Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘lusso della mente’

… Un lusso della mente

Posted by fidest press agency su domenica, 17 aprile 2011

Bologna martedì 19 e giovedì 21 aprile 2011 Laboratori DMS, via Azzo Gardino 65/a L’intero programma si svolge a ingresso libero, fino ad esaurimento posti Il progetto si apre con la proiezione del video “Il teatro di Etienne Decroux”, selezione e montaggio di Lina Salvatore. Si prosegue giovedì 21 aprile alle ore 16.30 con l’incontro pubblico con Marise Flach condotto da Marco De Marinis e Gerardo Guccini. Il progetto culmina lo stesso giovedì 21 aprile, alle ore 21 con la dimostrazione “…UN LUSSO DELLA MENTE”. Protagonista sarà Marise Flach, allieva di Decroux. Con lei, in scena, gli attori Lina Salvatore e Michele Monetta direttori dell’associazione teatrale «I.C.R.A. Project». In uno spazio elementare e spoglio, i tre attori si alterneranno e interagiranno ridisegnando nello spazio gli scritti di Decroux e stabilendo delicati equilibri tra parola e atteggiamento, gesto e immobilità. Il progetto si completa con due giorni di workshop, riservato agli studenti Unibo.
Étienne Decroux (1898-1991), punto di riferimento imprescindibile nel teatro del Novecento, si è formato come attore alla Scuola del Vieux-Colombier di Jaques Copeau. Nel 1941 fonda a Parigi la sua scuola di mimo, dove elabora i suoi innovativi principi di mimo corporeo, formando una schiera di pedagoghi e registi, come, solo per citare alcuni nomi, Marcel Marceau, Yves Le Breton e Jean Louis Barrault. La dimostrazione … un lusso della mente analizza attraverso letture, esercizi e figure, alcuni aspetti della poetica del maestro francese scomparso nel 1991. Cuore della dimostrazione, l’importante testimonianza di Marise Flach, che guiderà con la parola e l’azione, intervenendo lei stessa e l’attrice Lina Salvatore, sua allieva, nell’esecuzione del fondamentale brano di mimo corporeo al femminile intitolato “la lavandaia” – qui presentato nella versione realistica composta da Decroux negli anni Cinquanta. Il progetto evidenzierà anche un aspetto troppo spesso messo in secondo piano, e cioè il grande valore che Decroux attribuiva alla parola. (Étienne Decroux)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »