Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘latenza’

Collegamento in fibra tra New York e Chicago

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 ottobre 2010

Infinera e Spread Networks inaugurano un collegamento in fibra tra New York e Chicago con latenza inferiore ai 13.33 millisecondi Spread Networks utilizza la soluzione Infinera per il suo network ottico a bassa latenza Grazie alla innovativa tecnologica PIC based di Infinera, Spread Networks ha realizzato questo nuovo collegamento specificatamente per gli operatori e le istituzioni finanziarie garantendo una latenza inferiore a 13,33 millisecondi su una distanza pari a 825 miglia. Quando la velocità diventa determinante, come nel caso di applicazioni intensive di trading online operate da istituzioni finanziarie, la piattaforma Infinera è ideale poiché garantisce flessibilità, alte prestazioni e bassa latenza. I servizi di rete gestiti da Infinera mettono a disposizione delle istituzioni finanziarie i benefici unici di una rete ottica privata con la garanzia di rendere disponibili nuovi circuiti entro 24-ore dalla richiesta, monitoraggio e manutenzione garantiti 24x7x365.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vitigni autoctoni

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2009

Roma, E’ il momento di controllare i vitigni autoctoni. Perche’ mai? Perche’ in questo periodo, con frutti e foglie, e’ possibile individuarli con facilita’, anche con una semplice ispezione visiva, contrariamente al periodo di latenza durante il quale occorre un controllo piu’ dettagliato. Il motivo della richiesta, che facciamo al ministro per le Politiche agricole, Luca Zaia, e’ dovuto agli scandali del settore che, ogni tanto, assurgono agli  onori della cronaca: far passare come vitigno autoctono e quindi vino, con i relativi prezzi, un vitigno internazionale (Chardonnay, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot, Sauvignon Blanc, Pinot Noir ecc.). In Italia i vitigni autoctoni sono 350, il piu’ alto numero nel mondo. Occorre valorizzare questo patrimonio ineguagliabile ma, soprattutto, occorre evitare le solite fregature dei soliti furbi che realizzano contraffazioni vendendo, a caro prezzo, un vino “globalizzato” come autoctono. Vorremmo sapere dal ministro Zaia se tali ispezioni siano state fatte nel passato, quali siano statti i risultati e se intende procedere a salvaguardia della nostra produzione di qualita’ e dei consumatori. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »