Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘laser’

Primo collegamento laser nel cielo al mondo

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 luglio 2019

E’ basato su tecnologia laser europea all’avanguardia, e consente il trasferimento quasi in tempo reale di grossi volumi di dati, in particolare immagini, dai satelliti nello spazio alla Terra. Il sistema è un partenariato pubblico-privato tra l’Agenzia spaziale europea (ESA) e Airbus e beneficia di 90 milioni di euro di finanziamenti dell’UE per il periodo 2015-2020 dal programma di osservazione della terra Copernicus e dall’ESA. Grazie al sistema, le immagini di Copernicus saranno disponibili fino a 7 volte più rapidamente rispetto ai tempi attuali. Copernicus, uno dei principali fornitori di dati di osservazione della Terra in tutto il mondo, offre un monitoraggio ambientale di elevata qualità, contribuisce a salvare vite e a gestire le emergenze e sostiene la sicurezza marittima e delle frontiere.Il sistema satellitare Copernicus dell’UE è il primo cliente a lungo termine dell’autostrada spaziale dei dati. I nuovi servizi aiuteranno Copernicus ad aumentare le capacità e la tempestività di scaricamento dei dati e ne migliorano notevolmente il valore per una serie di applicazioni per le quali la tempestività è essenziale. La dimostrazione dal vivo si è svolta contemporaneamente presso la sede centrale del SEAE a Bruxelles, presso l’Agenzia europea per la sicurezza marittima a Lisbona e presso la delegazione dell’UE a Tokyo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La cura delle malattie con i dispositivi laser e Tecar di ultima generazione

Posted by fidest press agency su sabato, 13 aprile 2019

Dalle ulcere cutanee e diabetiche, alle patologie della colonna vertebrale come ernie e lombosciatalgie, fino ad arrivare a lesioni del cavo orale e ai più comuni dolori articolari e muscolari, sono sempre più numerose le malattie che vengono curate con l’ausilio di dispositivi laser e Tecar di ultima generazione. Scenario clinico confermato da una recente ricerca pubblicata dalla Reuters, secondo cui il mercato mondiale della laser terapia raggiungerà il valore stimato di 1900 milioni di dollari entro il 2022, con una crescita annuale del 9,2% nel solo territorio americano. Sono proprio gli Stati Uniti infatti i protagonisti di questo settore, date l’elevata popolazione di pazienti, la spesa governativa che sostiene ricerca e sviluppo e l’ingente spesa sanitaria: basti pensare che, secondo il Centres for Disease Control and Prevention, nel 2016 quest’ultima rappresentava il 18% del PIL totale, pari a circa 3,2 trilioni di dollari. E proprio all’enorme mercato degli Stati Uniti punta Mectronic, azienda italiana ed eccellenza del Made in Italy con sede a Grassobbio (BG) che ha ottenuto per i suoi dispositivi di tecar e laser terapia l’approvazione della Food and Drug Administration, l’ente governativo che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari, sanitari e farmaceutici. Theal Therapy e Doctor Tecar costituiscono la punta di diamante di questo progetto di sviluppo nel mercato americano, che segna una nuova svolta per la strategia commerciale di espansione internazionale di Mectronic. I prodotti saranno venduti e distribuiti all’interno del mercato statunitense dal partner commerciale Luna America, che proporrà sul mercato americano le tecnologie dei prodotti iLux XP, iLux Light e Doctor Tecar.
Acronimo dell’inglese “Temperature controlled High Energy Adjustable multi-mode emission Laser”, Theal Therapy è una terapia innovativa e brevettata, basata su un’avanzata tecnologia laser fino a 8 lunghezze d’onda ad emissione ed energia modulata e termo-controllata, che consente di massimizzare gli effetti terapeutici in totale sicurezza inducendo, fin dalla prima seduta, un’intensa riduzione del dolore e la ripresa della mobilità. La terapia sfrutta diverse lunghezze d’onda che si possono dosare tra di loro in modo tale da ottenere il mix perfetto per una determinata patologia e per un determinato paziente, adattando il trattamento in base ai parametri fisiologici come età, dolore, fototipo e tipologia di tessuto, migliorando notevolmente le performance terapeutiche e riducendo i tempi di recupero. Di forte impatto è anche la Tecar Terapia, un metodo di Trasferimento Energetico CApacitivo e Resistivo in grado di stimolare il passaggio di energia nei tessuti biologici e di attivare i naturali processi di riparazione e di recupero. Doctor Tecar opera su più fronti, agendo direttamente a livello cellulare provocando diversi effetti: biostimolante, antalgico, antinfiammatorio, antiedemigeno e decontratturante. (by Matteo Gavioli)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Laser per la cura delle ulcere cutanee

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 aprile 2018

Venose, da decubito e diabetiche: sono le ulcere cutanee, lesioni croniche che invalidano in Italia due milioni di persone e che sono dovute ad un mancato processo di riepitelizzazione. Le ferite dunque non si rimarginano poiché manca il tessuto circostante e il loro decorso, specie per quelle croniche, è superiore alle 8-10 settimane. Secondo gli studi effettuati dall’AIUC (Associazione Italiana Ulcere Cutanee Onlus) le percentuali dei pazienti affetti da lesioni croniche cutanee parlano chiaro: le ulcere da decubito colpiscono circa l’8% degli ospedalizzati e tra il 15% e il 25% di coloro che sono ricoverati in struttura adibite alla lunga degenza. Nello specifico, le ulcere degli arti inferiori è dell’1% nella popolazione generale con un picco del 3.6% nella popolazione con età superiore a 65 anni e appartenenti ad un ceto medio basso. Per la loro cura arriva un’innovativa tecnica messa a punto da Mectronic, l’azienda made in Italy leader del mercato mondiale nel campo della laser terapia, la Theal Therapy (Temperature controlled High Energy Adjustable multi-mode emission Laser) ovvero la laser terapia a energia modulata e termo controllata, punto di arrivo dopo anni di ricerca, tecnologia e innovazione che ha stabilito un nuovo standard nel settore.
“Solitamente le ulcere nel piede di Charcot non sono particolarmente dolorose. Vi sono però un numero assai consistente di casi in cui il paziente viene dal medico non tanto per l’ulcera quanto per il dolore – spiega il dott. Roberto Casale, direttore scientifico di Habilita e responsabile dell’ambulatorio di fibromialgia di Habilita Poliambulatorio San Marco di Bergamo – Particolarmente efficace nel trattamento dei dolori neuropatici di questo tipo si è rilevata essere la luce laser ad energia modulata e termo controllata di Theal Therapy. Inoltre, grazie alla possibilità di mixare tra di loro quattro differenti lunghezze d’onda, consente di ottenere un ottimo effetto fotochimico di rigenerazione tissutale, fondamentale per la cura delle ulcere cutanee”.Vista la crescente mole di pazienti che soffrono di ulcere cutanee invalidanti, come riportato dal rapporto ISTAT secondo cui la popolazione ultraottantenne italiana passerà dagli attuali 2,9 a 7,7 milioni entro il 2030, la Theal Therapy rappresenta la nuova frontiera per guarire bene e rapidamente senza effetti collaterali. Infatti, numerose ricerche scientifiche hanno dimostrato l’efficacia della luce laser ed in particolare della luce laser nel range 630nm – 670nm nel trattamento delle ulcere cutanee. La Theal Therapy, a differenza di altri dispositivi dotati di tecnologia laser, consente di erogare 2W a 650nm e di mixare altre lunghezze d’onda come 810nm, 980nm e 1064nm al fine di personalizzare la terapia. Inoltre grazie alla possibilità di modulare l’emissione e di controllare termicamente la temperatura dei tessuti biologici durante la terapia è possibile massimizzare l’effetto fotochimico atto a promuovere ed accelerare la rigenerazione tissutale.I risultati ottenuti con la Theal Therapy nel trattamento delle ulcere cutanee sono eccellenti, percepibili fin dalla prima seduta e senza alcun tipo di effetto collaterale. La Theal Therapy è un alleato fondamentale nella cura delle ferite e, grazie alla capacità di modulare l’energia della luce e di controllarla termicamente, consente di ottenere ottimi risultati anche nel trattamento di molteplici patologie muscolo-scheletriche. Dunque una soluzione che risolverebbe un problema enorme per gli anziani allettati ma anche per chi soffre di malattie della pelle e di diabete costretti a lunghe degenze nelle strutture ospedaliere, con conseguente crescita dei costi di gestione del malato. Infatti, in termini economici il trattamento delle ulcere cutanee comporta una spesa non indifferente: secondo il rapporto inglese THIN-The Health Improvement Network stilato tra il 2012 e il 2013, la gestione delle lesioni dal punto di vista economico si aggira intorno ai 4-5,1 miliardi di sterline all’anno, spesa paragonabile al budget speso per combattere l’obesità e più in generale rappresenta il 4% dei costi totali del sistema sanitario della Gran Bretagna. (Matteo Gavioli)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Marketing Maven Michelle Mares Joins Glowforge© to Make 3D Laser Printer a Household Name

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 febbraio 2018

Michelle MaresGlowforge, the Seattle-based creator of the iconic 3D laser printer, has announced that Michelle Mares has joined the company as Head of Marketing. Mares joins the company from Nordstrom Rack, where she served as Director of Marketing. Previously, she spent eight years in the video games industry leading consumer marketing efforts for both Xbox LIVE and Nintendo, including the award-winning “Wii would like to play” campaign for the launch of the Nintendo Wii.“When I first heard about Glowforge and the consumer excitement generated through their crowdfunding campaign, and then saw the amazing things Glowforge customers are creating and sharing organically every day, I knew this product was something I wanted to be involved in,” said Mares. “It’s a marketer’s dream to work on disruptive technology that delights customers and fuels people’s creativity. The 3D laser consumer space is currently unchartered territory and Glowforge is clearly leading the way.”“When we think about marketing at Glowforge, we ask ourselves a simple question: how can we serve our amazing customers as we help new people learn about our product?” said Glowforge CEO Dan Shapiro. “We’ve searched around the world for the right marketing leader for our customers, our product, and our company. I knew Michelle could take this to the next level when she recognized immediately what Glowforge is about: not a robot with laser beams, but an opportunity for people to create things in ways they’ve never done before, and change their lives for the better in the process.”Glowforge’s launch set the record for the largest 30-day crowdfunding campaign in history with $27.9 million in pre-orders. Glowforge recently announced more than $70 million in total sales and the launch of its Proofgrade™ materials line, offering custom hardwoods, plywoods, veneer, acrylic, and leather with smart coding.Glowforge has 70 employees and will hire dozens more in the coming months in roles ranging from computer vision to data science to customer success. (photo: Michelle Mares)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La tecnologia laser italiana sbarca in Brasile

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 gennaio 2018

san paolo brasileCon il supporto assicurativo di SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, CYLASER ha esportato macchinari in Brasile per 1,5 milioni di euro.L’intervento di SACE ha consentito alla PMI vicentina, leader nella fabbricazione di impianti per il taglio laser in fibra ottica e sistemi di saldatura, di offrire al cliente brasiliano dilazioni di pagamento competitive, assicurandosi contro il mancato pagamento per cause di natura commerciale e politica, e di ottenere liquidità immediata attraverso la cessione pro soluto dei crediti assicurativi.“Forte dell’esperienza acquisita negli anni e del proprio know-how, l’azienda ha deciso di ampliare la propria produzione aprendosi ai mercati internazionali” – ha dichiarato Martina Campana, Amministratore di CYLASER –. Anche grazie a SACE, CYLASER sta operando in America Latina, con una particolare attenzione al Brasile, un mercato con ottime prospettive per il futuro”. CYLASER è attiva dal 2004 nella produzione e commercializzazione di impianti industriali per il taglio laser in fibra di metalli e offre soluzioni personalizzate di automazione e movimentazione pezzi che contribuiscono al raggiungimento di alti livelli di produttività.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce renaissance per il rinascimento della medicina estetica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

medicina-estetica“Renaissance rappresenta il presente ed il futuro dell’eccellenza laser italiana – afferma l’Ing. Paolo Salvadeo, Direttore Generale di El.En. SpA a cui DEKA e Quanta System appartengono. Ispirati dagli stessi valori del Rinascimento fiorentino, il nostro obiettivo è diventare artefici di una potente rinascita attraverso sistemi laser d’avanguardia, con cui migliorare la qualità di vita delle persone, creando al contempo opportunità, nuovi posti di lavoro ed un circolo virtuoso per dare spinta, anche partendo dal nostro settore, al rilancio economico del paese. Per farlo abbiamo unito le forze sul campo, i migliori prodotti di entrambe le aziende, mettendo a fuoco l’esperienza trentennale di due importanti realtà leader nella progettazione, produzione e commercializzazione di laser per applicazioni nei settori medicale ed estetico. DEKA e Quanta System, dopo aver conquistato separatamente importanti fette di mercato, hanno deciso di unirsi e dare vita ad un colosso con cui conquistare una vera leadership sul mercato italiano”. Il direttore commerciale di Renaissance, Lapo Cirri, ha dichiarato, al lancio del nuovo progetto, avvenuto il 16 gennaio a Firenze: “Siamo orgogliosissimi di questa operazione. Renaissance è una risposta fortissima a una precisa domanda che si è manifestata negli ultimi anni da parte del mercato. La tendenza in corso vede infatti crescere sempre di più la spesa degli italiani per la cura di sé.Secondo i più recenti dati di Cosmetica Italia, nel 2015 gli italiani hanno speso oltre 9,7 miliardi di euro in prodotti per la bellezza. Un trend confermato anche dal fatto che l’Italia è il settimo paese al mondo per numero di trattamenti medico-estetici effettuati con apparecchiature elettromedicali: secondo l’International Society of Aesthetic Plastic Surgery Isaps nel 2015 sono stati eseguiti quasi 280 mila trattamenti di Medicina Estetica contro 139 mila interventi di chirurgia estetica”. Termina Cirri affermando: “Renaissance è un’opportunità unica che vogliamo sfruttare ora, più che mai, creando forti sinergie all’interno di El.En., un gruppo che tra le altre cose, oggi capitalizza circa 450 Milioni di Euro”.
DEKA nasce nel 1991 come spin-off della società El.En. affermandosi subito tra le aziende leader nella progettazione, produzione e nella commercializzazione di laser per applicazioni dermatologiche, di medicina estetica e chirurgiche (anche in campo oncologico).
Quanta System è un’azienda nata nel 1985, con sede a Samarate (Va). Dal 2004, appartenente al gruppo El.En., Quanta è tra le prime aziende al mondo nella produzione di laser e piattaforme fotoniche uniche per tre settori scientifici: medicina estetica, chirurgia e arte. Negli ultimi 20 anni si è affermata come leader nello sviluppo e nella produzione di una vasta gamma di sistemi Laser per la Dermatologia, la Medicina Estetica e la Chirurgia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fantascienza in laboratorio: un fascio laser “attrattivo”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 agosto 2016

Pterapia laserarma. Il concetto di un ”tractor beam“ è ben rappresentato nei film di fantascienza in cui un fascio di luce viene utilizzato per intrappolare e trainare navi spaziali nemiche.Nel lavoro Quantum coherent tractor beam effect for atoms trapped near a nanowaveguide recentemente apparso su Scientific Reports (Springer-Nature Publishing Group), Sandro Wimberger del Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra dell’Università di Parma, in collaborazione con due gruppi giapponesi dell’Università di Tohoku e dell’Okinawa Institute of Science and Technology, propone la realizzazione di un fascio di luce laser che attrae e intrappola oggetti quantistici. Il fascio laser attrae e trattiene elementi molto piccoli, singoli atomi o ”condensati“ di atomi freddi, anziché navicelle spaziali. L’originalità del lavoro consiste nel poter controllare più facilmente gli atomi e studiare effetti quantistici ignoti, sulla scala della stessa lunghezza d’onda utilizzata per creare il fascio. Infine, si assisterebbe ad una nuova forma di interazione tra la luce e materia, cioè tra la luce che attraversa la fibra (in grigio nella figura) e gli atomi (blu) molto vicini alla fibra.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corso di perfezionamento per medici di medicina estetica

Posted by fidest press agency su sabato, 14 Mag 2016

cellulite-centro-medicina-estetica-roma-centroPer la prima volta in Italia arriva un corso di perfezionamento, istituito dall’Università degli Studi dell’Insubria in collaborazione con Quanta System, che permette a medici specializzati in medicina estetica, di apprendere nuovi utilizzi delle più avveniristiche tecniche laser Dalle Guerre Stellari ai banchi dell’università, per imparare a diventare emuli dei protagonisti della nota saga di George Lucas e con cui permettere a medici specializzati in medicina estetica di risolvere anche i casi più difficili e delicati grazie alla più avveniristica tecnologia laser. Tutto questo è possibile con il primo corso di perfezionamento sulle tecnologie laser realizzato in Italia dal Dipartimento di Scienze Chirurgiche e Morfologiche dell’Università degli Studi dell’Insubria in collaborazione con Quanta System, azienda italiana con sede a Solbiate Olona, appartenente al gruppo El.En. (Segmento Star di Borsa Italiana – ELN.MI), tra i più importanti produttori mondiali di laser medicali, industriali e scientifici.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un laser Made in Italy per salvaguardare il patrimonio artistico della Cina

Posted by fidest press agency su sabato, 5 dicembre 2015

incontro delegazioneIn volo da Malpensa verso Pechino per salvaguardare il patrimonio artistico del Paese del Dragone grazie alla più avveniristica tecnologia Made in Italy. E’ notizia di questi giorni, infatti, che una delegazione tutta italiana è stata scelta dalla Cina per un importante progetto di amicizia e gemellaggio tra i beni artistici e culturali dei due paesi. Di tale delegazione, chiamata “Beni Artistici”, capeggiata dal Professor Leonardo Masotti, fa parte la varesina Quanta System SpA, del Gruppo El.En. (Segmento Star di Borsa Italiana ELN.MI), la quale, informata di essere stata prescelta dalle autorità cinesi, ha deciso con orgoglio di proporre la donazione alla Cina di un laser per il restauro conservativo. Tale gesto, oltre che fortemente simbolico, farà sì che parte del tesoro artistico e culturale che racconta la millenaria storia della Repubblica Popolare Cinese potrà ritornare al proprio originario splendore.Si tratta di un patrimonio di inestimabile valore che ha visto protagoniste le diverse dinastie dell’Impero e che ora, come testimonia un allarme lanciato la scorsa estate dal Governo cinese, rischia di finire schiacciato dal peso dell’incuria e del tempo. Quanta System è stata la prima, tra tutti, ad accogliere l’appello di Xi Jinping, presidente della nazione più popolosa del mondo, mettendo a disposizione quanto di meglio è stato realizzato dopo anni di ricerca da uno staff di ingegneri e tecnici. Questa tecnologia, infatti, è in grado di operare con efficacia senza pari su superfici marmoree, legni, stucchi, ori, bronzi, carte antiche, superfici policromatiche, dipinti, quadri ed affreschi.L’intervento in Cina non è il primo del suo genere eseguito con i laser della Quanta e del Gruppo El.En.: è di poche settimana fa, infatti, la riapertura del Battistero di Firenze, in parte tirato a lucido con la stessa tecnologia. Recentemente con i laser di Quanta System sono stati effettuati restauri di preziosi sarcofaghi egizi della XXI Dinastia conservati presso i Musées Royaux d’Art et d’Histoire di Bruxelles, della Torre di Pisa, degli affreschi della Villa dei Misteri di Pompei, e di moltissime opere conservate nei Musei Vaticani, dove questa estate è iniziato il lavoro per riportate al loro antico splendore 500 tra statue, busti ed opere scultoree dei Giardini, sempre mediante laser donati da Quanta System, questa volta al Sommo Pontefice.Tra l’altro, il 30 novembre 2015, proprio in virtù del suo impegno nel mondo come portabandiera del restauro conservativo mediante i laser, Quanta System ha ottenuto una importante onorificenza, da parte del comune di appartenenza: la Cittadinanza Onoraria. ”Per avere onorato il nome della città di Solbiate Olona nel mondo, oltre che lo spirito d’impresa, l’ingegno e la cultura italiani, prodiga nel fornire tecnologie laser anche per il restauro di opere importantissime, patrimonio dell’umanità”.A rendere possibile l’intervento in Cina sarà il laser “Thunder Art”, operante con tre colori (lunghezze d’onda), a 1064 (infrarosso), 532 (verde) e 355 nanometri (ultravioletto).
L’Associazione CPAFFC – Chinese People Association for Friendship with Foreign Countries, dopo essersi consultata con le massime autorità governative cinesi, renderà infine noto a quale istituzione verrà assegnata la preziosissima apparecchiatura. E’ prevista una delegazione che si recherà a Pechino, della quale farà parte l’Ing. Paolo Salvadeo, CEO di Quanta System. Con lui saranno presenti la signora Maria Moreni, presidente dell’Associazione Physeon che patrocina i marchi High Quality Italy e High Quality China, con altri alti dirigenti della Camera dei Deputati e della Presidenza del Consiglio dei Ministri.La donazione del laser Thunder Art è stata preannunciata ai dirigenti cinesi, capi delegazione, durante l’incontro bilaterale “CPAFFC – ITALY DAY “, tenutosi il 27 Novembre presso la Regione Lombardia. (foto: incontro delegazione)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Laser Florence 2015: nell’anno della luce, i progressi del Laser

Posted by fidest press agency su martedì, 3 novembre 2015

laserflorenceFirenze 5-6 novembre Auditorium di Sant’Apollonia (via San Gallo 25/a). Le ultime importanti scoperte e i più interessanti sviluppi dell’uso del laser in medicina saranno al centro della XXVIII edizione di Laser Florence, il congresso internazionale di Medicina Laser che si terrà a Firenze il 5, 6 e 7 novembre e che riserva in questa edizione alcune importanti novità.A oltre mezzo secolo di distanza dalla scoperta del laser, più di duecento medici, ricercatori e scienziati provenienti da tutto il mondo si ritroveranno all’Auditorium di Sant’Apollonia (via San Gallo 25/a), nel cuore del centro storico di Firenze, e alla presenza di molti dei più importanti pionieri mondiali del settore presenteranno la rassegna aggiornata dell’uso del laser in campo dermatologico, della riabilitazione neurologica, dell’odontoiatria, della chirurgia e medicina estetica e da quest’anno, per la prima volta, anche in quello della veterinaria.Particolarmente interessanti si preannunciano come sempre gli sviluppi sul programma di trattamento con il laser delle lesioni spinali traumatiche portato avanti dal professor Leonardo Longo e dalla sua equipe a Firenze.
Anche nel campo delle malattie neurodegenerative una speranza arriva proprio dalla luce: sembra infatti, che l’irradiazione laser di certe regioni cerebrali sia in grado di offrire ai pazienti trattati significativi indici di miglioramento della funzione cognitiva e della personalità, con un generale miglioramento della qualità di vita.Accanto a temi delicati come questo (e come anche quello legato alla risoluzione degli inestetismi dovuti a cicatrici particolarmente importanti o evidenti), si presentano quest’anno alcune applicazioni particolari del laser, come quella nella lotta al russamento (prima causa di divorzio in America e fonte frequente di problemi relazionali), all’incontinenza urinaria e all’acne.Saranno inoltre discusse le ricerche, le scoperte e le innovazioni dei più importanti luminari della medicina laser mondiale, che completeranno il programma del congresso spaziando in tutti i settori d’applicazione.La IALMS, fondata a Firenze nel 2000, è presieduta dal prof. Leonardo Longo, medico chirurgo specialista e professore in Laser Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi Biomedici di San Marino, e presso diverse università in tutto il mondo e autore di centinaia di articoli scientifici pubblicati su riviste scientifiche internazionali accreditate.Laser Florence ha chiesto e ottenuto il patrocinio del Ministero della Salute e dell’Unesco, che ha proclamato il 2015 l’anno della luce. Proprio in rappresentanza dell’Unesco, alla cena di gala del Congresso prevista per sabato 7 novembre alle ore 21 presso Villa Viviani, la soprano Katerina Mina canterà l’inno ufficiale dell’anno della luce “Rainbow of Light”, accompagnata da Linda Lemon, autrice della canzone. (laserflorence)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il nuovo laser a picosecondi a doppia lunghezza d’onda si è dimostrato efficace e sicuro nella rimozione dei tatuaggi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 settembre 2015

tatuaggiotatuaggio1Oggi tatuarsi va molto di moda. Un tatuaggio si fa per comunicare qualcosa di sé e, al tempo stesso, è un modo per lasciare il segno delle esperienze sulla propria pelle. Eppure, con il trascorrere degli anni e dei cambiamenti di vita, un tatuaggio può diventare noioso o insopportabile. Adesso cancellarlo per sempre si può.La nuova generazione di laser a picosecondi con doppia lunghezza d’onda, già disponibile in Italia, consente attraverso l’utilizzo di impulsi ultra brevi una più efficace rimozione dei tatuaggi policromi e resistenti ai trattamenti standard, oltre che delle lesioni pigmentate benigne su ogni tipo di pelle.“Il laser a picosecondi a doppia lunghezza d’onda – sottolinea il dott. Filippo Pinto, Dermatologo, Responsabile della Pinto MedicalSpa, Centro Laser Dermatologico di Roma e consulente scientifico di Syneron Candela – rilascia sulla cute impulsi a picosecondi ultra brevi, garantendo una frammentazione ottimale delle particelle di pigmento. Con un numero inferiore di sedute e minore dolore rispetto ai sistemi convenzionali, quindi, tali trattamenti sono ben tollerati dai pazienti che assistono a tempi di recupero decisamente ridotti rispetto a vent’anni fa. E’ da sottolineare, inoltre, che l’utilizzo di laser a picosecondi non ha determinato esiti cicatriziali o effetti collaterali di lunga durata ad ulteriore conferma del suo elevato profilo di sicurezza nel trattamento per la rimozione dei tatuaggi”.
Se in Europa si calcola che circa il 20% degli adulti si è tatuato almeno una volta nella vita, secondo i dati emersi dalla recente indagine dell’ISS, nel nostro Paese ci sono 7 milioni di tatuati e, tra questi, circa il 17% ha dichiarato di voler rimuovere un tatuaggio e il 4,3% dei pentiti lo ha già cancellato.“Gli impulsi ultra brevi del laser a picosecondi – aggiunge il dott. Luigi Coricciati, Dermatologo, Responsabile del Centro “Coricciati Medical Group” di Martano (Lecce) e consulente scientifico di Syneron Candela – rappresentano l’elemento fondamentale che determina gli ottimi risultati ottenuti con questa tecnica nei trattamenti per la rimozione dei tatuaggi. Il laser a picosecondi con una doppia lunghezza d’onda, grazie ad un minor trasferimento di calore sulla pelle, riduce al minimo gli effetti collaterali nella più ampia gamma di fototipi. La ricerca scientifica, infatti, ha dimostrato che minore è la durata dell’impulso, maggiore è l’efficacia nel convertire l’energia del laser in sollecitazioni meccaniche necessarie alla frammentazione delle particelle. Ne consegue che più il frammento è piccolo e più è facile per il corpo eliminarlo in tempi rapidi ed ottenere così un migliore risultato in termini di clearance”.Il sistema laser a picosecondi non è utilizzato soltanto per la rimozione dei tatuaggi, ma anche per i trattamenti del viso e del décolleté: attraverso l’applicazione di un ulteriore dispositivo, presto anche in Italia sarà possibile intervenire con nuove tecniche di ringiovanimento assicurando risultati eccezionali in tempi rapidi.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Multe semafori laser

Posted by fidest press agency su domenica, 20 settembre 2015

semaforoIl ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nel parere n. 3805/2015, ha sostenuto che i dispositivi count down “devono essere sottoposti a procedura di approvazione”, ma, non essendo ancora stato emesso il decreto ministeriale, “alla data odierna non sono ancora stati omologati”, pertanto, “nelle more di futuri procedimenti di omologazione, non è possibile installare i dispositivi”. Non solo, si comunica anche “che non è possibile installare dispositivi che variano il ciclo semaforico in relazione alla velocità di percorrenza dei veicoli, non essendo tali sistemi previsti dalle attuali norme” e che i dispositivi count down “non devono interferire con alcun dispositivo di controllo delle infrazioni al semaforo, né con il semaforo rosso”.
“Ora tutti gli automobilisti che sono stati multati con semafori attivati dal rilevamento della velocità dei veicoli in arrivo, possono far ricorso al Prefetto entro 60 giorni dal ricevimento della multa, allegando il parere del Ministero, chiedendo l’annullamento della sanzione. La nostra associazione è a disposizione per chiarimenti” ha dichiarato Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori. L’associazione di consumatori, però, fa ulteriori richieste al ministero e ai prefetti:
1) i proventi delle multe già incassate indebitamente dai comuni vanno restituiti ai consumatori e, soprattutto, vanno restituiti i punti della patente.
2) i comuni devono annullare le multe con un provvedimento di autotutela, per non costringere i multati a presentare migliaia di ricorsi al Prefetto, intasando gli uffici. Per questo si chiede al Ministero di emanare un decreto ad hoc che li costringa a restituire il maltolto.
3) i Prefetti ed il Ministero devono far rimuovere tutti quei semafori che fanno scattare il rosso quando si supera una certa velocità e di cui ormai l’Italia è piena. “Una pratica che non solo, come chiarito con questo parere, è illegale, ma anche pericolosissima. E’ di tutta evidenza, infatti, che se un automobilista incosciente va troppo forte, facendo scattare apposta il rosso si corre il rischio che il veicolo non riesca a fermarsi in tempo, prima dell’incrocio, aumentando la possibilità di incidenti” ha concluso Dona.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il laser al triborato di litio per l’ipertrofia prostatica benigna

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 Mag 2015

taorminaTaormina dal 28 al 30 maggio 2015 a Taormina la Sicilia in prima linea con Greenlight, il laser al triborato di litio, l’unico che per la prima volta guarisce, in anestesia spinale e con dimissione in 24 ore, l’ipertrofia prostatica benigna, un disturbo che colpisce l’80% degli italiani over-50, proteggendone il cuore e l’amore.”L’innovativa metodica”, spiega il professor Giuseppe Morgia, Direttore della Clinica Urologica dell’Università di Catania, Presidio Ospedaliero Policlinico Vittorio Emanuele, “già in uso nel nostro Centro a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale vanta una casistica di oltre 3 mila interventi effettuati con successo e in tutta sicurezza anche in pazienti affetti da malattie cardiovascolari, della coagulazione del sangue e i portatori di stent endocoronarici in terapia con farmaci anticoagulanti e/o antiaggreganti, che non sono più costretti a sospenderli, come avviene con la chirurgia tradizionale. In futuro l’intervento laser si potrà effettuare in ambulatorio e per ora ha già abbattuto le liste di attesa”.
Con il laser al triborato di litio o laser verde, l’Unità urologica del policlinico di Catania , già nota per l’impiego di avanzate tecniche di chirurgia mininvasiva, è tra i centri di riferimento in Sicilia per la cura dell’ipertrofia prostatica benigna (IPB), un problema sociosanitario destinato a crescere con l’incremento della popolazione maschile in età a rischio. Dice Morgia : “Sono sovente i malati stessi che chiedono il laser perché hanno ascoltato l’esperienza di pazienti già operati con piena soddisfazione. “.
LA MALATTIA PIÙ DIFFUSA TRA GLI UOMINI “L’ipertrofia prostatica benigna, IPB, è l’ingrossamento della prostata”, spiega il professor Morgia, “è la malattia urologica più diffusa negli uomini destinata ad aumentare sempre di più a causa dell’invecchiamento della popolazione, tanto che in Italia si pone ai primi posti per diagnosi effettuate ogni anno, seconda solo all’ipertensione arteriosa. L’IPB incide pesantemente sulla qualità di vita, con sintomi che vanno dalla difficoltà a urinare, all’insopprimibile urgenza con frequenza minzionale anche notturna, così da disturbare pesantemente il sonno di chi ne è vittima. Infine, nei casi più seri, porta alla completa ritenzione urinaria e richiede l’urgente ricorso al catetere per lo svuotamento della vescica. L’IPB determina anche disfunzioni sessuali, impotenza e problemi di eiaculazione”. Quando la prostata si ingrossa, ostacolando e ostruendo il passaggio dell’urina e i farmaci non sono più sufficienti è allora necessario asportare chirurgicamente il tessuto in eccesso.
UNA LUCE AL POSTO DEL BISTURI E L’IPERTROFIA EVAPORA – “La nuova metodica Greenlight, messa a punto negli Stati Uniti, sfrutta l’azione di un potente laser al tribolato di litio ad alta energia (180 W) con una lunghezza d’onda di 532 nm, che vaporizza con precisione millimetrica solo l’eccesso di tessuto prostatico, trasformandolo in vapore. L’intervento mininvasivo si effettua per via endoscopica in anestesia spinale. La fibra laser, introdotta dal pene nell’uretra attraverso un sottile cistoscopio, vaporizza con estrema precisione l’area interessata senza provocare sanguinamento. La maggior parte dei pazienti torna a casa dopo una notte di ricovero e riprende le normali attività nel giro di pochi giorni. Il laser verde non causa emorragie in quanto determina una coagulazione immediata dei tessuti, non causa incontinenza urinaria, impotenza ed evita le recidive”.
PROBLEMA RISOLTO IN UN GIORNO Greenlight è l’unica metodica che per la prima volta risolve il disturbo in un solo giorno con dimissioni in 24 ore. La maggior parte dei pazienti torna a casa dopo una notte di ricovero e riprendere le normali attività nel giro di una settimana. Il decorso post-operatorio è migliore rispetto alla Turp, la resezione endoscopica della prostata, l’intervento più eseguito finora ma che può causare complicanze. Greenlight grazie all’assenza di perdite ematiche riduce dal 26% al 3% il ricorso a trasfusioni. Si ha immediata risoluzione dei sintomi, la ripresa immediata della minzione, il ricorso al catetere per meno di 12 ore – contro le 72 della Turp -, degenza di una sola notte (con evidente risparmio di posti letto e quindi di costi per il Servizio Sanitario) e ripresa della normale attività nel giro di pochi giorni. Secondo recenti dati del Ministero della Salute, la degenza media con tecniche standard va da 4,9 a 7,4 giorni mentre con il laser va da 2,1 a 3,3 giorni. La maggior parte degli uomini operati con laser riprende la vita normale in breve tempo tornando anche prima al lavoro con un risparmio del 50% delle giornate lavorative perse per interventi alla prostata.
L’UNICO LASER CHE PRESERVA IL CUORE Precisa il professor Morgia “Rispetto alla Turp, l’intervento chirurgico più impiegato negli ultimi 50 anni, che può causare emorragie e richiedere trasfusioni, Greenlight, grazie all’istantanea coagulazione dei vasi che evita sanguinamento, è l’unico laser che ci consente di operare in assoluta sicurezza anche pazienti ad alto rischio come quelli con malattie cardiovascolari, della coagulazione e i portatori di stent endocoronarici che non sono più costretti a sospendere la terapia anticoagulante e/o antiaggregante (come invece avviene per gli interventi chirurgici tradizionali, Turp compresa e gli altri laser ). Il laser verde è anche indicato nei pazienti con pacemaker, perché evita il ricorso all’elettrobisturi, generatore di quelle onde elettriche che possono interferire con la stimolazione dei pacemaker cardiaci”.
IL SESSO E’ SALVO “Nessun paziente sessualmente attivo ha sviluppato impotenza dopo l’intervento con Greenlight: il laser infatti non causa danni ai nervi dell’erezione, quelli che si trovano a ridosso della prostata, non causa incontinenza ed evita recidive, a conferma che la metodica offre reale e definitiva soluzione per l’IPB”. Il nuovo laser che rimuove il tessuto vaporizzandolo evita il ricorso alla frantumazione delle aree trattate, al fine di poterne estrarre i frammenti attraverso il canale uretrale, con possibili rischi correlati.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The Route des Lasers brings eight innovative firms to Photonics West and BIOS 2015

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 gennaio 2015

san franciscoThe Route des Lasers will be at booth 1323 at Photonics West and at booth #8310 at BIOS, February 7 – 12, in San Francisco, California  The Route des Lasers, a competitiveness cluster exclusively for photonics companies, today announces it will join eight of its emerging technology firms exhibiting their latest innovations at Photonics West and BIOS 2015. The innovations will span a range of light-based technologies and systems for present day and future applications. They cover everything from healthcare and consumer products to materials processing for advanced manufacturing, lighting and quantum computing.The Route des Lasers sees the US as a highly important and attractive market for photonics technologies; the main driver of innovation in the 21st century according to the European Commission. The majority of French photonics firms export. Exports represent 70 per cent of their of their production, approximately €7 billion in annual sales (source: upcoming Photonics Market Study, the French Ministry of the Economy, Finances and Industry’s Directorate General for Enterprises).Participation at Photonics West and BIOS, where 20,000 attendees are expected, creates an opportunity for them to demonstrate the technological appeal underlying their innovations to international audiences.“The Route des Lasers is excited about the remarkable innovations that its cluster members will exhibit at both BIOS and Photonics West next month. Our participation further builds on the worldwide recognition French photonics has garnered in aerospace, biomedical, automotive, telecommunications, defense and security, instrumentation and industrial processes and other fields,” said Herve Floch, VP of the Route des Lasers competitiveness cluster. “Visitors will see super resolution microscopes, new ultrafast lasers showing the ultimate in beam quality, deformable mirrors for wave-front correction of intense laser beams and learn about the 3D printing of human skin, among others. We expect high interest in our innovations on show this year from system integrators, researchers, OEMS or anyone developing photonics materials and processes. We also aim to leverage this interest by seeking new cluster collaborations.”The Route des Lasers will be at BIOS booth #8310 and Photonics West booth #1323. It will host two cocktail events: BIOS on Saturday, February 7 at 4:00pm and Photonics West on Wednesday, February 11 at 4:00pm onwards.Based in Bordeaux, France, the Route des Lasers competitiveness cluster has become one of Europe’s highest concentrations of scientific expertise in photonics. This includes developing and building one of the two largest ever laser facilities: the Laser Megajoule (LMJ), which the French Prime Minister Manuel Valls officially launched in October 2014.The Route des Lasers’ upcoming partnership with the French Tech Hub in San Francisco is one of the steps the cluster is also taking to reinforce the presence of its photonics firms in the US market. It will be coordinating regional events to celebrate the ‘International Year of Light and Light-based Technologies’.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terapia laser

Posted by fidest press agency su martedì, 28 ottobre 2014

terapia laser​Il Laser è luce, la luce dà o ridà la vita. Ormai questo si puo’ affermare con certezza nel 2014. Parliamo, infatti, dei risultati della terapia laser in persone che non camminavano. Quanti dei pazienti curati da lei sono guariti in modo completo, quanti in modo parziale, e con quanti invece la terapia non ha funzionato? Finora ho curato con la terapia laser oltre 250 casi di lesioni spinali. In 5 casi non si è ottenuto nessun risultato dopo un ciclo di trattamento, mentre 26 pazienti sono tornati a camminare. Tengo pero’ a precisare che nessuno di questi pazienti corre e tutti camminano con tutori, deambulatori o bastoni, oppure zoppicano. Una cinquantina di pazienti non hanno proseguito il trattamento, non per mancanza di risultati ma per altri fattori, anche economici, e soprattutto per poca pazienza. La terapia laser infatti è lenta e i risultati si vedono dopo mesi di terapia associata alla imprescindibile fisioterapia adattata a ciascun paziente. In proposito, in questi giorni giornali e tv hanno dato notizia di un caso che ha generato molta confusione, in quanto trattava di un paraplegico che ha recuperato e risolto la lesione dopo un trattamento con cellule staminali in Polonia. Ma non ha fatto solo questo, in realtà si è sottoposto anche a cicli di terapia laser e ha usato la fisioterapia riabilitativa secondo il metodo Dikul, addirittura ha fatto anche delle iniezioni di GH. Inoltre il recupero non è stato immediato dopo la cura con le staminali come hanno detto i media, ma graduale in due anni, quindi simile a quello che accade ai nostri pazienti, dove vediamo miglioramenti lenti e progressivi e ad ogni ciclo vediamo riprendere la sensibilità motoria e sensoriale, che dopo la cura non regredisce. Ultima novità di questi mesi, ci siamo procurati una serie di strumentazioni obiettive per misurare tono, trofismo e forza dei vari muscoli chiave, per ottenere una valutazione più possibile precisa dei risultati, grazie ai quali riusciamo anche a consigliare un programma di fisioterapia il più possibile specifico per il singolo paziente e per i singoli muscoli. Lei ha parlato del paziente che è riuscito a camminare con una serie di cure, secondo lei possono coesistere le cure di una terapia laser e cellule staminali? Certo che possono e sono anche sinergiche, così come senz’altro lo sono la terapia laser e la fisioterapia riabilitativa evolutiva, che devono essere eseguite insieme, perché la terapia laser stimola enormemente i muscoli, ed è di qualche mese fa uno studio condotto a Bethesda che ci dice che ogni volta che noi irradiamo la muscolatura con i laser otteniamo un netto potenziamento della forza e della resistenza della muscolatura stessa, ma se poi non la facciamo funzionare con la ginnastica e la fisioterapia è come mettere la benzina in un auto e non guidarla. Quindi devono essere terapie sinergiche. Le cellule staminali sono un altro discorso, sono anche queste una terapia rigenerativa, noi abbiamo esperienze con centri esteri di pazienti che si sono sottoposti all’innesto di cellule staminali, ma ci sono due problemi, prima di tutto a mio avviso è un tipo di terapia da consigliare esclusivamente a persone di almeno 30 anni perché prima il soggetto fabbrica da solo moltissime staminali, non c’è bisogno di aggiungerne. Inoltre questa terapia può essere utile nelle persone anche giovanissime che hanno della tetraplegia totale con risultati lenti con altre terapie. Ecco questi a mio avviso sono i due tipi di pazienti che dovrebbero essere sottoposti all’autoinnesto di cellule staminali. Questo autoinnesto deve essere fatto in maniera il meno possibile traumatica, soprattutto non a lesione fresca perché in tal caso le cellule staminali si trasformano in cellule antinfiammatorie e non in cellule nervose. Dal 2006 io ho un brevetto sul trattamento laser delle cellule staminali inleonardo longo compartecipazione con la FDA degli Stati Uniti e due Colleghi della Universita’ di Bethesda perché abbiamo dimostrato che trattando in un certo modo e con un determinato tipo di laser ad un certo dosaggio le cellule dei tessuti esse si trasformano rapidissimamente in cellule staminali che sono anche in parte totipotenti .Si potrebbero quindi in questo modo ottenere molto velocemente cellule staminali, senza impiegare giorni o mesi.
Ma i laser possono indurre il cancro o peggiorare le lesioni ? Assolutamente no, questa cosa e’ stata ben dimostrata ormai da cinquant’anni! Chi afferma il contrario lo fa per ignoranza dell’argomento, associata alla presunzione di dare giudizi e sentenze su ciò che non conosce. C’ e’ poi la malafede, la gelosia professionale ed altre cose che non val la pena ricordare. E purtroppo questo e’ un tipico e frequente comportamento italiano!
Ultima domanda, quanto può essere lunga una terapia laser Facendo una media sui 250 casi di cui ho parlato posso dire che ci vogliono circa 150 applicazioni laser per arrivare a dei risultati importanti a livello sensoriale e motorio. In realtà però non esistono due lesioni spinali uguali, ognuna è diversa e ogni paziente durante i cicli ha bisogno di variare numero di sedute, dosaggi e altri parametri . Abbiamo intervistato il professor Leonardo Longo, luminare fiorentino: E’ un medico chirurgo ed endocrinologo. Insegna Laser Medicina e Chirurgia Estetica presso l’Università degli Studi Biomedici di S.Marino. Dal 1995 al 2010 ha insegnato Laser Chirurgia e Medicina presso la Scuola di Chirurgia Generale dell’Università di Siena. È stato Visiting Researcher Professor presso l’Università di Bethesda e Vanderbilt negli USA, l’Università Czeske Budejovice, Kladno e Praga nella Repubblica Ceca, l’Università di Vilnius in Lituania. È attualmente direttore scientifico dell’Istituto di Laser Medicina di Firenze (I.L.M.), Presidente fondatore dell’International Academy for Laser in Medicine and Surgery (I.A.L.M.S.), Fellow di 28 società scientifiche, Socio Onorario di 5, Presidente della International Society for Laser Surgery and Medicine (I.S.L.S.M.) per i bienni 2005-2007 e 2007-2009 e della International Photo Therapy Association per il biennio 2008-2010. È Presidente eletto della World Federation of Societies for Laser Medicine and Surgery (W.F.S.L.M.S.) per il quadriennio 2013-2017. (leonardo longo, terapia laser)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le tecniche innovative di Microdentistry al VI meeting “Laser Day”

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 novembre 2013

Laser

Laser (Photo credit: mrebert)

Milano giovedì 28, e venerdì 29 novembre 2013 Si rinnova il tradizionale appuntamento che annualmente riunisce a Milano, presso l’ISI, in via Pace 21, esperti e neofiti della terapia laser-assistita in odontostomatologia e il dottor Francesco Martelli è stato invitato a portare la propria esperienza di direttore scientifico dell’Istituto di Ricerca fiorentino all’avanguardia nell’applicazione delle nuove metodologie.
Coordinerà l’evento il professor Rolando Crippa, direttore del reparto di Laserterapia e Patologia Orale dell’ISI e autore di importanti articoli scientifici e testi universitari. Nella giornata di giovedì sarà dato spazio alla pratica mentre quella di venerdì sarà dedicata all’aggiornamento.Il dottor Martelli, fondatore di Microdentistry, e anch’egli autore di testi e numerosi articoli scientifici sull’argomento, terrà una relazione sull’uso del laser nel trattamento della peri-implantite, patologia che interessa oltre il 50% degli impianti dentali.L’argomento è di estremo interesse visto l’altissimo numero di impianti che ogni anno vengono utilizzati in odontoiatria e considerato il fatto che non esistono in letteratura protocolli per la prevenzione e il trattamento della peri-implantite. L’incontro è alla sua sesta edizione e ogni anno si arricchisce di partecipanti e di relatori, ognuno con alle spalle anni di esperienza e ricerca nel campo della tecnologia laser. L’evento precongressuale del giovedì sarà riservato ai medici chirurghi-odontoiatri che avranno la possibilità di eseguire alcune prove pratiche, mentre venerdì 29 novembre il Meeting sarà esclusivamente teorico e aperto anche agli igienisti dentali.L’utilizzo della tecnologia laser ha permesso, negli ultimi anni, un grande salto di qualità in tutti i campi dell’odontoiatria, rendendola meno invasiva, più confortevole, più predicibile nei risultati, meno costosa e più gradita ai pazienti.
L’evento, organizzato dall’Istituto Stomatologico Italiano in collaborazione con DMT (Dental Medical Technologies), è patrocinato dall’ANDI (Associazione Nazionale Dentisti Italiani), dall’AIDI (Associazione Igienisti Dentali Italiani), dall’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Milano, dalle associazioni IAHT (International Academy of High Tech) e AIOLA (Associazione Italiana Odontoiatria Laser Assistita).www.microdentistry.it

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Laser terapia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 novembre 2013

Laser

Laser (Photo credit: mrebert)

3°Congresso “Nuovi metodi e tecnologie in medicina” che si terrà a Terni dall’8 al 9 Novembre prossimi presso l’Azienda Ospedaliera di Terni.
La metodica trova sempre più applicazione nel trattamento delle patologie cardiovascolari, respiratorie e metaboliche.
Il Congresso “Nuovi metodi e tecnologie in medicina” che si terrà a Terni dall’8 al 9 Novembre prossimi presso la sala conferenze dell’Azienda Ospedaliera S. Maria, sarà l’occasione per definire le raccomandazioni Nazionali sulla Laser Terapia endovena a bassa potenza. Una metodica che negli ultimi anni ha consentito di aprire nuovi orizzonti nel trattamento delle patologie cardiovascolari (ipertensione, arteriopatie obliteranti, cardiopatie ischemiche, ictus etc.), respiratorie (asma,bronchiti, enfisema etc.) e metaboliche (diabete, ipercolesterolemia etc.) e che necessita quindi di standard condivisi e definiti per la sua applicazione in medicina.
Durante la due giorni di Terni saranno trattate in maniera esaustiva tecnologie, procedure diagnostiche e terapeutiche disponibili in campo medico, partendo dell’utilizzo della laser terapia a bassa potenza e della metodica HIFU fino a esplorare le nuove prospettive per il diabete mellito tipo 2. I lavori congressuali sono organizzati dall’International Society for Medical Laser Application e dall’International Medical Laser Association con il coordinamento di Medicalfuture azienda ternana operante nel settore biotech. A questa importante occasione di confronto e dibattito si aggiunge un ulteriore valore: il convegno rientra nel programma ECM, ne verranno erogati 12. Ad affrontare la tematica sono stati chiamati i massimi esperti del settore, coordinati dall’organizzatore scientifico Dr. Francesco Raggi – specialista in igiene e medicina preventiva – rappresentante per l’Italia dell’International Society for Medical Laser Application e dell’International Medical Laser Association.
Programma e relatori su: http://www.medicalfuture.it

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carlo Fornaini è stato eletto Presidente del WFLD per il biennio 2014-2016

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 Mag 2012

Nei giorni 26-27 e 28 aprile si è svolto a Barcellona il 13° Congresso della WFLD (WORLD FEDERATION FOR LASER IN DENTISTRY), la più grande società scientifica che riunisce gli odontoiatri utilizzatori di laser di tutto il mondo, essendo presente in 65 nazioni di tutti cinque i continenti. Il congresso, che si tiene ogni due anni, ha visto alternarsi in relazioni, workshop e poster i più grandi esperti internazionali di questa materia, in rappresentanza delle maggiori sedi universitarie mondiali, impegnati in quattro sessioni contemporanee.
Ma questo evento è anche il momento in cui si rinnovano i vertici da parte dell’assemblea dei membri dell’Associazione.
E proprio a Barcellona un italiano, il Prof. Carlo Fornaini è stato eletto Presidente del WFLD per il biennio 2014-2016. Fornaini, primo italiano a raggiungere questa carica, ha servito l’associazione dapprima come rappresentante per l’Italia, poi Tesoriere della Divisione Europea e, negli ultimi due anni come Tesoriere Generale; entrerà in carica durante il Congresso di Parigi del 2014 e cederà il testimone nel Congresso di Tokio del 2016. Cinquantasette anni, sposato con tre figli, residente a Piacenza, medico odontoiatra, ha conseguito il DU in “Oral Laser Applications” presso l’Università di Nizza ed il Master Europeo EMDOLA presso l’Università di Liegi. Attualmente è Professore a contratto presso l’Università di Parma, dove insegna l’utilizzo del laser agli studenti del corso di laurea in Odontoiatria e Ricercatore presso il Laboratorio TELEO dell’Università di Nizza. In queste due Università è anche Coordinatore e Docente del Master EMDOLA.
E’ Presidente per il biennio 2011-2013 di IPTA (International Phototherapy Association), un associazione nata in Giappone dieci anni fa per studiare le interazioni tra i farmaci e la luce laser. E’ Chairman per la sessione odontoiatrica di Laserflorence, un evento internazionale che si svolge ogni anno a Firenze e riunisce i maggiori esperti mondiali per fare il punto sulle applicazione del Laser in medicina.
Autore di numerose pubblicazioni in riviste internazionali, è membro del comitato scientifico delle riviste “Laser Therapy” (Giappone), “Open Journal of Stomatology “(USA) , “Journal of Oral Health and Research” (India) e “Medicina Oral, Medicina Bucal y Cirugia Bucal” (Spagna). Ha collaborato con il prof. Paolo Vescovi alla redazione del volume “Osteonecrosi dei mascellari e bifosfonati” e con il prof. JeanPaul Rocca alla redazione del volume “Les lasers en odontologie” ed è co-autore del volume ” LASER WELDING”. Motivo di soddisfazione, quindi, per il nostro Paese, e tanti auguri per la sua futura attività scientifica.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un laser contro il dolore

Posted by fidest press agency su domenica, 6 novembre 2011

Scheme of a laser resonator

Image via Wikipedia

In caso di dolore cervicale la terapia più efficace è proprio il laser. A sostenerlo, nel corso della 25esima edizione di Laser Florence 2011, è la ricercatrice australiana Roberta Chow, già autrice di un articolo sul tema sulla rivista scientifica Lancet, quasi una Bibbia per i medici di tutto il mondo.L’infiammazione neurogena, sostiene Roberta Chow, è la normale risposta ad una lesione dei tessuti, associata spesso a gonfiore, arrossamento e dolore.La sperimentazione, effettuata con irradiazione laser a lunghezza d’onda di 650 nm e 808 nm, ha dimostrato che l’applicazione di laser ha effetti multipli sulle terminazioni nervose periferiche, in particolare su quelle che hanno la funzione di segnalare al cervello le sensazioni dolorose. Tale azione ha effetti antinfiammatori e di immediato sollievo dal dolore e, se protratta, può agire anche sulla stessa matrice del dolore. Il laser, dunque, agisce direttamente sulle terminazioni nervose periferiche della pelle e dei tessuti sottostanti e provoca un effetto analgesico, andando ad inibire la conduzione nervosa dei nervi sottostanti e frenando l’infiammazione e le sensazioni dolorose.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Epilazione dei fototipi scuri: mito o realtà?

Posted by fidest press agency su domenica, 8 Mag 2011

Dermatology products

Image via Wikipedia

Nell’anno 2000, circa il 30% della popolazione (85 milioni) aveva un fototipo scuro. Nel 2050, il 50% della popolazione mondiale sarà di discendenza non Europea. L’epilazione laser prende il primo posto come richiesta estetica in dermatologia. Nonostante i miglioramenti e gli adattamenti tecnologici dei laser per le pelli scure, vista la richiesta crescente, i risultati sono spesso al di là delle speranze. Poche pubblicazioni riguardano i fototipi scuri (IV-VI). La vera sfida per questi fototipi rimane: evitare gli effetti secondari soprattutto le iperpigmentazioni e la ricrescita paradossale. La vera sfida consisterà nell’ottenere gli stessi risultati di quelli ottenuti dalle pelli chiare.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »