Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 203

Posts Tagged ‘luca barbareschi’

Film: The Start Up “Accendi il tuo futuro”

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 marzo 2017

futuro2futuroIn uscita il 6 aprile del 2017. Un ruolo diverso, per l’attrice Lidia Vitale, dai tanti personaggi già interpretati in altri film e fiction tv. Una donna equilibrata che fa tutto pur di vedere il proprio figlio raggiungere i suoi obiettivi. E’ Monica, la madre di Matteo, (Andrea Arcangeli) protagonista del film The Start Up “Accendi il tuo futuro” con la regia di Alessandro D’Alatri, prodotto da Luca Barbaresci – una produzione Casanova Multimedia con Rai Cinema.
Qual è il sogno di ogni ragazzo di oggi? Inventare una app e svoltare! È quello che accade a Matteo Achilli, 18enne romano, che esasperato dall’ennesima ingiustizia subita, inventa un social network che fa incontrare in modo innovativo, domanda e offerta di lavoro. Ma il mondo del successo è una giungla: sei preda o predatore. C’è un prezzo da pagare e qui entra in gioco l’amicizia, l’amore la famiglia e il ruolo della madre, fondamentale nella storia del film, che si dona futuro1completamente pur di sostenere i sogni del proprio figlio compromettendo, se necessario, il proprio patrimonio.
Da uno schermo all’altro, infatti per Lidia Vitale, questo è un periodo molto fortunato dal punto di vista professionale e proprio in questi giorni infatti possiamo vederla nel ruolo della Nonna Tiziana in “Slam Tutto per Una Ragazza” uscito il 23 Marzo di Andrea Molaioli, prodotto da Indigo e distribuito da Universal. Imminente anche l’uscita di “Tulips” nel ruolo di Immacolata, protagonista per il regista premio Oscar Mike Van Diem e l’uscita di “Niente di Serio” di Lazlo Barbo al fianco di Claudia Cardinale, Gianmarco Tognazzi e Daphne Scoccia.Non solo cinema ma anche tv l’attrice infatti sarà protagonista nella serie “Non uccidere” di prossima uscita in RAI. Mentre ha appena ultimato le riprese del progetto “Liberi Sognatori” film TV su “Mario Francese”, nel ruolo di Enza Sabotino, magistrato in carriera, diretta da Michele Alhaique e realizzato dalla Taodue per Mediaset. (foto: futuro)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gheddafi un male necessario?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

Adolf Hitler and Benito Mussolini walking in f...

Image via Wikipedia

Mi ha colpito la dichiarazione rilasciata qualche giorno fa ad una emittente radio da Luca Barbareschi nella quale, parlando dei fatti libici, ha rilevato che quanto accade in quel paese è l’inevitabile conseguenza di una lotta interna destabilizzante e che giustifica la terribile reazione di Gheddafi. In altre parole checché Gheddafi faccia è motivata dalla necessità di mantenere la sua leadership e, quindi, va giustificato. Se è questo il convincimento di Barbareschi davvero ci troviamo al cospetto di un imbarbarimento della politica che se ha una spiegazione negli eventi passati dalla dittatura di Mussolini a quella di Hitler, meno si giustifica ai giorni nostri dove il rispetto per le opinioni altrui e il concetto stesso che diamo della democrazia sembra prevalere alle logiche della brutalità politica fine a stessa. La circostanza mi colpisce direttamente poiché ho apprezzato, ai suoi esordi, la rivoluzione libica di Gheddafi e dei suoi compagni d’avventura perchè fu maturata e realizzata con un numero esiguo di vittime. Fu gestita negli anni successivi, perseguendo un progetto politico apprezzabile per i suoi fini e per aver avuto il merito di abbattere un potere che fondava la sua ragione d’essere sulla corruzione, il malcostume e l’avidità dei suoi dignitari e tutto a spese del popolo che era condannato ad una miseria estrema. (l’ho scritto in un libro che è visibile su http://www.fidest.it alla pagina pubblicazioni Fidest) Una considerazione che si è infranta man mano che venivo a conoscenza che per detenere il potere Gheddafi non si è fatto scrupolo di esercitare la violenza. Ciò non di meno speravo che quanto mi dicevano fosse caricato dalla propaganda dei suoi avversari per alienare le simpatie di alcuni ambienti occidentali, più permissivi, nei confronti del rais. Ora non vi sono più dubbi. Un uomo che ordina di bombardare il suo paese e di uccidere indiscriminatamente la popolazione delle città libiche e di lasciare che i feriti siano abbandonati nelle strade impedendo che siano soccorsi con l’ausilio di cecchini mercenari provenienti da altri paesi non solo ha tradito la rivoluzione che gli ha dato merito ma anche l’amore per il suo paese e tutto per mantenersi al potere e tutelare i suoi vasti interessi economici. E’ vero che l’Europa, e l’Italia nello specifico, molto dipendono dalla Libia per gli approvvigionamenti energetici di petrolio e di gas e che, quindi, devono in ogni caso, dopo le esecrazioni di rito, continuare a dialogare con Gheddafi, ammesso che resti al potere come sembra vi riesca, ma dovrebbe pur esserci un limite all’indecenza e all’avidità dei mercati e dei mercanti. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Luca Barbareschi: Gheddafi è un male necessario

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

Luca Barbareschi

Image via Wikipedia

“E’ la prima volta nella storia che la Libia bombarda la Libia e Gheddafi un male necessario ma deve rimanere in sella. Spero in Libia, come in Egitto e l’Algeria vi sia una transizione molto lenta e non di sovversione popolare in mano ai fratelli mussulmani.” Cosi l’ex Fli Luca Barbareschi interviene alla Zanzara a Radio 24. “Ricordiamo in Germania  – continua Barbareschi a Radio 24 – la repressione dei contadini ai tempi di Lutero che furono ammazzati in centinaia di migliaia perché nella storia l’evoluzione verso la democrazia è sempre avvenuta attraverso le stragi. Credo che la storia vada pensata nel futuro, come se la leggessimo fra vent’anni”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Barbareschi smentisce Passaggio a PDL

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 febbraio 2011

Si rincorrono sui giornali le notizie relative al passaggio dell’onorevole Luca Barbareschi da Futuro e Liberta’ al gruppo dei Riformisti.Ma il diretto interessato smentisce al Clandestinoweb. Quanto c’è di vero nelle notizie che corrono in queste ore?”Il clamore con il quale i giornali celebrano il mio ritorno nel PDL si basa esclusivamente su illazioni. La notizia vera è che ieri pomeriggio sono stato ad Arcore per incontrare il Premier, e sono contento di questo incontro, visto che in Parlamento ho sottolineato più volte come mancasse in questa legislatura un confronto con la leadership del Governo, che troppo spesso ha demandato a colonnelli e portaborse il rapporto con i parlamentari. All’incontro con Berlusconi ho parlato della situazione politica e dei diversi problemi che seguo in particolare la cultura in tutte le sue espressioni e le telecomunicazioni. Il clima avvelenato che viviamo ci fa scordare i problemi del Paese, viceversa rivendico con forza l’urgenza di affrontare questioni determinanti per il nostro futuro. Già in occasione della sfiducia a Bondi avevo confermato la mia indipendenza di giudizio, pensare con preoccupazione e con spirito costruttivo ai problemi del Paese non significa cambiare casacca. Ho visto dunque volentieri il Capo del Governo alla vigilia di scadenze importanti, quali il decreto Milleproroghe determinante per il futuro del mondo dello spettacolo e una tornata di nomine strategiche per il mondo delle telecomunicazioni”. Conferma quindi la sua permanenza in Futuro e Liberta’? “Il mio passaggio in Futuro e Libertà, fin dalla sua fondazione, è stato convinto e chiaro, e ancora oggi credo che quanto annunciato nel Manifesto degli italiani sia ancor di più attuale, solo mi interrogo su alcune scelte successive che sono avvenute in modo repentino e soprattutto troppo poco condiviso.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mantovani risponde a Barbareschi

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 luglio 2010

“Se conoscesse davvero Silvio Berlusconi non esprimerebbe giudizi così infamanti e volgari”. Così commenta Mario Mantovani, sottosegretario alle Infrastrutture e dirigente nazionale PdL l’intervista pubblicata da Repubblica dove l’On. Luca Barbareschi ha parlato di un PdL di sudditi e di un governo piegato agli interessi del Premier.  “Così facendo l’On. Barbareschi offende l’intelligenza, la coscienza e la dignità dei tantissimi elettori, militanti ed amministratori locali impegnati giorno dopo giorno nel vivere  e realizzare il buon governo del Popolo della Libertà al fianco di Silvio Berlusconi che certamente sa coinvolgere e valorizzare entusiasmo, concretezza e voglia di fare di milioni di donne e uomini liberi ”. “Pare che l’On. Barbareschi abbia dimenticato gli obiettivi raggiunti da questo Governo in soli due anni: i colpi inferti alla criminalità organizzata, il rinnovamento nella scuola,   l’ottima gestione della crisi economica e la salvaguardia dei conti pubblici. Risultati questi –prosegue Mantovani- che certamente non riguardano gli interessi di una sola persona, ma il bene di tutti gli  Italiani rendendo grande e stimata l’Italia nel mondo ”. “Pertanto nei confronti di quegli oltre 20 milioni di Italiani che da 16 anni votano con entusiasmo Berlusconi e che nel 2008 hanno consentito anche a Barbareschi di essere eletto riterrei utile mostrare maggiore rispetto. Per questo –conclude Mantovani- ci aspetteremmo dal collega deputato, coerentemente alle sue dichiarazioni, un segno di responsabilità, valutando le dimissioni  dal partito e, se ritiene, anche dalla Camera dei Deputati”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »