Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘italiana’

La prima guida italiana a Sandman

Posted by fidest press agency su martedì, 21 settembre 2021

A oltre trent’anni dalla sua pubblicazione (1988) e venticinque dall’uscita dell’ultimo episodio della serie regolare (1996), il «Sandman» di Neil Gaiman continua ad essere ripubblicato ed è ormai coralmente considerato un classico della letteratura a fumetti. Nata come opera seriale accanto a fumetti supereroistici, ha catturato l’attenzione di lettori anche al di fuori del circuito mainstream ed estranei al mondo del fumetto. Il protagonista, Morfeo, il Re del Sogno, è (non “rappresenta”) la capacità dei viventi di comprendere l’universo. Uno stato di crisi che pone domande e offre spunti ma non fornisce risposte, stimolando quindi una partecipazione attiva nella lettura.L’opera, nella sua complessità e con la grande quantità di riferimenti infratestuali ed extratestuali, ha accorciato le distanze tra la letteratura scritta e quella disegnata, portando nel tempo a numerosi e opportuni studi analitici sulle caratteristiche tecniche, sulla natura del linguaggio e sul processo creativo. Il volume «Guida non ufficiale a Sandman» torna alla storia e ai suoi protagonisti, restituendo l’essenza profonda dell’opera, la sua natura di racconto, in un confronto diretto con le relazioni e motivazioni dei personaggi e la struttura dell’universo nel quale agiscono.Un volume, questo di Simone Rastelli, esperto conoscitore dell’opera, che mira a far recuperare il piacere della lettura di «Sandman», a rileggerne la storia prima ancora della letteratura critica che la riguarda. Il libro è negli scaffali delle migliori librerie italiane.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo: Tracollo devastante per l’economia italiana

Posted by fidest press agency su sabato, 18 settembre 2021

“Trentacinque miliardi di euro in meno a causa del tracollo del turismo straniero in Italia dimostrano che quella turistica non è una risorsa settoriale erroneamente definita come economia turistica. Ma è l’asse portante del sistema Italia sul quale da decenni i governi che si sono susseguiti hanno investito poco, hanno legiferato peggio. Nessun settore produttivo italiano è in grado di generare così tanto flusso in così tanti segmenti produttivi e di servizi. L’Italia è cultura, enogastronomia, moda, paesaggio. La pandemia, causa del tracollo, dev’essere anche l’occasione di ripensare le politiche turistiche e consentire all’Italia di recuperare le posizioni perdute nella graduatoria delle rotte internazionali. La parola d’ordine dev’essere: infrastrutture materiali e immateriali- quanto peserà la mancanza di una compagnia di bandiera come Alitalia le cui rotte saranno cannibalizzati dalle low cost); difesa del nostro patrimonio ricettivo contro lo strapotere delle Ota (Booking.com per esempio) , destagionalizzare, rinnovare attraverso incentivi fiscali il sistema ricettivo italiano che dev’essere difeso contro gli appetiti di fondi stranieri che cercano di scalarlo, estensione il bonus 110 anche alle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere, tutela delle preziose professionalità”. E’ quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia commentando i dati della Banca d’Italia sul turismo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La prima guida italiana a Sandman

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 settembre 2021

A oltre trent’anni dalla sua pubblicazione (1988) e venticinque dall’uscita dell’ultimo episodio della serie regolare (1996), il «Sandman» di Neil Gaiman continua ad essere ripubblicato ed è ormai coralmente considerato un classico della letteratura a fumetti. Nata come opera seriale accanto a fumetti supereroistici, ha catturato l’attenzione di lettori anche al di fuori del circuito mainstream ed estranei al mondo del fumetto. Il protagonista, Morfeo, il Re del Sogno, è (non “rappresenta”) la capacità dei viventi di comprendere l’universo. Uno stato di crisi che pone domande e offre spunti ma non fornisce risposte, stimolando quindi una partecipazione attiva nella lettura.L’opera, nella sua complessità e con la grande quantità di riferimenti infratestuali ed extratestuali, ha accorciato le distanze tra la letteratura scritta e quella disegnata, portando nel tempo a numerosi e opportuni studi analitici sulle caratteristiche tecniche, sulla natura del linguaggio e sul processo creativo. Il volume «Guida non ufficiale a Sandman», pubblicato da Edizioni NPE, torna alla storia e ai suoi protagonisti, restituendo l’essenza profonda dell’opera, la sua natura di racconto, in un confronto diretto con le relazioni e motivazioni dei personaggi e la struttura dell’universo nel quale agiscono. Un volume, questo di Simone Rastelli, esperto conoscitore dell’opera, che mira a far recuperare il piacere della lettura di «Sandman», a rileggerne la storia prima ancora della letteratura critica che la riguarda.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In Commissione Agricoltura ddl di riforma. Valorizzare eccellenza italiana

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 agosto 2021

“Una buona notizia per il settore: oggi, infatti, la Commissione Agricoltura del Senato ha iniziato l’iter di discussione del disegno di legge, a mia prima firma con il senatore Luca De Carlo, sulla riforma dell’ippica. Si tratta di un primo importante passo che sottolinea la consapevolezza della Commissione sull’importanza di una riforma strutturale dell’intero settore. Sarà possibile avviare un confronto con tutto il settore, che attraverso le audizioni potrà dare un contributo fattivo all’approvazione di questo ddl. E questo perchè il testo depositato è una base concreta di partenza, che con il contributo di tutti potrà rappresentate una vera rivoluzione per tutto il settore. Dobbiamo avere il coraggio di programmare il futuro in maniera diversa, senza limitarci alla gestione del quotidiano. Questo significa aprire una riflessione sulla creazione di un ente esterno al Ministero per la gestione organizzativa ed economica dell’ippica. L’Italia ha i migliori allevamenti ed allevatori, i migliori cavalli d’Europa, ma dobbiamo valorizzare quella che è una grande eccellenza italiana nel mondo”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Patrizio La Pietra, capogruppo in Commissione Agricoltura.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“L’economia italiana è in ripresa”

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 luglio 2021

Ora dipende tutto da noi. Dobbiamo evitare di frenare questo trend positivo, per questo il Green Pass va visto come un’opportunità per uscire dalla crisi sanitaria ed economica. Le misure emergenziali che abbiamo messo in campo si stanno dimostrando efficaci ed i dati di queste settimane ci evidenziano come servizi e consumi stiano spingendo la ripartenza. Sale il PMI, migliorano gli investimenti, la fiducia delle famiglie è oltre i livelli pre-crisi. L’industria continua ad avere un percorso di crescita stabile. Aumentano anche gli occupati a tempo determinato, da marzo nel manifatturiero e da maggio nei servizi, superando i livelli pre-pandemia. Nei prossimi giorni arriveranno i primi fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, e questo vuol dire che entreremo sempre di più nel vivo della realizzazione dei progetti. Dalla capacità di cambiare quei meccanismi che, come Paese, non siamo mai riusciti a modificare e dalla sinergia che riusciremo a mettere in campo con tutti gli enti attuatori dipenderà moltissimo. Ma abbiamo tutte le carte in regola per fare bene anche, perché stiamo realizzando la più grande riforma di sempre: finanziamo sostenibile. Lasciamo, finalmente, da parte misure spot e perseguiamo un disegno ben preciso con degli obiettivi da raggiungere. È il momento di guardare avanti, con ottimismo, e con la consapevolezza che dal comportamento di ciascuno di noi dipende il futuro di tutti. Forza!“. Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, sui social.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prima mostra italiana di Charlotte Posenenske

Posted by fidest press agency su martedì, 6 luglio 2021

Dall’11 settembre 2021, la Fondazione Antonio Dalle Nogare presenta la prima mostra italiana di Charlotte Posenenske, a cura di Vincenzo de Bellis.Artista di fama internazionale e figura centrale del movimento minimal tedesco, Charlotte Posenenske (1930-1985) lavorò prevalentemente con la scultura, ottenendo ampi riconoscimenti in Germania e sulla scena internazionale fino alla decisione, nel 1968, di dedicarsi alla sociologia.From B to E and more è la sua prima retrospettiva in Italia e ripercorre l’evoluzione della pratica di un’artista scomparsa prematuramente concentrandosi su una serie di opere, tra le più conosciute, realizzate in realtà in poco più di un anno. Il suo lavoro si distingue per la propria natura radicalmente aperta: insistendo sui concetti di ripetizione e di fabbricazione industriale, Posenenske ha sviluppato una forma di minimalismo che, a differenza dei suoi contemporanei americani, affrontava le preoccupazioni socioeconomiche e politiche del ’68 al fine di ripensare lo status quo del mercato dell’arte e rifiutando le gerarchie culturali prestabilite. In questi anni di pandemia e proteste sociali derivanti da una preoccupazione sempre crescente rispetto alla polarizzazione economica, la Fondazione Antonio Dalle Nogare propone Charlotte Posenenske: from B to E and more con l’obiettivo di aprirsi ad un confronto necessario sulle dinamiche che governano le strutture economiche mondiali e in particolare il sistema dell’arte contemporanea. Lo fa attraverso l’opera di un’artista che ha lavorato su queste tematiche oltre 50 anni fa, a testimoniare come, nonostante i progressi della nostra civiltà, ciclicamente ci confrontiamo con le stesse preoccupazioni, anche se generate da eventi di natura profondamente diversa. La mostra è realizzata con il gentile sostegno della Provincia autonoma di Bolzano. From 11th September 2021 onwards, Fondazione Antonio Dalle Nogare will be exhibiting Charlotte Posenenske’s first show in Italy, curated by Vincenzo de Bellis. An internationally acclaimed artist and a figure central to the German minimalist movement, Charlotte Posenenske (1930-1985) worked mainly with sculpture, and received numerous accolades in Germany and from the international scene up until her decision, in 1968, to dedicate her life to sociology.From B to E and more is her first retrospective in Italy, and it traces the evolution of this artist, who died prematurely, by concentrating on a series of some of her best-known works that were created in the span of just over a year. Her artwork is distinguished by its radically open-ended nature: embracing concepts of repetition and industrial fabrication, Posenenske developed a form of minimalism that, unlike her American contemporaries, addressed the socioeconomic and political concerns of 1968 in order to redesign the status quo of the art market and reject the established cultural hierarchies. In these years of pandemic and social protests driven by an ever-increasing apprehension of economic polarisation, FondazioneAntonio Dalle Nogare is exhibiting Charlotte Posenenske: from B to E and more with the aim of confronting the dynamics that govern the world’s economic structures and especially those of the contemporary art system. It does this through the work of an artist who focused on these issues over 50 years ago, indicating that, despite the progress of our civilisation, cyclically we face the same concerns, even if they are generated by events of a profoundly different nature.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Caritas italiana compie 50 anni

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 giugno 2021

Nata il 2 luglio 1971, per volere di Paolo VI, nello spirito del rinnovamento avviato dal Concilio Vaticano II, la Caritas Italiana è l’organismo pastorale della Conferenza Episcopale Italiana per la promozione della carità. Ha lo scopo cioè di promuovere «la testimonianza della carità nella comunità ecclesiale italiana, in forme consone ai tempi e ai bisogni, in vista dello sviluppo integrale dell’uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica» (art.1 dello Statuto).In questi 5 decenni ha continuato ad animare il territorio alimentando una cultura della prossimità e della solidarietà. Molti gli ambiti di intervento, in Italia e nel mondo: attività di formazione, studi, ricerche, vicinanza alle vittime di calamità naturali e conflitti, emergenza e ricostruzione, impegno per la giustizia sociale accanto ai più poveri ed emarginati, integrazione di migranti e rifugiati, interventi di sviluppo ed investimenti etici, cooperazione fraterna per lo sviluppo integrale e la pace.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La crisi dell’olivicoltura italiana

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 giugno 2021

By Pasquale Di Lena. fino a poco più di vent’anni fa il comparto della nostra agricoltura, che aveva, con la ricchezza della biodiversità, la fama della qualità, il primato di olio evo esportato e il maggior numero di riconoscimenti Dop e Igp, anche il primato della superficie coltivata e delle quantità di olio prodotte. C’è di più – non è problema da niente – la nostra olivivcoltura non ancora era stata inquinata da tre varietà spagnole che hanno aperto la strada agli oliveti superintensivi, che saranno un disastro per i nostri territori (clima, ambiente, paesaggio), al pari di quelli dell’agricoltura industrializzata e degli allevamenti superintensivi. La Spagna dopo il sorpasso ha allungato e distanziato, facendoci vivere per un paio di decenni il secondo posto e, lo scorso anno, con la Grecia che ha prodotto più di noi, siamo rimasti ancora sul podio, scendendo, però, dal secondo al terzo gradino. Un numero esagerato di associazioni e di unioni – sempre più divise – è la ragione di un produttore che non conta nulla all’interno della filiera, divenendo così vittima dell’industria e della distribuzione che hanno approfittato più del dobvuto. A tutto c’è da aggiungere l’abbandono dell’agricoltura da parte dei governi (soprattutto quelli con i presidenti nominati), a significare l’affermazione del sistema, il neoliberismo, che gode della distruzione e depredazione dei territori, maggiormente di quelli più vocati allo svilupo del settore, oggi ancor più di ieri, perno necessario per lo sviluppo di un’economia in profonda crisi, tutta nelle mani delle banche e delle multinazionali. La verità cruda e nuda è che quelli che devono governare il comparto olivicolo e quelli che lo devono rappresentare per difendere i suoi protagonisti, gli olivicoltori, continuano a rendere poca cosa una realtà fondamentale per lo sviluppo dell’agricoltura biologica, la sostenibilità dei territori, il clima, l’ambiente e il paesaggio, la fama della Dieta mediterranea, base di un’alimentazione sana. Tutto questo nel momento in cui è sempre più una necesssità urgente programmare lo sviluppo del comparto con nuovi impianti per 800mila ettari; recuperare gli oliveti abbandonati, dando forza e spazio all’agricoltura sociaale; riconquistare i mercati con i nostri oli evo e non con quello che dell’Italia porta solo il nome; conquistare, pensando alle nuove generazioni, i consumatori del domani per dare loro un prodotto sicuro amico della salute, e non solo, anche espressione di storia, cultura, tradizioni, cioè di quel passato di cui ha bisogno l’oggi e il domani. Ci sono realtà valide da cui prendere esempio per essere uniti, pensare e fare il bene del comparto olivicolo, penso a due associazioni, le Città dell’Olio e Pandolea – le donne dell’olio, che all’olivo e all’olio stanno dando un contributo prezioso, soprattutto di immagine e di iniziative, per rilanciare la nostra olivicoltura; dare risposte di reddito ai suoi protagonisti; arricchire di altra bellezza il paesaggio rurale; riportare al centro della tavola, cibo sano e il suo filo conduttore, l’olio evo, per fare rivivere il piacere del convivio e l’importanza di stare insieme. Per contribuire, anche e soprattutto, alla cura del clima e ad avere un ambiente sano, sapendo che esso riflette la bontà di una società e di un’economia. (fonte: https://pasqualedilena.blogspot.com/2021/06/la-crisi-dellolivicoltura-italiana.html)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festa della repubblica italiana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 giugno 2021

By Vincenzo Arcobelli. Nel 75° anniversario della fondazione della Repubblica Italiana desidero esprimere il mio pensiero a tutti coloro in Italia che all’estero hanno perso i propri cari, gli amici ed i colleghi di lavoro, a causa della pandemia, e che purtroppo ancora oggi in alcuni paesi del Sud America ad esempio, continua a dilagare, contagiando la popolazione.Le Donne e gli Uomini impegnati nel volontariato e nel mondo dell’associazionismo, nella Rappresentanza e nell’Amministrazione che svolgono il proprio dovere nelle varie funzioni, spesso in condizioni difficili ed in territori complicati va la nostra gratitudine. Auspico che dalla celebrazione di oggi, 2 Giugno, si possa uscire con nuove speranze e per un futuro migliore, dopo il periodo emergenziale contrassegnato da molte sfide dal punto di vista sanitario, economico, sociale e comportamentale. Un saluto va alle comunità’ degli Italiani d’America e nel mondo, le quali continuano a mantenere un forte legame con l’Italia nonostante le ovvie difficoltà attuali. Bisogna tutelare le radici identitarie, storiche e culturali del patrimonio italiano. Oggi più’ che mai il contributo che potranno dare gli Italiani di oltre confine e’ fondamentale per aiutare a fare rialzare l’amata Patria ed i nostri connazionali.Ed e’ proprio significativo che si celebri il 160mo anniversario dell’unità d’Italia, nel segno di una grande responsabilità da parte di tutte le componenti istituzionali, per poter favorire sinergie, unità di intenti e coesione.Noi ci saremo. A nome di tutto il Comitato Tricolore per gli italiani nel mondo tanti Auguri ed i più sentiti saluti.ViVa l’Italia!

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Novartis sceglie la tecnologia italiana Trillìo per la cura di patologie croniche

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

E’ stata sviluppata dalla startup italiana La Comanda, fondata da Carlo Brianza, la tecnologia Trillío scelta da Novartis, multinazionale svizzera del settore farmaceutico, per migliorare il monitoraggio e l’aderenza alla cura farmacologica dei pazienti cronici.La soluzione permette, attraverso un dispositivo portatile ed una piattaforma digitale, di collegare gli operatori sanitari con il paziente per agevolare la regolare assunzione dei farmaci salvavita in particolare per anziani e pazienti cronici, controllare da remoto che il malato segua le prescrizioni e, nel caso in cui i farmaci non vengano presi puntualmente, inviare allarmi in tempo reale.La mancata aderenza terapeutica comporta danni enormi sia dal punto di vista sociale, con incremento della mortalità, che economico, basti pensare che secondo alcuni studi solo il 50% dei pazienti cronici segue scrupolosamente le prescrizioni mediche, con costi per il Servizio Sanitario Nazionale che in Italia sono stimati intorno agli 11 miliardi di euro all’anno.Per far fornte a questa situazione, prende il via presso l’ospedale universitario La Paz di Madrid un progetto pilota di affiancamento e monitoraggio dei pazienti oncologici In concreto, l’operatore sanitario esegue da remoto tutta la configurazione delle prescrizioni dal proprio computer o cellulare che verrà sincronizzato con il dispositivo Trillio del paziente: nome del medicinale, orario di assunzione e numero di volte al giorno. Inoltre qualora un paziente non prenda la medicina all’orario previsto l’operatore sanitario ed i familiari verranno notificati in tempo reale per potersi assicurare il corretto rispetto della terapia. In questo modo, Trillío garantisce che i pazienti rispettino la pianificazione dei loro trattamenti senza dover uscire di casa, migliora l’aderenza terapeutica, evita ricoveri inutili e migliroa la salute delle persone sotto ogni punti di vista. Tra gli altri, un caso d’uso di questo strumento è la capacità di autodiagnosticare il COVID-19 in una fase precoce.
Il progetto rappresenta il primo esito concreto del programma di accelerazione ‘Novartis Cancer Startup Program’ lanciato insieme all’acceleratore Conector Startup Accelerator,Trillìo infatti è risultata la tecnologiavincitrice del ‘Novartis Cancer Startup Program’, che mira a promuovere lo sviluppo di soluzioni innovative che migliorino la qualità della vita dei malati di cancro. La start-up è stata selezionata tra più di 30 proposte di innovazione mirate a ridisegnare la cura del cancro attraverso co-creazione e sviluppo e grazie al supporto dell’ecosistema imprenditoriale, di soluzioni tecnologiche innovative in ambito oncologico.Lo Startup Day, ha visto la partecipazione di quasi 200 imprenditori ed esperti di salute, innovazione e trasformazione digitale e si sono svolte le presentazioni delle startup precedentemente selezionate dal comitato di programma. I progetti sono stati illustrati ad una giuria di esperti composta da membri di Novartis, Conector e dell’ecosistema imprenditoriale.La startup Trillío-La Comanda ha inoltre avuto il supporto dei mentor di Novartis e del network di Conector per migliorare le proprie competenze e ottimizzare lo sviluppo del proprio modello di Business http://www.trillio.org

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Draghi preservi l’autonomia gestionale della S.p.A. Borsa italiana da ingerenze straniere

Posted by fidest press agency su sabato, 6 marzo 2021

“Draghi preservi l’autonomia gestionale della S.p.A. Borsa italiana. A fronte dell’acquisizione della Borsa da parte di Parigi, con tutte le conseguenze immaginabili per i titoli di Stato e per le imprese italiane, ho presentato una mozione finalizzata ad impegnare il governo nella tutela della governance dell’istituto, soprattutto nei confronti di possibili ingerenze francesi. L’Italia deve garantire che la Borsa possa consentire l’avvio di un’adeguata strategia di lungo termine nel settore dell’innovazione tecnologica, una ricerca azionaria trasparente, l’attuazione di un procedimento di semplificazione del processo di quotazione, in particolare per le società di piccole e medie dimensioni. Se si vuole dare un futuro economico all’Italia bisogna inoltre rafforzare il mercato telematico dei titoli di Stato, evitare che i tagli e le razionalizzazioni vadano a danneggiare la società e quindi l’Italia, mantenendo allo stesso tempo il livello occupazionale di Borsa italiana e verificando l’assenza di clausole volte ad escludere dal vertice di Euronext amministratori delegati italiani. Queste garanzie sono fondamentali se si vuole preservare la sovranità economica e la stabilità finanziaria dell’Italia, dei nostri titoli pubblici e la sicurezza degli asset strategici, anche attraverso il corretto e tempestivo utilizzo delle norme sulla golden power, oltre ad un utilizzo appropriato dei fondi del Recovery Plan, che devono mantenere e accrescere la competitività della piazza finanziaria italiana in termini di attrattività internazionale, indotto e capacità di convogliare investimenti internazionali e risparmio italiano verso imprese strategicamente rilevanti per il sistema economico nazionale”. Lo dichiara il sen. Adolfo Urso responsabile del Dipartimento Impresa e Attività produttive di Fratelli d’Italia e vicepresidente del Copasir.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: Letteratura italiana del treno

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

L’invenzione del treno ha portato con sé quella della velocità, e la sua seduzione, nell’epopea del vapore, ha fatto breccia in non poca della narrativa italiana otto e novecentesca. Pirandello, Verga, Montale, Svevo, i futuristi e molti altri scrittori ed intellettuali ci hanno lasciato preziose attestazioni della straordinaria modernità inaugurata dal treno, che a pochi decenni dalla sua invenzione ha iniziato a trasportare merci e persone in tutta Europa, con frequenza e ritmi che l’uomo comune stentava a concepire.E per meglio dare a comprendere come il treno, le sue stazioni e il suo immaginario siano entrati nelle pagine dei nostri narratori e poeti, e dunque nell’orizzonte almeno immaginato dei loro lettori, Giovanni Capecchi e Maurizio Pistelli hanno raccolto in un corposo volume i contributi del Convegno <>, svoltosi all’Università per Stranieri nel Novembre 2019 (Treni letterari. Binari, ferrovie e stazioni fra ‘800 e ‘900, Torino: Lindao, pagg. 464). Il libro illumina su numerosi aspetti del rapporto treno – letteratura, specie su alcuni scrittori del Novecento, di cui tale lettura critica mancava. Così di Elsa Morante, Elio Vittorini, Leonardo Sciascia, Carlo Cassola ed altri vengono analizzate le pagine “ferroviarie” e il loro senso letterario e culturale./sgiu

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Occasione unica per un piano straordinario di manutenzione green della rete stradale italiana

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 dicembre 2020

Nei primi 10 mesi del 2020 (ultimi dati disponibili) il consumo di bitume (materiale di derivazione petrolifera e principale indicatore dei lavori stradali) è stato inferiore del 2,4 %, rispetto allo scorso anno. Un dato confortante se si guarda al trend degli altri prodotti petroliferi. Se non si registreranno fenomeni particolarmente avversi, si prevede che a fine anno la produzione di conglomerato bituminoso (asfalto) toccherà nuovamente quota di 30 milioni di tonnellate, stesso dato del 2019. Un dato, questo, che pur certificando lo stop alla ripresa avviata nel 2018, dopo 10 anni ininterrotti di crollo degli investimenti nel settore stradale, lascia ben sperare anche se non consente di rimettere in totale sicurezza la nostra rete stradale.Secondo l’analisi dell’Associazione, a permettere al settore di reggere l’impatto della pandemia senza ulteriori cali sono state soprattutto le manutenzioni effettuate dall’ANAS e dalle concessionarie autostradali. Del resto erano anni che non si procedeva a un’opera massiccia di manutenzione di queste strade. L’allentamento del patto di stabilità ha poi prodotto buoni effetti anche sui Comuni, almeno su quelli più virtuosi che avevano fondi a disposizione e che ora li stanno impiegando. Le stime SITEB non prevedono ulteriori ripercussioni negative sui lavori stradali nel breve periodo, anche perché il petrolio ha oggi un costo contenuto e il bitume se ne avvantaggia di conseguenza. Sembrano superate anche alcune situazioni di empasse dovute alla pandemia: nei piccoli Comuni nei mesi di marzo-aprile-maggio si sono segnalati numerosi rallentamenti dei lavori dovuti al Lockdown, causati in parte dall’attuazione delle nuove prescrizioni di sicurezza, in parte dall’assenza nei posti di lavoro di dirigenti comunali che, non firmando le autorizzazioni a procedere, hanno obbligato le imprese a rinviare l’inizio dei lavori. Oggi, dopo svariati mesi di esperienza, mascherine e dispositivi di prevenzione sono facilmente reperibili e lo “smart working” nella P.A sembra funzionare meglio. Negli ultimi dieci anni il mancato investimento di circa 10 miliardi di euro in attività di manutenzione dei manti d’asfalto ha seriamente compromesso il nostro patrimonio stradale, provocandone il graduale deterioramento; in alcuni casi il degrado è entrato negli strati profondi delle pavimentazioni e ora sono necessari interventi di rifacimento strutturale molto costosi. Per riparare a questi errori, oggi SITEB stima occorrerebbero 22 mld di euro di investimenti che il Next Generation EU e gli altri strumenti finanziari resi disponibili dall’Europa, potrebbero contribuire a coprire.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Modernizzare e digitalizzare l’agricoltura italiana

Posted by fidest press agency su martedì, 1 dicembre 2020

Il fine è quello di aumentare produttività e sostenibilità del settore continuando a garantire l’approvvigionamento alimentare del Paese; rilanciare le aree rurali, in un’ottica abitativa e turistica, come argine contro lo spopolamento dei territori e il loro impoverimento ambientale e paesaggistico; costruire veri e propri “sistemi imprenditoriali territoriali” interconnessi, dove le attività economiche e le forze sociali possano fare rete per resistere meglio alle crisi. Questi alcuni dei punti chiave della ricetta di Cia-Agricoltori Italiani per “riprogettare il futuro” con “Agricoltura-Territorio-Società” al centro, come recita lo slogan dell’Assemblea nazionale 2020, costruendo un piano di rilancio post Covid e centrando al tempo stesso gli obiettivi fissati dal Green Deal europeo.Proprio con l’obiettivo di fornire un contributo concreto alla costruzione di un nuovo progetto di sviluppo dell’Italia, con gli strumenti messi in campo dall’Ue e dall’esecutivo anche con la prossima manovra di bilancio, Cia ha lanciato in Assemblea nazionale le sue cinque politiche direttrici del percorso di ripresa: • Sono riconducibili a tale sfera tutte quelle azioni che agevolano lo sviluppo estensivo dell’agricoltura digitale e la modernizzazione del settore, con l’obiettivo di rendere sempre più sostenibili i produttori nazionali, avendo a disposizione tecnologie innovative a supporto delle scelte di tecniche culturali e input produttivi, razionalizzazione delle risorse, raccolta dati, tracciabilità delle filiere. • Nelle aree interne, che fanno il 60% della superficie nazionale, l’agricoltura spesso rappresenta il principale asset economico, sociale ed ambientale, il solo freno all’abbandono di territori custodi da sempre di biodiversità e paesaggio. Occorrono, quindi, strumenti orientati a frenare lo spopolamento attraverso politiche di insediamento abitativo, che incentivino il recupero di fabbricati rurali, piccoli centri e borghi. • Riprogettare il futuro all’interno del rapporto stretto tra agricoltura, economia e società, vuol dire passare anche attraverso una sistematizzazione del sistema dei servizi alle imprese e alla persona che trovano diffusione sui territori. Questo vuol dire favorire “pacchetti” integrati in base ai bisogni e alla domanda, coerenti con le sfide del contesto globale, nonché ampliare e innovare la gamma dei servizi. • Nella convinzione che il turismo rurale sia una potente chance di rilancio del Paese, è necessaria una pianificazione che valorizzi maggiormente le dimensioni sostenibili dell’agriturismo e che metta a sistema il circuito enogastronomico con tutte le sue potenzialità. • La nuova Pac dovrà continuare a porsi come obiettivo principale lo sviluppo dell’agricoltura sostenibile e il sostegno al reddito degli agricoltori, mantenendo la produttività agricola e garantendo un approvvigionamento stabile di prodotti a prezzi accessibili. I pagamenti di base sono da riequilibrare: no al dato storico e sì al capping ragionevole. Bene anche alla nuova architettura (Piani strategici nazionali) se favorisce una visione strategica, migliora la governance e riduce la burocrazia. La vera ambizione per il futuro resta la capacità di unire sostenibilità e competitività. In tal senso, sì alla condizionalità rafforzata, superando le attuali misure del greening; misure agro-ambientali più ambiziose, se legate al territorio; uso più efficiente delle risorse dello Sviluppo rurale; estensione degli interventi settoriali (OCM) anche a nuovi settori.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sostegno all’editoria italiana

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

“Con il decreto firmato oggi dal ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini il governo aggiunge un importante e indispensabile tassello nel disegno complessivo di sostegno all’editoria italiana, individuando, come avevamo segnalato, nella produzione di libri d’arte e per il turismo due settori particolarmente in sofferenza” dichiara il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Ricardo Franco Levi dopo l’approvazione di un intervento da 22 milioni a sostegno dell’editoria specializzata in arte e turismo e per i fornitori di servizi guida, audioguida o didattica nei musei. “Il governo sta agendo a tutto campo per il sostegno all’editoria libraria nel nostro Paese – conclude Levi – e come Associazione siamo fieri di aver contribuito a definire gli interventi più efficaci: dal sostegno alla domanda delle biblioteche e dei giovani, per arrivare fino agli aiuti diretti per i soggetti più in difficoltà della filiera, come piccoli editori e, adesso, editoria specializzata in arte e turismo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’industria manifatturiera italiana perde colpi

Posted by fidest press agency su sabato, 21 novembre 2020

L’industria manifatturiera, una delle colonne portanti dell’economia del nostro Paese, nel III trimestre 2020 ha registrato 475.405 imprese attive, in calo del -0,8% rispetto al 2019 e del -13% in confronto al 2010 (al Nord Italia è del -14,8%). Una fotografia, quella realizzata da Studio Temporary Manager, società specializzata nei servizi di temporary management al fianco delle aziende in difficoltà, che mostra come gli imprenditori italiani nell’ultimo decennio si siano trovati impreparati a dover gestire le proprie aziende. Realtà per lo più familiari, spesso con figure manageriali inadeguate, soprattutto a livello direttivo, aziende quindi poco competitive, con una visione all’internazionalizzazione talvolta non ben pianificata e con una scarsa propensione agli investimenti in innovazione tecnologica. A questi aspetti si aggiunge anche il mancato ricambio generazionale (a cui andrà incontro il 50% delle aziende italiane entro il 2025), dove gli imprenditori, nonostante l’età, sono sempre più restii a pianificare il passaggio del testimone. Una situazione di crisi su cui la pandemia da Covid-19 potrebbe ulteriormente impattare.Ritornando ai dati elaborati da Studio Temporary Manager, tra i settori legati all’attività manifatturiera, dal 2010 a oggi, gli unici con il segno positivo sono quelli legati alla “Riparazione, manutenzione ed installazione di macchine ed apparecchiature” (+53% di imprese attive), all’industria delle “Bevande” (+13,4%). Crolla, invece, l’industria del Tabacco (-52,2%), seguita dalla Fabbricazione di prodotti in legno, sughero, paglia, e materiali da intreccio (-28,8%). A livello regionale, a soffrire maggiormente negli ultimi dieci anni sono state la Puglia (-16,6%), il Piemonte (-16,5%), la Lombardia (-15,4%), la Valle d’Aosta (-15%), il Friuli-Venezia Giulia (-14,8%), la Sardegna (-14,7%) e il Veneto (-14,5%). Spostandosi più nel profondo del tessuto territoriale, i cali maggiori nel decennio 2010/2020 riguardano le province di Trieste (-23%), Biella (-21,6%), Varese (-20,7%), Verbano-Cusio-Ossola (-20,1%), Bari (-20%) e Belluno (-19,8%), mentre l’unica provincia che fa eccezione avendo il segno più in Italia è Ragusa (+3,5%).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Editoria italiana all’estero

Posted by fidest press agency su martedì, 17 novembre 2020

Duecentotrentotto libri italiani saranno tradotti all’estero in oltre 40 lingue grazie al contributo straordinario di 400mila euro erogato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) con i fondi del decreto “Cura Italia” a case editrici straniere. L’Associazione Italiana Editori (AIE), attraverso la sua società di servizi Ediser, è stata parte attiva nella promozione dell’iniziativa e nella raccolta delle domande presentate dagli editori e dagli agenti letterari italiani propedeutica all’assegnazione dei fondi alle case editrici straniere che acquistano e fanno tradurre titoli italiani. “Con questo provvedimento il governo dà concreto sostegno all’editoria italiana e al suo sforzo di internazionalizzazione nel momento in cui ce n’è più bisogno, date le difficoltà delle Fiere internazionali del libro, cancellate o svolte solo online a causa della pandemia – spiega il presidente di AIE Ricardo Franco Levi -. Prosegue inoltre con ottimi risultati la sinergia tra noi e le istituzioni preposte alla diffusione del libro italiano all’estero: il Ministero degli Esteri, ICE, il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, il Cepell”. “Nel 2015 gli editori hanno venduto 5.914 titoli all’estero, saliti nel 2019 a 8.569 con una crescita del 44,9% – ricorda Levi -. In questa evoluzione AIE è a fianco degli editori: siamo già al lavoro con il MAECI e ICE per il programma di internazionalizzazione 2021 e, sul più lungo periodo, per definire l’organizzazione della presenza dell’Italia come ospite d’onore al Salone di Parigi del 2022 e a quello di Francoforte del 2024. L’alto numero di domande ricevute e ritenute ammissibili – ci sono state richieste per 291 titoli da tradurre da parte di 82 editori – testimonia la necessità di sostenere queste attività anche negli anni a venire”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un giorno di festa per tutta l’editoria libraria italiana

Posted by fidest press agency su sabato, 14 novembre 2020

Dopo i 150 anni della nostra Associazione Italiana Editori, oggi celebriamo tutti insieme i 150 anni della casa editrice Hoepli, i primi 150 anni”. È questo il saluto del presidente dell’AIE Ricardo Franco Levi per la Hoepli, casa editrice e libreria internazionale nel cuore di Milano che festeggia oggi il suo primo secolo e mezzo a Bookcity 2020 con l’emissione anche di un francobollo. “Hoepli ha segnato la nostra storia di associazione e, con i suoi manuali, la storia del libro in Italia – ha sottolineato il presidente -. Siamo onorati di aver trascorso insieme, tra guerre e rivoluzioni digitali, questo tempo, camminando insieme, aprendo insieme l’editoria italiana a quella europea e internazionale, affrontando ogni giorno sfide comuni. Come dicevamo lo scorso anno “L’Italia è cresciuta insieme ai libri. E i libri hanno contribuito a far crescere l’Italia”. Questo merito in questi lunghi 150 anni è anche di Hoepli”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Impatto e-commerce su economia italiana

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

La rete del valore dell’e-commerce è al terzo posto tra le 99 attività economiche italiane per incidenza sul fatturato del settore privato in Italia nel 2019, con un peso del 19,2% sulla crescita di fatturato del totale delle attività economiche italiane. Nello stesso anno, inoltre, la rete ha inciso profondamente sulla crescita dell’occupazione delle imprese italiane, con un contributo del 6,7% sul totale, collocandosi, anche in questo caso, al terzo posto tra i settori economici per variazione dell’incidenza sull’occupazione italiana. Il settore legato agli acquisti online in Italia nel 2020 genera un incremento di ricavi per 3,5 miliardi di Euro (+6,3% sul 2019, un trend decisamente più contenuto rispetto al tasso medio del +18% degli ultimi 5 anni). Quasi il 70% degli operatori del segmento, ossia i Merchant (gli operatori che offrono prodotti e servizi) e i Brand owner (distributori di prodotti di marca che hanno attivato strategie e canali di vendita diretta online) e il 60% delle aziende che forniscono servizi alla filiera (business partner) prevedono inoltre di rafforzare la propria forza lavoro per il canale e-commerce nel 2020, andando a incrementare un’occupazione di settore che già lo scorso anno, prima della pandemia, contava oltre 290mila lavoratori nel nostro Paese.Sono tante le opportunità che l’e-commerce e il digital retail possono generare ogni giorno per il nostro Paese, messe in luce dalle evidenze del report presentato da Netcomm, realizzato in collaborazione con The European House – Ambrosetti, intitolato “Il ruolo e il contributo dell’e-commerce e del digital retail alla crescita e alla trasformazione digitale”.In un mondo in continua trasformazione, l’emergenza sanitaria ha stimolato l’accelerazione dell’evoluzione del retail italiano per quanto riguarda processi, modalità di vendita e comunicazione. Nel 2020, a fronte di una riduzione del turismo, si è verificata una perdita nel commercio da shopping tourism pari a 5,7 miliardi di Euro (il 75% del totale), a causa della forte diminuzione dei turisti stranieri (-58%). Per far fronte al calo dei consumi in corso è necessario sfruttare il canale digitale per promuovere i prodotti Made in Italy nel mondo, riducendo il gap determinato dalla crisi da COVID-19 e creando al contempo una base di interesse per i turisti stranieri che vorranno venire in Italia alla fine della pandemia. Una possibile soluzione è favorire una crescente integrazione dei siti web di promozione turistica dei territori (Comuni, Province, Regioni) e delle produzioni locali tipiche con piattaforme digitali che permettano al visitatore di effettuare l’esperienza di acquisto online.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Doveroso celebrare uomini e donne della sanità italiana

Posted by fidest press agency su sabato, 7 novembre 2020

“L’approvazione definitiva dell’istituzione della Giornata nazionale del personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato è un atto doveroso verso le migliaia di operatori che hanno consentito al Paese di superare la prima terribile ondata della pandemia. Ancora di più oggi che siamo tutti chiamati a fronteggiare una nuova fase emergenziale” dice Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani. “Se il 20 febbraio, ogni anno, ricorderemo le donne e gli uomini che si sono sacrificati per la collettività, anche a prezzo della loro vita, dovremo necessariamente considerare quanto stiamo facendo per rendere più forte il nostro Servizio Sanitario e per tutelare chi lavora per la salute della collettività. Come ho già detto in altre occasioni, sono convinto che medici, farmacisti, infermieri e tutti gli operatori e i volontari vadano celebrati anche con uno sforzo complessivo per proteggere, migliorare e rendere sempre più efficace ed efficiente la sanità italiana”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »