Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 289

Posts Tagged ‘libro’

Libro: La vena verde di Alessio Arena

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2020

Esce per i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno La vena verde di Alessio Arena, confermando ancora una volta la vocazione della casa editrice salentina nell’individuare le eccellenze giovani del panorama culturale italiano. Il volume pubblicato è stato voluto e selezionato per i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno dalla scrittrice e poetessa Chiara Evangelista. Cura grafica Giuseppe Mauro.Dichiara l’Autore: “- La vena verde – è un atto d’amore: un amore mancato, sofferto, fragile, contraddittorio, ma comunque amore. La storia è inventata dal sottoscritto, ma, nonostante questo, è più vera del reale. Ho cercato di raccontare, almeno in parte, la disperazione, la rabbia, le nostalgie e le passioni contraddittorie di una delle tante donne che sono state prigioniere di una casa di cura e di custodia. La mia protagonista esprime inoltre un mondo interiore che sintetizza le esperienze e i sogni di tante donne che, oggi come ieri, lottano per affermare la propria indipendenza in contesti sociali esclusivi, bigotti e sterili. Attraverso la sua voce, ho voluto soprattutto trasmettere l’urlo dei diversi di ogni genere, epoca e luogo che sempre sono stati strategicamente relegati ai margini delle società dai potenti di turno.” “E come non riconoscere nell’io narrante del monologo di Alessio Arena una sconnessa sfida alle istituzioni? Portatrice di ricchezza il cui ruolo all’interno del tessuto sociale viene squinternato in un istante, donna sgretolata dal dubbio, moglie carica di desiderio, e che desiderio suscitava, rosa dal tarlo del matrimonio d’interesse, madre gelosa della figlia: nella donna coesistono e cozzano così tante pulsioni e pressioni da rendere ineludibile il verdetto. Al termine della parabola, una psiche così impreparata e così sollecitata non può che cedere alla devastazione. Supponendo di scrutarla attraverso poche fotografie sbiadite, la protagonista ci scruta e ci accusa. Vittima dell’aridità, se non della crudeltà, del marito? Scomoda denuncia delle debolezze, a tratti financo dello squallore, dell’uomo? Prodotto di una delle regioni più arretrate e più logoranti d’Italia? Creatura che si reputava protetta da una barriera di incontestabili parametri ridicolizzati dalla vita cittadina, dal successo del consorte scrittore, dal fato? Purtroppo per la donna, sarebbe lecito rispondere affermativamente ad ognuna di queste domande. Una donna semplice, disarmata, si trasformerà in ispiratrice e specchio di un’epopea, in protagonista del viaggio più periglioso: quello dell’essere umano dentro se stesso. Soltanto i matti, svincolati dal concetto di opportuno, sono davvero liberi. Ma, per chi non è riuscito a emanciparsi, per chi non ha sciolto le briglie della repressione, questa libertà è intollerabile. (Dalla postfazione di Fabrizio Catalano)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazioni del libro Educare insieme ai nonni

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2020

Mercoledì 30 settembre 2020, ore 18.30 – Pagina Facebook e Canale Youtube Paoline Venerdì 2 ottobre 2020, ore 18.30 – Istituto Salesiano PIO XI (via Umbertide, 11 – ROMA) presentazioni del libro Educare insieme ai nonni. Doppio evento di lancio del libro “Educare insieme ai nonni”, con gli autori Alessandro RICCI e Zbigniew FORMELLA, entrambi docenti presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma. A moderare i due appuntamenti Romano Cappelletto, dell’Ufficio Stampa Paoline. Nell’evento in presenza del 2 ottobre (giornata non causale, “Festa dei nonni”), ci sarà anche il saluto introduttivo di S.E. Mons. Paolo RICCIARDI, Vescovo Ausiliare e Delegato per la Pastorale Sanitaria della Diocesi di Roma Alessandro Ricci, psicologo e psicoterapeuta, è professore invitato presso l’Isti­tuto di Psicologia dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma. Da anni, accanto all’attività clinica, svolge corsi di formazione in molte scuole e diocesi a genitori, insegnanti ed educatori. Tra i suoi libri: Separati, ma sempre genitori (2015). Zbigniew Formella, sacerdote salesiano, professore ordinario di Psicologia dell’Educazione presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma, è impegnato nella ri­cerca e nella formazione, soprattutto per la prevenzione del disagio giovanile. Oltre ad articoli su riviste specializzate, ha pubblicato libri, tra cui: Psicologia dell’intervento educativo (2015).I due sono coautori di: Educare insieme. Aspetti psico-educativi nella relazione genitori-figli (2010) e Educare insieme nell’era digitale (2018).Ora tornano in libreria con il libro Educare insieme ai nonni. Aspetti psico-educativi nella relazione genitori-nonni-nipoti, in cui focalizzano l’attenzione sull’importanza della figura dei nonni nella crescita dei nipoti e nel sostegno ai genitori. Un ruolo significativo quello dei nonni. Che però, tante volte, va a infrangersi in incomprensioni, rivalità, invadenze. Per evitare che questi aspetti minino la funzione dei nonni è necessario, sostengono gli autori, fare squadra, educare insieme, in un’alleanza educativa che rispetti il ruolo di ciascun giocatore. Perché questo avvenga, gli autori propongono riflessioni, suggerimenti e schede di approfondimento sui vari aspetti della relazione genitori-nonni-nipoti. Con una chiara avvertenza: “Questo libro non ha la pretesa di disegnare il ritratto tipo del genitore o del nonno ideale, ma piuttosto vuole proporre delle piste di riflessione per riconoscere le sfide educative legate al ruolo di genitore e di nonno che insieme collaborano nella crescita delle giovani generazioni”. In appendice, il lettore troverà anche alcuni paragrafi dell’Esortazione apostolica Amoris laetitia in cui papa Francesco evidenzia l’importanza e il ruolo dei nonni all’interno della famiglia e della società.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: La vena verde di Alessio Arena

Posted by fidest press agency su martedì, 22 settembre 2020

Esce per i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno La vena verde di Alessio Arena, confermando ancora una volta la vocazione della casa editrice salentina nell’individuare le eccellenze giovani del panorama culturale italiano. Il volume pubblicato è stato voluto e selezionato per i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno dalla scrittrice e poetessa Chiara Evangelista. Cura grafica Giuseppe Mauro. Dichiara l’Autore: “- La vena verde – è un atto d’amore: un amore mancato, sofferto, fragile, contraddittorio, ma comunque amore. La storia è inventata dal sottoscritto, ma, nonostante questo, è più vera del reale. Ho cercato di raccontare, almeno in parte, la disperazione, la rabbia, le nostalgie e le passioni contraddittorie di una delle tante donne che sono state prigioniere di una casa di cura e di custodia. La mia protagonista esprime inoltre un mondo interiore che sintetizza le esperienze e i sogni di tante donne che, oggi come ieri, lottano per affermare la propria indipendenza in contesti sociali esclusivi, bigotti e sterili. Attraverso la sua voce, ho voluto soprattutto trasmettere l’urlo dei diversi di ogni genere, epoca e luogo che sempre sono stati strategicamente relegati ai margini delle società dai potenti di turno.” “E come non riconoscere nell’io narrante del monologo di Alessio Arena una sconnessa sfida alle istituzioni? Portatrice di ricchezza il cui ruolo all’interno del tessuto sociale viene squinternato in un istante, donna sgretolata dal dubbio, moglie carica di desiderio, e che desiderio suscitava, rosa dal tarlo del matrimonio d’interesse, madre gelosa della figlia: nella donna coesistono e cozzano così tante pulsioni e pressioni da rendere ineludibile il verdetto. Al termine della parabola, una psiche così impreparata e così sollecitata non può che cedere alla devastazione. Supponendo di scrutarla attraverso poche fotografie sbiadite, la protagonista ci scruta e ci accusa. Vittima dell’aridità, se non della crudeltà, del marito? Scomoda denuncia delle debolezze, a tratti financo dello squallore, dell’uomo? Prodotto di una delle regioni più arretrate e più logoranti d’Italia? Creatura che si reputava protetta da una barriera di incontestabili parametri ridicolizzati dalla vita cittadina, dal successo del consorte scrittore, dal fato? Purtroppo per la donna, sarebbe lecito rispondere affermativamente ad ognuna di queste domande. Una donna semplice, disarmata, si trasformerà in ispiratrice e specchio di un’epopea, in protagonista del viaggio più periglioso: quello dell’essere umano dentro se stesso. Soltanto i matti, svincolati dal concetto di opportuno, sono davvero liberi. Ma, per chi non è riuscito a emanciparsi, per chi non ha sciolto le briglie della repressione, questa libertà è intollerabile. (Dalla postfazione di Fabrizio Catalano)
Alessio Arena è nato a Palermo il 12 ottobre 1996. Nel 2018 si è laureato in Lettere con lode presso l’Università degli Studi di Palermo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fiera del libro di Francoforte

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 settembre 2020

Francoforte. “La cancellazione della parte fisica della Fiera del Libro di Francoforte per il 2020 è una scelta che ci addolora e che dà la misura delle sfide che ha dovuto affrontare ed affronta l’editoria quest’anno a causa dell’emergenza Covid-19” ha spiegato il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Ricardo Franco Levi.“Rimane confermato e anzi ribadito in maniera ancora più forte – continua Levi – il nostro impegno per la partecipazione dell’Italia come Paese ospite d’onore nel 2024, secondo gli accordi firmati con la Fiera di Francoforte dal ministro per i Beni e le attività culturali e per il Turismo Dario Franceschini e che vedranno il nostro Paese al centro dell’interesse dell’editoria e della cultura europea e internazionale”.
“Come ho detto al presidente e Ceo della Buchmesse, Juergen Boos, che mi comunicava la notizia, comprendiamo perfettamente le ragioni della decisione presa dagli organizzatori. Noi stessi come AIE siamo stati costretti a cancellare l’edizione 2020 di Più libri più liberi. Con la Fiera di Francoforte e altre 17 fiere in tutta Europa collaboriamo nella rete Aldus perché le difficoltà di questi mesi possano essere l’occasione per una crescita futura”.“Allo stesso tempo – conclude Levi –, siamo convinti che la parte di manifestazione che si svolgerà online sarà decisiva per lo scambio di diritti tra editori, attività al cuore della Buchmesse. Agenzia ICE e AIE, che da sempre collaborano per questo appuntamento, avevano organizzato uno stand collettivo per la promozione dell’editoria italiana, grazie alle misure straordinarie per l’emergenza Coronavirus adottate dal ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e da Agenzia ICE a supporto dell’internazionalizzazione delle aziende italiane. Costretti a cancellare lo stand istituzionale e la nostra presenza fisica, non faremo mancare il nostro supporto”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il primo libro di Dante. Un’idea della Vita nova” di S. Carrai

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2020

Se Dante non avesse scritto, negli anni della maturità, quello straordinario poema che è la Commedia, sarebbe rimasto comunque nella storia della letteratura italiana ed europea grazie al capolavoro della sua giovinezza, ossia per aver scritto la Vita nova: storia dell’amore per Beatrice dall’infanzia fino a poco dopo la morte di lei, composta in un misto di poesia e di prosa. Il primo libro di Dante. Un’idea della Vita nova di Stefano Carrai intende approfondire la fisionomia del libro d’esordio di Dante, che intreccia autobiografia, storia di un amore, storia di una poetica e spiritualizzazione dell’amore profano. Disamina, questa, non fine a se stessa, bensì in funzione del rapporto strettissimo che il testo intrattiene con il grande poema della maturità, di cui costituisce l’antefatto e di cui pone le necessarie premesse sia sul piano narrativo sia su quello dottrinale, al punto da configurare un vero e proprio dittico, quasi che Vita nova e Commedia fossero state concepite come le due metà di una storia sola. By Francesca Ghezzi Edizioni della Normale Scuola Normale Superiore Pisa

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pubblicazione del libro di Critica d’Arte di Donato Di Poce

Posted by fidest press agency su martedì, 1 settembre 2020

“Il furore CreAttivo e sperimentale di Mauro Rea, non smette di stupire e di regalarci nuove sorprese e rivelAzioni, e questa raccolta di piccoli capolavori (perlopiù polimaterici su legno di circa 20x 40), vere e proprie “Icone POP” finalmente in mostra, ne sono la testimonianza. In realtà si tratta di sedimentazioni e accumulazioni carsiche che nel tempo Rea ha sapientemente elaborato e accumulato come un alfabeto iconico raccolto dalla strada(lattine di Coca Cola schiacciate e sapientemente e Duchampianamente decontestualizzate), per diventare matrice e logos di una rinascita materica ed estetica. Chiariamo subito che l’utilizzo del banale quotidiano che opera Rea non è da ricondurre alla serialità filosofica e concettuale dei Brillo Box di Warhol, semmai allo stordimento esistenziale di Baquiat e alle contaminazioni ludiche di Haring.E qui si evidenzia con forza e leggerezza, turbamento e grazia poetica, questo precoce maestro neo-futurista, neodada, neo-pop e patafisico che è Mauro Rea, con tutta la forza eversiva e sovversiva, lavica e incantatoria di un outsider che sceglie di rimanere libero e non inglobato dal sistema dell’Arte, come un ragazzo pasoliniano che ha attraversato tutti gli alfabeti dell’avanguardia, ma che rimane incantato dalla forza lavica della materia di Burri(plastiche bruciate), Mastroianni(cartoni polimaterici), Raushenberg(Assemblage oggettuale), Spoerri(etnosincretismi), Baj(eresia ludica e patafisica dei generali). Ma l’originalità di Rea, che ne fa anche la sua unicità e grandezza nel panorama artistico contemporaneo è la sua capacità di contaminare la materia con le sue visioni interiori, con il suo vissuto esistenziale e la sua tecnica artigianale sapientemente appresa da ragazzo dai maestri carnevaleschi ciociari. Infatti Rea ha travasato le suggestioni dei suoi idoli ed eroi di cartapesta, nelle attuali icone pop, che trasudano redenzione ed estasi, implosioni oniriche e colate emozionali, di grande valenza emotiva, votiva diremmo anzi Pasolinianamente “la religione della materia” e “la scarnificazione dello spirito”. (Dal testo in catalogo della mostra Icone Pop, Milano, Galleria della Libreria Popolare di via Tadino, 2014 a cura di Donato Di Poce)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo libro di racconti Skyline

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 agosto 2020

Treviso. Giovedì 3 settembre, alle ore 18.30, nello spazio antistante la Libreria Universitaria San Leonardo di Treviso (Piazza Santa Maria dei Battuti n.16) Annalisa Bruni presenterà il suo nuovo libro di racconti Skyline (Cleup, 2020). Dialogherà con lei Silvia Battistella.«In Skyline, come in altre opere, Annalisa Bruni osserva, analizza, mostra, racconta singoli universi che incrociano fantasia e realtà, spunti di cronaca, suggestioni letterarie. Scorrono i suoi racconti, conducono in luoghi e non-luoghi che diventano quell’altrove dove è stimolante perdersi, per qualche momento. Come ogni buon libro dovrebbe riuscire a fare. Annalisa Bruni usa la penna anche come impegno collettivo, azione sociale, smaschera ipocrisie e personaggi che si macchiano di abusi. La sua ricerca fruga dentro ambiti molto diversi, ricostruisce lo skyline di persone e situazioni. Non giudica, però smaschera. E lascia al lettore l’ultima parola.» (dalla Prefazione di Francesca Visentin)Questo libro, attraverso i personaggi delle storie che vi vengono narrate, traccia un variegato panorama che ci parla della nostra contemporaneità. Ogni storia disegna il profilo di una situazione, uno skyline umano che si staglia sul vasto orizzonte della realtà che viviamo ogni giorno. Una realtà fatta di contraddizioni, scelte difficili, fallimenti e rinascite, ricordi e sguardi verso il futuro, ricerca di sé. Una realtà che ci riguarda tutti.
Annalisa Bruni, scrittrice veneziana, ha pubblicato cinque raccolte di racconti: Storie di libridine (Edizioni della laguna, 2002, finalista al Premio Settembrini-Regione Veneto 2003), Altri squilibri (Helvetia Edizioni, 2005), Della felicità donnesca e altri racconti (Nova Charta, 2008), con Cleup Tipi da non frequentare (2013), Tipe da frequentare (ma per quanto?) (2016), Anch’io mi ricordo. Tra Venezia, Mestre e dintorni (2019), Skyline (2020). Nel 2015, per i tipi di Cleup, ha pubblicato la raccolta di poesie: Andando a capo (prima di finire la riga) e, con Stefano Pittarello, il volume Langenwang ovvero Il disastro della puntualità. Suoi racconti sono pubblicati in diverse antologie, tra cui, le più recenti: Io sono il Nordest (Apogeo editore, 2016) curato da Francesca Visentin e Porto Marghera. Cento anni di storie (1917-2017), a cura di Cristiano Dorigo ed Elisabetta Tiveron, Helvetia editrice, 2017. Ha curato numerose antologie di racconti, tra cui, nel 2008, M’ama. Mamme, madri, matrigne oppure no, con A. Cilento e S. Chemotti, per Il poligrafo editore. Laureata in lettere, pubblicista, è stata funzionaria alla Biblioteca Nazionale Marciana. Ha scritto sceneggiature radiofoniche e radiodrammi prodotti e messi in onda dalla RAI, dalla Radio Svizzera italiana, dalla Radio Nazionale Croata e dalla Radio Ceca. Tiene corsi e lezioni di scrittura creativa dal 1998, attualmente collabora a quello de “Il Portolano” a Treviso.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: Cina Covid-19. La chimera che ha cambiato il mondo

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 agosto 2020

«La mia vuole essere la ricerca della verità dei fatti e dell’evidenza cronologica dell’evolversi dell’epidemia, la testimonianza della sofferenza delle persone colpite dall’infezione virale, la critica ragionata delle verità assunte o presunte della scienza medica, la voce indipendente delle proposte della ricerca scientifica e tecnologica, lo scrutatore delle analisi dei determinanti sociali delle comunità umane coinvolte e sconvolte dalla pandemia. Per me che ho speranza nel futuro dell’umanità e nella giovane generazione che seguirà».Così Joseph Tritto ci introduce alla lettura di Cina Covid-19, pagine in cui attraverso un esame obiettivo il professore ricostruisce, dati scientifici alla mano, l’evolversi temporale, storico e scientifico dell’evento che ha cambiato la storia del mondo: le origini del virus SARS-CoV-2, il mondo della ricerca sui virus e i batteri, le caratteristiche del Covid-19, le cure possibili, i sintomi e i farmaci, i suggerimenti e le informazioni utili a medici, operatori sanitari, ricercatori e a tutti coloro che sono impegnati nella battaglia contro il coronavirus, i suggerimenti a livello normativo per evitare che questa tragedia possa accadere di nuovo, i protocolli e gli strumenti di diagnosi che abbiamo a disposizione, la necessità di una migliore gestione del rischio che dovrebbe coinvolgere a livello internazionale più parti e sfruttare i moderni strumenti di raccolta ed elaborazione dei dati.Quanto alla possibilità che il virus abbia un’origine naturale, secondo il prof. Tritto è un’ipotesi dal punto scientifico al momento non sostenibile. È invece molto più verosimile che il SARS-CoV-2 sia il frutto di anni di ricerca compiuta nel laboratorio di Wuhan in Cina dalla prof.ssa Shi Zheng-Li e dal suo team.Cina Covid-19 mette a disposizione di tutti una miriade di informazioni sul SARS-CoV-2, fondate su dati oggettivi attentamente analizzati e verificati prima di essere pubblicati. Per la stesura dei capitoli sono state utilizzate, con il massimo rigore, ricerche e studi internazionali, indispensabili per la comprensione dei temi trattati.Scrive il prof. James Goldberg nella sua Prefazione: «Il professor Tritto e il suo team hanno lavorato al saggio con pazienza certosina, in una situazione in continua evoluzione, verificando con grande rigore tutte le informazioni, gli studi, le ricerche alle quali ha attinto, ottenendo un risultato che senza ombra di dubbio è sorprendente. Un’opera globale offerta a tutti come un atto di amore per l’umanità».Adesso ci troviamo a un bivio. Il prof. Luigi Frigerio, nella sua Postfazione si interroga e ci interroga: «Possiamo fidarci del modello sociale e politico cinese? Questo modello incarna lo Stato autoritario che esalta lo sviluppo economico a discapito della libertà e può apparire affascinante per alcuni. Ma questo modello non può essere esportato in Paesi dove la cultura e la storia avanzano nel solco della democrazia. Dobbiamo scegliere fra un progetto collettivo di salute che nega la libertà in cambio di sicurezza, oppure una visione di salvezza che cerca il senso della vita accettandone gli inevitabili rischi. È impossibile azzerare i rischi dell’esistenza. Di paura si muore e di rischio si vive! Possiamo affrontare il pericolo in modo intelligente per evitare il tracollo sociale e riprendere la vita in tutti i suoi aspetti. Ben venga allora il contagio della libertà contro la paura che nega ogni legame e spegne la vita di tutti!». Joseph Tritto: Cina Covid-19. La chimera che ha cambiato il mondo Cantagalli 2020 pp. 272 euro 20. Già in libreria.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Museo Didattico del Libro Antico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2020

Il Museo Didattico del Libro Antico, all’interno della Villa d’Este a Tivoli, è gestito dall’associazione FANNIUS, diretta dal Professor Antonio Basile, che svolge attività di ricerca nel settore della conservazione e restauro dei documenti antichi, papiri, pergamene e cartacei. FANNIUS gestisce anche un Centro di Archeologia Libraria e Bibliotecaria all’interno della Villa Adriana. L’elevata qualità degli studi è testimoniata dalla collaborazione con istituzioni quali i Musei Vaticani e il British Museum, e dalle convenzioni stipulate con il C.N.R. e con la competente Soprintendenza. L’ associazione svolge anche una notevole attività didattica in collaborazione con le scuole di ogni ordine e grado di tutto il Lazio, che organizzano visite che suscitano notevole interesse tra gli studenti. Organizza anche conferenze e mostre. Lo scorso 5 luglio l’agenzia di stampa nazionale ANSA, settore ANSA Viaggi.Art, ha dedicato al Museo Didattico del Libro Antico un interessante articolo. Nonostante i suoi indubbi meriti, lo scorso autunno FANNIUS è stata sfrattata da entrambi i locali dal direttore della Soprintendenza Speciale Villa Adriana-Villa d’Este, senza che sia stata indicata una sistemazione alternativa. Un’applicazione di direttive ministeriali per rendere “produttivi” gli immobili, liberandoli da concessioni più o meno gratuite ad associazioni culturali.Sembra una politica poco consona ad enti culturali, tanto più, che, in questo caso, se non si trova una soluzione alternativa, una preziosa attività culturale viene a cessare, vanificando i cospicui investimenti pubblici, soprattutto con fondi regionali, spesi per allestire e attrezzare i locali gestiti dalla FANNIUS. L’associazione ha presentato un ricorso al T.A.R. del Lazio, tuttora pendente, e si è appellata alla Regione Lazio. E’ sperabile che intervenga almeno la Regione, che con i suoi fondi ha reso possibile l’attività della FANNIUS. Anche se qualche dubbio può nascere dal fatto che la nuova giunta Zingaretti ha ritenuto di dover fare a meno di una delega alla cultura (ne mantiene però, per il momento, una per la “cultura del cibo”).Lo scorso mese una raccolta firme tra le scuole del Lazio, che hanno avuto contatti con l’associazione, ha raggiunto l’obiettivo di circa 14.000 firme di studenti e 2.000 di insegnanti.E’ auspicabile che la Regione tenga almeno conto di questo.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il mercato del libro in Italia in ripresa

Posted by fidest press agency su domenica, 2 agosto 2020

Il mercato editoriale italiano in ripresa dopo i mesi di chiusura delle librerie per l’emergenza Covid-19: all’11 luglio la perdita di fatturato anno su anno si riduce al -11%, praticamente dimezzata rispetto al -20% del 18 aprile. Lo rileva una ricerca dell’Ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE) sulla base di dati Nielsen e IE – Informazioni Editoriali che svela, inoltre, una parziale risalita negli ultimi mesi delle quote di mercato delle librerie e della grande distribuzione rispetto agli store online.
In una precedente ricerca a cura del Centro per il Libro e la Lettura e AIE sui consumi culturali durante il lockdown, pur in un quadro in cui la lettura di libri cedeva il passo rispetto alla necessità di informazioni, al lavoro e alla didattica a distanza e ad un aumento dei consumi televisivi, era emerso che gli italiani che prevedevano di leggere più libri nella seconda parte del 2020 di quanto non avessero fatto nei mesi di chiusura, erano 5 punti percentuali in più di quelli che pensavano di ridurre il tempo dedicato a leggere. Al contrario, i “pessimisti” prevalevano sugli “ottimisti” nelle prospettive di andare a teatro (-39 punti), ad ascoltare concerti (-36), al cinema (-28) e a visitare musei e mostre (-27).Quanto vale il mercato. Il mercato del libro nei canali trade (librerie, store digitali, grande distribuzione) vale, all’11 luglio, 533 milioni di euro, in calo dell’11% rispetto ai 600 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente. Al 18 aprile, la perdita cumulata dell’anno era ben più superiore e pari al 20%. Ciò è dovuto al fatto che, da metà giugno, gli italiani sono tornati a comprare in librerie e grande distribuzione quanto nell’anno precedente, mentre gli acquisti online sono aumentati rispetto al 2019, consentendo così un primo recupero delle quote perse nei mesi precedenti.Pur fornendo un dato parziale, le librerie e gli store online che fanno parte del circuito Arianna, che non comprende Amazon (fonte: ibuk.it, IE-Informazioni Editoriali), dopo aver registrato un picco negativo del -70% nelle vendite settimanali tra marzo e aprile, dalla metà di giugno sono tornate a vendere all’incirca quanto l’anno precedente, con una punta del +2,5% nella settimana che si è chiusa il 19 luglio. Sommando Amazon, di cui però non disponiamo di dati puntuali settimana per settimana, il risultato dell’ultimo mese sarebbe nettamente positivo.I canali di vendita. All’11 luglio le vendite nei canali fisici (librerie e grande distribuzione) recuperano quote di mercato rispetto al 18 aprile, passando dal 52% al 56%, mentre gli store online passano dal 48% al 44%. Nello stesso periodo dell’anno precedente, i canali fisici erano al 70% e gli store online al 30%: i prossimi mesi ci diranno se il recupero di librerie e grande distribuzione continuerà o se i mesi di chiusura hanno accelerato un processo di rafforzamento dei canali online che era già in corso negli anni precedenti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: L’altro volto dell’Alzheimer

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 luglio 2020

Avere una demenza, essere una persona. (FrancoAngeli/Self-help)Finalmente acquistabile nelle principali librerie e online, sia il libro che l’ebook. Il volume, a cura di Pietro Vigorelli, intende arricchire l’immagine corrente dell’essere persona, facendo in modo che possa comprendere i malati con demenza, inclusi quelli in fase avanzata. Descrive inoltre le proposte dell’ApproccioCapacitante® per realizzare una cura centrata sulla persona nella realtà quotidiana delle Case per anziani. Un testo per chi è coinvolto nella cura, operatori e familiari, ma anche per chi vuole interrogarsi sulla possibilità di riconoscere nell’Altro una Persona, anche se molto diversa e quasi eclissata.www.gruppoanchise.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Necessità di un importante ed urgente sostegno per il mondo del libro

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 giugno 2020

L’Associazione Italiana Editori (AIE) torna a chiedere un buono libri a sostegno dei consumi delle famiglie per superare la crisi Covid-19, nel giorno dopo l’incontro online tra i rappresentanti del mondo della cultura e il ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini.“Esprimiamo soddisfazione per l’incontro di ieri organizzato da Editori Laterza – spiega il presidente di AIE Ricardo Franco Levi -. Dobbiamo ricordare che il mondo del libro è centrale tanto nella creazione e nel nutrimento di qualsiasi espressione di cultura (perché non può esserci cultura che non si nutra di libri) quanto nel suo peso economico, in quanto di gran lunga la prima industria culturale del Paese, con oltre 3 miliardi di fatturato e un corrispondente, elevatissimo, numero di posti di lavoro”.
“A fronte del durissimo colpo subito, tanto che si parla di una perdita di fatturato che potrebbe arrivare a sfiorare il miliardo, riaffermiamo la necessità di un importante e urgente sostegno – conclude Levi –. In questa prospettiva, dopo aver salutato con soddisfazione il primo passo compiuto con le due misure di sostegno approvate a favore delle biblioteche e delle librerie, riproponiamo con forza e convinzione la proposta avanzata insieme all’Associazione Librai Italiani e all’Associazione Italiana Biblioteche per un buono libri da 100 euro per l’acquisto di libri a favore delle famiglie con figli che iniziano il loro percorso scolastico. Si tratta di una misura che unisce l’urgenza dell’intervento alla costruzione del futuro”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un primo passo a sostegno del mondo libro è stato fatto

Posted by fidest press agency su sabato, 6 giugno 2020

Adesso è necessario proseguire sulla strada del rilancio della domanda, attraverso una carta di acquisto per le famiglie. Lo chiede l’Associazione Italiana Editori (AIE) dopo la firma da parte del ministro Dario Franceschini dei due decreti che destinano 40 milioni del “Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali” istituito con il Dl Rilancio a sostegno del tax credit per le librerie (10 milioni) e per l’acquisto di volumi da parte delle biblioteche pubbliche (30 milioni).“Apprezziamo questo primo passo a sostegno della filiera del libro che però non basta – dichiara il presidente di AIE Ricardo Franco Levi –. Vogliamo ricordare, a tal proposito, la nostra proposta, avanzata insieme all’Associazione Librai Italiani, per sostenere l’editoria italiana attraverso una carta per gli acquisti destinata alle famiglie con bambini all’inizio del percorso scolastico”.“Tale misura – prosegue Levi – permette di far fronte all’emergenza e, allo stesso tempo, costruire le basi per una politica a sostegno della lettura che ancora manca nel nostro Paese. Siamo fiduciosi che possano essere trovate le formule per garantire una rapida distribuzione del buono. Grazie alla carta per gli acquisti avrebbero immediato e diretto sollievo anche gli editori che, in assenza di questo intervento, dovrebbero comunque ricevere un sostegno specifico da parte del governo per far fronte a questo momento drammatico. A sottolineare la gravità del colpo subito da tutta l’editoria, basti ricordare che i tre quarti dei piccoli e medi editori non escludono la chiusura delle attività già quest’anno”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

E’ uscito il nuovo libro della molisana Alessandra De Blasio

Posted by fidest press agency su martedì, 26 maggio 2020

E’ uscito in questo giorni il secondo libro dell’autrice molisana Alessandra De Blasio, campobassana residente da anni a Roma. Si tratta di un volume a tinte fortemente autobiografiche, ricco di osservazioni sul suo mondo e di riflessioni sulla vita.Questa la recensione scritta dall’amico Giampiero Castellotti, che un anno fa ha presentato il suo primo libro.”Entrando a casa pensavo che le scale mi perseguitavano da sempre. Da ragazza avevo abitato al terzo piano senza ascensore. Cinquanta scale da salire che mi parevano sempre troppe. Niente poi al confronto al quarto piano senza ascensore della mia età adulta. Settantasette scale da contare ogni volta. Settantasette scale da salire, chissà poi perché, sempre con un peso addosso: un passeggino, una valigia, un bambino. Le buste della spesa, una borsa pesante, l’ombrello bagnato dalla pioggia, il piatto cucinato dalla signora Nella. Sempre con le mani a dover reggere qualcosa”.C’è tutto il senso dell’impegno, non solo atletico ma soprattutto esistenziale, nel brano che schiude il cuore, cioè la pagina 50, nell’anima del libro “Come un pappagallo verde su un ramo grigio d’inverno”, cento preziose pagine edite da “La Ruota”, che costituiscono il secondo diario umanistico – e naturalmente intimistico – di Alessandra De Blasio.
Un registro originale e maledettamente autentico di un arco vitale ri-vissuto ostinatamente in retrospettiva, con il benefico esercizio della circostanziata annotazione. I pensieri “giungono perfetti ma finiscono sconnessi”, filtrati dall’ipersensibilità di una personalità decisamente complessa (e “compressa”). Multiforme. Eterogenea. Risolutamente poliedrica e versatile.L’autrice dà vita ad un flusso introspettivo che, per l’impeto schietto, potrebbe fare a meno della punteggiatura, elemento troppo convenzionale per un’esposizione di genere libertario più che letterario, che non rinuncia a gocce – ma proprio a stille – di sovversione, quelle che concedono la colonna sonora ai Supertramp, a Phil Collins e a Francesco De Gregori, al limite con una citazione di un Francesco Guccini d’annata o, per gli occhi ed il cuore oltre che per le orecchie, di un film di Truffaut con il suo realismo poetico, fino all’immancabile “Il male oscuro” di Giuseppe Berto.Il fiotto di considerazioni acquisisce ulteriore forza nell’ambivalenza e nella contraddizioni che sono specchio, in fondo, delle vite di tutti: scorrono biografie anonime, claustrofobiche, da “amiche novantenni”, sempre più affini tra loro, viaggiatrici stipate su vagoni della metro o incasellate in storie spente, scontate e – come tali – insignificanti, che costituiscono – nell’ineludibile confronto con quella della protagonista – anche una sorta di masochismo per la raffinata emotività della scrittrice. E’ la gente dei mondi paralleli, che s’infila anche nell’Imperuranio, quella che fa sfilacciare il tempo anziché centellinarlo, che nella carrellata di mesi dalle sembianze umane – uno per capitolo – diventa interprete principale di quella stagione vuota ed effimera che è l’estate, “un pegno da pagare”, come sintetizza efficacemente la cesellatrice delle parole.
La De Blasio, autrice e artista, trova vitalità, difesa e quasi legittimazione, nella scrittura risoluta, attenta al dettaglio, ricca di similitudini (“l’anima di Proust accarezzata come una coperta morbida”), irrorata nella poesia, con la coscienza che il tutto sia opera da “fuoriclasse della riflessione”, sebbene con l’umanissimo “sopracciglio disordinato” da provocatrice e con la ferita di un dente curato nell’infanzia e abbandonato da adulta. Oro per la patria dell’esistenza.Una narrazione laboriosa per l’autrice orgogliosamente “a-contemporanea” e impegnativa per il lettore-osservatore-analista, in un perenne confronto con una “testa (spesso) estranea alla sua testa”, policroma tendente al grigio, lineare aspirante al gravoso, abbagliante incline al volutamente sfocato.E a fronte di una ricca umanità che fa da scenografia al mistero della vita, tra i rimpianti per la morte di un vicino senzatetto e le amiche che diventano nomi, una sorta di figuranti preziose perché idonee a rafforzare pensieri talvolta “brutti come le cicale”, ecco la speranza affidata a quel pappagallo verde che, con la sua costante presenza, adorna il ramo grigio dell’inverno, con le sue riflessioni e i suoi innamoramenti, fino alla presenza di un’anima gemella. In fondo, con ottimismo, in quei colori equatoriali, in quelle ali eleganti, in quell’innamorarsi rumoroso sui rami della vita può esserci il balsamo che attenua le idee confuse e i malesseri che stazionano nella mente, il medicamento per gli inevitabili errori, il conforto per le ferite delle battaglie quotidiane contro il logorio di una metropoli, il toccasana contro i luoghi oscuri fisici e mentali, il rimedio per le immancabili malinconie che fanno capolino e si srotolano impietose sulla nostra sussistenza.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un aiuto straordinario per salvare il mondo del libro e ripartire

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 maggio 2020

E’ la richiesta, “un appello che non può essere disatteso”, che, unite, AIB – Associazione Italiana Biblioteche, AIE – Associazione Italiana Editori e ALI – Associazioni Librai Italiani tornano a rivolgere al governo e al parlamento nelle ore decisive prima del varo del decreto che definirà le misure di sostegno all’economia italiana colpita dall’emergenza Covid-19. “La priorità in questo momento è salvare il settore con un piano di aiuti immediati che diano liquidità e sostegno a tutti i soggetti della filiera” spiegano i tre presidenti Rosa Maiello (AIB), Ricardo Franco Levi (AIE) e Paolo Ambrosini (ALI).Secondo le tre associazioni, che già lo scorso 21 aprile avevano presentato un appello congiunto, sono urgenti “interventi immediati a sostegno di imprese, specie le più piccole, di biblioteche, di lavoratori, autori e traduttori”. Accanto alle misure immediate sul fronte del lavoro, con gli ammortizzatori sociali, e sul fronte della liquidità per le imprese, le tre associazioni chiedono un sostegno diretto alla domanda “lungo due linee: risorse alle biblioteche di pubblica lettura per un piano straordinario di acquisti di libri, con particolare attenzione alle librerie del territorio, e un sostegno diretto che favorisca l’acquisto dei libri destinato ai consumatori, ai lettori, alle famiglie con uno strumento analogo al bonus cultura, la cosiddetta 18App, che si è dimostrato di straordinaria efficacia”. Costo della carta, spesa per gli affitti e per l’adeguamento delle sedi sono altre leve su cui intervenire per dare sollievo alla filiera.“Passata questa prima fase di emergenza – concludono i tre presidenti –, presenteremo ancora una volta assieme quelle che a nostro avviso dovrebbero essere le linee guida per uno sviluppo equo e sostenibile del settore del libro, centrale per lo sviluppo culturale e democratico del Paese”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

25 Aprile. “Partigiane liberali” in uscita il nuovo libro di Rossella Pace

Posted by fidest press agency su domenica, 26 aprile 2020

Il libro è disponibile in ebook su tutti gli store e in cartaceo, in anteprima, sul sito http://www.rubbettinoeditore.it «La resistenza non è solo un fatto di uomini. È un fatto anche e – a volte, in certe circostanze –soprattutto di donne. Senza le donne gli italiani non avrebbero potuto dare il loro contributo (accanto ovviamente alle armate angloamericane) per liberare il nostro paese. E poi liberali. La resistenza non è soltanto una cosa rossa. Non appartiene solo ai comunisti, non appartiene a una fazione, appartiene alla Nazione. Ci furono molti modi di dire di no ai nazifascisti. Questo “no” lo dissero comunisti, socialisti, liberali, monarchici, cattolici e lo dissero suore, sacerdoti, carabinieri, militari, internati militari in Germania e, appunto, tantissime donne, di ogni fede politica» Aldo Cazzullo presenta in questo modo, in un video di presentazione (clicca qui per vederlo) creato in occasione del lancio del libro, l’oggetto della ricerca di Rossella Pace racchiusa nel volume (“un libro bellissimo”, dice Cazzullo) “Partigiane liberali” che Rubbettino propone in anteprima sul proprio sito in cartaceo e su tutti gli store in ebook in occasione del 25 aprile. Questo libro di Rossella Pace colma non solo un vuoto rispetto a questa parte misconosciuta della Storia della Resistenza, ma lo fa anche da una prospettiva ancor meno conosciuta quella che mette in luce il ruolo delle donne di estrazione liberale.
Il libro tuttavia non si limita a inserire la partecipazione delle donne liberali nel quadro più ampio della storiografia della resistenza perché – come osserva l’autrice – ciò vorrebbe significare sminuirne ulteriormente il ruolo e, in qualche misura, ghettizzarle. «L’analisi delle fonti primarie – scrive Rossella Pace – ha evidenziato non solo che molte partigiane liberali agivano in proprio ed in funzione coadiuvante degli uomini, ma inoltre che anche esse, al pari di comuniste, socialiste, azioniste, cattoliche ebbero un ruolo di primo piano nell’organizzazione, nel coordinamento, nella direzione della lotta». Sono molte le figure di donne combattenti che il libro «Partigiane liberali» sottrae al rischio dell’oblio. C’è per esempio Maria Giulia Cardini, appartenente prima alla Brigata Beltrami e poi all’Organizzazione Franchi di Edgardo Sogno per divenire poi capocellula della Missione alleata Chrysler. Unico caso di donna liberale a capo di una banda di uomini. Ci sono le donne che, da civili, hanno fatto parte di una fittissima rete antifascista che appoggiava il braccio armato della Franchi come Costanza e Cristina Casana, Mimmina Brichetto Arnaboldi, Marcella Ubertalli, Giuliana Benzoni, Lavinia Taverna, Virginia Minoletti Quarello, Erminia Arpesani e tante altre. Non mancano storie dure di veri e propri sacrifici umani come quello di Maria Zimbaldi, contadina di Realdino (Carate Brianza) arrestata perché moglie di un partigiano, selvaggiamente picchiata a sangue e stuprata a turno da quaranta militari. Il cuore del libro è però costituito dal diario genovese di Virginia Minoletti Quarello, moglie di Bruno Minoletti, donna di grande potere politico e capo del Coordinamento Femminile Antifascista di Genova, formazione che poi soccomberà ai più forti e organizzati Gruppi di Difesa della Donna.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Día Internacional del Libro y de los Derechos de Autor

Posted by fidest press agency su sabato, 25 aprile 2020

Se celebra en todo el mundo para conmemorar el fallecimiento en 1616 de tres grandes figuras de la literatura universal: el español Miguel de Cervantes, el británico William Shakespeare y el peruano Inca Garcilaso. Se trata de una conmemoración especialmente popular en España en general y muy tradicional en Cataluña, caracterizada por la distribución de libros y rosas.
Los profundos vínculos históricos que unen a España e Italia se reflejan en su notable presencia institucional a nivel cultural y científico en Roma gracias a la actividad de varios entes: el Instituto Cervantes de Roma, especializado en difundir la lengua y la cultura en español a través de cursos y actividades culturales y en certificar los conocimientos de español, la Real Academia de España en Roma, que tiene por objeto primordial contribuir a la formación artística y humanística de creadores, restauradores e investigadores, con la finalidad derivada de lograr un mejor entendimiento de las culturas de ambos países, la Escuela Española de Historia y Arqueología, centro de investigación del CSIC dedicado a la Arqueología y la Historia, a la formación de jóvenes investigadores y a la creación de una red científico-académica internacional, y la Consejería de Educación de la Embajada de España en Italia, encargada de promover, dirigir y gestionar la acción educativa española en Italia. Todas ellas disponen de bibliotecas normalmente abiertas al público, que en las actuales circunstancias desean contribuir a paliar los efectos del actual confinamiento dando a conocer sus catálogos en línea y sus servicios a distancia por medio de la publicación Biblioteche Spagnole di Roma. La Spagna dietro l’angolo que ilustra dichos servicios en línea, gracias a los cuales es posible acceder a nuestras bibliotecas sin moverse de casa.Además, con ocasión del Día Internacional del Libro y de los Derechos de Autor, el Instituto Cervantes de Roma publicará a primera hora de la mañana del jueves 23 de abril la “Píldora ejemplar” de Lorenzo Silva, la segunda sesión del taller de pintura infantil “Cervantitos. Arte en casa” a cargo de María Ángeles Vila y la retransmisión parcial de la tradicional lectura de El Quijote organizada por el Círculo de Bellas Artes de Madrid.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

23 aprile: Giornata Mondiale del Libro

Posted by fidest press agency su sabato, 18 aprile 2020

La diretta partirà alle ore 10.00 di giovedì 23 aprile e si concluderà alle ore 20:00. Nelle giornate precedenti al 23 aprile sarà possibile iscriversi sulla pagina Facebook dell’evento, o tramite email info@leggeretutti.it ricevendo aggiornamenti ed eventuali variazioni sul programma. Sarà inoltre possibile prenotare copie dei libri con dedica degli Autori e chi vorrà riceverà in omaggio l’ultima copia di “Leggere:tutti” in formato digitale.Da 10 anni “Leggere:tutti” organizza la Nave dei libri per Barcellona in occasione della Festa di San Giorgio, i libri e le rose che si tiene nella città catalana il 23 aprile, giornata mondiale del libro. A causa del Coronavirus nel 2020 non avrà luogo la traversata verso Barcellona con la Nave, ma si potrà comunque “Navigare tra i libri e le parole”. “Leggere:tutti” ha infatti coinvolto scrittori, musicisti, attori e tutti coloro che in 10 anni sono stati, o sarebbero stati nel 2020, protagonisti sulla Nave dei libri ad un grande evento in diretta che si svilupperà per tutta la giornata di giovedì 23 aprile, con interventi, presentazioni di libri, musiche, performance teatrali, che si svilupperanno intorno a tre parole: “Cooperazione, Solidarietà e Gratitudine”.
A partire dalle ore 10:00, Annalisa Nicastro, Sergio Auricchio, Sandro Capitani, Luisa Sodano, Bruno Gambacorta e Gianni Zagato coordineranno gli incontri tramite skype e canale youtube con: Eraldo Affinati, Viola Ardone, Paolo Ambrosini, Antonio Aprile, Allegra Bartalucci, Olivia Belli, Renato Bernardi, Annarita Briganti, Valerio Calzolaio, Massimo Carlotto, Ascanio Celestini, Katia Colica, Claudio Damiani, Maurizio De Giovanni, Stanislao de Marsanich, Oscar di Montigny, Antonello Giannelli, Pietro Greco, Giordano Bruno Guerri, Veit Heinichen, Mimmo Locasciulli, Pierluigi Lopalco, Gino Manfredi, Stefano Mantegazza, Giusy Mantione, Giuseppe Marchetti, Melania Mazzucco, Peppe Millanta, Carlo Ottaviano, Fabrizio Paterlini, Telmo Pievani, Plutonium Baby, Roberto Riccardi, David Riondino, Eugenia Romanelli, Valerio Rossi Albertini, Carlotta Rondana, Donald Sassoon, Gaetano Savatteri, Silvia Scapinelli, Maurizio Serra, Peppe Servillo, Marco Spagnoli, Simona Sparaco, Emanuele Trevi, Valerio Varesi, Andrea Vitali, Massimo Zamboni, Giorgio Zanchini, Voci nel Deserto.Gli autori saranno a disposizione degli utenti collegati per rispondere alle domande che otranno essere rivolte attraverso email, Whatsapp e Whatsapp Audio.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il nostro sistema immunitario, prezioso alleato

Posted by fidest press agency su martedì, 24 marzo 2020

Dal libro: “A Cuor leggero” 29 giorni di buone abitudini e un paio di trasgressioni. Seguire il programma dei 29 giorni vuol dire creare delle abitudini che ci renderanno consapevoli verso pratiche che giorno dopo giorno saranno fonte di benessere. Uno star bene che sarà sempre più evidente e indispensabile perché aumenterà la consapevolezza verso quelle azioni delle quali non vorremo più liberarci. Per fare questo ci muniremo prima di tutto di volontà e pazienza e poi di un salvadanaio del tempo nel quale metteremo i minuti o le ore necessari a completare quotidianamente il percorso. Lo scopo è imparare a prenderci cura di noi stessi, volerci bene allenandoci a uno stile alimentare sano, alla respirazione efficace, all’attività fisica, alla gioia, ai sorrisi, al gioco, alla meditazione, al sonno in modo che ognuna di queste cose trovi la propria dimensione e il proprio spazio nella nostra giornata. Prima di tutto però sarà necessario imparare a vivere QUI E ORA affinché la vita non scivoli via mentre siamo occupati a programmare il futuro o rimuginare sul passato. Così tutto risulterà sempre straordinario e le scelte che andremo a fare per cambiare saranno molto meno condizionate da paure, esitazioni, indecisioni perché vivere il presente vuol dire liberarsi da tutto ciò e accogliere la purezza.
L’autore di A Cuor Leggero, cardiologo e attivista nella lotta al Malessere, ci dà preziosi consigli su come fare per mantenere forte il nostro sistema immunitario, potente alleato della nostra salute.
Un’ appassionante “caccia al tesoro” attraverso i secoli dove sullo sfondo c’è Firenze, la Firenze che non comparirà mai nei selfie dei turisti. La Firenze che alla bellezza unisce la solidarietà è quella che sapientemente ci racconta Riccardo Bigi nel libro L’Altra metà della Medaglia. Attenzione:le copie ancora disponibili non sono molte. E’ un romanzo che prende spunto da un fatto realmente accaduto, vi appassionerà.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’emergenza sanitaria provoca la crisi del mercato del libro

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 marzo 2020

Meno 25 per cento in media, con punte del 50 per cento e oltre in Lombardia, Veneto ed Emilia. Questa la prima fotografia dell’impatto dell’emergenza sanitaria da Coronavirus sul mondo e sul mercato del libro. “Sono dati che parlano da soli e che disegnano un quadro che non sapremmo definire altro che di crisi, grave e profonda – ha dichiarato il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE), Ricardo Franco Levi-. Profonda perché tocca tutti, dagli autori e dagli editori sino ai punti vendita finali. E grave, non solo per i primi dati sulle vendite, ma per le onde lunghe, oggi largamente imprevedibili e che, se non contrastate, potrebbero seguire: calo dei consumi, delle prenotazioni, delle tirature, delle novità. Con un impatto pesante sulla lettura, vera e costante emergenza nazionale”.Convocato per una riunione straordinaria, il Comitato di Presidenza di AIE, in rappresentanza di tutte le componenti dell’Associazione – editori grandi e piccoli, di libri di varia, di libri per la scuola, dell’università e del professionale – ha deliberato di presentare con urgenza al Governo lo stato di gravissima sofferenza del settore: “Guardando ai lettori, ai consumatori, alle famiglie ancor prima che alle proprie aziende, nello spirito di coesione nazionale richiamato e auspicato dal Presidente Mattarella, l’Associazione Italiana Editori – prosegue il presidente Levi – chiede che vengano posti in cima alla lista delle misure da adottare con urgenza la detrazione fiscale degli acquisti dei libri, la ricostituzione della dotazione originaria della carta cultura per i giovani (la cosiddetta 18App), un rafforzamento del fondo destinato alle famiglie bisognose per l’acquisto dei testi scolastici fermo da vent’anni alla cifra di 103 milioni di euro”.“A nome e in rappresentanza delle imprese editoriali, AIE chiede inoltre che per tutto il mondo produttivo e, dunque, in forma universale e senza distinzione di settori o di aree geografiche, si adottino inoltre – continua Levi – con altrettanta urgenza strumenti per contrastare i prevedibili contraccolpi sulla liquidità delle aziende con la sospensione degli obblighi contributivi e per consentire una più sostenibile ed equa gestione del personale, utilizzando altresì la leva fiscale o altre misure di sostegno”.“Infine AIE – prosegue il presidente -, chiede con urgenza alle autorità pubbliche indicazioni precise sulla possibilità di partecipazione alle fiere del libro e dei festival letterari, strumento fondamentale di promozione industriale e culturale del libro, ma nel rispetto del dovere di contribuire alla tutela della salute delle proprie aziende e della società nazionale. La situazione attuale, che già oggi prevede un’agenda completamente stravolta per editori e scrittori, costituisce un motivo di grave difficoltà. In un momento in cui si rende necessaria tutta l’attenzione al profilo economico della nostra attività è infatti fondamentale per ridurre gli sprechi poter conoscere con un congruo anticipo il destino delle fiere e degli eventi letterari previsti in agenda e forme di tutela per le organizzazioni che investono in questi eventi”. “Al centro di queste irrinunciabili misure non è solo un settore produttivo ma davvero – conclude – il futuro culturale del Paese e l’impatto ulteriore sulla lettura come strumento di crescita”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »