Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘linea’

Perché la Fed continuerà sulla linea dura

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 settembre 2022

A cura di Jeffrey Cleveland, Chief Economist di Payden & Rygel. Negli Stati Uniti le pressioni inflazionistiche non hanno mostrato segni di attenuazione in agosto, anzi sono peggiorate. Il rischio che l’inflazione possa continuare o peggiorare ulteriormente spingerà i banchieri centrali a prendere misure preventive. Un approccio riassunto, senza giri di parole, dal governatore del Fed Board Christopher Waller, in un recente discorso a Vienna: “Lasciarsi trarre in inganno da un ammorbidimento temporaneo dell’inflazione potrebbe avere ora conseguenze ancora più gravi. Quindi, finché non vedrò una significativa e persistente moderazione dell’aumento dei prezzi di base, sosterrò l’adozione di ulteriori misure di inasprimento della politica monetaria”. Gli investitori, che hanno familiarità con il ciclo di rialzi del 1977-1980, ricorderanno che la Fed si orientò verso tagli dei tassi nel 1980, dopo che l’inflazione di base sembrava aver raggiunto il picco all’inizio dell’anno e il tasso di disoccupazione era salito al 6%. Sfortunatamente, i banchieri centrali furono smentiti da una nuova accelerazione dell’inflazione di base, che raggiunse i massimi all’inizio del 1981. In risposta, la Fed aumentò ulteriormente il tasso dei Fed Funds nel 1981. Oggi, la Fed non vuole essere ingannata di nuovo. A Vienna, Waller ha anche precisato cosa si debba intendere per “moderazione significativa e persistente” dell’inflazione di base: un’inflazione su base mensile al di sotto del 0,3%. Per tutta l’estate abbiamo consigliato di non opporsi alla Fed.Il contesto appena descritto è essenziale per analizzare la pubblicazione, avvenuta la scorsa settimana, dell’indice dei prezzi al consumo (CPI) di agosto. Molti investitori si aspettavano un ammorbidimento delle pressioni inflazionistiche. Invece, i prezzi dei principali beni sono aumentati dello 0,1% e rimangono dell’8,3% al di sopra dei livelli di un anno fa. È vero che i prezzi del gas sono scesi, ma molte altre categorie hanno continuato a salire, con il CPI core in accelerazione dell’0,6% su base mensile e del 6,3% su base annua. L’inflazione è un problema significativo, che i banchieri centrali cercheranno di risolvere anche a rischio di far deragliare l’economia per evitare gli imbarazzanti fallimenti degli anni Settanta e Ottanta. Il fatto che le tendenze dell’inflazione di fondo fino ad agosto sono rimaste elevate, significa che i banchieri centrali hanno ancora molto lavoro da fare. (abstract by bc-communication.it)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova linea ferroviaria Ferrandina – Matera La Martella

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 agosto 2022

Il progetto della nuova linea permetterà di collegare la città di Matera all’infrastruttura ferroviaria nazionale attraverso una linea elettrificata di 20 chilometri a binario unico. La stazione di Matera La Martella sarà servita sia da un collegamento diretto con la stazione di Ferrandina, sia da un collegamento verso Nord attraverso la nuova bretella di collegamento con la linea Battipaglia – Potenza – Metaponto.Il progetto consentirà inoltre di istituire collegamenti ferroviari di lunga percorrenza tra Matera e il sistema AV e di potenziare l’offerta di trasporto pubblico locale sul territorio in termini di frequenza e qualità. L’investimento complessivo per la realizzazione dell’opera è di circa 430 milioni di euro, finanziati anche con risorse PNRRR. All’approvazione del progetto definitivo farà seguito nei prossimi giorni l’avvio delle procedure negoziali, segnando così un importante traguardo nello sviluppo dell’intervento la cui attivazione è prevista entro il 2026.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fs-italiane: ampliata linea di credito sostenibile

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2022

Il Gruppo Ferrovie dello Stato, guidato da Luigi Ferraris, ha sottoscritto un ampliamento di mezzo miliardo della linea di credito committed e revolving stipulata nel 2021. Dai 2,5 miliardi inziali la linea raggiunge i 3 miliardi di euro e passano da sei ad otto le istituzioni finanziarie pronte a sostenere l’impegno del Gruppo FS in uno sviluppo sostenibile di tutte le attività e i business delle società controllate. Coerente ai principi ESG (Environmental, Social and Governance) e al perseguimento di alcuni obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030.Al sindacato originario dei lenders, composto inizialmente da Intesa Sanpaolo, UniCredit, (che in questa occasione ha aumentato la sua quota) Cassa depositi e prestiti, Crédit Agricole CIB, CaixaBank e Banca Popolare di Sondrio, si sono aggiunte BNL – Group BNP Paribas e Banco BPM. Nonostante un contesto di mercato caratterizzato da volatilità e rialzi, l’ampliamento è avvenuto senza aumento delle condizioni di pricing previste nel contratto originario.L’operazione, che sottolinea la strategia finanziaria del Gruppo FS sempre più improntata alla finanza sostenibile, fa seguito al recente collocamento di un green bond interamente sottoscritto dalla Banca Europea per gli Investimenti per un ammontare di 200 milioni di euro e alle operazioni bilaterali finalizzate tra il 2020 e il 2021 con scopi in linea con i princìpi della finanza ESG.La linea di credito è legata a quattro Key Performance Indicator: due sono obiettivi trasversali al Gruppo – quali il miglioramento di un rating di sostenibilità e la riduzione del gender gap in posizioni apicali – e due sono obiettivi distintivi e specifici, in ambito mobilità sostenibile e accessibilità nelle stazioni, relativi a progetti delle principali società operative del Gruppo, RFI e Trenitalia. Tutti i KPI sono stati già raggiunti nel 2021, a conferma di quanto l’impegno del Gruppo FS sia in linea con i requisiti e i criteri imposti per accedere alla finanza sostenibile. Fonte: FS News

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

RFI: al via le attività di ripristino della linea AV Roma – Napoli

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

Sono iniziate le prime attività di ripristino della funzionalità del tratto di linea ad alta velocità Roma – Napoli, nei pressi di Roma Prenestina, dove venerdì 3 giugno la locomotiva di coda di un treno AV è sviata, restando in posizione verticale, ma arrestando la corsa del convoglio e arrecando alcuni danni all’infrastruttura.Le attività prendono il via dopo la comunicazione di dissequestro dell’area da parte dell’Autorità giudiziaria. Si stima che in circa tre giorni sarà possibile riavviare la circolazione ferroviaria su entrambi i binari di questo tratto interessato.I treni AV continuano a percorrere gli itinerari alternativi via Formia e via Cassino con allungamento dei relativi tempi di viaggio. È in corso la riprogrammazione del Trasporto Regionale, il cui programma di dettaglio sarà pubblicato nelle prossime ore su tutti i canali di informazione di Trenitalia.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lucio Pellegrini: La linea

Posted by fidest press agency su domenica, 27 febbraio 2022

Collana Oceani, pp. 352, 20 euro. La storia di una famiglia borghese in un inferno di aspirazioni, incapacità, invidie e tradimenti, a cavallo fra gli anni di Tangentopoli e gli ultimi fuochi di un “secolo breve” che ha prodotto, quali figli di un Dio minore, generazioni tiepide se non già perse. Il primo romanzo dal regista e sceneggiatore di molti film e seri e di successo, tra cui Figli delle stelle, Il miracolo, È nata una star? e l’attesa serie tv sul Generale Dalla Chiesa, in autunno su Rai1. Il successo. Questa è la stella polare che orienta le vite di Stelio e Angiòla, che sono qualcosa di più di una coppia e forse anche di una famiglia. Lui è un architetto visionario, lei il suo perfetto completamento. Sono megalomani, fragili e sempre in equilibrio. Almeno fino a che il sogno diventa realtà e l’architetto cinquantenne si trasforma improvvisamente in una star internazionale. Intorno a loro, prima di loro e dopo di loro, i frammenti scomposti di una famiglia che attraversa il Novecento ed esplode nel nuovo millennio. In una villa della cintura romana, nell’Eritrea italianizzata, in un appartamento nel cuore del Marais, nella Venezia nebbiosa dei primi anni Settanta e nella platea del vorticoso congresso del Partito Socialista del 1989, si diramano i destini dei personaggi di questo romanzo. Anita, la primogenita priva di talenti e ambizioni evidenti, il fratello Tullio, fumettista in costante blocco creativo e schiacciato dal peso della famiglia, la sorella (di solo padre) Olivia, efebica, caparbia, incapace di realizzare il suo sogno di diventare una campionessa di tennis. E poi i genitori, gli zii, i compagni di sempre. Come in un puzzle, la saga della famiglia Mattei si compone mettendo insieme pezzi scomposti nel tempo. Fino a raccontare, in un futuro prossimo, il giovane Lorenzo, il figlio di Anita, che chiude questo romanzo. Un ragazzo del nuovo millennio, cresciuto fra mille insicurezze e con la sola certezza di non essere figlio di quella generazione che riscatterà l’inaffidabilità dei propri genitori né il sublime egoismo dei nonni. In libreria dal 31 marzo

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Joby Warrick: La linea rossa

Posted by fidest press agency su domenica, 11 aprile 2021

La storia inedita del conflitto in Siria e la corsa per distruggere il più pericoloso arsenale del mondo. collana i Fari, trad. Alberto Cristofori, pp. 608, 22 euro L’autore, due volte Premio Pulitzer, riprende da dove si era interrotto Bandiere nere, raccontando la nuova polveriera del Medio Oriente, la Siria, e gli interventi delle potenze mondiali. In contemporanea in libreria anche la nuova edizione di Bandiere nere. Nell’agosto 2012, il presidente siriano Bashar al-Assad si aggrappava al potere nel pieno di una feroce guerra civile. Quando i servizi segreti rilevano che potrebbe ricorrere all’uso di armi chimiche, il presidente Obama avverte che così facendo supererà una “linea rossa”. Assad lo fa comunque, bombardando il sobborgo di Ghouta a Damasco con gas sarin, uccidendo centinaia di civili e, quando la Russia si offre di mediare, per ottenere la rimozione delle armi chimiche della Siria, Obama decide di inviare le truppe USA. Inizia così una corsa per trovare, rimuovere e distruggere 1.300 tonnellate di armi chimiche nel mezzo di una furiosa guerra civile. Ma presto la lunga partita della Russia diventa chiara: farà di tutto per preservare il dominio di Assad, mentre l’ISIS, costruendo il suo califfato nel territorio devastato dalla guerra, tenta di accumulare le armi chimiche per sé. Una narrazione basata su documenti inediti, un cast di eroi e cacciatori di armi, politici, medici, diplomatici e spie. Attingendo a resoconti di testimoni, Warrick rivela come in Siria si stiano giocando gli equilibri mondiali.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Governo, Melilli “Giusta la linea indicata da Zingaretti”

Posted by fidest press agency su domenica, 10 gennaio 2021

Il presidente della commissione Bilancio: “Crisi sarebbe incomprensibile, il Paese non ne ha bisogno” “Una linea di serietà e di responsabilità è quella che con grande chiarezza Nicola Zingaretti ha proposto alla direzione nazionale del Partito Democratico. È evidente la necessità di rilanciare l’azione del Governo e concentrare le nostre attenzioni sui reali bisogni del Paese, in un tempo difficile come quello che stiamo vivendo. Una politica seria e responsabile non può non porre al centro del suo impegno l’individuazione di tutte le misure utili al rilancio della nostra economia e alla tutela delle persone in difficoltà. Il lavoro di miglioramento del Recovery e l’impegno del PD al rafforzamento dell’azione del Governo, restano le questioni centrali su cui impegnarsi. Una crisi di Governo sarebbe davvero incomprensibile agli occhi degli italiani e l’ultima cosa di cui ha bisogno il Paese. È il tempo dei costruttori, come ci ricorda il Presidente della Repubblica e il Pd esercita questo ruolo con serietà e responsabilità, come si conviene ad un grande partito popolare”. È quanto dichiarato da Fabio Melilli, presidente della commissione Bilancio alla Camera dei Deputati.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Farmacie: Lavoratori in prima linea

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2020

Non si sono tirati indietro in questi mesi di emergenza pandemica e sono tutt’ora in prima linea per offrire un presidio sanitario operativo e supportare i cittadini e il territorio. Il mondo delle farmacie è sempre stato, e lo è ancor di più ora, un punto di riferimento importante per la nostra società, ma le condizioni di lavoro degli addetti del settore sono difficili: dai problemi legati alla sicurezza nelle farmacie allo scarso riconoscimento professionale, dal mancato rinnovo del contratto nazionale al conseguente adeguamento salariale. Proprio per questo giorni fa si sono confrontati circa 500 farmacisti della Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, tutti online in un’unica assemblea nazionale, per condividere le difficoltà del momento ma, soprattutto, definire le azioni necessarie per contestare il mancato rinnovo dei contratti di settore delle farmacie private e speciali – Assofarm e Federfarma – fermi ormai da diversi anni. Federfarma, controparte datoriale, sta rallentando la trattativa con proposte inaccettabili che non tutelano adeguatamente l’occupazione e la professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori: da un eccesso di flessibilità oraria all’abbattimento delle maggiorazioni per il lavoro straordinario, fino alla proposta di condizionare l’aumento salariale al riassorbimento dei permessi individuali. Non è possibile continuare la discussione in questi termini, ed è il momento di farsi sentire. Per questo i farmacisti in assemblea considerano fondamentale il coinvolgimento dei ministeri del lavoro e della sanità di fronte allo stallo contrattuale in atto. Nelle prossime ore verrà inviata loro una lettera che descrive la situazione per richiedere un incontro questo è il primo passo di una serie di iniziative cadenziate nel tempo per riavviare il confronto.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lexar presenta la nuova linea di SSD SL200

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 luglio 2020

Lexar, brand leader nel campo delle memorie flash, presenta il nuovo SSD Portatile Lexar® SL200. Questo dispositivo di archiviazione portatile permette di avere sempre con sé in totale sicurezza i propri file sia a casa e in ufficio sia in viaggio. È infatti resistente a cadute, urti, vibrazioni e temperature rigide ed è dotato di una soluzione di sicurezza avanzata con crittografia AES a 256 bit, che permette di creare e gestire con facilità un’area protetta da password in grado di criptare automaticamente i dati. Questa unità di memoria elegante, compatta e sottile (misura solo 86 mm x 60 mm x 9.5 mm), ha una raffinata finitura di alta qualità ed è disponibile nelle capacità di 512GB, 1TB e, a breve, 2TB. Offre inoltre prestazioni straordinarie in movimento, con velocità di lettura fino a 550MB/s e scrittura fino a 400MB/s quattro volte superiori rispetto alle unità disco esterne tradizionali1, così è facile accedere, spostare o eseguire il backup di tutti i film, la musica, le foto e i file preferiti in modo rapido e caricare più velocemente i giochi. Ha poi un ridotto consumo della batteria del device quando quest’ultimo non è alimentato dalla corrente e con i cavi forniti nella confezione, USB tipo C-tipo C e USB tipo C-tipo A, è semplicissimo e immediato connettere questa SSD al dispositivo.Tutti i design di prodotto Lexar sono sottoposti a test e controlli approfonditi nei laboratori di qualità Lexar, strutture con più di 1.100 dispositivi digitali, per garantire prestazioni, qualità, compatibilità e affidabilità. Per ulteriori informazioni visitare http://www.lexar.it. Gli SSD portatili Lexar® SL200 sono disponibili dal mese di Luglio a un prezzo al pubblico indicativo di 149.90 Euro (512GB) e 229.90 Euro (1TB).
Principali caratteristiche:Prestazioni a livello di unità SSD, con velocità di lettura fino a 550MB/s e scrittura fino a 400MB/s1
Stile elegante e sottile con finitura di alta qualità Design durevole e portatile – resiste a temperature e vibrazioni estreme2
Comprende una soluzione di sicurezza avanzata con crittografia AES a 256 bitComprende una porta USB tipo C. Comprende un cavo USB da tipo C a tipo C e un cavo USB da tipo C a USB standard di tipo A Garanzia limitata di tre anni1Trasferimento di lettura fino a 550 MB/s, velocità di scrittura inferiori. Velocità e confronto basati su test interni. Le prestazioni effettive possono variare.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola Esami di Stato, Udir: bene, va avanti la nostra linea

Posted by fidest press agency su martedì, 5 Maggio 2020

La ministra dell’Istruzione, ha dichiarato che, per quanto riguarda la Maturità, “l’esame rappresenta la conclusione di un percorso e per questo i crediti prima della pandemia erano 40, poi c’erano gli altri 60 legati alle prove. Ora deve essere valorizzato il percorso di studi di più: quel 60 saranno i crediti dai quali gli studenti potranno partire e 40 la prova orale”. La ministra ha continuato affermando che “questo sarà un giusto riconoscimento all’impegno, poi ci sarà la possibilità di far sì che l’esame orale parta da un argomento che non sarà una tesina, ma un colloquio su una parte di programma scelta con i loro professori”. Il Ministro ha anche confermato che la data d’inizio degli esami sarà il 17 giugno.Udir, che di recente ha presentato degli emendamenti al Senato, si dice soddisfatto; infatti, aveva previsto proprio una modifica per l’Attribuzione del punteggio dell’Esame di Stato: nello specifico, il sindacato aveva chiesto, al comma 4, alla lettera c), di aggiungere il seguente periodo: “fermo restando l’attribuzione del punteggio previsto per le prove scritte al credito scolastico e l’innalzamento del limite massimo di 20 punti per il colloquio”. Udir, infatti, è del parere che la straordinaria formulazione dell’Esame di Stato senza le prove scritte impone una redistribuzione del punteggio ai fini dell’attribuzione del voto finale. Così facendo si vuole valorizzare l’apprendimento scolastico nell’insieme del percorso formativo.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi interventi di miglioramento finanziati dall’UE sulla linea Napoli-Bari

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2019

Violeta Bulc, Commissaria per i Trasporti, ha dichiarato: “Questo progetto dell’UE darà impulso alle economie locali di Napoli, Caserta, Benevento, Foggia e Bari, riducendo i tempi di percorrenza per gli abitanti e i turisti. A lungo termine questa linea ferroviaria e le numerose altre realizzate con il finanziamento dell’UE nell’Italia meridionale contribuiranno a migliorare la qualità dell’aria nella regione.” Sulla bretella di innesto verso Napoli si inserirà un collegamento con lo scalo merci di Maddaloni Marcianise, che sottopassa la linea storica Cancello-Caserta. Tale collegamento consentirà di instradare il traffico merci direttamente verso lo scalo, senza interferire con la linea regionale. Il progetto prevede anche la realizzazione di due nuove fermate, Valle di Maddaloni e Frasso Telesino-Dugenta.La linea Napoli-Bari fa parte del corridoio centrale scandinavo-mediterraneo della rete transeuropea di trasporto. Il completamento del corridoio, con la costruzione di oltre 9 300 km di ferrovia (un terzo dei quali in Italia), collegherà importanti poli economici dell’UE che rappresentano il 20% del suo PIL e circa il 15% della sua popolazione totale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Novartis lancia la Linea Embrace

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 aprile 2019

Si tratta di un progetto nato per affrontare la grande sfida della gestione del paziente cronico. In Italia, infatti, sono 24 milioni i cittadini che presentano una patologia cronica, di questi 12,5 milioni sono afflitti da multi-cronicità, per una spesa sanitaria che sfiora i 67 miliardi di euro.La Linea Embrace si avvarrà di 80 giovani di età compresa tra i 24 e i 29 anni, Advisor di Patologia identificati attraverso innovativi processi di selezione grazie all’impiego di piattaforme digitali. In un anno, gli Embrace Advisor incontreranno 15.000 medici sul territorio italiano con l’obiettivo di creare e sostenere la rete dei player coinvolti nella gestione della cronicità, fornendo nuovi stimoli per interpretare la medicina del futuro. Gli obiettivi del progetto sono: dimezzare i tempi di accesso al percorso di diagnosi, favorire la collaborazione tra ospedale e territorio assicurando la continuità assistenziale, migliorare la capacità di gestione della malattia.
“Da oggi il nostro Gruppo lancia un progetto innovativo, dedicato all’area della cronicità, nato per diffondere cultura scientifica sulle patologie croniche – sottolinea Pasquale Frega, Country President di Novartis in Italia – La nascita della nuova Linea Embrace è un investimento che vogliamo fare per il Sistema Paese, un’alleanza con i cittadini, un vero e proprio impegno che ci sentiamo di prendere con i pazienti per farci promotori dell’accesso alle migliori e più innovative terapie”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La linea dei numeri e la tavola pitagorica sui banchi di scuola

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 aprile 2018

Torino Venerdì 6 e sabato 7 aprile al Centro Congressi Santo Volto di Torino Il III convegno nazionale SOS Dislessia lancia il progetto pilota “Tuttaunaltrascuola” con la direzione scientifica del prof. Giacomo Stella alla scuola primaria di Marmorta a Molinella. Tra gli ospiti del convegno anche Lapo Elkann.
Banchi di scuola con la linea dei numeri e la tavola pitagorica. E’ la scuola primaria di Marmorta, a pochi chilometri da Molinella, la prima scuola in Italia a dotarsi di metodi di supporto compensativo per aiutare i bambini con difficoltà di apprendimento. Ne parlerà per la prima volta il professor Giacomo Stella, Professore ordinario di Psicologia Clinica al dipartimento di Educazione e Scienze Umane presso l’Università di Modena e Reggio Emilia e curatore del progetto, in occasione del III Convegno nazionale SOS Dislessia “Guardare, provare, imparare. Dai neuroni a specchio alla didattica a scuola” in programma venerdì 6 e sabato 7 aprile al Centro Congressi Santo Volto di Torino. La scuola primaria di Marmorta chiusa dal 2016 e recentemente ristrutturata ha accettato di applicare su tutti i banchi gli adesivi studiati dal professor Stella, propedeutici ai metodi di supporto compensativo. Un ritorno nostalgico al passato? Un anacronismo? Niente di tutto questo. Per il prof. Stella, direttore scientifico del III convegno SOS DISLESSIA, si tratta di uno strumento compensativo utile ai ragazzi con DSA ma non solo a loro per favorire i processi di apprendimento. “La scuola deve ritornare ad essere amica dei bambini e cercare di rendere accessibile e piacevole l’apprendimento dell’aritmetica che viene considerata una disciplina ostica. In realtà il bambino nasce con una predisposizione innata a “matematizzare” l’ambiente, come dimostrano le ricerche sulle capacità del neonato di apprezzare le quantità – spiega il prof. Stella – È dunque necessario continuare a favorire questa capacità recuperando gli strumenti di base che facilitano il calcolo e stimolano la voglia di fare esperienza”.
Sabato 7 aprile il convegno promosso da SOS Dislessia in collaborazione con Anastasis e Pearson e patrocinato da Comune di Torino, Università di Torino, Università di Modena e Reggio Emilia, Fondazione Emanuele Scifo e Fondazione LAPS, terrà a battesimo questo importante progetto pilota che verrà inaugurato in contemporanea proprio nell’Open Day della scuola di Molinella. E sarà solo uno dei momenti significativi della due giorni torinese alla quale parteciperanno neuroscienziati, ricercatori ed esperti di DSA provenienti da tutto il mondo. Tante le testimonianze illustri previste tra cui: Lapo Elkann Presidente e Fondatore di Garage Italia e Italia Independent Group, Emanuel Simeoni, fumettista internazionale autore di Batman Eternal per la DC Comics e Francesco Riva, attore e scrittore. Un appuntamento dall’alto valore formativo aperto a clinici e insegnanti al quale prenderanno parte: Leonardo Fogassi Università di Parma, Marco Zorzi Università di Padova, Arnold Wilkins Università di Essex, Maria Luisa Gorno-Tempini Università di San Francisco, Concetta Pacifico Dirigente scolastico, Roberto Trinchero Università di Torino, Graziano Cecchinato Università di Padova, Maurizio Parodi Università di Genova, Giancarlo Cerini Dirigente tecnico, Andrea Marini Università di Udine e Roma Tor Vergata, Luisa Girelli Università di Milano-Bicocca, Gabriele Pallotti Università di Modena e Reggio Emilia, Gaia Scerif Università di Oxford, Antonella Gagliano Università di Messina e Salvatore Giuliano Dirigente scolastico.
Si parlerà di diversi modi di apprendere a partire dall’analisi del funzionamento dei neuroni specchio e delle reti neurali artificiali nella visione e nella lettura, nella grammatica e nella matematica, nell’educazione linguistica ma anche nel comportamento. Nell’occasione si rifletterà anche su modelli didattici che propongono un modo diverso di insegnare più coerente con i modelli di apprendimento. Previste due sessioni poster (venerdì alle 18.00 e sabato alle 13.00) e i laboratori Pearson a cura di Barbata Urdanch “Stu (p) [d] enti I maturandi Dsa spiegano ai docenti come “SI PUÒ FARE!!!” (venerdì 6 ore 17.00) e “Gente che vibra: narrazione da una scuola che ci prova…e ci riesce!” a cura della Dott.ssa Antonella Accili Dirigente scolastica Piandimeleto (sabato 7 ore 14.00).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola Graduatorie precari sbagliate e da rifare: la linea del Miur frana davanti ai giudici

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 gennaio 2017

ministero-pubblica-istruzioneNegli ultimi giorni una serie di sentenze ha stabilito la poca lungimiranza con cui siano state allestite e si sia bloccato l’accesso nelle GaE a chi, invece, ne avesse pieno diritto. A favore dei diplomati magistrali esclusi, si sono posti i Tribunali di Rieti e di Nocera Inferiore; il Tar del Lazio ha dato ragione, poi, ai docenti illegittimamente inseriti in quarta fascia nel 2012. Via libera al reinserimento nelle liste di attesa provinciale da parte del tribunale di Napoli.Chi fosse interessato a impugnare il trattamento iniquo, subito dall’amministrazione scolastica sulle GaE, può consultare la “sezione ricorsi” sul sito internet Anief.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): non è un caso se dal conto annuale, pubblicato in queste ore dalla Ragioneria generale dello Stato, risulti che tre precari su quattro della pubblica amministrazione appartengono alla Scuola: si tratta di oltre 100mila docenti e 40mila Ata, che continuano a essere osteggiati per completare il loro naturale processo di stabilizzazione: tuttavia, se in un altro Paese moderno europeo tutto questo sarebbe stato favorito, come indicato dalla stessa UE, nella nostra Penisola tale processo continua a essere osteggiato. Se questo Governo, come ha dichiarato, vuole davvero voltare pagina sul fronte dei supplenti condannati a tale vita, colga dunque l’occasione per permettere da subito l’aggiornamento delle Graduatorie ad esaurimento, in contemporanea a quelle d’Istituto, il cui aggiornamento è previsto nella prossima primavera. È tutto sbagliato, è tutto da rifare: torna alla mente la frase tipica di Gino Bartali, uno degli atleti che hanno fatto la storia del ciclismo italiano, nel commentare la gestione delle Graduatorie ad esaurimento dei precari della scuola: anche questi ultimi, per colpa di un’amministrazione allergica alle soluzioni di buon senso, hanno dovuto scalare a loro modo delle montagne per il riconoscimento dei propri diritti. Ora, però, i fatti gli stanno dando finalmente ragione. Negli ultimi giorni, infatti, una serie di sentenze emesse dai tribunali ha stabilito la poca lungimiranza con cui siano state allestite e si sia bloccato l’accesso nelle GaE a chi, invece, ne avesse pieno diritto.A iniziare da coloro che sono in possesso del diploma magistrale: un titolo senza ombra di dubbio abilitante all’insegnamento, ma non per il Miur. Stavolta a “ricordarlo” all’amministrazione è stato il Tribunale del Lavoro di Rieti, che si è espresso in via definitiva sul diritto di tale tipologia di docenti (oltre 50mila in tutta Italia) a ottenere il riconoscimento nelle GaE, utile sia per accedere alle supplenze di lunga durata, sia per l’immissione in ruolo sul 50 per cento dei posti disponibili: il giudice ha disposto, quindi, la condanna del Ministero dell’Istruzione a permettere ai docenti la produzione della domanda di inserimento in GaE e a provvedere al loro inserimento con il corretto computo del servizio e dei titoli effettivamente posseduti.Una sentenza dello stesso tenore è giunta dal Tribunale del Lavoro di Nocera Inferiore, in provincia di Salerno, dove a una docente con lo stesso titolo il Miur aveva negato il diritto alla partecipazione al piano straordinario di immissioni in ruolo decretato dalla Legge 107/2015: il tutto è avvenuto nonostante la favorevole sentenza del Consiglio di Stato che già aveva sancito il suo pieno inserimento in GaE, a far data dalla prima pubblicazione delle stesse, avvenuta all’atto dell’aggiornamento 2014. La stessa docente, peraltro in possesso di diritto al collocamento mirato con riserva del posto in base alla Legge 68/99, aveva subito per anni il “veto” dell’amministrazione che la escludeva dalla possibilità di inserimento: ci ha pensato, però, il giudice del lavoro a ristabilire la legalità, dichiarando lecita la domanda della ricorrente all’immissione in ruolo nella prima provincia indicata, avendo dimostrato l’avvenuta immissione in ruolo di candidati in possesso di minor punteggio e non destinatari di diritti alla cosiddetta “riserva del posto” per le categorie protette.A smontare le GaE ci ha pensato anche il Tar del Lazio che, con una sentenza prima in assoluto nel suo genere, è destinata a segnare la storia di queste graduatorie e dei docenti illegittimamente inseriti in quarta fascia nel 2012, senza possibilità di passaggio nella corrispondente terza fascia all’atto dell’aggiornamento 2014. Per il Tar del Lazio, infatti, una volta ottenuto il requisito di ammissione nelle Graduatorie d’interesse, “l’unico criterio di graduazione è quello che discende dalla valutazione dei titoli al fine di individuare i più capaci e meritevoli, non essendo il momento di conseguimento dei requisiti di ammissione utile a individuare i soggetti più capaci e meritevoli”.
Sempre per il tribunale laziale, “i requisiti per accedere all’insegnamento sono costituiti soltanto dal titolo di studio specificatamente richiesto e dal titolo di abilitazione allo specifico insegnamento, avendo il possesso di ogni altro titolo soltanto valore al fine di determinare il maggiore o minor merito, è evidente che la collocazione dei soggetti, che hanno conseguito i requisiti di accesso successivamente, in posizione comunque deteriore, quali che siano i titoli valutati, rispetto ai soggetti che li hanno conseguito precedentemente, viola il principio costituzionale che garantisce l’accesso ai pubblici uffici a tutti coloro che ne hanno titolo, indipendentemente dal momento in cui l’hanno conseguito”. Di conseguenza, “non si poteva distinguere la graduatoria in fasce e non potevano porsi in posizione deteriore soggetti aventi maggior punteggio rispetto a soggetti che con un punteggio inferiore sono stati collocati in fasce precedenti, sia perché non è disposto dalla L. 124/99, che così viene ad essere violata, sia perché in contrasto con i principi costituzionali”. Per questi motivi, Anief avvierà appositi ricorsi, per tutti coloro i quali abbiano mancato l’immissione in ruolo a causa dell’illegittima collocazione in IV fascia. Lo stesso giovane sindacato autonomo ha ottenuto una piena vittoria per il diritto al reinserimento di chi era stato depennato dalle GaE nel 2009, per mancata presentazione della domanda di aggiornamento, dopo che il Miur aveva negato loro, nonostante la domanda di reinserimento presentata per tempo nel 2014, la possibilità di essere nuovamente inserito nelle graduatorie d’interesse: anche in questo caso, il Tribunale del Lavoro di Napoli ha condannato senza riserve il Ministero all’immediato reinserimento di un docente cancellato e al pagamento delle spese di soccombenza, “con il recupero del punteggio maturato all’atto della cancellazione”. “Le risposte che stanno dando i giudici – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – confermano che non è un caso se dal conto annuale pubblicato in queste ore dalla Ragioneria generale dello Stato risulti che tre precari su quattro della pubblica amministrazione appartengono alla Scuola: si tratta di oltre 100mila docenti e 40mila Ata, che continuano a essere osteggiati per completare il loro naturale processo di stabilizzazione. Tuttavia, se in un altro Paese moderno europeo tutto questo sarebbe stato favorito, come indicato dalla stessa UE, nella nostra Penisola tale processo continua a essere osteggiato”. “Se questo Governo, come ha dichiarato, vuole davvero voltare pagina sul fronte dei supplenti condannati a tale vita, colga dunque l’occasione per permettere da subito l’aggiornamento delle Graduatorie ad esaurimento, in contemporanea a quelle d’Istituto, il cui aggiornamento è previsto nella prossima primavera. Disallineare questa ‘finestra’ comporterebbe ulteriori pasticci che il nostro sindacato si impegna, sin da oggi, a contrastare presentando ricorso motivato in tribunale”, conclude Pacifico.Anief ricorda che, per i docenti destinatari di favorevole e definitiva sentenza del Consiglio di Stato, è ancora possibile ricorrere in caso la propria domanda cartacea di partecipazione al piano straordinario di immissioni in ruolo, decretato con la Legge 107/2015, non abbia avuto seguito.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dieta mediterranea un toccasana per la linea e la memoria

Posted by fidest press agency su domenica, 21 agosto 2016

dieta mediterraneaChe la dieta mediterranea composta principalmente di frutta e verdura, cereali integrali e legumi, potesse essere una componente essenziale per mantenere sano il corpo era già noto ma che fosse determinante per aiutare anche il cervello, ancora non era stato spiegato. A dimostrare i meccanismi che legano la dieta mediterranea non solo per i suoi benefici sulla linea e che ne lodano le proprietà sul cervello, è uno studio condotto i ricercatori della Swinburne University of Technology di Melbourne, in Australia, che Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, associazione che da sempre ha promosso la nostra dieta tradizionale come naturale abitudine per vivere una vita sana e meno a rischio, ritiene molto interessante e da prendere in seria considerazione. Secondo la ricerca in questione, uno stile alimentare di tipo mediterraneo sarebbe in grado di agire sulla memoria a lungo termine, le funzioni esecutive e le costruzioni visive. «Come mai vi è un maggiore legame tra la dieta mediterranea e il rallentamento del declino cognitivo? Perché la dieta mediterranea offre l’opportunità di cambiare alcuni dei fattori-rischio che contribuiscono allo sviluppo delle malattie neurodegenerative», spiega il professore leader dello studio Roy Hardman.«Ridurre l’infiammazione, per esempio, aumentare i micronutrienti, migliorare l’apporto di vitamine e minerali, cambiare il profilo dei grassi attraverso il consumo d’olio d’oliva come fonte principale di grassi alimentari; mantenere un peso regolare e potenzialmente ridurre un problema di obesità, migliorare il livello di polifenoli nel sangue e l’energia metabolica delle cellule, cambiando anche il microbiota intestinale, anche se quest’ultimo fattore non è stato ancora esaminato nel dettaglio». Secondo il dottor Hardman, inoltre, il risultato più sorprendente della ricerca riguarda gli effetti sul peso che possono essere riscontrati a livello globale, in diversi Paesi e culture. «Consigliamo a tutte le persone del mondo di cercare di seguire con rigore questa alimentazione, o di cambiare dieta se ancora non lo hanno fatto. E questo vale anche per gli individui di un’età avanzata», ha continuato l’esperto. Oltre all’olio extravergine d’oliva, la dieta mediterranea si basa sull’abbondante consumo di verdure e frutta fresca, semi, noci e frutta secca, con una quantità ridotta al minimo di carni, soprattutto quelle rosse. I risultati sono stati pubblicati nella rivista scientifica Frontiers in Nutrition. Dunque, via libera a cereali, frutta, verdura, frutta secca, olio di oliva, pesce e pollame. Ed andiamoci piano con carni rosse e concedersi, moderatamente, qualche bicchiere di vino rosso. Il tutto condito con un minimo di attività fisica. Dietro questa semplice ricetta di uno stile sano di vita ci sarebbe il segreto per la linea e la memoria. La dieta mediterranea è ben nota per essere una dieta sana, ed è associata alla longevità, al benessere, ad una minore incidenza di cancro e malattie cardiovascolari. E questo è molto importante, perché la gente può scegliere di seguire questo tipo di dieta per prevenire o ripristinare la propria salute.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Linea verde va in città

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 aprile 2012

Caserta 13 aprile Ore 12.00 Sala del Consiglio Camera del Commercio Industria Agricoltura e Artigianato di Caserta Via Roma, 75 Conferenza stampa per la presentazione di LINEA VERDE VA IN CITTA’: CASERTA Interverranno:
Pio Del Gaudio – Sindaco di Caserta
Domenico Zinzi – Presidente della Provincia di Caserta
Tommaso De Simone – Presidente CCIAA di Caserta
Pasquale Russo – Presidente SINTESI/CCIAA di Caserta
Giovanna Pensabene – Capo Progetto “Linea Verde”
Carlo Raspollini – Autore “Linea Verde”
Eleonora Daniele – Conduttrice “Linea Verde”
In onda su Rai 1, domenica 15 aprile ore 12,20

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arezzo: osservatorio confindustria

Posted by fidest press agency su sabato, 25 dicembre 2010

Diversamente da quanto rilevato a livello regionale, la provincia di Arezzo secondo la consueta indagine sul comparto manifatturiero condotta da Confindustria Arezzo e Camera di Commercio di Arezzo, nel terzo trimestre 2010 accelera il recupero produttivo sul 2009. L’indicatore della produzione dopo il +4,8% dei primi tre mesi dell’anno e il +3,6% del secondo trimestre si attesta adesso a +6,3% superando il dato regionale fermo a +3,5%. In un contesto generale di diffuso rallentamento, quello di Arezzo è indubbiamente un risultato positivo anche se il recupero dei livelli pre-crisi resta ancora lontano. In linea con quanto rilevato nella precedente indagine il fatturato raggiunge il +8,7% confermando una ripresa che anche in questa provincia risulta trainata dall’export con gli ordinativi esteri a +12,3% e quelli interni fermi a +2,9%. Resta negativo il quadro occupazionale che infatti, nonostante il lieve miglioramento rispetto ai primi mesi dell’anno, nel terzo trimestre 2010 flette del 2,8% dopo il -4,9% dei primi tre mesi dell’anno e il -3,2% del periodo aprile-giugno.  A livello territoriale Arezzo si distingue per la miglior performance provinciale (dopo Livorno) confermando un percorso di ripresa in continuo miglioramento dall’inizio dell’anno.  Positivi anche i risultati di Firenze e Lucca mentre le altre realtà rallentano rispetto ai primi mesi dell’anno.
A livello settoriale in questo trimestre a differenza di quanto rilevato nei mesi precedenti  tutti i comparti sembrano aver agganciato la ripresa. L’unico dato negativo riguarda la gioielleria e bigiotteria che infatti continua a flettere, in termini produttivi, del 6,8% evidenziando anche significative difficoltà dal lato della domanda (-10,7% la componente interna e -4,5% quella estera).  In recupero invece il sistema moda con un +13,2% del pelli e cuoio, un +4,6% delle calzature e un +2,6% del tessile e abbigliamento e il comparto della chimica allargata che, dopo il -21,3% del secondo trimestre, adesso torna sulla stazionarietà. In crescita la meccanica (+8,1%), l’industria alimentare (+2,6%), i metalli (+4,4%) e i minerali non metalliferi (+3,2%) ma il dato più significativo interessa l’elettronica e i mezzi di trasporto che infatti, dopo il +32% del secondo trimestre, sale adesso al 43%.
A livello dimensionale anche ad Arezzo come in Toscana sono le grandi unità produttive (oltre 250 addetti) ad evidenziare lo slancio maggiore. Nel terzo trimestre 2010 la produzione in queste imprese risulta cresciuta del 21,8% contestualmente ad  incrementi del 19% della domanda interna e del 46% di quella estera.
Positivi i risultati anche per le medie imprese (50-249 addetti) che rispetto al 2009 salgono dell’8,8% in termini produttivi e del 15% in termini di fatturato confermando un’accelerazione degli ordinativi esteri. Ancora  incerto il quadro delle piccole (10-49 addetti) che dopo il -2,9% del secondo trimestre dell’anno si stabilizzano adesso a +0,5% trascinando il fatturato su valori simili (+0,9%). Anche la domanda non appare particolarmente vivace: il mercato interno continua a flettere mentre quello estero segna un  timido +1,9%.  Continuano ad essere positive e superiori ai dati regionali e nazionali le vendite all’estero dei prodotti aretini: i mesi luglio-settembre 2010 si chiudono infatti con un positivo +38,4% dopo il +1,6% e il +18,2% dei primi due trimestri dell’anno.
A livello settoriale, in linea con quanto già rilevato nella precedente indagine, migliora l’export dei due principali comparti della provincia: i metalli preziosi e l’oreficeria che infatti si attestano rispettivamente a +60,3% e a +22% in linea con il dato vicentino e decisamente al sotto della performance del distretto alessandrino (+150% e +87%).  Sono indubbiamente due risultati incoraggianti anche se fortemente inquinati dall’incremento del prezzo della materia prima e, limitatamente alla gioielleria, dall’andamento particolarmente drammatico del III trimestre 2009 tanto che il confronto con il 2008 resta negativo (-8%). Fra le altre specializzazioni nonostante il miglioramento dei prodotti tessili continua a flettere del 13,5% l’aggregato del sistema moda che risente infatti delle negative dinamiche dell’abbigliamento e dei prodotti del pelli e cuoio.  In recupero invece gli altri comparti tranne la gomma, plastica e i minerali non metalliferi che tornano in terreno negativo. Va evidenziato che la performance dell’elettronica (+193%) è legata all’ottimo andamento di un ristretto numero di imprese e che i comparti dei mezzi di trasporto (+176%) e della farmaceutica (+223%) seppur in forte crescita rappresentano ancora meno dell’1% del valore delle esportazioni provinciali. Bene l’industria alimentare (+10,1%), i mobili (+38,3%) e la meccanica (+2,1% nonostante la frenata rispetto al precedente trimestre).  Il valore delle esportazioni complessive del settore manifatturiero aretino nel terzo trimestre 2010 è pari ad un miliardo e trecento milioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ettore Maria Merlino: Linea e colore

Posted by fidest press agency su domenica, 19 dicembre 2010

S. Agata Militello 19 Dicembre 2010 (fino al 9 gennaio 2011)  il Castello Gallego ospita la mostra “Ettore Maria Merlino – Linea e colore”. Curata da Andrea Romoli Barberini, l’esposizione documenta con oltre 40 opere tra dipinti, sculture e disegni la ricerca recente di questo artista da sempre attratto dalle polarità del mito, dell’eros e della religione.  Catalogo in mostra con testi di José Hernandez, Andrea Romoli Barberini, Albano Rossi, Elena Santomarco e una nota dell’artista.
Ettore Maria Merlino è nato a S. Agata di Militello (Me) il 27 agosto 1950. Ha studiato al liceo artistico di Reggio Calabria e in quello di Palermo. Conseguito il diploma di maturità artistica si iscrive alla Facoltà di Architettura presso l’Università di Palermo. Trasferitosi a Roma nel 1980, frequenta l’Accademia di Belle Arti. Inizia la sua attività espositiva nella seconda metà degli anni Sessanta prendendo parte a numerose mostre, personali e collettive su tutto il territorio nazionale. Le sue opere sono conservate in raccolte pubbliche e private. Risiede e opera tra S.Agata di Militello (Me) e Roma. (ettore)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pd tra Di Pietro e Casini

Posted by fidest press agency su martedì, 7 settembre 2010

“Stiamo vivendo  ore sono decisive per il futuro del Paese e, come ha chiarito bene oggi a Torino Enrico Letta, c’è solo un obiettivo dopo la fine del Pdl certificata ieri da Fini: mandare a casa il governo. Se Di Pietro è compatibile con i contestatori professionisti, come quelli che hanno consegnato la Regione Piemonte al centrodestra, deve sapere che è finita nel Pd la stagione di chi porge l’altra guancia. Non consentiremo a Di Pietro di giocare con il Pd così come ha fatto nel 2008. E se pone una questione di scelta tra lui e Casini deve sapere che, se non cambia linea, per noi non si porrà nemmeno il problema di chi dover scegliere”. Così Francesco Boccia, deputato PD, tra i fondatori di TrecentoSessanta, l’Associazione che fa riferimento a Enrico Letta

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Voto elettronico per gli italiani

Posted by fidest press agency su martedì, 12 gennaio 2010

L’on. Razzi (IdV) ha presentato il progetto di legge che consentirà a tutti gli italiani ovunque si trovino in Italia e nel mondo di votare dal salotto di casa propria  «Un provvedimento che bisognava prendere. Farò il possibile e l’impossibile affinché venga approvata in Parlamento una legge vera detentrice di civiltà e di diritti tra italiani» lo ha dichiarato l’On. Razzi di Italia dei Valori, eletto nella circoscrizione estero Europa, «la coscienza, l’amore che ho per i connazionali all’estero, lo scrupolo di perpetrare iniquità tra gli italiani residenti all’estero e quelli residenti in Italia, la piaga di brogli a tutti i livelli, mi ha  fatto decidere in questo senso».  Il progetto, in linea con l’afflato innovatore bipartisan tra gli schieramenti tende ad eliminare le ingiustizie emerse con l’istituzione della Circoscrizione Estero: «…basta disparità, basta figli e figliastri, gli italiani sono italiani tutti uguali ovunque vivano ecco perché la Patria alla quale siamo così legati viene definita “madre”, è impensabile non prendere atto di questa verità, non è intellettualmente onesto. Aboliremo spese enormi se si pensa all’organizzazione dei seggi con presidenti e scrutatori compresi, si avrà la possibilità di avere i risultati delle votazioni in tempo reale e faremo finalmente a meno degli exip pool inaffidabili e costosi.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »