Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘lecce’

Scandalo “estimi catastali” a Lecce

Posted by fidest press agency su domenica, 26 maggio 2019

Pensavamo che lo scandalo in salsa leccese degli “estimi catastali” fosse giunto finalmente al capolinea con quella che appariva come una scelta, almeno ufficiosa, di voler rinunciare alle impugnazioni avverso i ricorsi già vittoriosi dei contribuenti ed in ragione di un orientamento ormai pacifico della giurisprudenza di merito e quindi anche di legittimità. In realtà, però così non è stato e, come risulta dalla recentissima ordinanza della Corte di Cassazione, la numero 13907/2019 pubblicata negli scorsi giorni, in relazione ad un giudizio nel quale due contribuenti erano difesi dall’avvocato Maurizio Villani, così non è. Ed imperterrita, l’Agenzia delle Entrate continua a subire sonore sconfitte anche innanzi ai giudici di legittimità su un argomento che pensavamo fosse archiviato. Il problema principale, però è che a tutt’oggi la Suprema Corte ha inteso compensare le spese di lite tra contribuenti e Agenzia delle Entrate con la conseguenza che, il Fisco non è disincentivato a continuare a “perdere” se non subisce anche una concreta perdita patrimoniale conseguente all’eventuale soccombenza. A questo punto, per Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, è auspicabile che anche i giudici di piazza Cavour condannino alle spese l’Ufficio, in una vicenda consolidata anche nella giurisprudenza e che più e più volte non abbiamo lesinato di definire un vero e proprio scandalo.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torna la manifestazione dedicata al turismo

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 novembre 2018

Lecce. Conto alla rovescia per BTM Business Tourism Management, una delle manifestazioni più importanti del sud Italia giunta alla sua quinta edizione: a Lecce è full immersion nel mondo del turismo, dei suoi successi e delle innovazioni del settore. Anche quest’anno la location è un luogo d’interazione e dialogo d’eccezione: il Castello di Carlo V del capoluogo del Salento che ospiterà dal 28 febbraio al 2 marzo professionisti del settore, le principali aziende protagoniste del mercato a livello nazionale e internazionale, insieme a buyer, giornalisti, blogger, influencer marketing e un nuovo palinsesto ricco di tantissime novità.Ideata e organizzata dall’agenzia di comunicazione “365 giorni in Puglia”, BTM punta il suo focus su un nuovo modo di vivere il turismo e su quelle che oggi sono le aspettative per poter intervenire con un cambio di paradigma nel linguaggio, nei codici di comunicazione e nei formati. Incontri, formazione, strategie di marketing, conoscenza del territorio, confronti e workshop faranno parte di un programma intenso che si svilupperà nella tre giorni di BTM.
“È ancora una volta una grande occasione non solo per il Salento e la Puglia, ma per tutto il Sud”, spiega Nevio D’Arpa, ideatore e organizzatore della kermesse. “Vogliamo essere punto di riferimento e di scambio di ‘buone idee’ che siano da volano per l’economia di un territorio, il nostro, che ormai da anni è sulla strada del rilancio e che attira eccellenze da tutta Italia e anche dal resto del mondo. Un’occasione per tutto il paese.
Chi viaggia è alla ricerca di un’esperienza autentica, ed è questo l’obiettivo su cui l’edizione di BTM 2019 si concentra”.
“Si fa presto a dire ospitalità”, prosegue D’Arpa. “Ma cosa vuol dire? Progettare un’ospitalità attenta alle esigenze di tutti, un turismo accessibile, personalizzabile e integrato è un’opportunità per il sud e per tutta l’Italia a partire dall’esigenza di ampliare e destagionalizzare i flussi turistici favorendo uno sviluppo verticale dei settori sempre interconnesso”. Le eccellenze turistiche italiane e del sud passano anche dall’enogastronomia. Ritorna, infatti, come tutti gli anni la sezione dedicata al settore: l’ormai tradizionale BTM GUSTO.
Aziende produttrici e di servizi racconteranno un territorio unico come la Puglia, destinazione sempre più ambita da turisti stranieri, identificati come foodies. BTM Gusto sarà organizzata in tre aree di lavoro, messe a disposizione per gli espositori e gli ospiti per tutti i tre giorni: “salotti del gusto” per confrontarsi, “tavolini del gusto” per far degustare e approfondire la conoscenza dei prodotti e per ultimo “la Corte”, uno spazio dedicato alla cultura e all’informazione sul mondo enogastronomico.
Un’altra novità di cui BTM 2019 si arricchisce è BTM Enzimi, un processo di rigenerazione urbana culturale che invaderà le piazze, i locali e gli spazi storici di Lecce.
Un’iniziativa collaterale che nasce dall’esigenza di valorizzare BTM come esperienza socio-culturale allo scopo di fondersi con il territorio e, di conseguenza, con la comunità ospitante e diventare, così, un attivatore di ‘vitalità territoriale’ a tutti gli effetti.
Anche quest’anno verrà organizzato un Educational Trip con buyer provenienti da tutto il mondo, i quali incontreranno le aziende in un B2B, occasione importante di networking e business matching.
Nell’ultima edizione 2018, BTM ha registrato oltre 9mila presenze; hanno partecipato circa 150 relatori che hanno condiviso nei tre giorni della kermesse, il proprio knowhow in incontri, seminari, conferenze e workshop; 150 espositori, 55 Buyer internazionali provenienti dai maggiori mercati di interesse per il comparto turistico, 250 aziende partecipanti al B2B, 45 aziende ed enti partner e 15 influencer e blogger. http://www.btmpuglia.it

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

EUSAIR: strategia per la regione adriatico ionica, una sfida per l’Italia?

Posted by fidest press agency su martedì, 7 giugno 2016

lecceLecce, venerdì 17 giugno – 09.30-13-30 Museo storico Ex Monastero di Santa Chiara Via degli Ammirati, 11 l’Ufficio d’Informazione in Italia del Parlamento europeo, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento Politiche Europee e ItaliaCamp, organizza una mattinata di dibattito sulla strategia europea per la regione adriatico ionica (EUSAIR).
L’iniziativa, vero e proprio forum di discussione regionale su un tema europeo a impatto locale e territoriale, rappresenta un’opportunità di confronto tra stakeholder, società civile ed eurodeputati italiani. L’evento avrà luogo al Must, il Museo storico di Lecce, e vedrà, fra gli altri, la partecipazione del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per le Politiche e gli Affari Europei Sandro Gozi.La regione adriatico ionica attraverso il programma transfrontaliero EUSAIR mira a promuovere la crescita, la prosperità e la tutela dell’ambiente nelle aree interessate negli otto paesi coinvolti (gli Stati membri Ue Italia, Slovenia, Croazia e Grecia e Albania, Bosnia Erzegovina, Serbia e Montenegro che non fanno parte dell’Unione europea), e si basa su quattro pilastri:
crescita blu;
collegare la regione;
qualità ambientale;
turismo sostenibile e competitivo.
L’evento sarà articolato in due momenti:
Quattro tavoli tematici in modalità bar camp, in cui si discuterà ciascuno dei quattro pilastri della strategia per la regione adriatico ionica e si elaboreranno due domande per ciascuna tematica da sottoporre poi agli eurodeputati;
una plenaria in cui gli europarlamentari si confronteranno con i partecipanti ai tavoli tematici. L’evento sarà moderato da Francesca SOZZO, de “Il Quotidiano di Puglia”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Processo di internazionalizzazione delle imprese

Posted by fidest press agency su sabato, 16 aprile 2016

lecceLecce Mercoledì 20 aprile, presso HILTON GARDEN INN, si svolgerà la 5°tappa del 2016 del Roadshow “Italia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri”. Lecce, città poliedrica dalle mille vocazioni, prime fra tutte turismo e agroalimentare, si sviluppa in un’area che ambisce ad internazionalizzarsi per far apprezzare, anche sui mercati globali, le eccellenze delle proprie produzioni e le bellezze del territorio. Importante sottolineare come sia fondamentale per il rilancio dell’economia nazionale saper individuare per ogni territorio le eccellenze produttive, che se ben seguite e assistite, potranno avere successo e farsi apprezzare sui mercati internazionali, con vantaggio per l’intero sistema Paese.Alcune aziende dell’area salentina, che hanno avuto modo di beneficiare dei servizi di assistenza e consulenza offerti dal sistema Paese, realizzando positivi percorsi di internazionalizzazione, hanno voluto raccontare la loro esperienza di crescita e di sviluppo sui mercati globali.
Giovanni Melcarne dell’Oleificio Forestaforte, azienda con più di 500 anni di storia, e anche Presidente del Consorzio camerale Olio D.O.P. Terra d’Otranto, racconta: “Il percorso di internazionalizzazione della nostra azienda é stato intrapreso grazie alle conoscenze dirette degli importatori che, durante soggiorni presso la nostra sede, hanno avuto modo di conoscere nei dettagli le varie fasi di lavorazione e apprezzarne i prodotti. Riteniamo che far conoscere direttamente le nostre aziende ai potenziali acquirenti esteri sia, se non il migliore, uno dei metodi più efficaci per internazionalizzare una realtà italiana, che ha l’obiettivo di produrre alta qualità e conquistare mercati esteri”. “Di grande rilevanza è il rapporto con l’Ente Camerale salentino, al quale siamo legati da una stretta collaborazione, soprattutto per quanto riguarda le attività di promozione internazionale che ci hanno visto protagonisti in questi anni. Un’attività che certamente sarà incrementata anche nel futuro” conclude.
Pastificio Benedetto Cavalieri, azienda fondata nel 1872 e diventata pastificio nel 1918, produce vari formati di pasta secca di diverse varietà di grano duro, lavorata ed essiccata con il metodo delicato.Sin dagli anni ’80, dichiara Andrea Cavalieri: “Il Pastificio Benedetto Cavalieri ha avviato un percorso di internazionalizzazione attraverso esportazione indiretta ovvero tramite importatori e distributori. I primi Paesi sono stati USA, Germania, Regno Unito, Svizzera e Australia.
La distribuzione avviene in un segmento di mercato ben preciso: siamo presenti esclusivamente in negozi gourmet, enoteche, prestigiosi ristoranti e nei migliori premium quality food department stores, escludendo il mass retail channel. Attualmente, la nostra pasta è stabilmente presente in USA, Europa, Canada, Australia, Giappone, Russia, Singapore, UAE, Corea del Sud, Nuova Zelanda, Hong Kong ed Egitto”.Nel nostro processo di internazionalizzazione, prosegue Cavalieri: “Ci siamo appoggiati a missioni imprenditoriali all’estero, incoming di buyer e fiere di settore promosse da ICE Agenzia, Camere di Commercio e Camere di Commercio Italiane all’estero”.
In conclusione, quando vi è un perfetto “matching” tra segmento di mercato nel quale opera l’impresa e i buyer selezionati, per esperienza, è possibile ottenere buoni risultati.Un altro caso di successo ci viene presentato da Giorgia Marrocco di PIMAR, azienda dalla lunga esperienza di estrazione, consulenza tecnica, manodopera specializzata nella pietra leccese.
“Gli oltre 150 anni di storia e tradizione artigianale, poi imprenditoriale, hanno permesso a PIMAR di collocarsi nei mercati internazionali come impresa italiana altamente riconoscibile e fortemente concentrata sulla qualità e sull’eccellenza, non solo dei materiali ma di tutti i processi produttivi. L’internazionalizzazione dell’impresa si è svolta in maniera fluente ma dinamica, sfruttando strumenti commerciali sviluppati da enti promotori, ma allo stesso tempo coinvolgendo nomi e figure professionali dall’elevato carisma e sensibilità, che con i loro progetti internazionali hanno portato lontano il nome PIMAR”.
“L’azienda”, prosegue Giorgia Marrocco: “ha sempre ricevuto grandi attenzioni da parte degli enti regionali ed internazionali, e tra i vari strumenti utilizzati negli anni ci sono numerosi progetti regionali di carattere commerciale e culturale, partecipazione ad eventi dal respiro internazionale, a B2B con importanti buyer e professionisti del settore, ed ovviamente la presenza presso esposizioni e fiere in qualsiasi Paese, dagli Stati Uniti alla Russia, dal centro-nord Europa ai Paesi Arabi e dall’Oriente”.
“Tra le principali istituzioni che ci hanno sostenuto – conclude – la Camera di Commercio, la Regione Puglia e i suoi organismi, manifestazioni turistiche ed ovviamente l’ICE con le sue numerose iniziative dalle più svariate attività. Prendere parte a questi eventi significa riconoscere le loro potenzialità, sapere che sono investimenti, non solo economici, ma anche di impegno, passione e forza lavoro. Col tempo, PIMAR ha raggiunto confini lontani, firmando progetti di elevato prestigio”.
Un’altra testimonianza ci viene raccontata da Piernicola Leone de Castris, dell’omonima azienda vinicola attiva dal 1665, prima in Puglia dal 1925 per l’imbottigliamento.
“La nostra azienda – dichiara De Castris – dagli anni ‘40 si presenta sui mercati europei e negli Stati Uniti e poi in Asia, Canada, Centro e Sud America, Australia, Nuova Zelanda.
Partecipa al Vinitaly dalla prima edizione e da tempo alle altre principali fiere internazionali.
“Per internazionalizzarci – prosegue – in alcuni anni abbiamo utilizzato l’Ocm Paesi Terzi e la legge 133, Agea e Regione Puglia. I risultati si giudicano interessanti anche perché consentono a più aziende di raggiungere obiettivi, a breve termine, difficilmente ottenibili da singole realtà”.Maglio, azienda dolciaria dal 1875, riporta la sua esperienza: “Negli ultimi anni la nostra Azienda ha partecipato a varie iniziative di internazionalizzazione promosse sia dalla Camera di Commercio che dall’ICE. In particolare abbiamo intensificato la nostra partecipazione a fiere di settore in paesi per noi di particolare importanza, quali Germania (ISM, ANUGA), Francia (SIAL), Paesi Arabi (SIAL di Abu Dhabi), Giappone (FoodEx) e Sud-Est Asiatico (Thaifex di Bankok).
Inoltre, abbiamo partecipato a diversi workshop e incontri B2B volti sia ad ampliare la conoscenza delle norme e delle culture dei Paesi verso cui intendevamo allargare la nostra rete commerciale che ad entrare in contatto con nuovi buyer interessati ai nostri prodotti.
I risultati, per quanto non immediati e probabilmente in alcuni casi non così eccellenti da giustificare certi investimenti, si sono comunque avuti.
Di sicuro, adesso il nostro prodotto è molto più conosciuto all’estero rispetto a qualche anno fa, abbiamo avviato diverse importanti collaborazioni con partner in aree strategiche, il fatturato export è sicuramente aumentato e le prospettive per l’anno in corso sembrano piuttosto buone”.Il Roadshow “Italia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri” è patrocinato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed è promosso e sostenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico. Oltre all’ICE-Agenzia, a SACE e a SIMEST, l’evento si avvale della collaborazione di Confindustria, Unioncamere e di Rete Imprese Italia.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Der Spiegel: la cartapesta leccese trionfa sui giornali stranieri. Nuovo riconoscimento per l’arte leccese

Posted by fidest press agency su domenica, 27 marzo 2016

der spiegelcartapestaNon solo bellezza e storia, ma anche l’arte, ha attratto la stampa tedesca. Der Spiegel (in italiano Lo Specchio) è la rivista settimanale tedesca con la maggior tiratura in Germania ed oggi nel giorno di Pasqua, nella sua versione on line, ha dato risalto alla città di Lecce: sul periodico viene ricordato come il capoluogo salentino sia l’unico posto in Italia dove l’arte di Cartapesta è ancora esercitata. Per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si tratta dell’ennesimo importante riconoscimento di come arte e cultura siano radicate in una terra all’estrema periferia d’Europa, ma anche un monito indiretto sulla necessità di non abbandonare ed anzi incentivare la perpetrazione di antichi mestieri che rischiano comunque di perdersi se le istituzioni non le incentivano.

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Equitalia: nullo l’accertamento per la determinazione del reddito basato con criteri presuntivi

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

Vittime di Equitalia attenzione. L’agenzia di debito che con le sue cartelle esattoriali non fa dormire sonni tranquilli a numerosi italiani non può considerare idoneo il coefficiente di valutazione (elaborato in ragione della capacità di spesa sottesa alla gestione ed al mantenimento dell’abitazione) a costituire fonte sicura di rilevamento della capacità contributiva in relazione all’ annualità d’imposta attualmente in esame, perché quell’immobile, acquistato dal contribuente in anni lontani e sicuramente in condizioni economiche più floride, rispecchia la capacità di spesa di quell’ epoca ormai lontana. A sollevare il caso dinanzi alla Commissione Tributaria Provinciale di Lecce, era stato un commerciante di Lecce.L’Agenzia delle Entrate del luogo aveva notificato all’esercente il commercio al dettaglio di confezioni, l’avviso di accertamento con il quale determinava, per l’anno 2005, un maggior reddito, rispetto a quello dichiarato irrogando contestualmente le relative sanzioni. L’Ufficio, prendendo le mosse dalla omessa dichiarazione annuale IVA, perveniva ad emettere il predetto accertamento basandosi sulla presunta capacità di spesa desunta dal possesso di due autovetture, da un immobile costituente l’abitazione del contribuente e dalle spese per utenze elettriche.
La Commissione Tributaria Provinciale di Lecce in definitiva annullava l’avviso di accertamento impugnato perché l’Ufficio non ha valutato correttamente la concreta situazione economica del contribuente al fine di individuarne la reale capacità contributiva perché quei beni mobili ed immobili erano stati acquistati dal contribuente “ in anni lontani e sicuramente in condizioni economiche più floride, rispecchia la capacità di spesa di quell’ epoca ormai lontana “. Ad evidenziarlo è Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, a seguito della lettura della sentenza numero n. 375 della Commissione Tributaria Provinciale di Lecce.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Svastiche su muri a Università di Lecce

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 ottobre 2010

“L’ennesimo atto che dimostra la piccolezza e lo scarso senso civico di queste persone, che imbrattano i muri delle istituzioni con simboli nefasti e che continuano a danneggiare l’immagine del nostro Paese”.  Questo il commento Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti, alla  notizia che lo scorso 15 ottobre, ignoti hanno disegnato svastiche sulla porta di accesso dell’aula dei rappresentanti  degli studenti dell’Udu, l’Unione degli Universitari, nella facoltà di Economia dell’Università di Lecce. L’increscioso episodio è stato denunciato dagli  stessi studenti, secondo cui sarebbero stati due naziskin gli autori della oltraggiosa croce uncinata. “Bisogna vigilare e punire con pene esemplari tutti quei soggetti che quotidianamente infastidiscono la società e auspico che questo attivismo insolente di stampo fascista venga debellato e contrastato al più presto. Non bisogna più tollerare – conclude l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro –  siffatti atteggiamenti e spero che vengano individuati immediatamente gli autori del gesto perché non vogliamo che accada più”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Situazione carcere di Lecce

Posted by fidest press agency su domenica, 25 luglio 2010

«Abbiamo analizzato la questione in un paio di riunioni. Non e’ emerso nulla di cosi’ allarmante da prospettare l’emergenza». Destano sorpresa le parole del Procuratore capo della Repubblica apparse sulla stampa locale negli scorsi giorni in relazione alla situazione del carcere di Lecce. Il rischio e’ che sminuendo la portata del problema si sottovaluti la gravità della situazione.
Sono mesi che gli avvocati, il Sappe e tutti gli addetti ai lavori sottolineano le disastrose condizioni in cui i detenuti sono costretti a vivere ed i poliziotti a lavorare. Una condizione che definire disumana e’ eufemistico. Solo il dato del sovraffollamento dovrebbe dire tutto: 1.400 persone dove ce ne potrebbero essere 660 e un organico di polizia penitenziaria sottodimensionato rispetto all’attuale popolazione carceraria. I dati sui suicidi, sono allarmanti: alla meta’ del 2010 sono due e solo nel carcere di Lecce mentre nel 2009 i decessi sono stati 3 ma in tutti gli istituti penitenziari della Regione. Le descrizioni delle condizioni di vita in carcere sono agghiaccianti: spesso manca l’acqua, lo spazio per ogni persona e’ ridotto all’inaccettabile.  Gli scontri tra detenuti e agenti con feriti da entrambe le parti sono quotidiani. (Avv. Alessandro Gallucci, delegato Aduc-Lecce)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »