Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘jerzy buzek’

Solidarité énergétique en Europe : en route vers une Communauté européenne de l’énergie

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

Cette tribune de Jerzy Buzek, député européen et membre de notre Conseil d’administration, revient sur les récents développements positifs concernant la mise en place d’une Communauté européenne de l’énergie dans le cadre d’une conférence organisée en marge de la réunion informelle du Conseil sur la politique de l’énergie de l’UE, le 20 septembre 2013 à Vilnius, sous présidence lituanienne.Notre Europe – Institut Jacques Delors, l’université Vytautas et l’association Lithuanian Atlantic treaty, avec le soutien du ministère des Affaires étrangères lituanien, a organisé une conférence de haut niveau au parlement lituanien de Vilnius. L’objectif était de discuter du futur de la politique européenn de l’énergie, et la proposition politique pour une «Communauté européenne de l’énergie» de Notre Europe – Institut Jacques Delors soutenue par Jacques Delors et Jerzy Buzek. Pendant la conférence, Jerzy Buzek a délivré un discours sur les développements positifs récents concernant la mise en place de cette proposition et les voies par lesquelles l’UE se dirige vers une Communauté européenne de l’énergie.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energy Solidarity in Europe: moving towards a European Energy Community

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

This tribune by Jerzy Buzek, member of the European parliament and member of our board of directors, comes back on the recent positive developments regarding the implementation of a single European energy community.Notre Europe – Jacques Delors Institute, Vytautas Magnus university and the Lithuanian Atlantic treaty association, with the support of the Ministry of foreign affairs of Lithuania, organised a high level conference in the Lithuanian parliament in Vilnius on September 20. The aim of the event was to discuss the future of European energy policy, and the policy proposal for a “European energy community” put forward by Notre Europe – Jacques Delors Institute and endorsed by Jacques Delors and Jerzy Buzek. During the conference, Jerzy Buzek delivered a keynote address on the recent positive developments regarding the implementation of this proposal and the ways the EU is moving towards a single European energy community.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Nuovo presidente parlamento europeo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2012

Poul-Nyrup-Rasmussen Martin Schultz

Image by Parti socialiste via Flickr

Il Presidente Rocco Tiso e la Confeuro tutta augurano al neo-eletto Presidente del Parlamento europeo Martin Schultz buon lavoro. Infatti l’euro-deputato tedesco ieri è stato nominato Presidente dall’assemblea comunitaria che ha sede a Strasburgo. I deputati lo hanno eletto con 387 voti a favore su 670. Schultz guiderà il parlamento per i prossimi due anni e mezzo, fino all’inizio della prossima legislatura, cioè fino al luglio del 2014. Schultz sostituisce il presidente polacco uscente Jerzy Buzek. Ricordiamo che il regolamento dell’europarlamento prevede un cambio della guardia dopo du anni e mezzo sia per i presidenti e vicepresidenti dell’assemblea sia per quelli delle commissioni. Vicepresidenti sono attualmente due italiani: Gianni Pittella e Laura Allegrini. Per quanto riguarda le commissioni le votazioni si svolgeranno la prossima settimana. In particolare attendiamo la votazione per la commissione agricoltura finora presieduta dall’eurodeputato italiano Paolo De Castro.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezione del nuovo Presidente del Parlamento europeo, dei vice presidenti e dei questori

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2012

Bruxelles Votazioni: martedì 17 e mercoledì 18 gennaioIl primo atto del Parlamento europeo del 2012 sarà l’elezione del nuovo Presidente, di 14 vice-presidenti e di cinque questori. Attualmente, I tre candidati ufficiali per succedere a Jerzy Buzek sono: Martin Schulz (S&D, DE), Diana Wallis (ALDE, UK) e Nirj Deva (ECR, UK). Il voto per scegliere il prossimo Presidente del Parlamento, i vice-presidenti e i questori si terrà martedì e mercoledì a scrutinio segreto. Per maggiori informazioni sulla nomina e sulle procedure di elezione, i doveri di Presidente, vice-presidenti e questori e sui risultati delle precedenti elezioni dei Presidenti del Parlamento, leggere la nota informativa al link sottostante. Procedura: elezione di Presidente, vice-presidenti e questori.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nomina di Mario Draghi a Presidente della BCE

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 giugno 2011

In vista del Consiglio europeo di questa settimana, che può ora finalizzare la sua nomina, ideputati hanno confermato Mario Draghi come prossimo Presidente della Banca centrale europea. Il Presidente del Parlamento europeo, Jerzy Buzek ha dichiarato: “sono molto lieto che il Parlamento europeo abbia approvato Mario Draghi quale prossimo Presidente della Banca centrale europea In questi tempi di crisi economica, è rassicurante sapere che, con Draghi, la zona euro sarà in mani sicure e non vedo l’ora di lavorare con lui “.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Buzek sulla sua visita ufficiale alla Santa Sede

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 febbraio 2011

JerzyBuzek

Image via Wikipedia

Roma Città Vaticano. 28 febbraio il Presidente del Parlamento europeo Jerzy Buzek, ha incontrato in udienza privata Sua Santità Papa Benedetto XVI. Ha inoltre incontrato il Segretario di Stato card. Tarcisio Bertone nonché il Gran Maestro dell’Ordine di Malta, fra’ Matthew Festing, e il Gran Cancelliere dell’Ordine, Jean-Pierre Mazery. In seguito, il presidente Buzek ha incontrato, per una visita di cortesia, il Governatore della Banca d’Italia Mario Draghi. All’incontro con il governatore Draghi hanno partecipato i vicepresidenti italiani del Parlamento europeo, onn. Gianni Pittella e Roberta Angelilli. Dopo l’udienza con il Santo Padre, il presidente Buzek ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Ho avuto con il Santo Padre un ricco scambio di opinioni. È stato estremamente significativo per me poter guardare all’Europa di oggi da una prospettiva diversa da quella dell’uomo politico. Abbiamo parlato della situazione in Nord Africa e in Medio Oriente. Entrambi auspichiamo vivamente che i movimenti di popolo portino alla democratizzazione e aprano la strada allo sviluppo dello stato di diritto e di una vera società civile, basata sui diritti umani universali. Abbiamo constatato di comune accordo che una pietra angolare del nuovo ordine deve essere la protezione delle minoranze. La situazione della minoranza cristiana desta gravi preoccupazioni. Ho fermamente condannato gli attentati alle chiese di Bagdad e Alessandria d’Egitto a Natale; il 20 gennaio il Parlamento europeo ha adottato una risoluzione sulla libertà di culto e religiosa. Ho rinnovato l’invito già esteso a Papa Benedetto XVI dal mio precedessore, affinché rivolga un’allocuzione al Parlamento europeo. Abbiamo condiviso l’auspicio che il nuovo articolo 17 del Trattato di Lisbona permetta di estendere la proficua cooperazione tra la Chiesa e l’Unione europea. Io stesso presiederò, il 30 maggio, la prossima riunione annuale delle istituzioni europee con i leader religiosi. Abbiamo trattato anche la prossima beatificazione di Giovanni Paolo II, il Grande. Ho ricordato il suo ruolo nella storia della Polonia moderna e il suo contributo alla caduta del comunismo e alla riunificazione dell’Europa. È entrato nella Storia il discorso di Giovanni Paolo II dinanzi al Parlamento europeo nel 1988, quando chiese all’Europa  di respirare nuovamente con i suoi due polmoni, quello occidentale e quello orientale. Oggi, la sua profezia si è avverata: Est e Ovest sono uniti.”

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Presidente del Parlamento europeo dal Papa

Posted by fidest press agency su sabato, 23 ottobre 2010

Vaticano Roma. 25 ottobre 2010, alle 11:30, il Presidente del Parlamento europeo Jerzy Buzek sarà ricevuto in udienza privata in Vaticano da Papa Benedetto XVI.  Prima della visita, il Presidente Buzek ha dichiarato:  “Questo è l’anno europeo contro la povertà e l’esclusione sociale. Questa visita è un riconoscimento al ruolo chiave della Chiesa cattolica nella lotta a questi mali.  La lotta alla povertà e all’esclusione richiede una partnership di tutti gli attori interessati. Le azioni della chiesa cattolica non solo danno rifugio e conforto ai più marginalizzati nella nostra società, ma aiutano anche a diffondere un forte messaggio di solidarietà, uno dei principi fondanti dell’Unione europea. In un momento di difficoltà economiche, questo è un messaggio cruciale.Questo incontro con il Papa avviene nel contesto dell’articolo 17 del Trattato di Lisbona, che prevede un dialogo continuo tra l’Ue e le chiese. L’Unione apprezza il contributo della religione e delle diverse confessioni nella nostra società.” Programma della visita:
11:30 Udienza con Papa Benedetto XVI
12:00 Incontro con il Segretario di Stato, Cardinal Bertone
12:30 Dichiarazioni per la stampa in Piazza San Pietro (tra l’obelisco e la fontana)
13:00 Incontro con gli ambasciatori dei 27 stati membri presso la Santa Sede
15:00 Incontro con Matthew Festing, Grande Maestro dell’Ordine di Malta

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Hillary incontra Jerzy Buzek

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 ottobre 2010

Bruxelles. Il segretario di stato degli USA, Hillary Clinton, ha avuto uno scambio di opinioni col Presidente del Parlamento europeo, Jerzy Buzek, e i leader dei gruppi politici al Parlamento europeo a Bruxelles. Dopo la riunione, il Presidente Buzek ha dichiarato: “Sono stato lieto di accogliere il segretario Clinton al PE oggi, per la discutere su una vasta gamma di questioni internazionali. Dall’entrata in vigore del Trattato di Lisbona – che ha reso il PE partner di co-parità col Consiglio dei ministri nei processi legislativi e di bilancio – l’amministrazione statunitense ha subito capito l’importanza di coinvolgere attivamente il Parlamento. Accogliamo positivamente il loro approccio positivo e visite come questa ne sono l’esempio. Il Segretario di Stato Signora Clinton si è detta molto entusiasta del nostro lavoro comune per costruire legami più stretti tra il PE e l’Amministrazione e il Congresso a Washington. Abbiamo tutti espresso il nostro impegno nel rendere il nuovo sistema di diplomazia europea un successo. Abbiamo discusso sul ruolo e sulle potenzialità di un nuovo Servizio europeo per l’azione esterna. Proprio come è nell’interesse dell’Europa poter parlare con una voce sola sulla scena internazionale, così come in quello dell’America avere un forte partner transatlantico coerente e solidale. Concordiamo, inoltre, sulla necessità di affrontare insieme le sfide chiave come l’ambiente e il cambiamento climatico; la sicurezza energetica, il terrorismo, la criminalità organizzata e la ricerca di una soluzione pacifica per il Medio Oriente. Il Segretario di Stato USA ha espresso forte apprezzamento per il ruolo di guida attiva dell’UE in diversi settori. Abbiamo parlato in modo approfondito dei Balcani e del partenariato orientale e la Russia. Abbiamo una visione comune del ruolo vitale che l’UE può svolgere per contribuire a stabilizzare la situazione dei balcanici occidentali – dove il Segretario Clinton ha appena concluso un’importante visita – dando loro una prospettiva europea realistica. Bisogna coinvolgere pienamente la Russia nei problemi comuni, pur insistendo sul rispetto della libertà, dei diritti e della democrazia. Ci auguriamo di poter continuare ad approfondire il dialogo con i nostri partner americani, mentre cerchiamo soluzioni insieme alle tante sfide – e anzi opportunità – che affrontiamo nell’incerta situazione attuale.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Morte del fotografo italiano Polenghi

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 Mag 2010

Il Presidente del Parlamento europeo Jerzy Buzek ha espresso il suo cordoglio per quanto sta accadendo in Thailandia e per la morte del fotografo italiano Fabio Polenghi. “Spero – ha dichiarato Buzek – che i violenti scontri tra le forze di Governo e le camicie rosse si arrestino al più presto, troppo sangue è stato versato nelle strade di Bangkok. La Thailandia entra ora in un periodo in cui la riconciliazione nazionale non é una opzione ma è assolutamente necessaria. I tragici eventi di questo periodo ci devono far riflettere sulla necessità e l’urgenza che si avviino al più presto negoziati che possano riportare la Thailandia sulla via della democrazia. Ho appreso con grande tristezza la notizia della morte del fotografo italiano Fabio Polenghi. Questo ci deve far riflettere sul rischio che corrono i rappresentanti dei vari media in giro per il mondo per garantirci una libera informazione. Invio le mie più sentite condoglianze alla famiglia di Fabio Polenghi e a tutte le famiglie thailandesi che hanno perso i propri cari in questi tragici eventi”.

Posted in Confronti/Your opinions, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro Presidente parlamento europeo

Posted by fidest press agency su martedì, 15 dicembre 2009

Bruxelles 15/12/2009 alle ore 10,45, una delegazione di rappresentanti dei movimenti per la vita e per la difesa della famiglia di tutta Europa guidati da Carlo Casini, deputato europeo e presidente del Movimento per la vita italiano, sarà ricevuta dal presidente del Parlamento europeo, Jerzy Buzek, e dalla presidente della Commissione petizioni, Erminia Mazzoni, per consegnare le centinaia di migliaia di firme di cittadini europei che hanno sottoscritto la  “Petizione europea per la vita e la dignità dell’uomo”. Nella petizione i sottoscrittori dei 27 Paesi dell’Unione più la Croazia, chiedono che siano adottate tutte le iniziative affinché nella interpretazione e applicazione della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione e nella “Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti e delle libertà fondamentali” (art. 2) si riconosca il diritto alla vita di ogni essere umano.
Inoltre la petizione chiede che “si riconosca come famiglia in senso pieno quella fondata sul matrimonio di un uomo e di una donna cui deve essere riconosciuto prioritariamente il diritto e il dovere di scegliere l’educazione da dare ai figli”. E che “vengano sospesi i finanziamenti pubblici della ricerca distruttiva su embrioni umani, come, ad esempio, avviene per effetto del VII programma quadro di ricerca dell’Unione europea” «Oggi» afferma Carlo Casini «dopo un lungo e faticoso percorso, gli Stati membri dell’Unione sono diventati 27, ma l’ideale iniziale si è offuscato. L’immagine dell’Europa è più quella di un grande mercato che quella di una forza a servizio dell’uomo. Eppure l’Europa continua a considerarsi la patria dei diritti umani sebbene il diritto alla vita venga negato ai figli concepiti e non ancora nati nella grande maggioranza dei 27 Stati e sebbene anche le Istituzioni comunitarie non sappiano più riconoscerlo». «E’ urgente dare a una voce a chi non ce l’ha» ha concluso Casini, per questo la presentazione della “Petizione europea per la vita e la dignità dell’uomo” sarà occasione per dar voce ai movimenti, alle famiglie ed ai figli e alle figlie, che sostituiscono la società civile europea, al fine di alimentare la speranza per un grande futuro di civiltà».

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Muro di Berlino: la rivoluzione di velluto

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 novembre 2009

havelSeduta solenne del Parlamento europeo. Václav Havel, 73 anni, ha emozionato l’aula con un discorso di oltre mezz’ora. L’ex-presidente ceco, ex-dissidente, scrittore e drammaturgo è stato accolto dal presidente Buzek come “un uomo meraviglioso, un amico per tutti coloro che lottano per la libertà e i diritti umani, uno di quelli che, 20 anni fa, hanno generato l’effetto domino” provocando la caduta dei regimi nell’Europa dell’est. Caduta festeggiata oggi con un ospite d’onore, che ha emozionato l’Aula con un discorso forte e attuale. Il presidente del Parlamento Jerzy Buzek ha presentato Václav Havel come “un eroe per tutte le persone normali che hanno lottato contro il comunismo nell’Europa dell’est e per tutti coloro che, nell’Europa dell’ovest, le hanno aiutate, rendendo possibile la riunificazione”. “L’ex-dissidente cecoslovacco”, ha continuato Buzek, anche lui un avversario del regime nel suo paese, la Polonia, è “una guida spirituale e ha creato un senso di unità fra tutti coloro che si opponevano al comunismo nei diversi Paesi del blocco”.  Prima dell’intervento di Havel, un breve filmato ha ricordato gli eventi del 1989 e ha reso omaggio alla protesta pacifica che ha fatto cadere uno a uno i regimi dell’Europa dell’est.

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Buzek: le sfide di un’Europa comune

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 settembre 2009

E’ il primo presidente di un’istituzione europea che viene dall’altra parte della Cortina di ferro. E tutto il suo discorso inaugurale è stato impregnato dalla convinzione che non esistono una vecchia e una nuova Europa, ma solo un’Europa: l’Europa unita. Che deve affrontare insieme le più difficili sfide del presente, a partire dalla crisi economica.   In molti hanno visto nella sua elezione un ‘simbolo’ di un sogno diventato realtà: quello dei Paesi al di là della Cortina di Ferro di far parte di un’Europa unita. Oggi il presidente si è rivolto a quest’Europa per condividere la sua visione e le  priorità per i prossimi due anni e mezzo.   Crisi economica, solidarietà europea, sicurezza energetica e ambiente, politica estera e diritti umani, rapporto con i cittadini: queste le priorità individuate dal polacco Jerzy Buzek nel suo discorso inaugurale.  In questo senso anche il messaggio sull’immigrazione, “che ha sempre portato benefici all’Europa”: è necessario che il processo migratorio sia accompagnato da uno sforzo di integrazione da parte dei migranti.   Il presidente nel suo discorso, pronunciato interamente in polacco, ha poi  enfatizzato il ruolo delle donne nella società e la necessità di fare di più perché la vita familiare non sia d’ostacolo alla carriera femminile. Ancora applausi dai banchi dell’emiciclo.  E poi l’energia: ‘i cittadini magari non capiscono la geopolitica, ma capiscono quando il riscaldamento non funziona’. Solo una politica energetica comune e un maggior impiego di fonti rinnovabili può garantire la sicurezza del continente. Senza dimenticare la necessaria ‘rivoluzione verde’, che dovrà combinare nuove tecnologie a una limitazione dei consumi.  Passando alle priorità  della politica estera, Buzek ha ricordato che “il nostro partenariato strategico con la Russia è importante ma, come per la Cina, non possiamo permettere che le considerazioni di ordine economico e politico scavalchino i diritti umani, lo stato di diritto e la democrazia”. Altro caloroso applauso dall’aula.   Il presidente ha poi ricordato che l’allargamento continua ad essere una delle politiche vincenti dell’UE, e che l’adesione della Croazia ‘e probabilmente dell’Islanda appaiono sempre più vicine’.    Buzek ha dedicato l’ultima parte del suo intervento alla riforma interna del Parlamento, insistendo sulla necessità di vivacizzare i dibattiti parlamentari e di usare meglio le nuove tecnologie, in vista delle prossime elezioni ma anche per diffondere online le attività dell’assemblea. L’importanza di ‘riavvicinare l’Europa ai cittadini’ è stata ripresa anche da Joseph Daul, capogruppo dei popolari – il gruppo in cui è eletto Jerzy Buzek. Daul ha garantito sostegno totale alle priorità elencate dal presidente, e si è detto fiero di aver convinto tutti gli altri gruppi ad appoggiare la sua candidatura.  Anche i socialisti e democratici, per voce del loro leader Martin Schultz, hanno espresso apprezzamento per il discorso del neo-presidente, mettendolo però in guardia: “sta assumendo un incarico difficile in un momento difficile per il Parlamento. Per la prima volta, vediamo in quest’aula forze che sono contro l’Europa. Per la prima volta, il consenso europeo è a rischio.”    Guy Verhofstadt, che ha preso la parola a nome del gruppo liberale, ha elencato le tre priorità su cui è certo che Buzek potrà dare un contributo nei prossimi anni: “più voce e più ascolto dei cittadini europei; più democrazia; e più integrazione europea”.   La sfida dell’integrazione fra Est e Ovest, per la co-presidente dei Verdi Rebecca Harms, è ancora più ardua in tempi di crisi perché “le ineguaglianze pesano gravemente sulle spalle di tutti”.   A nome del gruppo ‘Europa della Libertà e della Democrazia’ è intervenuto Francesco Speroni, che ha espresso le sue perplessità sul funzionamento dell’istituzione parlamentare: “uno dei problemi è che non abbiamo potere d’iniziativa. Scriviamo costantemente risoluzioni, o firmiamo dichiarazioni scritte, ma poi non succede niente”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The CPCE congratulates Jerzy Buzek

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 luglio 2009

The President of the Community of Protestant Churches in Europe (CPCE), Thomas Wipf, congratulates Jerzy Buzek on his election as President of the European Parliament today. “It is good for the EU that now for the first time a politician from the states which entered in 2004 will assume a key position in the European Union. Moreover we are delighted that in future a committed Protestant and member of a minority church will take over the presidency of the European Parliament,“ Wipf explained.  Jerzy Buzek comes from the Protestant frontier region between Poland and the Czech Republic. He was Polish Prime Minister from 1997 to 2001 and by virtue of his longstanding involvement in the Polish democracy movement enjoys great appreciation which transcends the parties. As Wipf remarks: “In view of the difficult majority relations in the newly elected European Parliament Jerzy Buzek will urgently need this power of integration.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »