Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘liceo’

Rino Cammilleri: Il cattolicesimo spiegato a mio nipote che fa il liceo

Posted by fidest press agency su martedì, 29 giugno 2021

In un’epoca ove i giovani sembrano non sapere più nulla della Chiesa cattolica e del suo Catechismo e seguono improbabili maestri che si occupano di altro, predicando da cattedre site in nuovi templi, ai quali si accede attraverso la tastiera di un computer o di uno smartphone, ecco una chiara spiegazione di cosa sia il cattolicesimo e del perché ancora oggi, al tempo della trap, esso abbia ancora un Suo perché.Terminata la stagione di incontri tra Nicola e suo zio, che ha dato vita al libro Il cattolicesimo spiegato a mio nipote che fa il liceo, la curiosità di Nicola non è sazia e le visite a suo zio continuano con domande su temi nuovi che non erano stati affrontati nel primo ciclo di incontri. L’appetito vien mangiando e Nicola ha preso gusto a interrogare suo zio con curiosità, senza aver riguardo al politically correct, con domande sempre più frequenti sulla storia del cristianesimo e sulla fede suscitando qualche dubbio anche nel suo interlocutore. Cantagalli 2021 | pp. 360 | euro 19,00

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ritrovamento della testa imperiale ad Isernia finisce sul giornale del liceo “Augusto” di Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 Maggio 2021

“Nei giorni scorsi c’è stato un importante ritrovamento archeologico ad Isernia, nel Molise. Durante i lavori per il ripristino di un muraglione crollato anni fa in via Occidentale, dal terreno è emersa una testa di statua in marmo attribuita all’imperatore Augusto. Ecco perché, come studenti di questo liceo, ci sentiamo un po’ tutti coinvolti”. Comincia così l’articolo pubblicato sul giornale “Augustus”, organo del liceo classico “Augusto” di Roma, nel quartiere Appio, frequentato da circa 900 studenti. Il legame con l’imperatore romano che dà il nome al proprio liceo e a cui è dedicato un grande murale proprio all’ingresso dell’istituto non poteva lasciare gli studenti insensibili al ritrovamento avvenuto in Molise.“La scultura è di ottima fattura e la somiglianza con altre statue dell’imperatore c’è tutta – si legge ancora nell’articolo. “La stessa Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del Molise ha confermato l’attribuzione: ‘Si, è proprio lui… l’imperatore Augusto, testa di statua in marmo rinvenuta oggi nel corso dello scavo’ ha scritto l’organismo sul post inserito nella propria pagina Facebook”. Il pezzo pone l’accento anche sull’antichissima storia di Isernia: “È stata fiorente città sannita: dal 91 all’88 avanti Cristo ha rivestito il ruolo di capitale della Lega Italica, che comprendeva Campani, Frentani, Iapigi, Irpini, Lucani, Marrucini, Marsi, Peligni, Pentri, Piceni, Pretuzi, Venusini e Vestini, in contrapposizione a Roma. Per questo i molisani orgogliosamente dicono di avere avuto la prima capitale d’Italia. In seguito, come Aesernia, è stata Municipium romano – si legge ancora nel pezzo, dove si ricorda anche “un antico tempio dedicato al culto di Priapo, dio protettore della virilità. Tale culto sarebbe continuato anche con l’avvento del Cristianesimo, addirittura fino al Settecento, poi sostituito con i Santi medici Cosma e Damiano”.Il liceo “Augusto” di via Gela ha quasi un secolo di vita e tra i suoi ex allievi include il filosofo Lucio Coletti, lo storico Alberto Asor Rosa, il magistrato Achille Serra, l’ex sindaco di Roma Clelio Darida, gli attori Flavio Insinna, Laura Morante e Gigi Proietti, i personaggi televisivi Diego Bianchi (Propaganda live) e Mario Tozzi (Sapiens) e numerosi parlamentari.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La storia dello sci italiano passa per il liceo Bachmann: lo Sport College compie 20 anni

Posted by fidest press agency su sabato, 25 gennaio 2020

Tra i banchi della scuola i campioni olimpionici del passato e del futuro. Lo sci fa parte da 130 anni della storia del nostro paese. Nel 1890 arrivò a Torino per lavoro l’ingegnere svizzero Adolf Kind, alpinista e sciatore, portando con sé un paio di sci. Le sue performance sulla neve entusiasmarono gli amici che ne seguirono ben presto l’esempio e, dopo averne appresi i rudimenti, sperimentarono le prime vere escursioni in montagna. Nel 1901 nacque il primo sci club Italiano. I cultori dello sci, specialmente nel secondo dopoguerra, sono divenuti numerosi. La costruzione di seggiovie e sciovie (gli ski-lift) in suggestive plaghe montane è stato il fattore determinante per la creazione di un vero e proprio sci di massa. In Italia gli sciatori affollano sempre più le comode piste sparse in tutta la penisola, dalle Alpi all’Etna.
Da vent’anni lo “Ski College Bachmann” forma sciatori, futuri maestri e campioni degli sport di montagna. Nato nell’anno scolastico 2000/2001 grazie all’intuizione di due professoresse (Tiziana Candoni, oggi coordinatore didattico e sportivo, e Lucia Negrisin, attualmente dirigente scolastico presso un’altra scuola), l’Istituto d’Istruzione Superiore – l’unico in Italia al servizio dello sport e il primo liceo in Italia a proporre un progetto sugli sport invernali – si è fin da subito rivolto agli atleti delle discipline sportive invernali (discesa, snowboard, fondo e salto) che, in uscita dalla scuola secondaria di primo grado, intendevano proseguire gli studi nella scuola statale e conseguire il diploma di maturità scientifica. Il progetto si è accaparrato fin da subito il sostegno della Regione Friuli-Venezia Giulia, della Provincia di Udine, del Comune di Tarvisio, del CONI e della FISI Nazionale. Molti sono gli atleti di livello cresciuti tra i banchi del liceo sportivo Bachmann: Mattia Casse (coppa del mondo alpino), che ha recentemente vinto la discesa di Wengen, la prima della stagione, con il tempo di 1’29″78; Maria Martini (coppa del mondo sci alpinismo); Lucia Mazzotti (tra i migliori risultati in coppa del mondo, primo e terzo posto in coppa europea, stella dello sci italiano che vanta ben 5 medaglie); Andrea Gartner (squadra nazionale sci di fondo). E ancora: Alessia Pittin, Virginia de Martin, Claudio Muller, Davide Bresadola, Raffaele Buzzi, Marco Ferrarini, Arianna Stocco. Ed infine si sono ivi diplomati 160 maestri di sci e 17 studenti atleti inseriti nelle squadre nazionali/corpi militari/squadre universitarie. Tutti nomi che saranno tra i protagonisti dei festeggiamenti del ventennale che si svolgeranno il prossimo maggio.
I ragazzi che hanno frequentato e frequentano il Liceo potrebbero essere futuri campioni olimpionici. Sicuramente decine di nomi degli annuari della scuola saranno tra i protagonisti, come allenatori, atleti e volontari, alle Olimpiadi invernali che si svolgeranno nel 2026 tra Milano e Cortina. E sicuramente il Bachmann sarà tra gli ski college maggiormente coinvolti! Con la speranza che anche questa volta saranno incassati lodevoli risultati dell’Italia nell’ambito dei giochi olimpici, magari proprio grazie alle nuove leve che si sono diplomate e si diplomeranno nei prossimi anni presso il liceo.
Intanto le pre-iscrizioni rivolte alle future leve dello sci italiano sono aperte fino al 31 gennaio 2020.
Frequentare lo Ski College Bachmann e il Liceo Scientifico Sportivo è sicuramente la scelta giusta per chi intende essere tra i protagonisti della storia dello sport italiano. (by Maria Consiglia Izzo)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Quarto Anno Liceale d’Eccellenza a Rondine

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 marzo 2019

C’è tempo per iscriversi al programma di studio «Quarto Anno Liceale d’Eccellenza a Rondine» per l’anno scolastico 2019/20, promosso dall’associazione Rondine Cittadella della Pace, che darà l’opportunità a 26 studenti provenienti da tutta Italia di frequentare un anno di scuola innovativo, interattivo e internazionale.Tantissime le richieste ricevute negli ultimi giorni da tutta Italia per conoscere e partecipare alla quinta edizione del programma: per permettere a tutti di scoprire i dettagli dell’offerta formativa, la scadenza del bando di iscrizione è stata prorogata all’8 aprile.Conoscere sé stessi, scoprire il mondo e progettare il futuro: sono questi alcuni degli obiettivi del Quarto Anno Liceale d’Eccellenza, un percorso formativo riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca come percorso di sperimentazione per l’innovazione didattica rivolta a giovani talentuosi e meritevoli dei Licei Classico, Scientifico e delle Scienze Umane italiani, che frequenteranno la classe quarta nell’ a.s. 2019/2020.
Una scuola dalla didattica innovativa e multimediale e iperconnessa, posta al centro di una realtà interculturale che è locale e globale al tempo stesso; grazie al confronto con gli studenti della World House, ovvero giovani provenienti da luoghi di conflitto di tutto il mondo che hanno scelto di impegnarsi per la costruzione della pace, i diciassettenni riescono infatti a comprendere la complessità della realtà mondiale.Un percorso che unisce l’educazione alla crescita personale, attraverso il “Percorso Ulisse”, dando vita ai nuovi cittadini del domani: consapevoli e responsabili, nonché pronti a impattare sulla realtà che li circonda. In un mondo in cui le sfide da affrontare sono sempre più grandi e veloci, la formazione attraverso il metodo Rondine, rappresenta uno strumento unico con cui potersi confrontare con la realtà.Un metodo educativo, sperimentato per venti anni e oggi validato anche dal mondo accademico, nella prima conferenza internazionale che si è tenuta Washington e che a dicembre è stato presentato alle Nazioni Unite in occasione del settantesimo della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.Dalla teoria alla pratica. Il Quarto Anno Liceale d’Eccellenza a Rondine, è stato il primo ambito applicativo del Metodo Rondine all’interno del mondo scolastico e oggi giunto alla sua quinta edizione, ha già formato più di 100 studenti in tutta Italia dando risposte concrete alle esigenze del territorio italiano.Durante l’anno gli studenti acquisiscono competenze trasversali e strumenti capaci di leggere l’attualità in senso critico per diventare protagonisti attivi della propria vita e della società, definire il proprio progetto di vita e avere la possibilità di accedere in futuro alle opportunità formative più qualificate e alle carriere professionali più sfidanti.Il Quarto Anno pone le basi per i progetti di ricaduta sociale che gli studenti sviluppano nella propria regione avendo così un impatto reale sulla società civile, politica ed economica del territorio.Per partecipare e accedere ai contributi a sostegno degli studenti è necessario iscriversi tramite il bando reperibile nel sito http://quartoanno.rondine.org/. La formalizzazione dell’iscrizione con la documentazione richiesta dovrà pervenire entro l’8 aprile 2019.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ll liceo “Vittoria Colonna” incontra gli scrittori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 dicembre 2009

Roma 17 dicembre alle ore 10 il Liceo “Vittoria Colonna” di Roma (che ospita gli indirizzi linguistico, scientifico-tecnologicoe psico-pedagogico) sarà teatro di un confronto diretto fra studenti e scrittori con Andrea Frediani. All’iniziativa culturale dell’istituto diretto dalla prof.ssa Lina D’Amore hanno già aderito più autori. Si comincerà  che parlerà del romanzo storico “Jerusalem” edito da Newton Compton Editori per poi continuare il 22 dicembre, l’ultimo giorno prima delle vacanze natalizie, con Massimo Lugli che per la seconda volta risponderà alle domande su “L’istinto del lupo” con cui si è classificato terzo al premio Strega 2009 e sul romanzo precedente “La legge di lupo solitario” (ancora Newton Compton). Da gennaio seguiranno Walter Veltroni con “Noi” (Rizzoli), i professori Valeria Della Valle e Giuseppe Patota con “Viva il congiuntivo” (Sperling & Kupfer), ilmagistrato Alfonso Sabella con “Cacciatore di mafiosi” (Rizzoli). Ci saranno anche appositi incontri sul teatro e il cinema: gli studenti del Colonna incontreranno infatti il regista Vincenzo Zingaro e la Compagnia teatrale Castalia sulla rappresentazione di “Truculentus” di Plauto nonché Roberto Citran e Isotta Toso, attore e regista del film “Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio”. Sempre dal 2010 alcuni dottorandi di italianistica dell’università “La Sapienza” terranno dei seminari su argomenti di Letteratura affrontati nel triennio. Gli incontri sono aperti al pubblico. http://www.vittoriacolonnalicei.it

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »