Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Posts Tagged ‘lombardia’

Edilizia pubblica in Lombardia: “con M5S riaprono i cantieri”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 maggio 2019

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli e il Presidente di Regione Lombardia hanno sottoscritto un Accordo di Programma per ‘progetti innovativi di rigenerazione urbana, recupero e riqualificazione del patrimonio abitativo pubblico e sociale’ che prevede un investimenti di più di 100 milioni di euro.Nicola Di Marco, consigliere regionale del M5S Lombardia, commenta: “Gran parte di questi fondi erano bloccati da anni nei labirinti burocratici romani. Grazie a Toninelli e al M5S i cantieri possono finalmente partire. In Lombardia i numeri sono quelli di un’emergenza: solo in Provincia di Milano ci sono 25 mila nuclei familiari in graduatoria in attesa di un alloggio popolare a fronte di circa 6 mila alloggi sfitti e non assegnabili in quanto necessitano manutenzione. È necessario superare la situazione di cronico sotto-finanziamento dell’edilizia residenziale pubblica, dovuta a scelte politiche sbagliate di Lega e centro-destra, cercando soluzioni per mettere a disposizione maggiori risorse regionali così come sta facendo Toninelli con il Governo.Questo accordo segue quello della conferenza Stato Regioni di settembre con lo stanziamento di 24 milioni di euro per la Lombardia e conferma la sensibilità del Movimento 5 Stelle nonché l’impulso positivo delle politiche per il diritto alla casa che sono tornate centrali nell’attività di governo”. I fondi mobilitati saranno utilizzati per affrontare in parte le principali criticità del settore, come ad esempio:
– la rigenerazione urbana dei quartieri popolari degradati ed in stato di abbandono per un investimento di 48,2 milioni di euro;
– Il recupero degli alloggi popolari sfitti in quanto da manutenere per un investimento di 30 milioni di euro;
– l’espansione del patrimonio residenziale pubblico tramite il recupero di immobili non utilizzati o sottoutilizzati per un investimento di 23,1 milioni di euro.
Inoltre questi investimenti aiuteranno l’economia e le piccole imprese che saranno coinvolte nei lavori necessari.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

M5S Lombardia: Risoluzione su Europa rimarrà solo sulla carta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 marzo 2019

“Le riflessioni della Lombardia sull’Europa contenute nella risoluzione approvata dal Consiglio regionale sono incoerenti, fuori tempo massimo e resteranno solo sulla carta. Sono solo belle parole, che sentiamo ripetere ogni anno, che non si sono mai tradotte in atti concreti e nel cambiamento dell’Europa che invochiamo.La risoluzione si traduce in un’attività insufficiente, lenta e lacunosa della Giunta regionale. In Lombardia siamo molto indietro nell’utilizzo dei fondi europei, sono innumerevoli le procedure d’infrazione che hanno a oggetto le attività amministrative della regione come sulla qualità dell’aria o sulla caccia.Più in generale le politiche europee hanno messo in ginocchio popolazioni come quella greca e portoghese e ci consegnano un continente in recessione con un altissimo livello di disoccupazione. Il culmine del fallimento delle politiche europee è avvenuto con la Brexit, con un’Europa lontana dai reali bisogni della gente. Questa risoluzione ricca di retorica e povera di contenuti non avrà nessun effetto su politiche che giudichiamo negativamente. Mi auguro che quest’Europa dell’austerità che impoverisce i cittadini tra tre mesi non esista più e sia sostituita da un’Europa dei popoli”, così Marco Fumagalli commenta il voto contrario del M5S Lombardia alla Risoluzione sul Programma di lavoro della Commissione per il 2019.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ricerca e innovazione in Lombardia

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 marzo 2019

Milano. Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato, con il voto favorevole del M5S, il “Programma strategico triennale per la ricerca, l’innovazione e il trasferimento tecnologico”.Nel corso della discussione sono stati approvati tre emendamenti del M5S e un ordine del giorno del M5S.Raffaele Erba, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: “È un piano decisamente soddisfacente, con finanziamenti importanti di 750 milioni di euro che avranno un impatto sulla crescita e sul futuro della nostra regione. L’innovazione e la ricerca sono una grande opportunità per il nostro territorio.Il documento approvato avrà effetti su tutti i settori dell’economia regionale e favorirà la rivoluzione digitale. Si parla infatti di intermodalità, sistemi di bigliettazione elettronica unica, sistemi di pagamento fintech, monete complementari elettroniche, identità digitale e così via.
Sono particolarmente soddisfatto per l’approvazione di un nostro ordine del giorno che va nella direzione di realizzare in Lombardia la democrazia diretta. Nel concreto impegna la Lombardia a dotarsi di piattaforme che consentano il coinvolgimento di cittadini e comunità nella consultazione on-line con strumenti digitali e, ancora, per le associazioni senza scopo di lucro, offrirà sistemi utili a rafforzare la partecipazione dei membri e a promuovere le proposte che arrivano dal terzo settore.Tra le proposte emendative del M5S approvate dal Consiglio regionale anche lo sviluppo di sistemi di tutela del Made in Italy, di tracciabilità di filiera e di lotta alla contraffazione con l’avvio di sperimentazioni con la Blockchain e un maggior coinvolgimento delle Commissioni sulla realizzazione concreta di questo piano. Le verifiche saranno annuali perché vogliamo che questo piano ambizioso sia tradotto in azioni concrete. Innovazione e ricerca sono grandi opportunità, portano occupazione e sviluppo”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

M5S Lombardia. Società partecipate. ARIA: “si faccia pulizia, non sommare tre inefficienze”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 marzo 2019

“Emerge sempre più l’approssimazione con la quale viene affrontata la fusione delle tre società strategiche di Regione Lombardia in ARIA. Parlare di approssimazione nella gestione di questo delicato capitolo è addirittura un eufemismo. Almeno due delle società interessate alla fusione hanno risultati scarsamente apprezzabili.La carenza di strategia di questa operazione è evidenziata dalla completa mancanza di un piano industriale. Di fatto stiamo facendo una ristrutturazione aziendale ma chissà perché nessuno parla di esuberi del personale e di valorizzazione dei rami di azienda da cedere. Insomma siamo di fronte ad aria fritta. Il rischio è che si sommino tre inefficienze e non che si voglia fare veramente pulizia”, così Marco Fumagalli, consigliere regionale del M5S Lombardia, sull’audizione in Commissione Regionale Bilancio con le Società partecipate coinvolte nel processo di fusione di cui al PDL 61 ‘Disposizioni in merito alla fusione delle società partecipate in modo totalitario Azienda Regionale Centrale S.p.A. (Lispa) e Infrastrutture Lombarde SpA (Ilspa) – Nuova denominazione della Società incorporante: Azienda Regionale per l’Innovazione e gli acquisti SpA (Aria SpA).

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lombardia: Aler, nuovo regolamento tra poche luci e molte ombre

Posted by fidest press agency su domenica, 10 marzo 2019

La Giunta regionale ha approvato il nuovo regolamento dei servizi abitativi pubblici, cioè del settore alloggi popolari.Per Nicola Di Marco, consigliere regionale del M5S Lombardia, “il vero problema delle politiche per il diritto alla casa, più che il regolamento, è il sottofinanziamento cronico voluto dalle maggioranze di Lega e centrodestra negli ultimi anni, per cui ad esempio ci sono solo in Provincia di Milano 6.000 alloggi sfitti perché da ristrutturare.Ma veniamo al regolamento che presenta luci, quando la maggioranza ha accolto nostre proposte di modifica, ed ombre, quando la medesima maggioranza si è incaponita in errori evidenti.Partiamo dai più deboli, cioè dai nuclei familiari indigenti. Ebbene il nuovo regolamento fissa un tetto massimo rigido del 20% al numero di alloggi che possono essere assegnati a questi nuclei familiari, indipendentemente dalla zona, siano questi in via Montenapoleone o a Giambellino. Tale indirizzo è ovviamente sbagliato e come M5S continueremo a insistere per rendere più flessibili le assegnazioni a famiglie indigenti.
Rimane purtroppo anche la scelta, da parte dei nuclei familiari richiedenti, dei 5 alloggi preferenziali sui quali concorrere, senza che i nuclei familiari abbiano le informazioni per capire su quali alloggi ci sono più chance di ricevere l’assegnazione. Immaginiamoci una famiglia, magari indigente, che deve esprimere 5 preferenze fra le decine di migliaia di alloggi di ALER Milano: praticamente come giocare un terno al lotto. Tale situazione rischia di distorcere l’equità delle assegnazioni: a seconda delle preferenze espresse si potrà essere scavalcati da una famiglia con punteggio più basso ma che ha scelto altri alloggi.Tranne per le famiglie indigenti, poi, i nuclei familiari potranno entrare in graduatoria sul territorio di un unico Comune, cioè quello di residenza, invece che per ambito unico di servizi sovracomunale come da noi richiesto: altra assurdità che rischia di creare grandi disparità fra famiglie con residenza in Comuni con pochissimi alloggi popolari, e famiglie residenti in Comuni dotati di un vasto patrimonio di edilizia residenziale pubblica. Potenziale distorsione ulteriormente aggravata dal fatto da un’ulteriore complicazione: le graduatorie verranno separate per Ente proprietario (solitamente o ALER o il Comune).Fra le poche modifiche positive che hanno recepito le istanze della minoranza e delle parti sociali: il Corpo dei Vigili del Fuoco viene aggiunto all’elenco dei Corpi delle Forze dell’Ordine che possono accedere agli alloggi popolari con bonus in graduatoria.Positivo anche l’innalzamento a 35.0000 euro, dagli attuali 30.0000, della soglia ISEE oltre la quale si perde il diritto all’accesso ai servizi abitativi pubblici.Ultima nota positiva: l’ammissione dell’ampliamento del nucleo familiare nel caso di genitori e figli.Nel complesso abbiamo denunciato le potenziali storture che saranno causate da questo regolamento nella gestione del diritto alla casa, in linea purtroppo con la mala gestione di Lega e centro-destra di questo settore fondamentale. Riteniamo positive le poche aperture della maggioranza sopra ricordate. Come M5S continueremo a monitorare la situazione e ad incalzare Regione affinché destini più risorse ed attenzione all’edilizia residenziale pubblica”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Alberti (M5S Lombardia) a Rizzoli: internalizzi dipendenti CPI come le altre regioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 marzo 2019

Questa mattina l’Assessore regionale all’Istruzione, formazione e lavoro Melania Rizzoli commentando il via libera alle domande per il reddito di cittadinanza ha dichiarato “”Noi non siamo prevenuti, però vogliamo agire secondo legge, perché se non dovesse funzionare non vorremmo che le responsabilità venissero attribuite alle Regioni”. E ha espresso dubbi sulle regole di ingaggio dei “navigator”.Dino Alberti, consigliere regionale del M5S Lombardia, commenta: “Prendiamo atto che l’Assessore vuole agire secondo la legge. Lo faccia a partire dall’assunzione da parte della Lombardia dei dipendenti dei Centri per l’impiego, che sono stati lasciati in balia della Province. Lo impone la normativa nazionale e lo hanno fatto tutte le altre regioni. Prendiamo atto poi che la più grande preoccupazione di Regione Lombardia legata al reddito di cittadinanza è l’ingaggio dei navigator. Sono questioni risolvibili per una riforma così ampia e rivoluzionaria cha ha restituito dignità e speranza a migliaia di persone e di famiglie. Le testimonianze di decine di persone fuori dai CAF chiariscono ogni dubbio: il reddito di cittadinanza andava fatto perchè in troppi sono rimasti indietro a causa di partiti incapaci di far fronte al problema della disuguaglianza e della povertà”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Formigoni. M5S Lombardia: Garantita certezza della pena, ora Lombardia faccia investimenti su sanità pubblica

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 febbraio 2019

“I privati non hanno mai reso eccellente la sanità lombarda. Al contrario, hanno generato un sistema di corruzione, di spreco di risorse pubbliche e di grandi disservizi come le liste d’attesa infinite. Finita l’era Formigoni la Lombardia deve voltare pagina e tornare a investire nel settore pubblico per ridurre gli sprechi, ogni forma di speculazione sanitaria e per garantire la sicurezza sanitaria e la salute dei cittadini.L’arresto di Formigoni dimostra che il Paese è cambiato. Abbiamo restituito ai cittadini la certezza delle pene: La chiedevano da anni.Prima del nostro ingresso nelle istituzioni solo i ladri di galline finivano in carcere. Ora ci va anche chi ha commesso reati gravi contro la collettività, i corrotti e i corruttori. Chi ha abusato della fiducia della persone e utilizzato il proprio enorme potere contro l’interesse dei cittadini se condannato è giusto che sconti la pena”, così Dario Violi, consigliere regionale del M5S Lombardia, torna sulla condanna e sull’arresto di Roberto Formigoni.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lombardia: Derivazioni idroelettriche. Bene le modifiche

Posted by fidest press agency su domenica, 10 febbraio 2019

“Sostengo da sempre con decisione le modifiche al quadro normativo nazionale in materia di grandi derivazioni idroelettriche perché restituiscono risorse a territori sfruttati da molti anni.Spesso si tratta di comuni di montagna distanti dai grandi centri e sostanzialmente abbandonati al loro destino.Riconoscere le risorse che si meritano è sacrosanto e consentirà una rinnovata progettualità in infrastrutture decenti. Grazie al provvedimento del Governo molti territori possono tornare finalmente a essere competitivi.Ora bisogna legiferare a livello regionale e fare le gare dopo 20 anni di concessioni in deroga.Definiremo delle priorità perché un bene come l’acqua non può essere dato per pochi spiccioli ai privati come è successo fino ad oggi. I benefici delle derivazioni devono andare ai territori che le ospitano”, così Dario Violi, consigliere del M5S Lombardia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lombardia: “contrasto a tutto campo al caporalato”

Posted by fidest press agency su domenica, 10 febbraio 2019

La Commissione regionale Attività produttive ha audito diverse organizzazioni professionali agricole, cooperative e organizzazioni sindacali sul fenomeno del caporalato in Lombardia.
Monica Forte, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: “Sul Caporalato in Lombardia ho presentato il 4 dicembre un’interrogazione alla quale sarà data risposta in Commissione regionale antimafia nei prossimi giorni.Vogliamo conoscere lo stato di attuazione del Protocollo per la prevenzione e il contrasto al sfruttamento lavorativo e al caporalato del 2014, esteso nel 2016 anche allo sfruttamento sessuale, siglato tra Regione, Prefettura e altri soggetti.Il tema ovviamente coinvolge diverse direzioni generali regionali e più Commissioni consiliari.Passaggio successivo, per noi urgente, sarà l’istituzione di un tavolo di lavoro trasversale a più commissioni, necessità oggi condivisa anche con i presidenti delle commissioni agricoltura e lavoro, per approfondire il tema con la partecipazione di tutte le forze politiche.È essenziale contrastare a tutto campo il caporalato in Lombardia. Da questo punto di vista la Commissione regionale Antimafia ha un ruolo rilevante in relazione al profilo delle infiltrazioni criminali connesse al fenomeno che investe trasversalmente tutti i settori produttivi, dall’agricoltura, all’edilizia, al commercio, alla logistica, ai trasporti e così via.Il caporalato non interessa solo le regioni del sud, proprio per questo è urgente intervenire con fermezza nella legislazione della Lombardia”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lombardia: anticipare la consegna di nuovi treni

Posted by fidest press agency su sabato, 2 febbraio 2019

“La linea di governo a favore del trasporto pubblico è in continuità con gli investimenti già fatti da Trenitalia che con la gara per 500 nuovi treni effettivamente sta cambiando la situazione in molte Regioni.Secondo il rapporto Pendolaria di Legambiente, Il numero dei passeggeri aumenta, toccando quota 5,59 milioni, con un nuovo record rispetto al 2012 (+8% in 4 anni). Sono 2 milioni e 874 mila coloro che ogni giorno usufruiscono del servizio ferroviario regionale e 2 milioni e 716 mila quelli che prendono ogni giorno le metropolitane, presenti in 7 città italiane. Cresce il numero di persone che prende il treno in Lombardia (750mila), Analoghi i successi della metropolitana a Milano (con più passeggeri delle altre 6 città italiane dotate di metro).Il Ministro Toninelli sta cercando di colmare qualche vuoto lasciato dove la Politica negli anni scorsi ha fallito, pensando che non fosse necessario procedere con le assunzioni, con gli investimenti e con la programmazione d’acquisto di nuovi convogli, oggi ad esempio è stato consegnato un nuovo Vivalto a Trenord, che servirà a trasportare i cittadini Lombardi e che fa parte di una flotta di quattordici treni che il Ministro ha deciso di consegnare ai cittadini Lombardi. Finalmente un Governo che da una linea chiara a Gruppo Fs: il nostro paese deve muoversi sul ferro. Ovviamente questo intervento va ampliato e c’è bisogno di un maggior impegno di Regione Lombardia che stiamo sollecitando perché anticipi le consegne di nuovi treni”, così Gregorio Mammì, consigliere regionale del M5S Lombardia, commenta la consegna di un treno Vivalto di Trenitalia a Trenord.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Autonomia regioni: Fontana, Governatore della Lombardia, a Radio 24

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 gennaio 2019

“Le cose procedono a rilento ma sono convinto che il termine del 15 febbraio, posto come invalicabile da Salvini, resti valido. A quel punto, o il governo accetta la bozza dell’accordo mandato due mesi fa a Roma, con le modifiche e i chiarimenti che i ministeri avranno apportato, o la risposta dovrà essere intesa come un no. E allora qualche considerazione andrà fatta e andrà fatta anche a livello politico perché quella dell’autonomia è una questione su cui noi della Lega e noi come cittadini lombardi non intendiamo derogare. In Consiglio stiamo per approvare una mozione che va in questa direzione, in cui si chiede di sollecitare la risposta del governo in merito alla scelta della popolazione lombarda sulla questione autonomia. “ Lo dichiara il Governatore della Lombardia Fontana a Effetto Giorno di Simone Spetia su Radio 24. Se l’autonomia non venisse concessa nei termini previsti, salterebbe il governo? domanda Spetia. “Non sono io a doverlo decidere. Sicuramente si incrinerebbe uno degli elementi su cui si fonda il contratto di governo, perché era stato inserito come uno degli elementi essenziali per la nostra parte politica. Quindi io credo che quelle sarebbero le conseguenze, anche se non sono certamente io a doverle decidere. Io sicuramente auspicherei un intervento in questo senso.” Quindi o cadrebbe il governo o si romperebbe il suo rapporto e quello di Zaia con Salvini…? “Chiaro. Chiaro. Anche se la seconda è un’ipotesi di risulta”. L’impressione è che sia il m5s a fare un po’ melina? “Così io leggo su tutti i giornali – risponde il Governatore a Radio 24 – e i nostri tecnici presenti a Roma per cercare di sciogliere gli ultimi nodi mi confermano che c’è una certa resistenza, in particolare da alcuni ministri del Movimento 5 Stelle.” (fonte: ilsole24ore.com)

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Voting machine ai centri per l’impiego: la mozione del M5S Lombardia

Posted by fidest press agency su domenica, 13 gennaio 2019

5mila voting machine assegnate ai centri per l’impiego. La richiesta arriva in Regione Lombardia con una mozione del M5S Lombardia che sarà discussa in Consiglio regionale martedì 15. L’obiettivo è quello di ampliare le dotazioni informatiche dei centri per l’impiego anche in previsione dell’introduzione della misura del reddito di cittadinanza.Monica Forte, consigliere regionale del M5S, dichiara: “Questa mozione segue le iniziative che abbiamo già messo in campo in Lombardia per sostenere concretamente i Centri per l’impiego che oggi si trovano in difficoltà.A dicembre abbiamo ottenuto un importante stanziamento di 750 mila euro a bilancio e la promessa dell’Assessore Caparini di assegnazione ai centri per l’impiego delle voting machine usate per il referendum sull’autonomia non richieste dalle scuole.Quella promessa va formalizzata con un voto del consiglio. Da qui la mozione che ha l’obiettivo di ammodernare e ottimizzare il servizio offerto ai lombardi dai centri del lavoro anche in previsione dell’avvio del reddito di cittadinanza previsto per il prossimo 1 aprile”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

M5S Lombardia. Bilancio regionale: Il M5S vuole le infrastrutture

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 dicembre 2018

“Sì alle infrastrutture, facciamo tutte le opere che servono davvero ai cittadini e al territorio”, così Massimo De Rosa, consigliere regionale del M5S Lombardia, sugli emendamenti e sugli ordini del giorno al Bilancio regionale depositati dal Movimento in previsione della discussione in Consiglio regionale della settimana prossima.
Sono decine gli emendamenti depositati dal gruppo consiliare che chiedono investimenti per opere strategiche per i cittadini lombardi.
Tra questi la richiesta del prolungamento delle linee metropolitane, la riqualificazione di strade e ponti, l’estensione della rete ferroviaria, l’eliminazione delle barriere architettoniche e importanti investimenti in mobilità sostenibile.
Tra le sollecitazioni, nello specifico, il prolungamento della linea M2 in direzione sud da Assago a Rozzano-Binasco e il prolungamento della M3 da Milano a Cormano-Paderno Dugnano. Il M5S chiede investimenti anche per la messa in sicurezza delle strade locali, di ponti e viadotti e la manutenzione straordinaria della rete stradale regionale. Le richieste riguardano anche di garantire gli stanziamenti per la riqualificazione della Milano-Meda oltre a 1 milione e 200 mila euro per i Piani di eliminazioni delle barriere architettoniche (PEBA).De Rosa conclude: “Per il Movimento 5 Stelle le infrastrutture non sono mai state un tabù e in Lombardia sono centinaia le opere che necessitano finanziamenti immediati. Le risorse però devono essere spese solo se garantiscono benefici reali al territorio, non per riempire le tasche di questo o quell’imprenditore.
Riqualificazione e manutenzione alle infrastrutture esistenti devono essere la priorità. Un esempio su tutti: la chiusura dei ponti sul Po ha impatti devastanti per cittadini e aziende. Il risultato della votazione sugli emendamenti dirà chi sono quelli del sì o quelli del no”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Unico futuro è recupero e riciclo dei rifiuti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

“Fontana deve rispettare la volontà del Consiglio regionale che nel 2013 ha votato all’unanimità una nostra risoluzione per la chiusura graduale dei propri inceneritori. La maggioranza di allora è la stessa di oggi”, così dichiarano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle della Lombardia. E soggiungono: “Da questo punto di vista facciamo nostre le parole del Senatore Gianmarco Corbetta, che nel 2013 firmava quella risoluzione. Il modello da seguire in tutta Italia, Campania inclusa, è quello veneto di Treviso di Zaia. Un modello che tutela ambiente, salute e crea più posti di lavoro. L’unico futuro possibile è la chiusura graduale degli inceneritori e l’investimento nella raccolta differenziata e nell’economia del recupero; materie queste che stanno avanzando in maniera preponderante. La provincia di Mantova dove non esiste un inceneritore di rifiuti urbani è all’85% poco indietro Treviso, altre province viaggiano tra il 65% e 75%. Applicando il ‘Modello Treviso’ a tutta Italia chiuderemo tantissimi inceneritori e discariche attraverso una strategia industriale che punta su raccolta differenziata di qualità con la raccolta porta a porta” conclude il M5S Lombardia.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incendi in Lombardia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 ottobre 2018

“Non possiamo rassegnarci ai roghi, come ad una realtà inevitabile” così il consigliere regionale Massimo De Rosa, in risposta all’intervento dell’Assessore all’Ambiente Raffaele Cattaneo. “Durante il suo intervento l’Assessore ha descritto la situazione come normale, parlando di parametri rispettati. I numeri dicono tutt’altro. Gli incendi all’interno dei rifiuti sono stati 8 nel 2016, contro i 21 registrati negli ultimi 365 giorni. Per non parlare della qualità dell’aria, che ha costretto a far scattare oggi le misure emergenziali previste dal Protocollo aria” fa notare De Rosa. “Per noi ogni singolo incendio rappresenta un’emergenza” prosegue il consigliere: “perché i fumi mettono a rischio la salute di tutti noi. Per questo chiediamo più controlli dentro e fuori dagli stabilimenti e monitoraggi al suolo, perché è al suolo che si depositano sostanze nocive come ad esempio la diossina”.
In seguito, nonostante il parere contrario della Giunta, il Consiglio ha approvato una mozione del Movimento Cinque Stelle, attraverso la quale impegnare Regione Lombardia ad approvare proprio i monitoraggi al suolo, ad istituire una commissione speciale che tratti il tema rifiuti e a costituirsi parte civile nei procedimenti che verranno intentati nei confronti di coloro i quali la magistratura accerterà come responsabili dei roghi.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il Secondo Libro Bianco sulle carceri Lombarde

Posted by fidest press agency su domenica, 2 settembre 2018

Se non è zuppa è pan bagnato. La riforma Orlando proposta e non approvata dal governo Gentiloni è stata seguita da quella cestinata dal Governo Conte ma il risultato è lo stesso col governo del cambiamento e col governo che è stato cambiato.A fronte di una situazione grave nulla è stato fatto per riportare le carceri italiane nell’alveo della costituzione più bella del mondo.
Ecco quindi che la grave mancanza di agenti penitenziari di Lecco (meno 15%) e Mantova (meno 26%) tenendo conto del personale in più che servirebbe in base al sovraffollamento va a meno 41% e a meno 44% e gli educatori a Lecco (meno 50%) e vanno a meno 65% e 38%.Il record del sovraffollamento va a Vigevano col 68% Seguono Opera al 46% e Lecco al 43%.Sempre Lecco deve gestire il 62% di detenuti tossicodipendenti, dovendo quindi svolgere il lavoro di una comunità di recupero essendone privo dei mezzi. Più ridotta per fortuna la presenza di pazienti psichiatrici.Purtroppo a seguito di un provvedimento del Ministero della Giustizia quando il titolare era Orlando sono stati bloccati i questionari che sottoponevamo agli istituti che visitevamo, per cui questo anno molti dati non sono disponibili, e ne risulta carente la sezione del libro bianco sul lavoro.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aumenti tariffari sul trasporto pubblico in Lombardia: leciti, ma ingiusti!

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 agosto 2018

Milano. Con la DgR XI/335 emessa a metà luglio, la Giunta Fontana ha stabilito gli aumenti tariffari agli abbonamenti dei mezzi pubblici. Tali aumenti seppur leciti, in quanto dovuti all’adeguamento ISTAT previsto dal contratto, sono ingiusti perché il servizio ferroviario elargito da Trenord ha segnato enormi disagi e non accenna a migliorare, anzi.
“È semplicemente offensivo che la Giunta Fontana stabilisca aumenti tariffari al trasporto pubblico lombardo in un anno iniziato con la tragedia di Pioltello, proseguito con performances pessime e che vede il sistema ferroviario nell’inefficienza e nell’incertezza gestionale più totali” commenta Simone Verni.
“Fontana smentisce se stesso: prima fa proclami pieni di insoddisfazione nei confronti di Trenord, poi opera per aumentare il prezzo degli abbonamenti. Purtroppo in questi primi mesi di governo lo abbiamo visto in diversi ambiti – si pensi ad esempio alla chiusura di Lombardia Mobilità, presentata prima delle elezioni come la panacea di tutti i problemi infrastrutturali lombardi e rivelatasi invece un buco nell’acqua.“Siamo tutti quanti consapevoli che l’adeguamento ISTAT sia previsto dal contratto, ma a fronte di un servizio assolutamente inadeguato ogni aumento viene visto come offensivo e ingiustificato: data la situazione, Trenord farebbe bella figura se rinunciasse a tali aumenti e come gesto simbolico lo considerasse come una sorta di indennità risarcitoria dei disagi subiti da quelli che dovrebbero essere considerati clienti.”Ci attiveremo per presentare la richiesta di annullamento della DgR alla prima occasione utile perché riteniamo vergognoso che a pagare siano sempre e solo gli utenti e cioè principalmente i pendolari: stiamo parlando di clienti e contribuenti che pagano per usufruire un servizio pessimo e che, grazie a questi aumenti, dovranno pagare anche di più a fronte di livelli d’inefficienza paragonabili a quelli di un Paese del terzo mondo. Quando si dice: cornuti e mazziati!”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Estate infernale per i pendolari lombardi”

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 agosto 2018

Per i pendolari lombardi anche questa Estate, come le precedenti, è stata un inferno tra soppressioni e riduzioni di corse, ritardi, impianti di condizionamento guasti, disservizi sulle linee ferroviarie.Nel merito, il Consigliere regionale M5S Nicola Di Marco ha oggi depositato un’interrogazione che da un lato chiede all’Assessore regionale ai trasporti di intervenire, dall’altro chiede conto di quali azioni siano state intraprese per sanare criticità del trasporto ferroviario che si trascinano da anni.Di Marco dichiara: “E’ da diversi anni, anche grazie all’azione sempre puntuale e incisiva dell’ex Consigliera, oggi Deputata, Iolanda Nanni, che come Movimento denunciamo una serie di disservizi e criticità nella mobilità ferroviaria, ma la risposta della Giunta è sempre la stessa: Regione Lombardia, a fine anno, chiederà il pagamento delle penali previste dal Contratto di servizio con Trenord. Esigere le penali è sacrosanto, a fronte del venir meno degli impegni previsti dal Contratto stesso, ma non basta. Perché una volta che le penali sono state pagate, se non si interviene nella gestione aziendale per sanare le criticità, i disservizi si ripresenteranno immutati l’anno successivo. Per questo motivo l’interrogazione a mia prima firma, depositata oggi, sollecita l’Assessore a Infrastrutture e Trasporti a mettere in campo azioni tempestive che non si limitino a esigere penali a fronte di disservizi, ma che vadano alla radice per evitare che i disservizi continuino in futuro.In particolare, l’interrogazione evidenzia una serie di criticità, a partire dal fatto che, per mancanza di investimenti, il parco rotabile della Lombardia è il più vecchio d’Italia (età media 21 anni), situazione all’origine di frequenti e numerosi disagi per l’utenza derivanti da guasti, dilatazione dei tempi di fermo materiale, dilatazione dei costi di manutenzione, ritardi, carenza dei pezzi di ricambio.Chiediamo inoltre all’Assessore quali siano le cause dei malfunzionamenti agli impianti di climatizzazione che creano situazioni difficilmente tollerabili sia ai viaggiatori sia ai lavoratori Trenord. Altro quesito: a che punto di attuazione sia il piano straordinario di acquisto di nuove carrozze e materiale rotabile inaugurato da Regione nel 2017. Infine, in merito al fenomeno carrozze-carri bestiame, chiediamo se sia rispettato il Contratto di servizio fra Regione e Trenord riguardo alla composizione e affollamento delle corse circolanti, cioè il rapporto effettivo fra viaggiatori e posti a sedere garantito da Trenord rispetto a quanto previsto dal Contratto.Di fronte all’immobilismo della Giunta, che ben poco fa oltre ad applicare le penali, come MoVimento continueremo il nostro fiato sul collo della maggioranza di governo affinché si attivi con azioni incisive e mirate per risolvere i tanti problemi quotidiani vissuti da pendolari e viaggiatori sul sistema ferroviario lombardo”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Lombardia è la prima regione in Italia nella vendita a domicilio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Nel 2017 le aziende del settore hanno realizzato nella regione un fatturato di 237 milioni 385mila euro. Lo conferma la rilevazione del Centro Studi Univendita sulle proprie aziende associate: il risultato lombardo rappresenta il 14,3% delle vendite nazionali, che hanno raggiunto nel 2017 la cifra di 1 miliardo 660 milioni di euro (+1,8% rispetto all’anno precedente). Nel Nord Ovest, che vale il 24,2% del fatturato nazionale, la Lombardia fa la parte del leone, mentre Piemonte/Valle d’Aosta e Liguria valgono rispettivamente il 7,6% e il 2,3% del fatturato totale delle aziende Univendita. Nella classifica delle vendite la Lombardia è seguita da Campania (185 milioni di euro) e Veneto (154 milioni di euro). Nel complesso, Sud e Isole realizzano il 36,8% del fatturato (610 milioni di euro); seguono Nord Ovest (401 milioni di euro), Nord Est (353 milioni di euro) e Centro (293 milioni).Quanto agli addetti alla vendita, nel 2017 in Lombardia hanno operato oltre 20.000 venditori a domicilio, pari al 12,7% del totale italiano (158.000 addetti). Nella classifica della presenza dei venditori la Lombardia è terza, dopo Campania (23.000 addetti) e Sicilia (con 21.500 addetti). Guardando alle aree geografiche è al Sud e Isole che nel 2017 si è concentrato il maggior numero di venditori (77.700 addetti pari al 49% del totale); seguono il Nord Ovest con 32.000 addetti, il Nord Est con 24.000 addetti e il Centro con 24.500 addetti.
«Questo si spiega con il fatto che in queste regioni, dove l’occupazione femminile è più bassa della media nazionale, sono soprattutto le donne, che a livello nazionale rappresentano il 90% degli addetti Univendita, a cogliere le opportunità della vendita a domicilio, una professione flessibile che consente di conciliare lavoro e impegni familiari».
Univendita (www.univendita.it) Qualità, innovazione, servizio al cliente, elevati standard etici. Sono queste le parole d’ordine di Univendita, la maggiore associazione del settore che riunisce l’eccellenza della vendita diretta a domicilio. All’associazione aderiscono: AMC Italia, Avon Cosmetics, bofrost* Italia, CartOrange, Conte Ottavio Piccolomini, Dalmesse Italia, Fi.Ma.Stars, Jafra Cosmetics, Just Italia, Lux Italia, Nuove Idee, Ringana Italia, Tupperware Italia, Uniquepels Alta Cosmesi, Vast & Fast, Vorwerk Italia – divisione Bimby, Vorwerk Italia – divisione Folletto, Witt Italia, che danno vita a una realtà che mira a riunire l’eccellenza delle imprese di vendita diretta a domicilio con l’obiettivo di rafforzare la credibilità e la reputazione del settore tra i consumatori e verso le istituzioni.Univendita, che aderisce a Confcommercio, rappresenta il 46% del valore dell’intero comparto della vendita diretta in Italia (fonte: Format Research, marzo 2017).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lombardia: Treni cancellati: il nulla assoluto su Trenord

Posted by fidest press agency su domenica, 24 giugno 2018

“Trenord è gestita con i piedi, dieci treni cancellati in un giorno solo a Bergamo sono una vergogna infinita. Prima si viaggiava su carri bestiame, ora non si viaggia nemmeno. E i pendolari pagano. Che Fontana e l’Assessore Terzi ci vengano a dire che Trenord è inadeguata fa ridere per non piangere: gestiscono loro la società e ammettono di non essere in grado di far andare i treni. Si assumano le loro responsabilità una buona volta, nel rilancio di Trenord sono il nulla assoluto e dovrebbero togliersi di mezzo. La pazienza dei pendolari, e la nostra, è finita da tempo: sono mesi che ci dicono che la governance va cambiata, che propongono un accordo con FS un giorno, per smentito il giorno dopo e che l’AD Farisè va mandata a casa, ma non combinano nulla. Al massimo si lamentano che treni sono fermi. Mi risulta che sono al governo della Lombardia, si diano una mossa”, così Dario Violi, consigliere regionale del M5S Lombardia.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »