Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘locale’

Scuola: Regionalizzazione e didattica locale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 gennaio 2019

Il primo partito di maggioranza, il M5S, prende le distanze dal piano di regionalizzazione di temi importanti e centrali per i cittadini, come lavoro, istruzione, salute, tutela dell’ambiente e dell’ecosistema e di governo del territorio. Alla forte spinta che stanno producendo alcune regioni del Nord, in particolare Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, di cui si è parlato anche nell’ultimo Consiglio dei Ministri, giusto prima di Natale, per definire anche il percorso cronologico di quello che sembra un provvedimento legislativo destinato a compiersi, sono giunte in queste ultime ore le dichiarazioni contrariate da parte dell’on. Luigi Gallo (M5S), presidente della VII Commissione Cultura della Camera. Anief non può che avallare in pieno questa posizione critica: il sindacato ricorda che nel corso degli ultimi decenni, ogni tentativo di una autonomia regionale lesiva dei principi costituzionali – come ad esempio nella scuola trentina – in attuazione di questo dettato normativo è stato sempre bocciato dalla Provincia. Poi c’è il problema dei fondi, perché il passaggio del personale della scuola dallo Stato alla Regione aumenterebbe del 25% la spesa regionale che per essere coperta dovrebbe rivedere un meccanismo di federalismo fiscale che penalizzerebbe le già martoriate regioni del Sud, violando anche il principio di solidarietà e di sovranità nazionale. Per il presidente nazionale dell’Anief, Marcello Pacifico, ci si adoperi piuttosto per produrre organici differenziati, sulla base di effettive esigenze territoriali, per incrementare occupazione e livelli di istruzione del Meridione, per ridurre i tassi di abbandono scolastico. Avallare la regionalizzazione non farebbe altro che incentivare il gap esistente tra località e regioni già vicine all’Europa e altre che, non certo per colpa loro, continuano ad essere fortemente distanti, non solo a livello geografico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contratti di servizio pubblico locale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 giugno 2017

consiglio di statoL’Associazione CODICI Lombardia ha vinto, dinnanzi al Consiglio di Stato, il suo ricorso in merito al silenzio/rifiuto di alcuni Comuni ad acconsentire l’accesso agli atti relativi ai contratti di servizio pubblico locale.La vicenda ha inizio, con la richiesta avanzata da CODICI Lombardia, di accedere all’elenco dei contratti di servizio pubblico locale avanzata a tutti i Comuni – Capoluoghi di provincia lombarda per avere conto di quali contratti di servizio fossero in essere e le loro prossime date di scadenza.Questo è sancito dalla vecchia finanziaria 2008 (comma 461 dell’art.2), che prevede: “che con lo scopo di tutelare i diritti dei consumatori, vi è un obbligo da parte di tutti i Comuni italiani, di coinvolgere i cittadini consumatori utenti attraverso il loro rappresentante, sin dalla definizione delle linee guida per la redazione dei contratti di servizio pubblico locale”. Ci riferiamo a servizi di non poco conto quali trasporti, nettezza urbana, mense scolastiche ecc., oltre alla consultazione preventiva, vi sono altri obblighi per l’ente gestore e il Comune, come:
1. Redigere una carta dei servizi per ogni singolo servizio pubblico locale,
2. verificare periodicamente, con la partecipazione delle associazioni dei consumatori, l’adeguatezza dei parametri qualitativi e quantitativi del servizio erogato,
3. realizzare un sistema di monitoraggio permanente del rispetto dei parametri stabiliti nella “Carta della qualità dei servizi”, svolto sotto la diretta responsabilità dell’ente locale con la partecipazione delle associazioni dei consumatori,
4. istituire una sessione annuale di verifica del funzionamento dei servizi tra ente locale, gestore dei servizi ed associazione dei consumatori.
Visto che dal 2008 ad oggi nessuno, o pochi Comuni si sono adeguati a questa legge, CODICI Lombardia ha deciso di passare all’attacco, e prendendo solo i Comuni capoluogo di provincia ha iniziato a chiedere il mero elenco dei contratti, per capire la portata di questa vicenda e per poter avanzare per tempo la richiesta di partecipazione alle consultazioni in sede di stipula e di rinnovo dei contratti.Quasi tutti i Comuni hanno risposto in modo positivo, solo Sondrio e Como hanno ignorato le nostre richieste o perso tempo con motivazioni poco chiare.A questo punto non potevamo lasciare che, anche di fronte a questa richiesta formale, i Comuni “facessero melina”.Ci siamo quindi rivolti al TAR, che purtroppo non ha ben compreso le nostre motivazioni ed ha rigettato il nostro ricorso, ma caparbiamente siamo arrivati in Consiglio di Stato, che il giorno 25 maggio 2017 ha finalmente deciso in favore dell’Associazione e costretto i Comuni ad esibire quanto richiesto.“E’ incredibile che per far valere una legge e un diritto sacrosanto – dichiara Davide Zanon, Segretario regionale di CODICI Lombardia – ovvero quello di permettere alle rappresentanze degli utenti di avere voce in capitolo quando si vanno a siglare accordi sui servizi pubblici locali, si debba arrivare alla magistratura.L’Associazione Codici continuerà a lavorare su questo fronte, andando a chiedere ai Comuni copia dei contratti dei servizi pubblici locali, per potersi far trovare pronti quando vi saranno i rinnovi.Ovviamente, tutti i cittadini saranno poi invitati a partecipare per tramite dell’Associazione.

Posted in Diritti/Human rights, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torino: Trasporto pubblico locale

Posted by fidest press agency su sabato, 28 gennaio 2017

torino5gIl consigliere della Città metropolitana di Torino Dimitri De Vita, che ha ricevuto da Chiara Appendino la delega per i trasporti, ha invitato i sindaci del territorio a collaborare nella creazione di un dossier che raccolga tutte le criticità e i problemi relativi al trasporto pubblico locale.“Ritengo indispensabile procedere ad un confronto con tutto il territorio metropolitano suddiviso in zone omogenee – dice De Vita in una lettera che ha indirizzato ai sindaci – per analizzare le criticità presenti e verificare la possibilità di risolverle nel rispetto delle competenze dell’Ente, delle risorse disponibili e di quelle che potrebbero rendersi tali con la partecipazione finanziaria di soggetti privati”.Per raggiungere questo obiettivo, De Vita ha invitato i sindaci “ad esporre i problemi del loro territorio ed anche a prospettare possibili soluzioni e suggerimenti, in modo da arrivare alla realizzazione di un dossier complessivo sullo stato del trasporto pubblico locale; un dossier che costituisca la fase propedeutica preliminare per poter avviare una serie di incontri sui territori”.

Posted in Spazio aperto/open space, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trasporto pubblico locale. I sogni dell’Antitrust cozzano con il regime dei partiti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 giugno 2016

trasportoL’Antitrust ha fatto una indagine sul trasporto pubblico locale, partendo dal presupposto che il settore sia arretrato e in perdita, con introiti che coprono appena il 30% dei costi ed un uso molto limitato da parte dell’utenza (14,6%). Ed ha indicato le “ricette” per venirne fuori: a fronte di un mercato per l’affidamento (gare) e mercato per la gestione (concorrenza) scarso o inesistente, l’Autorita’ auspica migliore qualita’ con risvolti economici ed ambientali, migliore offerta rispetto alle esigenze dell’utenza, fine dei conflitti di interesse con le societa’ partecipate che gestiscono i servizi (1).
Una sorta di libro dei sogni, quindi. Come, purtroppo spesso accade per gli interventi di questa Autorita’ che agisce a garanzia del mercato e della concorrenza. Libro dei sogni perche’, pur se il lavoro dell’Agcm dovrebbe servire al legislatore ed all’amministratore per agire di conseguenza, quasi sempre rimane come una generica linea di indirizzo o -peggio- una litania che viene utilizzata per giustificare azioni e iniziative che sono il perfetto contrario. Motivo? Il regime dei partiti, che imperversa a livello locale, regionale e nazionale. Senza eccezioni per destra e sinistra, con l’aggiunta dei sindacati che, credendo di garantire in questo modo il lavoro dei loro iscritti, opponendosi spesso ad ogni innovazione che abbia a che fare col libero mercato, stracciano nell’immediato i diritti degli utenti e, a piu’ lungo respiro, il mercato del lavoro (il binomio concorrenza=lavoro viene considerato una sorta di mostro ammazza redditi e lavoratori). Regime dei partiti che non ha nessun interesse a modificare lo status quo, perche’ e’ su quest’ultimo che alimenta una propria sopravvivenza basata su clientelismo, sistemazione dei propri
accoliti nelle posizioni di potere e sottopotere, sia nella partecipate che gestiscono i servizi che negli organismi politici decisionali regionali, locali e nazionali. Siamo eccessivi? Non crediamo. Ne abbiamo viste talmente tante in questi ultimi decenni e su tutto quello che in materia di mercato e concorrenza e’ stato ribadito dall’Antitrust (indagini multe, ordinanze, etc), e tutte disattese, che non abbiamo elementi per potere sperare nel contrario. Un esempio: il confronto tra i candidati a Sindaco di alcuni importanti Comuni come Roma. E’ di ieri la notizia che i due contendenti (M5S e Pd) hanno giurato che di privatizzazione del trasporto pubblico locale nella capitale non se ne parla neanche, ma riforma di qui e riforma di la’, efficienza di qua ed efficienza di la’, tagli di qua e tagli di la’… cioe’ niente che abbia a che fare con le analisi e le motivazioni che hanno portato l’Antitrust al documento diffuso oggi. I voti di quelli che campano intorno all’Atac sono tanti e sembra che sia faticoso (o difficile per ignoranza) far capire loro che il posto di lavoro si difende e si amplia rivoltando il marcio e non rammendando i buchi.
Lunga vita all’Antitrust, quindi. Ma solo per sognare. Che gli utenti e i cittadini ne facciano tesoro quando vanno a votare, quando si esprimono in ogni luogo pubblico o privato, attraverso i media o nei propri posti di lavoro. L’Antitrust auspica un opera di cambiamento per modificare le marci radici del sistema… ma per ora il regime vince sul sistema, controllandolo e drogandolo.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

PD e trasporto locale

Posted by fidest press agency su sabato, 3 agosto 2013

“Con la crisi, il trasporto pubblico locale è diventato quasi una parte del welfare ed è al centro dell’attenzione del Partito democratico”. Lo ha detto oggi a Roma Debora Serracchiani, responsabile nazionale del partito per le infrastrutture e i trasporti, nel corso di una riunione con gli assessori ai trasporti delle regioni Lazio, Toscana, Emilia Romagna e Sicilia, con Daniele Borioli, membro della commissione Lavori pubblici del Senato, con Paolo Coppola, membro della commissione Trasporti della Camera, e con Franco Frigo, membro della commissione Trasporti e Turismo al Parlamento europeo.“Il nodo del Tpl presenta notevoli problematicità – ha spiegato Serracchiani – legate al fondo unico nazionale, agli investimenti e alla costruzione delle gare. In particolare bisogna chiarire quale tipo di servizio si vuole offrire per rispondere ai bisogni dei cittadini, con la consapevolezza che stiamo parlando di un’esigenza sociale”.Nel fare il punto sulla situazione della portualità, da Frigo è stata ricordata la scadenza del 24 settembre quale “termine per la presentazione degli emendamenti al regolamento comunitario sulla portualità”, e Serracchiani ha precisato che “l’Italia dovrà portare al Parlamento europeo un contributo assolutamente condiviso e molto chiaro negli obiettivi, anche considerando che il nucleo del regolamento consisterà nella liberalizzazione dei servizi. E si dovrà farlo tenendo conto delle ipotesi di riforma della legge 84/94 sul riordino della legislazione in materia portuale”.(Giancarlo Lancellotti)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Slittamento del processo di liberalizzazione dei servizi pubblici locali?

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 febbraio 2012

FISE Assoambiente, l’Associazione che in Confindustria rappresenta le aziende che operano in campo ambientale, lancia l’allarme sul rischio di un ulteriore slittamento del processo di liberalizzazione dei servizi pubblici locali, e della gestione dei rifiuti urbani in particolare, causato da alcune disposizioni contenute all’interno del cosiddetto decreto legge “Cresci-Italia” o “DL Liberalizzazioni” (24 gennaio 2012, n. 1). “A causare la mancata apertura alla concorrenza del mercato della gestione rifiuti urbani”, evidenzia il Presidente di Assoambiente, Monica Cerroni, “sono alcune disposizioni previste nell’articolo 25 del decreto che legittimano in maniera assolutamente ingiustificata la prosecuzione degli attuali affidamenti in house, rinviando ulteriormente nel tempo (anche fino al 2016) il momento della realizzazione del dichiarato obiettivo di completa liberalizzazione del mercato dei servizi pubblici locali. La norma, infatti, prevede che l’affidamento per la gestione in house potrà comunque realizzarsi oltre la data del 31 dicembre 2012 in favore di aziende risultanti dall’integrazione operativa, a livello di ambito o bacino territoriale ottimale, di preesistenti gestioni dirette o in house”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Revoca sciopero trasporto pubblico locale

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 marzo 2011

Roma 11/3/2011 «Ringrazio per l’impegno l’assessore alla Mobilità Antonello Aurigemma e i sindacati che hanno risposto al nostro appello, dimostrando un grande senso di responsabilità nel revocare lo sciopero del trasporto pubblico locale previsto per oggi, impendendo così di mettere in ginocchio un’intera città». Lo dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

La riforma della polizia locale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 dicembre 2010

“Ancora una volta la Polizia Municipale dimostra quanto sia diventata importante nel controllo del territorio  per questo ci meraviglia che il Governo, dopo aver caricato i Sindaci con due leggi di compiti in tema di sicurezza urbana, non trasmetta alla I Commissione affari istituzionali del Senato la relazione alla legge di riforma della polizia locale bloccandola di fatto ed impedendo cosi ai Sindaci di poter avere, ad esempio, deroghe in tema di assunzioni o ai Vigili Urbani gli strumenti idonei per potersi difendere, in questo caso, visto che il romeno aveva una mazza chiodata, agli Agenti sarebbe potuto servire il bastone distanziometro ed invece hanno dovuto rischiare la loro vita bloccandolo con le mani, in quanto in tale caso certamente non gli si poteva sparare per fermarlo.” ha dichiarato Alessandro Marchetti, Segretario generale Aggiunto Sulpm commentando la notizia del rumeno che ad Ostia ha aggredito moglie, connazionali e vigili con una mazza chiodata. “Il nostro è un grido d’allarme e una supplica al tempo stesso al Governo e al Sindaco Alemanno di aiutarci” ha concluso Marchetti ” non aspettate che muoia qualcuno di noi per accorgervi che facciamo sicurezza, dateci la possibilita’ di portare la pelle a casa, approvate subito la Riforma sulla Polizia Locale, prima del 14 dicembre.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pendolari e trasporto locale

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 giugno 2010

Dichiarazione dell’On. Mario Lovelli (PD): “Si discute in aula l’interrogazione a risposta immediata presentata dal gruppo del PD, primo firmatario l’On. Mario Lovelli, sul trasporto pubblico locale, con particolare riferimento ai contraccolpi che la manovra economica del Governo avrà sugli enti locali e le regioni, in particolare sul servizio ferroviario per i pendolari.
“E’ necessario un chiarimento di fondo da parte del Governo, perché, da una parte, è stata stoppata la proposta di legge del PD che avrebbe dato il via ad un programma pluriennale di rinnovo del materiale rotabile – i “mille treni per i pendolari”- dall’altro si taglia il finanziamento alle Regioni per il trasporto pubblico locale e si preannunciano incrementi tariffari sulle autostrade e sui raccordi autostradali a gestione ANAS. E’ una beffa per il  pendolare che viene penalizzato due volte, perché subisce la pessima qualità del servizio ferroviario, destinato ancora a peggiorare, mentre viene spremuto anche come automobilista, senza nessuna contropartita. Si tratta di una beffa che denunceremo nell’aula della Camera e rispetto alla quale assumeremo iniziative emendative nel corso dell’esame del decreto legge sulla manovra finanziaria”

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno Cooperazione internazionale

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2010

Roma 25 maggio  ore 10.00-13.00 Sala Basevi – Legacoop Via G. A. Guattani 9, Risultati dei progetti per lo sviluppo sostenibile in Libano Presiede Giuliano De Risi – Direttore AGI. Seguono gli interventi di Giorgio Bertinelli – Vicepresidente Legacoop Paolo Beni – Presidente ARCI Silvia Stilli – Direttore ARCS • “L’empowerment delle donne per lo sviluppo della società” Bassil Najwa – Esperta di sviluppo locale • “Il genere e la governance democratica” Francesca Ottolenghi – Direttore Haliéus • “Il fiume Assi: problematiche ambientali” Riccardo Ceccarelli – ENEA • “Attività produttive e sostenibilità ambientale” Sandro Cerasi – Coop Maja • “Qualità e utilizzo delle acque del fiume Assi” Laura Cancellieri – Università degli Studi Roma Tre • “Biodiversità del fiume Assi” Leonardo Rosati – Università degli Studi della Basilicata • “Bioindicatori e gestione ambientale.  Ore 13.00 Conclusioni – Ettore Ianì – Presidente Lega Pesca Presidente Haliéus Il convegno vedrà la partecipazione di rappresentanti del mondo della cooperazione internazionale, del mondo istituzionale e scientifico.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: riforma fiscalità locale

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 maggio 2010

Il Comune viene dotato di nuovi e più efficaci strumenti per la riscossione dei propri crediti come la possibilità di chiedere alla Commissione Tributaria Provinciale l’applicazione di misure cautelari (sequestro preventivo e iscrizione di ipoteca) nei confronti degli evasori nonché di procedere all’iscrizione a ruolo, a titolo provvisorio, di metà degli importi oggetto di contestazione in sede giudiziaria. In favore dei contribuenti vengono snellite le procedure per la rateizzazione dei debiti erariali. Attraverso il portale del Comune di Roma potranno essere presentate le istanze per l’invio telematico gratuito di dichiarazioni e comunicazioni ICI (variazioni di superficie, richieste di agevolazioni etc.). Eliminati anche alcuni adempimenti inutili: iI contribuente con debiti relativi a cartelle di pagamento di diversa natura (Erario ed entrate comunali) potrà rivolgere le domande di rateizzazione direttamente all’Agente per la riscossione (Equitalia Gerit), senza più doverlo fare anche agli uffici centrali e periferici dell’Amministrazione comunale, risparmiando sul pagamento della relativa imposta di bollo. Le aziende che hanno debiti tributari con l’Amministrazione potranno ora compensarli anche attraverso la permuta di beni immobili di importanza ritenuta non strategica ai fini della propria attività. L’acquisizione di questi immobili al patrimonio comunale consentirà all’Amministrazione di utilizzarli anche allo scopo di fronteggiare l’emergenza abitativa. La delibera sulle modalità di esercizio del cosiddetto “ravvedimento operoso” (possibilità del contribuente di mettersi in regola) e quello sulla definizione dei tributi locali attraverso il procedimento di accertamento, con adesione e l’invito a comparire, puntano ad affiancare alle misure di contrasto all’evasione tributaria procedure atte a dare impulso alla conciliazione in via stragiudiziale delle controversie con i contribuenti, sia per ridurre il carico delle spese processuali di un inutile contenzioso, sia per facilitare il pagamento spontaneo dei debiti pregressi.Attraverso il ravvedimento operoso, si consente al contribuente, cui sono state contestate irregolarità e che rinunci a ricorrere in giudizio, di sanare la propria posizione pagando il dovuto, ma beneficiando dell’applicazione di sanzioni ridotte (1/12 della multa se la regolarizzazione avviene entro 30/90 giorni; 1/10 entro il termine di un anno e 1/8 entro un massimo di 3 anni). Ad analoghe finalità risponde anche l’istituto dell’accertamento con adesione e invito a comparire che si applica a situazioni più complesse, come la valutazione ICI delle aree edificabili o la stima della base imponibile relativa alla Ta.ri su superfici locali in cui si producano anche rifiuti speciali o assimilabili a quelli urbani. E’ previsto un abbattimento delle sanzioni fino a un ottavo del minimo, con possibilità di avvalersi della rateizzazione del pagamento e senza dover prestare alcuna garanzia.  Il ‘pacchetto di misure’ in materia tributaria sarà completato dalla Giunta, la prossima settimana, con il varo di un apposito “Statuto dei diritti del contribuente” per la fiscalità locale. Si tratta di una vera e propria Carta di Garanzie per imprese e cittadini, che punta, sulla falsariga dello Statuto già in vigore a livello nazionale, a rendere più trasparente e collaborativo il rapporto tra gli uffici tributari dell’Amministrazione comunale e i contribuenti, anche allo scopo di controbilanciare le iniziative dirette a contrastare l’evasione fiscale.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incendio a Roma in un circolo culturale

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 marzo 2010

Roma. Nella notte quattro giovani sono morti per asfissia, per un incendio scoppiato nella notte, nel circolo culturale “Sabor latino” nel quartiere San Giovanni di Roma dove era in corso una festa. I cadaveri sono stati trovati nei pressi di un’uscita di sicurezza che, probabilmente, si è rivelata una trappola in quanto era chiusa. Dai primi accertamenti si presume che l’incendio possa essersi sviluppato dal cattivo funzionamento dell’impianto elettrico istallato, non a norma, e che nella fattispecie alimentava gli impianti di amplificazione. Il gestore del locale è stato denunciato per omicidio colposo.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »