Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘malati’

Gli obesi in Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 dicembre 2010

“Nel 2015 gli obesi adulti in Italia cresceranno del 40% mentre l’obesità infantile del 200% ” lo ha dichiarato il Prof. Michele Carruba, Direttore del Centro Studi e Ricerche sull’Obesità dell’Università di Milano. Gli individui adulti in Italia che sono in soprappeso sono 16 milioni a cui vanno aggiunte 4 milioni di persone obese con evidenti aggravi sul costo sostenuto dallo Stato per garantire la loro salute. “Questo altissimo numero di malati – continua Carruba – incide sul servizio sanitario nazionale per ben 22,8 miliardi di euro (dato del 2005). Ogni singola persona in sovrappeso costa allo stato 878 euro ogni anno, gli obesi 1653 euro, i gravemente obesi 2220 euro. E’ la cultura di questo Paese che deve cambiare. Finchè il singolo non si renderà conto che l’obesità è un problema medico anziché estetico non si riuscirà mai a diminuire l’incidenza di questa malattia del benessere.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ripristino fondi per malati sla

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 novembre 2010

“Non chiedono la carità ma il rispetto dei diritti che la Costituzione garantisce loro. Sono circa 5.000 i malati di Sla nel nostro Paese e versano in condizioni di totale abbandono, per colpa di un governo che ha smantellato lo stato sociale e ha di fatto azzerato il fondo per la non autosufficienza” lo dichiara Antonio Palagiano, capogruppo di IDV in Commissione Affari sociali della Camera e Responsabile nazionale Sanità del partito che, questa mattina, ha preso parte al presidio permanente che l’associazione nazionale malati Sla ha organizzato sotto il ministero dell’Economia. “In Francia e in Israele, alle famiglie con un malato di Sla lo Stato garantisce assistenza medica altamente specializzata. In Italia, invece, le famiglie dei circa 5.000 malati sono abbandonate a se stesse” aggiunge Palagiano. “Italia dei Valori si batterà in Parlamento perché venga ripristinato il fondo per la non autosufficienza e perché sia approvata, come chiediamo da tempo, la revisione dei livelli essenziali di assistenza (Lea). Quando lo Stato abbandona i cittadini che soffrono, è più crudele della malattia stessa” conclude il Responsabile nazionale sanità del partito.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rispetto e vergogna nell’assistenza dei malati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 settembre 2010

(Centro Maderna)  La rivista tedesca Häusliche Pflege, specializzata nell’assistenza agli anziani, ha dedicato un servizio del proprio numero di aprile 2010 al problema della vergogna tra i residenti anziani delle case di riposo e in particolar modo tra quelli non autosufficienti. La persona anziana in queste condizioni infatti, si sente spesso impotente ed incapace di proteggersi, provando la sensazione di essere continuamente violata nella propria dignità dal personale di servizio. Tre sono, secondo l’articolo, le tipologie di vergogna che interessano queste persone: la vergogna del corpo, ovvero quella legata alle proprie nudità e al disagio derivante dal dover mostrare le proprie piaghe e le proprie parti intime ad estranei, la vergogna dell’identità, legata ad eventuali commenti derisori nei propri confronti, e la vergogna sociale, che scaturisce dalla convinzione di essere diventati inutili per la società e porta all’autoesclusione. Spesso a causa della fretta o della scarsa esperienza, gli assistenti tendono a non tenere in debita considerazione questo fattore così importante per la dignità dei propri assistiti, ma dovrebbe essere compito della direzione degli istituti e di quella del servizio di assistenza, formare il proprio personale affinchè raggiunga “la competenza necessaria per far superare la vergogna, imparando a riconoscere i limiti della vergogna nei pazienti residenziali e ad orientare le proprie azioni di conseguenza.”

Posted in Recensioni/Reviews, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I malati oncologici non sono fannulloni

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 aprile 2010

Il decreto Brunetta, convertito in Legge dal Parlamento da poco più di un anno, colpisce in maniera vessatoria i dipendenti affetti da patologie croniche che devono sottoporsi a controlli periodici. Il Responsabile dell’Osservatorio per la Tutela e lo Sviluppo dei Diritti dell’Associazione “Giuseppe Dossetti: i Valori – Sviluppo e Tutela dei Diritti” (www.dossetti.it), Corrado Stillo, ha dichiarato: <<Presso l’Osservatorio per la Tutela e lo Sviluppo dei Diritti riceviamo continue segnalazioni di cittadini, malati oncologici, che si vedono decurtare dallo stipendio una giornata lavorativa, spesa per compiere i necessari controlli post-operatori o per effettuare visite considerate necessarie dagli specialisti.  Riteniamo che questo provvedimento, pensato ed attuato per i fannulloni e gli assenteisti, sia altamente iniquo, nonché vessatorio ed umiliante, per i malati di gravi patologie, che oltre al danno subiscono la beffa di trattenute dallo stipendio. Sono colpiti dal decreto Brunetta anche gli invalidi al 100% che, pur avendo l’esenzione per patologia, devono sottostare ad una vera angheria per assenze non volute ma necessarie. Chiediamo al Governo di modificare con urgenza il provvedimento, per salvaguardare le fasce di malati che devono assentarsi per un solo giorno per terapie e controlli>>.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Malattie rare

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Nel corso della presentazione del libro della giornalista Margherita De Bac “Noi, quelli delle malattie rare”, qualche giorno fa, presso i prestigiosi saloni del Tennis Club Parioli, l’attore Raoul Bova, intervenendo con un messaggio video registrato, ha sostenuto che in Italia i malati rari sono circa 3 milioni. «A pochi giorni dalla Giornata dedicata alle Malattie Rare – ha commentato Corrado Stillo, responsabile dell’Osservatorio per la Tutela e lo Sviluppo dei Diritti dell’Associazione “Giuseppe Dossetti: i Valori” (www.dossetti.it) – continuano i balletti delle cifre, sia per quanto riguarda il numero di questi malati, sia per i fondi stanziati a loro favore. Noi vorremmo che sul dolore dei malati rari e delle loro famiglie si facesse chiarezza, una volta e per tutte, sui dati di riferimento». Quanti sono i malati rari in Italia? I dati statistici disponibili ufficialmente sono in linea con la realtà? Qual è il giro d’affari sui farmaci orfani e sui fondi destinati alla ricerca? Si chiede l’Associazione “G. Dossetti: i Valori”, presente alla manifestazione, dopo due anni di silenzio dall’invio di una lettera al Ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, in cui venivano chiesti dati reali sui numeri.  «Non vorremmo che sulle malattie rare si giocassero ignobili interessi che nulla hanno a che fare con il diritto alla salute garantito a tutti i cittadini – ha continuato Stillo – tre milioni, come sostenuto da Raoul Bova, o 70mila classificati dagli Organi Sanitari Nazionali, sono dati troppo discordanti fra loro. La chiarezza delle cifre e la loro veridicità permettono l’uso di risorse pubbliche di cui oggi c’è veramente bisogno». Per l’Associazione “G. Dossetti: i Valori” la partita è ancora aperta e, convinta che si debba partire da dati reali per costruire un “Respiro Unico” e per portare avanti una battaglia che sia coerente tutti i giorni dell’anno, invita le Istituzioni preposte a darsi da fare per dare risposte sicure a quanti aspettano ancora il rispetto della loro dignità.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Uranio: conferenza vittime

Posted by fidest press agency su domenica, 3 gennaio 2010

Lecce 4 Gennaio – ore 12.00 sala delle conferenze  Palazzo Adorno sede della presidenza della Provincia, in via Umberto I. Le denunce di nuovi casi di militari morti e malati per probabile contaminazione da uranio impoverito. Il bilancio sul numero delle vittime, molto più preoccupante di quello fornito dall’allora ministro della Difesa Parisi in Commissione di inchiesta. Un dossier sul poligono salentino di Torre Veneri. Le testimonianze di alcune vittime pugliesi, tra cui quella del salentino Carlo Calcagni, capitano dell’Esercito reduce dalla Bosnia, in procinto di affrontare l’ennesimo intervento, questa volta in Inghilterra, senza il sostegno di nessuno, e della madre di un altro ex militare ora malato di cancro. Vi partecipano  i legali dell’associazione, i familiari delle vittime, i militari malati, il Presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, i parlamentari Teresa Bellanova (Pd), e Maurizio Turco (Radicali – Partito diritti militari), primo firmatario di una recente proposta di legge per l’istituzione di una nuova commissione parlamentare di inchiesta sull’uranio.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Donazione degli organi

Posted by fidest press agency su domenica, 13 dicembre 2009

Roma, 16 dicembre Teatro Capranica Piazza Capranica 101 – Ore 20 Anche quest’anno l’Associazione Amici del Trapianto di Fegato organizzerà un’iniziativa a favore della sensibilizzazione alla donazione degli organi. Il 16 dicembre, presso il Teatro Capranica di Roma, avrà, infatti, luogo il Gala grazie al quale, dalla nascita dell’Associazione, sono stati raccolti fondi destinati alla cura di malati di fegato e alla ricerca scientifica. La 4ª edizione dell’iniziativa comprende la tradizionale cena a tavola  su prenotazione,  allietata come sempre da artisti di teatro e musica: quest’anno a fare gli onori di casa saranno il comico Riccardo Rossi e il gruppo gospel Happy Day Gospel Singers. Rilevante la presenza del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, On. Gianni Letta, e del Direttore del Centro Nazionale Trapianti, Dott. Alessandro Nanni Costa, che insieme ad illustri colleghi consegneranno alcune targhe a meritevoli esponenti del mondo scientifico e trapiantologico.Il ricavato della serata sarà destinato prevalentemente a due progetti: l’apertura e la gestione di una casa di accoglienza per i pazienti residenti fuori dalla Regione Lazio e la formazione sulla comunicazione medico-paziente per i giovani medici-specializzandi e operatori sanitari dei reparti trapianti nella Regione Lazio, grazie alla collaborazione con Claudio Belotti, condirettore della  NLP Italy e coautore del testo universitario Comunicazione Medico-Paziente.
Nata nel marzo 2006 per iniziativa di alcuni pazienti trapiantati e alcuni medici dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – Policlinico A. Gemelli, l’Associazione Amici del Trapianto di Fegato ha deciso di iniziare da alcuni anni una campagna di sensibilizzazione alla donazione, ispirandosi ai principi della solidarietà umana, ed informando l’opinione pubblica sulle vitali problematiche della carenza di donatori. L’Associazione si prefigge di fornire informazioni sul trapianto di fegato, di sostenere moralmente pazienti e familiari, prima e dopo il trapianto, e dare loro il necessario aiuto. Collabora inoltre con le strutture specialistiche e promuove attività di studio, formazione e ricerca nell’ambito dei trapianti d’organo. Presidente dell’Associazione è Emanuela Mazza, trapiantata di fegato nel 2003 e autrice del libro autobiografico Quando ti svegli. Storia di un trapianto di Fegato (Armando Editore); Vice Presidente il Prof. Salvatore Agnes,  Direttore Unità Operativa Chirurgia Sostitutiva all’Università Cattolica Sacro Cuore (Istituto di Clinica Chirurgica) e Segretario il Prof. Antonio Gasbarrini, Dirigente Medico Medicina Interna e Angiologia Policlinico Gemelli di Roma.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le strane riforme

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 novembre 2009

Lettera al direttore. Caro direttore, vorrei fare un elogio al ministro Alfano e a tutti coloro che sostengono il disegno di legge per il “processo breve”, per la loro sublime eccelsa capacità di arrampicarsi sugli specchi al fine impossibile di dimostrarne la ragionevolezza. Non è da tutti. Alle volte però qualcuno fosse in perfetta buona fede, la storiella che segue potrebbe chiarirgli le idee. In uno strano ospedale di uno strano  paese, le apparecchiature mediche erano obsolete. Inoltre c’era anche l’inconveniente che qualche chirurgo ed alcuni infermieri, non erano molto svelti nell’adempiere il loro delicatissimo compito. Certo è che le operazioni duravano troppo, e il ritardo andava a scapito dei malati.  Arrivò un nuovo primario e diede un ordine tassativo:  gli interventi non sarebbero dovuti durare più di mezz’ora. Il problema era risolto. Il fatto è però che per quanto chirurghi e infermieri si dessero da fare, molte operazioni restavano a metà, e i pazienti stendevano le cuoia. (Attilio Doni Genova)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Respirare il mare”

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2009

Roma 01 Dicembre dalle ore 9,30 presso la sede della Regione Lazio Sala Tevere Via Cristoforo Colombo 212, terza edizione del progetto “Respirare il mare” ad iniziativa di ALAMA (Associazione Laziale Asma e Malattie Allergiche), FEDERASMA Onlus (Federazione Italiana delle Associazioni di Sostegno dei Malati Asmatici e Allergici), CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale) e l’Associazione Nautica Maestrale. Nel corso dell’incontro verranno presentati il programma e le novità dell’ edizione 2010 di “RESPIRARE IL MARE”, il progetto nato per favorire l’integrazione e l’accesso allo sport ai giovani soggetti allergici e asmatici e che mira a coinvolgere tutti i giovani e i giovanissimi sui temi della prevenzione e dei benefici risultanti dall’adozione di corretti stili di vita e dalla pratica dell’attività fisica. L’evento sarà l’occasione anche per il lancio della nuova edizione di “Disegna il tuo  Respirare il mare” e per la Premiazione dei vincitori del edizione 2009.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Malati sul luogo di lavoro

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 ottobre 2009

Dal 19 al 23 ottobre si svolge la Settimana europea per la salute e la sicurezza sul lavoro, nell’ambito della campagna bi-annuale sugli ambienti di lavoro sani e sicuri, ed è organizzata dall’Agenzia per la salute e la sicurezza sul lavoro (EU-OSHA) e dai suoi partner. La settimana europea intende incrementare i livelli di consapevolezza e comunicare l’importanza della valutazione del rischio per tutti i posti di lavoro. L’EU-OSHA e i suoi partner procedono in questo senso Incoraggiando i datori di lavoro, i lavoratori e altre parti fondamentali a svolgere un ruolo attivo nella campagna paneuropea. Rafforzando la consapevolezza sia delle responsabilità legali che della necessità pratica di valutare i rischi sul luogo di lavoro.  Promuovendo gradualmente un semplice approccio alla valutazione dei rischi, semplicemente utilizzando materiale informativo gratuito disponibile sul sito EU-OSHA. Stimolando le aziende (in particolare le microimprese e le PMI) a svolgere internamente la loro valutazione del rischio.  Per la prima volta, l’EU-OSHA ha invitato i partner europei a prendere parte alla campagna, aiutando a diffondere il messaggio. 43 tra aziende e organizzazioni hanno risposto positivamente a questo invito lavorando alacremente per dare alla valutazione del rischio un ruolo rilevante e,  durante la Settimana europea si occuperanno in particolare dell’organizzazione di attività in tutta Europa. Allo stesso tempo, I Focal Point dell’’EU-OSHA (istituzioni nel campo della SSL operanti in ciascun paese) sono operatori fondamentali per rendere la campagna una realtà a livello nazionale.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Infezioni ospedaliere

Posted by fidest press agency su domenica, 6 settembre 2009

Gli agenti killer che viaggiano nelle corsie degli ospedali si chiamano, per lo più, batteri, miceti e virus. In una circolare del ministero della Sanità di 20 anni fa, ma che alla prova dei fatti oggi resta di attualità sui dati segnalati poiché poco è cambiato nel frattempo, si precisa che i batteri sono quelli che con più frequenza sono stati riconosciuti responsabili dei gram negativi (70% mentre le Pseudomonas, l’E-coli, le Klebsielle e Salmonelle raggiungono, nel loro insieme, il 90% delle infezioni) mentre tra i gram positivi gli stafilococchi sono stati i più frequenti. Ma quale può essere il veicolo che attraversa invisibile le corsie e si ferma sui malati? Questa insidia si manifesta in modo diverso e a volte subdolo. Pensiamo all’aumento delle tecniche invasive per la diagnosi e la terapia, all’incremento del numero delle persone che assistono i pazienti (visitatori, parenti, amici, ecc.) alla maggiore mobilità del paziente all’interno dell’ospedale, alla presenza di personale non adeguatamente preparato alla prevenzione delle infezioni e alle strutture architettoniche e dei servizi non adeguate. Quando nel Medioevo si parlava di untori probabilmente i nostri antenati erano consapevoli di un qualcosa che la scienza oggi ha definito in termini senza dubbio più chiari. Noi, in pratica, siamo degli “inconsapevoli” portatori di batteri ed il naturale veicolo sono le mani, nello specifico, perché toccano, coprono la bocca ai colpi di tosse, si lavano poco di frequente e via di questo passo. A questo punto può apparire un controsenso ma le corsie ospedaliere diventano di fatto il luogo più insidioso in quanto i malati sono più che altrove esposti a notevoli rischi trasmessivi. Tanto per cominciare dobbiamo pensare che si abbassa notevolmente la difesa immunitaria dei degenti in specie se leucemici, immunodepressi, in terapia intensiva, ustionati, ecc. Per questi soggetti, più degli altri, le abituali caratteristiche epidemiologiche delle infezioni ospedaliere sono stravolte e si richiedono, quindi, misure particolari per ridurre al minimo i rischi d’infezione. La riflessione che oggi possiamo fare tutti insieme è che dobbiamo acquisire una maggiore consapevolezza di quanto possa essere importante tenere in debita considerazione tutto quel mondo che ci ruota intorno che è invisibile ai nostri occhi ma che è capace di produrre danni a volte irreversibili alla nostra salute e se ci va bene, si fa per dire, per il semplice fatto che ci procura un raffreddore o una influenza o una bronchite non vuol dire che non possa essere foriero di infezioni più gravi e se già malati a complicanze anche mortali. (fonte studio sermonti)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Raccogliere fondi a favore della ricerca sulla SLA

Posted by fidest press agency su sabato, 13 giugno 2009

Cremona 19 giugno al Golf Club Il Torrazzo L’orgoglioso obiettivo raggiunto in occasione della VI Pro Am Fondazione Vialli e Mauro Golf Cup, in cui sono stati raccolti 120.000 euro, non ha certo “fatto sedere” la Fondazione. La partita contro la SLA continua e Gianluca Vialli e Massimo Mauro non vogliono lasciare il campo prima del triplice fischio finale dell’arbitro. Proprio il Trofeo Stradivari, gara a coppie su 18 buche, lo scorso anno ha permesso di raggiungere un altro traguardo importante: grazie agli amici che hanno sostenuto l’evento nel 2008 si è potuto acquistare e donare un elettromiografo al Centro Clinico Nemo, centro nato dai pazienti e per i pazienti, con l’obiettivo di garantire una sempre migliore qualità della vita ai malati e ai loro familiari. Il Centro Clinico NEMO, che si trova presso il padiglione “De Gasperis” dell’Azienda Ospedaliera Niguarda Ca’ Granda di Milano, ha ricevuto dalla Fondazione nelle scorse settimane due donazioni di circa 12.000 e 48.000 euro, utilizzate per acquistare rispettivamente alcuni saturimetri e l’elettromiografo, strumenti indispensabili per garantire nella massima sicurezza e praticità lo svolgimento di alcune delle attività quotidiane all’interno del Centro Clinico.  Più precisamente, il saturimetro è un dispositivo che misura in modo indiretto, quindi non intrusivo, la quantità di ossigeno presente nel sangue dei pazienti con malattie neuromuscolari. L’elettromiografo, invece, è lo strumento attraverso il quale è possibile eseguire l’elettromiografia (EMG), un esame che rientra nell’ambito della Neurofisiologia Clinica e che comprende sia l’analisi dell’attività muscolare (a riposo e non), sia lo studio della conduzione nervosa, motoria e sensitiva. Ora, grazie alla nuova strumentazione acquisita, medici e operatori che lavorano all’interno della struttura potranno migliorare ulteriormente la qualità delle proprie prestazioni, mantenendo sempre al centro della propria attività e del proprio impegno la persona, che nella sua globalità fisica, psichica, affettiva e relazionale è ogni giorno il fulcro di questo progetto, all’interno del quale la comunicazione e il dialogo tra medici e pazienti sono continui, chiari e diretti.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Obesità fenomeno di massa

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 giugno 2009

“L’obesità è un fenomeno di massa assoluto con numeri da epidemia impressionanti: circa 60milioni di obesi in Cina, 91milioni negli Usa, 14 milioni in Gran Bretagna, 6milioni in Italia solo per dare alcune cifre”. A parlare il Vicesindaco di Roma, sen. Mauro Cutrufo che oggi interverrà al XVII Congresso della Sicob. “Tutto ciò comporta per lo Stato aggravi economici enormi per i costi sanitari della pattuglia di malati più numerosa che ci sia, quella che va sotto il nome di  cardiopatici, diabetici, ipertesi, patologie correlate e conseguenti a soprappeso ed obesità – ha detto Cutrufo, estensore del primo disegno di legge sull’obesità che, approdato in commissione,  presto arriverà all’esame dell’Aula di Palazzo Madama. “Se traduciamo qualche percentuale in dollari, capiremo meglio l’enormità del problema; secondo le stime dell’Oms l’India subirà una perdita economica di 236 miliardi, destinati in buona parte a coprire il forte aumento della spesa sanitaria. “La politica, non solo nel nostro Paese, ha fino ad oggi sottovalutato un problema che ormai è cresciuto in modo esponenziale, anche se finalmente si è arrivati a comprendere che l’obesità è una malattia e come tale va trattata. In Italia il soprappeso riguarda il 42,5% dei maschi, mentre sono obesi il 10,5%. Per le donne in soprappeso il numero scende (26,6%) mentre aumentano le obese (9,1%). Continuando di questo passo nel 2025 il tasso di obesità in Italia negli adulti aumenterà del 43%.  Negli altri Paesi sono stati messi a punto sistemi di prevenzione e linee guida comportamentali, anche la Commissione europea ha istituito un “Libro bianco” sulla materia. Questi provvedimenti sono senza dubbio fondamentali, ma è il Parlamento a dover legiferare  su questa complessa materia, a supporto e sostegno da queste persone affette da un vero e proprio handicap, che condiziona la loro vita lavorativa e sociale. Agire significa anche riuscire a portare a diminuzione la percentuale di obesi e parallelamente il numero di diabetici, cardiopatici ed ipertesi nel mondo”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Servizi inefficienti

Posted by fidest press agency su martedì, 7 aprile 2009

“Gli italiani sono degli ingrati perché anziché essere orgogliosi di avere i politici più pagati del mondo o d’essere i maggiori acquirenti di orologi di lusso perdono tempo con queste sciocchezze. Farebbero meglio a fare come ha già fatto il papa recentemente e ad apprezzare il buddismo. In questo modo valuterebbero quindi positivamente gli ospedali italiani dove si entra sani o leggermente malati e si esce , a volte, devastati se non addirittura morti.” Questo il duro attacco del responsabile per il Lazio del movimento Italia dei Diritti alla notizia dei disagi subiti al pronto soccorso pediatrico del Policlinico Umberto I dove lo scorso week-end genitori e piccoli pazienti hanno atteso ore a causa del personale insufficiente a fronteggiare le varie emergenze succedutesi. I genitori hanno comunque compreso la criticità della situazione e ammesso che il personale sanitario ha fatto il possibile, ciņ non ha però impedito la protesta scaturita dall’esasperazione. L’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro replica polemico: “I medici certamente non possono aspettare il verificarsi di una tragedia per denunciare l’inefficienza del servizio e la solidarietà espressa dai familiari č la conseguenza della cosiddetta sindrome di Stoccolma: gli psichiatri indicano con tale nome l’affezione che prova il prigioniero nei confronti del proprio rapitore  e carnefice. A parte questa facile ironia questo paese dimostra con questo scandaloso episodio di essere avviato verso una sorta di suicidio collettivo e di inarrestabile autodistruzione. L’infanzia è infatti la speranza e chi ammazza di fatto i bambini uccide il futuro.”

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »