Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘manifestazioni’

Etiopia: il Ramadan termina con proteste e arresti di massa

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 agosto 2013

L’Associazione per i Popoli Minacciati A(PM) accusa il governo etiope di violare la libertà di culto della popolazione di fede musulmana e di criminalizzare arbitrariamente i manifestanti musulmani. Secondo l’APM, gli arresti di massa di manifestanti musulmani e le condanne in base a una più che discutibile legge antiterrorismo non fanno altro che generare violenza. L’APM chiede quindi alle autorità etiopi di rilasciare immediatamente tutti i manifestanti arrestati unicamente per aver partecipato a una manifestazione pacifica pubblica.In questi giorni in tutto il paese africano la polizia ha aggredito e arrestato centinaia di manifestanti musulmani che avevano colto la fine del mese sacro di Ramadan per protestare pacificamente contro la decisione del governo di imporre per via governativa i leader religiosi musulmani. I manifestanti inoltre protestavano per i processi giudiziari iniqui avviati contro 28 persone, tutte di fede musulmana, la cui colpa sarebbe quella di aver organizzato le proteste delle loro comunità religiose. Secondo i dati forniti dalle stesse autorità etiopi dal 1 agosto ad oggi sarebbero morte tre persone durante le manifestazioni. Secondo le testimonianze oculari e i rappresentanti di diverse organizzazioni per i diritti umani locali la polizia avrebbe sparato e ucciso almeno 16 persone nel solo distretto di Kofele nella parte sudoccidentale della regione di Oromia.I leader religiosi musulmani in Etiopia accusano il governo di Addis Abeba di intromettersi nelle questioni prettamente religiose della comunità musulmana. Il governo infatti ha convocato diverse personalità vicine al governo per l’Alto Consiglio dell’Etiopia per le questioni Islamiche. I 28 leader religiosi arrestati avrebbero organizzato manifestazioni per chiedere la destituzione di queste personalità. Le autorità hanno reagito arrestando i 28 leader che dal 22 gennaio 2013 affrontano un processo a porte chiuse. Tra i 28 arrestati risultano anche nove membri su 17 del gruppo di rappresentanza formato da musulmani il cui compito sarebbe di chiarire con il governo le controversie riguardanti lo status dei musulmani nel paese. Gli imputati vengono tenuti isolati dal mondo esterno, vengono limitati i contatti con i loro avvocati e lamentano abusi e maltrattamenti da parte delle forze di sicurezza. L’APM sospetta che le autorità mirino a lunghe condanne detentive con le quali spaventare e intimorire l’intera comunità musulmana del paese. Ufficialmente circa il 33% della popolazione etiope è di fede musulmana, in realtà il loro numero dovrebbe essere più alto e avvicinarsi al 50% circa. La maggior parte dei fedeli musulmani dell’Etiopia appartiene al gruppo etnico degli Oromo che da tempo ormai è vittima di pesanti discriminazioni.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cgil: sciopero generale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 marzo 2012

La riforma del mercato del lavoro e le modifiche all’articolo 18 proposti dal Governo non convincono la Cgil che decide di non firmare l’accordo e contrariamente a quanto hanno fatto gli altri sindacati. Per Susanna Camusso l’impianto è “totalmente squilibrato” e incentrato “unicamente sui licenziamenti facili”, Ciò rende automatico la decisione di indire uno sciopero generale di otto ore con manifestazioni territoriali e 8 ore per assemblee. Era nell’aria già prima che i sindacati s’incontrassero con la ministra del welfare. Maurizio Landini, leader della Fiom non usa mezzi termini. Per lui è “Una follia che cancella l’articolo 18″. E soggiunge: “la riforma sul lavoro non riduce la precarietà, non estende gli ammortizzatori ma rende solo più facili i licenziamenti. La contrasteremo con ogni mezzo, con ogni forma di protesta democratica, nelle fabbriche e nel Paese”.
Leoluca Orlando dell’Idv dichiara: “Diciamo al presidente del Consiglio che l’Italia dei Valori non starà a guardare e che farà tutto quanto è in suo potere per evitare questo scempio dei diritti. Siamo pronti ad un Vietnam parlamentare e a scendere in piazza con i lavoratori e i disoccupati”. Sulla stessa lunghezza d’onda si posiziona la Lega di Bossi.
Nonostante i pareri discordi tra le parti e le forze politiche e lo stesso imbarazzo del Pd che deve fare i conti con quanti parteggiano con le decisioni assunte dalla Cgil, il presidente Monti non ha trovato di meglio che recarsi dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per informarlo del “buon esito della trattativa”.
Noi condividiamo la decisione della Cgil non tanto e non solo per la recente trattativa sul mercato del lavoro quanto sul modo come il governo sta sistematicamente smantellando il welfare e il lavoro in Italia e lo abbiamo dovuto già registrare con le misure adottate a danno dei percettori di redditi medio bassi che si sono visti ridurre ulteriormente i loro redditi da lavoro con le varie addizionali Irpef dei comuni e delle regioni che mediamente hanno inciso per oltre cento euro al mese e che per le pensioni modeste significa un sacrificio intollerabile in specie se si paragonano agli 8 milioni di retribuzioni che superano i centomila euro all’anno e che hanno avuto una perdita del potere di acquisto irrisoria. Questa protervia del governo di colpire in tutte le forme possibili la povertà dei poveri costringendo persino ad aprire conti correnti solo in apparenza gratuiti per percepire una rendita pensionistica e non tenendo da conto l’aumento del carrello della spesa dei beni di prima necessità oltre a peggiorare l’assistenza sanitaria universale tagliandovi consistenti risorse. In piazza con la Cgil dovrebbero essere in molti per convincere sia il Presidente della Repubblica sia il Pd che la strada dei sacrifici non parte da chi è povero ma dai ceti agiati e che costoro sono stati toccati minimamente. E’ un aspetto che non solo genera malcontento ma rischia di dividere gli italiani e provocare reazioni incontrollate da parte di un’opinione pubblica vessata e disperata tra disoccupazione, precariato, violazione sistematica dei diritti, corruzione e malgoverno. Diciamo che la misura è colma. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Maroni arresta i latitanti?

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 maggio 2011

“Se il ministro Maroni è così bravo in attività investigative e operative, tanto da essere capace di arrestare in prima persona pericolosi latitanti, perché non aiuta noi umili poliziotti a svolgere altri gravosi compiti, come accompagnare gli immigrati clandestini per l’espulsione, o mantenere l’ordine pubblico negli stadi e durante le manifestazioni, o svolgere servizi di scorta, o pattugliare di notte su una Volante le periferie cittadine”. Se lo chiede Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, il Sindacato Indipendente di Polizia, commentando il contenuto di un articolo del quotidiano leghista “la Padania” a proposito dell’arresto del latitante camorrista Dell’Aquila. Prosegue Maccari: “Dà la nausea la sfacciataggine propagandistica del giornale, che non esita a sostenere che ‘serviva un ministro leghista per fare la più grande guerra alle mafie della storia della Repubblica’. E’ evidente che a contrastare le mafie e ad arrestare i criminali sono le Forze dell’Ordine e la magistratura, che certo non hanno un colore politico e operano al meglio delle loro possibilità qualunque sia la maggioranza che governa il Paese, non certo il ministro Maroni né tantomeno un governo che con continui tagli alle risorse e con provvedimenti legislativi scellerati rende sempre più difficili le attività investigative e il controllo del territorio”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lotta per la democrazia

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 maggio 2011

“Parlare di aggressione vile, o peggio di macchina del fango, tradisce il nervosismo di chi ha deciso, anche nella Pubblica Amministrazione, di concordare con Cisl e Uil percorsi che portano ad eliminare la democrazia nei luoghi di lavoro e, in questo caso specifico, a sostenere un ministro e un governo in bilico. Fa sorridere poi l’accusa di aver contribuito al rinvio delle RSU: le carte e i fatti parlano per noi”, così Massimo Betti, dell’Esecutivo Nazionale USB, sulle reazioni della CGIL alle manifestazioni attuate dall’Unione Sindacale di Base contro lo scippo del voto delle RSU nel Pubblico Impiego. Prosegue Betti: “L’iniziativa che USB ha messo in piedi oggi, non nei confronti della sola Cgil, ma di tutte le confederazioni firmatarie dell’accordo con cui si rinviano di un anno le elezioni RSU nel Pubblico Impiego, in attesa che magari vengano definitivamente cancellate con il cosiddetto nuovo patto sociale a cui stanno lavorando Camusso, Angeletti, Bonanni e Marcegaglia, è stata una denuncia pubblica a favore dei lavoratori pubblici”. “Non a caso – sottolinea il dirigente USB – abbiamo realizzato questa iniziativa nel 41° anniversario dello Statuto dei lavoratori, il cui spirito è certamente mortificato da accordi di quel tipo. Per quanto ci riguarda, rinnoviamo l’invito ad abbassare i toni e a discutere nel merito le nostre proposte. Rifiutare il dialogo sulla nostra proposta di legge è un doppio errore politico, e ci auguriamo che non nasconda la volontà di alzare i toni in maniera strumentale contro chi, come USB, fa del diritto dei lavoratori di decidere sul proprio contratto e sul proprio futuro il perno della propria azione. Pertanto le iniziative per il diritto al voto e contro i furti di democrazia proseguiranno”, conclude Betti.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Federazione unica delle fiere

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 maggio 2011

“La federazione unica delle fiere è un passo avanti positivo nella creazione di sinergie per un settore così strategico per l’economia e la promozione del made in Italy. Mi auguro che a questa iniziativa, guidata da Ettore Riello in qualità’ di presidente di Aefi (Associazione Esposizioni e Fiere italiane), possa aderire quanto prima anche la Fiera di Milano e che, dopo il suo ingresso, si possa definire una programmazione comune delle manifestazioni, senza inutili doppioni e laceranti concorrenze che non farebbero altro che indebolire il sistema fieristico italiano. Il governo – che dall’inizio della legislatura pratica senza successo lo sport della propaganda nella difesa del made in Italy – non può fare da spettatore in questa partita. Stavolta non ci sono alibi: è indispensabile sviluppare le condizioni affinché, pur nel rispetto delle singole autonomie aziendali, prevalga l’interesse del Paese. In caso contrario, i sistemi territoriali giocheranno solo in difesa e i vari brand fieristici si contenderanno leadership del proprio segmento di mercato in Italia, generando disagio tra gli operatori, scarsa credibilità per l’Italia e una perdita secca della competitività delle nostre manifestazioni nello scenario internazionale. Il sistema fieristico nazionale e i prodotti del made in Italy meritano concretezza, selettività, capacità di visione. Da adesso in poi non possiamo rifugiarci più negli annunci fini a se stessi di chi, davvero, ha perso la rotta e non sa come guidare il Paese oltre le secche della recessione e del rischio-declino”. Lo scrive in una nota Gianni Dal Moro, deputato veneto del PD, membro della Commissione Agricoltura della Camera.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cortei centro Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 7 maggio 2011

Roma. «Ancora una volta, i cittadini di Roma hanno pagato il prezzo più pesante per proteste selvagge che avvengono fuori da ogni regola e controllo. Lo sciopero generale della Cgil e la manifestazione degli studenti sono stati l’occasione per gruppi estremisti di inscenare azioni illecite, in cui l’unico risultato è stato quello di creare gravissimi disagi alla vita quotidiana dei romani». Lo dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. «È tempo che ognuno si assuma le proprie responsabilità. Chiedo – aggiunge Alemanno- che la forze sindacali e politiche isolino e condannino le azioni di chi protesta in modo selvaggio e illegale. Roma è stanca di essere il teatro e la vittima predestinata di ogni protesta e di ogni conflitto sindacale e politico». «Per questo, ho scritto una lettera ai segretari nazionali delle organizzazioni sindacali e dei partiti politici, non solo perché isolino e condannino in maniera inequivocabile tutti coloro che usano forme illegali di protesta, ma anche – conclude il Sindaco – perché vegano stabilite regole nuove per organizzare manifestazioni politiche e sindacali che non violino i diritti e le libertà dei cittadini di Roma».

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: moratoria cortei

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 aprile 2011

«Il prefetto di Roma ha recepito la nostra istanza di una moratoria dei cortei che permetta almeno di superare l’attuale emergenza delle festività pasquali e della beatificazione di Giovanni Paolo II. In questo periodo, salvo casi eccezionali, non potranno essere organizzate manifestazioni che creano un impatto sul traffico cittadino e mi auguro che, durante questa pausa, si possa riaprire un confronto con sindacati e partiti politici per dare una nuova regolamentazione a manifestazioni di piazza, rendendole compatibili con il diritto alla mobilità a cui i cittadini romani non possono rinunciare». Lo dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nautic Show

Posted by fidest press agency su sabato, 16 aprile 2011

Jesolo 16 e domenica 17, ogni giorno dalle 10 alle 19, il Nautic Show riapre i battenti focalizzando sul Porto Turistico l’attenzione degli amanti del mare, del lusso, della bellezza. Il salone veneto è stato nominato dagli stessi cantieri, che stanno organizzandosi per contribuire a farlo diventare una reale alternativa a Genova, la vera punta di diamante delle manifestazioni espositive nautiche italiane. «Abbiamo bisogno di un luogo – continua Carnevali – nel quale i nostri cantieri abbiano la giusta visibilità, dove possano mostrare in modo adeguato l’eccellenza italiana della nautica». Continua il patron di Carnevali Yachts: «Il Porto Turistico di Jesolo è il luogo ideale per un salone nautico: c’è spazio per mostrare le barche con la giusta visibilità. C’è la possibilità di attrarre il mercato tedesco che lì è già di casa e non aspetta altro che trovare una salone di qualità. Facendo crescere il Nautic Show faremmo crescere anche la rete di assistenza, l’indotto: tutto il territorio, in tutti i settori, avrebbe stimoli importanti per la crescita». E Nevio Forcellini, di Enterprise Marine ribadisce: «Il Veneto, e il Porto Turistico di Jesolo in particolare, possono rappresentare la vera alternativa a Genova: il posto è bello, azzeccato. Può ancora crescere e migliorare, ma già così rappresenta il luogo ideale per sviluppare un grande salone per la nautica italiana che vuole confermare il suo valore a livello internazionale». Dal Consorzio Export Nautico di Ravenna arriva una nota oltremodo positiva per il futuro del Nautic Show che, stando all’opinione dei cantieri, potrebbe diventare il luogo nel quale testare anche le strategie per affrontare i nuovi mercati, come il Brasile, l’India, la Cina. «Se facciamo gruppo faremo valere la nostra qualità anche all’estero» conclude Angelo Carnevali. (nautic show)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma primo maggio: trasporto pubblico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 aprile 2011

«Per accogliere i numerosi fedeli che verranno in città il primo maggio, per l’evento della beatificazione di Papa Giovanni Paolo II, l’Amministrazione capitolina ha predisposto un piano eccezionale del trasporto pubblico, diviso in tre fasi: collocazione in apposite aree di 5.046 pullman, per un totale di oltre 260.000 persone trasportate; potenziamento della Metropolitana, attraverso l’apertura delle linee fino alle 2 del mattino di domenica primo maggio (compresa la linea A, solitamente chiusa dalle ore 21 per i lavori di realizzazione del nodo di interscambio con la nuova linea C), la riapertura delle stesse alle ore 4 e l’intensificazione della frequenza delle corse sia sabato 30 aprile che domenica primo maggio (fino a 3’ per la linea A e 4’ per la B); incremento di 180.000 chilometri/vettura del trasporto su gomma negli stessi due giorni, per agevolare i collegamenti con San Pietro e il Circo Massimo. Nello spirito del celeberrimo “Damose da fa’” di Papa Giovanni Paolo II, ci stiamo adoperando per dare la possibilità a tutti i fedeli di partecipare con i mezzi del trasporto pubblico anche alle tante manifestazioni che verranno organizzate in vari punti della città». È quanto dichiara l’assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Antonello Aurigemma.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Russa assume soubrette

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 aprile 2011

Dal 10 marzo di quest’anno la soubrette Hoara Borselli è stata assunta nella segreteria del ministro della Difesa La Russa come collaboratrice per i grandi eventi, con particolare riferimento alle manifestazioni del 150esimo anniversario dell’Unità nazionale. Certo, sembra un affare: lo stipendio – 16.120 euro annui – non è degno del lungo curriculum della signora che annovera prestigiosi riconoscimenti, che iniziano con il premio Miss Malizia del ’92, passano per varie comparsate nel cinema – Panarea, Per favore: strozzate la cicogna – ma soprattutto nel piccolo schermo con la partecipazione a CentoVetrine e Bagaglino, fino alla vittoria di Ballando con le Stelle. Qualche domanda, tuttavia, è lecito porsela”. E’ quanto dichiara in una nota Andrea Sarubbi, deputato del Pd, che ha presentato un’interrogazione parlamentare sulla faccenda insieme ai colleghi Rugghia, Mariani, Braga, Colombo, Mogherini, Rosato, Bratti, Realacci. “Sorvolando sul fatto che il ministero della Difesa già possiede al suo interno eccellenti professionalità nel settore della comunicazione, vale la pena ricordare che il compenso della signora Borselli equivale alla paga annuale di due soldati in ferma prefissata annuale destinati anche ad operare in missioni internazionali. Credo sia importante che il ministro La Russa, uomo tutto d’un pezzo, spieghi agli italiani quali siano i criteri per l’assunzione nonché le mansioni attribuite alla signora Borselli, tali tra l’altro da consentirle in una sola settimana – dal 10 marzo, giorno dell’assunzione, al 17, giorno delle celebrazioni – di occuparsi del 150esimo dell’Unità d’Italia”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dal Risorgimento alla Resistenza all’oggi

Posted by fidest press agency su sabato, 12 marzo 2011

Roma 17 marzo 2011 –  dalle ore 11.00 cimitero del Verano dalle ore 17.30 Teatro Scuola Saffi, via dei sabelli 119 Il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, nell’ambito delle numerose manifestazioni cui aderisce per le celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia, collabora con l’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), sede di San Lorenzo, Roma, per l’evento Viva l’Italia che s’è desta. Dal Risorgimento alla Resistenza all’oggi, organizzato in ricordo di Goffredo Mameli. Per l’occasione la Cineteca Nazionale mette a disposizione un montaggio di brani da Cavalcata d’eroi di Mario Costa (1949) e Camicie Rosse di Goffredo Alessandrini e Francesco Rosi (1952). Il montaggio – presentato da Mario Musumeci, responsabile dell’ufficio Studi e metodologie del restauro della Cineteca Nazionale – unisce brani relativi all’episodio storico della Repubblica Romana, dal primo film, e all’episodio della fuga di Garibaldi, dal secondo. La giornata di Viva l’Italia che s’è desta, si articola con eventi in mattinata presso il Monumento funebre a Mameli, al Verano, e in un pomeriggio presso il Teatro Scuola Saffi di San Lorenzo, e vede in programma interventi di Dario Marcucci presidente Municipio Roma III, Giorgio Bisegna, presidente ANPI San Lorenzo, Maria Mantello Presidente della Associazione Nazionale del Libero Pensiero “Giordano Bruno”, Franca Raponi presidente sez. ANPI “Agostino Raponi” e di Stefano Valentini Pres. Sez. ANPI sez. ISS “Ugo Forno”, una lectio magistralis del prof. Giuseppe Vacca, storico, presidente Istituto Gramsci, su “Gramsci e il problema storico della nazione italiana”, testimonianze di Giovanna Marturano e Rosario Bentivegna, partigiani medaglia al valore, e letture e canti su Risorgimento e Resistenza interpretate da Paolo De Giorgio, Sara Modigliani, Francesco Venditti. L’evento è accessibile alle persone sorde grazie al servizio di interpretariato in Lingua dei Segni Italiana garantito dall’Accademia Europea Sordi-Scuola interpreti e alla sottotitolazione del filmato in programma realizzata dalla Mediateca dell’Istituto Statale per Sordi di Roma. (camicie rosse)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le scuole superiori sperimentano in Unicam

Posted by fidest press agency su sabato, 26 febbraio 2011

Nell’ambito del Progetto Lauree Scientifiche finanziato dal MIUR, la sezione di Chimica della Scuola di Scienze e Tecnologie di Unicam sta attivamente procedendo nella organizzazione di nuove attività e manifestazioni. Dopo una serie di attività sperimentali e dimostrative svolte da ottobre a dicembre in molte scuole superiori delle Marche, prende il via la seconda fase del progetto che prevede di “portare le scuole in UNICAM”.   Sono previste circa 20 giornate nelle quali intere classi di studenti dei Licei Scientifici e Classici della regione svolgeranno attività sperimentali di laboratorio presso le strutture dell’Università di Camerino, sotto la supervisione di docenti di Chimica. Saranno coinvolti più di 800 studenti e trenta docenti in attività incentrate su argomenti curriculari dei programmi di chimica dei Licei della regione che permetteranno di acquisire un Credito Formativo Universitario qualora gli studenti decideranno di iscriversi al corso di laurea in Chimica di Unicam.   Nel sito http://www.chimica2011.it sono elencati tutti gli eventi e le manifestazioni che celebrano l’anno della chimica organizzate in Italia tra le quali anche quelle promosse da Unicam. (unicam)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata delle comunicazioni sociali

Posted by fidest press agency su domenica, 23 gennaio 2011

Palermo 24 gennaio, alle ore 10.30 nel salone della Libreria Paoline, in corso Vittorio Emanuele, 456 a Palermo. L’Ufficio pastorale per le Comunicazioni Sociali, l’Ordine dei Giornalisti, la Libreria Paoline e i Servizi Informatici dell’Arcidiocesi di Palermo, in occasione della festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti organizzano un Forum nel corso del quale si discuterà sul messaggio del Santo Padre per la 45a Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali 2011 su “Verità, annuncio e autenticità di vita nell’era digitale”. Nel corso della manifestazione saranno premiati i partecipanti al concorso fotografico indetto in occasione della visita che il Santo Padre ha effettuato a Palermo lo scorso 3 ottobre 2010. Al primo classificato andrà una fotocamera digitale, al secondo un telefono cellulare e al terzo un lettore MP4. A tutti partecipanti, verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Interverranno il vescovo ausiliare mons. Carmelo Cuttitta, Vittorio Corradino, presidente dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia, Pino Grasso, direttore dell’Ufficio pastorale per le Comunicazioni Sociali, Mario Giacomarra, preside della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Palermo, suor Fernanda Di Monte giornalista paolina, Franco Lannino, fotografo professionista, e Vincenzo Grimaldini, responsabile dei Servizi Informativi dell’Arcidiocesi di Palermo.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Volontari protezione civile a Piazza Navona

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 gennaio 2011

Roma 5-6/1/2011 «Sessanta operatori del volontariato di Protezione civile presidieranno piazza Navona a partire da oggi pomeriggio e fino alla serata del 6 gennaio, per garantire il sereno svolgimento delle tradizionali manifestazioni legate all’Epifania. Le squadre di volontari, operative in tre turni, lavoreranno per semplificare l’accesso alla piazza, svolgere attività di monitoraggio e controllo, prestare eventuale assistenza ai partecipanti. Per tutta la durata dell’evento sarà presente a piazza Navona anche un’ambulanza con personale sanitario. Come sempre, il coordinamento delle attività sarà svolto dalla Sala operativa di Porta Metronia che risponde al numero verde 800.854.854». Lo comunica Tommaso Profeta, vicecapo di Gabinetto e direttore della Protezione civile di Roma Capitale.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Russa: un rispetto a senso unico

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Dopo due anni di contestazioni in cui il Co.I.S.P. ha manifestato con incessante impegno il disagio delle Forze di Polizia, dopo aver esposto le sagome del poliziotto pugnalato alle spalle, simbolo della protesta del Co.I.S.P., davanti ai Palazzi della Politica e alle case private dei singoli ministri di questo governo e dopo aver riscosso dalla  Politica solo indifferenza e promesse puntualmente disattese, oggi a due giorni dai gravi incidenti occorsi nella città di Roma durante la manifestazione degli studenti, i rappresentanti di questo governo chiedono rispetto delle forze dell’ordine . E’durante la trasmissione anno zero diretta e condotta da Michele Santoro che l’On La Russa, indignato dall’intervento di uno dei rappresentanti degli studenti alza la voce e grida “ Vergogna”  e lamenta la mancanza del contraddittorio di un uomo in divisa  che possa parlare, proprio lui che mesi fa aggredì verbalmente il nostro Segretario Generale Aggiunto Domenico Pianese reo di denunciare pubblicamente la “Vergogna” di questo governo che ha effuso solo false speranze in tutti gli operatori della sicurezza. Quale è  il rispetto che si chiede oggi? Un valore figlio di una propaganda politica o un impegno serio che il governo deciderà di assumere di fronte alle reali e preoccupanti condizioni in cui tutti i giorni uomini e donne delle Forze dell’Ordine sono costretti ad operare? Di rispetto ne conosciamo solo uno ed è quello con cui ogni singolo poliziotto da sempre presta il proprio servizio per difendere e tutelare l’ordine sociale, le istituzioni che ha giurato di servire, le stesse che diconoscono la specificità del suo operato e che con ignoranza e senza disponibilità al dialogo attuano dannosi provvedimenti .Dopo due anni di richieste di attenzione e di dichiarazioni allarmanti da parte di chi come il Co.I.S.P. rivolge la propria attività sindacale al miglioramento delle condizioni operative per la sicurezza del Paese e degli Uomini che lo servono,dai dibattiti tra le parti sociali e i politici si delinea un paradosso senza precedenti…la società si esprime con violenza verso le forze dell’ordine perché in esse identifica le istituzioni di cui non si fida più, le Istituzioni che noi poliziotti tuteliamo, ci disconoscono e come finisce?

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le manifestazioni violente a Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2010

Solidarietà alle forze dell’ordine aggredite da violenti facinorosi  nel centro di Roma arriva dal Vicesindaco di Roma Capitale, sen. Mauro Cutrufo.  “Manifestare è un diritto sancito dalla Costituzione – ha detto Cutrufo – ma una cosa è esprimere un legittimo dissenso, altra cosa è mettere a ferro e fuoco il centro della città”.  Esprime dura condanna il Vicesindaco nei confronti delle frange violente dei manifestanti. “Non si può tollerare che Roma sia messa sotto assedio, non lo merita la città, non lo meritano i cittadini”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Università: protesta popolare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 dicembre 2010

“Le violente manifestazioni di protesta alla riforma Gelmini che si sono svolte in queste ore in numerose città italiane, sottoponendo le nostre Forze dell’Ordine ad assalti e aggressioni di ogni tipo, sono il segno tangibile dello stato di confusione in cui vessa il Paese. Gli estremisti che sono scesi nelle piazze, causando gravissimi incidenti, non hanno certamente contribuito a migliorare il nostro sistema accademico, peraltro molti di essi erano soltanto dei facinorosi che poco o nulla c’entrano con il mondo universitario. Per questo esprimo la mia solidarietà alle Forze dell’Ordine a cui va, senza alcun dubbio, la gratitudine di tutti  italiani”. Quanto dichiara l’on. Roberto Menia (FLI).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agibilità città e manifestazioni pubbliche

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2010

E’ probabile che piazza San Marco a Firenze possa non essere piu’ utilizzata per le manifestazioni pubbliche. Ci si e’ resi conto, con il corteo studentesco dei giorni scorsi, e col fatto che questa piazza e’ diventata di recente snodo principale della mobilita’ urbana, di aver bloccato l’intera citta’.
Finalmente si comincia a ragionare in funzione di tutti i cittadini, senza che i diritti di alcuni, per manifestarli e rivendicarli, debbano necessariamente calpestare quelli di altri. Il problema si e’ posto per piazza San Marco ma e’ piu’ ampio. Non solo per piazze e strade della citta’ ma per lo sciopero in se’.
1 – piazze e strade. E’ evidente che una citta’ risenta di una manifestazione al pari del passaggio di un forte temporale, se non peggio. In piazza San Marco probabilmente piu’ che altrove, ma non per questo “altrove” deve essere penalizzato in una politica di riduzione del danno che sembra voglia essere utilizzata da amministratori e forze dell’ordine. La questione andrebbe affrontata in un’ottica generale, partendo dal presupposto che uno sciopero di una componente della nostra societa’ non deve obbligare tutti a farsene carico. I cortei che immobilizzano la citta’ sono retaggio di una cultura, una mobilita’ e un’informazione del secolo scorso: per comunicare a chiunque che c’era un certo dissenso e protesta, scendere per strada era un sistema di comunicazione, maggiormente incisivo se il disagio che provocava coinvolgeva chiunque. Che necessita’ c’e’ oggi di questo metodo di comunicazione, oggi che le “coperture mediatiche” di certi eventi consentono l’informazione ovunque, a 360 gradi?
2 -lo sciopero in se’. Una cultura per la comunita’ e una prassi di rispetto dell’altro che coinvolge lo sciopero in se’. Siccome l’obiettivo degli scioperanti e’ creare problemi alla propria controparte, perche’ crearli anche ad altri? Perche’ per esempio, i ferrovieri o gli addetti al trasporto pubblico devono bloccare la circolazione dei loro mezzi -a danno di tutti- e non esimersi dal far pagare il servizio in determinate fasce orarie -a danno della propria controparte? Oggi le piazze sono essenzialmente mediatiche, quindi non si possono conquistare con la propria imposizione fisica. Non solo. C’e’ un rilevante pericolo che la piazza mediatica diventi luogo di rivalsa contro la possibilita’ dei singoli di non poter liberamene fruire delle piazze urbane, e anche per questo crediamo che valga la pena rimettere in discussione gli attuali metodi. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alleanza Fsl-Ns

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 ottobre 2010

In località San Giovanni La Punta (CT), i vertici nazionali del Movimento per il Sud e del Movimento per l’Indipendenza della Sicilia (M.I.S.), in rappresentanza della FSL-NS, hanno stretto un patto di amicizia, edificato su progetti condivisibili per il rilancio della politica socio-economica della Sicilia, convinti che insieme si potrà meglio interpretare e promuovere, in tutte le sedi, le istanze del popolo siciliano e meridionale, discriminati dalla politica centralista e filo-padana dei partiti italiani. Gli interpreti di tale intesa si impegnano a condividere sinergicamente, e sin da subito, l’organizzazione di manifestazioni ed eventi di vario genere in tutto il territorio siciliano. I primi appuntamenti in programma sono rappresentati dalla “Festa dell’Agricoltura” del 24 ottobre in Ramacca (CT) e la manifestazione “La Sicilia e i Siciliani per lo Statuto” del 30 ottobre a Palermo.
(Dott.ssa Claudia Rivela)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sviluppo economico: un ministro contestato

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 ottobre 2010

«Ci sono voluti cinque mesi di attesa per la nomina del ministro dello sviluppo economico. Cinque mesi per poi vedere Paolo Romani, un fedelissimo di Berlusconi, che è contemporaneamente un imprenditore televisivo. In questo momento così delicato e critico per il Paese, ci sarebbe bisogno di un economista, libero da conflitti di interesse. Ma di là di questi aspetti, Romani è chiamato a fare una scelta chiara: se vuole restare in sella come ministro, lasci la poltrona di assessore all’Expo che ricopre al comune di Monza. Con le nubi che si stanno addensando sulla manifestazione c’è bisogno di qualcuno che si occupi del tema – centrale anche per la Brianza – a tempo pieno e non nei ritagli di tempo. Del resto, già come sottosegretario con la delega alle Telecomunicazioni, Romani non ha fatto ciò che è da tempo atteso dal nostro territorio, vale a dire sollecitare la Regione Lombardia a riconoscere la Brianza come distretto hi-tech. Un passaggio dettato non da motivazioni campanilistiche, ma basato sulle potenzialità brianzole in questo campo,  che consentirebbe di partecipare a bandi e attrarre investimenti, oltre  che di accelerare sul fronte dell’innovazione, con una politica industriale seria». Così Alessia Mosca, deputato del Pd, segretario della Commissione Lavoro e vicepresidente di Trecentosessanta, l’associazione che fa riferimento a Enrico Letta.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »