Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘lrggr elettorale’

Legge elettorale e voto estero

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

urne-voteL’articolo 6 della legge elettorale appena varata dal Parlamento e le dinamiche che hanno condotto alla sua approvazione sono diventati un argomento quasi da romanzo d’appendice di cui però si rischia, tra speculazioni complottismi ed appropriazioni indebite di meriti, di veicolare informazioni parziali o errate.Facciamo quindi un po’ di chiarezza. Sarebbe troppo facile (o semplicemente banale?) etichettare la proposta emendativa come volontà estemporanea di un certo deputato. Pensate davvero che il Pd o Maurizio Lupi si siano svegliati la mattina con il desiderio di stravolgere le regole di ingaggio elettorali all’estero? Le modifiche all’articolo 6 sono espressione di una sorta di “cambiale in bianco” con cui la maggioranza ha dovuto fare i conti in ragione di molteplici sollecitazioni che arrivavano da alcuni contesti, in primis il sud America dove l’attuale sistema, fresco di aggiornamento legislativo, potrebbe condurre a vantaggi comparati.Fa invece riflettere, e anche sorridere, che alla Camera nessuno abbia mosso un dito. Dove erano i tanti deputati indignati che avrebbero poi dichiarato di votare contro alla fiducia? Perché attendere la platealità della fiducia quando si poteva combattere- coltello tra i denti – in commissione affari costituzionali in sede referente quando in quel pomeriggio di venerdi venne presentato l’emendamento?
Ah dimenticavo, a detta di qualcuno in Commissione a votare e discutere ci sono solo i “peones”.
Non posso non pensare ad una strategia disarmante nella sua semplicità, messa a punto scientificamente, che a sollecitazioni in camera caritatis orientate a quella modifica, contrappone l’indignazione formale fatta di voti contrari in aula. Nel mezzo il vuoto operativo, il silenzio e l’inattività.Con un testo blindato in Senato, malgrado gli emendamenti presentati, non c’è stato margine di discussione, risolvendosi la trattazione in poche ore.Abbiamo avuto le mani legati e abbiamo assistito inermi a ciò che avveniva in Commissione alla Camera nel silenzio totale di chi avrebbe dovuto difendere quel testo. E meno male che i resoconti di commissione possono testimoniare. Posso ammettere con tranquillità che sicuramente, qualora l’incursione emendativa all’articolo 6 fosse avvenuta in Senato, non sarebbe mai passata all’interno della legge.Credo che la chiarezza sia prioritaria quando si affrontano argomenti così delicati e quando ci si trova dinanzi al classico dito puntato contro questo e quello cercando di far passare una precisa linea studiata a tavolino, senza poi pianificare alcuna ulteriore strategia nella prospettiva di ridimensionare i danni e le criticità che deriveranno dall’applicazione di questa nuova disciplina.Ipocrisia? Strategia elettorale? Ai posteri l’ardua sentenza ma nel frattempo si smettesse di prendere in giro i connazionali.(Sen. Aldo Di Biagio Vice Presidente Commissione Industria)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »