Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘libreria’

In libreria Osterie d’Italia 2020

Posted by fidest press agency su domenica, 25 agosto 2019

Il 17 settembre arriva in libreria Osterie d’Italia 2020. Osterie d’Italia 2020 verrà presentata il 16 settembre al Piccolo Teatro di Milano. Nel corso dell’evento verranno presentati gli osti che si sono meritati la Chiocciola e verranno attribuiti sei premi speciali: miglior novità, miglior giovane, miglior carta dei vini, miglior interpretazione della cucina regionale, miglior dispensa, miglior oste. E’ l’iconica guida dello star bene a tavola firmata Slow Food Editore che quest’anno entra nella quarta decade di vita ed è in forma come non mai: più ricca, più comoda, più di servizio.Per celebrare l’importante anniversario, Osterie d’Italia 2020 si presenta con una rinnovata veste grafica e un formato leggermente ridotto, ideale da portare in valigia, in borsa oppure nel portaoggetti dell’auto.Anche nei contenuti ci sono delle novità: sempre nell’ottica di rendere Osterie d’Italia una perfetta compagna di viaggio, oltre alla tradizionale “chiocciolina” che segnala le eccellenze e alla “bottiglia” che premia le selezioni dei vini più interessanti e rappresentative del territorio, i curatori Marco Bolasco ed Eugenio Signoroni hanno pensato a nuove icone di servizio e a indicazioni per identificare le osterie vicine ai caselli autostradali e alle stazioni ferroviarie. Sono 1656 le osterie recensite dall’edizione 2020, con un incremento di 184 rispetto all’anno scorso e un ricambio del 20% circa. L’ambita Chiocciola è stata assegnata a 268 locali, mentre sono 399 quelli che si sono meritati la Bottiglia per l’offerta enoica. Per garantire l’attualità del giudizio e delle informazioni, ogni locale recensito è stato visitato – in forma rigorosamente anonima – negli scorsi 10 mesi. Sono state quasi 400 le potenziali nuove osterie provate, per un totale che supera i 2000 locali visitati dagli oltre 300 collaboratori della guida.La regione più rappresentata è il Piemonte con 143 osterie, mentre quella con il maggior numero di nuovi ingressi è la Campania con 37.Da trent’anni Osterie d’Italia racchiude meglio di ogni altra pubblicazione i valori fondanti di Slow Food ed è non a caso una delle guide più vendute d’Europa.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Libreria di San Marco: i rinnovamenti”

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 agosto 2019

Venezia mercoledì 28 agosto 2019 , ore 17.00 (ingresso da Piazzetta San Marco 13/a Punto di ritrovo al portone della Libreria Sansoviniana, Piazzetta San Marco 13/a, alle ore 16.45 visita guidata gratuita nelle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana, sul tema: “Libreria di San Marco: i rinnovamenti”, Richiesta la prenotazione on line (massimo 25 persone) sul sito della biblioteca: https://marciana.venezia.sbn.it/eventi-e-mostre/visite-guidate?evento=4562
Per accogliere degnamente il rilevante lascito di manoscritti del cardinale Bessarione, avvenuto tra il 1468 ed il 1474, la Serenissima dispone la costruzione di una Pubblica Libreria e ne affida l’incarico al noto architetto Jacopo Sansovino. Tra il 1537 e il 1553 Sansovino realizza le prime sedici arcate dell’edificio, mentre Vincenzo Scamozzi prosegue l’opera dal 1588, edificando le ultime cinque arcate delle Procuratie verso il molo. La sede dell’antica Libreria di San Marco e dei Ridotti dei Procuratori si compone di una straordinaria Scala d’onore, di un Vestibolo, trasformato a fine Cinquecento in Pubblico
Statuario, e della Biblioteca, il tutto arricchito da un notevole apparato iconografico. La caduta della Repubblica (1797) porta alla dispersione degli arredi e al ripensamento degli spazi, e all’adattamento all’uso di Palazzo Reale. Tale adattamento coinvolge anche i locali adibiti in epoca veneziana a sede dei Ridotti dei Procuratori di San Marco, resi di recente visitabili a seguito di un rilevante intervento di restauro attuato negli anni 2015-2017.
Le Sale Monumentali si inseriscono nel percorso integrato dei Musei di Piazza San Marco.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il nuovo linus in edicola e in libreria

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 giugno 2018

Ritorna dal 5 giugno [120 pagine / 6,00 €]. Trent’anni fa, il 16 giugno del 1988, moriva Andrea Pazienza. A lui e alla sua eredità è dedicato questo numero di linus, a partire dalla copertina, dove campeggia un meraviglioso ritratto di Paz, disegnato da Paolo Bacilieri. Di Pazienza riproponiamo una storia lirica e nuda del 1987, Sogno, certi che l’aspetto più delicato del grande Paz possa contagiarci tutti, ora che l’estate è alle porte. In questo numero, dunque, gli tributiamo un sentito omaggio con un contributo di Massimo Zamboni, chitarra del punk emiliano, che ci racconta la Bologna di quegli anni, culla di molte storie memorabili. Hanno inoltre sfoderato i loro pennelli alcuni tra i più grandi autori della scena contemporanea, da Davide Toffolo al già citato Paolo Bacilieri, passando per Tuono Pettinato e, grazie a un fortunoso ritrovamento – una sceneggiatura inedita, disegnata da Giuseppe Palumbo – oggi possiamo leggere Il mare d’inverno, storiella improvvisata durante una lezione alla scuola di fumetto Zio Feininger dove Pazienza insegnava (grazie a Nino Pellacani, campione di basket e al tempo studente della scuola). Ivan Carozzi ha invece scritto un’introduzione alle storie in tributo al genio di Andrea.L’inedito letterario di questo numero è un’autentica gemma preziosa: un racconto del padre del giallo italiano, Giorgio Scerbanenco, con le illustrazione di Manuele Fior.Salutiamo con molto orgoglio anche il ritorno di Art Spiegelman con le pagine scansionate direttamente dal suo block notes (è ben visibile la quadrettatura). Spiegelman disegna su un quaderno che si porta dietro come la coperta di Linus. È una modalità intima e privata che gli consente di meditare disegnando sull’origine stessa del fumetto. La sua essenza “comic”, come ci racconta nel bellissimo scritto introduttivo.Poi, una primizia: le strisce de Il mondo di Niger di Leila Marzocchi, premiata all’ultimo festival di Lucca proprio per la saga edita da Coconino, un lavoro portato avanti per ben 10 anni. Conosciamo, da questo numero, la lumaca sonnambula, il compare, il sulfureo nonno e Gualtiero, lo scoiattolo Eugenio e tutta la famiglia di animaletti senzienti di questo mondo irresistibile.
E poi Toffolo, che continua il suo peregrinare sudamericano sulle piste dell’amata Cumbia con pagine curatissime e spassose che lo incoronano per sempre come degno rappresentante dell’Istituto Italiano di Cumbia.Oltre agli immancabili Peanuts delle origini, ci sono anche Calvin & Hobbes di Bill Watterson. A grande richiesta torna Perle ai porci di Stephan Pastis, una delle strip più divertenti di sempre. Fanno il loro ingresso anche I quaderni di Esther di Riad Sattouf, autore prolifico che che si è fatto amare dai lettori di linus quanto Doonesbury di Garry B. Trudeau, che ci regala una storia memorabile e di grande attualità. E ritorna anche l’adorato Feininger, pioniere del fumetto e maestro del Bauhaus, con la sua classe immarcescibile.Molte serie sono state confermate, anche se non le vedete ancora, e altre nuove sono in cantiere. Poi le rubriche, da questo numero tante. Veloci e, speriamo, intriganti. Vanni Santoni per i libri, Alberto Piccinini per la musica, Alberto Pezzotta con Angelo Curti per il cinema, Dario Moccia per i film d’animazione, Andrea Fornasiero per le serie tv.
E poi i contributi di Sergio Brancato su Bowie e la poetica della sparizione; Paolo Interdonato sul misterioso gnommero; Valerio Bindi con le sue cronache dal mondo sommerso, su freaks e sideshow; i fantastici Diari di Nicoz. Dalla wunderkammer di Enrico Sist salta invece fuori un personaggio davvero singolare, Howard Finster, mentre Giovanni Boccia Artieri racconta del nuovo fenomeno delle bambole reborn, di corpi post umani e di maternità consacrata all’iper-realtà.
L’ultima parte della rivista è dedicata invece a un pioniere del geki-ga, Yoshihiro Tatsumi, con una storia lunga del 1976, La donna di Yanagase, raccontata con lo stile laconico e misterioso che ha reso indimenticabile questo maestro del fumetto orientale.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In libreria «Un giorno di questi»

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 marzo 2018

E’ il nuovo romanzo di Marco Ciriello (Rubbettino). «Uno dei libri più sbilenchi, imprevedibili e geniali scritti su Napoli negli ultimi tempi» dichiara Francesco Durante. Si assiste, negli ultimi tempi, a un nuovo momento d’oro per Napoli, per questa città bellissima, misteriosa e magmatica che da sola è capace di mostrare i mille volti del Paese.Film, libri, spettacoli, Elena Ferrante e Pupi Avati, Rocco Hunt e Alessandro Siani, ma anche cronaca nera, rabbia e fatica di vivere, inferno e paradiso, per dirla con Croce, “Ammore e Malavita”, se si preferiscono i Manetti Bros.
È in questa cornice che Rubbettino pubblica il nuovo romanzo di Marco Ciriello, noto scrittore e giornalista, autore teatrale e televisivo. Si intitola “Un giorno di questi”, espressione che, come scrive lo stesso Ciriello “non è un’esclamazione ma un ritratto della città che promette sempre nel vago”, sintesi ed emblema di una Napoli che a sua volta finisce per essere metonimia di un Sud in perenne attesa di se stesso. “Un giorno di questi” è un caleidoscopio di personaggi improbabili, sopra le righe, eccessivi e umanissimi, che apparirebbero figure di una commedia dell’arte, se il palcoscenico non fosse Napoli, la città che armonizza gli opposti e rende reale e verosimile anche la fantasia. Il romanzo è un’immersione nella Napoli del decennio Ottanta – quella violentissima ed euforica che va da Cutolo a Troisi – con una breve parentesi romana tra l’onirico e il ministeriale, tra Fellini e il borghese piccolo piccolo. Attraverso lo sguardo di un giornalista di cronaca nera si assiste all’inesorabile mutazione della città: dal fumo di contrabbando che dalle strade arriva nelle redazioni; al rapporto umano, ancora possibile, con gli ultimi guappi; fino all’arrivo della Nuova Camorra, la stessa che uccide Giancarlo Siani, raccontato qui secondo un’altra verità, quella prima affiorata e poi sommersa. Intanto, chi registra, vede scorrere avvenimenti e persone, morti, agguati e partite. Un romanzo per giorni, ogni frammento uno di questi, passati incontrando i fratelli Giuliano, Maradona, il principe di Sansevero, Nicola Pugliese, Franco Califano, Nunzio Gallo, Joe Marrazzo, Enzo Biagi. Poi il distacco e l’approdo nella Capitale, a un nuovo giornale, con altre scene e altri incontri (qui si vedono De Michelis, Zeffirelli, la Pivano, la spiaggia di Ostia senza Pasolini, addirittura Marco Polo e Pablo Escobar). Infine il ritorno a Napoli, da straniero, del protagonista. Un racconto lieve, dolente, ironico, nostalgico e vitale.
Marco Ciriello (1975), scrittore e giornalista lavora per «Il Mattino» e «Il Messaggero» e scrive per il teatro e la televisione. Ha pubblicato: In corsa; Qualcuno era venuto a turbare il nostro cuore; Tutti i nomi dell’estate; Grande Atlantico. Cargo Ship Stories; Pace alle acque; SanGennaroBomb; Il vangelo a benzina; Per favore non dite niente; Il più maldestro dei tiri; Assassinio sulla Palmiro Togliatti; Le sorelle misericordia; Il catenaccio mi sta antipatico. http://www.rubbettinoeditore.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Giornale della Libreria si rinnova nella formula e nella grafica

Posted by fidest press agency su domenica, 15 Mag 2016

GiornalistiUn Giornale della Libreria (GDL) tutto nuovo. L’organo ufficiale dell’Associazione Italiana Editori (AIE) si rinnova nella formula e nella veste grafica, diventa un tabloid pubblicato quattro volte all’anno, ma supportato e completato da un sito – http://www.giornaledellalibreria.it – che non solo cambia aspetto ma punta ad offrire sempre nuovi contenuti. Una testata online costantemente aggiornata, in cui alle notizie dal mondo dell’editoria internazionale si affiancheranno alcuni articoli di maggior approfondimento e analisi statistica, le news plus, che saranno riservate solo agli abbonati. Il meglio della settimana confluirà come sempre nella newsletter settimanale gratuita, per non perdere le notizie più importanti.Per il tabloid un illustratore firmerà la copertina di ogni numero con una propria produzione esclusiva (in questo numero, Alessandro Gottardo). Lato contenuti, all’analisi degli scenari, come sempre a cura dell’Ufficio studi AIE, si accompagneranno interviste e punti di osservazione privilegiati sul mercato e sulle dinamiche in atto: nel primo numero, il punto di vista dell’autore, con Donato Carrisi, dell’agente, con Marco Vigevani, e di Antonio Calabrò, coordinatore del Gruppo tematico Cultura di Confindustria.Una rivoluzione grafica, a cura di Zampediverse, ed editoriale, tra carta e digitale, ma che punta a confermare il “sistema” GDL come punto di riferimento qualificato per i professionisti del settore grazie anche ai Quaderni del Giornale della Libreria in formato e-book e al nuovo sistema di gestione dei Fuori Catalogo. “La modernità di questo nuovo Giornale della Libreria ha mantenuto intatta l’autorevolezza della testata, ciò che da sempre la contraddistingue – ha sottolineato il presidente AIE Federico Motta nel corso della presentazione al Salone del Libro di Torino -. Dal 1888, anno di nascita, il GDL si rivolge “a tutti quelli che esercitano professioni librarie e tipografiche, dal grande fabbricante di carta, fino all’ultimo spacciatore di fogli stampati”, come recitava il primo numero dato alle stampe. E’ un prodotto professionale rivolto a tutti gli attori della filiera libraria per diventare strumento di approfondimento e di conoscenza del settore. Da oggi diventa ancora più bello”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le ricette in libreria

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 dicembre 2013

Best espresso in town

Best espresso in town (Photo credit: JoLi-esse)

Le ricette di Napoli, edizioni dell’Ippogrifo 650 ricette della tradizione in 700 pagine 15 euro E’ disponibile in libreria e presso il distributore Le ricette di Napoli. Si tratta di una sorta di diario di bordo di questo blog, nato nel lontanissimo 2004, dove mese dopo mese, anno dopo anno, sono state pubblicate migliaia di ricette. Quelle che piacciono a noi, magari di famiglia come la parmigiana di zucchine di mia madre 🙂 E tra queste ricette ce ne sono molte di cuochi e trattori, agriturismi e semplici tradizioni orali di un territorio. Il cuore gastronomico è naturalmente Napoli città, ma è un cuore che pompa abbondante in tutta la Regione, in gran parte del Sud.
Dopo l’introduzione di Enzo Vizzari, responsabile Guide Espresso, segue un breve saggio che cerca di definire la cucina napoletana, ebbene sì, l’ennesimo tentativo di scalare il cielo, lo ammetto.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In libreria: Pietro Piro

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 dicembre 2011

English: San Ginés bookshop in Madrid, Spain E...

Image via Wikipedia

Uno sguardo sul dominio borghese. Un breve scritto politico, Ed. La Zisa, Pagg. 80, € 9,90 (ISBN: 978-88-6684-004-6)
Partendo da riflessioni sulla società contemporanea, questo breve saggio analizza con lucidità le caratteristiche della borghesia, gruppo sociale complesso e cangiante protagonista indiscusso della storia degli ultimi secoli. Visioni, bisogni, miti, stili di vita e lati oscuri vengono esaminati con cura a partire da una prospettiva rassegnatamente borghese ma con l’auspicio di “offrire punti d’appoggio per una rivolta che viene”. Secondo Piro, infatti, è necessario frenare l’attuale deriva “borghesizzante” del mondo, colpevole di portare avanti un’azione opacizzante e pervasiva della realtà. Tuttavia, la rigenerazione passa anche e inevitabilmente per la presa di coscienza della degenerazione, quindi la rottura può essere possibile solo dall’interno e non prima d’aver osservato confini ed entità dei domini da scardinare. Scriveva Groethuysen: “Il borghese non è nulla di definitivo”.
Pietro Piro nasce a Termini Imerese nel 1978. Laureato in Filosofia all’università di Urbino, è dottorando di ricerca in “Sistema dei Partiti e Comunicazione Politica” presso l’università “Kore” di Enna e la UNED di Madrid. Svolge attività di ricerca presso il fondo filmico della Filmoteca Española di Madrid e il CIDHE (Centro di Ricerca sulla Democrazia Spagnola). Ha studiato Scienza delle Religioni a Urbino, dove si è perfezionato in “Scienze antropologiche delle Religioni”. Ha pubblicato, tra l’altro: Le prime luci dell’alba. Materiali di Storia delle Religioni(2009), La peste emozionale, l’uomo-massa e l’orizzonte totalitario della tecnica (2011), Le prime luci dell’alba a Oriente (2011). La sua opera poetica comprende: I versi del poeta sono da buttare(2000), La bambola e il mitra. Come educai la mia lingua alla rivolta. Poesie 1995-2010 (2010), Confino ed Esilio. Materiali Poetici 1997-2007(2010).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

In libreria un classico della letteratura garibaldina

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 Mag 2010

In occasione del 150mo anniversario della Spedizione dei Mille, Mursia riporta in libreria un classico della letteratura garibaldina, La camicia rossa di Alberto Mario (Mursia 2010, pagg. 222, euro 17,00). Pubblicato per la prima volta in Inghilterra nel 1865, ristampato decine di volte, La camicia Rossa è un documento  in presa diretta della spedizione dal quale affiorano illusioni e disillusioni di un garibaldino repubblicano e federalista quale era Mario. Al momento dei Mille,  Mario ha toccato i trentacinque e da un dozzina di anni è un esiliato dalla nativa Lendinara. Nel 1848, studente in Legge a Padova, si è compromesso con i manifestanti anti-Vienna. Ricercato dalle autorità austriache anche in quanto disertore dall’imperialregio esercito, durante il biennio rivoluzionario conosce Mazzini e Garibaldi e, a sconfitta avvenuta, ripara a Genova dove matura opinioni radicali. Nel ’59  è a Milano ma anche in Svizzera. E’ accanto a Mazzini, ma anche a Garibaldi. Nel frattempo stringe un rapporto piuttosto ravvicinato con Carlo Cattaneo, esule nel Canton Ticino. Diviso fra le varie sfumature del filone rivoluzionario, è tenuto lontano dalle piazze che scottano, cioè Genova, dagli sbirri piemontesi che ne temono l’influenza negativa sul Generale.  Mario che ha sposato l’inglese Jessie White, l’unica donna della spedizione,  riesce a unirsi alla spedizione siciliana guidata da Giacomo Medici e si riunisce a Garibaldi in una Palermo festante oltre ogni immaginazione. La camicia rossa testimonia perciò di un travaglio politico, accanto alla rivelazione di un universo sconosciuto e radicalmente altro rispetto a quello, del profondo Nord, a cui era abituato Mario. I Mille erano una compagine decisamente eterogenea per provenienza, ceto sociale e motivazione: numerosi erano gli esuli siciliani; moltissimi i ragazzi lombardi, toscani, veneti, partiti per «liberare il Sud».  Il libro narra le storie di molti di loro. Secondo un garibaldino c’erano, tra i mille, «il patriota sfuggito alle galere, il siciliano in cerca della patria, il poeta in cerca d’un romanzo, l’innamorato in cerca dell’oblìo, il miserabile in cerca d’un pane, l’infelice in cerca della morte». Per una gran parte della diplomazia europea i mille erano “una banda di filibustieri”. Anche Cavour, il grande tessitore del Regno del Nord  aveva definito “folle” l’avventura di Garibaldi che ancora oggi, passato il periodo del mito storico, è oggetto di polemiche da parte di intellettuali e politici nostalgici del Regno del Sud.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli appuntamenti della libreria caffè Flexi

Posted by fidest press agency su martedì, 1 dicembre 2009

Roma via Clementina 9, Questa settimana, al Flexi si parla di Iran, bambole gonfiabili, gomme bucate, finto glam e persone diversamente occupate. Ma prima di passare agli eventi della settimana, vi ricordiamo i nuovi corsi che il Flexi offre: Corso base di lingua cinese  Ultimi giorni per iscriversi, si inizia giovedì 3 dicembre alle ore 18.  Corso di disegno e pittura Vi annunciamo che il corso inizierà mercoledì 9 dicembre alle ore 18.
Eventi della settimana mercoledì 2 dicembre 2009 ore 20.30 Incontro con Antonello Sacchetti, autore di Iran. La resa dei conti  Infinito Edizioni, 2009. Una analisi accurata  della crisi che l’Iran si trova ad affrontare, un punto di vista che può aiutarci ad interpretare il turbolento periodo che sta vivendo il Paese che meno di cent’anni fa veniva chiamato Persia. Antonello Sacchetti è giornalista pubblicista, fondatore e direttore  della rivista telematica Il cassetto-L’informazione che rimane. Ha lavorato per Amnesty International e Save the Children Italia.  A seguire  Viaggio in Iran: Racconto fotografico di Daniela Re e Fabrizio Mastroleo.
Giovedì 3 dicembre 2009 ore 19.30 Incontro con Stefano Moriggi e Gianluca Nicoletti, autori di Perché la tecnologia ci rende umani La carne nelle sue riscritture sintetiche e digitali
Sironi Editore, 2009 http://www.libreriaflexi.it Le tecnologie estetiche, biomediche e digitali sembrano trasfigurare il corpo come mai in altre epoche: cos’è dunque diventata la carne oggi? Ma poi, si può ancora parlare di “umano”? Ha ancora senso distinguere tra naturale e artificiale? Dalle nuove reliquie “sintetiche”, ritoccate al silicone come nel caso di Padre Pio, alle immagini digitali della salma di papa Wojtyla, dalla diffusione delle protesi fisiche e di quelle emozionali, passando per cyberbadanti, hikikomori e bambole sessuali: è proprio nelle pieghe della tecnologia che gli autori trovano la chiave per riabilitare la dimensione “carnale”, per molti destinata o condannata a trasfigurarsi in post-umano.
Venerdì 4 dicembre 2009 ore 18.30 Il Gruppo di lettura Amarganta incontra al bar
Lisa Corva nata a Trieste, ha vissuto a Milano da cui è fuggita per un misterioso Altrove. Scrittrice di articoli “finto glam” per Grazia, autrice dei romanzi Confessioni di un’aspirante madre e Glam Cheap (Sonzogno), attualmente dispensa schegge di poesia quotidiana sul giornale gratuito City, che si possono leggere e commentare anche sul suo blog . Con Marinella Ferranti, psicologa e psicoterapeuta.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Eventi in libreria Egea

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 marzo 2009

Milano presso lo Spazio Forum della Libreria Egea in Via Bocconi, 8 Martedì 24 marzo alle ore 18.00 Matt Traverso, autore di Coaching: realizza il tuo potenziale, uno tra i maggiori esperti di formazione manageriale in Italia e noto come il coach dei VIP, terrà una sessione di coaching gratuita aperta al pubblico Mercoledì 25 marzo 2009 alle ore 18.00 presentazione de I numeri e la politica, di Simone Misiani: una biografia sul direttore bocconiano della SVIMEZ che ha tentato di riformare il Paese sulla base di tecnica e merito. Partecipano Giuseppe Berta (Università Bocconi), Dora Marucco (Università di Torino), Alceo Riosa (Università Statale di Milano), Nino Novacco (Presidente SVIMEZ) e l’autore Simone Misiani (Università di Teramo). Martedì 31 marzo alle ore 18.00 presentazione del libro La bionda della mia vita, di Rudi Peroni. Partecipano Valeria Albergati, Maurizio Dallocchio, Osvaldo De Paolini, Giulia Ligresti, Rudi Peroni, Severino Salvemini.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »