Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘italòia’

Italia: “I cambiamenti climatici non sono un tema astratto”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 marzo 2019

Già oggi stanno impattando negativamente sull’economia della nostra industria del legno”. A denunciarlo è Gabriele Calliari, presidente di Federforeste, la federazione italiana delle comunità forestali intervenuto al 15° Forum internazionale dell’Informazione ambientale organizzato a San Miniato (PI) dall’associazione Greenaccord Onlus e dalla Regione Toscana. Ultima prova in ordine di tempo, la tempesta Vaia che nell’ottobre scorso ha abbattuto 18 milioni di metri cubi di alberi, su un’area di 50mila ettari. “Ha già contributo ad abbassare il prezzo del legno e le conseguenze si potranno sentire anche nel medio periodo”. Fondamentale, secondo il presidente Federforeste, “usare questi eventi per ripensare le politiche forestali italiane: manteniamo in casa il nostro valore. Ridiamo vita alla filiera del legno, ricostruendola dal bosco alle segherie fino ai trasformatori finali”. L’obiettivo è superare un paradosso pericoloso: le aree coperte da boschi nel nostro Paese sono in continuo aumento eppure l’industria nazionale del legno usa, per l’80%, legno importato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italia in armi

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 aprile 2012

Il nostro Paese spende per la Difesa lo 0,83% del Pil (Il Messaggero del 1 aprile 2012) e Rosario Amico Roxas commenta: “0,83% corrisponde all’ 8 per mille che l’Italia elargisce al Vaticano; per cui, anche ad abolire totalmente le forze armate, l’Italia non resterebbe scoperta nel campo della difesa, potendo disporre degli armigeri della Guardia Svizzera, armati di alabarda a loro volta affiancati dagli armigeri celti della Padania, con spadone e pentola, fornita di corna, in testa. Nessun esercito al mondo resisterebbe a queste forze armate, verrebbero sopraffatti da isteriche crisi di risate a crepapelle. Provare per credere: basterebbe mandare un contingente in Afghanistan.
Volendo superare l’ironia che suggerisce la notizia, sarebbe opportuno selezionare le forze armate (ma non secondo il metro di La Russa e con le intenzioni recondite del medesimo !) e mantenere una forza efficiente prevalentemente nel campo della protezione civile. L’esercito di difesa, privo delle ipocrisie delle missioni di pace o delle guerre preventive, dovrà essere un esercito europeo senza mire di controllo nell’ambito della sicurezza nazionale, a quella devono essere adibite le forze dell’ordine, opportunamente potenziate.
La tentazione di far intervenire le forze armate al controllo di manifestazioni deve essere neutralizzata a monte per evitare derive autoritarie. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »