Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 302

Posts Tagged ‘made italy’

Il Made in Italy, con le sue eccellenze del territorio

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 giugno 2020

E’ sempre più presente nelle abitudini di spesa degli italiani, al punto che più di uno su tre (41%) ama acquistare generi agroalimentari direttamente dal produttore locale: frutta, verdura, vino, formaggi, scelti perché garanzia di qualità, cura dei prodotti e, molte volte, in virtù di un rapporto di fiducia con il produttore stesso.
Lo evidenzia l’Osservatorio Reale Mutua1 dedicato all’agricoltura e alle nuove abitudini di acquisto degli italiani. Un dato molto significativo, soprattutto perché l’affezione al Made in Italy è una certezza cui può guardare l’intero mondo dell’agroalimentare del Paese, che, dopo le difficoltà degli ultimi mesi, si trova ora di fronte alla fase della ripartenza.Non si tratta più, solo, di una spesa “alla vecchia maniera”: addirittura due italiani su tre (63%) si dicono propensi a utilizzare in misura crescente app e siti per l’acquisto online e la consegna a domicilio di questi prodotti. Un trend che probabilmente la pandemia ha contribuito ad accelerare e che potrà facilitare ancor di più l’accesso alle eccellenze del territorio.Dal campo alla tavola, Made in Italy e produzione locale vanno di pari passo con l’attenzione alla sostenibilità. Una parola che per un connazionale su tre (31%) evoca una filiera agricola a basso impatto ambientale, anche grazie all’uso della tecnologia, mentre uno su cinque (22%) la associa al concetto di agricoltura a chilometro zero. Ma sostenibilità vuole anche dire stagionalità (18%), etichettatura biologica (12%) e per un ulteriore 11% il termine abbraccia valori sociali e indica una filiera equosolidale.Non è un caso allora che gli italiani preferiscano i prodotti stagionali, perché più salutari (36%) e capaci di sostenere l’economia agricola dei territori (30%), con un minore impatto sull’ambiente (11%). E c’è anche chi li sceglie perché più buoni, dice, di quelli fuori periodo (12%). Semaforo verde infine, tra le abitudini d’acquisto, anche per i prodotti dell’agricoltura biologica, altra area importante del Made in Italy, che vengono apprezzati soprattutto perché rispettano criteri di sostenibilità (44%) e fanno bene alla salute (22%).“La nostra ricerca evidenzia come il Made in Italy e le produzioni agroalimentari del territorio siano sempre più apprezzati nei comportamenti di acquisto e divengano spesso oggetto di una specifica ricerca,” commenta Michele Quaglia, Direttore Commerciale e Brand di Gruppo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

È Made in Italy, la piattaforma catalana MerCovid19

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 maggio 2020

Ha dna italiano l’innovativa piattaforma catalana MerCovid19. L’iniziativa destinata alle aziende della Catalogna e pensata per l’ecommerce di articoli utili nella prevenzione del Covid-19 è frutto della tecnologia e del know di due società tecnologiche italiane: Kooomo, la piattaforma per ecommerce di ultima generazione, e ZeroGrey, agenzia internazionale specializzata in strategia digitale. MerCovid19 è uno store online B2B che ha lo scopo di sostenere le aziende locali e di facilitare loro il reperimento di tutti quei prodotti utili a limitare il rischio di contrarre il virus garantendo la salute dei lavoratori e la produttività.Giovanni Meda, fondatore di ZeroGrey e Kooomo, dichiara: “Da molti anni siamo attivi in Spagna, ci è sembrato naturale mettere le nostre conoscenze e la nostra tecnologia al servizio della Camera di Commercio catalana, l’intero team di entrambe le società ha dato il 200% per poter realizzare questo progetto, lanciando la piattaforma in una sola settimana. Siamo molto orgogliosi del nostro lavoro e crediamo fermamente che questa iniziativa servirà da modello per altre aziende” Barcelona Tech City, il più importante cluster di aziende tecnologiche e digitali della Spagna di cui ZeroGrey è Corporate Partner, è l’associazione che ha reso possibile il contatto tra ZeroGrey, la Camera di Commercio di Barcellona. Queste ultime hanno da subito accolto la proposta di ZeroGrey dando vita al nuovo progetto e facendolo conoscere al pubblico.La nuova piattaforma MerCovid19 si rivolge esclusivamente ad aziende e società, che potranno acquistare dalle maschere, ai termometri, ai gel igienizzanti per le mani, alle tute protettive e ai pulsossimetri; tutti prodotti di prevenzione che permetteranno aziende di far lavorare i loro dipendenti con maggiore tranquillità, riducendo il rischio di infezioni.Grazie a questa iniziativa, MerCovid19 diventa il punto di partenza per altre aziende ed enti pubblici, sia a livello nazionale che internazionale, per ispirarsi alla realizzazione di progetti simili e collaborare al miglioramento dell’economia di ogni comunità.Gran parte del successo nel rapido lancio di MerCovid19 è dovuto all’utilizzo della piattaforma SaaS Cloud eCommerce leader europea Kooomo che, grazie alla sua tecnologia “Full-Stack” e agli oltre 200 partner già integrati, ha permesso di progettare una potente piattaforma in tempi record. ZeroGrey si impegna continuamente, attraverso le proprie conoscenze e tecnologie, a sostenere progetti di eCommerce per far si che altre aziende possano trarne beneficio e rafforzarsi, soprattutto durante questo periodo di incertezza economica.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Made in Italy di nuovo sotto attacco

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 maggio 2020

Un cartello di aziende, guidato dalle multinazionali francesi Nestlé e Danone, ha scritto alla Commissione europea per chiedere di rendere obbligatoria l’introduzione in tutti i supermercati d’Europa del “Nutri-score”. Parliamo della famosa etichettatura “a semaforo” di proprietà di un’agenzia governativa francese, che suggerisce ai consumatori cosa fa bene alla loro salute e cosa no grazie ad un algoritmo che, guarda caso, penalizza i prodotti italiani a vantaggio di quelli francesi. Il Parlamento italiano si è espresso chiaramente votando la mozione di Fratelli d’Italia: il Governo si faccia sentire e respinga questo ennesimo assalto ai nostri prodotti e alle nostre eccellenze agroalimentari». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A difesa del made in Italy

Posted by fidest press agency su domenica, 2 febbraio 2020

“Il prossimo 17 febbraio la Camera discuterà la mozione di Fratelli d’Italia, prima firma Giorgia Meloni, volta alla promozione e alla tutela dei prodotti alimentari italiani. Un atto parlamentare che vuole difendere il Made in Italy e contrastare il Nutriscore, il sistema di etichettatura francese pensato per penalizzare le eccellenze italiane. Fratelli d’Italia chiede al governo di attivarsi in maniera chiara ed inequivocabile a difesa dei nostri prodotti. Non servono semafori rossi ma una giusta cultura dell’alimentazione perché un buon uso dei prodotti alimentari genuini può rendere migliore la nostra vita”. Lo dichiara Monica Ciaburro, deputato di Fratelli d’Italia e componente FDI della commissione Agricoltura della Camera.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manovra – Castelli: “Tuteliamo e promuoviamo il Made in Italy”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 dicembre 2019

Roma – “La tutela del “Made in Italy”, in tutti gli ambiti, era all’interno del nostro programma elettorale del 4 marzo 2018. Promuovere i nostri prodotti, le nostre aziende e le nostre eccellenze, in Italia e all’estero, rappresenta il faro di un’impegno concreto. Quotidiano.
Anche per questo, oltre a quanto fatto nei mesi scorsi, assieme al Ministero dello Sviluppo Economico e con la riorganizzazione dei Ministeri, dando un ruolo centrale al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, abbiamo stanziato, in Legge di Bilancio, 44,895 milioni per il 2020 e 40,290 milioni nel 2021. Serviranno per il potenziamento del piano straordinario per la promozione del Made in Italy e dell’attrazione degli investimenti in Italia. Questo fondo finanzia progetti a sostegno del “Made in Italy” volti a rafforzare il Sistema Italia, la nostra creatività, progettualità, le competenze e le specializzazioni delle imprese, e la promozione dell’immagine dell’Italia, dell’arte e della tradizione di questo splendido territorio.Al 2020 proroghiamo anche il credito d’imposta, concesso alle piccole e medie imprese italiane, per le spese sostenute per la partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali di settore. Un’opportunità per farsi conoscere nel grande mercato internazionale, e per favorire le esportazioni.Torniamo a fare dell’Italia il grande Paese che è sempre stato”. Lo scrive su Facebook il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Made in Italy e lotta alla contraffazione

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

I danni causati dal mercato del falso sono diversi e numerosi, soprattutto per un Paese come il nostro che fonda parte del suo blasone sul “made in”. A certificarlo sono i numeri: in Europa entrano ogni anno 121 miliardi di merci false e l’Italia è il terzo Paese più colpito. Queste attività illegali hanno un effetto domino sull’economia nazionale e provocano un mancato gettito fiscale dal commercio al dettaglio e all’ingrosso per 4,3 miliardi di euro (nel 2016), ma anche la perdita di 6 miliardi di euro di mancato pagamento per i diritti di proprietà intellettuale e di 10,3 miliardi per le entrare statali. Questi dati, poi, si traducono in altri ancora più difficili da digerire: la contraffazione costa al Paese circa 88 mila posti di lavoro ogni anno.Per noi di Soggetto Giuridico il rilancio dell’occupazione è un tema prioritario e va fatto partendo da una strategia complessiva che contenga al suo interno numerosi elementi, tra cui lo sblocco degli investimenti (in particolare per il Sud) e la lotta alla contraffazione. Oggi più che mai appare chiara l’urgenza di un piano complessivo che metta al centro la creazione di nuove opportunità di lavoro; d’altronde è solo da qui, è bene ricordarlo, che può partire il riscatto italiano.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

VEM sistemi tra i 600 Campioni del Made in Italy che trainano il nostro Paese

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

VEM sistemi, innovativo system integrator ICT, è stato inserito tra le 500 migliori piccole e medie imprese italiane per il progetto “Champions 2019”; realizzato dal Centro Studi ItalyPost in collaborazione con L’Economia de Il Corriere della Sera, lo studio ha analizzato le performance delle migliori PMI italiane che negli ultimi sei anni hanno realizzato un fatturato compreso tra i 20 e i 120 milioni dimostrando notevoli capacità di sviluppo e crescita.La ricerca, presentata oggi a Piazza Affari in occasione del secondo compleanno de l’Economia, è stata effettuata da un team interdisciplinare composto da analisti finanziari della Credit Rating Agency ModeFinance e da esperti in corporate finance della società di advisory finanziaria indipendente Special Affairs. Al termine dell’analisi sono state selezionate 600 PMI italiane che si sono distinte per aver raggiunto elevati livelli di crescita, redditività, patrimonializzazione e indipendenza finanziaria. Di queste 600 aziende, 500 hanno realizzato un fatturato di 20-120 milioni mentre le restanti 100 hanno raggiunto un fatturato compreso tra 120 e 500 milioni.L’indagine oltre a concentrarsi sull’analisi di bilancio e sulla redditività ha preso in esame anche la struttura gestionale e organizzativa delle PMI, la capacità di generare alti livelli occupazionali, quella di pianificare e anticipare i mercati con un’ottica di lungo periodo, e l’adozione di un approccio basato sulla volontà di investimento e di sviluppo.
VEM sistemi negli anni ha esteso la sua presenza sul territorio con 5 nuove sedi, quintuplicando il suo fatturato passato da 11,2 milioni del 2007 a 50 milioni di euro del 2017. Oggi conta 250 dipendenti e 800 clienti e per il 2019 prevede l’inserimento in organico di atri 45 professionisti, continuando così ad investire sulle risorse in cui crede maggiormente: le persone. Questi numeri dimostrano una crescita costante spinta dalla capacità di sapere percorrere sempre la strada dell’innovazione unita a quella di saper sfruttare le opportunità offerte dalla rete: VEM sistemi infatti, partendo da servizi dedicati ai data center ha via via ampliato la propria offerta per arrivare a offrire oggi servizi di integrazione delle tecnologie di networking basate su IP, con una visione olistica che va dalla cybersecurity, alla mobility, alla collaboration, fino all’automazione dell’edificio e al custom application development del software, per rispondere alle esigenze della digital transformation e di Industria 4.0.“Siamo orgogliosi di essere inclusi nella lista delle aziende Champions 2019 che ci annovera tra le 500 migliori PMI italiane. Si tratta di un prestigioso riconoscimento che premia il costante impegno e dedizione di tutto il team di VEM sistemi in questi anni: rendere semplice la fruizione di elementi ad alta complessità tecnologica, innovazione, formazione e valorizzazione dei talenti, propensione al cambiamento, presenza sul territorio, un ecosistema di partner stabili e affidabilità sono gli elementi chiave che ci hanno permesso di costruire un modello di business vincente” dichiara Davide Stefanelli, Vice Presidente di VEM sistemi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Marmo made Italy

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 maggio 2012

Verona,dal 26 al 29 settembre 2012 Centro Servizi Marmo, AS.MA.VE. e Consorzio Val di Pan, con la collaborazione di Marmomacc (www.marmomacc.com), ci sarà la più importante manifestazione internazionale di Veronafiere dedicata alla filiera della pietra naturale, organizzano con l’obiettivo di far conoscere le aziende e la realtà produttiva scaligera ad una delegazione di grandi buyer arrivati dalla Russia.Per il distretto del marmo veronese è un treno da non perdere, a patto però che le aziende si presentino unite. Il mercato russo del building, dell’interior design e del contract ha infatti fame di made in Italy, sinonimo di qualità e stile anche tra architetti e designer locali. E in un Paese, come la federazione russa, con un Pil cresciuto del 4,9 per cento nel solo primo trimestre 2012 e un piano urbanistico che a Mosca nei prossimi tre anni prevede fino a 30 miliardi di dollari di investimenti, le occasioni per fare affari non mancano. È quanto emerso questa mattina nel corso del convegno “Focus sul mercato russo: opportunità di business”, ospitato nel Centrocongressi della Fiera di Verona.
Lo scenario delineato dagli interventi è quello di un mercato russo ormai maturo (il Paese entrerà nel WTO, World Trade Organization, entro qualche mese) e, soprattutto, in grado di apprezzare e ricercare l’italianità dei prodotti lapidei. Alla Russia serve però il know how specifico, con assistenza pre e post vendita, perché gli architetti conoscono ancora poco i diversi tipi di marmi e graniti e la loro interazione con i climi rigidi.
Le occasioni di penetrazione per l’export delle aziende veronesi sono quindi importanti, come ha spiegato Daniela Bonomi: «Nei prossimi anni il settore legato alle costruzioni in Russia avrà un forte impulso grazie ad una serie di eventi come le Olimpiadi invernali del 2014, i Mondiali di calcio del 2018, senza dimenticare il progetto “Grande Mosca” in cui saranno investiti dai 15 ai 30 miliardi di dollari per espandere la capitale da 1.700 a 2.500 chilometri quadrati». Le prospettive per il marmo veronese oggi sono buone, ma possono migliorare. Le aziende del Distretto hanno reagito meglio di altre alla crisi, recuperando il biennio nero 2007-2008. Tanto che, nel 2011, l’export verso la Russia ha ricominciato a crescere passando da 5,8 milioni di euro a 9,1 milioni, con un balzo in avanti di oltre il 54 per cento sul 2010.
In Russia, come all’estero, alle PMI serve far massa critica ma il marmo veronese va ancora troppo in ordine sparso: «Su 500 aziende del comparto – ha detto Alessandro Bianchi –, circa la metà affronta solo con le proprie forze la sfida dei mercati globali».Questo si traduce spesso in uno svantaggio competitivo dal momento che per Antonella Maria «la globalizzazione oggi è imprescindibile ed è sempre più necessario un supporto all’internazionalizzazione con interlocutori intermedi come gli enti fieristici».
Enti fieristici come quello veronese, da sempre impegnato ad accompagnare all’estero le imprese italiane con l’obiettivo di favorire l’incontro con i buyer, come ha sottolineato il direttore generale di Veronafiere Giovanni Mantovani: «La Fiera di Verona da sempre è una vetrina internazionale privilegiata e punta a far conoscere all’estero le proprie manifestazioni di successo per favorire l’incoming di visitatori. Lo confermano anche i numeri della precedente edizione di Marmomacc che ha fatto segnare, proprio riguardo alla Russia, un aumento di oltre il 42 per cento degli operatori».

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Gran Galà del Made in Italy”

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 settembre 2010

Amalfi 08 settembre 2010  Il ‘Gran Galà del Made in Italy’, evento promosso dalla Regione Campania Assessorato al Turismo ed ai Beni Culturali e dalla Provincia di Salerno, con il co-finanziamento dell’Unione Europea, POR FESR Campania 2007/2013 (asse 1 Ob. 1.12), nasce per celebrare l’Alta Moda italiana con la eccezionale presenza della stilista Raffaella Curiel.  Conducono la serata, la bellissima Francesca D’Auria al fianco di Massimiliano Buzzanca. Ospiti della kermesse Monica Sarnelli, il cantante Bruno Cuomo ed il cabarettista Peppe Iodice dal programma cult di Italia 1‘Zelig’.  Oltre alla partecipazione con l’Alta Moda di Raffaella Curiel, nel contesto della serata la Moda di Positano, moda celebrata in tutto il mondo. L’evento gode del Patrocinio della Regione Campania, Assessorato al Turismo ed ai Beni Culturali, la Provincia di Salerno, l’Ente Provinciale Turismo di Salerno, Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo di Amalfi ed il Comune di Amalfi. Lo spettacolo si tiene nel teatro all’aperto ‘La Darsena’ di Amalfi con inizio alle ore 21.30

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In difesa del made in Italy

Posted by fidest press agency su martedì, 2 marzo 2010

Udine 5 marzo  Ore 9 Sala Valduga – Camera di Commercio. Continua l’approfondimento del mondo dell’economia friulana sul “Made in Italy” e, in dettaglio, sulla nuova normativa che mira a proteggere le imprese italiane dalla contraffazione, puntando a valorizzare il lavoro e i prodotti nazionali, con una particolare attenzione alle Pmi. La Camera di Commercio di Udine, come rappresentante di tutte le categorie, intende arricchire il dibattito, proponendo un’analisi che si concentrerà sulle normative in materia – italiana ed europea –, ponendole a confronto, con particolare riferimento agli strumenti che permettono di applicarle al meglio. Con questi obiettivi si incontreranno in Sala Valduga imprenditori e rappresentanti delle istituzioni: l’appuntamento, realizzato in partnership con lo Studio Glp – punto di riferimento dal 1967 in materia di proprietà industriale – e in collaborazione con lo sportello Enterprise Europe Network, è per venerdì 5 marzo, a partire dalle 9. Dopo l’introduzione ai lavori da parte del presidente della Cciaa di Udine Giovanni Da Pozzo, comincerà il dibattito, moderato da Sebastiano Barisoni, Caporedattore di Radio 24 -“Il Sole 24 Ore” e conduttore del programma “Focus Economia”. Ad approfondire gli aspetti normativi saranno gli avvocati Massimo Cartella, Ordinario di Diritto Commerciale nell’Università di Milano-Bicocca, e Vincenzo Franceschelli, Ordinario di Diritto Privato nell’Università di Milano-Bicocca. Lo sguardo del mondo imprenditoriale sarà invece quello di Alessandro Calligaris, Presidente di Calligaris S.p.a., Francesco Carducci, Responsabile ufficio legale Parmalat S.p.a., Alberto Morgante, Amministratore delegato Prosciuttificio Morgante S.p.a., e Marco Piccitto, Responsabile ufficio legale De’ Longhi S.p.a. Dopo il lunch break interverranno il maggiore Alessandro N. Serena, comandante del Nucleo di Polizia Tributaria di Udine della Guardia di Finanza, il capitano Fabio Pasquariello, Comandante del Nucleo Investigativo del Comando provinciale dei Carabinieri, e Nicola Palladino, Funzionario dell’Agenzia delle Dogane di Trieste.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Made in Italy on Madison

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 dicembre 2009

New York. Fino al 22 dicembre lo shopping di Natale parlerà italiano con “Made in Italy on Madison” promuovendo eventi a sostegno dei prodotti italiani. Alla manifestazione hanno aderito 30 fra i più prestigiosi marchi della moda italiana presenti in Madison Avenue con le loro sfavillanti vetrine, ristoranti italiani di culto e numerosi brand italiani. Tra le griffes che hanno aderito all’invito figurano Paciotti, Damiani, Cenci, Eredi Pisano, Frette, Furla, Geox, Armani, Zanotti, Gucci, Krizia, La Perla, Loro Piana, MaxMara, Panerai, Cavalli. (madison ave)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Made in Italy per i prodotti tessili

Posted by fidest press agency su martedì, 15 dicembre 2009

Approvata i alla Camera dei Deputati la proposta di legge sul marchio “Made in Italy” per i prodotti tessili, pelletteria e abbigliamento. La solita furbata all’italiana. Il motivo e’ presto detto leggendo l’articolo 1, comma 4:  L’impiego della denominazione “Made in Italy” e’ permesso esclusivamente per prodotti finiti per i quali le fasi di lavorazione… hanno avuto luogo prevalentemente nel territorio nazionale ed in particolare se almeno due delle fasi di lavorazione sono state eseguite nel territorio medesimo e se per le rimanenti fasi e’ verificabile la tracciabilita’. Chi legge “Made in Italy” dovrebbe ritenere che il prodotto sia interamente, e non prevalentemente, fabbricato in Italia. Con questa furberia, inoltre, potremmo continuare a delocalizzare  le lavorazioni piu’ nocive, per l’uomo e l’ambiente, all’estero e riservarci quelle meno dannose nel nostro Paese, marchiando, pero’, il prodotto con il “Made in Italy”. Questa legge non serve al consumatore ma al lavoratore. Infatti, correttamente, oggi il Corriere della Sera titola l’articolo con “Made in Italy, arriva l’etichetta a difesa del lavoro”; e delle imprese -aggiungiamo noi. Ci vorra’ poco a mettere il marchio “Made in Italy” su prodotti falsificati. Nel nostro Paese il mercato del falso ha fatturato, nel 2008, 7 miliardi e 107 milioni di euro. La cifra fa riferimento esclusivamente al mercato interno senza considerare tutte quelle merci contraffatte che partono dall’interno verso l’estero. Il settore piu’ colpito, in termini di valore, e’ l’abbigliamento e gli accessori (2,6 miliardi di euro), seguito dal comparto cd, dvd e software (piu’ di 1,6 miliardi) e i prodotti alimentari (oltre 1,1 miliardi). Questo significa che se fosse possibile riportare sul mercato legale il fatturato complessivo della contraffazione, si otterrebbe un surplus di produzione, tra diretta e indotta, pari a 18 miliardi di euro. E’ di 5 miliardi e 281 milioni di euro il danno che subisce l’Erario italiano dal mercato della contraffazione. Altro che scudo fiscale!

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Made in Italy on Madison”

Posted by fidest press agency su domenica, 13 dicembre 2009

E’ stata presentata a New York, presso il Morgan Library Museum restaurato da Renzo Piano, l’iniziativa “Made in Italy on Madison”, manifestazione che per due settimane, da ieri fino al 22 dicembre, trasformerà Madison Avenue, cuore pulsante dello shopping newyorkese, in una sorta di “Italian Mile” e in una spettacolare celebrazione dell’eccellenza Made in Italy.  Ad annunciare l’iniziativa – promossa dall’ICE, Istituto Nazionale per il Commercio Estero, e dal Madison Avenue Business Improvement District – sarà Robert Walsh, Commissioner della città di New York.  Alla manifestazione hanno aderito 30 fra i più prestigiosi marchi della moda italiana presenti in Madison Avenue con le loro sfavillanti vetrine, ristoranti italiani “di culto” per i gourmet statunitensi e numerosi brand testimoni dell’eccellenza Made in Italy.  “Made in Italy on Madison” si inserisce nel quadro della campagna ICE a sostegno della moda italiana negli USA, campagna che prevede nell’arco di pochi mesi (da ottobre 2009 a marzo 2010) un investimento di ben 3,5 Milioni di dollari, una presenza massiccia sui media americani per ricordare a tutti che “If you speak fashion, you speak Italian” e un intenso programma di visite e incontri di buyers americani con le imprese italiane dell’abbigliamento, degli accessori, dei gioielli.   Per i consumatori americani, e per le migliaia di turisti che in questo periodo affollano le strade di New York, “Made in Italy on Madison” è un irresistibile invito allo shopping di qualità e una spettacolare vetrina dell’eccellenza italiana ma, anche, un segnale forte, di rinnovata fiducia e ottimismo nella ripresa dell’economia e dei consumi USA.  A fianco di ICE, anche in questa iniziativa, il Gruppo Hearst, prestigioso partner editoriale che ha già collaborato alla realizzazione della campagna “If you speak fashion you speak Italian“ e realizzato inserti speciali dedicati alla moda, agli accessori, ai gioielli italiani, su alcune prestigiose testate come Esquire,Town & Country, Harper’s Bazaar.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Made in Italy

Posted by fidest press agency su martedì, 7 luglio 2009

I parlamentari friulani si facciano interpreti di una tutela rigorosa e puntuale della normativa sul Made in Italy, «oggetto di numerose proposte di legge che, dal 2004, purtroppo continuano a restare lettera morta». È l’appello che arriva dal presidente della Camera di Commercio di Udine, Giovanni Da Pozzo, riprendendo gli interventi fatti proprio da alcuni parlamentari sulla stampa, in questi giorni, relativamente a quanto si sta verificando in una grande azienda manifatturiera. «Pur nel rispetto del libero mercato – rimarca Da Pozzo –, è estremamente importante e quanto mai urgente che il legislatore adotti norme precise che tutelino davvero il lavoro e la creatività prodotti in Italia: pensiamo poi in particolare al nostro tessuto economico regionale, a quello della provincia di Udine, fatti anche di tante piccole e medie industrie, di tanti subfornitori che prestano la loro opera per grandi aziende, espressione fondamentale, anch’essi, di quel Made in Italy che trova così ampio accoglimento nei mercati mondiali. Specie in un momento di crisi come questo, è quanto mai necessario garantire le nostre aziende e questo lo si può e lo si deve fare anche sostenendo la qualità del loro prodotto e della loro attività, che arrivano da una specifica tradizione, da un sistema lavorativo, dall’esperienza e dall’ingegno». Il problema è dunque «attuale e quanto mai sentito da un’istituzione come la Camera di Commercio – prosegue il presidente –, che tra le sue competenze più rilevanti ha proprio la tutela di marchi, brevetti e della creatività imprenditoriale, svolgendo, peraltro, oltre 60% dell’attività regionale in termini di deposito e tutela dei brevetti. Garantendo il Made in Italy, si va davvero a dare respiro a una miriade di Pmi, eccellenze friulane e italiane che rendono vitale la nostra economia».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Voglia di made in Italy

Posted by fidest press agency su domenica, 26 aprile 2009

Cesare Pambianchi, presidente della Camera di Commercio di Roma e del Lazio, è intervenuto a Mondo Italia presso la Fiera di Stoccarda, in qualità di neo presidente della Società Investimenti proprietaria della Fiera di Roma.   Ha incontrato gli amministratori della Fiera di Stoccarda Ulrich Kroner von Baerle e Roland Bleinrot per future collaborazioni. Come ha dichiarato Cesare Pambianchi: “ho avuto modo di apprezzare la struttura tecnica e commerciale della Fiera di Stoccarda, senz’altro all’avanguardia in questo particolare settore e spero che dagli odierni colloqui con gli amministratori possa scaturire una futura collaborazione commerciale di interesse reciproco per le due aziende.” Cesare Pambianchi ha inoltre voluto sottolineare e ringraziare tutti gli organizzatori ed espositori per l’attenzione riservata al dramma dell’Abruzzo, espressa anche tramite una raccolta fondi destinata alla popolazione colpita dal terremoto. A Stoccarda, infatti, vivono 165.000 italiani su di una popolazione complessiva di circa 500.000 abitanti.   Mondo Italia, organizzata dalla società Publitour, con 200 espositori, 30.000 visitatori paganti, registrati in soli 5 giorni, e circa 20.000 ingressi omaggio distribuiti, nonchè 15.000 metri quadrati di spazio espositivo, rappresenta il salone del Made in Italy in Germania, per la terza edizione. Per incoraggiare tutto ciò che rappresenta lo stile italiano e identifica il vivere all’italiana, nasce questa finestra che si affaccia direttamente sull’Italia da Stoccarda.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ritorna il salone del Made in Italy in Germania

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 aprile 2009

Dopo il successo della seconda edizione, con 200 espositori, 30.000 visitatori paganti, registrati in soli 5 giorni,  e circa 20.000 ingressi omaggio distribuiti, nonchè 15.000 metri quadrati di spazio espositivo, si ripresenta a gran richiesta Mondo Italia, il salone del Made in Italy in Germania, per la terza edizione. Per incoraggiare tutto ciò che rappresenta lo stile italiano e identifica il vivere all’italiana, nasce questa finestra che si affaccia direttamente sull’Italia da Stoccarda. Il 22 aprile 2009 il nuovo polo fieristico di Stoccarda darà il benvenuto alla tradizione, all’eleganza e alla passione che contraddistinguono i prodotti e servizi Made in Italy. Mondo Italia, l’evento che promuove il Made in Italy in Germania, è pronto a sedurre ancora una volta i visitatori tedeschi ricreando, fino al 26 aprile, l’atmosfera italiana e tutte le sue eccellenze. Il salone è un evento organizzato dall’Ente Fiera di Stoccarda e patrocinato dall’Enit-Agenzia Nazionale del Turismo e dal Consolato Generale d’Italia a Stoccarda; Publitour è la società responsabile della manifestazione per l’Italia.  Ricco il calendario della manifestazione, tra banchi d’assaggio delle diverse specialità culinarie, show cooking, concorsi di cucina e pizza, meeting, lotterie, mostre, spettacoli e numerose attività legate al mondo enogastronomico e non solo.  In calendario, una serata dedicata alla lirica, sponsorizzata dall’Enit-Agenzia Nazionale del Turismo, con noti cantanti dell’Arena di Verona, mercoledì 22 aprile; il concorso letterario e artistico promosso dall’Ufficio Scuole del Consolato Generale d’Italia a Stoccarda, in collaborazione con l’Associazione Insegnati di Italiano di Stoccarda, dedicato agli studenti dei corsi di lingua e cultura italiana organizzati dal Consolato e agli alunni che studiano l’italiano nelle scuole tedesche. Per gli appassionati della pizza, tutti i giorni si svolgeranno spettacoli acrobatici nonché i campionati del mondo di pizza in Germania e di pizza acrobatica a coppie organizzati da Pizza Schule e dall’Associazione Pizzaioli Italiani Centro Europa (A.P.I.C.E.), presieduta da Umberto Napolitano, con la collaborazione della Nazionale Italiana Acrobati Pizzaioli capitanata da Danilo Pagano.  Mondo Italia ha riservato speciale attenzione anche agli operatori tedeschi. In particolare per gli addetti del settore enogastronomico, workshop organizzato in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana di Monaco, che si svolgerà nel pomeriggio di giovedì 23 aprile. Mondo Italia ha studiato un evento culinario ad hoc per far incontrare domanda tedesca e offerta italiana a un unico tavolo con seminari, libere degustazioni e laboratori didattici tenuti da noti esperti del settore.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »