Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Posts Tagged ‘kazakhstan’

Kazakhstan: “Nazarbayev vero innovatore che ha saputo coniugare ordine e benessere”

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 marzo 2019

“Il presidente del Kazakhstan Nursultan Nazarbayev ha Servito per 30 anni il popolo e la nazione kazaka con onore. E’ stato un innovatore, che ha saputo coniugare, sotto la sua guida, ordine, sicurezza e benessere per i più umili. Un vero Socialista delle origini che ha unito i valori sociali con quelli nazionali. Con la sua lungimiranza ha garantito alla Nazione un trentennio di ricchezza e sviluppo portando il Suo Stato ad un livello di welfare simile all’occidente La certezza che il Kazakhstan continuerà il suo processo di modernizzazione avendo come modello di governo quello della sua guida del Presidente Nazarbayey”. E’ quanto dichiara in una nota Edmondo Cirielli, Questore della Camera e componente della commissione Esteri.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuove mete d’affari per le imprese friulane

Posted by fidest press agency su domenica, 22 settembre 2013

Piazza della Libertà (Udine) Eesti: Porticato ...

Piazza della Libertà (Udine) Eesti: Porticato di San Giovanni kaaristu ja Torre dell’Orologio kellatorn (Photo credit: Wikipedia)

Il Kazakhstan come nuovo Paese-target per le aziende friulane sarà presentato in un prossimo Business Forum, un’intera giornata di lavori programmata per mercoledì 25 settembre in Cciaa di Udine, in cui alle imprese locali sarà offerta un’analisi a 360 gradi degli orizzonti commerciali e potenzialità di investimento nel Paese.
Il Kazakhstan è un mercato che punta a contare sulla scena mondiale, grazie alla sua dimensione (nono paese più vasto del mondo), alla ricchezza mineraria (sesto paese in termini di risorse disponibili) e alla collocazione strategica (ponte tra Est ed Europa, Turchia e Medio Oriente). L’incontro, che sarà aperto alle 10.30 (registrazioni dalle 10) in Sala Valduga dal presidente della Cciaa di Udine Giovanni Da Pozzo, vedrà la presenza dell’Ambasciatore del Kazakhstan in Italia, S.E. Andrian Yelemessov, e del console onorario a Trieste Luca Bellinello, che in prima persona illustreranno le nuove tendenze di sviluppo sociale ed economico del Kazakhstan e le opportunità per le Pmi del Fvg su quella che viene considerata una sorta di attuale (e futura) via della seta. A concludere la mattinata sarà Mario Bruni di Sace, che introdurrà le soluzioni assicurative e finanziarie a supporto dell’internazionalizzazione per le imprese. Nel pomeriggio, i lavori proseguiranno dalle 15 nella sede di Friuli Future Forum, con workshop settoriali che approfondiranno la portata del made in Italy per i beni di consumo e strumentali, con le testimonianze delle imprese regionali già presenti in Kazakhstan. Interverranno, per la filiera abitare Francesca De Bono, responsabile marketing Wwts Italia Srl, per la logistica Guido Nazzari, vicepresidente e direttore vendite Tuvia Italia Spa, per la meccanica Gastone Martorel, amministratore delegato Carlieuklima Spa, per il vitivinicolo Maurizio Felluga, direttore commerciale, Livio Felluga Srl. Il Punto Nuova Impresa della Cciaa di Udine illustrerà alle Pmi presenti le opportunità date dall’adesione alle sezioni speciali per l’internazionalizzazione del Fondo centrale di garanzia. Il Business Forum sarà realizzato nell’ambito del progetto “Fvg Vs Global Competition”, promosso dall’Unioncamere Fvg e realizzato dalla Cciaa di Udine con le altre Cciaa provinciali e con il cofinanziamento della Direzione regionale Attività produttive.
La giornata di lavori è propedeutica ai servizi di consulenza precompetitiva (ottobre-dicembre 2013) e alla prossima missione economica (primavera 2014) in Kazakhstan.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rising Chronic Disease and a Gender Gap in Health Take a Growing Toll in Eastern Europe and Central Asia

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 settembre 2013

Washington, Men in Eastern Europe and Central Asia are more likely to die prematurely than women, a trend driven by rising levels of chronic diseases connected to alcohol use, poor diets, and smoking.In the region, the number of years of healthy life lost because of ischemic heart disease, or coronary artery disease, increased 18% between 1990 and 2010, cirrhosis 82%, and diabetes 11%. Alcohol use disorders also increased by 11% and cause more early deaths and disability than two decades ago.While women saw their mortality rates decline over four decades, men in some age groups have experienced increases in mortality and others have seen little or no progress. For men aged 25 to 29, mortality rates were nearly the same in 2010 as they were in 1970, despite improvements for men globally in this age group. For men aged 45 to 59, mortality rose between 1970 and 2010, and researchers attribute this in large part to rising levels of alcohol use.
Although communicable, newborn, nutritional, and maternal causes have decreased in number, health loss from these diseases still persists in certain countries across the region, such as in Azerbaijan, Kazakhstan, and Kyrgyzstan. “The rapid shifts in disease burden place poor people in low- and middle-income countries at high risk of not having access to appropriate services and incurring payments for health care that push them deeper into poverty,” said Timothy Evans, Director of Health, Nutrition and Population at the World Bank Group. “The data in these new reports are critical inputs to the efforts of policymakers in countries towards universal health coverage that aim to improve the health of their people, communities, and economies.”
The World Bank commissioned the first GBD analysis as part of its World Development Report 1993. Earlier this year, IHME presented GBD 2010 findings in meetings hosted by the World Bank. Bank officials saw how the GBD analysis could be applied to the Bank’s work in specific countries and began working with IHME on six regional reports.
The report also identifies the leading causes of disability in the region. Mental disorders such as depression and anxiety as well as low back pain, neck pain, and other musculoskeletal disorders contributed most to increasing levels of disability throughout Eastern Europe and Central Asia. Murray and his co-authors also call on countries to address the leading risk factors that cause the most disability and premature death. Dietary risks, high blood pressure, alcohol use, smoking, high BMI, and physical inactivity were all leading risk factors that contributed to increasing levels of mortality between 1990 and 2010. Household air pollution, iron deficiency, and suboptimal breast feeding caused the most illness in children.“Each country in Eastern Europe and Central Asia faces unique challenges brought on by changing risk factors,” said Heidi Larson, IHME’s Director of European Initiatives. “For policymakers, it will be critical to use these local data to develop solutions that work for each country while improving health in the region as a whole.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collaborazione e cooperazione con il Kazakhstan

Posted by fidest press agency su martedì, 6 dicembre 2011

Camera di Commercio di Bari. Nel 2010 l’export di Bari e della sua provincia verso il Kazakhstan è stato di 3 milioni e 500mila euro circa, prevalentemente macchine ed apparecchiature meccaniche. L’import è stato nello stesso periodo di 1 milione e 555 mila euro. Si tratta solo di prodotti agricoli. La Puglia e Bari hanno tanto altro da offrire a questo Paese, in termini non solo di export ma di collaborazione e di cooperazione. E’ quanto è emerso stamani durante l’evento con la Repubblica del Kazakhstan promosso ed ospitato dalla Camera di Commercio di Bari, in collaborazione con Ia Confapi Bari Bat, ISIAMED Istituto Italiano per l’Asia e il Mediterraneo e Confindustria Bari e Bat, dedicato alla celebrazione congiunta dei 20 anni di Indipendenza del Kazakhstan e dei 150 anni di Unità d’Italia.La giornata si è articolata in due momenti: quello istituzionale, con una visita presso la sede del Consiglio Regionale e quello di natura economica alla Camera di Commercio di Bari, dove S.E. Khamzayev ha incontrato gli imprenditori, sottolineando l’importanza dell’iniziativa e le sue grandi potenzialità per approfondire i rapporti e le relazioni economiche e culturali a vantaggio delle piccole e medie imprese. “Abbiamo intenzione di aprire a Bari un ufficio consolare – ha poi dichiarato S.E. Khamzayev – che si occuperà dello sviluppo e della cooperazione tra Italia e Kazakhstan”.Bari e la Puglia (con le Marche e l’Emilia Romagna) rappresentano la terza tappa di un tour attraverso le realtà regionali che il governo di Astana, con S.E. Almaz Khamzayev Ambasciatore in Italia, ha giudicato più interessanti per stringere rapporti a livello istituzionale, economico e culturale.”I processi di internazionalizzazione, in qualsiasi modo si manifestino, possono essere meglio attuati facendo massa critica. A tutti i livelli.”, ha dichiarato il presidente della Camera di Commercio di Bari, Alessandro Ambrosi. “Di qui l’importanza dei sistemi territoriali e dei loro attori, prima fra tutti la Regione, che insieme alle Camere di Commercio, alle associazioni di categoria, agli altri enti locali ed alle università, stanno scrivendo una pagina nuova per uno sviluppo più competitivo ma anche più cooperativo del nostro territorio”.“Assieme ai nostri partner faremo il possibile per promuovere e incentivare la presenza e le attività delle aziende italiane in Kazakhstan, già ad un ottimo livello, affinché sia capace di connotarsi in uno scambio alla pari, che produca cooperazione e benessere grazie al partenariato tra i due Paesi”, ha dichiarato Erasmo Antro presidente di Confapi Bari e Bat, nonché vice presidente della Camera di Commercio di Bari. E’ poi intervenuta Silvia Godelli, assessore al Mediterraneo della Regione Puglia: “Siamo convinti che le straordinarie ricchezze del Kazakhstan potranno avvicinare questo grande Paese, che fa da cerniera tra due macroaree, quella europea e asiatica, al nostro”.
Importante è stato inoltre il contributo del responsabile Finanza Sovranazionale di SIMEST, Castronovo, del dirigente di Bonatti SpA e della Camera di Commercio Italo-Kazaka Santelli, che hanno illustrato i progetti italiani in corso nel grande paese centroasiatico, nel settore agroalimentare, della logistica e trasporti, dell’Oil&Gas e poi ancora di Pasquale Casillo presidente del gruppo agroalimentare omonimo, grande acquirente di grano sui mercati internazionali ed importante operatore nel settore delle energie rinnovabili. Si è trattato in sostanza di una prima manifestazione, alla quale la nuova sezione regionale pugliese ISIAMED darà seguito, con la collaborazione dei partners locali, per eventi settoriali specialistici di approfondimento. A margine della giornata ISIAMED ha sottoscritto due protocolli d’intesa, rispettivamente con Confapi Bari e Bat ed il Corpo Consolare di Puglia Basilicata e Molise, per lo svolgimento di attività comuni sul nostro territorio e relative ai paesi Asia e Mediterraneo. (Kazac)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Electricity Supply in Kazakhstan

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 novembre 2010

Washington. The World Bank Board of Directors today approved a US$78 million loan for the Kazakhstan Alma Electricity Transmission Project to the Republic of Kazakhstan to improve the reliability and quality of electricity supply to consumers in the Almaty region. The Project will expand the capacity of the Almaty Oblast transmission network in an environmentally responsible and financially sustainable manner.  The Bank will finance two components of the project:  (a) construction of a 500 kV overhead transmission line (OHTL) from the YuKGRES substation to the Alma substation, and (b) procurement and project management consulting services for the construction of 500 kV OHTL from the YuKGRES substation to the Alma substation.
Strong economic growth, with an average real GDP growth of 10 percent between 2000 and 2007, and rising incomes fuelled increasing demand for electricity in Kazakhstan. Growth in electricity consumption averaged over 5 percent per year during this period.  The major portion of the growth in demand and more than half of total electricity consumption was in the booming Southern regions. In the Almaty Oblast in southern Kazakhstan growth in electricity consumption exceeded 7 percent per year from 2000 to 2007.  With the recent deepening of the world economic crisis, GDP growth, and in turn consumption growth, are likely to remain at lower levels.  However, the impact on growth in electricity demand in southern Kazakhstan will not be as significant, as the region has faced severe supply constraints in the past three years. Once the country recovers from the current economic slowdown, electricity demand in southern Kazakhstan is expected to increase vigorously. The Kazakhstan Alma Electricity Transmission Project will enhance the well-being of the population in South Kazakhstan by providing relatively low-cost and higher quality energy; removing a binding energy supply constraint to continued economic growth in the region; and increasing the region’s competitiveness in industrial and commercial development with related employment and income benefits.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »