Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘lombardia’

Il nuovo capogruppo del M5S Lombardia è Massimo De Rosa

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 luglio 2020

Massimo De Rosa è il nuovo capogruppo del gruppo consiliare M5S Lombardia. Il consigliere regionale, già deputato, membro del Team Ambiente ed Energia e protagonista di battaglie ambientali come l’Istituzione della Legge sul Sistema Nazionale a rete per la protezione dell’ambiente, prende il posto del monzese Marco Fumagalli per il meccanismo di turnazione alla guida dei gruppi regionali e nazionali del M5S.De Rosa dichiara: “Massima concentrazione del Gruppo M5S Lombardia su Sanità e Ambiente. La Lombardia deve tornare al servizio dei cittadini, la guida incerta di Fontana ha fermato investimenti, lavoro e imprese.È ora che la Sanità pubblica torni al centro degli investimenti e su questo si concentreranno gli sforzi del gruppo. Non mancheremo di continuare a farci sentire sulle battaglie storiche del movimento: in questa Lombardia chiusa all’innovazione e ferma è impossibile riconoscersi”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I saggi della Regione Lombardia

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 luglio 2020

“Anche Maroni aveva i suoi saggi e si è visto come è andata a finire. Con le nomine politiche tutto si trasforma in farsa. Un comitato di esperti che affianca la politica poteva essere condivisibile come metodo, ma per funzionare doveva essere assolutamente indipendente e coinvolgere tutte le professionalità nel settore. Proprio per questo, avevamo chiesto l’istituzione di un comitato tecnico consultivo per la riforma della sanità, con un ordine del giorno proposto al Consiglio regionale. Andava previsto il coinvolgimento di tutte le parti: dagli ordini professionali coinvolti, all’università fino alla società civile. Il centro destra non l’ha voluto nemmeno discutere.
Basta chiedere all’uomo della strada per sapere che per migliorare la sanità lombarda occorre potenziare quella pubblica. Non vorrei che questo comitato di soccorso alla Giunta Fontana continuasse sulla strada tracciata da Formigoni privilegiando la sanità privata a discapito di quella pubblica per interessi di bottega. La riforma deve avere al primo punto il potenziamento della sanità pubblica lombarda. È ora di finirla di considerare la nostra salute un business”, così Marco Fumagalli, capogruppo del M5S Lombardia, commenta la presentazione del “Comitato dei saggi per l’evoluzione del sistema sanitario lombardo”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Nessun miracolo! La Regione Lombardia paga gli infermieri con i soldi che già doveva loro”

Posted by fidest press agency su martedì, 16 giugno 2020

«Hanno voluto evitare di finire sommersi da un mare di polemiche. Hanno compreso che la strada intrapresa, dimezzando il premio per il personale sanitario, avrebbe scatenato un vero e proprio putiferio. Era come camminare a piedi nudi in un percorso pieno zeppo di rovi. E noi come sindacato siamo ben felici, esordisce il Presidente del Nursing Up Antonio De Palma, di non aver firmato né il primo, né questo secondo accordo “toppa”. Se vogliamo, la soddisfazione sta nel fatto che le nostre battaglie, e i fatti lo dicono chiaro, hanno contributo in questi mesi a indurre i politici di turno ad immediati dietro front. Penso ad esempio alla questione dei tagli del personale docente infermieristico, quando il Ministro Manfredi tornò immediatamente sui suoi passi. Ma quanto accaduto in seno alla Regione Lombardia, nel pomeriggio di venerdì, con lo stanziamento di fondi supplementari, fino a toccare un benefit, ricordo una tantum, per infermieri e medici, che sfiora i 1000 euro dai 600 iniziali previsti, non deve far assolutamente gridare al miracolo!», sbotta il leader del Sindacato Infermieri Italiani.
«Da dove arrivano questi soldi? Li hanno forse tirati fuori dal cappello a cilindro per magia, come provetti prestigiatori? Ahimè di giochi di prestigio si tratta, ma tristi e con poca sostanza. Il denaro extra che gli infermieri lombardi protagonisti della lotta al covid si ritroveranno in busta paga faceva già parte di risorse assegnate dal Governo per la spesa del personale, da impiegare nei prossimi mesi dell’anno 2020.
I soldi, continua sarcastico De Palma, non crescono nel “campo dei miracoli”. Ma i personaggi di questa triste favola somigliano però a tanti Pinocchio: e le bugie hanno le gambe corte. I 31,6 milioni di euro extra che saranno elargiti, tolte le tasse, arrivano dal famoso Dl Rilancio, ve lo ricordate vero? Ecco che torna d’attualità: basta leggere l’articolo 2, comma 10 e, conseguentemente, l’articolo 2, comma 6), lett a) del D.L. 18/2020. Ricorderei a questa gente, e anche a chi vuol far credere che sono state individuate risorse aggiuntive per rimediare, rispetto ai fatti che noi ci siamo precipitati a denunciare, che invece si tratta di soldi dei quali il Governo aveva già autorizzato la disponibilità in favore delle Regioni, e che quindi queste avevano già nella loro disponibilità per l’anno 2020 come aumento di spese del personale, peraltro destinate anche ai fondi contrattuali per le condizioni di lavoro e incarichi del personale del comparto sanità, che ora , pertanto, non potranno utilizzare le risorse che sono servite per costruire questa “toppa” . Nulla di aggiuntivo, se non questo. Non ci può che far piacere che gli infermieri che hanno lottato più di altri contro la pandemia abbiamo questi 900-1000 euro che fanno comodo alle loro famiglie. Ma continuiamo a ripeterlo, i premi una tantum non ci bastano. E soprattutto non ci strappiamo i capelli quando appare palese che veniamo pagati con soldi che già ci erano stati destinati», conclude De Palma.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lombardia e gestione pandemia

Posted by fidest press agency su sabato, 13 giugno 2020

“Apprezziamo che da parte del governo vi sia la volontà di guardare avanti ma prima di parlare del futuro osserviamo che abbiamo dovuto assistere a molte promesse, a ricette facili, a slogan e fragili soluzioni quando invece siamo ancora in attesa di capire chi e perché ha deciso che alcuni comuni della Lombardia, tra cui Orzinuovi, non sono stati proclamati zona rossa. Un governo che a più di cento giorni dai momenti più critici non ha ancora avuto il tempo, se si eccettua una visita di due ore nella notte del 27 aprile del presidente Conte, di venire sul territorio per guardare negli occhi tutte quelle persone che hanno perso un caro, un amico o un familiare. Chi crede nelle istituzioni sa bene che queste devono dare risposte concrete alla gente innanzitutto, noi siamo qui per farlo e spero che il governo faccia altrettanto”. E’ quanto ha dichiarato il senatore di Fratelli d’Italia e sindaco di Orzonuovi, Gianpietro Maffoni, nel corso del suo intervento in aula sull’informativa del ministro della Salute Roberto Speranza.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lombardia: potenziare medicina del territorio

Posted by fidest press agency su sabato, 13 giugno 2020

Mettere subito gli ambulatori specialistici territoriali della Lombardia in condizione di riaprire e riprendere la loro normale attività di presa in carico di pazienti cronici e di attività diagnostica, anche attraverso un aumento delle ore degli specialisti convenzionati interni del territorio. Questo l’appello lanciato dalle società scientifiche e dalle organizzazioni sindacali di medici riunite nell’Advisory Board di Senior Italia FederAnziani che ha promosso la tavola rotonda virtuale “Il problema delle cronicità al tempo del COVID -19 nella Regione Lombardia” nella quale medici e pazienti hanno presentato le proprie criticità all’Assessore regionale al Welfare Giulio Gallera.«Le norme che devono garantire il mantenimento delle norme di sicurezza complicheranno ulteriormente le liste d’attesa, quindi occorre aumentare l’offerta della specialistica dove possibile e incentivare nei controlli l’uso della medicina e del teleconsulto. Anche quella di aumentare le ore degli specialisti ove possibile rappresenta una soluzione possibile» dichiara Antonio Magi, Segretario Generale SUMAI Assoprof.Tra le maggiori criticità denunciate dal Board, quelle delle prime diagnosi ferme per tre mesi, che nel caso di molte patologie sono la finestra di opportunità per un’efficace presa in carico del paziente, come nel caso della reumatologia. Nell’ambito della BPCO e dell’asma si è riscontrato un significativo calo dell’aderenza alla terapia. Rallentata anche l’oftalmologia, che in Lombardia vede effettuare 250mila interventi di cataratta ogni anno.Tra le proposte chiave dei medici il rafforzamento del numero di specialisti convenzionati interni negli ambulatori e l’aumento delle ore di incarico per quelli già in servizio e la valorizzazione del lavoro multidisciplinare, e della telemedicina e del telemonitoraggio che può essere uno strumento importante. Il Board ha chiesto un rafforzamento del rapporto tra centri ospedalieri, poliambulatori specialistici territoriali e medicina generale, ovvero di puntare sull’integrazione e il ricongiungimento del dato tra medicina del territorio (medicina generale e specialistica ambulatoriale) e specialistica ospedaliera. Si chiede di investire risorse economiche nell’ampliare gli organici sia dei medici di medicina generale che degli ospedalieri, di ricondurre i diabetologi nei loro reparti, di emanare linee guida uniformi nel territorio lombardo sul teleconsulto che pure non deve sostituire il rapporto medico-paziente.In merito alle linee guida sulle RSA emanate dalla regione Lombardia i pazienti chiedono «un’accelerazione, affinché gli ospiti delle strutture possano tornare a rivedere al più presto i loro familiari. Le RSA devono riprendere in sicurezza la loro funzione essenziale di risposta ai bisogni di LTC, continuando a dare un sostegno concreto non solo alla popolazione anziana non autosufficiente della Lombardia ma anche alle famiglie» prosegue Messina.Oggi il tema di come gestire le liste d’attesa è in cima alle tante nostre priorità. Sarà necessario sburocratizzare la sanità, valorizzare la telemedicina e concentrare gli sforzi nel preservare e tutelare i più fragili. Saranno inoltre presto necessarie vaccinazioni massive per gli over 65 e a tal fine i centri anziani potrebbero essere un luogo di elezione per campagne di vaccinazioni ampie, oltre alle tradizionali sedi già coinvolte. Senior Italia potrebbe avere un ruolo in questa misura di sanità pubblica assieme al mondo medico-scientifico che lavora al suo fianco.»

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Regione Lombardia: Mozione M5S per un tavolo tecnico sull’area MIND

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 giugno 2020

Milano. Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità la mozione del M5S Lombardia che istituirà un tavolo tecnico “di coordinamento, stimolo e monitoraggio dello sviluppo delle aree circostanti all’area MIND nel rispetto del progetto di sviluppo diffuso sovra-regionale, sfruttando appieno l’opportunità unica di riqualificazione e di risoluzione delle criticità ambientali, sociali e di sicurezza presenti da tempo nei territori confinanti con l’area ex Expo”. La mozione è stata emendata: tra gli impegni della regione Lombardia anche quello di valutare il prolungamento della linea metro M1.Monica Forte, consigliera regionale del M5S Lombardia, spiega: “Sono assolutamente soddisfatta per l’approvazione della nostra mozione che impegna la Lombardia ad armonizzare lo sviluppo di quel territorio coinvolgendo tutti gli attori. Finalmente si amplia lo sguardo su Mind, un progetto che si inserisce in un’area ampia che va assolutamente oltre il solo sito ex Expo. Il progetto deve contaminare, in positivo, nello sviluppo territoriale anche tutte le aree circostanti.Vanno messe le basi perché un sito così importante non diventi la periferia del degrado del cemento che purtroppo circonda la grande Milano, ma un grande esempio di rigenerazione con un uso intelligente e smart del territorio nell’interesse dei cittadini che lavoreranno o sceglieranno una vita sostenibile in quell’area o nelle zone confinati.I temi da affrontare a quel tavolo sono molti: la riqualificazione, le bonifiche, il recupero ambientale, urbanistico, la viabilità e il sostegno al sistema agro-rurale. L’obiettivo è valorizzare e monitorare nel suo complesso la rigenerazione di quel territorio e, grazie all’atto approvato, l’impegno della Lombardia è ora scritto nero su bianco”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lombardia: Nuovo modello sanitario con al centro medici e operatori sanitari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 giugno 2020

I lombardi meritano una sanità pubblica di qualità che sia in grado di curarli. Servono investimenti nella rete dei medici di famiglia e nella sanità territoriale, quella che il centrodestra ha smantellato in questi anni.Annunciare un mega ospedale da mezzo miliardo di euro, senza avere una visione, senza alcuna condivisione con il territorio, e soprattutto senza mettere in discussione il modello di gestione della sanità lombarda, è la classica operazione da venditori di fumo. Un tentativo di spostare l’attenzione dal fallimento del “modello” leghista di sanità lombarda alla solita proposta propagandistica che se andrà in porto si vedrà tra dieci anni.
Al contrario i lombardi devono avere risposte subito. In modo concreto e realistico chi governa in Lombardia si adoperi subito per valutare i costi e le opere necessarie per consolidare e migliorare l’Ospedale Maggiore di Cremona, e al contempo pensi anche a come valorizzare le altre strutture della provincia per rafforzare tutta la rete territoriale e non indebolirla come ha fatto in questi anni.Questa la reazione del Movimento 5 Stelle, per voce del Senatore Danilo Toninelli e del Consigliere Regionale Marco Degli Angeli, alla proposta dell’europarlamentare di Forza Italia, Salini, di costruire con in fondi del MES un nuovo ospedale da 450 milioni a Cremona.Toninelli e Degli Angeli non si limitano a pensare solo all’infrastruttura ma guardano anche ad un nuovo modello sanitario. “Abbiamo bisogno di maggiori investimenti nella sanità pubblica, del ripristino della rete di medicina di base del territorio, di assistenza domiciliare, dell’infermiere di famiglia, del rafforzamento dei consultori e di più programmi di prevenzione.
Occorrono investimenti in studi epidemiologici, ricerca, in particolare quella oncologica, e laboratori di diagnosi”.Continuano i due portavoce cremonesi del M5S: “Le sparate mediatiche che arrivano dagli esponenti di quella parte politica che per anni ha condiviso e tutt’oggi difende il modello di Sanità voluta da Formigoni e Maroni, rasentano il ridicolo.
Dispiace che anche qualcuno del Partito Democratico si lasci attirare da questo agghiacciante eco di sirene. Tutto questo – concludono Degli Angeli e Toninelli -, non può poi prescindere dalla stabilizzazione dei contratti di medici, infermieri e operatori sanitari, che da anni vivono nel limbo del precariato”.Abbiamo già visto con l’ospedale in Fiera di Milano, che un contenitore vuoto senza risorse umane professionali è un mero spot elettorale. Il M5S in Lombardia lotta da anni per un rafforzamento della sanità pubblica. Ora è giunto il momento che Fontana e la sua compagine di centrodestra ci ascoltino e la smettano di far ingrassare la sanità privata a discapito di quella pubblica.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lombardia: Migliorare la qualità del coordinamento tra Governo e Regioni

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 giugno 2020

Lombardia ritiene urgente un incremento dell’intensità e della qualità del coordinamento istituzionale, il più possibile scevro dai pur fisiologici riflessi della battaglia politica, tra Governo e Regioni, specialmente in materia di regole per il contenimento dei contagi nella gestione delle riaperture e di monitoraggio dell’andamento epidemiologico. “Certe incomprensioni” afferma Stefano Binda, Segretario generale CNA Lombardia, “danneggiano tutti e lacerano la fiducia necessaria alla ripartenza”.Il Presidente di CNA Lombardia, Daniele Parolo, avanza invece un elemento di seria preoccupazione: “Un prolungamento del divieto di spostamento tra Regioni, specie se a carico della sola Lombardia, rischierebbe seriamente di compromettere la reputazione del territorio, la sua attrattività, le sue chances di un rilancio a breve termine, con gravissimi danni all’economia del Paese e ai complessivi equilibri contabili italiani, anche alla luce del gettito erariale proveniente dalla locomotiva lombarda”

Il Governo, chiede CNA Lombardia, deve fidarsi dei lombardi. E sempre sul tema della fiducia tra Stato ed imprese, e sulla fiducia come fattore di rilancio, appare incentrata un’altra preoccupazione molto forte del Presidente degli artigiani lombardi: “E’ indispensabile un chiarimento definitivo sul tema del contagio da Covid 19 e le responsabilità datoriali, eventualmente penali. L’incertezza e i timori suscitati dalla classificazione del contagio da Covid 19 come infortunio sul lavoro rappresenta un vulnus fortissimo alla fiducia dei nostri imprenditori, che dopo una sospensione prolungata delle attività vivono questa fase con uno sforzo eroico ma con il bisogno di una forte iniezione di fiducia. Se lo Stato chiede alle piccole imprese di fidarsi delle istituzioni, le istituzioni dimostrino la propria fiducia nelle imprese. Al netto dei primi, rassicuranti chiarimenti, resta inaggirabile, vista tale classificazione, che in ogni caso il datore di lavoro si troverebbe molto probabilmente coinvolto in vicende processuali comunque costose in termini temporali, economici, psicologici.”

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

M5S Lombardia si schiera al fianco di Stefano Buffagni

Posted by fidest press agency su martedì, 26 maggio 2020

Il Movimento 5 Stelle di Regione Lombardia sostiene le ragioni del viceministro al MISE, Stefano Buffagni contro le minacce di azione legale da parte dei Benetton per aver posto la questione dell’opportunità della garanzia statale al presunto prestito da 2 miliardi di euro che Atlantia vorrebbe richiedere. “E perché non sarebbe opportuno? Perché Atlantia è la stessa società che ha in gestione un bene pubblico, che nonostante enormi incassi, pedaggi e caselli che fruttano guadagni ha mancato di manutenere e mettere in sicurezza le strade su cui viaggiano gli italiani, causando la tragica morte di 43 persone nel crollo del ponte Morandi. L’unica risposta che il Governo dovrebbe dare all’arroganza di questi signori è revocare le concessioni e metterli di fronte alle loro responsabilità di gestione”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

CNA Lombardia: “PIL regionale in picchiata”

Posted by fidest press agency su martedì, 26 maggio 2020

Secondo i dati elaborati dal Centro Studi Sintesi per CNA Lombardia, gli effetti del Covid-19 sulle economie del Paesi europei si fanno sentire sensibilmente: il PIL nazionale del primo trimestre 2020 segna un calo del 4,8% rispetto al primo trimestre 2019. Le previsioni per l’intero 2020 oscillano tra il – 8% del recente Documento di Economia e Finanza e il -9.5% stimato dalla Commissione Europea.Molte le preoccupazioni in particolare sul fronte dell’economia del turismo, specialmente alle soglie del trimestre più caldo. La delegata di CNA Lombardia al Tavolo Turismo di Regione Lombardia, Eleonora Rigotti, ricorda che “con 39 milioni di presenze, la Lombardia è una delle principali Regioni italiane per movimento turistico.” La dinamica del turismo in Lombardia ha segni particolari, con un 60% di presenze straniere e una concentrazione dei movimenti tra giugno e settembre (il 45% sul totale).“Non possiamo sottovalutare questa filiera”, aggiunge Eleonora Rigotti, “60 mila imprese, 270 mila addetti, il 7,5% del PIL regionale: in questa quantità c’è la qualità, e dobbiamo preservarla”.I dati di CNA Lombardia raccontano una situazione in bilico, nella quale la gestione dei prossimi mesi sarà cruciale sia dal punto di vista delle politiche economiche sia sul terreno del contenimento del Covid 19. Con il lockdown, intanto, le imprese del turismo hanno già perso il 15% del fatturato annuo.
Si rischia un calo complessivo del PIL del comparto turistico lombardo pari al 67% nel 2020.Il Segretario regionale di CNA Lombardia, Stefano Binda, si dice convinto che serva “un’azione coordinata e massiccia tra Governo e Regione Lombardia per un piano di rilancio, di stimolo della domanda interna, di attrazione degli investimenti. Regione Lombardia si sta muovendo con un’azione di stimolo delle opere pubbliche negli enti locali, per i quali sono stati stanziati 400 milioni. Per noi è la direzione giusta, ma va rafforzata, diffusa, consolidata, partecipata dalla filiera delle micro e piccole imprese delle costruzioni e dell’impiantistica, autentico snodo di una rete capillare di opportunità di lavoro” “Da questa crisi”, conclude il Presidente Daniele Parolo, “possiamo uscire solo se la viviamo come un’opportunità per ridefinire il nostro futuro.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

M5S Lombardia. Ospedale Fiera: “Dopo operazione di marketing pretendiamo operazione trasparenza”

Posted by fidest press agency su sabato, 23 maggio 2020

“Apprendiamo dalla stampa che Guido Bertolaso avrebbe diffidato Regione Lombardia e Fondazione Milano dal chiudere l’ospedale in Fiera e che ‘quell’ospedale non è ciò che lui aveva concepito’ e che a causa del suo essere stato colpito dal Covid, sarebbe stato di fatto ‘esautorato dall’operazione’.Come M5S faremo tutti gli atti dovuti per fare chiarezza, anche rispetto alle dichiarazioni di questa mattina dell’avvocato milanese Giuseppe La Scala, uno degli azionisti dell’ospedale in Fiera, che esterrefatto chiede spiegazioni sulla chiusura e sulla gestione del denaro. I soldi sono stati donati per un fine pubblico e quindi devono seguire gli iter di trasparenza dei fondi pubblici. Questo sarà certamente uno dei temi che affronterà la commissione d’inchiesta”, così i consiglieri regionali del gruppo consiliare M5S Lombardia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Lombardia continua a crescere

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 maggio 2020

Ma il suo PIL è ancora lontano dai dati delle aree più industrializzate d’Europa: se il prodotto interno lordo della Regione del Nord Italia negli ultimi 10 anni non supera nemmeno la soglia dell’1% fermandosi allo 0,7%, il Bayern segna un +23%, il Baden-Württemberg +17% e la Catalunya +8%. I dati, diffusi dal Centro Studi di Assolombarda, e ripresi da “Genio & Impresa” (genioeimpresa.it), il magazine dell’associazione delle imprese di Milano, Lodi, Monza e Brianza, parlano quindi di una distanza “abissale” rispetto alle colleghe europee negli ultimi 10 anni. Più confortanti, invece, i numeri relativi al quinquennio 2014/2019, che hanno visto la Lombardia crescere del 7,4%, una soglia però sempre lontana dai diretti competitor: +18% in Catalunya, +12,5% nel Baden-Württemberg e +12,3% nel Bayern. Stagnante soprattutto la situazione dell’ultimo anno, che ha visto la Regione della rosa camuna crescere solo dello 0,5%, stesso tasso di sviluppo per il Bayern e crescita ancora più contratta per il Baden-Württemberg che si è fermato allo 0,1%, mentre la Catalunya (+1,9%) si mantiene sui tassi elevati degli ultimi anni. Guardando, invece, alle altre Regioni più industrializzate del Nord Italia, nel 2019 la Lombardia si piazza di poco al primo posto davanti a Veneto ed Emilia Romagna (0,4%), poco più staccato il Piemonte (0,2%). Punta di diamante, come è facile aspettarsi, è Milano con un aumento del 6,2% rispetto al 2008, una cifra significativa se si pensa che nello stesso periodo il PIL italiano è diminuito del 3,1%. Ancor più importante la crescita degli ultimi 5 anni che hanno visto la città meneghina crescere del 10%, il 3% in più rispetto al dato regionale e il doppio dell’Italia (+5%). Qualche nota negativa arriva però dai servizi e dall’industria che nel 2019 rallentano sensibilmente la crescita. In picchiata anche il settore delle costruzioni, sceso di ben 33 punti percentuali rispetto al pre-crisi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Lombardia prima a pagare bolli, tributi e multe dopo il lockdown

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 maggio 2020

Con la fine parziale del lockdown e lo spostamento a maggio di diverse scadenze amministrative, pur in un contesto economico colpito duramente dalla crisi, gli italiani e per primi i lombardi, tornano ad affrontare il discorso dei pagamenti, ricorrendo sempre più spesso a metodi innovativi e alternativi di versamento, rispetto a lunghe code allo sportello e bollettini postali.Complice le necessarie precauzioni imposte dal buon senso e le rigide restrizioni in vigore per contrastare la diffusione del Covid-19, cittadini e aziende prediligono i pagamenti digitali come confermano i dati forniti da EasyPol, startup romana che tramite applicazione su smartphone e web-app permette il pagamento di avvisi PagoPA, bolli auto e diversi tributi amministrativi, oltre a fornire trend di andamento e analisi dei dati di mercato.I dati a livello nazionale parlano chiaro. Tra il primo trimestre del 2019 e quello del 2020, le transazioni digitali totali verso il nodo PagoPA sono aumentate del 85,2%, passando da 13.264.959 a 24.565.651. Una crescita che conferma anche la maggiore propensione degli italiani a utilizzare valuta digitale come sottolineato anche dall’Osservatorio E-Payment del Politecnico di Milano che riassume i numeri del 2019 evidenziando un +11% nell’utilizzo di denaro elettronico, +55% per le transazioni contactless ed un + 109% di incremento nei mobile payments.Oggi, pur dopo una lieve inflessione del 15,7% nelle transazioni digitali registrate tra aprile 2020 (2.774.049) e lo stesso periodo del 2019 (3.289.363), causata prevalentemente dall’instabilità economica che ha colpito il Paese durante il lockdown, sono ripresi i flussi dei pagamenti digitali che consentono transazioni in assoluta sicurezza, non solo informatica.Milano, ad esempio, nella prima settimana di maggio ha fatto registrare un incremento del numero di pagamenti su EasyPol pari al 44,5% di tutto il mese di aprile. Pagamenti per lo più riferiti a bolli auto, moto e rimorchi nella misura del 151,2% e multe del 29,6%. A livello nazionale, dove la Lombardia si conferma capofila nei pagamenti digitali verso il nodo PagoPA, crescono anche Lazio, Campania e Piemonte a dimostrazione di quanto, in questa “fase 2”, gli italiani stiano scegliendo un approccio queue-less, ovvero privo di code, per operare i propri pagamenti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lombardia: Regione convochi d’urgenza ABI Lombardia per chiarire su erogazione prestiti

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 maggio 2020

Durante l’audizione con CNA Lombardia in IV Commissione Attività Produttive, è emersa la grave problematica della mancata erogazione di finanziamenti alle imprese. Secondo quanto riferito dai vertici delle associazioni di categoria, addirittura il 95% delle domande di prestiti presentate nella nostra regione non hanno ancora ricevuto una risposta positiva. Il Decreto Liquidità, emanato dal Governo, si poneva l’obiettivo di assicurare prontamente liquidità agli imprenditori, in primis attraverso l’anticipo di prestiti da 25mila euro da parte delle banche senza alcuna valutazione di merito. L’esigenza immediata di denaro, però, non è stata soddisfatta per via di una serie di complicazioni burocratiche non ancora risolte. “Da CNA abbiamo avuto l’ulteriore conferma che la misura messa in campo dal Governo non è resa efficace soprattutto per colpa degli ostacoli burocratici posti dal sistema bancario. Se poi sommiamo anche l’anticipo di cassa integrazione, risultato di un accordo stipulato in due date distinte tra ABI e Governo ma anche tra ABI e Regione Lombardia in due date distinte, vediamo che non mancano gli strumenti per aiutare le imprese a superare le difficoltà di liquidità”, dichiara Raffaele Erba, consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle. “Il grosso problema da risolvere urgentemente è che l’attuazione di questi strumenti di sostegno non è resa possibile dal sistema bancario. Quindi raccogliamo l’esortazione del Presidente Conte a venire incontro alle aziende e chiederemo a Regione di convocare d’urgenza ABI Lombardia per avere quanto prima un chiarimento”, conclude il consigliere pentastellato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via la commissione d’inchiesta su Covid-19

Posted by fidest press agency su domenica, 3 maggio 2020

Così come il Movimento 5 Stelle di Regione Lombardia aveva chiesto, e poi condiviso con le altre forze di minoranza, questa mattina è stato dato il via libera all’istituzione di una Commissione di inchiesta sull’emergenza Covid-19. “Per noi è un ottimo risultato nell’interesse dei cittadini per migliorare il sistema di prevenzione e protezione del sistema sanitario Lombardo -commenta Marco Fumagalli, capogruppo pentastellato- Abbiamo chiesto la Commissione con spirito costruttivo e senza polemiche ma vanno assolutamente affrontati i motivi per cui l’epidemia ha avuto una così grande diffusione nella nostra regione. Serve un confronto a tutto campo sulla carenza della medicina territoriale, sullo squilibrio tra pubblico e privato rispetto alle altre regioni e sul futuro della sanità lombarda. Il nostro lavoro sarà capire dagli errori che sono stati fatti quali soluzioni fornire per superare, almeno per la Lombardia quei vincoli, anche di spesa di carattere nazionale, che hanno impedito alla sanità pubblica di diffondersi in modo da dare una risposta complessiva ai bisogni dei cittadini lombardi. Una sanità in sofferenza non aiuta a migliorare la salute dei lombardi”.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Sud riparta subito. Inammissibile trattare il Molise, la Basilicata come la Lombardia

Posted by fidest press agency su sabato, 2 maggio 2020

“L’unico aspetto positivo della tragedia pandemica, è quello di approfittare per sburocratizzare lo Stato, rivedere subito il codice degli appalti per far ripartire i cantieri subito e anche su questo Fdi ha fatto la sua parte, inascoltata. L’unica soluzione per dare tranquillità al mondo produttivo, soprattutto alle piccole aziende, è il risarcimento diretto. Lo Stato ha imposto l’azzeramento delle attività e deve ripagare interamente il danno nelle forme che stabilirà. Sin qui al contrario ha costretto le imprese al protesto e, ora, all’indebitamento. Consegnare le imprese alle banche è un atto feroce, altro che atto d’amore, la richiesta di restituzione entro 6 anni è offensiva come quella di pagare interessi, come se l’azienda avesse deciso liberamente di fare un investimento. Infine non si possono trattare il Molise, la Basilicata dove ci sono zero contagi e mortalità infinitesimale, o tutto il Sud che ha la medesima tendenza, come la Lombardia. È necessario che lo Stato sappia leggere le differenze e concerti con le regioni protocolli diversi. Questo consentirebbe all’Italia di fare cassa con il Sud per ristorare la parte del Nord in crisi drammatica. Ci vuole una visione di sistema che Conte fin qui non ha saputo interpretare. Facciamo intanto ripartire il Meridione, facciamolo diventare la nostra locomotiva economica in questa difficile crisi”. È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli intervenendo a Coffee Break su la7.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regione Lombardia e la sanità del territorio

Posted by fidest press agency su sabato, 2 maggio 2020

Marco Fumagalli, capogruppo M5S Regione Lombardia: “Chi ha gestito la sanità in Lombardia dovrà rispondere alla fine dell’emergenza a svariate questioni e tra queste ci sarà il perché della completa assenza della sanità territoriale. Eppure la legge 23 del 2015 prevedeva la creazione di AFT e cioè aggregazioni funzionali territoriali tra i medici di medicina generale o le Unità Complesse di Cure Primarie in cui insieme ai medici di base si possono trovare specialisti di bassa e media intensità per ridurre la pressione sulle strutture ospedaliere. Abbiamo depositato un proposta affinché le USCA create dal Governo per dare una risposta sul territorio al COVID, per cui in Lombardia si prevede la costituzione di 200 unità ma al momento sono solo una cinquantina, possano essere trasformate in UCCP al termine dell’emergenza. Si tratta di non disperdere un patrimonio di esperienze maturate durante l’emergenza per dare una risposta al territorio con i medici di medici generale che possano collaborare con taluni specialisti insieme all’infermiere di comunità e una buona dose di telemedicina. E’ probabile che coloro che hanno contratto il COVID debbano poi essere adeguatamente monitorati. E importante continuare l’esperienza USCA in un’ottica di stabilizzazione dell’organizzazione in UCCP come del resto previsto dalla Legge 23. Ci auguriamo che la maggioranza non sia ancora sorda alle esigenze del territorio e voglia collaborare in questa direzione. Finora di UCCP non né abbiamo vista una chissà che almeno il COVID ci possa lasciare anche qualche lieta sorpresa”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lombardia: infiltrazioni mafiose

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 aprile 2020

Oggi durante l’assemblea plenaria della conferenza dei presidenti delle assemblee legislative delle regioni e delle province autonome, Monica Forte, vice Presidente nazionale del “Coordinamento delle Commissioni e Osservatori sul contrasto della criminalità organizzata e la promozione della legalità”, ha presentato la proposta di legge al Parlamento di modifica del Codice dei contratti pubblici in tema di sostegno agli imprenditori che denuncino tentativi di infiltrazione mafiosa: “Questo progetto di legge al Parlamento -dichiara Forte- si propone di riattivare la fiducia tra imprenditori onesti e istituzioni, di aiutare il sistema delle imprese, anzi, di incentivare lo sviluppo di un’attività di impresa sana che è il motore dell’economia dei nostri territori. Un’economia che poggia prevalentemente su micro, piccole e medie imprese, proprio le più fragili ed esposte ai tentativi di estorsione finalizzati all’acquisizione e al possesso dell’attività, quelle imprese che, con il sudore e il lavoro di intere generazioni, hanno fatto grande il nostro Paese e che non possiamo tollerare rinuncino, o peggio, periscano di fronte agli attacchi e ai tentativi di conquista delle organizzazioni mafiose”.
Sempre nella giornata di oggi il coordinamento ha presentato Il progetto “Liberi di scegliere” che nasce nel 2012, su iniziativa del Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria, per consentire ai minori nati in contesti familiari criminali, di poter seguire dei percorsi educativi lontano dal territorio d’origine. È stato evidenziato come la concentrazione sui percorsi educativi dei minori consenta di interrompere la trasmissione del “codice culturale mafioso” che permette alla stessa organizzazione criminale di continuare nel tempo. In particolare, il progetto “Liberi di scegliere” previene la marginalità sociale attraverso opportunità formative, lavorative e ricreative che garantiscano tutele per una regolare crescita del minore, valorizzandone potenzialità, inclinazioni e risorse.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lombardia: Vogliamo sapere i numeri di questa ecatombe

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 aprile 2020

Raffaele Erba, consigliere regionale M5S Lombardia: “Fontana deve farci sapere il numero esatto dei contagi a Milano e quello dei malati nelle RSA è come se tutta questa storia la si volesse insabbiare. È pazzesco il muro di gomma in Regione Lombardia sui numeri che interessano Rsa, Dpi e la gestione Covid nel suo insieme numeri spaventano perché ad essi sono legate le responsabilità e molte sono, a nostro giudizio, di Regione Lombardia. Da settimane chiediamo accesso ai dati perché serve trasparenza, i cittadini lombardi meritano chiarezza”

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regione Lombardia Carenza Tamponi e reagenti

Posted by fidest press agency su domenica, 26 aprile 2020

Sulla mancanza di reagenti per i tamponi Covid 19 interviene Marco Degli Angeli, consigliere regionale del M5S Lombardia portando come esempio l’esperienza del Laboratorio di Virologia dell’Ospedale di Udine coordinato dal Prof. Corrado Pipan che in pochi giorni ha raddoppiato la capacità di analisi. “Quello di Udine – ha commentato il Consigliere Regionale M5S Marco Degli Angeli – è un protocollo da portare all’attenzione della Comunità Scientifica e dei decisori Politici. In un momento disperato, grazie agli sforzi dei ricercatori biomedici, è stato possibile mettere a punto un nuovo protocollo, che ha tagliato i costi e dimezzato i tempi di risposta, consentendo di bypassare il il problema legato alla carenza internazionale dei kit di estrazione dell’Rna e, contemporaneamente, mantenere lo stesso profilo di amplificazione.“In data 11 aprile, per sollecitare una possibile soluzione rispetto al tema dei tamponi – racconta il consigliere del M5S Marco Degli Angeli – ho sottoposto al Ministero della Salute, all’ Assessorato Welfare di Regione Lombardia e ai Laboratori Lombardi, questo importante paper scientifico”. Con il nuovo protocollo il campione viene trattato attraverso metodi fisici, come il cambio repentino di temperatura, in presenza di enzimi litici (proteinasi k) e di blandi detergenti, consentendo l’estrazione dell’Rna virale senza far ricordo ai kit finora utilizzati, che sappiamo esser di difficile reperimento a livello internazionale. “Questo dimostra – precisa Degli Angeli – quanto sia importante investire in Ricerca. Abbiamo già chiesto a Regione Lombardia dei fondi aggiuntivi per il rafforzamento dei laboratori e per finanziare borse di studio e stabilizzare il personale biomedico. Per gestire al meglio la cosiddetta Fase2 – conclude Degli Angeli – è importante preservare la capacità dei laboratori di effettuare analisi diagnostiche e attività di sorveglianza di altre malattie, quindi, come gruppo M5S ci auguriamo che ci arrivino presto risposte dalla nostra Regione.”

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »