Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 279

Posts Tagged ‘istat’

Prezzi: Istat, inflazione ad aprile zero su anno

Posted by fidest press agency su martedì, 5 maggio 2020

L’Istat registra, ad Aprile, un tasso di inflazione al +0,1% su base mensile e una variazione tendenziale nulla. “L’azzeramento dell’inflazione – riporta l’Istituto di statistica – è imputabile prevalentemente alla dinamica dei prezzi dei beni energetici, che amplificano la loro flessione sia nella componente regolamentata (da -9,4% a -13,9%) sia in quella non regolamentata (da -2,7% a -7,6%); questa dinamica è solo in parte compensata dall’accelerazione dei prezzi dei beni alimentari (da +1,1% a +2,8%) e, in misura minore, dalla riduzione della flessione dei prezzi dei servizi relativi alle comunicazioni (da -2,6% a -1,3%).”
Affermazione che testimonia, anche se in maniera timida e marginare, il forte aumento dei prezzi dei beni alimentari denunciato più volte da Federconsumatori. L’incremento registrato dal nostro Osservatorio riguarda anche i prodotti per l’igiene e per la cura della persona, nonché i detergenti per la casa. Aumenti confermati nel dettaglio dall’Istat, anche se in forma sottostimata a nostro avviso: l’Istituto riporta, infatti, che “i prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona accelerano in modo marcato da +1,0% a +2,6%, mentre la crescita di quelli dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto passa da +0,6% a +0,8%.”
Dai nostri dati e dalle denunce che continuamente riceviamo dagli utenti emerge, invece, un rincaro molto più marcato dei bei alimentari e per la cura della casa e della persona, che hanno subito ritocchi aumenti che arrivano anche a segnare quota +35% rispetto ai normali prezzi applicati in questa stagione. Da Nord a Sud la situazione non cambia, nei piccoli esercizi come presso la grande distribuzione.“Questa situazione non fa altro che aggravare la situazione di forte difficoltà in cui si trovano molte famiglie a causa dell’emergenza Covid-19. Persone che hanno perso il lavoro, che si trovano in cassa integrazione, che non riescono a far fronte alle spese quotidiane.” – afferma Emilio Viafora, presidente Federconsumatori. – “Di fronte a tale emergenza bisogna rispondere con fermezza e decisione, adottando misure adeguate a contrastare l’emergenza povertà, assicurando una sopravvivenza dignitosa alle famiglie in difficoltà.” Per fare ciò è urgente incrementare buoni spesa e forme di sostegno già disposte, estendendo la platea dei beneficiari e incrementando le risorse a disposizione. In questa fase è fondamentale e giusto sostenere le imprese, per consentire una ripartenza del settore produttivo e dei servizi, ma non si può e non si deve dimenticare le famiglie.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Industria: Istat, produzione febbraio, -1,2% su mese

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 aprile 2020

Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, la produzione industriale a febbraio scende dell’1,2% rispetto al mese precedente e del 2,4% su base annua.”Dati di un’altra era geologica, che comunque attestano che il rialzo di gennaio era solo un rimbalzo tecnico e che il Paese era già malridotto ben prima della catastrofe Coronavirus” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Una caduta a febbraio che avrebbe comunque avuto pesanti ripercussioni sul Pil e portato l’Italia, con tutta probabilità, in recessione tecnica, indipendentemente dall’attuale emergenza, come attesta la caduta della produzione su base trimestrale, sia rispetto al trimestre precedente (-0,8%) che rispetto ad un anno prima (-1,3%)” prosegue Dona.”Se poi confrontiamo i dati di oggi con quelli del febbraio 2008, non si è ancora recuperato più di un quinto della produzione industriale (-20,9%). Ci domandiamo, quindi, se mai l’Italia potrà colmare questa voragine e tornare ai livelli pre-crisi di 12 anni fa, visto quanto sta ora accadendo nel mondo” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istat: vendite febbraio, +0,8% su mese

Posted by fidest press agency su sabato, 11 aprile 2020

Secondo i dati Istat resi noti oggi, a febbraio le vendite in valore salgono dello 0,8% rispetto a gennaio. “Un dato falsato dall’effetto Coronavirus. Nell’ultima settimana di febbraio, infatti, soprattutto a partire da domenica 23 febbraio, si erano già verificate le corse ai supermercati per accaparrarsi scorte e beni di prima necessità. Dunque, il rialzo delle vendite non solo era scontato, ma è solo un miraggio, dato che alla fine di questa emergenza seguirà inevitabilmente un rimbalzo” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Insomma, i dati positivi sono dovuti all’incetta di beni, non solo alimentari. Oltre alle famose mascherine e disinfettanti, presi una tantum, gli italiani, infatti, hanno anticipato tutti gli acquisti che avevano già in programma, dai medicinali che devono prendere normalmente agli utensili utili per la casa. Ovvio, quindi, che prima o poi, vi sarà un effetto di ritorno negativo. Il dato tendenziale, poi, oltre a dipendere da questa corsa allo scaffale, è dovuto pure all’anno bisestile, anch’esso temporaneo” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Istat: al Sud 4 famiglie su 10 non hanno pc o tablet

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 aprile 2020

“Il dato reso noto dall’Istat, che il 33,8% delle famiglie non ha computer o tablet in casa, percentuale che al Sud sale al 41,6%, dimostra che i 70 milioni stanziati dal Governo per l’acquisto di tablet e computer sono a dir poco insufficienti” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Inoltre, se si vuole davvero riprendere a settembre con la modalità della didattica a distanza, bisogna considerare che moltissime famiglie non hanno una connessione internet adeguata, quindi non riescono, pur avendo il pc, a seguire le lezioni” prosegue Dona.”E questo per due motivi. Il primo è che un abbonamento flat per una connessione internet veloce costa e non tutte le famiglie se lo possono permettere. Per chi è in difficoltà, quindi, chiediamo che lo Stato fornisca non solo il tablet ma anche la Sim. Il secondo è l’arretratezza della nostra rete. L’Italia è indietro rispetto agli altri Paesi Ue. Per la copertura della Ftth, secondo gli ultimi dati disponibili, in Italia solo il 23% delle unità immobiliari è coperta da una rete in fibra ottica, un dato al di sotto della media dell’UE, pari al 29%. Ci sono intere aree del Paese, le cosiddette aree bianche, ossia quelle per le quali non vi è adeguata remunerazione per fare investimenti privati, interamente scoperte” conclude Dona.

Posted in scuola/school, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prezzi: Istat, inflazione a marzo +0,1%

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 aprile 2020

Secondo i dati provvisori di marzo resi noti oggi dall’Istat, l’inflazione registra un aumento su base annua dello 0,1%, da +0,3% di febbraio.”Ottima notizia il rallentamento dell’inflazione, ma purtroppo il dato è falsato dall’effetto Coronavirus. Dal punto di vista della spesa dei consumatori, infatti, si registra un peggioramento. Mentre il calo dei carburanti, per via dei ridotti spostamenti, non produce alcun effetto reale sulle tasche dei consumatori, il rialzo dei prodotti alimentari e bevande analcoliche, +0,4% in un solo mese, +1,2% su base annua, il quadruplo rispetto a febbraio, quando era +0,3%, determina un aggravio di spesa non indifferente. Per una coppia con due figli si tratta di un aumento del costo della vita di 91 euro per i soli acquisti alimentari, 80 per una coppia con un figlio e 66 per una famiglia media” prosegue Dona.”Questi rincari, inoltre, sono in realtà ancora peggiori. Anche se i prezzi dei beni alimentari sono saliti ufficialmente dell’1,2% su base annua, gli italiani, in termini di spesa, hanno subito rialzi ben maggiori dell’1,2%. Infatti, gli spostamenti ridotti alle situazioni di necessità, per via dell’emergenza Coronavirus, non consentono più alle famiglie di fare shopping come una volta, confrontando i prezzi di più esercizi o andando nel centro commerciale collocato fuori del proprio comune di residenza, dove erano soliti andare per risparmiare. Quindi anche se i prezzi restassero uguali, la ridotta mobilità del consumatore si tradurrebbe comunque in maggiore spesa. Nei piccoli comuni, si sono create situazioni di monopoli di fatto e, anche se il negoziante correttamente non se ne approfitta e ha lasciato i suoi listini invariati, i suoi prezzi possono essere maggiori anche del 30% rispetto ad una grande catena che sta facendo offerte promozionali. E’ una delle tante conseguenze negative di questa emergenza: molte famiglie, pur avendo le stesse entrate di prima, ora fanno più fatica ad arrivare alla fine del mese. Ecco perché i 400 milioni di euro stanziati dal Governo per i buoni spesa non possono certo bastare” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istat: a marzo crolla fiducia consumatori

Posted by fidest press agency su martedì, 31 marzo 2020

Secondo i dati Istat resi noti oggi, a marzo scende la fiducia dei consumatori da 110,9 a 101.”L’Effetto Coronavirus ha determinato un crollo della fiducia dei consumatori senza precedenti. Mai, dall’inizio delle serie storiche, iniziate nel gennaio 2015, si era avuta una caduta così ampia, pari a 9,9 punti percentuali” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Battuto il precedente record, registrato nell’aprile 2012, quando ai tempi delle stangate del Governo Monti ci fu un calo di 7,3 punti” prosegue Dona.”Una diminuzione inevitabile, considerato che si tratta di una situazione d’emergenza che non ha precedenti storici, da dopo la Seconda Guerra Mondiale in avanti. Il punto è se nel mese di aprile ci sarà una ripresa o un’ulteriore discesa, perché allora il crollo della fiducia potrebbe tradursi in un ulteriore peggioramento delle già precarie condizioni reali del Paese” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istat: spesa fornitura acqua +9,4% dal 2015

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 marzo 2020

Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, per la fornitura di acqua nell’abitazione ogni famiglia ha speso in media 14,65 euro al mese, il 9,4% in più rispetto al 2015.”Il rialzo della spesa mensile familiare per la fornitura d’acqua, dal 2015 al 2018, è più di 4 volte quello dell’inflazione, ossia dell’indice generale. Infatti, mentre l’indice dei prezzi al consumo è salito dal 2015 al 2018 del 2,3%, per l’acqua il rialzo è del 9,4%, ossia il 309% in più” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Anche se dal 2017 al 2018 la spesa è rimasta praticamente stabile, il rialzo dal 2015 è spropositato. Il problema degli italiani è sempre lo stesso, ossia che le tariffe che dovevano diminuire di prezzo sono sempre aumentate più dell’inflazione e questo contribuisce a mandare in tilt i bilanci delle famiglie visto che si tratta di spese obbligate” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Unc: Istat conferma, a febbraio nessun effetto Coronavirus

Posted by fidest press agency su martedì, 17 marzo 2020

Secondo i dati definitivi di febbraio resi noti oggi dall’Istat, l’inflazione registra un aumento su base annua dello 0,3%”Ottima notizia. L’inflazione addirittura scende rispetto a gennaio. Insomma, l’Istat conferma che a febbraio non c’è stato nessun effetto Coronavirus sui prezzi. Certo le corse ai supermercati per fare incetta di prodotti si sono verificate soprattutto a marzo. In ogni caso, è una buona notizia che i prezzi dei prodotti alimentari, i più a rischio inflazione, non solo hanno avuto un rialzo molto contenuto, +0,1% su gennaio, ma sono addirittura i beni alimentari non lavorati ad aver contribuito maggiormente alla decelerazione dell’inflazione, dal +0,8% tendenziale di gennaio a +0,1% di febbraio, con una flessione dei vegetali freschi, rispettivamente, da -3,1% a -7,3% di febbraio” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Per una coppia con due figli, la famiglia tradizionale di una volta, l’inflazione a +0,3% significa avere una maggior spesa annua complessiva di appena 56 euro, con un risparmio sulla voce abitazione di 114 euro e un rialzo per gli alimentari di soli 23 euro. Per la coppia con 1 figlio, la tipologia di nucleo familiare ora più diffusa in Italia, il rincaro è di 38 euro nei dodici mesi, mentre per la famiglia tipo, l’incremento dei prezzi si traduce in un aumento del costo della vita di soli 7 euro” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Istat: vendite non alimentari gennaio -04% su mese

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 marzo 2020

Secondo i dati Istat resi noti oggi, a gennaio le vendite in valore restano stabili rispetto a dicembre, ma quelle non alimentari scendono dello 0,4%.”Fallimento saldi! Nemmeno le vendite di fine stagione, che di solito fanno da traino, risollevano il settore del commercio che registra una variazione nulla su dicembre. Non solo le vendite non alimentari scendono dello 0,4% su base mensile, ma le calzature sono solo al terzo posto dei rialzi su base annua, mentre l’abbigliamento è addirittura in quart’ultima posizione, con un misero +0,9%” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. (Mauro Antonelli)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Pil: Istat, -0,3% nel quarto trimestre

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 marzo 2020

Secondo l’Istat, il Pil italiano nel quarto trimestre del 2019 è sceso dello 0,3% rispetto al trimestre precedente, confermando la stima precedente.”Il Paese è in recessione tecnica anche senza l’effetto Coronavirus. E’ questa l’amara lettura del dato Istat di oggi. Anche nel I trimestre 2020, infatti, diventa arduo ipotizzare una variazione congiunturale positiva, visto che partiamo nel 2020 con un Pil già negativo, con una variazione acquisita dello 0,2%” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Preoccupa, poi, il calo dello 0,2% della spesa delle famiglie residenti” prosegue Dona. “Ecco perché i 3,6 miliardi stanziati dal Governo per affrontare l’emergenza Coronavirus sono irrisori e non possono certo bastare per dare quella scossa che serve alla nostra economia” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Secondo l’Istat, nel 2019 il Pil in volume è aumentato dello 0,3%

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 marzo 2020

“Bene, meglio del previsto. Sia per il Pil che per il rapporto debito/Pil i dati sono superiori alle attese e alle stime dello stesso Governo. Nella Nadef il debito/Pil 2019 era al 135,7, in netto peggioramento rispetto al 134,8% del 2018, mentre ora resta stabile, mentre il Pil è il triplo rispetto al +0,1% calcolato dal Governo. Questo consentirà maggiori margini di manovra con la Commissione Ue” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Purtroppo, è una magra consolazione, visto che per avere una crescita peggiore bisogna tornare al 2014. Inoltre la spesa delle famiglie residenti, che rappresenta il 60% del Pil, è sempre al palo, con un insignificante +0,4%. Fino a che non sarà ridata capacità di spesa al ceto medio, non ci potrà essere una crescita significativa nel Paese” prosegue Dona.”Infine, resta invariato il problema della bassa crescita del 2020 ed il fatto che scontiamo un Pil in calo a fine 2019 che fa partire il Pil 2020, stando all’ultimo dato utile Istat, con un -0,2%” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inflazione allo 0,4%, con ricadute di 118,60 Euro annui a famiglia

Posted by fidest press agency su domenica, 1 marzo 2020

L’Istat registra, a febbraio, un tasso di inflazione al +0,4% su base annua. Con l’inflazione a questi livelli, gli aggravi a carico di ogni famiglia ammontano a +118,60 Euro annui.Più marcato, invece, l’aumento del tasso relativo al carrello della spesa, ovvero dei prezzi dei beni con maggiore frequenza di acquisto, che si attesta al +1%, in lieve diminuzione rispetto al tasso del +1,3% registrato a gennaio. Questo si traduce, solo nel settore alimentare, in un aggravio di 56,00 Euro annui a famiglia.In particolare l’Istat sottolinea che non ci sono stati a febbraio aumenti dei prezzi degli igienizzanti a causa del Coronavirus, precisando che le rilevazioni arrivano fino a domenica 23. Una speculazione che forse non avveniva solo nelle farmacie e nei negozi fisici monitorati dall’Istat, che tra l’altro in tale data avevano con grande probabilità già finito le scorte. Purtroppo, a partire da circa il 20 febbraio, specialmente online, i prezzi hanno iniziato a lievitare, lo dimostrano le numerose denunce dei cittadini che si sono rivolti alla nostra Associazione, che ci hanno portato a segnalare prontamente il fenomeno all’Antitrust. È di oggi la notizia che l’Autorità ha chiesto chiarimenti sulla vendita di prodotti igienizzanti e di mascherine alle principali piattaforme e ai siti di vendita on line.Al di là dei dati relativi alle speculazioni, rimane comunque il fatto che l’inflazione in crescita pesa sui bilanci familiari in un momento delicato e difficile per l’intero sistema economico.Condividiamo gli appelli alla calma e alla razionalità: attraverso una corretta informazione che dia spazio alla conoscenza e non alle paure irrazionali è possibile adottare tutte le misure precauzionali del caso senza paralizzare l’intero Paese. Per questo è necessario uno sforzo del Governo per affrontare l’emergenza e limitare i danni sull’economia, che rischiano di ripercuotersi in maniera pesante sull’economia e su tutti i cittadini.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Industria: Istat, -1,3% produzione 2019

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 febbraio 2020

Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, la produzione industriale a dicembre scende del 2,7% rispetto a novembre, mentre nella media del 2019 cala dell’1,3% rispetto al 2018.”Peggio di così non poteva andare. Anche se l’Istat, nel dare nei giorni scorsi il calo congiunturale del Pil del quarto trimestre, -0,3%, aveva già in parte considerato i dati preliminari della produzione in suo possesso, è evidente che il crollo reso noto oggi è così sconfortante che diventa difficile immaginare un’inversione di tendenza del Pil per il primo trimestre 2020. L’Italia, quindi, torna in recessione” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Non c’è un solo raggruppamento, dai beni di consumo ai beni intermedi, in territorio positivo, né rispetto a novembre né rispetto a dicembre 2018, mentre il trimestre registra una diminuzione dell’1,4%” prosegue Dona.
“Se poi consideriamo che si è perso quasi un quinto della produzione industriale rispetto ai valori pre-crisi, il quadro è completo. Dal 2019 al 2007 l’industria segna un -19%. Per i beni di consumo durevoli, poi, la distanza rispetto a 12 anni fa è del 28,6%, quasi un terzo. Un abisso!” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istat: vendite 2019 +0,8%, piccoli negozi -0,7%

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 febbraio 2020

Secondo i dati Istat resi noti oggi, in media nel 2019 le vendite salgono dello 0,8% sul 2018.”Una Caporetto per i piccoli negozi. Se nel 2019 le vendite complessive salgono, anche se del solito insufficiente zero virgola, i piccoli negozi sono ancora nel tunnel della crisi e registrano per il terzo anno consecutivo un riduzione delle vendite, -0,7% nel 2019″ afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Il fatto che le famiglie siano ancora in difficoltà, fa si che che siano a caccia continua di offerte promozionali, alla ricerca del prezzo più basso, e questo penalizza i piccoli esercizi rispetto alla grande distribuzione e ai discount. Se confrontano le vendite medie del 2019 con quelle del 2016, le imprese operanti su piccole superfici registrano in 3 anni un calo delle vendite totali del 2,6%. Rispetto, poi, ai valori pre-crisi del 2007, il crollo è addirittura del 15,1%. Bene, invece, per la grande distribuzione, le cui vendite salgono del 4,3% sul 2016 e del 7,9% sul 2007″ conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Istat ha reso noto il nuovo paniere per il calcolo dell’inflazione

Posted by fidest press agency su sabato, 8 febbraio 2020

“Al di là dei nuovi ingressi nel paniere, che condividiamo, siamo preoccupati per il calo record del peso della divisione Abitazione, acqua, elettricità e combustibili, che scende del 9,8%, -1,0775 punti percentuali. Un crollo che non comprendiamo. Al di là della motivazione addotta, legata all’effetto rivalutazione e alla revisione dei dati effettuata dalla Contabilità Nazionale, si tratta di spese obbligate difficilmente comprimibili che mandano in tilt i bilanci delle famiglie e che ora avranno meno voce in capitolo nel calcolo finale dell’inflazione” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Incomprensibile, ad esempio, il calo del peso dell’acqua, -21%, raccolta rifiuti, -16,4%, energia elettrica, -10,3%, gas -21,8%. Mentre il calo di altre voci, come l’rc auto, è spiegabile da una riduzione del premio assicurativo, sfugge la riduzione di acqua e rifiuti, specie date le dimensioni di questa flessione” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istat: a dicembre gli occupati calano rispetto a novembre

Posted by fidest press agency su sabato, 1 febbraio 2020

“Dopo il record storico di novembre, quando gli occupati avevano raggiunto la vetta di 23 mln e 451 mila, ora si registra un calo di ben 75 mila unità, il peggior risultato da aprile 2019. Questo continuo sali e scendi, questi dati altalenanti, dimostrano che l’andamento dell’occupazione non dipende da un reale aumento della domanda di beni e servizi, ma dalle fluttuazioni legate al mercato e alle riforme del lavoro” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Basti pensare che per rientrare nella voce occupati, è sufficiente che una persona in un’intera settimana abbia svolto anche solo un’ora di lavoro remunerata. Ovvio, quindi, che si registrino continuamente rialzi e ribassi occasionali, provvisori, temporanei. Insomma, il record di novembre si è rivelato un fuoco di paglia” conclude Dona.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Istat: 36,3% pensionati sotto 1.000 euro

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 gennaio 2020

Secondo i dati resi noti oggi dall’Inps, al quinto con redditi pensionistici più alti va il 42,4% della spesa complessiva ed il 36,3% dei pensionati percepisce un reddito mensile inferiore a 1000 euro.”La disuguaglianza è un problema irrisolto di questo Paese di cui dovremmo vergognarci” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Il dato di oggi si somma a quello dei giorni scorsi, secondo il quale il reddito totale del 20% delle famiglie più abbienti è più di sei volte quello del 20% delle famiglie più povere, un valore che colloca l’Italia tra i peggiori d’Europa” prosegue Dona. “Considerati i diritti acquisiti dei pensionati, l’unica via per arginare il fenomeno è avere un Fisco più equo, rispettoso dell’art. 53 della Costituzione, ossia del criterio della capacità contributiva e della progressività del sistema tributario” conclude Dona.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Industria: Istat, produzione novembre,-0,6% su anno

Posted by fidest press agency su sabato, 11 gennaio 2020

Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, la produzione industriale a novembre scende dello 0,6% su base annua.”Il Paese arretra. Ennesimo tonfo della produzione, con pericolose ripercussioni sul Pil. L’impercettibile rialzo su base mensile non basta certo a compensare il nono calo consecutivo su base annua o la riduzione dell’1,1% registrata da gennaio a novembre in termini tendenziali” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Un quadro sconfortante se consideriamo che non solo si è perso quasi un quinto della produzione industriale rispetto ai valori pre-crisi, dal novembre 2007, infatti, l’industria segna un -19,5%, ma la situazione è peggiorata anche ad appena due anni fa, ossia a novembre 2017, con un gap da colmare del 3,4%. Per i beni di consumo durevoli, poi, la distanza rispetto a 12 anni fa è del 27,3%. Una voragine!” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istat: III trim 2019, sale potere d’acquisto, +0,3%

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 gennaio 2020

Secondo i dati Istat resi noti oggi, nel terzo trimestre del 2019 il potere d’acquisto delle famiglie è cresciuto rispetto al trimestre precedente dello 0,3%. “Bene. Anche se la salvaguardia del potere d’acquisto dipende dal raffreddamento dei prezzi, si tratta di un’ottima notizia, che si accompagna a quella positiva di un rialzo del reddito disponibile delle famiglie, che, su base annua, passa dal +1,3% del primo trimestre, al +1,4% del secondo, al +1,7% del terzo” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Purtroppo, per quanto riguarda invece la spesa delle famiglie per i consumi finali, siamo ancora al palo, fermi al +1,1% su base annua già registrato nel primo trimestre e nel secondo trimestre, in calo rispetto al 2018, quando ad esempio nel terzo trimestre il rialzo era stato dell’1,8%” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istat dicembre 2019: parziale ripresa della fiducia dei consumatori

Posted by fidest press agency su martedì, 24 dicembre 2019

L’Istat rileva, a Dicembre, un clima di fiducia di consumatori e imprese più favorevole.Un dato che va letto, però, tenendo a mente le ultime rilevazioni di Novembre e ottobre, entrambe in calo. Assistiamo pertanto a una parziale ripresa dopo il crollo di Novembre. Tale indicatore, forse pervaso dall’ottimismo in vista delle norme previste per il prossimo anno, si scontra ancora un andamento del sistema economico ancora incerto, che per crescere su basi stabili e durature necessita di interventi mirati, strutturali, improntati alla crescita e allo sviluppo.È questo ciò che manca al Paese: un coraggioso e incisivo programma di rilancio del mercato del lavoro, degli investimenti per la crescita, la ricerca, l’innovazione. Seppure le famiglie guardino con ottimismo, al prossimo anno, e il dato odierno lo conferma, in vista delle misure introdotte (quali il taglio del cuneo fiscale e il bonus famiglia), questa fiducia deve essere alimentata da interventi in grado di rilanciare il Paese sul piano internazionale, specialmente in prospettiva delle sfide sempre più complesse che si pongono nei mercati globali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »