Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘manifestare’

Difesa Cocer: Manifestare è un diritto, delinquere è un’altra cosa

Posted by fidest press agency su sabato, 26 novembre 2016

capo-frascaLe efferate violenze della manifestazione fuori dal Poligono militare di Capo Frasca in Sardegna di ieri 23 novembre non lasciano spazio a nessun ragionamento. Manifestare è una cosa, delinquere deliberatamente è un’altra. Gruppi di delinquenti organizzati provenienti anche da altre parti d’Italia dimostra che la protesta contro i militari in Sardegna viene usata e strumentalizzata dai professionisti del casino e della violenza. I sardi ancora una volta usati a loro insaputa in questo caso con la partecipazione di gruppi provenienti dalla penisola già noti alle forze dell’ordine su casi precedenti legati alle manifestazioni dei NO TAV e NO MUOS. Scandalosa inoltre la partecipazione del senatore Cotti del Movimento 5 stelle su cui nemmeno Grillo prende le distanze e pertanto non mi rimane che pensare che questa sia ormai la linea ufficiale del movimento sul tema dei militari in Sardegna. Agghiaccianti invece le dichiarazioni degli organizzatori e di altri che a vario titolo parlano di modello economico alternativo e di una Sardegna diversa senza però dare nessuna ricetta praticabile e sensata. Per non parlare poi delle ragioni, spesso colorite, della protesta raccontata da questi “esponenti” che organizzano. Finzione e realtà. Il consenso di massa incardinato su informazioni non veritiere o deliberatamente falsate che però vengono considerate vere nonostante la loro dimostrabile infondatezza. Siamo ormai nell’era della post verità.
Screditare con questa violenza il nobile lavoro dei militari al servizio del Paese non rappresenta solo un atto di viltà ma anche un imperdonabile errore nei confronti dei cittadini che invece chiedono sicurezza e servizio. (Antonsergio Belfiori Delegato Cocer Interforze) (foto fonte: La nuova edizione di Oristano)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Protestare a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2011

Manifestare il proprio pensiero è bello e rend...

Image by Geomangio via Flickr

“Ho deciso di andare a  Roma per fare anch’io la mia protesta. Si tratterà di una manifestazione “sui generis”, in quanto  sarò solo ad elevare il mio dissenso. Protesterò contro la legge di gravità; questo governo legifera su tutto, senza badare ai vari contenuti, essendo stato eletto dal popolo e, quindi, in possesso di un potere assoluto. Ritengo quindi che abbia l’autorità e l’autorevolezza per bandire tale ignominiosa legge che troppo spesso ci fa ruzzolare a terra. Peraltro sono certo del sostegno del premier in quanto, in assenza di tale legge, non avrebbe ricevuito quella famosa “duomata” in faccia. Ovviamente presenterò al Ministro degli interni una fidejussione bancaria a garanzia dei danni che potrei provocare nella concitata manifestazione che andrò a fare. E’  chiaro che intendo rispondee solo dei danni fatti da me, non posso rispondere di ciò che altri potrebbero fare. Da solo, scortato dalle forze dell’ordine, con traffico bloccato e cittadini penalizzati, ma si tratta di un mio diritto al quale non intendo rinunziare. Il problema sorge se dovessero presentarsi degli infiltrati; essendo da solo non potrei occuparmi del servizio d’ordine, specialmente se dovessero presentarsi in centinaia o migliaia: contrari alla legge di gravità devono essercene parecchi, per cui il mio timore di spontanee adesioni risulta quanto mai possibile. Penso ai portuali di Genova, agli scaricatori dei mercati generali, gente dai muscoli efficienti  che solo con uno sguardo sfondano una vetrina. Lo dico a-priori, non intendo rispondere del comportamento altrui; la mia protesta è motivata e intendo esercitare il mio diritto, peraltro garantito dalla Costituzione. Mi piacerebbe che l’attuale ministro degli interni prendesse atto di questo problema ed elaborasse un emendamento alla sua proposta di legge di chiedere garanzie reali a chi protesta, in grado di salvaguardare i diritti di tutti, anche di chi, come me, intende protestare da solo contro una legge iniqua che mi perseguita da 68 anni.(Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Egitto sempre più in fermento

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 gennaio 2011

SHARM EL SHEIKH/EGYPT, 18MAY08 - Muhammad Hosn...

Image via Wikipedia

(Fonte La redazione IDV)  Hosni Mubarak «lasci oggi il Paese» per «salvare la Nazione»: così Mohamed El Baradei in una intervista alla Cnn. «Questo è un Paese che sta cadendo a pezzi. L’Egitto sta entrando in un periodo di transizione», ha detto il premio Nobel per la Pace ribadendo che è necessario un governo di unità nazionale per arrivare a elezioni «libere e trasparenti». La situazione egiziana, infatti, sta diventando sempre più ingestibile: il bilancio ufficiale degli scontri degli ultimi 5 giorni è di 102 vittime, ma la tv al Jazeera parla di almeno 150 morti e 150 mila persone che proseguono imperterrite a manifestare nel centro del Cairo. La protesta si concentra nella piazza Tahrir e davanti alla sede della tv di stato, dove i manifestanti hanno svolto la preghiera del pomeriggio insieme, guidati da un imam di al-Azhar. Nello stesso tempo gli osservatori locali rilevano che la presenza dei militari nel centro della capitale egiziana è superiore rispetto alla giornata di ieri. La protesta per chiedere le dimissioni del presidente Hosni Mubarak sembra dunque proseguire nonostante si avvicini l’inizio del coprifuoco che è alle 16 orario locale, le 15 in Italia. È stata smentita la notizia della fuga della famiglia di Mubarak e la tv di Stato mostra il presidente al Cairo, in visita al quartier generale dell’esercito. Ieri Mubarak ha nominato un vice, Omar Suleiman, già a capo dei servizi segreti. Alla guida del governo Ahmed Shafik, ministro dell’aeronautica civile. Le decisioni del rais non hanno soddisfatto le folle e nemmeno gli oppositori politici che preferirebbero El Baradei per trattare con il regime una transizione democratica. In un appello congiunto, Nicolas Sarkozy, Angela Merkel e David Cameron hanno invitato Mubarak a evitare «ad ogni costo l’uso della violenza contro civili disarmati» e ai manifestanti affinché «esercitino pacificamente i loro diritti».

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manifestare ma senza violenze

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2010

“Il diritto di manifestare non può e non deve degenerare in atti di vandalismo contro la cosa pubblica. E’ necessario fare piena luce su chi si nasconde dietro i black block istigando comportamenti violenti e distruttivi che rischiano di trasformarsi in tragedie a danno delle forze dell’ordine, dei residenti e dei turisti della città. Queste infiltrazioni all’interno dei cortei rappresentano un pericolo anche per chi è in piazza per manifestare i propri diritti. Non vorremmo trovarci, infatti, a piangere qualche disgrazia, finendo addirittura per attribuire l’appellativo di eroi ai teppisti che assaltano le forze dell’ordine, sfondando le vetrate di banche, danneggiando auto, sradicando segnali stradali poi usati come ariete contro le vetrine dei negozi, il tutto a carico delle casse pubbliche, quindi sulle spalle dei cittadini. Questa è la democrazia tanto decantata dai centri sociali tutelati anche da esponenti politici della sinistra”. – lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, Presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale.  “Auspichiamo che si arrivi quanto prima a trovare un accordo sullo svolgimento dei cortei, richiesto a più riprese al Prefetto dal Sindaco Alemanno, perché non è pensabile paralizzare una città ed impedire il diritto alla mobilità e alla salute dei residenti, senza contare l’impegno di spesa che l’organizzazione di una manifestazione comporta, non fosse altro per l’impiego straordinario delle forze dell’ordine che si trovano costrette ad abbandonare il loro consueto servizio volto a garantire la sicurezza a tutta la collettività in diversi quadranti a rischio”– conclude Santori.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cortei a Roma: verso regolamentazione

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 novembre 2010

«I gravissimi disagi creati dal sindacato autonomo Conapo dei Vigili del Fuoco dimostra come non è più rinviabile una nuova regolamentazione delle manifestazioni di piazza in città. Manifestare di mercoledì mattina, in pieno centro storico significa scaricare sulle spalle dei cittadini tutto il peso della propria protesta. Abbiamo dovuto deviare più di venti linee di bus e creare un pesante spiegamento della Polizia Municipale nella impossibile missione di mitigare i disagi del traffico. I sindacati confederali continuano a manifestare un’assoluta contrarietà verso un’ordinanza di regolamentazione delle manifestazioni, ma nel contempo non hanno ancora proposto una forma di autoregolamentazione veramente efficiente facendo così da schermo a tutte le sigle più o meno autonome che allungano l’elenco di manifestazioni che si svolgono a Roma. Non voglio scaricare responsabilità unilaterali sul sindacato autonomo perché è evidente che, in assenza di una regolamentazione, è impensabile che sigle che manifestano anche una sola volta l’anno facciano spontaneamente un atto di rinuncia. Per questo è necessario che le principali sigle sindacali, che sono responsabili solo di una parte ridotta rispetto all’enorme numero di manifestazioni che si tengono a Roma, compiano un atto di responsabilità dandosi un’autoregolamentazione precisa. Altrimenti i sindacati confederali finiranno per fare da schermo rispetto ad una situazione insostenibile, rischiando di creare un conflitto istituzionale con chi come me ha il dovere di tutelare la mobilita dei cittadini romani». Lo afferma il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I 50 anni delle Frecce Tricolori

Posted by fidest press agency su domenica, 12 settembre 2010

Udine 12 settembre. Anche la Camera di Commercio di Udine partecipa ai festeggiamenti del 50esimo anniversario delle Frecce Tricolori. in coincidenza anche con il 10° Raduno mondiale dei piloti di Pattuglie Acrobatiche –, il Comando del 2° Stormo di Rivolto (Udine) ha proposto all’Ente Camerale e alle imprese friulane di presentarsi all’interno di spazi dedicati: l’appuntamento sarà di quelli a grande richiamo e il sistema produttivo regionale avrà dunque la possibilità di manifestare la sua vicinanza alle Frecce Tricolori, ma anche di promuovere con vasta eco la sua attività. La Cciaa, quale “collettore” della produttività friulana, sarà presente con un gazebo, in cui promuoverà le sue iniziative a favore dello sviluppo delle aziende e del territorio. «Sarà un bel modo per festeggiare insieme il “compleanno” della Pattuglia Acrobatica Nazionale – commenta il presidente Giovanni Da Pozzo –, uno dei più autorevoli ambasciatori dell’Italia in tutto il mondo, ma anche per testimoniare l’imprenditorialità del nostro Friuli attraverso una presenza qualificata».

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza stradale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 novembre 2009

“Per l’ennesima volta abbiamo assistito a iniziative di sensibilizzazione per il triste e grave fenomeno, per altro lungi dall’essere risolto, degli incidenti stradali dovuti a cause legate a responsabilità individuali, che sicuramente potevano essere evitati. Mi duole dover constatare che i familiari delle vittime continueranno ancora a protestare e a manifestare il loro dolore per i tragici eventi da cui sono stati colpiti, ma purtroppo tali manifestazioni resteranno inutili se dall’altra parte le istituzioni continueranno a essere sorde agli appelli, trincerate dietro il cinismo e l’egoismo dei propri rappresentanti”. Con queste parole Antonello De Pierro, presidente dell’Italia dei Diritti, esprime il suo commento sulla “Giornata Mondiale di Memoria per le vittime della strada”, celebratasi il 15 novembre. In Italia ogni anno perdono la vita 7 mila persone a causa di incidenti stradali o perché vittime di pirati della strada, 18 al giorno, 145 mila sono i  ricoveri ospedalieri, più di 300 mila i feriti. “Purtroppo – conclude preoccupato il leader del movimento nazionale – duole constatare che i comportamenti realmente pericolosi per l’incolumità degli utenti della strada vengono sottovalutati. Come per esempio alcuni passaggi col rosso in incroci tristemente noti. Mi auguro che prima o poi qualcuno si svegli e pensi realmente a risolvere concretamente questo problema e che siano sempre meno le famiglie a piangere vittime della strada, a cui va la nostra assoluta vicinanza. Non esito a ritenere responsabili di molte morti alcuni organi istituzionali, decisionali e di controllo”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »