Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘luna’

Personale Giovanni Romano: Dalla terra alla “Luna”

Posted by fidest press agency su domenica, 31 marzo 2019

Galleria 8,75 Artecontemporanea, Reggio Emilia 6-27 aprile 2019 Inaugurazione: sabato 6 aprile, ore 17.30 mostra personale di Giovanni Romano inserita Circuito Off di “Fotografia Europea”.In linea con il tema generale della manifestazione – “LEGAMI. Intimità, relazioni, nuovi mondi” – il fotografo siciliano propone un progetto fotografico dedicato alla sua terra, alle coste incontaminate di Portopalo di Capo Passero e Marzamemi (SR), poste nel punto più a sud d’Italia, dove si incontrano e si scontrano il Mar Mediterraneo e il Mar Ionio.Giovanni Romano fotografa la propria quotidianità, il paesaggio che lo circonda, le meraviglie di una natura silenziosa che diviene luogo dell’anima, frequentato in compagnia della cagnolina Luna. Legame con la propria terra e con il proprio vissuto, ma anche relazione profonda con l’animale, protagonista della scena e narratore inconsapevole di una bellezza da preservare e tutelare.Il percorso espositivo comprende una ventina di fotografie di medie e grandi dimensioni, caratterizzate dal punto di vista ribassato e dalla ripresa del soggetto – Luna – prevalentemente in controluce.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: La mia notte sulla luna

Posted by fidest press agency su sabato, 30 marzo 2019

E’ il racconto di un evento unico, che segnò le sorti dell’umanità intera: la prima missione spaziale che portò l’uomo sulla Luna, quella dell’Apollo 11. Nel racconto, c’è una sorta di telecronaca dell’avvenimento, filtrato da punti di vista multipli: a partire da Michele e Puccio, appassionati di scienza e spettatori scrupolosi e oggettivi della missione, attenti a ogni singolo dettaglio; per arrivare a nonna Pina, che spera di aiutare l’equipaggio attraverso le sue preghiere quotidiane e il suo rosario, fino a giungere alla piccola Annuccia, che, pur comprendendo l’importanza dell’evento, preferisce continuare a fantasticare sulla Luna, forse propensa a ritenerla ancora un luogo ignoto e su cui poter proiettare i suoi sogni di bambina, attraverso alcune pagine di diario in cui racconta le sue impressioni.I numerosi componenti della famiglia, tra cui la zia Lina e lo zio Bruno, l’adolescente Bice, mamma Teresa e papà Corrado, vivono in un clima armonioso e amorevole, ognuno rispettoso dell’altro, in un loro piccolo mondo costituito da abitudini e azioni semplici, come l’utilizzare i catini, in cui si versava l’acqua per farla riscaldare attraverso la luce del sole.Ma in un contesto di evoluzione, di progresso, in cui l’uomo è stato capace di ingegnarsi per recarsi sulla Luna, emerge un lato più tetro attraverso la figura del piccolo Giovanni, usato e sfruttato come mano d’opera per i lavori più umili al fine di riscattare i debiti dei suoi zii.Sembra quasi sia possibile immaginare i singoli personaggi e le loro vicende, permettendo a chi ha vissuto l’esperienza di rievocarne i ricordi e a chi non l’ha vissuta di immaginare quei giorni di tripudio collettivo, chiedendosi e immaginandosi come sarebbe stato essere uno spettatore diretto dell’episodio e in quale personaggio del racconto ci si potrebbe identificare, considerando la modernità dei caratteri, seppur collocati in un contesto storico e familiare che invece sembra molto distante dal nostro.Attraverso i qr code presenti nelle pagine del libro è possibile visualizzare i video originale del lancio dell’Apollo 11, il viaggio, l’atterraggio e i primi passi sulla luna.I link ai video e altro materiale dell’epoca sono presenti anche sulla pagina Facebook del libro Quella notte di luglio 1969. Materiale che riempì i giornali dell’epoca, visto che l’allunaggio fu considerato la più grande avventura del secolo. (La pagina FB sarà apertà venerdì 29, per visionarla in anteprima, scriveteci).
La mia notte sulla luna sarà disponibile in libreria ad aprile 2019. Ma può essere già ordinato sul sito di Matilda Editrice.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Ti porto la luna”

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

ti porto la lunaBusto Garolfo e Buguggiate 7 maggio nell’auditorium Don Besana della Bcc (in via Manzoni, 50) sarà esposto un frammento di roccia lunare. L’esposizione è aperta dalle 14.30 alle 20; alle 17 è in programma la conferenza di Luigi Pizzimenti sul progetto Apollo. L’ingresso è libero.
Promosso dal Gruppo di Ricerca Storica di Busto Garolfo in collaborazione con il CAT Circolo Astrofili di Trezzano sul Naviglio e la NASA, e con il supporto del Comune e della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, l’evento si inserisce nella prima edizione del “Weekend della Scienza”, una due giorni che vuole coinvolgere studenti, genitori ed insegnanti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, in un percorso destinato a far conoscere alcuni aspetti della ricerca scientifica rendendoli disponibili per il pubblico giovane e meno giovane. (foto. ti porto la luna)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lunata: Lo spettacolo di un’escursione in montagna sotto la luna piena

Posted by fidest press agency su martedì, 30 giugno 2015

lagadeiRifugio Lagdei Venerdì 3 luglio 2015 ore 21:00. La magia della Luna piena (o quasi): il cielo terso, limpido, e luminoso di una notte serena; o le nuvole illuminate dai riflessi argentati del satellite della Terra; in ogni caso una serata magica da trascorrere in compagnia su sentiero non troppo difficile, che con un piccolo sforzo finale ci condurrà sul crinale da dove la vista potrà spaziare sugli ampi prati del Monte Tavola, sulla pianura, e sul più vicino spicchio di Lunigiana. Lungo il sentiero, a seconda delle diverse caratteristiche di ciascuna serata, si osserverà la luna, si ascolteranno i rumori del bosco e dei suoi abitanti, si racconteranno storie e leggende della tradizione. Alle 19,30, per chi vuole, ci si trova per mangiare insieme al Rifugio: cena in tavolata, con menu libero, alla carta. Dislivello 250 m, percorrenza soste escluse 2,5 ore. Adatta a bambini sopra i 6-7 anni. Necessario giacca a vento, abbigliamento e calzature da escursione, torcia possibilmente frontale. Costo: € 13 adulti, 6 bambini.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

8 minuti dal sole, 1 minuto dalla luna

Posted by fidest press agency su domenica, 11 luglio 2010

Lucca fino al 5 settembre 2010 il Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art propone nella Sala Videoarte la kermesse “8 minuti dal sole, 1 minuto dalla luna”, a cura di Alessandro Romanini, inserita nell’ambito della rassegna “L’Immagine del suono”, prodotta dal Comune di Lucca in collaborazione con la Provincia di Lucca e la Regione Toscana, di cui il Lu.C.C.A. e’ partner.  Per la kermesse sono stati selezionati videoartisti di livello internazionale che si confronteranno sul tema del tempo. Dal 10 luglio al 7 agosto saranno proposte le opere di Francesco Attolini, Leonora Bisagno, Luca Gaddini, Massimiliano Galliani, Stefano Giannotti, Giovanni Ozzola, Robert Pettena, Eleonora Rossi e Marco Salvetti. Dall’8 agosto al 5 settembre cambierà il palinsesto e verranno proiettati i lavori di altri videoartisti.  (Immagine: Eleonora Rossi, a human heart looks like a fist wrapped in blood, 2010)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra personale di Clementine Chan

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 marzo 2010

Roma 11 marzo 2010 ore 18.30 e fino alle 21.00 Galleria Tondinelli Via Quattro Fontane, 128/a – (Durata: 11 marzo- 2 aprile 2010). La Galleria Tondinelli in occasione del 2010 anno della Cina in Italia, presenta la mostra personale dell’artista cinese Clementine Chan, dal titolo Symphony of colours a cura di Costanzo Costantini e Floriana Tondinelli.  Clementine Chan è nata a Hong Kong dove vive e lavora. Ha studiato pittura e disegno, con il rinomato Maestro Cinese Alan Lau Chung Hang. In mostra l’artista presenterà circa 20 lavori, appartenenti alla sua ultima ricerca pittorica. I dipinti di Chan offrono un angolo quieto per la meditazione, l’osservatore guardando i suoi dipinti, può ammirare la bellezza della natura, il cielo, il sole, il chiaro di luna, le nubi e le stelle, così come il passare delle stagioni. Clementine Chan trasmette nei suoi lavori la solitudine dell’esistenza umana in un modo accessibile ed efficace attraverso le piccole figure allungate che hanno come  compagno le loro ombre stagliate in panorami enormi, in equilibrio tra forza del colore e delicatezza della composizione. Le opere di Chan ricordano la storia de “Il piccolo Principe” di Antoine de Saint-Exupéry, incantevole ma solitario, che come in una fiaba ricreano un ambiente trasognato, misterioso e complicato con un senso della malinconia universale. (clementine)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A proposito di “nessuno tocchi Caino”

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

Lettera al direttore. Gentile direttore, Alberto Arbasino scherza simpaticamente su La Stampa (12 agosto) a proposito del famoso «nessuno tocchi Caino», e si chiede: “Già, ma chi? Dove stava «nessuno»? In località vicine, abitate da comunità già esistenti? E create da chi?”. E sembra ignorare che da molto tempo ormai gli studiosi protestanti e cattolici sono d’accordo, riguardo ai primi versi della Genesi,  nel ritenere che l’autore bilblico non intendeva assolutamente fare una cronaca della creazione, né una descrizione delle condizioni esteriori dell’uomo delle origini. Altrimenti ne deriverebbe che l’uomo sarebbe stato creato per ultimo stando a Gen 1, 1-2, 4a e per primo stando a Gen 2,4b-7; la luce al primo giorno (1,3), e il sole e  la luna al quarto (1,14 -19); che Caino e Abele, figli dei primi uomini, attendendessero alla coltivazione dei campi e alla pastorizia, attività riscontrabili solo qualche millennio prima di Cristo; che Caino costruisse una città (4,17); che il serpente prima che il Signore lo condannasse a strisciare sul ventre (3,14), avesse zampine…E mi fermo perché l’elenco è lungo. Purtroppo con un po’ di ritardo è stato ascoltato il buon Galileo, il quale ripeteva che la Scrittura vuole insegnare come si va in cielo e non come va il cielo. (Veronica Tussi)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »