Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘maestro’

Le sette decadi di Carlo Iacomucci

Posted by fidest press agency su domenica, 31 marzo 2019

Le sette decadi di Iaco.jpgSettanta anni sono un grande traguardo per ogni persona, ma per un artista rappresentano il momento dei bilanci umani e professionali. Volendo esprimerci in termini prettamente “manageriali”, possiamo affermare che il rendiconto biografico del Maestro Iacomucci è senz’altro positivo, perché ha investito e speso i suoi anni facendo quello che più ama fare: incidere e dipingere. Secondo Sant’Agostino, il numero 70, corrisponde alla totalità di un’evoluzione, rappresenta un ciclo compiuto e dinamico. E’ il numero della creazione, spirito e anima di ogni cosa, rappresenta il perfezionamento della natura umana e dunque il “tutto”o, per dirla con il grande filosofo Platone, l’“anima mundi”. Per Iacomucci, questa affermazione, permettetemi l’ironia, calza davvero … a pennello!
Nel corso della sua carriera artistica, il Maestro Iacomucci si è speso con serietà, con curiosità, con tenacia e con allegria trasferendo nelle opere i suoi trascorsi urbinati e tutte le competenze acquisite presso la prestigiosa Scuola del Libro di Urbino. Le sue frequentazioni giovanili degli ambienti artistici romani, i suoi contatti con i maestri incisori dell’epoca, le sue trasferte all’estero, partecipando a numerose collettive e personali, nel corso degli anni, hanno contribuito a fargli acquisire la formazione e l’esperienza necessaria, che lo hanno portato, nella sua quarantennale carriera, a maturare un’alta ricerca artistica e culturale.Personaggio eclettico e poliedrico, nel suo viaggio stilistico, si è cimentato in percorsi e stili differenti che hanno avuto, come denominatore comune, la tematica del segno attraverso i motivi ricorrenti delle gocce o tracce o segni, che rappresentano la sua inconfondibile impronta. Nelle numerose acqueforti da lui realizzate, il Maestro Iacomucci ha voluto rimarcare la purezza e il rigore dell’incisione: tecnica antica, ma sempre attuale, che richiama ad un ordine e ad una pulizia nello stile, che però, non sempre si lasciano imbrigliare dalla mano dell’incisore.
L’arte di Iacomucci, si è sviluppata in un processo di continua trasformazione, al pari del suo movimento ventoso che, aggirando gli ostacoli che incontra nel suo cammino, si adatta alle circostanze, come in una danza armonica, che tutto tocca e trasforma … così come il suo aquilone, trasportato dal vento che, quando riflette i raggi del sole, acquista i colori dell’arcobaleno!Nelle opere di Iacomucci, troviamo la maestria dei tratti, a volte decisi, a volte delicati, delle sue incisioni, alternando paesaggi e panorami tipici di Urbino, a lui molto cari, a immagini di personaggi, ora figure umane, ora figure angeliche, che sembrano volere uscire dagli spazi in cui sono stati confinati, attraverso l’ottica del sipario o finestra. L’azione stessa dell’affacciarsi dalla finestra, indica la curiosità dell’artista nei confronti del mondo, ma allo stesso tempo il bisogno di sentirsi riparato, protetto e al sicuro. In ogni suo lavoro artistico scorgiamo fitti reticoli di linee, tracce, gocce, segni, aquiloni, personaggi, vortici ventosi, lettere e numeri che si muovono sinuosi, figure alate, motivi e riferimenti religiosi e/o spirituali, alberi antropomorfi. Tutti questi elementi, arricchiti da colori vivaci, sapientemente mescolati tra loro in una fantasiosa girandola di tinte brillanti, danno dinamismo ai suoi quadri e, allo stesso tempo, esprimono un significato simbolico, ma anche realistico della natura da difendere.
Non a caso anche le sue amate e onnipresenti gocce sono in numero di 7, quasi un richiamo alla perfezione del numero, anche in riferimento a tutto ciò che c’è di più bello in natura, come i colori dell’arcobaleno o la soave poesia delle 7 note musicali. Evidentemente, il numero 7 ha fatto sempre parte della vita di Iacomucci artista ed oggi, ancora di più, in questa bellissima occasione del 70° compleanno del Maestro, le sue 7 compagne di strada (stilisticamente parlando), fanno da cornice e da palcoscenico alla sua luminosa e brillante carriera di incisore e pittore.
Iacomucci, in tutti questi anni di intensa attività, ha avuto una compagna di lavoro (in senso artistico!) molto particolare… si tratta della presenza, assai preponderante, della sua mano destra affetta da una patologia tipicamente propria di artisti quali scrittori, musicisti e incisori: distonia idiopatica, meglio conosciuta come “crampo dello scrivano” e definita, da Iacomucci stesso, “mano ribelle”.
Per quasi un decennio, la mano ribelle si è impadronita dello spazio all’interno della produzione artistica del Maestro, ma Iacomucci, forse in un impeto di rivolta e di riscossa, ha sempre tentato di affermare e manifestare, con tutto sè stesso, la supremazia della volontà sulla sua stessa mano ribelle e, con un poderoso “colpo di mano” (mai termine fu più appropriato!), realizzando e portando a compimento le sue opere d’arte, egli ha tenacemente riaffermato la sua autorevolezza e, soprattutto, la sua volontà, mai sopita, di fare arte, nonostante la presenza così ingombrante e limitante della mano ribelle.
Nel corso della sua lunghissima carriera artistica, Iacomucci ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti: nel 2011 gli è stata conferita l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana per motivi artistici e culturali; nello stesso anno ha partecipato alla 54° Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia. Nel 2014, ha ricevuto a Roma il premio “Marchigiano dell’Anno”. In tempi recentissimi, a coronamento del suo splendido percorso stilistico, sono arrivati anche altri due ambiti riconoscimenti: il premio “Orgoglio Marchigiano” per la sezione cultura e l’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, come conferma e testimonianza di una vita pienamente vissuta, in senso umano ed artistico.
Tutti questi prestigiosi riconoscimenti, sono la testimonianza tangibile che il Maestro Iacomucci, con la sua arte, ha contribuito a far conoscere e a mantenere alto il nome delle Marche in Italia e fuori dai confini nazionali, così come la sua brillante carriera di uomo e di artista.Auguri vivissimi, Maestro! (By Patrizia Minnozzi + foto in copyright)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il maestro e il discente

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

“Un mondo migliore richiede sapere, bontà e coraggio. Non bisogna rimpiangere il passato o soffocare il libero ingegno con idee che uomini ignoranti ci hanno propinato per secoli. Occorre sperare nell’avvenire, e non voltarsi a guardare a cose oramai morte, che, confidiamo, non rivivranno più in un mondo creato dalla nostra intelligenza.” E qui dobbiamo necessariamente fare una doverosa riflessione sui nostri pedagoghi. Essi hanno voluto imporci un modello di società formale e ipocrita e impedendo ai giovani d’esercitare la loro naturale curiosità. Giustamente Russell osservava: “Tutti i ragazzi si appassionano ai treni, alle ferrovie, eccetera. Credete che questo interesse verrebbe meno se si dicesse loro che la parola “treno” è sconveniente e che non sta bene d’occuparsi di queste cose? Se si bendassero gli occhi ai ragazzi tutte le volte che devono fare un viaggio, e si creasse un’atmosfera misteriosa attorno ai mezzi di trasporto, credete che non ci penserebbero più? Al contrario, il loro interesse aumenterebbe, con in più un morboso senso di peccato. Lo stesso avviene per ciò che riguarda il sesso, in forma più grave, naturalmente, trattandosi di cosa importante e delicata. Il sesso è un aspetto ben più rilevante del treno. Nella mentalità cristiana il sesso deve essere tabù sia pure con il pericolo che molti adolescenti di viva intelligenza diventino nevropatici, timidi, crudeli, ebeti. Tanti ammalati di nervi sarebbero persone normalissime se, in gioventù, avessero ricevuto una più adeguata educazione sessuale. E’ assurdo imporre a un fanciullo l’ignoranza di cose che egli è ansioso di conoscere. Non si potrà avere mai un popolo sano se non si aboliscono questi sistemi, e se l’educazione della gioventù continuerà ad essere controllata ambiguamente.” Queste cose le scriveva Russell oltre mezzo secolo fa ma sta a noi, nella nostra esperienza quotidiana renderci conto di cosa e come è cambiato tale modo di pensare ma anche dei danni che ha lasciato. Non va dimenticato, a questo proposito, che negli ultimi 50 anni abbiamo mutato non di poco il nostro modo di vivere e persino di pensare.
Io che allora c’ero quando per la mentalità dei padri non mi permettevo di fumare davanti ai miei genitori, che il matrimonio era un vincolo sacro e la donna doveva accettarlo anche senza amore e i figli dovevano ubbidire senza fiatare e costruire il loro futuro con la benedizione genitoriale e pure del parentato e benedico il cielo che tutto ciò appartenga solo al passato ma nello stesso tempo non intravedo la luce che sconfigge le ombre dagli eccessi odierni. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Guccione: Il Mediterraneo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 gennaio 2011

Agrigento, 22 gennaio – 13 marzo 2011 Fabbriche Chiaramontane (Venerdì 21 gennaio 2011 tour stampa, Ore 12.30 Con Piero Guccione e Marco Goldin Vernissage a inviti, Ore 18 Alla presenza dell’assessore regionale Sebastiano Missineo).
Sarà gratuito l’ingresso alla straordinaria antologica “Guccione. Il Mediterraneo” proveniente da Palazzo Ducale di Genova e in programma alle Fabbriche Chiaramontane di Agrigento. Firmata da Marco Goldin, il regista delle grandi esposizioni internazionali sull’Impressionismo, e prodotta in occasione dei 75 anni del maestro di Scicli.
“Guccione. Il Mediterraneo” è prodotta dall’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana guidato da Sebastiano Missineo e dagli Amici della Pittura Siciliana dell’Ottocento in collaborazione con Antonio Sarnari. Il progetto è patrocinato dalla Presidenza del Senato della Repubblica Italiana, dalla Provincia Regionale e dal Comune di Agrigento. Media partner in Sicilia Key 75. Ad Agrigento saranno una trentina dei più poetici capolavori che l’artista, originario di Scicli, nel ragusano, abbia dedicato al mare. Il presidente dell’Associazione, Antonino Pusateri,  sottolineando l’orgoglio dell’inedita collaborazione fra le FAM e Goldin, spiega:“ ‘Il Mediterraneo’ è un grande appuntamento per la Sicilia di Guccione: la mostra alle Fabbriche Chiaramontane ripercorre un lungo periodo di uno dei più importanti esponenti della figurazione contemporanea offrendo l’opportunità di ammirarne l’opera nella sua interezza”. (fam. Guccione)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aligi Sassu: Dipinti 1929-1997

Posted by fidest press agency su sabato, 20 novembre 2010

Palermo fino al 15/1/2011 via Maqueda 81, Palazzo Sant’Elia A cura di Daniela Brignone  A 10 anni dalla sua scomparsa, Palermo ricorda con una mostra antologica Aligi Sassu. Ottanta opere pittoriche, nella splendida cornice di Palazzo S. Elia, ricostruiscono il percorso artistico del maestro dal 1929 al 1997.  Le opere provengono da collezioni private e dall’Archivio Aligi Sassu, creato nel 1987 da Carlos Julio Sassu Suarez con il sostegno dell’artista. L’Archivio oggi cataloga e conserva le opere del maestro e, attraverso mostre e pubblicazioni, ne mantiene vivo il ricordo. Protagonista della storia artistica italiana del XX secolo, Sassu ha cercato di realizzare nelle sue opere uno stile ed un linguaggio basati sull’idea di un rinnovamento dell’arte; da questa ricerca nasce il suo tipico linguaggio a doppio registro, tra realtà e mito, che troviamo realizzato nelle sue opere.(aligi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Papa a Palermo: pronta una canzone

Posted by fidest press agency su martedì, 14 settembre 2010

Palermo 3 ottobre 2010. Brano scritto dal cantautore Rino Martinez Rino e dedicato a Papa Benedetto XVI, che verrà in visita pastorale a Palermo. Sarà cantata da Rino il giorno prima al Teatro Franco Zappalà di Palermo. Ecco il testo:
Maestro dell’umanità senza confini  (Testo e Musica: Rino Martinez)
Santità,
grazie d’averci donato la gioia
di gesti importanti per l’umanità
per chi nel mondo non ha
la carezza infinita… di Nostro Signore Gesù
per chi ha bisogno di bere al Suo calice amaro
fonte di vita e salvezza in un tempo distratto
da effimeri modelli e vuote tentazioni
Santità,
indicaci Tu la strada, la via da seguire
per dare luce a chi non ha
a chi oggi soffre la fame, la miseria e la sete
in quelle terre lontane
insegnaci a non avere paura d’amare
che Dio è il mattino per tutti i fratelli
che cercano pace e giustizia…Dio è con noi
La cultura della vita, forse, non è più la stessa
l’uomo brancola nel buio
senza una matita che disegna il mondo
fatto di speranza nella verità
La Passione del Signore, il Suo viaggio la Sua Croce
consumato nel dolore, Lui trafitto, Figlio di Dio Padre
si è donato sul calvario, si è  donato al mondo intero
per le colpe di noi figli…Santità, parlaci di Lui
parlaci di Lui, di Nostro Signore Gesù
(orchestra)
e sarà la nostra vera casa, un piccolo rifugio
dove crescere, donandoci ai poveri con la parola di Gesù
Santità
La Tua candida mano si posa sul capo
di bimbi innocenti che ti cercano
Santità, noi ti vogliamo bene per il Tuo coraggio
perché  illumini i campi feriti
di chi non si arrende e con Fede cammina con Dio
e prega la Madre Celeste per un mondo più giusto
dove gli uomini, si tendono le mani
Dove c’è l’indifferenza, no, non c’è futuro
superiamo questo muro , cancelliamo odio e rancore
affidiamoci al Signore, Santità facci sognare, benedici tutti noi
La Passione del Signore, il Suo viaggio la Sua Croce
consumato nel dolore, Lui trafitto, Figlio di Dio Padre
si è donato sul calvario, si è  donato al mondo intero
per le colpe di noi figli…Santità, parlaci di Lui
parlaci di Lui…di Nostro Signore Gesù
(orchestra)
e sarà la nostra vera casa, un piccolo rifugio
dove crescere, donandoci ai poveri con la parola di Gesù
(orchestra / alza 1 tono)
e saremo noi a dare un senso a chi non ha la forza
di sorridere e vivere
Santità, parlaci di Lui, parlaci di Lui…
di Nostro Signore Gesù, Maestro dell’umanità senza confini

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un cattivo maestro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 giugno 2010

di Luigi Baiocchi La vita di Cesarino Tonani, maestro elementare in una piccola città di provincia, si svolge tutta tra la scuola, il bar in Piazza Ducale, le rive del Ticino e la casa comprata col mutuo, in cui vive insieme al figlio adolescente Luigino, fannullone sovrappeso e incompiuto la cui unica aspirazione è essere accettato dalla ghenga di cui fa parte. Ritenuto un pessimo insegnante perché incapace di confrontarsi con programmi formativi, riunioni, équipe pedagogiche, collegi docenti e riforme scolastiche, il maestro ha una sola certezza: l’anno scolastico dovrebbe finire a gennaio, in modo da lasciare i ragazzi liberi di vivere, finalmente, un po’ di «vita vera» fuori dalle mura della classe e dall’obbligo claustrofobico del banco.  Anarchico e costantemente fuori posto, Cesarino è circondato da un’umanità meschina e sopraffatta dai propri difetti: il Delio, ex sindacalista riconvertito a spregiudicato palazzinaro; lo Sgagnazzi, assessore che promette e non mantiene; l’Eva, amante altolocata che non ci pensa due volte a piantarlo per un ricco «grassone, pelato e tracagnotto». Un romanzo in cui si racconta – con comicità grottesca e surreale – una quotidianità densa di amarezze e disillusioni. Pagine 222 Euro 16,00 Codice 23726B EAN 978-88-425-4230-8

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Fiorentini: amore per Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 23 marzo 2010

Roma 25 marzo 2010 – ore 11.30 Biblioteca Museo Teatrale del Burcardo (SIAE) Via del Sudario 44. A sette anni dalla scomparsa Roma ricorda Fiorenzo Fiorentini, uno dei suoi più validi autori, compositori ed interpreti con un Premio intitolato a suo nome. Con l’affetto, la simpatia e la grande professionalità che lo ha contraddistinto in ogni arte, Fiorentini verrà ricordato attraverso una serata-omaggio ricca di aneddoti, filmati e testimonianze dal vivo di colleghi ed allievi, oltre ad una competizione che lancerà nuovi e giovani talenti della cultura romana. A presentare il premio saranno la figlia, Marina Fiorentini, presidente dell’Associazione Fiorenzo Fiorentini che organizza il Premio “Amore per Roma”, insieme a molti colleghi ed ex allievi del Maestro, testimoni di un grande momento storico della cultura romanesca e romana. La finale del Premio avrà luogo al Teatro Parioli di Roma lunedì 12 aprile, alle ore 20,30, alla presenza di numerosi esponenti dello spettacolo e della cultura; una manifestazione realizzata con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma e il contributo e patrocinio della Società Italiana Autori ed Editori.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ronchey: “scompare maestro giornalismo”

Posted by fidest press agency su martedì, 9 marzo 2010

«Apprendo con dolore della morte di Alberto Ronchey, uno dei grandi maestri di giornalismo che l’Italia ha avuto. La sua carriera, la sua precisione, la sua signorilità e, al tempo stesso, il suo essere innovativo, sono un esempio da seguire per tutti gli addetti alla comunicazione. Ricordo Ronchey anche come Ministro, un ruolo che fu capace di svolgere con altrettanta professionalità e garbo. Alla sua famiglia va la mia vicinanza e di tutta Roma, la sua città, in un momento così triste e difficile». È quanto dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gesù estraneo al mondo sacerdotale

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 febbraio 2010

Lettera al direttore. Il Gesù dei vangeli non solo era estraneo al mondo sacerdotale, ma non  nutriva alcuna simpatia per gli addetti alle cose sacre. Si potrebbe affermare che fosse un anticlericale. Rivolto ai discepoli: «Ma voi non vi fate chiamare “Rabbì”, poiché uno solo è fra voi il Maestro; tutti gli altri siete fratelli. Nessuno chiamerete sulla terra vostro padre, poiché uno solo è vostro Padre, quello celeste. Non vi farete chiamare precettori, poiché uno solo è il vostro precettore, il Cristo» (Mt 23, 8 – 10). I membri del gruppo dei dodici costituito da Gesù, non erano dignitari ecclesiastici, ma semplici galilei inviati a predicare il vangelo a tutte le genti. Neppure il Tempio sembra gli piacesse. “Mentre egli lasciava il tempio, uno dei suoi discepoli gli disse: «Maestro, guarda che pietre e che costruzioni!». Gesù gli rispose: «Vedi queste grosse costruzioni? Non resterà qui pietra su pietra, che non sia diroccata» (Mc 13, 1-2). C’è da augurarsi che Gesù non torni sulla terra, ché all’uscita dalla Basilica di San Pietro, uno dei discepoli potrebbe dirgli: «Maestro, guarda che statue, che colonne, che cupola». E il Maestro: «Vedi questa meraviglia? Non resterà…». Dio ce ne scampi! (Francesca Ribeiro)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anniversario Venanzo Crocetti

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Roma 3 febbraio 2010, alle ore 17.00 Via Cassia 492,, in occasione del settimo anniversario  della morte dello scultore Venanzo Crocetti, nella sede del Museo,  sarà celebrata una S. Messa in suffragio, da S.E. Reverendissima MGR Francesco Salerno. Dopo la messa, L’On. Antonio Tancredi e il Prof. Lorenzo Canova ricorderanno la figura del Maestro.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli acquisti online

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2009

Grazie a un importante accordo tra CartaSi e MasterCard oltre mille esercenti e-commerce di CartaSi accettano le carte di debito Maestro online. I due big dei pagamenti elettronici sono i primi a compiere questo passo in Italia e ad offrire ai propri esercenti e-commerce l’opportunità di pagare online con le carte Maestro. Da oggi, anche in Italia, si potranno fare gli acquisti online utilizzando uno strumento di pagamento a cui l’e-shopping era precluso: la carta di debito.  Le carte abilitate sono quelle Maestro, il circuito di debito leader in Europa, scelto da oltre 650 milioni di titolari nel mondo. I siti di e-commerce italiani che accettano i pagamenti con le carte di debito Maestro sono gli oltre 1.000 che utilizzano X-Pay, il virtual POS di CartaSi, tra cui quelli di UniEuro e Alpitour.  Gli esercizi commerciali online che utilizzano la piattaforma e-commerce X-Pay di CartaSi hanno così l’opportunità di ampliare in modo significativo il loro bacino di utenza web, acquisendo nuovi clienti in Italia, in Europa e nel mondo, incrementando il loro giro d’affari come già avvenuto con successo in Gran Bretagna e più recentemente in Belgio.
Costituita nel 1986 su iniziativa delle principali banche italiane, CartaSi è stata protagonista dell’evoluzione culturale che ha portato alla diffusione in Italia delle carte di pagamento. Con 7 milioni di titolari e una quota di mercato del 40% in termini di volumi di spesa effettuata con la “moneta elettronica”, le carte CartaSi sono le più diffuse e utilizzate in Italia.
MasterCard Europe è la società responsabile della gestione delle attività di MasterCard Worldwide in Europa. Con sede a Waterloo, Belgio, MasterCard Europe opera in 51 paesi organizzati amministrativamente in tre aree commerciali che costituiscono la Single Euro Payments Area (SEPA), mercati maturi e mercati in via di sviluppo europei che si estendono fino al confine orientale della Russia. MasterCard, in qualità di franchisor, processor e consulente, sviluppa e commercializza soluzioni di pagamento, elabora approssimativamente 21 miliardi di transazioni l’anno e fornisce analisi e servizi di consulenza di eccellenza nel settore a istituzioni finanziarie, clienti ed esercenti. http://www.mastercardworldwide.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »