Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘legittimo impedimento’

Legittimo impedimento. Le ragioni del si

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 giugno 2011

Torino 3 giugno 2011, alle ore 18.00, Via Arcivescovado, 14 – presso il Golden Palace Hotel (Via Arcivescovado 14), a Torino, si svolgerà il convegno promosso dal PD del Piemonte sul tema “Legittimo impedimento. Le ragioni del SI’”. Intervengono il Sen. Mauro Maria Marino (Commissione Affari Costituzionali del Senato), il prof. Guido Neppi Modona (Vicepresidente emerito della Corte Costituzionale), l’On. Anna Rossomando (Commissione Giustizia Camera) ed il segretario regionale del PD del Piemonte Gianfranco Morgando. Il PD vota Si. Perché per la Costituzione tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge. La legge sul legittimo impedimento è l’ennesima legge su misura, per il Presidente del Consiglio, che introduce un’ennesima deroga al normale esercizio della funzione giurisdizionale. Non era necessario fare una nuova legge, perché il codice di procedura penale già prevede i casi di rinvio per tutti i cittadini che non possono presentarsi al processo, senza distinzioni di ruolo. Con questa legge truffa si è voluta creare l’immunità assoluta, che non esiste in nessun altro paese del mondo. La Corte costituzionale ha già bocciato parte della legge ed ha stabilito che su temi così importanti per la democrazia, non si può decidere a colpi di maggioranza ma occorre una legge costituzionale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Testamento biologico, legittimo impedimento, ecc.

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 gennaio 2011

Editoriale Fidest I politici coinvolti nei casi giudiziari e quelli che stanno alla finestra, certamente in modo più  defilato, concordano nel fatto che la magistratura stia svolgendo un ruolo di supplenza del legislatore. D’altra parte la stessa opinione pubblica ne è convinta e non è solo una pura percezione. Ma chi è di questo avviso e vive nelle prestigiose sale del “palazzo” non ci dice tutta la verità. Questo “sostituto” del legislatore è lo stesso legislatore che lo ha spinto a fare ciò che oggi per altri versi si rimprovera. Pensiamo a “mani pulite”: ci voleva proprio una equipe di magistrati della procura di Milano per perseguire quegli amministratori pubblici corrotti e corruttori? E dire che un 20 anni prima di Mani pulite a parlarne e a denunciare il malcostume imperante dei politici e i loro intrallazzi con la malavita organizzata ci furono uomini politici d’eccellenza a partire da Amintore Fanfani ad Aldo Moro e Berlinguer. Rimasero inascoltati. Lo stesso caso Berlusconi, e non mi riferisco solo al legittimo impedimento ma anche ai processi che sono stati avviati a suo carico oramai da 17 anni a questa parte e il suo conflitto d’interessi potevano essere risolti da anni. La verità è che conveniva a molti tenere sulla brace il Presidente del Consiglio per varie convenienze di natura strettamente politica. E allora perché ce la prendiamo con la magistratura se è il sistema che non funziona poiché, a dir poco, è assurdo che si debba processare a vita una persona senza che si arrivi ad un atto conclusivo. Perché non abbiamo una autorità che ad un certo punto sentenziasse che prima di diventare presidente del consiglio occorresse che Berlusconi e anche altri come lui chiudessero in via definitiva il loro contenzioso con la giustizia? Lo stesso discorso vale per il testamento biologico, l’eutanasia et similia. Noi formalmente ci scandalizziamo che si possa legiferare contro la “morte a richiesta” dei congiunti o dello stesso malato terminale, ma in pratica tutti i giorni si arriva alla stessa conclusione allorché facciamo mancare l’assistenza ai malati gravi, per lo più anziani, perché si dice, dal sommo della saggezza di questi signori, che se l’assistenza non ha risorse le poche che esistono dobbiamo riservarle ai giovani. Ma non ci dicono che la scarsezza delle risorse dipende anche dagli sprechi, dagli abusi, dagli scarsi controlli esistenti. E allora invece di provocare conflitti generazionali perché non facciamo tutti insieme una seria riflessione sulle tante cose che potremmo evitare se si pensa che a fronte di pochi che vivono nell’agiatezza il restante 90% della popolazione mondiale ne resta emarginato. Ciò che ci manca è una seria ridistribuzione delle risorse e un deciso taglio agli sprechi che si chiamano guerre, armamenti, logiche consumistiche e quanto altro. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legittimo impedimento accolto con riserva

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 gennaio 2011

La Corte Costituzionale lo ha accolto con riserva. Un’opzione che, informa Agipronews, i bookmaker esteri, avevano anticipato all’apertura delle quote sul verdetto della Consulta. Lo stop al provvedimento in toto o solo in alcune parti, era l’opzione che prevaleva in tabellone a 1,03, contro il 10 per il suo accoglimento senza riserve.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parziale bocciatura legittimo impedimento

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 gennaio 2011

Dopo la parziale bocciatura del legittimo impedimento, la poltrona di primo ministro di Berlusconi traballa ancora. I bookmaker d’oltremanica confermano: la possibilità che il premier lasci l’incarico entro la fine del 2011, informa Agipronews, sono a 3,75, ed è quello più a rischio dopo il “collega” irlandese Brian Cowen. Per Zapatero il fattore rischio è a 6,00, si sale a 11,00 per Putin, a 13,00 per David Cameron e a 15,00 per Sarkozy. Molto più salde le poltrone di Obama e Angela Merkel: un eventuale rinuncia alle loro cariche vale rispettivamente 21,00 e 34,00.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bookmaker su legittimo impedimento

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2011

Per i bookmaker inglesi non vi sono dubbi: la legge sul legittimo impedimento – che blocca i processi a Berlusconi fino a ottobre 2011 – non sarà ritenuta ammissibile. Il bookie anglo-svedese Unibet, come si legge su Agipronews, dà la bocciatura a 1,03. Le possibilità della sua conferma, viceversa, schizzano in alto e si piazzano a 10,00.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In piazza: Appello Idv

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 giugno 2010

Roma 30 giugno alle 16 tutti davanti a Largo Chigi per protestare contro Brancher, ministro con delega al legittimo impedimento. Per l’occasione si ricorda dell’altro appuntamento ad iniziativa dell’Italia dei valo del primo luglio alle 17 a piazza Navona per raccogliere le firme per il referendum abrogativo sul nucleare, il legittimo impedimento e l’acqua pubblica.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legittimo impedimento

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 marzo 2010

Intervenendo  in Senato nel dibattito sulla fiducia posta sul provvedimento del legittimo impedimento, il Sen. Mauro Marino (PD) ha dichiarato:  “In realtà si tratta di ‘illegittimo impedimento’ da declinarsi come ‘illegittima licenza’ per un uomo solo di fuggire dalle sue responsabilità pregresse con il pretesto dei doveri del suo attuale ufficio. In questo contrasto lessicale c’è tutto il non senso di questo provvedimento, oltre all’implicito rischio dello stravolgimento degli equilibri tra i poteri dello Stato. Siamo all’ultima tappa di un climax crescente, che parte dai condoni per gli evasori fiscali, passa attraverso quelli per i devastatori del paesaggio, fino ad arrivare allo scudo fiscale per i patrimoni illegali, in un’orgia di potere, che rende lecito l’illecito sotto il crisma del consenso avuto dal popolo, ma non esercitato nelle forme e nei limiti della Costituzione”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il sì dell’Udc al legittimo impedimento

Posted by fidest press agency su martedì, 2 febbraio 2010

“Il legittimo impedimento è di fatto uno strumento per riproporre tematiche già contemplate nel Lodo Alfano”. Queste le parole di Giuliano Girlando, responsabile per la Giustizia dell’Italia dei Diritti, in merito al parere favorevole dell’Udc sul legittimo impedimento solo se il Pdl non inserirà nel provvedimento ulteriori “scudi” in favore di ministri e sottosegretari. “Ci troviamo in presenza – continua Girlando – del tentativo di mettere in atto un Lodo Alfano bis. E’ stato lo stesso Avvocato Carlo Taormina, in una recente intervista, a confermare che è questo il vero obiettivo del governo. L’Italia dei Diritti ribadisce il proprio secco no a leggi ad personam che abbiano la finalità di garantire l’impunità del Presidente del Consiglio. La riforma della Giustizia, cavallo di battaglia di questa maggioranza, sembra essere totalmente volta al raggiungimento di tale obiettivo senza tener conto per nulla dell’interesse della collettività. Mi riferisco – conclude l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro – al fatto che temi come l’adeguamento e la costruzione di nuove carceri, la mancanza di fondi da investire per i tribunali italiani e per le Forze dell’Ordine sono problemi che non sono in alcun modo presi in considerazione, da quella che viene spacciata per una riforma della giustizia”.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »