Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 315

Posts Tagged ‘madonna’

La normalità della madre di Gesù non è apparente, è reale

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 dicembre 2017

madonna col bambinoLo straordinario nello straordinario è meno straordinario, è meno sorprendente; l’anomalo nell’anomalia è meno anomalo, il miracoloso nel miracoloso è meno miracoloso. Gesù non nasce in un luogo straordinario, meraviglioso, in una splendida reggia incantata, e non viene alla luce in modo straordinario, nasce in un luogo modesto, una stalla, secondo quanto riferisce Luca, e viene partorito da una donna come vengono partoriti tutti i bambini del mondo. Non appare per miracolo in una culla miracolosa, in un luogo miracoloso. Straordinario, anomalo, miracoloso è solo il suo concepimento.
Se prendo a fantasticare sulla stalla dove nacque Gesù, ed immagino che la paglia era fatta di fili di purissimo oro, che le pecore erano pecore diverse da tutte le pecore della Palestina, che i pastori erano pastori eccezionali, diversi da tutti i pastori della Palestina, se immagino cose che non sono scritte nel vangelo, cose poco credibili, rendo poco credibile il vangelo stesso e Gesù stesso.
Così, se prendo a fantasticare sulla madre di Gesù e immagino cose che non sono per niente scritte nel vangelo e che neppure si possono desumere da quel che si legge, se immagino cose poco credibili, rendo poco credibile il vangelo stesso e Gesù stesso.E’ l’errore grave che fa la Chiesa dipingendo la madre di Gesù come persona eccezionale, diversa da tutte le donne della Palestina, diversa da tutte le donne del mondo. Una perla tra le perle brilla meno di una perla tra i sassi. Gesù brilla meno se nasce da una donna che brilla come lui o più di lui.
E’ l’errore grave che ha fatto qualche giorno fa il prete e scrittore Mauro Leonardi, scrivendo su il “FarodiRoma”:«Diversa da tutte le altre, da tutti gli altri, nonostante la sua apparente normalità. Maria, in un certo senso, ha vissuto una solitudine davvero unica e del tutto particolare: quella del terreno intonso della parabola (Mc 4, 26-32) che deve essere tale per ricevere il seme e dare frutto. Maria è il terreno che deve offrirsi tutto, per svuotarsi e custodire l’eternità. Quando Maria dice a Gabriele nell’Annunciazione “non conosco uomo”, quelle parole non vogliono solo dire che Lei era vergine e che non aveva intenzione di avere rapporti sessuali con nessun uomo ma anche che non conosceva alcun uomo completamente riconciliato con Dio, che mai aveva incontrato qualcuno che vivesse della stessa Grazia che era stata donata a Lei, quella cioè di vivere priva di peccato originale».Queste cose non sono scritte nel vangelo e la normalità di Maria non è apparente, è reale. Quando Maria dice “non conosco uomo”, poiché conosceva Giuseppe, voleva semplicemente dire che non aveva avuto rapporti carnali con nessun uomo. Altro non vuol dire. Se avesse avuto in mente di mantenersi per sempre vergine, avrebbe ingannato Giuseppe accettandolo come sposo. Alla Chiesa piace immaginare Maria sempre vergine. A Mauro Leonardi piace immaginare Maria sempre vergine. Questo, però, non c’è scritto nel vangelo e neppure si può desumere dalla risposta di Maria all’angelo. Non si può.Ma se la Madonna è così importante da essere amata e pregata dai cristiani quanto è amato e pregato Dio, perché Gesù non ce lo avrebbe fatto capire? Perché insegna a pregare il Padre e non anche la Madre? E perché la Chiesa dà grandissima importanza agli scritti di San Paolo, e non dà nessuna importanza al fatto che San Paolo ignora Maria?

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inaugurata a Pontedassio una statua votiva dedicata alla Madonna

Posted by fidest press agency su domenica, 14 maggio 2017

pontedassiopontedassio1Pontedassio. In Provincia di Imperia, sabato 13 Maggio la comunità Parrocchiale di Pontedassio ha ricordato il centenario delle apparizioni mariane di Fatina con l’inaugurazione di una statua votiva alla Madonna. Al termine della SS. Messa, il Parroco Don Matteo Boschetti con i Diaconi e numerosi fedeli, presso il giardino delle opere parrocchiali hanno scoperto la nuova immagine Mariana, proprio sul piazzale e tra i giochi, punto di ritrovo dei bambini e dei ragazzi del paese. L’effige della Madonna è stata acquistata grazie al contributo di tanti fedeli e dei bambini della 4′ elementare che con la vendita dei Parmurei da loro realizzati hanno voluto sostenere l’iniziativa. Il senso di aver posto la statua proprio li è chiaro; come Maria scelse a FATIMA tre bambini per affidare il suo messaggio così noi chiediamo alla Vergine di guardare i nostri ragazzi, di stare in mezzo. (Christian Flammia + foto)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il 5 e 6 dicembre arriva al cinema “STRIKE A POSE”, la vera storia dei ballerini di MADONNA

Posted by fidest press agency su domenica, 4 dicembre 2016

balleriniNella primavera del 1990 Madonna pubblicava Vogue, il primo singolo estratto dall’album I’m Breathless. Il successo fu planetario con più di 6 milioni di copie vendute in tutto il mondo e con lo storico ritornello della canzone, “Strike a Pose”, che cominciò a diffondersi a macchia d’olio, trasformandosi in un fenomeno di costume che avrebbe segnato un’epoca. Il “vogueing”, il ballo portato alla ribalta da Madonna, invitava infatti il pubblico a imitare le pose plastiche delle modelle e dei modelli di Vogue, mettendosi in posa, liberando la propria personalità, abbattendo barriere, preconcetti e conformismi. Per queste ragioni in quei mesi poter condividere il palcoscenico con Madonna si trasformò nel sogno proibito di molti artisti. Un sogno che divenne realtà per i sette giovani ballerini americani scritturati per accompagnare la pop star nel controverso ma ormai mitico Blond Ambition Tour del 1990, che fece scandalo con il suo mix di sesso e religione.
Strike a Pose di Ester Gould e Reijer Zwaan, distribuito da Nexo Digital, I Wonder Pictures e Fil Rouge Media, è la storia di quei sette ballerini e di come l’esperienza di quel tour cambiò la loro vita e quella di chi li amava. Questi sette ragazzi, semplicemente ballando, insegnarono al mondo intero la più importante delle lezioni: “non preoccuparti di essere giudicato, non preoccuparti di quel che pensano gli altri. Sii sempre te stesso”. Lezione che ora riprende vita al cinema solo per due giorni, il 5 e 6 dicembre (elenco delle sale su http://www.nexodigital.it). Presentato in anteprima mondiale all’ultimo ballerini1Festival di Berlino e quindi a Biografilm Festival | International Celebration of Lives di Bologna, il docu-film racconta così l’emozionante e incredibile esperienza di Luis Camacho, Oliver Crumes III, Salim Gauwloos, Jose Gutierrez, Kevin Stea, Carlton Wilborn e Sue Trupin che, 25 anni dopo, in una reunion voluta da tempo, raccontano come sono cambiate le loro vite e i retroscena di quel periodo epico.
La vera intenzione del film è infatti quella di scoprire come questi ballerini hanno reinventato le loro vite una volta che le luci del successo si sono spente. Truth or Dare, il documentario del 1991 con incassi record tratto dal Blond Ambition Tour, fu infatti un punto di svolta per la cultura gay, un film mainstream, un successo al box office che includeva una scena con un bacio tra due uomini. Madonna lo utilizzò per prendere posizione sui diritti degli omosessuali, sulla libertà di espressione e sulla lotta contro l’AIDS, facendo del suo corpo di ballo l’icona stessa della libertà sessuale e spronando i suoi fan in tutto il mondo ad essere quello che erano, in totale libertà. In seguito, però, tre dei suoi ballerini fecero causa alla cantante accusando il film di aver invaso la loro privacy. Questo fatto evidenzia il paradosso che Strike a pose cerca di svelare, tra libertà e diritto alla privacy, intimità e diritto alla libera espressione.
Strike a pose di Ester Gould e Reijer Zwaan è distribuito nei cinema italiani solo il 5 e 6 dicembre da Nexo Digital, I Wonder Pictures e Fil Rouge Media con i media partner Radio DEEJAY e MYmovies.it. (foto: ballerini)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Trittico trecentesco di Niccolò di Pietro Gerini

Posted by fidest press agency su domenica, 17 aprile 2011

Pienza (Siena) domenica 17 aprile alle ore 17 presso il Museo Diocesano Nell’ambito della XIII Settimana della Cultura, sarà presentato il restauro di un importante trittico dipinto sul finire del Trecento dal prolifico pittore fiorentino Niccolò di Pietro Gerini. Il restauro del dipinto, donato alla città di Pienza nel 2003 da Bruno Stefanelli e Maria Grazia Chechi, è stato finanziato dalla Fondazione Musei Senesi e dal Comune di Pienza, grazie al sostegno della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, e diretto dalla (Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici di Siena e Grosseto. Oltre al Sindaco Fabrizio Fè, alla presentazione interverranno Gianni Resti (Presidente Fondazione Musei Senesi), Laura Martini (Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici di Siena), Gabriele Fattorini (Direttore Museo Diocesano), Mary Lippi (restauratrice). (madonna)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rubano da un Santuario la statua della Madonna

Posted by fidest press agency su domenica, 5 settembre 2010

Laino Borgo (CS) – Di furti, ormai, si parla frequentemente: un fenomeno che, pur nella sua gravità, non dovrebbe stupire più nessuno. Eppure, ve ne sono alcuni che possono lasciare addirittura a bocca aperta, come quello che in questi giorni vede, suo malgrado, protagonista la piccola cittadina calabrese di Laino Borgo, in provincia di Cosenza,  centro abitato di poco più di 1500 anime, ai confini con la Basilicata. Qui, nella notte tra il 31 agosto ed il 1 settembre, dal Santuario sito a pochi Km dal centro abitato nonché in prossimità dello svincolo autostradale di Laino Borgo sull’A3 SA-RC, è stata rubata niente poco di meno che la statua della Madonna delle Cappelle, anche detta dello Spasimo. Una statua veneratissima il cui trafugamento ha gettato nel pieno sconforto l’intera cittadinanza del piccolo centro che già si preparava a festeggiare la Vergine in occasione dell’omonima festa in programma ogni terza domenica di settembre. Non avendo la statua alcun valore economico (gli stessi ori che sono soliti cingerla nel corso delle processioni ufficiali, non erano presenti al momento del furto) se non profondamente mistico, si è già gridato al puro sacrilegio oltre al dileggio che il gesto suggerisce. Fiaccolate e appelli accorati dei fedeli così come del Parroco del piccolo abitato calabro, scandiscono, ora, le giornate nella speranza che la Madonna delle Cappelle venga rimessa al suo posto, a coronamento di un Santuario, risalente al 1557, riproduzione miniaturizzata dei Luoghi Sacri di Gerusalemme, già in lizza tra altre aspiranti perle del Patrimonio Mondiale dell’Unesco.(madonna)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Processione della Madonna a Torvaianica

Posted by fidest press agency su sabato, 14 agosto 2010

Torvaianica 15 agosto intorno alle 21.30 all’insegna della tradizione e della festività religiosa si terrà la consueta processione su barca per festeggiare la Madonna. Le imbarcazioni guidate dai pescatori partiranno dallo stabilimento balneare”Carbonetti” per approdare, infine, nei pressi del lido “Celori Mare”.  Ad accogliere la Madonna ci saranno numerosi falò, verranno accese mille candele, mentre il cantante Giorgio Onorato intonerà l’Ave Maria di Schubert. La serata continuerà con una festa sulla spiaggia con tanta musica e balli. Il Ferragosto di Torvaianica é una tradizione che si rinnova annualmente con la partecipazione di numerosi fedeli che lungo tutto il percorso della processione accendono  falò sulla spiaggia, mentre gli stabilimenti balneari al passare della Madonna lanciano fuochi d’artificio.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ma è cristianesimo questo?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 maggio 2010

Lettera al direttore. Natuzza Evolo riferì al suo confessore (cf Marcello Stanzione -www.pontifex.roma.it):  “Ho visto la Madonna e le domandai di darmi una risposta. Mi rispose: «Fra un momento ti manderò l’angelo custode e ti riferirà quello che io ho detto a lui». Poi le domandai perché non mi diceva più niente e mi rispose che se ne doveva andare…Poi scomparve…Dopo un poco è apparso l’angelo. Appena l’ho visto mi sono spaventata e lui mi disse: «Calmati, non aver paura. Io sono l’angelo custode. Tu vuoi bene a Gesù?». «Sì», ho risposto. «Tu vuoi bene alla Madonna?»,. «Sì»… Poi l’angelo mi disse ancora: «Vi sono in Cielo più padri e madri che non zitelle»”.  La Madonna non può perdere tempo con la mistica di Paravati. Il tempo l’ha già perso prima con l’angelo. Natuzza sa che deve arrivare l’angelo, però si spaventa. L’angelo la tranquillizza, si presenta, e non sapendo se la sua “custodita” voglia bene a Gesù e alla Madonna, glielo chiede. E che cosa avrebbe mai dovuto rispondere Natuzza? Gli risponde di sì, anziché dirgli: Ma che domande sciocche mi fai? Che razza d’angelo custode sei? Interessante la considerazione dell’angelo circa padri madri e zitelle in cielo. Natuzza era sposata, ed aveva figli, e probabilmente temeva per questo d’essere considerata meno santa delle vergini sante. Gesù anche parlava a persone semplici, ma come paragonare le parole e i concetti espressi dal Signore, con quelle di questo angioletto? L’esito del processo canonico è scontato. Natuzza salirà agli onori degli altari. Ma è cristianesimo questo? (Miriam Della Croce)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pellegrinaggio alla Madonna di Medjugorje

Posted by fidest press agency su martedì, 9 marzo 2010

Erba (Como)  da Medjugorje si parte ma la meta è la fede. Cercano questo le persone che partecipano al grande raduno mariano che si svolge ogni anno a Lariofiere Erba (Como). E’ stato così anche quest’anno, con almeno seimila pellegrini arrivati in pullman e in treno da tante regioni italiane.  Molti presenti per ascoltare il giornalista  Paolo Brosio, rimasto affascinato da un pellegrinaggio a Medjugorje. Pronto ad autografare il suo libro, come ad un evento mondano, ma con la piccola particolarità di voler passare un messaggio di fede o di inizio conversione. Il popolo dei fedeli ha partecipato ai diversi momenti di preghiera mantenendo ordine e assistito da una sessantina di volontari pronti ad intervenire per qualsiasi necessità. Assiduo il servizio d’ordine, che ha predisposto spazi per le confessioni ai lati della sala e un traduttore simultaneo per i sordomuti presenti. La manifestazione iniziata sabato pomeriggio, si è conclusa domenica sera, due giornate intense animante da un gruppo di artisti cristiani: la cantante Tiziana Manenti i cantautori Giancarlo Airaghi, Francesco Dal poz ed il popolare cantautore di Musica Cristiana Contemporanea Roberto Bignoli, che dal 1984 porta nel mondo la sua testimonianza di fede attraverso concerti e incontri, grazie alla sua conversione a Medjugorje.  Un grazie particolare è andato a Sua Eminenza il neo Vescovo Mons. Giovanni D’ Ercole presente all’incontro e che ha invitato tutti a ripetere un incontro di preghiera come questo, prossimamente all’Aquila, nel mese di maggio.

Posted in Spazio aperto/open space, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »