Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘lipu’

Elezioni europee, le proposte della Lipu per una maggiore tutela della biodiversità

Posted by fidest press agency su martedì, 30 aprile 2019

Proteggere i siti Natura 2000, riformare le politiche agricole in un’ottica di reale sostenibilità, invertire il declino delle specie, salvare i mari e gli oceani, combattere con efficacia i cambiamenti climatici, rafforzare i progetti di cultura ecologica, educazione e volontariato ambientale.Sono i sei grandi temi, con le relative proposte, che la Lipu-BirdLife Italia indirizza ai candidati alle elezioni del Parlamento europeo del prossimo 26 maggio. Un appuntamento cruciale per le sorti della natura del continente: di fronte alla scomparsa della natura, testimoniata dalla rarefazione degli uccelli marini e degli ambienti agricoli, degli insetti impollinatori e degli habitat naturali, è doveroso rafforzare le politiche di conservazione di specie e ambienti sulla scia delle buone politiche che l’Unione europea ha dimostrato di saper attuare nella legislatura 2014-2019, per esempio la difesa delle direttive Habitat e Uccelli o il sostegno ai programmi Life.Le proposte della Lipu (inserite in un documento pubblicato da oggi alla pagina http://www.lipu.it/pdf/Schede_manifesto.pdf) chiedono all’Europa la protezione della rete europea della biodiversità, la rete Natura 2000, attraverso una piena applicazione delle direttive Uccelli e Habitat, da attuarsi attraverso un adeguato stanziamento di fondi, la sinergia con le principali politiche comunitarie come agricoltura, pesca, energia e trasporti, nonché l’aumento delle connessioni ecologiche e la resilienza degli ecosistemi.
Quanto al tema cruciale dell’Agricoltura la Lipu chiede che si approvi una riforma della Pac post 2020 che veda lo stanziamento del 50% delle risorse a favore dell’ambiente e del clima, la fine del sostegno all’agricoltura intensiva e una procedura di approvazione dei pesticidi più rigorosa e trasparente, con il divieto di tutti i neonicotinoidi, del Glifosato e dei principi attivi impattanti sulla fauna selvatica.Altro capitolo fondamentale è il tema delle specie in declino, da combattere attraverso piani d’azione, il sostegno all’attività di monitoraggio delle specie protette dalle direttive, il sostegno a iniziative di riqualificazione ambientale e l’impegno per il ripristino della legalità in materia di bracconaggio e traffico illegale di specie animali. Ai futuri parlamentari la Lipu chiede anche maggiori tutele degli uccelli in tema di caccia e la promozione di una più decisa lotta al fenomeno del bracconaggio.Altri due capitoli essenziali delle proposte della Lipu sono la tutela del mare e la lotta ai cambiamenti climatici. In tema di mare, occorre una mappatura urgente per individuare i punti sensibili delle specie marine e degli habitat alle pressioni esercitate dalle attività umane, un’efficace gestione della rete Natura 2000 all’interno delle aree protette marine, il raggiungimento dell’obiettivo di ridurre del 50% i rifiuti di plastica entro il 2020 e la garanzia che gli Stati membri applichino le norme di pesca per evitare catture accidentali di uccelli marini, cetacei e tartarughe.Sul fronte dei cambiamenti climatici la richiesta della Lipu è quella di un forte impegno per la riduzione di almeno il 55% dei gas a effetto serra, unitamente a un aumento del 40% dell’efficienza energetica e del 45% delle energie rinnovabili entro il 2030, pur minimizzando nel contempo gli impatti degli impianti sulla biodiversità.Infine, non certo per importanza, il tema della comunicazione e della cultura ecologica, per il quale occorre, tra le altre cose, che l’Unione europea adotti una strategia complessiva di valorizzazione della natura, che includa attività di comunicazione, promozione culturale, eventi, programmi educativi atti a coinvolgere più profondamente i cittadini e a rafforzare l’identità “ambientalista” dell’Unione europea.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Casacalenda in festa: 20 anni oasi Lipu

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 ottobre 2014

oasi lipuTre giornate speciali per tutti gli amanti della natura. Da venerdì 17 a domenica 19 ottobre si svolgeranno i festeggiamenti del 20esimo compleanno dell’Oasi Lipu di Casacalenda. Il ricco programma celebrativo del ventennale, messo a punto dalla Lipu e dalla Regione Molise- Assessorato Regionale alla Tutela Ambientale, in collaborazione con il Comune di Casacalenda e la Provincia di Campobasso, prevede un incontro celebrativo con le Istituzioni e le scuole sul tema ecologico, una mostra sulla biodiversità, visite guidate nell’Oasi, attività di animazione e laboratori per bambini ed adulti. “Un compleanno importante per la natura, gli amanti della stessa e per tutti noi- afferma l’Assessore regionale alla Tutela Ambientale, Vittorino Facciolla- Vogliamo celebrare una realtà importante che ha rappresentato e rappresenta tutt’ora il primo contatto tra i bambini e la natura in uno spazio appena fuori le mura del Comune di Casacalenda”.Sono trascorsi ormai venti anni dall’inaugurazione ufficiale dell’Oasi Lipu di Casacalenda. Un’area naturalistica di 150 ettari, autentico scrigno di biodiversità, che ‘ospita’ ben 15 specie di orchidee, 33 specie diverse di alberi, migliaia di coloratissime farfalle e numerose specie animali, come il tasso, il capriolo, il falco pecchiaiolo, la salamandrina dagli occhiali e la testuggine di palude europea. In tutto sono 1.000 le specie animali e vegetali censite, in 20 anni, dalla Lipu e da altri istituti di ricerca. “La funzione dell’Oasi Lipu è duplice- continua Facciolla- conservare la natura ed,
al contempo, renderla fruibile alla gente, partendo dai bambini e dagli studenti. Mi auguro che il prossimo fine settimana sia una vera festa della natura e che grandi e piccini partecipino numerosi all’iniziativa”- conclude. Ad inaugurare la ‘tre giorni’ sarà l’incontro con le Istituzioni (Regione, Comune di Casacalenda, Provincia di Campobasso, Unimol, Corpo Forestale dello Stato) organizzato per venerdì 17 ottobre a Campobasso, presso la Sala del Parlamentino Regionale. Sabato e domenica, invece, la festa continuerà a Casacalenda, presso l’Oasi Lipu, tra visite guidate, degustazioni di prodotti tipici, mostra sulla biodiversità e laboratori vari.
In questi 20 anni l’Oasi ha ottenuto importanti riconoscimenti: sito di rete Natura 2000 (Unione Europea) e area protetta (Ministero dell’Ambiente). “Un’Oasi naturale è molte cose in una- dichiara Danilo Selvaggi, Direttore Generale Lipu- è la preservazione di un pezzo di territorio prezioso, la possibilità di far vivere la natura alla gente regalandole benessere fisico e spirituale; è una chance di crescita per un’intera comunità in termini di educazione, conoscenza, consapevolezza, senso civico. A Casacalenda, in questi 20 anni, è successo proprio questo. La nostra soddisfazione è grande- continua- così come il ringraziamento che rivolgiamo al Comune di Casacalenda e alla Provincia di Campobasso, che ci hanno sostenuto in tutti questi anni, e alla Regione Molise che ha supportato questo importante evento”. (oasi lipu)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Operazione antibracconaggio a Ischia

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 aprile 2012

Intervento della senatrice Radicale Donatella Poretti E’ notizia di oggi che sei persone sono state bloccate dal personale del Nucleo Operativo Antibracconaggio (NOA) del Corpo forestale dello Stato con la collaborazione della Lipu, mentre cacciavano di frodo a Punta Pelara, in località Panza di Forio d’Ischia. Questa è la conferma di ciò che abbiamo denunciato lo scorso 16 Aprile con un’interrogazione rivolta ai Ministri delle politiche agricole alimentari e forestali, dell’interno e dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, evidenziando come a dispetto della legislazione europea e nazionale a tutela della fauna selvatica e delle rotte migratorie, nelle isole di Ischia e Procida pur essendo aree fondamentali per il transito e la sosta degli uccelli migratori, il bracconaggio risulta un fenomeno consolidato nel tempo e ancora in grado di incidere pesantemente sui contingenti migratori. Mi sento di dire, bene l’intervento del nucleo operativo che pur rilevando l’esistenza del problema spiana la strada per una possibile soluzione.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

2010, anno internazionale della biodiversità

Posted by fidest press agency su martedì, 12 gennaio 2010

La campagna LIPU “Salviamogli le penne, salviamoci le penne” punta a salvare cinque specie nell’immediato: Tarabuso, Berta maggiore, Pernice bianca, Capovaccaio e Gallina prataiola  La LIPU rende noti i dati derivanti da un recentissimo studio secondo il quale sono 44 le specie di uccelli che hanno urgente necessità di una tutela, pena il rischio di un grave declino o addirittura dell’estinzione, a causa dei cambiamenti climatici, della distruzione dell’habitat, dalla pesca industriale e dell’uso di prodotti chimici in agricoltura. In pratica, del gruppo di 88 specie studiate dalla LIPU e nidificanti in Italia, specie particolarmente protette dalla direttiva comunitaria “Uccelli”, una su due soffre di un cattivo stato di conservazione. Lo studio che la LIPU ha effettuato per conto del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, dal titolo “Primo rapporto sullo stato di conservazione dell’avifauna italiana”, concluso nel 2009, ha classificato le specie a seconda della gravità dello stato di conservazione, con un criterio “a semaforo”: rosso (conservazione “cattiva”), verde (favorevole), giallo (inadeguata). Su 75 specie di “non passeriformi” nidificanti in Italia, 33 si trovano in uno stato di conservazione cattivo (semaforo rosso), tra cui Capovaccaio, l’Aquila di Bonelli, la Gallina prataiola, la Coturnice e l’Averla cenerina, 35 si trovano in uno stato di conservazione inadeguato (semaforo giallo) mentre solo sette (Garzetta, Airone rosso, Falco pecchiaiolo, Falco pellegrino, Cavaliere d’Italia, Civetta caporosso e Picchio cenerino) sono risultate con uno stato di conservazione favorevole (semaforo verde).  I fattori di minaccia per gli uccelli sono rappresentati dalla distruzione e frammentazione dell’habitat, i cambiamenti climatici, l’inquinamento, la caccia e il bracconaggio, l’introduzione di specie non autoctone, il turismo (che causa disturbi al nido con l’arrampicata o il sorvolo a bassa quota, con effetti deleteri su alcune specie rare).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »