Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘mandato’

Dura lex sed lex: Il mandato parlamentare

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 marzo 2018

Se non vogliamo andare molto lontani nel tempo e ci limitiamo alla storia italiana di questi ultimi anni dobbiamo riconoscere che avrebbe avuto un diverso corso se chi è stato eletto in una lista fosse rimasto coerente con il suo mandato elettorale.
Tralascio, per carità di patria, i volta gabbana a pagamento. Mi riferisco a chi ha affermato di averlo fatto per libera scelta, per un caso di coscienza, ecc. Sono persone che meriterebbero apprezzamento se fossero stati conseguenti dimettendosi dalla carica assunta per volontà popolare. Costoro hanno, invece, disatteso il mandato ricevuto perché chi li ha votati l’ha fatto aderendo a un progetto politico di cui ne facevano parte ed essi si ponevano come fedeli interpreti. La stessa costituzione che rispetta il parlamentare che cambia opinione dovrebbe aggiungere che lo stesso parlamentare dovrebbe ripresentarsi al suo elettorato e farsi giudicare dallo stesso per le sue mutate idee. Questa è coerenza e mi pare che anche in altri ambiti della vita da quella civile a quella economica se un manager esce dalla linea guida aziendale è rimosso, se non licenziato. A tutto questo dovremmo aggiungervi il noto vizietto tipicamente italiano e che un politico di lunga militanza aveva così riassunto: se due italiani scendono in politica avremmo di certo due nuovi partiti e tre correnti. E allora che si facciano pure i due partiti e relative correnti, ma vadano a farli altrove. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dov’è il buon governo?

Posted by fidest press agency su sabato, 19 agosto 2017

Palazzo chigi1Da anni, oramai, l’Italia soffre di quel male oscuro che possiamo indicare nella mancanza di un governo che sappia essere virtuoso nell’esercizio del suo mandato. Si ha l’impressione che la stessa democrazia, che i nostri padri hanno costruito con tanta fatica e al prezzo di non poche vite immolate alla causa, oggi è messa in discussione. Si è voluta creare una condizione favorevole perché si possa favorire al meglio un rapporto tra la volontà popolare e chi è demandato a governarla. Sulla carta tale condizione aveva tutte le premesse per funzionare al meglio. La fattispecie pratica non ha rilevato la validità di tale rapporto. Oggi abbiamo amministratori eletti in nome del popolo che si rivelano negatori del mandato ricevuto e che sovente cambiano casacca politica. Viene, praticamente, stabilito un nuovo primato che è quello di una riedizione, corretta e riveduta, ma fondamentalmente la stessa, di quando l’imperatore si serviva di vassalli, valvassori e valvassini per esercitare il suo potere e delegare le sue prepotenze ai servi della gleba. E quando gli umili si sono sentiti riscattati dalle rivoluzioni borghesi e hanno confidato su una cultura del consenso a più voci di fatto su sono rivisti respinti nel loro ghetto, sia pure con forme di trattamento più raffinate ma anche più sadiche, rispetto ai tempi passati. Lo scoramento sta nella consapevolezza che non è la volontà di popolo che prevale ma è quella di una minoranza che si sente portatrice di un potere che va oltre il consenso democratico che pure sa imbrigliare volgendolo a proprio favore, per riconoscere che si può vivere solo in un modo che è quello dell’avere e non dell’essere. E se vogliamo restare alla realtà odierna niente di più infausto è il governo che si è dato l’Italia dove l’esercizio del potere fa scempio della volontà popolare, la condiziona con martellanti messaggi mediatici, l’addormenta con una speranza di tempi migliori e umilia la politica rendendola uno strumento inutile e costoso. Forse non ci rendiamo del tutto conto che stiamo perdendo del tutto la nostra libertà, che stiamo subendo l’attacco più proditorio e satanico dei poteri forti dove non domina la maggioranza di popolo ma una ristretta cerchia e che non esita a renderci consapevoli che non esiste libertà, giustizia e uguaglianza se non si appartiene alla schiera degli eletti, di quella minoranza che si rifà al 10% della popolazione mondiale. Gli altri sono tutti figli di una razza inferiore, a metà strada tra la scimmia e l’essere umano. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Proroga del mandato di un anno del Rettore dell’Università di Parma

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 marzo 2012

Ieri giovedì 15 marzo 2012 alle ore 10.00 sono stati convocati in seduta congiunta il Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione, al fine di dare formalmente immediata e ampia informazione all’Ateneo del ricevimento di una nota del Ministero nella quale viene comunicata la proroga del mandato del Rettore in carica fino al termine dell’anno accademico 2012/2013. La nota è stata inviata in coerenza con quanto già disposto per le altre Università nelle stesse condizioni di adozione dello Statuto dell’Università di Parma. Nel prendere atto di quanto comunicato, il Rettore ha comunque ribadito la necessità di procedere celermente nel processo avviato di riconfigurazione dei nuovi organi e delle nuove strutture.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rappresentanze militari: richiesta convocazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 marzo 2011

coat of arms of the Aeronautica Militare (Ital...

Image via Wikipedia

L’organo di rappresentanza (Cocer) dell’Aeronautica militare si rende promotore di una richiesta intesa ad un incontro urgente tra il Co.Ce.R., Co.I.R. ed i Co.Ba.R. confluenti della F.A., al fine di confrontarsi in tale circostanza con l’intero corpo elettivo della Rappresentanza Militare dell’A.M. sull’attività complessivamente svolta e  per meglio raccogliere le istanze provenienti dalla Base nonché per definire l’opportunità o meno di procedere sino a termine del mandato così come da recente norma di proroga. Di formalizzare, altresì, la  costituzione di un Gruppo di Lavoro quale “Comitato Organizzatore – Incontro COCER/COIR/COBAR” composto da cinque delegati della R.M. da indicare allo Stato Maggiore.
Non c’è dato di sapere in dettaglio le ragioni che motivano tali richieste ma, da indiscrezioni, si fa notare che esiste un forte malcontento della base che in qualche modo si vuole rappresentare nelle sedi competenti per cercare di trovare uno sbocco valido per contemperare le diverse esigenze tra le ristrettezze del bilancio pubblico e il disagio esistenziale di un personale impegnato ad attività sempre più stressanti ma poco riconosciute dal punto di vista economico e normativo. D’altra parte economie di esercizio potrebbero essere realizzate se si pensa ai tanti dispendi in atto. Un esempio di questi giorni sono i circa 400 milioni di euro che si potrebbero evitare se si accorpassero le elezioni locali con i referendum abrogativi mentre, com’è noto, si vogliono tenerli divisi al solo scopo di non far raggiungere ai referendum il quorum per renderli validi. Un calcolo politico che non tiene conto della necessità del Paese di ridurre gli sprechi e le spese evitabili. Questo è intollerabile a fronte di una esigenza fortemente sentita e che non riguarda solo il comparto difesa-sicurezza, ma anche la scuola, la giustizia e il welfare. E’ tempo che si faccia sentire forte il richiamo ad una politica che vada oltre le promesse e si renda più virtuosa e attenta sul terreno della spesa perché possiamo anche condividere la necessità di stringere la cinghia ma non è accettabile che poi si latita sul fronte della spesa nel nome degli sprechi.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Fli: senatori eleggono Viespoli capogruppo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 febbraio 2011

“Il Gruppo Fli del Senato si è riunito immediatamente a seguito delle dimissioni del capogruppo e ne ha condiviso le motivazioni. Il gruppo ha poi proceduto ad eleggere il proprio capogruppo nella persona dello stesso senatore Pasquale Viespoli quale sintesi delle diverse posizioni emerse all’interno del gruppo e  con il mandato unanime di assicurare il posizionamento politico nel centrodestra”. Lo dichiarano in una nota i senatori del Gruppo FLI al senato.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un saluto a Carlo Bonometti

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Bergamo. Oltre 300 operatori – fra medici, infermieri, tecnici e amministrativi – degli Ospedali Riuniti hanno voluto salutare personalmente Carlo Bonometti, al suo penultimo giorno di mandato come direttore generale dell’Ospedale di Bergamo, dove era arrivato nel 1995 con l’incarico di direttore amministrativo.  In un’affollatissima Sala Consiliare, è stato l’attuale direttore amministrativo, Gianpietro Benigni, a nome di tutti gli operatori degli Ospedali Riuniti, a consegnare a Carlo Bonometti una pergamena che vuole essere un ringraziamento e insieme un ricordo dei 15 anni trascorsi a Bergamo, rivolgendosi al “nostro” direttore generale con queste parole: “E’ stato un grande lavoratore, leale e appassionato, attento ai risultati, defilato sulla propria immagine, corretto valutatore dei propri collaboratori, ma anche un giudice severo verso se stesso e verso gli altri. Torni qualche volta in questa città, che le deve molto e che è stata la sua seconda casa per tutti questi anni. Si fermi a guardare il nuovo ospedale, per il quale ha lavorato con amore, lealtà ed entusiasmo, per dare a Bergamo una struttura di assoluta eccellenza”.
Parole accolte da un lunghissimo e caloroso applauso durato diversi minuti e commentate così da Carlo Bonometti: “Ho fatto solo il mio dovere, mettendoci sempre un po’ di passione. Ho sempre creduto che chi fa sanità negli ospedali non è il direttore generale. Il suo compito è quello di mettere tutti gli altri nelle condizioni migliori per lavorare al massimo e per crescere. In questi anni insieme abbiamo fatto un importante percorso e le numerose testimonianze di affetto che ho ricevuto in questi giorni sono state il regalo più bello che potevate farmi. Grazie a tutti. Vi chiedo solo un’ultima cosa: non disperdete lo straordinario patrimonio di eccellenze e di professionalità che questo ospedale custodisce, perchè sarebbe un delitto imperdonabile nei confronti di tutti i bergamaschi e di tutti i cittadini.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo gestore fondo obbligazionario

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 settembre 2010

State Street Global Advisors (SSgA), la divisione investment management di State Street Corporation (NYSE: STT), ha annunciato oggi di essere stata nominata dal fondo pensione italiano Pegaso a gestire un mandato obbligazionario attivo per un valore superiore a  60 milioni di euro.Il Fondo Previdenziale Pegaso è il Fondo Pensione Complementare per i dipendenti delle imprese di servizi di pubblica utilità e per i dipendenti di Federutility. “Siamo onorati di lavorare con Pegaso, uno dei più importanti fondi pensione in Italia, offrendo una soluzione di investimento indirizzata specificatamente ai suoi obiettivi” ha commentato Marco Fusco, managing director di State Street Global Advisors in Italia. Il mandato sarà gestito dal team di SSgA con sede a Londra specializzato in gestioni obbligazionarie attive.  “Siamo orgogliosi di essere stati nominati da Pegaso per la gestione di un mandato obbligazionario attivo” ha commentato Bill Street, co-head of the Global Fixed Income team at State Street Global Advisors. “In un settore come quello ambientale soggetto a rapide evoluzioni, i gestori obbligazionari hanno bisogno di lavorare con gli investitori per offrire soluzioni di investimento su misura che incontrino le loro esigenze specifiche, come ad esempio guadagnare efficienze di costo, avere accesso ad un ampio assortimento di esposizioni di mercato, diversificazione e liquidità.”
State Street Global Advisors (SSgA) è leader globale nell’asset management su cui investitori sofisticati da tutto il mondo fanno affidamento per un disciplinato processo di investimento, una efficiente piattaforma globale di investimento e la possibilità di accedere a qualunque asset class, range di capitalizzazione e stile. SSgA  è la divisione di investment management di State Street, uno dei leader mondiali nell’offerta di servizi finanziari per gli investitori istituzionali.
State Street Corporation (NYSE: STT) è uno dei leader mondiali nei servizi finanziari dedicati agli investitori istituzionali che includono investment servicing, investment management ed investment research e trading. Con 19 trilioni di dollari in asset sotto custodia e amministrazione e 1,8 trilioni di dollari di asset in gestione al 30 giugno 2010, State Street è presente in 25 paesi e in più di 100 mercati geografici a livello mondiale. Per ulteriori informazioni visita il sito http://www.statestreet.com.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Operatori sicurezza: predicare bene, razzolare male

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 luglio 2010

Dal 6 al 10 luglio 2010, si è svolta ad Oslo (Norvegia) la 19ma Sessione annuale dell’Assemblea parlamentare dell’OSCE(Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa), il cui tema è stato “Lo stato di diritto: lotta alla criminalità organizzata transnazionale e alla corruzione”. Ai lavori hanno partecipato il Presidente della Delegazione italiana, on. Riccardo MIGLIORI (PdL), gli onorevoli Claudio D’AMICO (LNP), Pierluigi MANTINI (UDC), Matteo MECACCI (Radicali), Guglielmo PICCHI (PdL) e i senatori Laura ALLEGRINI (PdL), Luigi COMPAGNA (PdL), Mauro DEL VECCHIO (PD), Andrea MARCUCCI (PD) e Nino RANDAZZO (PD). Il Presidente Migliori è stato eletto a larghissima maggioranza Vice Presidente dell’Assemblea per un mandato triennale, che scadrà nel 2013. Le tre Commissioni generali hanno provveduto al rinnovo dei propri Uffici di Presidenza: si segnala la rielezione per acclamazione dell’on. Matteo Mecacci alla carica di Relatore per la III Commissione generale Democrazia, Diritti umani e Questioni umanitarie; Mecacci e’ stato quindi eletto Presidente del Gruppo Liberale all’interno dell’Assemblea Parlamentare dell’OSCE. I lavori si sono conclusi con l’approvazione della Dichiarazione finale di Oslo, che, come di consueto, riunisce le Risoluzioni delle tre Commissioni Generali e quelle scaturite dagli argomenti supplementari presentati e approvati dalle Commissioni competenti.
La Risoluzione sui diritti dei Militari, impegna i Paesi Membri a garantire il rispetto di alcuni diritti fondamentali delle persone che prestano il loro servizio nelle forze armate. In particolare, la risoluzione chiede a tutti i paesi dell’OSCE di promuovere in modo effettivo l’esercizio della libertà di associazione e di espressione rimuovendo gli ostacoli posti ai componenti delle forze armate. Nel documento dell’OSCE approvato all’unanimità vengono però mosse severe critiche a quei Paesi membri dell’UE, come l’Italia, che sull’argomento non collaborano con l’organismo internazionale e non tutelano i diritti e le libertà dei militari, in particolare quello d’associazione e di riunione. Proprio mentre i suddetti parlamentari italiani ad Oslo votavano a favore della libertà  d’associazione professionale, il 7 luglio i loro rispettivi Gruppi parlamentari alla Camera dei Deputati bocciavano quasi all’unanimità la proposta dell’On. Maurizio Turco (PR) in materia di libertà sindacale (unica solita eccezione il Partito Radicale).

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rappresentanza militare

Posted by fidest press agency su domenica, 11 luglio 2010

Chi ha avuto a che fare o vive concretamente la realtà del comparto difesa sa bene quali sono gli aggettivi che qualificano meglio l’attuale strumento di rappresentanza militare: insignificante ed obsoleto. Tenendo conto di ciò, è quindi molto facile criticare l’operato del Co.Ce.R. Non è mia intenzione difendere a spada tratta il suo operato; le comunicazioni ufficiali avvengono con mezzi ufficiali. Ma il fatto che io sia membro dell’organo incriminato è giusto che renda conto della mia condotta personalmente, cercando di evidenziare come, all’interno dell’istituzione, sussistono anche posizioni diverse da quella emergente e più palese. Per prima cosa, c’è da dire che sono al primo mandato, e la mia condotta si inserisce quindi all’interno di una prassi inveterata, e come tale difficile da scardinare; in secondo luogo, appartengo al ruolo più debole delle forze armate, escluso e sconosciuto ai media, all’opinione pubblica, ai parlamenti: all’inizio del mio mandato ci credevano dei ragazzini visto che ci chiamano volontari. Per risolvere questa lacuna ho aperto personalmente il sito http://www.facebook.com/l/42982QjN1A2 rf0hOO8ybB08YkmA ;www.girolamofoti.com, interamente dedicato alla truppa; per lo stesso fine, a titolo gratuito, ho assunto la conduzione di un telegiornale sulle tematiche del comparto; ho denunciato attraverso il settimanale “il venerdì di repubblica ” il sottoimpiego dei militari, ho incontrato parlamentari e trasmesso loro documenti che interessano il ruolo che rappresento, ho sempre sostenuto che il riordino delle carriere sia una grossa balla utile a scopi propagandistici, in commissione difesa al Senato ho abbandonato l’aula perchè non potevo accettare interventi a mio avviso denigratori di alcuni politici, e per il clima poco democratico; di risposta mi etichettavano come “populista”, “comunista” , ” polemico”, “politicante”, altri uscivano fuori con pettegolezzi sulla mia persona; va anche detto che la visibilità così ottenuta ha raccolto l’attenzione non proprio amica del gruppo di parlamentari radicali in seno al Partito Democratico, e solo per aver denunciato attraverso un agenzia di stampa gli sprechi della casta a cui seguivano i tagli alla difesa, il precariato delle forze armate , “Ho subito addirittura un interrogazione parlamentare”. Ho criticato il governo per le sue manovre finanziare, per aver disatteso le promesse fatte in campagna elettorale, quando si attaccava il governo Prodi, dimostratosi alla fine l’unico ad aver irrogato un aumento sostanzioso. Il forse prosaico elenco è quello che è noto a tutti, perchè emerso a mezzo stampa; c’è poi tutto il lavoro invisibile di ogni mia azione a a tutela del personale, ma non voglio ne gloriarmi ne dilungarmi.Ora tutti si accorgono, troppo tardi, del massacro sociale messo in atto dall’attuale governo. Eravamo in pochi a gridare allarme, mentre le critiche verso il CoCeR si sprecavano, perchè incolpare un organo debole è più facile che accusare direttamente il ministro e il governo. A mio avviso, il Co.Ce.R sta facendo quello che può fare, ivi compresa la conferenza; le critiche mi sembrano solo una sterile guerra tra poveri, mentre il malessere aumenta. Spero solo che questa situazione trovi un giorno, quello delle elezioni, le sue giuste conseguenze, negando il voto a chi ci mette le mani nel portafoglio, mentre gode ancora di ingiustificati privilegi. Invito anche ad un sincero mea culpa, ricordandosi ognuno a chi ha dato il voto alle recenti amministrative. (Girolamo Foti Delegato Nazionale del Co.Ce.R Esercito)
Ma chi è Girolamo Foti? potremmo dire di lui chiosando quanto E J. K. Whoddle Kerr  ha scritto per altri:  ”Forte perché libero. Libero perché sincero, con sé, con gli altri, tutti gli altri. Quelli a cui ha tolto e quelli a cui ha dato. Sopravvalutato da alcuni e sottovalutato da altri. Ma mai banale, mai insapore, mai incolore.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Approvato consuntivo della Cdc di Bari

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 aprile 2010

Interventi di promozione economica per oltre 5 milioni di euro. Positivo per 2 milioni e 600 mila euro il risultato della gestione corrente, grazie ai maggiori ricavi (2 milioni di euro circa) e alle economie sulle spese di funzionamento (600 mila euro circa),  “risorse  – ha dichiarato il presidente dell’ente Luigi Farace – che saranno messo a disposizione delle imprese nel 2010, accrescendo così la voce di bilancio per la promozione”. E’ stato approvato ieri sera all’unanimità dal Consiglio della Camera di Commercio di Bari il Bilancio di Esercizio 2009, ultimo di questo Governo in scadenza di mandato a fine luglio.   Subito dopo il Consiglio si è riunita la giunta dell’ente. Fra le iniziative deliberate il sostegno all’edizione 2010 del progetto “Mangia sano e guadagna salute”,  “finalizzato – spiega il presidente Farace –  a raggiungere due obiettivi: promuovere i prodotti alimentari delle aziende locali, che subiscono la pesante e sleale concorrenza di quelle estere e diffondere le buone e sane abitudini alimentari nelle scuole materne della provincia, attraverso la merenda a base di frutta, verdura e latte.  In questa seconda edizione abbiamo aggiunto il latte, altro prodotto locale di grande qualità,  di cui vogliamo diffondere il consumo”.  La Giunta inoltre ha fissato per il 10 maggio alle 10,30 nella sala convegni dell’ente la presentazione del prezioso volume “120: la storia antica di un’istituzione moderna” , dedicato ai 120 anni della Camera di Commercio di Bari.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Immobili: amministratori e risarcimenti

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 aprile 2010

Il Tribunale di Bari, con la sentenza 967 del 17 marzo 2010, conferma quello che e’ un consolidato orientamento giurisprudenziale: l’amministratore uscente (dimissionario o revocato) e’ obbligato a restituire la documentazione condominiale e la cassa in suo possesso; se dal ritardo ne consegue un danno, il condominio, che ne’ puo’ dare prova, e’ legittimato a chiedere il risarcimento. Secondo il giudice, infatti, ”l’amministratore del condominio configura un ufficio di diritto privato assimilabile al mandato con rappresentanza, con la conseguente applicabilita’, nei rapporti tra l’amministratore e ciascuno dei condomini, delle disposizioni sul mandato. Pertanto, a norma dell’art. 1713 c.c., alla scadenza l’amministratore e’ tenuto a restituire cio’ che ha ricevuto nell’esercizio del mandato per conto del condominio” (Trib. Bari 17 marzo 2010 n. 967). Come agire per tutelarsi? Il neo amministratore, d’ufficio, o anche uno dei condomini, nel caso d’inerzia del legale rappresentante, può agire in giudizio innanzitutto con un procedimento d’urgenza (il cosi’ detto ricorso ex art. 700 c.p.c.) per l’immediata restituzione di documenti e quanto di pertinenza del condominio e successivamente con una causa ordinaria per ottenere il  risarcimento del danno eventualmente subito. (Alessandro gallucci, legale Aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Class action contro Trenitalia

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 marzo 2010

“Ora basta, ho deciso di partire con una class action  contro Trenitalia!”  E’ questa la dichiarazione di Gianni Cavinato che ieri sera si trovava sul  treno regionale delle 19.15 n. 2287, in partenza da Milano Centrale, binario n.  18, per Bologna. Il treno si è fermato poco dopo la stazione di Rogoredo, in piena campagna, per ben 150 minuti con il locomotore in panne. A Lodi è  arrivato alle 22.15 anziché alle 19.44.  In base alla legge è infatti possibile avanzare una class action, non solo come  Associazione dei consumatori/Comitati utenti, ma anche come singoli cittadini. E’ proprio questa peculiarità rappresentata da Gianni Cavinato che, ovviamente, dà  mandato all’ACU di raccogliere le adesioni dei passeggeri.  Gianni Cavinato, Presidente Nazionale dell’ACU, è un pendolare della  Lodi/Milano dal 2006 che viaggia con abbonamento mensile, ma la sua storia sulla linea Bologna/Milano è iniziata già nel 1993 quando faceva il pendolare da  Piacenza a Milano.  L’esperienza non gli manca, visto che da due anni partecipa anche al tavolo della Regione Lombardia, promosso dall’Assessore Raffaele Cattaneo, sul  Trasporto Pubblico Locale e di recente ha firmato, a nome dell’ACU,  l’estensione del protocollo di conciliazione con Trenitalia nazionale.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo mandato Comitato regioni

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 febbraio 2010

Il Comitato delle regioni si prepara a iniziare un nuovo mandato per il periodo 2010-2015. Alla sua seduta costitutiva i rappresentanti regionali e locali dell’Europa faranno valere il ruolo rafforzato che le nuove disposizioni del Trattato di Lisbona assegnano al Comitato. Il 9 e 10 febbraio si incontreranno a Bruxelles, alla presenza di Manuel Chaves González, terzo vicepresidente del governo spagnolo, 344 presidenti di regione, membri di assemblee legislative regionali, sindaci e membri di consigli provinciali di tutta l’Europa per eleggere i loro nuovi organi direttivi e per dibattere sulle priorità politiche degli enti regionali e locali europei per i prossimi cinque anni, e più in particolare sul futuro della politica regionale. L’Assemblea proseguirà inoltre i suoi lavori nel quadro del processo legislativo adottando diversi pareri importanti.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regionali: candidatura Formigoni

Posted by fidest press agency su martedì, 2 febbraio 2010

“L’eventualità di un “Ventennio formigoniano”, oltre che politicamente poco auspicabile, è semplicemente illegale sul piano giuridico. La legge 165 del 2004 è chiara nel ribadire il limite dei due mandati prevedendo “la non immediata rieleggibilità, allo scadere del secondo mandato consecutivo del Presidente della giunta regionale eletto a suffragio universale e diretto”. Invocare la “non retroattività della norma”, come fa Formigoni, non ha senso, come diversi giuristi hanno gà rimarcato. Non si potrebbe essere più chiari di quanto scritto su Forumcostituzionale.it: “la retroattività non può essere intesa come impossibilità per la legge di considerare come rilevanti ed incidenti situazioni maturate e venute in essere nel passato: è, al contrario, esattamente per questa ragione che si prevedono le ipotesi di incompatibilità e ineleggibilità”. Per questo motivo, preannunciamo il deposito come Lista Bonino- Pannella di un ricorso formale contro la candidabilità di Roberto Formigoni per una eventuale terza rielezione  a suffragio universale diretto. Formigoni si può ripresentare, ma tra cinque anni. Presentarsi ora, con la concreta possibilità di decadere immediatamente e trascinarsi dietro la fine della legislatura, è o da irresponsabili, oppure da persone così potenti da ritenersi al di sopra della legge” Dichiarazione di Marco Cappato, Candidato alla Presidenza della Regione Lombardia per la Lista Bonino-Pannella

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stabilizzati i 500 vigili precari

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 dicembre 2009

Roma. «I circa 500 vigili precari del Comune di Roma hanno firmato oggi il contratto a tempo indeterminato con il Campidoglio». Lo comunica in una nota l’assessore alle Risorse umane, Enrico Cavallari. «I 478 agenti della Polizia municipale in questione, escluse poche unità che stipuleranno il contratto appena avranno maturato i requisiti per la stabilizzazione, possono finalmente sentirsi parte della famiglia dei vigili a tutti gli effetti. Ancora una volta questa amministrazione dimostra di non aver mandato a casa nessuno e i fatti sono sotto gli occhi di tutti: i vigili precari, assunti per 24 mesi con i poteri speciali dall’ex sindaco Veltroni, avrebbero dovuto cessare il rapporto di lavoro un anno fa, ma questo non è accaduto ed oggi possono finalmente sentirsi al sicuro grazie ad un contratto a tempo indeterminato. Ciò significa occuparsi con professionalità e coscienza delle sacche di precariato ereditate dal passato e cercare soluzioni – continua Cavallari – E c’è di più: sempre in tema di Polizia municipale abbiamo dato il via all’assunzione dei 600 idonei al concorso che prenderanno servizio tra quest’anno e il 2011». «Il Campidoglio chiude così la partita con il precariato una volta per tutte: tra polizia municipale, amministrativi, insegnanti della scuola dell’infanzia, educatrici degli asili nido e figure tecniche abbiamo stabilizzato circa 2000 unità di personale, tutti coloro che per legge avevano maturato i requisiti per essere stabilizzati. Siamo certi che la sicurezza di un posto di lavoro non più precario ma definitivo sia alla base del rilancio delle risorse umane capitoline e quindi di una macchina amministrativa efficiente nel dare le risposte alla cittadinanza».

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fao: diritto al cibo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 novembre 2009

Roma. Garantire un sostegno finanziario per il governo mondiale della sicurezza alimentare è fondamentale per assicurare il diritto ad una adeguata alimentazione per tutti. Questo il richiamo che lancia ActionAid, insieme alle Organizzazioni e movimenti sociali che oggi hanno presentato il loro documento ufficiale, redatto in occasione del Forum parallelo tenutosi a Roma dal 13 al 17 novembre. “Nella dichiarazione conclusiva del Vertice Fao – spiega Luca De Fraia – gli Stati hanno ratificato la riforma del Comitato per la Sicurezza Alimentare che assicura una sistema di governance coordinato ed inclusivo in materia di sicurezza alimentare, ma se non verranno garantite le risorse finanziarie necessarie, il Comitato non potrà realizzare il suo mandato”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Organi rappresentanza militari

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

Mercoledì 28 ottobre, il Consiglio dei Ministri ha prorogato di un anno il mandato dei componenti in carica del Consiglio centrale interforze della rappresentanza militare. Due giorni dopo le Commissioni Affari Costituzionali e Lavoro del Senato hanno dato via libera al disegno di legge 1167 collegato alla Finanziaria (delega al governo in materia di lavori usuranti) nel quale è contenuto il prolungamento del mandato dei Cocer fino ad aprile 2011. Il Sinacc (Sindacato Nazionale Carabinieri in Congedo) in proposito osserva: “In deroga a quanto previsto dalla legge n. 382 del 1978 e successive modifiche (in base alla quale gli eletti, militari di carriera durano in carica quattro anni e non sono immediatamente rieleggibili), si vuole imporre “dall’alto” la riconferma degli attuali delegati della Rappresentanza Militare sottraendoli al giudizio degli elettori e lasciando intatti i loro privilegi per un altro anno. In questo modo, il Parlamento impedisce ai militari di poter fare un bilancio dell’attività portata avanti dai loro rappresentanti e di poterli sostituire qualora non soddisfatti del lavoro svolto. In più si impedisce a quanti lo volessero di potersi legittimamente candidare per sostituire i delegati dell’attuale Rappresentanza.  All’interno delle Forze Armate si verrebbe a creare la stessa situazione nella quale si trovano i cittadini al momento del voto alle elezioni politiche: candidati selezionati direttamente dalle Segreterie di partito e impossibilità da parte degli elettori di poter scegliere i loro rappresentanti esprimendo una preferenza. Proprio per scongiurare una simile ipotesi, il Sinacc chiede al Governo e al Parlamento di non approvare la proroga del mandato dell’attuale Rappresentanza e di ridare “democraticamente” la parola ai militari in modo che possano legittimamente decidere chi debba tutelare e garantire i loro interessi così come previsto dalla legge”.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proroga Cocer di un anno

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 ottobre 2009

Il Consiglio dei ministri n. 67, effettuato ieri, ha prorogato di un anno il mandato dei componenti in carica del Consiglio Centrale della Rappresentanza militare, su proposta del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e dei Ministri degli affari esteri, Franco Frattini, della difesa, Ignazio La Russa, dell’interno, Robero Maroni, della giustizia, Angelino Alfano, e dell’economia e delle finanze, Giulio Tremonti (fonte grnet.it)

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La partecipazione italiana a missioni internazionali

Posted by fidest press agency su martedì, 20 ottobre 2009

Roma 21 ottobre, le Commissioni riunite III Affari esteri e IV Difesa, nell’ambito dell’esame delle proposte di legge recanti Disposizioni per la partecipazione italiana a missioni internazionali (C1213 Cirielli e abb.), svolgeranno le audizioni di rappresentanti del Cocer Interforze. – “Sul tema dell’audizione in programma è necessaria una posizione condivisa da tutto il personale militare. – lo afferma Luca Marco Comellini, segretario del partito per la tutela dei diritti dei militari (PDM) – È indispensabile evitare quello che è già avvenuto nelle precedenti convocazioni, riguardanti le procedure negoziali per il biennio economico 2008/2009 e il riordino delle carriere, dove i delegati Cocer hanno espresso solo posizioni personali, che per alcuni si sono limitate solo alla richiesta di prorogare il mandato della rappresentanza militare in corso.” – “Ci auguriamo – prosegue il deputato radicale Maurizio Turco – che sull’argomento oggetto dell’audizione i Cocer abbiano acquisito preventivamente i pareri dei COIR e COBAR anche per evitare che, l’espressione di posizioni non condivise favoriscano nel personale l’affermazione di sentimenti di sfiducia verso i Cocer che non sembrano dare il giusto peso agli aspetti della sicurezza del personale, dei mezzi e delle attrezzature in dotazione ai contingenti impiegati all’estero”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mandato dei cocer e principi costituzionali

Posted by fidest press agency su sabato, 17 ottobre 2009

In questi giorni al Senato è all’esame della 1^  e dell’11^ Commissione il ddl 1167 in materia di lavori usuranti. Nell’attuale testo è presente l’emendamento 22.0.103 che intende prorogare il mandato dei Cocer, Coir e Cobar delle Forze Armate e delle Forze di Polizia a ordinamento militare al 30 luglio 2011, impedendo così ai cittadini militari di eleggere i nuovi rappresentanti alla scadenza naturale del mandato, cioè alla primavera del prossimo anno.” – lo afferma Luca Marco Comellini segretario del partito per la tutela dei diritti dei militari (PDM) – “Condivido pienamente le autorevoli opinioni secondo le quali tale decisione è sbagliata – prosegue Comellini – perché costituisce una deroga al fondamentale principio di democraticità degli organismi sancito dall’art. 18 della legge n. 382/78 e anche perché impedisce agli aventi diritto di premiare o respingere col l’espressione di voto le idee e le posizioni assunte dai rappresentanti uscenti. In attesa di una concreta riforma che estenda i pieni diritti sindacali al personale delle Forze armate – aggiunge Comellini – invitiamo il senatore Saltamartini (PdL) a ritirare il suo emendamento ricordandogli la sua lunga militanza all’interno dei sindacati di polizia e l’effettivo contributo dato alla democraticizzazione del Corpo. Ritengo sia inaccettabile questo emendamento – di dubbia legittimità costituzionale – che intende prorogare le attività di un organismo che certamente non si è distinto per l’efficacia della sua azione di tutela e di rappresentanza degli interessi collettivi del personale fino ad evitare il democratico confronto con la base elettorale. Non voglio immaginare – conclude Comellini – cosa potrebbe accadere se ogni istituzione eletta dai cittadini, in modo analogo, tentasse di prorogare il suo mandato oltre la sua scadenza naturale.”

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »