Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘lung cancer’

OncLive® Presents State of the Science Summit™ on Lung Cancer

Posted by fidest press agency su domenica, 13 ottobre 2019

OncLive®, the nation’s leading multimedia resource focused on providing oncology professionals with the most current and insightful information they need to offer the best patient care, will host its latest State of the Science Summit™ on Lung Cancer Thursday, Oct. 17, from 5-9 p.m. at the Wyndham Grand Chicago Riverfront in Illinois. The chair for the summit will be Jyoti D. Patel, M.D., professor of medicine and director of thoracic oncology at University of Chicago Medicine.This interactive and educational meeting will analyze and discuss novel treatments for patients with lung cancer. The expert presenters will explore a wide variety of informative topics surrounding lung cancer, such as pathologic considerations in non-small cell lung cancer (NSCLC); the role of liquid biopsy/tissue testing; the new standard of care for stage 3 NSCLC; new immunotherapy combinations in stage 4 nonsquamous NSCLC; updates in immunotherapy in stage 4 squamous NSCLC, EGFR-positive NSCLC, ALK-positive and ROS1 NSCLC; targetable biomarkers in NSCLC; and updates in the management of small cell lung cancer. The presenters will also engage in a peer exchange and address audience questions.
State of the Science Summit™ is a premier conference series hosted by OncLive® that features medical experts from across the nation discussing treatment options. Each summit integrates academic and community-based physicians and health care professionals across key disciplines, from medical and surgical oncology to hematology.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tumore del polmone non a piccole cellule: Intervista a Cesare Cridelli

Posted by fidest press agency su domenica, 29 gennaio 2017

tumore polmoneAlla XVII World Conference on Lung Cancer della IASLC (International Association for the Study of Lung Cancer) che si è svolta recentemente a Vienna sono stati presentati i dati del programma di studi clinici ABOUND sulla terapia di combinazione carboplatino/nab-paclitaxel per il trattamento del tumore del polmone non a piccole cellule (NSCLC); i risultati emersi confermano ulteriormente sicurezza, efficacia e tollerabilità di questo regime terapeutico nel trattamento di prima linea dell’NSCLC, in particolare per quanto riguarda i pazienti anziani. Un terzo dei pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule ha oltre 70 anni. Il prof. Gridelli Direttore Dipartimento di Onco-Ematologia dell’Azienda Ospedaliera “Moscati” di Avellino e Presidente dell’Associazione Italiana di Oncologia Toracica (AIOT) ha dichiarato in una intervista:
Qual è l’impatto del carcinoma polmonare sulla qualità di vita dei pazienti, in particolare dei pazienti anziani?
Come è facile intuire l’impatto del cancro polmonare sulla qualità della vita dei pazienti è molto forte, considerato il fatto che si tratta di pazienti che presentano generalmente una sintomatologia molto importante caratterizzata da tosse, dispnea (affanno), dolore e astenia. Inoltre si tratta di pazienti anziani, quindi l’impatto è ancora più rilevante.
La terapia, tuttavia, comporta un miglioramento dei sintomi e quindi della qualità della vita.
Alla World Conference on Lung Cancer sono stati presentati i dati del programma di studi clinici ABOUND sulla terapia di combinazione carboplatino/nab-paclitaxel per il trattamento dell’NSCLC. Quali sono le evidenze emerse?
Il programma ABOUND comprende tre studi clinici principali: ABOUND mantenimento, ABOUND 70+ e ABOUND PS2. Possiamo dire che i primi dati relativi all’attività antitumorale di carboplatino/nab-paclitaxel confermano la riduzione del tumore in un paziente su tre, la buona tollerabilità del farmaco, la riduzione dei sintomi e il miglioramento della qualità di vita dei pazienti trattati. I dati riguardanti la sopravvivenza sono attesi entro la prima metà del 2017. Per il momento è molto utile considerare che l’associazione carboplatino/nab-paclitaxel ha dimostrato nella popolazione generale di avere una uguale efficacia e una minore tossicità, soprattutto a livello del sistema nervoso e del midollo, rispetto alla combinazione carboplatino/taxolo, e questi dati di migliore tollerabilità e di conferma dell’attività vengono ribaditi anche nell’analisi del sottogruppo dei pazienti anziani. Lo studio prospettico ABOUND 70+ nel paziente anziano sempre con la medesima associazione sta valutando due diverse schedule di carboplatino/nab-paclitaxel, ma dai dati preliminari si è già vista una conferma di attività e di una buona tollerabilità anche con miglioramento dei sintomi e della qualità di vita.
Quali sono le prospettive future nel trattamento del tumore al polmone, grazie alla disponibilità di terapie innovative come il nab-paclitaxel?
Teniamo presente che un terzo dei pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule è anziano, che generalmente per i clinici significa pazienti sopra i 70 anni di età. Questa popolazione è gravata da due importanti problemi: la minore accessibilità ai farmaci e una limitata inclusione nei trials clinici, per cui sono pazienti meno studiati. Le prospettive future vedono proprio per questi pazienti trattamenti meglio tollerati e che potranno allungare la sopravvivenza. In particolare, il futuro vede anche lo sviluppo della combinazione carboplatino/nab-paclitaxel in associazione ad un immunoterapico come atezolizumab. Al momento è molto importante l’evidenza che carboplatino/nab-paclitaxel non solo è attivo come chemioterapico ma rappresenta uno dei principali schemi chemioterapici in associazione all’immunoterapia consentendo di trattare pazienti difficili e di sviluppare terapie efficaci e tollerate.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lazio: tumore al polmone

Posted by fidest press agency su sabato, 22 Mag 2010

Il Lazio è la prima Regione per tassi di mortalità e incidenza da tumore del polmone tra le donne. Anche per contrastare queste stime regionali sfavorevoli, elaborate dall’Iss al 2008 sui numeri realmente osservati dal registro tumori che copre la zona di Latina, l’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena (IRE) di Roma è l’unico centro italiano che ha partecipato al programma internazionale Early Lung Cancer Action (I-ELCAP), promosso dalla Cornell University di New York, per la prevenzione del tumore del polmone, neoplasia che si stima colpisca più di 32.000 persone ogni anno in Italia, più di 3.400 solo nel Lazio. Questi dati, insieme alle più importanti iniziative scientifiche di ricerca e innovazioni biomediche a sfondo diagnostico-terapeutico, saranno tra i temi affrontati nell’ambito del convegno “Bersaglio polmone: i biomarkers in oncologia polmonare: prospettive di integrazione diagnostico-terapeutiche – 2° Corso Nazionale”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »