3.100 persone.Il personale dell’UNHCR è rientrato a Moria questa mattina. Gli operatori hanno rilevato l’arrivo di 85 barche sull’isola nella giornata di mercoledì, seguite da altrettante – o forse più – nella giornata di ieri e durante la notte, soprattutto lungo la costa settentrionale, dove il canale che separa la Grecia dalla Turchia è largo solo 10 chilometri. Un responsabile della protezione dell’UNHCR ha dichiarato che dalla riva si vedono avvicinarsi nel corso di una giornata fino a sei barche alla volta – la maggior parte gommoni che trasportano circa 50 persone ciascuno. L’ondata di arrivi potrebbe essere il risultato di un temporaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche, una corsa per battere l’inizio dell’inverno e il timore che i confini europei possano presto venir chiusi.Un rifugiato siriano nel nord della Grecia ha dichiarato all’UNHCR che il suo gruppo, composto da circa 50 persone, ha tentato tre volte nelle ultime due settimane di compiere la traversata dalla Turchia a Lesbo. La prima volta sono stati trainati a riva dopo essere stati intercettati da una nave pattuglia turca. La seconda volta hanno avvistato un’altra barca di pattuglia al largo e hanno annullato il viaggio. Hanno finalmente raggiunto Lesbo all’inizio di questa settimana, secondo quanto ha riferito.L’aumento degli arrivi ha posto nuove pressioni sulle strutture di accoglienza e di registrazione governative già sovraffollate dal numero di persone gia’ presenti sull’isola. La violenza è scoppiata ieri presso l’affollato sito di registrazione di Moria, fuori dalla capitale dell’isola di Lesbo, quando alcuni gruppi di uomini hanno tentato di saltare la fila e farsi strada negli uffici di registrazione. È stato necessario l’intervento della polizia per cercare di sedare i disordini, che sono proseguiti fino a sera. Le operazioni di registrazione presso il sito sono state sospese intorno a mezzogiorno ed è stato evacuato il personale dell’UNHCR e di altre organizzazioni.Al momento ci sono circa 3.500-4.000 persone sulla costa settentrionale dell’isola. I trasferimenti in pullman sono stati interrotti a causa del sovraffollamento nei centri di accoglienza, e alcune persone stanno ora cercando di percorrere i 70 chilometri attraverso l’isola per raggiungere la capitale, Mitilini.Dall’inizio dell’anno, più di 450mila rifugiati e migranti sono arrivati ​​via mare in Grecia, ponendo enormi pressioni sulle comunità locali e sulle autorità nazionali. In visita in Grecia all’inizio di questa settimana, l’Alto Commissario António Guterres ha dichiarato che è assolutamente essenziale che il paese riceva un massiccio sostegno da parte dell’Unione europea per garantire modalità adeguate di accoglienza, registrazione e screening, processi essenziali per il successo del piano di ricollocamento di rifugiati in altri paesi europei, così come per il ritorno a casa di coloro che non necessitano di protezione internazionale.L’Alto Commissario, Guterres, ha inoltre esortato i governi a prevedere maggiori canali per permettere alle persone di venire in Europa legalmente senza dover ricorrere a trafficanti e ad altre vie irregolari. Tali canali legali includono un aumento dei posti per il reinsediamento da paesi di primo asilo, il ricongiungimento familiare, programmi di sponsorizzazione privati, visti umanitari e modalità più flessibili di concessione di visti per studio, lavoro e altre ragioni.Inoltre, presso il confine tra Turchia e Bulgaria, un uomo afgano è stato ucciso ieri sera in una zona boschiva vicino alla città di Sredets. L’UNHCR esprime sconcerto per questo incidente. Secondo quanto è noto, l’uomo è stato colpito da un proiettile di rimbalzo, sparato da una guardia di confine con la Bulgaria. L’Agenzia sta sollecitando le autorità bulgare affinché sia presto avviata un’indagine che chiarisca questo tragico episodio e ne siano ressi noti i risultati.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Isola dei Tesori

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Roma 18 novembre p.v. presso la Banca d’Italia, Via Nazionale 91, alle ore 10.30 Save the Children presenta per la prima volta “L’Isola dei Tesori. Atlante dei Minori (a rischio) in Italia”.
I minori rappresentano il vero e proprio tesoro del Paese che l’Atlante vuole descrivere attraverso le condizioni e le opportunità che ne determinano presente e futuro come la distribuzione sul territorio e nelle città, l’età, i loro nomi italiani o stranieri, l’educazione, la famiglia o la solitudine, l’ambiente, i rischi di sfruttamento, i servizi o il dramma dell’invisibilità. L’Atlante con le sue mappe verrà illustrato e commentato a più voci da rappresentanti delle Istituzioni nazionali e locali e del mondo della cultura e dell’informazione. Sono stati invitati a intervenire: Gianni Letta – Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Mara Carfagna – Ministro per le Pari Opportunità, Alessandra Mussolini – Presidente della Commissione Parlamentare per l’Infanzia e l’Adolescenza, Sergio Chiamparino – Presidente ANCI, Marco Lodoli – Scrittore e Giornalista, Sveva Sagramola – conduttrice televisiva. Save the Children, la più grande organizzazione internazionale indipendente che lavora per migliorare concretamente la vita dei bambini nel mondo, opera in Italia con programmi per la protezione dei bambini, in particolare i minori migranti presenti sul nostro territorio; per l’educazione dei ragazzi ad un uso sicuro delle nuove tecnologie e per contrastare la pedo-pornografia online; per prevenire la dispersione scolastica; per promuovere i diritti dell’infanzia e la piena partecipazione dei ragazzi in contesti scolastici ed extra-scolastici.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ariccia: seconda isola ecologica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 agosto 2010

Ariccia (Rm) Il Consiglio comunale ha approvato la deliberazione, proposta dalla Giunta guidata dal Sindaco Emilio Cianfanelli, per l’acquisizione dell’area sulla quale dovrà sorgere. La seconda isola ecologica, che si va ad aggiungere a quella di via delle Cerquette, sorgerà a Fontana di Papa, su via Campoleone. L’ubicazione ne garantirà la facile e rapida accessibilità in quanto l’isola ecologica è posta nei pressi di via dell’Antica Corriera, la tangenziale Nettunense-Ardeatina in fase di realizzazione. L’isola sarà ad uso esclusivo dei residenti di Ariccia e il conferimento dei rifiuti sarà totalmente gratuito.    L’isola ecologica di Campoleone, come quella di via delle Cerquette, sarà un’area recintata e custodita dove, oltre ai rifiuti riciclabili, è possibile conferire anche altre tipologie di rifiuti tra i quali apparecchiature elettriche ed elettroniche (r.a.e.e), ingombranti per i quali non è possibile effettuare raccolte stradali o domiciliare (per esigenze logistiche e/o economiche), rifiuti urbani pericolosi (in contenitori adeguati), batterie d’auto esauste, rifiuti etichettati T e/o F (candeggine, lacche, solventi, vernici), fitofarmaci e pesticidi (prodotti utilizzati per trattare le piante che contengono principi chimici velenosi), oli minerali e vegetali esausti (ed esempio gli oli utilizzati per la lubrificazione di parti meccaniche, gli oli ad uso alimentare), tubi neon e lampade a fluorescenza (non rotti), pneumatici (solo per utenze domestiche), inerti. Il Comune di Ariccia, poi, avendo già stipulato convenzioni con i consorzi di filiera di carta e plastica, garantisce un corretto ed economico riciclaggio dei materiali che con le due isole ecologiche verrà potenziato ed ulteriormente ottimizzato, dando a tutti i cittadini di Ariccia la possibilità di poter conferire i propri rifiuti comodamente vicino casa.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“L’Isola in collina – tributo a Luigi Tenco”

Posted by fidest press agency su martedì, 8 giugno 2010

Ricaldone (AL), 29-31 luglio 2010, 19a edizione dell’”Isola in collina”, la storica manifestazione nata per omaggiare Luigi Tenco nel paese in cui è cresciuto e sepolto, Ricaldone, in provincia di Alessandria.  Il primo ospite della manifestazione, la cui esibizione è prevista per sabato 31 luglio, è Tiziana Ghiglioni, la signora del jazz italiano, che in esclusiva per il Nord Italia presenterà dal vivo il suo nuovo album, “Non sono io”, interamente dedicato al repertorio di Luigi Tenco. L’album è l’ideale prosecuzione di un altro leggendario lavoro, “Tiziana Ghiglioni canta Luigi Tenco”, registrato nel dicembre 1993 al termine di un lungo tour dedicato alle canzoni del cantautore piemontese e che nel 1994 vinse la Targa Tenco nella sezione interpreti. Ora la Ghiglioni è tornata a confrontarsi con il repertorio del cantautore, per Philology Records, con “Tiziana Giglioni – Non sono io”, insieme a Stefano Bollani, Emanuele Parrini, Giorgio Li Calzi, Nico Gori, Paolo Alderighi e Tiziano Tononi. A Ricaldone, dove presenterà brani noti e meno noti di Tenco, l’accompagneranno Giorgio Li Calzi (tromba), Paolo Alderighi (pianoforte) e Tiziano Tononi (batteria). Un piccolo evento per godere della straordinaria voce flessibile di Tiziana Ghiglioni, a tratti dolce, a tratti forte, in grado di attingere al blues, al ragtime e alla tradizione jazzistica e di regalare al pubblico emozioni uniche. Tiziana Ghiglioni ha iniziato l’attività artistica nel 1979, frequentando i seminari del pianista-compositore-arrangiatore Giorgio Gaslini, per poi studiare tecnica vocale con la soprano Gabriella Ravazzi. Un percorso intenso e variegato l’ha portata a diventare la più importante cantante jazz del nostro Paese. Fra le sue numerose collaborazioni, sia in concerto che su disco, basti ricordare quelle con Massimo Urbani, Enrico Rava, Paolo Fresu, Kenny Drew, Mike Melillo, Mal Waldrow e Tony Oxley. Prossimamente verrà annunciato il programma completo dell’”Isola in collina”, uno dei principali appuntamenti italiani dedicati alla canzone d’autore e che negli anni ha ospitato Vinicio Capossela, Carmen Consoli, Francesco De Gregori, Ivano Fossati, Edoardo Bennato, Tiromancino, Samuele Bersani, Gino Paoli, Enzo Jannacci, Roberto Vecchioni, Daniele Silvestri, Afterhours e molti altri. “L’Isola in collina” è organizzata dall’Associazione Culturale Luigi Tenco con il Comune di Ricaldone, con il contributo di Cantina Tre Secoli, Regione Piemonte, Provincia di Alessandria e Fondazione CRT, e si avvale della consulenza del giornalista Enrico Deregibus. (tiziana)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Paul McCarthy: Pig Island

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 Maggio 2010

Milano fino al 4/7/2010 via Brera 14, Palazzo Citterio A cura di Massimiliano Gioni  Direttore Artistico, Fondazione Nicola Trussardi  La Fondazione Nicola Trussardi ha invitato il leggendario artista americano a progettare un intervento per Palazzo Citterio – uno degli spazi piu’ straordinari della città di Milano nella centralissima via Brera, ancora nascosto e sconosciuto. Grazie alla Fondazione Nicola Trussardi, e con la collaborazione della Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Milano, Paul McCarthy porta a Milano il suo capolavoro monumentale e inedito a cui lavora da oltre sette anni: Pig Island – L’isola dei porci.  L’installazione Pig Island – L’isola dei porci e’ un luna park carnevalesco in cui gli uomini si comportano come maiali: un’isola del tesoro alla rovescia, dove pirati dei Caraibi ed eroine si abbandonano a una festa indiavolata, un nuovo naufragio della speranza. Pig Island – L’isola dei porci e’ una Zattera della Medusa in cui i protagonisti possono finalmente liberarsi delle loro inibizioni e manifestare la loro natura troppo umana. Pig Island – L’isola dei porci e’ un work in progress a cui Paul McCarthy lavora da oltre sette anni ed e’ presentato in anteprima mondiale a Palazzo Citterio dalla Fondazione Nicola Trussardi. L’opera – a cui si accompagna una selezione di lavori di McCarthy dal 1970 al 2010 – e’ installata in uno dei piu’ maestosi interventi di architettura contemporanea a Milano, ancora completamente nascosta al pubblico e svelata in questa occasione per la prima volta. La mostra e’ un’esplorazione di un bunker sotterraneo scavato sotto la città dove affiorano reperti archeologici dell’isola che non c’e’: Pig Island – L’isola dei porci combina le opere ipertrofiche e pantagrueliche di Paul McCarthy con la brutalità di spazi giganteschi e segreti.
Paul McCarthy (Salt Lake City,1945) vive e lavora a Los Angeles, California. Nella sua lunga carriera ha esposto nei musei piu’ prestigiosi del mondo tra cui il MOCA Museum of Contemporary Art di Los Angeles (2000), la Tate Modern di Londra (2003), l’Haus der Kunst di Monaco (2005), il Whitney Museum of American Art di New York (2008), il Moderna Museet di Stoccolma (2006), la Whitechapel Gallery di Londra (2005), l’Hamburger Bahnhof Museum für Gegenwart di Berlino (2008) e il John Paul Getty Museum di Los Angeles (2008). (Immagine: Paul McCarthy / Damon McCarthy, Caribbean Pirates (Pirate Party), 2001 – 2005)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Viaggio all’isola di Sakhalin

Posted by fidest press agency su domenica, 23 Maggio 2010

Roma 26 maggio ore  20.45 Teatro Quirino Compagnia Evadere Teatro Sezione G8 del carcere di Rebibbia N.c. Viaggio all’isola di Sakhalin da Anton Cechov e Oliver Sacks ideazione, drammaturgia e regia Laura Andreini Salerno e Valentina Esposito  costumi Paola Pischedda e Francesca Serio organizzazione Alessandro De Nino direzione organizzativa Fabio Cavalli con Roberto Altobelli, Ottavio Canarecci, Nando Casamonica, Gaetano Cosenza, Alfonso D’Anna, Giovanni D’Ursi, Fabrizio Diana, Vincenzo Di Letizia, Gianfranco Fozzi, Alessandro Fragalà, Marco Gallo, Giacomo Gesù, Daniel Silva Gonzales, Raffaele Ligorio, Giampaolo Moscia, Romolo Napolitano, Roberto Pedetta, Modesto Peralta Suriel, Claudio Piccirilli, Vito Pollaci, Giancarlo Porcacchia, Renato Rotondi, Luigi Russo, Lodovico Salis, Paolo Sbrescia, Antonio Sorrentino, Sandro Verzilli, Andrea Zaccaria   e con la partecipazione di Cristiano Leopardi  Viaggio all’isola di Sakhalin è liberamente ispirato all’esperienza che  Anton Cechov – nell’esercizio della sua seconda professione, quella di medico – fece alla fine dell’’800 visitando la colonia penale posta all’estremo oriente della nazione russa. Allo sconvolgente reportage cecoviano sulle condizioni di detenzione degli ergastolani relegati nell’isola di ghiaccio, si intreccia il racconto di una delle più sorprendenti esperienze dello scienziato cognitivo Oliver Sacks. Nell’ “isola dei senza colore” Sacks incontra uomini e donne che l’isolamento ha reso ciechi ai colori – “acromatopsia” è il nome scientifico della malattia diffusa da un gene misterioso, trasmesso di padre in figlio. Lo spettacolo intreccia dramma e commedia, seguendo la traccia del medico che prova a sconfiggere, con la passione dello scienziato – missionario, quel male terribile che è la “cecità degli affetti” : il male che colpisce in ogni tempo, luogo e condizione, coloro che vivono reclusi e privati delle fondamentali relazioni umane e affettive.  L’evento è di straordinaria rilevanza etica, culturale, sociale. E’ un premio straordinario per l’impegno e la serietà del lavoro dei detenuti – attori, per l’eccellenza artistica raggiunta dalle conduttrici del progetto Laura Andreini Salerno e Valentina Esposito, per lo sforzo organizzativo congiunto del Quirino e del Centro Studi Enrico Maria Salerno.  La Direzione di Rebibbia N.C., il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e la Magistratura di Sorveglianza hanno operato con straordinaria determinazione per il realizzarsi del’evento. Il Corpo della Polizia Penitenziaria ha dato una eccezionale prova di disponibilità nell’offrire ogni garanzia al più sereno svolgimento della manifestazione. L’evento è ad ingresso libero fino ad esaurimento posti. (viaggio all’isola)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »