Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 201

Posts Tagged ‘marco damilano’

Marco Damilano: Le trame, gli intrighi e le congiure nel voto per il Quirinale

Posted by fidest press agency su domenica, 16 gennaio 2022

Marco Damilano con un suo libro aggiunto all’Espresso e a La Repubblica ci offre uno spaccato della vita repubblicana italiana alle soglie del Quirinale. I fatti narrati, prima e dopo l’evento, sono senza dubbio degni di una curiosità legittima da parte degli italiani che non sempre, per questa salita sul colle dei cosiddetti “migliori”, mostrano un interesse particolare se non stimolati da curiosità e intrighi degni proprio di una trama da giallo e che avrebbero potuto scriverlo autori della classe di Arthur Conan Doyle, Edgar Wallace, Agatha Christi, tanto per citare alcuni più noti. Oggi la novità ce la offre in prima persona un personaggio per altri versi molto chiacchierato che oltre alle sue frequentazioni a palazzo Chigi ha anche quelle dei tribunali italiani e sino alla Cassazione dove ha avuto condanne, assoluzioni e prescrizioni di comodo con leggi ad personam. Ora si presenta in solitaria senza rivali all’appuntamento dei grandi elettori per il Quirinale. E’ il suo canto del cigno? Gli amici si affrettano a dire che fa sul serio e che ci tiene moltissimo a vedere la sua foto alle spalle degli inquirenti che lo hanno giudicato e rinviato a giudizio. Ma è questa la verità? Per altro non sarebbe un giallo se non si attendesse l’ultima pagina dove l’autore della trama è solito svelare il finale. Ma i lettori non rimangono a bocca asciutta in quanto non mancano coloro che sono pronti a darci le versioni più svariate tanto per tenere in caldo il grande evento dell’anno a dispetto del virus che impazza e provoca centinaia di migliaia di contagi e preoccupazioni a non finire per le famiglie e le imprese con l’aumento stellare delle tariffe energetiche e le ricadute sul costo della vita. Si vede che gli italiani non rinunciano a qualche svago tanto per alleggerire le ansie e i timori del futuro in specie per i loro figli. L’ultima che abbiamo sentito è che la candidatura del prediletto degli dei è “strumentale”. Vuole dimostrare di avere un grosso seguito e che ha i numeri per diventare il Presidente della Repubblica ma per poi cedere il “suo pachetto” all’amico Draghi. Ma potrebbe accadere anche l’imprevisto con un’elezione quasi plebiscitaria dove i “franchi tiratori” gli diventono alleati per far esplodere tutte le contraddizioni del sistema paese. Come si vede la partita è aperta ad ogni opzione e il giallista che sta dietro le quinte mostra d’avere tutti gli ingredienti per darci la consolazione di dimenticare per qualche ora i nostri affanni quotidiani. Ma ne vale la pena? Siamo tanto vanesi da trasformare l’elezione più importante in Italia in un “grotesque” all’italiana? (Riccardo Alfonso)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Marco Damilano: Il Presidente

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 novembre 2021

Collana i Fari, pp. 224, 17 euro. In attesa della prossima elezione del successore di Mattarella a febbraio, un racconto indiscreto della nostra Repubblica attraverso retroscena, intrighi e congiure che negli anni hanno segnato la storia dei diversi presidenti dal dopoguerra a oggi. Timidi, estroversi, rispettosi dei limiti, interventisti: ogni presidente della Repubblica, nella diversità di carattere, è stato un monarca repubblicano, con la sua corte e i suoi intrighi. Ma all’inizio della storia repubblicana i presidenti che provarono ad allargare la loro sfera di azione, fino a essere tentati da avventure autoritarie, furono bloccati dai partiti. Mentre con lo svuotamento degli altri poteri, la Repubblica parlamentare prevista dalla Costituzione si è trasformata, senza passaggi formali, in una Repubblica presidenziale di fatto. Oggi il presidente è il garante del Paese, sul piano internazionale. All’incrocio tra la fragilità dello Stato e le richieste della società civile, il quasi miracoloso punto di unità in mezzo alla frantumazione. Per questo la scelta del prossimo presidente della Repubblica, nelle prime settimane del 2022, quando si concluderà il mandato di Sergio Mattarella, già da ora sta condizionando tutte le mosse dei principali attori politici e il muoversi delle influenze esterne. Per essere eletti alla carica più alta c’è una lunga corsa sotterranea che parte con anni di anticipo. Spesso i cavalli di razza vengono eliminati quando erano arrivati in vista del traguardo e spunta l’outsider non previsto da nessuno. La battaglia presidenziale è il palcoscenico su cui si muovono gli intrighi repubblicani, ben più della guida di un governo. Le elezioni del presidente nella storia sono state segnate, o precedute, da scandali orchestrati per eliminare i candidati, trattative segrete per condizionare il voto, interventi di poteri esterni (ieri la Chiesa e la massoneria, gli Usa e l’Urss, oggi i social e l’Europa), stragi (piazza Fontana, via Fani, Capaci nei giorni del voto). È sul Quirinale che si può scrivere una avvincente e in gran parte inedita storia del Deep State repubblicano.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Serata in ricordo di Aldo Moro di e con Marco Damilano

Posted by fidest press agency su martedì, 1 Maggio 2018

Roma Giovedì 3 maggio (ore 21) Teatro Argentina largo Argentina 1 Serata in ricordo di Aldo Moro di e con Marco Damilano. Ad Aldo Moro, rapito dalle Brigate Rosse il 16 marzo e il cui corpo senza vita fu ritrovato il 9 maggio 1978, dopo 55 giorni di prigionia, in via Caetani, a pochi passi dal Teatro Argentina, sarà dedicata una serata-omaggio per raccontare e ripercorrere la sua vita di grande statista e figura emblematica che ha segnato la Storia dell’Italia contemporanea. Così, a 40 anni dalla sua tragica morte, giovedì 3 maggio (ore 21) sul palcoscenico del Teatro Argentina UN ATOMO DI VERITÀ – Serata in ricordo di Aldo Moro di e con Marco Damilano, per la regia di Antonio Sofi e in collaborazione con l’Archivio Flamigni. Un viaggio nella memoria proposto da Marco Damilano, direttore dell’Espresso, che a Moro ha dedicato il suo ultimo libro pubblicato da Feltrinelli. Parole, documenti mostrati in pubblico per la prima volta, fotografie inedite, immagini, musiche, letture, di Moro, ma anche di Pier Paolo Pasolini e di Leonardo Sciascia. Per riscoprire il politico che ha governato l’Italia per decenni e chiedersi in che modo la sua scomparsa violenta abbia segnato l’Italia nei decenni successivi: la politica, la società, la cultura. Ritrovare Aldo Moro, per cercare qualcosa del nostro passato, e dunque del nostro presente e del nostro futuro. Con il suo ultimo libro, Damilano ha deciso di tornare a quell’istante, per indagare le traiettorie che, a partire da uno dei capitoli più cupi della storia italiana, si sono dispiegate fino a oggi. Con l’aiuto delle carte personali di Moro, in gran parte conservate nell’archivio privato di Sergio Flamigni e non dallo Stato, e rimaste inedite, getta luce sul punto in cui la drastica interruzione di una stagione politica si incontra con le vicende personali di una generazione, che tra il 16 marzo e il 9 maggio 1978 assiste alla fine di un’epoca. Dopo via Fani, secondo Damilano, comincia la lunga fine della Prima Repubblica. Un racconto autobiografico che attraversa la dissoluzione della Dc, la morte di Berlinguer, la caduta del Muro, Tangentopoli e la latitanza di Craxi in Tunisia, fino all’ultima stagione, inaugurata dalla sua metafora televisiva: il Grande Fratello. Arriva a Berlusconi, a Grillo e a Renzi, i protagonisti di una politica che da orizzonte di senso e di speranza si è fatta narcisismo e nichilismo, cedendo alla paura e alla rabbia. “Via Fani è stato il luogo del nostro destino. La Dallas italiana, le nostre Twin Towers. Il momento che ha cambiato tutto. Nel 1978, l’anno di mezzo tra il ’68 e l’’89. Tra il bianco e nero e il colore. Lo spartiacque di diverse generazioni che cresceranno tra il prima e il dopo: il tutto della politica – gli ideali e il sangue – e il suo nulla.”

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »