Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘lugano musica’

LuganoMusica: un weekend di Quartetti

Posted by fidest press agency su sabato, 14 aprile 2018

Lugano al Lac venerdì 20 aprile alle 20.30 con il Quartetto Belcea. Nato nel 1994 al Royal College of Music di Londra, questo gruppo ha un’anima squisitamente europea: la violinista romena Corina Belcea e il violista polacco Krzysztof Chorzelski, i due fondatori, vi trasmettono la tradizione musicale dei paesi d’origine, che si allarga ai colleghi francesi Axel Schacher (violino) e Antoine Lederlin (violoncello), senza dimenticare l’esperienza dei loro mentori e maestri, i celebri Quartetti Berg e Amadeus. A Lugano i quattro musicisti ribadiscono le loro radici classiche e la loro altrettanto forte tensione verso la modernità. Si parte infatti con l’ultimo fra i Sei Quartetti che Haydn scrisse nel 1772 (raccolti come opera 20) e si arriva al celebre Quartetto in fa maggiore “Americano” di Dvořák, composto fra gli emigranti cechi a Spillville, nello stato dello Iowa. Al centro della serata, il Primo Quartetto di György Ligeti, opera emblematica del periodo ‘ungherese’ del compositore transilvano, che reca il fascinoso sottotitolo di “Métamorphoses nocturnes”. Quanto mai significativa la scelta di tre autori, Haydn, Dvořák e Ligeti, che come gli stessi componenti del Belcea simboleggiano in modo efficace l’incontro tra le culture musicali della Mitteleuropa e dell’Europa orientale.
Sabato 21 aprile alle 20.30 è la volta dello storico Quartetto Pražák, in carriera da diversi decenni, tanto da essersi guadagnato ormai una vasta notorietà, che lo porta ad essere riconosciuto come il miglior erede della tradizione quartettistica boema. Era il 1972 quando un gruppetto di talentuosi studenti del Conservatorio di Praga diede vita al primo nucleo del Quartetto, destinato ad una lunga storia. Attuali componenti del Pražák sono i violinisti Jana Vonášková e Vlastimil Holek, il violista Josef Klusoň ed il violoncellista Michal Kaňka. Nel concerto a LuganoMusica, il Quartetto Pražák presenta due opere della Seconda Scuola di Vienna, che manifestano chiara l’influenza di Brahms, Dvořák e Mahler: il Quartetto in re maggiore (pubblicato postumo e privo di numero d’opera) di Arnold Schoenberg e un movimento per quartetto d’archi del suo allievo Anton Webern, “Langsamer Satz”WoO6. Nella seconda parte del programma il Pražák torna idealmente a casa, con il Primo Quartetto in mi minore di Bedřich Smetana (“Dalla mia vita”), atto costitutivo di una nuova stagione cameristica ceca e opera originalissima, a partire dal contenuto autobiografico sotteso al programma dei quattro movimenti. Scrisse infatti l’autore: “Ho voluto tracciare in musica il corso della mia vita”, indicando quindi in questa pagina una sorta di poema sinfonico per quattro voci.
La maratona quartettistica al Teatro Studio LAC si conclude domenica 22 aprile alle 17.00 con lo spumeggiante Quartetto Van Kuijk, impostosi di recente alla ribalta internazionale grazie alle vittorie ai concorsi per quartetto di Londra (Wigmore Hall), Trondheim e Aix-en-Provence. I quattro giovani membri del quartetto, i violinisti Nicolas van Kuijk e Sylvain Favre-Bulle, il violista Grégoire Vecchioni e il violoncellista François Robin, sono stati definiti dall’autorevole Guardian come i “quattro ragazzi francesi che fanno sorridere la musica”, per la vitalità delle loro esecuzioni. Il concerto avrà inizio con il primo capolavoro di Claude Debussy, il Quartetto in sol minore op. 10 del 1892, per poi offrire al pubblico i cinque aforistici e concentrati Pezzi per Quartetto d’archi op. 5 di Webern. Finale romantico con il Terzo Quartetto di Felix Mendelssohn op. 44, scritto nel 1839, che fu considerato da subito un modello per la rinascita quartettistica di metà Ottocento, lasciando la sua impronta sui colleghi che si sono poi cimentati con questa formazione, da Schumann a César Franck. http://www.luganomusica.ch

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Orchestra Mozart per LuganoMusica

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 marzo 2018

Lugano. Da domenica 1 aprile (Pasqua) a giovedì 6 aprile l’Orchestra Mozart – orchestra fondata da Claudio Abbado che affianca grandi solisti e prime parti di orchestre a giovani talenti provenienti da ogni parte del mondo – sarà in residenza a Lugano per ben 4 concerti (due sinfonici e due cameristici) presso la Sala Teatro del LAC, nell’ambito della stagione di LuganoMusica.Sotto la direzione prestigiosa del M° Bernard Haitink, i due concerti sinfonici si terranno il giorno di Pasqua, domenica 1 aprile, alle ore 17.00, e mercoledì 4 aprile alle ore 20.30.I programmi alternano alle due ultime sinfonie di Franz Schubert (La Grande e l’Incompiuta) due concerti di Mozart: il venticinquesimo per pianoforte in do maggiore (solista Paul Lewis) e il quinto per violino (solista Vilde Frang).I due concerti cameristici con i Solisti dell’Orchestra Mozart si terranno invece il giorno di Pasquetta, lunedì 2 aprile alle ore 17.00, e giovedì 5 aprile alle ore 20.30 e presenteranno, accanto a capolavori cameristici di Schubert (Trio in si bemolle maggiore e Ottetto), opere di due maestri del secondo Novecento: Luciano Berio (Opus Number Zoo) e György Ligeti (Bagatelles).
In occasione di tutti e quattro i concerti, alle ore 19.00 presso il “Caffè degli Artisti”, creato per l’occasione, si terranno incontri e dialoghi di approfondimento con artisti ed esperti.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LuganoMusica: Dutoit sostituito da Urbanski

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 marzo 2018

LuganoMusica il 18 maggio alle ore 20.30 al LAC il concerto sarà diretto dal M° Krzysztof Urbanski con la Royal Philharmonic Orchestra (solista, Radu Lupu) in programma nell’ambito di Urbanski sostituisce Charles Dutoit che, a seguito di alcune accuse di molestie, ha rassegnato le dimissioni da Direttore dell’Orchestra lo scorso gennaio. Il programma musicale del concerto subirà una variazione: al posto dello Scherzo fantastique, verrà eseguito Scherzo à la russe dello stesso Stravinskij. Il programma finale sarà dunque:
Igor Stravinskij Scherzo à la russe
Wolfgang Amadeus Mozart Concerto per pianoforte n. 27 in si bemolle maggiore K 595
Igor Stravinskij L’Uccello di fuoco
Krzysztof Urbanski a 36 anni è uno dei migliori direttori della sua generazione. Accanto ai suoi incarichi stabili a Indianapolis, Amburgo e Tokio, è ospite delle Orchestre Filarmoniche di New York, Los Angeles, Monaco di Baviera, Rotterdam nonché della Staatskapelle di Dresda, della London Symphony Orchestra, della Philharmonia Orchestra, della Tonhalle di Zurigo, dei Wiener Symphoniker,ecc.
Eseguirà il primo dei tre grandi balletti del “periodo russo” di Stravinskii, l’Oiseau de feu (L’uccello di fuoco), lavoro con il quale il compositore divenne nel 1910 celebrità mondiale (in apertura del programma lo scintillante Scherzo à la russe).
Eccezionale la presenza, al centro della serata, di una leggenda del pianoforte, Radu Lupu, che Urbanski accompagnerà nell’ultimo concerto per pianoforte di Mozart, quello in si bemolle maggiore K 595.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LuganoMusica: Widmann e Hagen Quartet, un quintetto in prima esecuzione

Posted by fidest press agency su sabato, 20 gennaio 2018

Hagen QuartettJörg Widmann composer clarinettistPhoto: Marco BorggreveLugano giovedì 25 gennaio, alle ore 20.30, nella Sala Teatro del LAC di Lugano, un nuovo appuntamento con la musica contemporanea e con una delle sue personalità attualmente più interessanti: il compositore e clarinettista tedesco Jörg Widmann.A lui LuganoMusica ha commissionato – insieme ad altre prestigiose istituzioni musicali, come il Centro Nacional de Diffusion Musical di Madrid, la Wigmore Hall di Londra, la Philharmonie di Essen, la Carnegie Hall di New York, la Strijkkwartet Biennale di Amsterdam, la Cité de la Musique di Paris e la Mozartwoche di Salisburgo – un quintetto per clarinetto ed archi che verrà eseguito per la prima volta in Svizzera proprio al LAC.Per questa prima esecuzione svizzera, l’altro grande protagonista della serata insieme a Widmann sarà il celebre quartetto Hagen, composto dai fratelli Hagen, Lukas e Clemens, che suonano due Stradivari, Veronika, che suona una viola Maggini, e da Rainer Schmidt.“Il mio quintetto è un singolo adagio di circa 40 minuti – commenta Widmann -. Il primo tempo Lento potrebbe funzionare per l’intero pezzo. Ad eccezione di alcune esplosioni, l’intero lavoro si posiziona nell’affascinante e pericolosa area intermedia di statica e flusso, la musica scompare quasi completamente e poi torna a suonare in sfere più alte o più basse, a galleggiare. O almeno è quello che spero. Suonare, galleggiare, amare: in quasi nessun altro pezzo mi sono dedicato a questi topoi in modo così libero come in questo mio quintetto per clarinetto”.Oltre al quintetto composto da Widmann, il concerto prevede l’esecuzione del capolavoro di Mozart, il Quintetto per clarinetto e archi in la maggiore, KV581.
Alle ore 19.00 si terrà un incontro pre-concerto nella Sala Refettorio del LAC (ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria). (foto: Hagen_Quartett, Jorg_Widmann)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LuganoMusica si apre all’India con il sitar di Nishat Khan

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 novembre 2017

Nishat KhanLugano. Sabato 18 novembre alle ore 17 la musica indiana sbarcherà a LuganoMusica attraverso il suono del suo strumento più rappresentativo, il sitar, affidato alle mani di Nishat Khan, uno dei più famosi ed eleganti musicisti suonatori di sitar della nuova generazione.Il concerto, che si terrà presso la Sala Teatro del LAC a Lugano, rientra nel programma FOCUS INDIA, serie di incontri in coproduzione con LAC Lugano Arte e Cultura .Nishat Khan, virtuoso di sitar, musicista trasversale e figlio d’arte – proviene da una famiglia di musicisti dell’India settentrionale che vanta una lunga tradizione di suonatori di sitar e alla quale è dovuta l’evoluzione del sitar e la sua diffusione in tutto il mondo – ha collaborato con artisti del calibro di Philipp Glass, Eric Clapton, Carlos Santana e ha lavorato per le colonne sonore di film di Bernardo Bertolucci e di James Ivory.
Geniale improvvisatore, rappresenta oggi un ponte vivente fra il passato e il futuro del sitar, grazie al suo approccio unico, innovativo e contemporaneo. Il suo linguaggio sonoro abbraccia i generi musicali più disparati, dai canti gregoriani alla musica classica occidentale, dal jazz al flamenco.
Nei due giorni che precedono l’evento, Nishat Khan terrà anche un workshop destinato a musicisti professionisti e studenti del Conservatorio.Il concerto sarà preceduto da una serie di incontri e proiezioni, a partire dalle ore 14, sempre al LAC. (foto: Nishat Khan) Biglietti per il concerto: Fr. 46.30 / 20.80

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LuganoMusica: Maria João Pires cambia il programma e lo dedica tutto a Schubert

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 settembre 2017

Maria Joao PiresMilos╠î_PopovicLugano 4 ottobre alle ore 20.30 al LAC, nell’ambito della stagione di LuganoMusica: la serata verrà infatti dedicata interamente a Franz Schubert. Da alcuni anni, Maria João Pires condivide ognuno dei suoi concerti con un suo allievo particolarmente talentuoso. A Lugano, sarà la volta di Miloš Popović, pianista serbo di 32 anni che, già, ha accompagnato Maria João Pires in numerosi concerti nelle città più importanti d’Europa.Il giovane pianista eseguirà Tre pezzi D. 946 mentre la “grande dame” del pianoforte suonerà il capolavoro Quattro Impromptus D. 935.Insieme e a quattro mani, i due artisti suoneranno i Lebenstürme per aprire la serata e, in conclusione, la sublime Fantasia in fa minore di Schubert.
Maria João Pires: La sua carriera inizia prestissimo: a cinque anni tiene il primo récital e a sette anni esegue pubblicamente i Concerti per pianoforte di Mozart a Porto, sotto la direzione del M° Ino Savini. Negli anni seguenti studia pianoforte e composizione musicale al Conservatorio di Lisbona e alla Musikakademie di Monaco di Baviera. Nel 1970 raggiunge la fama internazionale vincendo il Concorso del bicentenario beethoveniano a Bruxelles. Da allora si esibisce come solista e assieme alle maggiori orchestre del mondo. È la fondatrice del Belgais Centre for Study of the Arts, una struttura pensata per offrire ai giovani artisti la possibilità di sviluppare il proprio talento. Biglietti: Fr. 77./ 13.20 (foto: Maria João Pires, Miloš Popović)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LuganoMusica: tre concerti

Posted by fidest press agency su domenica, 4 giugno 2017

Cameron CarpenterSimone Rubino Percussion SoloistPhoto: Marco BorggreveLugano Piazza Bernardino Luini 2 Conclusa la stagione 2016-2017 con successo, LuganoMusica vuole regalare durante il mese di giugno tre spettacoli che rompono gli schemi della stagione appena trascorsa. ClassicA10, che ha come sponsor principale Zurigo Assicurazioni, vuole promuovere momenti musicali, sempre con artisti di primo rango, che possano avvicinare tutti alla musica classica, per questo anche il prezzo simbolico di 10 CHF per evento.
Mercoledì 14 giugno alle ore 20.30, si esibirà l’esuberane organista statunitense Cameron Carpener. Probabilmente il più diversificato tra gli organisti, Carpenter sta cambiando gli stereotipi della musica d’organo riscuotendo acclamazioni in tutto il mondo.
Sabato 17 giugno alle ore 19.30 verrà trasmessa sui maxi-schermi sulla piazza del LAC “Un ballo in maschera” di Giuseppe Verdi, direttamente dalla Opernhaus di Zurigo. Dalle 18.30 inizia il pre-programma con le dirette dalle due città: Lugano e Zurigo. Questo evento è gratuito.
Domenica 18 giugno alle ore 11.00 si esibirà lo spettacolare percussionista Simone Rubino, già vincitore di sei concorsi internazionali.
I programmi verranno presentati direttamente dagli artisti prima dell’esibizione. L’ingresso ai concerti del 14 e del 18 giugno e il posto a sedere per l’evento del 17 giugno hanno il costo fisso di 10 CHF. (foto: Cameron Carpenter, simone rubino)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LuganoMusica: weekend di Quartetti d’archi e maratona beethoveniana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 aprile 2017

Cuarteto CasalsLugano Venerdì 21, sabato 22 e domenica 23 aprile, al TeatroStudio del LAC, tre formazioni tra le più quotate a livello internazionale, il Quartetto Gringolts, il Cuarteto Casals e il Jerusalem Quartet, si esibiranno in una vera e propria maratona beethoveniana.
Ad aprire il ciclo, venerdì 21 aprile alle 20.30, sarà il Quartetto Gringolts – formato dal violinista Ilya Gringolts e da Anahit Kurtikyan (violino), Silvia Simionescu (viola) e Claudius Herrmann (violoncello) – con un capolavoro del periodo della maturità di Beethoven: il secondo Razumovsky. In programma anche il Quartetto per archi n. 6 in si bemolle maggiore, op. 18 di Beethoven e “Ainsi la nuit” del grande compositore francese Henri Dutilleux.
Sabato 22 aprile alle 20.30 tornerà a LuganoMusica il Cuarteto Casals, il più importante quartetto spagnolo in attività, che eseguirà il primo e l’ultimo quartetto di Beethoven (Quartetto per archi n. 1 in fa maggiore, op. 18 n. 1 e Quartetto per archi n. 16 in fa maggiore, op. 135), abbinati al n. 10 di Dmitrij Sostakovic.
Quartetto_GringoltsQuartetto in residence all’Auditori de Barcelona – città nella quale i quattro membri del gruppo vivono e insegnano alla Escola Superior de Musica de Catalunya – e vincitore di importanti concorsi, il Cuarteto Casals ha un repertorio che affianca i grandi autori del classicismo viennese, i maggiori maestri del ventesimo secolo (da Bartók a Ligeti) e compositori spagnoli (come Arriaga e Toldrà). Di notevole rilievo è lo stretto rapporto con il compositore ungherese György Kurtág, del quale hanno tenuto a battesimo diverse nuove opere.
Altro gradito ritorno a Lugano sarà quello del Jerusalem Quartet, che chiuderà il weekend domenica 23 febbraio alle 17 con il quartetto in fa minore, detto Serioso, e il Quartetto n. 9 in fa maggiore op. 59 n. 1 Razumovsky di Beethoven e il quartetto n.1 di Sergej Prokofev.Fin dalla fondazione del Quartetto, nel 1993, i quattro musicisti israeliani hanno intrapreso un viaggio di crescita e maturazione che li ha portati a padroneggiare un vasto repertorio sia classico sia di epoche più recenti, con in particolare evidenza la letteratura quartettistica di Dmitrij Šostakovič, Joseph Haydn e Franz Schubert.
Biglietti Non numerato, categoria unica Fr. 33. Studenti e apprendisti Fr. 13.20 (foto: Cuarteto Casals, Quartetto_Gringolts)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A LuganoMusica ancora due concerti dell’Artist in residence

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 marzo 2017

KasskaraJulia FischerLugano Martedì 28 marzo alle 20.30 nella Sala Teatro, con la BBC Philharmonic, la violinista tedesca Julia Fischer eseguirà il lirico concerto per violino e orchestra di Benjamin Britten. Il direttore spagnolo Juanjo Mena (direttore musicale dell’Orchestra) proporrà, nella seconda parte, la quarta sinfonia di Pëtr Il’ič Čajkovskij. Il grande russo ha spiegato egli stesso di essersi ispirato alla “Quinta” di Beethoven. Infatti, corre attraverso la sinfonia un tema che richiama ai colpi del destino.
Il concerto sarà preceduto, alle ore 19.00 nella Sala Capitolare del LAC, dall’incontro “Quello che avete sempre voluto sapere sulla musica ma non avete mai osato chiedere” con Etienne Reymond, direttore artistico di LuganoMusica, e il giornalista Enrico Parola: un’introduzione al concerto della serata per cogliere l’essenza della musica e capire a fondo i brani ascoltati (Prenotazione obbligatoria, ingresso con il biglietto del concerto).A seguire, dopo il concerto, alle ore 22.30 nel Teatrostudio, Late Night Modern 6 “Britten Reloaded”, che proporrà brani con la chitarra acustica, con la chitarra elettrica e una prima assoluta commissionata da Oggimusica a Mathias Steinauer. Chitarrista: Mats Scheidegger (Biglietto Fr. 15.-)
Mercoledì 29 marzo, sempre alle 20.30 nella Sala Teatro, il pubblico potrà invece ammirare la completezza del talento di Julia Fischer che apparirà nella doppia veste di violinista e di pianista! Julia si esibirà insieme al complice di sempre, il violoncellista Daniel Müller-Schott, che Lugano ha applaudito alcuni mesi fa in un concerto con l’OSI. In programma due grandi opere del repertorio per violino e violoncello: quelle di Maurice Ravel e di Zoltán Kodály. Julia Fischer poi si siederà al pianoforte per accompagnare Daniel Müller-Schott nella bellissima sonata “Arpeggione” di Franz Schubert. (foto: Julia Fischer, Kasskara)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LuganoMusica: giornata-omaggio a György Kurtag

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

kurtag_gyorgyLugano Sabato 25 febbraio verrà dedicata un’intera giornata a György Kurtag. A 91 anni appena compiuti, il grande maestro ungherese ha visto la sua musica eseguita dai più grandi direttori, da Boulez a Abbado, e dai più grandi solisti.Musica essenziale (Kurtag si sente molto vicino a Anton Webern), piccole forme, durate brevissime e grande espressività contraddistinguono l’arte del compositore.
La giornata inizierà con una conferenza di Giada Marsadri – seguirà la proiezione video di un concerto eseguito a Parigi nel 2012 da György Kurtag e sua moglie Marta. Nel pomeriggio, una tavola rotonda riunirà il compositore Alessandro Solbiati, Giada Marsadri e Etienne Reymond per condividere con i presenti alcuni aspetti di Kurtag. Per concludere, il Quartetto Energie Nove, Paolo Beltramini, Ivan Vuckevic (tutti membri dell’OSI Orchestra della Svizzera italiana) e i pianisti Alfonso Alberti e Anna D’Errico (che il pubblico ha avuto l’opportunità di ascoltare al LAC a dicembre) proporranno un programma ricco e variegato.La conferenza, la proiezione e la tavola rotonda hanno ingresso libero.Per i concerti, biglietto unico Fr. 33.- (studenti e apprendisti Fr. 13.20) Informazioni su : http://www.luganomusica.ch (foto: )

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alexandre Tharaud: un atteso ritorno a LuganoMusica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 febbraio 2017

Alexandre Tharaud
Photo: Marco Borggreveconcerto1Lugano giovedì 16 febbraio alle 20.30 si incontreranno al LAC in un concerto sinfonico Alexandre Tharaud, giovane e straordinario pianista francese, e Markus Poschner, uno dei direttori d’orchestra più importanti dell’Europa centrale – due artisti di profonda integrità e dagli interessi a 360°. Alexandre Tharaud, musicista raffinato, interpreterà il Concerto in sol di Maurice Ravel accompagnato dall’OSI e diretto da Markus Poschner, reduce dal grande successo ottenuto con il dvd delle sinfonie di Brahms incise la scorsa stagione proprio con l’OSI, di cui è direttore principale dal 2015.
Ricco di colore il programma che, oltre a Ravel, prevede l’Ouverture da “Béatrice et Bénédict”di Hector Berlioz, versione operistica di “Much Ado About Nothing” di Shakespeare. Il Bardo sarà anche il punto di riferimento dell’Ouverture fantastica “Romeo e Giulietta” di Cjajkovskij. Si rimarrà quindi in Russia con la “Notte sul Monte Calvo” di Musorgski, potente descrizione di una notte di sabba con le streghe. (foto: concerto)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

LuganoMusica: Julia Fischer sarà l’Artist in residence

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 gennaio 2017

julia_fischerLugano venerdì 3 febbraio alle ore 20.30: oltre a Beethoven e Grieg, dove sarà affiancata dalla pianista Milana Chernyavska, Julia Fischer attraverserà grandi classici e gemme rare tra Romanticismo e modernità.
A marzo – in un vero tour de force – sarà possibile ascoltarla per due giorni di seguito: il 28 e il 29 sempre alle 20.30.
Il 28 marzo Julia Fischer sarà con la BBC Philharmonic Orchestra diretta da Juanjo Mena, in opere di Benjamin Britten, Carl Maria von Weber e Pëtr Il’ič Čajkovskij. Il concerto sarà preceduto, alle ore 19.00 nella Sala Capitolare del LAC, dall’incontro “Quello che avete sempre voluto sapere sulla musica ma non avete mai osato chiedere” con Etienne Reymond, direttore artistico di LuganoMusica, e il giornalista Enrico Parola; a seguire, dopo il concerto, alle ore 22.30 nel Teatrostudio, Late Night Modern 6 “Britten Reloaded”.
Il 29 marzo, invece, Julia Fischer si esibirà anche nel ruolo di raffinata pianista in duo con il violoncellista Daniel Müller-Schott: in programma Zoltán Kodály, Franz Schubert, Johann Sebastian Bach e Maurice Ravel.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lugano musica: Nuova stagione

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 settembre 2016

antonio-pappano

Roma, Auditorium Parco della Musica 21 10 2010 Ritratti di Antonio Pappano per cd Emi Rachmaninov ©Musacchio & Ianniello

Julia_FischerLugano partirà il 22 settembre presso il quartier generale del LAC, dopo la prima Stagione (da poco conclusa) che ha visto la sala del LAC sempre molto affollata, registrando spesso il tutto esaurito.La Stagione prenderà avvio con il secondo quadro del ciclo dedicato a Stravinskij iniziato lo scorso anno e affidato alla bacchetta di Charles Dutoit e agli stellari strumentisti della Royal Philharmonic Orchestra: in programma il capolavoro più rivoluzionario del compositore russo, la Sagra della Primavera.Tra i virtuosi in cartellone spiccano Maurizio Pollini e Julia Fischer, che sarà la nuova artist in residence, protagonista di ben tre appuntamenti – in uno dei quali si presenterà perfino nell’inedita veste di pianista.
Gli altri nomi importanti sono davvero moltissimi: da Isabelle Faust a Nicholas Angelich, da Boris Berezovskij ad Alexandre Tharaud, da Arcadij Volodos’ a Renaud Capuçon e Daniel Müller-Schott. Mentre tra i direttori d’orchestra si segnalano giganti come Jurij Temirkanov, Ton Koopman, Bernard Haitink, Iván Fischer, Antonio Pappano e maestri più giovani come il trentenne inglese Nicholas Collon, senza dimenticare il direttore stabile dell’OSI, l’orchestra di casa, Markus Poschner.Di eccelso livello le orchestre invitate: BBC Philharmonic Orchestra – per la prima volta a Lugano grazie a Julia Fischer -, Filarmonica di San Pietroburgo, Budapest Festival Orchestra, Amsterdam Baroque Orchestra, Accademia di Santa Cecilia, Orchestra Mozart – che riprende il suo cammino dopo la morte di Claudio Abbado con due soli concerti, a Bologna e Lugano. (foto: antonio pappano, Julia Fischer)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

LuganoMusica: aperte le prevendite per tutta la Stagione

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 agosto 2016

Antonio_Pappano

Roma, Auditorium Parco della Musica 21 10 2010 Ritratti di Antonio Pappano per cd Emi Rachmaninov ©Musacchio & Ianniello

Julia_FischerLugano Piazza Bernardino Luini 6. La Stagione prenderà avvio il 22 settembre con il secondo quadro del ciclo dedicato a Stravinskij iniziato lo scorso anno e affidato alla bacchetta di Charles Dutoit e agli stellari strumentisti della Royal Philharmonic Orchestra: in programma il capolavoro più rivoluzionario del compositore russo, la Sagra della Primavera.Tra i virtuosi in cartellone spiccano Maurizio Pollini e Julia Fischer, che sarà la nuova artist in residence, protagonista di ben tre appuntamenti – in uno dei quali si presenterà perfino nell’inedita veste di pianista.
Gli altri nomi importanti sono davvero moltissimi: da Isabelle Faust a Nicholas Angelich, da Boris Berezovskij ad Alexandre Tharaud, da Arcadij Volodos’ a Renaud Capuçon e Daniel Müller-Schott.
Fra i direttori d’orchestra si segnalano giganti come Jurij Temirkanov, Ton Koopman, Bernard Haitink, Iván Fischer, Antonio Pappano e maestri più giovani come il trentenne inglese Nicholas Collon, senza dimenticare il direttore stabile dell’OSI, l’orchestra di casa, Markus Poschner.
Di eccelso livello le orchestre invitate: BBC Philharmonic Orchestra – per la prima volta a Lugano grazie a Julia Fischer -, Filarmonica di San Pietroburgo, Budapest Festival Orchestra, Amsterdam Baroque Orchestra, Accademia di Santa Cecilia, Orchestra Mozart – che riprende il suo cammino dopo la morte di Claudio Abbado con due soli concerti, a Bologna e Lugano. (foto: Antonio Pappano,  Julia_Fischer)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova stagione di LuganoMusica

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 giugno 2016

Boris_BerezovskyJan_LisieckiRenaud_CapuconLugano. LuganoMusica riparte dal 22 settembre 2016 presso il quartier generale del LAC.La Stagione – presentata questa mattina in conferenza stampa – prenderà avvio con il secondo quadro del ciclo dedicato a Stravinskij iniziato lo scorso anno e affidato alla bacchetta di Charles Dutoit e agli stellari strumentisti della Royal Philharmonic Orchestra: in programma il capolavoro più rivoluzionario del compositore russo, la Sagra della Primavera.Tra i virtuosi in cartellone spiccano Maurizio Pollini e Julia Fischer, che sarà la nuova artist in residence, protagonista di ben tre appuntamenti – in uno dei quali si presenterà perfino nell’inedita veste di pianista. Gli altri nomi importanti sono davvero moltissimi: da Isabelle Faust a Nicholas Angelich, da Boris Berezovskij ad Alexandre Tharaud, da Arcadij Volodos’ a Renaud Capuçon e Daniel Müller-Schott.Fra i direttori d’orchestra si segnalano giganti come Jurij Temirkanov, Ton Koopman, Bernard Haitink, Iván Fischer, Antonio Pappano e maestri più giovani come il trentenne inglese Nicholas Collon, senza dimenticare il direttore stabile dell’OSI, l’orchestra di casa, Markus Poschner. Di eccelso livello le orchestre invitate: BBC Philharmonic Orchestra – per la prima volta a Lugano grazie a Julia Fischer -, Filarmonica di San Pietroburgo, Budapest Festival Orchestra, Amsterdam Baroque Orchestra, Accademia di Santa Cecilia, Orchestra Mozart – che riprende il suo cammino dopo la morte di Claudio Abbado con due soli concerti, a Bologna e Lugano. (foto: Boris_Berezovsky, Jan_Lisiecki, Renaud_Capucon)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lugano musica: concerto del francese Alexandre Tharaud

Posted by fidest press agency su sabato, 7 Mag 2016

Alexandre TharaudLugano Il 9 maggio alle 20.30 presso la Sala Teatro LAC sarà ospite il francese Alexandre Tharaud – il cui concerto sostituisce quello di Maria João Pires del 2 febbraio, annullato per problemi di salute dell’artista. Talento multiforme e curioso, Tharaud spazierà dalle pirotecnie cembalistiche di Domenico Scarlatti alle atmosfere intense e romantiche di Chopin e Rachmaninov, presentando anche una trascrizione pianistica da lui stesso firmata del famoso Adagietto dalla Quinta Sinfonia di Mahler.Se la forzata assenza di Maria João Pires dal cartellone di LuganoMusica può aver amareggiato gli amanti del pianoforte, la kermesse musicale ticinese offre una splendida opportunità alternativa di ascolto, invitando al LAC un altro genio della tastiera, il giovane parigino Alexandre Tharaud. Figlio di una ballerina dell’Opéra di Parigi e nipote di un violinista, Tharaud si è avvicinato al pianoforte a cinque anni; tra i suoi numi tutelari si annoverano Leon Fleisher e Nikita Magaloff. Vincitore di numerosi concorsi, fra cui il “Maria Canals” a Barcellona, Tharaud ama in particolare le opere di Chopin, Poulenc, Satie e Chabrier, a cui ha dedicato numerose incisioni. Improvvisatore, trascrittore e compositore, ha fatto parlare di sé per alcune curiose scelte, come quella di non tenere nella propria casa un pianoforte, per evitare di disperdere tempo ed energie improvvisando in continuazione: l’artista si esercita quindi nelle case e negli studi di amici pianisti! Nel 2012 Tharaud ha recitato la parte di se stesso nel film di Michael Haneke Amour, Oscar al miglior film straniero e Palma d’Oro al Festival di Cannes.
Il programma che questo fuoriclasse del pianoforte propone a Lugano prende le mosse da alcune pagine di Domenico Scarlatti, autore italiano contemporaneo di Bach, amatissimo da pianisti e cembalisti per la straordinaria inventiva e per le novità tecniche evidenti nelle sue oltre cinquecento sonate, composte prevalentemente durante gli anni di servizio presso le corti di Lisbona, Siviglia e Madrid. Dalle vertigini barocche di Scarlatti si passerà poi al romanticismo di Chopin, con la Fantasia op. 49, lavoro della maturità dell’autore, che qui fonde la libertà tipica del genere “fantasia” con l’articolazione in episodi che richiamano i movimenti della sonata.
Tharaud offrirà poi una personale lettura del quarto, famosissimo movimento della Quinta Sinfonia di Mahler, eternato da Luchino Visconti nella colonna sonora di Morte a Venezia. La trascrizione di questa pagina elegiaca dall’originale per orchestra alla tastiera del pianoforte è opera dello stesso Tharaud.
Il récital si conclude con i Morceaux de fantaisie op. 3 di un giovanissimo Rachmaninov che, non ancora ventenne, li pubblicò subito dopo il diploma al Conservatorio di Mosca. Il Preludio, che folgorò il grande Čajkovskij, era destinato a divenire una delle pagine più popolari di Rachmaninov: quando l’autore lo eseguiva in concerto, spessissimo il pubblico ne chiedeva a gran voce il bis e da allora pianisti di tutto il mondo lo hanno interpretato, contribuendo alla sua – meritatissima – fama. Il concerto sostituisce quello di Maria João Pires previsto per il 2 febbraio scorso e poi annullato; i biglietti già acquistati sono pertanto validi. (foto: Alexandre Tharaud)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LuganoMusica: Sol Gabetta diretta da Nézet-Séguin

Posted by fidest press agency su sabato, 23 aprile 2016

Sol GabettaLugano Giovedì 28 aprile 2016 20.30 Sala Teatro LAC Una serata interamente dedicata alla musica russa chiude il ciclo delle grandi orchestre sinfoniche a Lugano. Sul palco saliranno i maestri dell’Orchestra Filarmonica di Rotterdam, guidati da un prestigiosa bacchetta canadese, Yannick Nézet-Séguin, attuale direttore stabile della formazione olandese. Solista d’eccezione, la violoncellista cosmopolita Sol Gabetta, nata in Argentina in una famiglia italo-franco-russa ed oggi residente in Svizzera. La Gabetta eseguirà il suo cavallo di battaglia, il Concerto n. 2 di Šostakovič, che sarà preceduto dalla romantica fantasia orchestrale di ispirazione dantesca Francesca da Rimini di Čajkovskij e seguito dalla Sinfonia n. 7, l’ultima di Prokof’ev.
Gli interpreti e gli autori presenti nel concerto del 28 aprile intrecciano, nelle loro provenienze geografiche, est e ovest, nord e sud del mondo. Argentina è la violoncellista Sol Gabetta, classe 1981, che oggi vive in Svizzera, dove è l’anima del Festival Solsberg. La sua carriera internazionale è iniziata nel 2004 con l’ottenimento del Crédit Suisse Young Artist Award, proprio dopo aver suonato con i Wiener Philharmoniker diretti da Gergiev il Concerto n. 2

YNZ-RPHO--Photo: Marco BorggreveCopyrighted

YNZ-RPHO–Photo: Marco Borggreve Copyrighted

di Šostakovič. Una pagina che, quasi dieci anni dopo, le ha nuovamente portato fortuna, con l’assegnazione del Premio Strumentista dell’anno 2013 agli ECHO Klassik Awards, ricevuto per la registrazione realizzata con i Berliner Philharmoniker e Lorin Maazel. Accanto all’esuberante violoncellista, a LuganoMusica sarà ospite l’Orchestra Filarmonica di Rotterdam, compagine nata un secolo fa dalla volontà di un gruppo di strumentisti per passione, e diventata poi nei decenni un gruppo di riferimento in Europa. A guidarla, dopo nomi prestigiosi come Conlon, Tate e Gergiev vi è dal 2008 il maestro canadese Yannick Nézet-Séguin, formatosi sotto la guida illuminata di Carlo Maria Giulini e richiestissimo anche da teatri d’opera quali La Scala e il Metropolitan.
Interamente russo è il programma della serata, che prende le mosse dal poema sinfonico di stampo lisztiano Francesca da Rimini, scritto da Čajkovskij dopo aver letto la struggente vicenda degli amanti Paolo e Francesca cantati da Dante nell’Inferno. Segue il Concerto n. 2 di Šostakovič, dedicato al grande violoncellista – molto amico dell’autore – Rostropovič, che lo eseguì per la prima volta nel 1966. Opera meno nota rispetto al Concerto n. 1, evidenzia alla perfezione la capacità dell’autore di restare in equilibrio tra le esigenze espressive dettate dalla sua volontà creativa e i diktat del governo sovietico. Il risultato è un lavoro innovativo ma anche comunicativo, dote che spesso manca alla coeva musica d’avanguardia occidentale. Anche la Sinfonia n. 7 di Prokof’ev, scritta pochi mesi prima della morte dell’autore, dovette sottoporsi al giudizio dei rappresentanti della cultura sovietica, che chiesero addirittura al musicista di aggiungere una coda non prevista inizialmente, per poi attribuire a questa pagina di grande lirismo il Premio Lenin nel 1957 (quando l’autore era ormai scomparso da quattro anni).
Seguirà alle ore 22.30 “Šostakovič Reloaded”, ultimo appuntamento del ciclo Late Night Modern presso il Teatrostudio. Late Night Modern è un progetto di rilettura creativa contemporanea delle opere eseguite durante alcuni dei concerti di LuganoMusica, in coproduzione con OGGIMUSICA. Il concerto è realizzato in collaborazione con Percento Culturale Migros. Sponsor è il Corriere del Ticino.www.luganolac.ch (foto: Sol Gabetta, Yannick-Neze)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LuganoMusica: Charles Dutoit dirige uno dei due appuntamenti con Stravinskij

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 marzo 2016

alice sara

Edgar Moreau pour son premier album, PLAY

pierre-yves holiqueLuganomusica dedica due concerti a distanza ravvicinata al multiforme genio di Igor Stravinskij: il primo appuntamento è con una formazione da camera, martedì 29 marzo, il secondo con una grande orchestra, giovedì 31 marzo.
In entrambe le date troviamo come protagonisti dei giovanissimi ma già affermati solisti: il 29 si esibiranno il pianista Pierre-Yves Hodique, la violinista Raphaëlle Moreau e il violoncellista Edgar Moreau, mentre il 31 sarà la volta della pianista Alice Sara Ott, diretta da un gigante della bacchetta come Charles Dutoit e accompagnata dalla prestigiosa Royal Philharmonic Orchestra nel Concerto di Grieg.Accanto a capolavori di Stravinskij come la Suite Italienne per violoncello e pianoforte e la versione originale per orchestra con pianoforte concertante di Petruška, sarà possibile ascoltare pagine di Ravel, Debussy, Grieg e Respighi. Entrambi i concerti si terranno alle 20.30 al LAC di Lugano. (foto: alice sara, edgar moreau, pierre-yves holique)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LuganoMusica: OSI diretta da Zacharias

Posted by fidest press agency su sabato, 5 marzo 2016

Christian Zacharias, Pianist und Dirigent / 07.02.2010 / Koelner Philharmonie

Christian Zacharias, Pianist und Dirigent / 07.02.2010 / Koelner Philharmonie

PollakLugano venerdì 11 marzo alle ore 20.30 nella Sala Teatro del LAC di Lugano prosegue il ciclo di concerti sinfonici di LuganoMusica, con un altro appuntamento che vede protagonista l’Orchestra della Svizzera italiana guidata questa volta da Christian Zacharias, nella duplice veste di direttore e di pianista solista. La serata avrà inizio con il Concerto n. 25 in do maggiore di Mozart, per proseguire poi con una pagina di raro ascolto, l’aria da concerto Ch’io mi scordi di te? per soprano e orchestra con pianoforte obbligato, sempre di Mozart, con il giovane soprano tedesco Marie-Sophie Pollak, particolarmente apprezzata nel repertorio sei-settecentesco.
Nella seconda metà del programma Zacharias lascerà la tastiera del pianoforte per salire sul podio e dirigere l’OSI nella Quarta Sinfonia di Schubert. Biglietti Categoria 1: Fr. 90/85, Categoria 2: Fr. 70/65, Categoria 3: Fr. 55/50, Categoria 4: Fr.40/35/18,
Categoria 5: Fr. 25/20/12 (più costi di prenotazione) Riduzioni per studenti, apprendisti e beneficiari AVS e AI. Late Night Modern 5: biglietto unico Fr 15 (posto non numerato)Prevendita presso la biglietteria del LAC, online su http://www.luganolac.ch, presso tutti i punti Ticket Corner (uffici postali, Manor, stazioni FFS) e online su http://www.ticketcorner.com http://www.luganolac.ch, (foto: Christian Zacharias, Pollak)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prestigioso cartellone di LuganoMusica

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 gennaio 2016

fatimaLugano lunedì 8 febbraio alle 20.30 si esibirà presso il Teatrostudio LAC il violoncellista russo Nikolay Shugaev, in duo con la pianista Fatima Alieva. Il programma accosta pagine di Beethoven, Schubert e Rachmaninov. Il ciclo di concerti intitolato “Nuove generazioni” punta i riflettori su alcuni giovani musicisti che si perfezionano attualmente presso il Conservatorio della Svizzera italiana di Lugano, offrendo così la possibilità al pubblico di LuganoMusica di incontrare artisti emergenti e di apprezzarne il talento. E’ il caso del violoncellista Nikolay Shugaev, nato a Mosca nel 1988. Dopo essersi diplomato con il massimo dei voti presso il prestigioso Conservatorio Gnesin della sua città e presso il Conservatorio di Stato, il giovane strumentista è oggi iscritto al Conservatorio della Svizzera italiana, dove studia con Enrico Dindo. Negli anni ha frequentato masterclass con diversi giganti del violoncello, quali Geringas, la Gutman, Hoffman, Kliegel, Kirshbaum e Maisky. Vincitore di molti concorsi internazionali, si è già esibito nelle più importanti sale russe ed europee insieme a famosi musicisti, quali Enrico Dindo, Danilo Rossi, Massimo Quarta, Fazil Say e Andrei Korobeinikov. Al LAC, Shugaev sarà accompagnato dalla pianista Fatima Alieva, nota per lo straordinario virtuosismo e la passionalità delle sue interpretazioni. La Alieva, vincitrice di innumerevoli concorsi nazionali in Russia e internazionali in Nikolay Shugaevtutta Europa, ha studiato con Elisso Virsaladze al Conservatorio di Mosca, con Nora Doallo al Conservatorio della Svizzera italiana ed ha seguito master e corsi di perfezionamento con Homero Francesch, William Grant Naborè, Akiko Ebi, Dmitri Bashkirov. Il duo Shugaev-Alieva si è esibito nella stagione 2014-2015 alla Sala Verdi di Milano. Per il concerto al LAC, i due artisti hanno scelto un repertorio che prende le mosse dal classicismo di Beethoven, con la Sonata in sol minore op. 5 n. 2, per poi offrire al pubblico un capolavoro quale la Sonata in la minore “Arpeggione” di Schubert, intrisa di malinconico lirismo. Punto d’approdo finale sarà la musica di un connazionale dei due interpreti, Sergej Rachmaninov, con la Sonata in sol minore op. 19. Nikolay Shugaev suona un violoncello di Giovanni Paolo Maggini (1624). (foto: fatima, Nikolay Shugaev)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »