Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘margherita’

Codici: occhio alla Margherita, non è tutto Dop quello reclamizzato

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2021

Un plauso ai Carabinieri, un avviso ai consumatori. Li rivolge l’associazione Codici, in riferimento all’operazione “Margherita Due” che ha visto i Carabinieri per la Tutela Agroalimentare protagonisti di una serie di controlli su tutto il territorio nazionale nei confronti di note pizzerie. Il blitz ha prodotto sanzioni per 12mila euro e la denuncia dei titolari di 13 attività per frode in commercio. “Parliamo afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici di rinomate pizzerie, che attirano i consumatori grazie al proprio nome ed a quello dei loro pizzaioli, proponendo menù di qualità, a base di prodotti Dop. Peccato che nella realtà i prodotti utilizzati non erano iscritti al circuito tutelato. Nel corso dei controlli sono state accertate irregolarità sulla rintracciabilità ed uno dei titolari sanzionati è stato denunciato anche per aver utilizzato alimenti scaduti. Da qui nasce il nostro avviso ai consumatori: fate attenzione. Non basta il nome a fare grande una pizzeria. Prima di metterci seduti al tavolo, cerchiamo di capire se l’offerta contenuta nel menù è veramente di qualità o se i prodotti Dop reclamizzati sono solo fumo negli occhi. Non è facile, lo sappiamo, ma è sempre bene controllare e, in caso di dubbi, segnalare. Perché non si tratta di una semplice pizza, ma di alimentazione e di salute, da tutelare con la massima attenzione, come fatto dai Carabinieri con questa preziosa operazione”. (n.r. Quanto ha citato Codici è purtroppo una tendenza diffusa e non riguarda solo le pizzerie. Per porvi riparo occorrerebbe potenziare la vigilanza, servendosi, ad esempio di poliziotti in pensione, e fare in modo che i loro clienti lo sappiano con la chiusura del locale e la comunicazione pubblica delle malefatte dei loro gestori.)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Legge elettorale: Il PD sfoglia la margherita

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 settembre 2017

MARGHERITA“Il Partito democratico faccia chiarezza: vuole o non vuole fare la legge elettorale a partire da domani qui alla Camera? A luglio si è rimandato; a settembre, alla ripresa, si è rimandato di una settimana. Ora questa è la settimana cruciale per approvare il testo base in Commissione, per poi arrivare, entro il mese di settembre, in Aula a Montecitorio.Noi abbiamo detto di ripartire da dove si era lasciato, ossia dal ‘modello tedesco’, e di verificare tutte le sue possibili varianti. Che il Pd dica qualcosa. Se vuole andare avanti ed arrivare in Aula, oppure se getta la palla in tribuna, come temiamo”.Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.“Noi vogliamo che il Parlamento faccia una legge elettorale, che deve farsi con il massimo consenso possibile, non contro qualcuno, tanto meno contro il Partito democratico. Ma una legge elettorale in Parlamento va fatta. Il cosiddetto Consultellum non è una legge elettorale, sono due tronconi di due sentenze della Corte costituzionale di fatto inapplicabili, come ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Louise Bourgeois: Falli, Ragni e Ghigliottine

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2015

margheritaRoma Teatro dei Conciatori via dei Conciatori 5, dal 24 novembre al 13 dicembre 2015,(orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21,00 domenica ore 18,00 biglietto € 18,00 + tessera obbligatoria di 2 €) LOUISE BOURGEOIS – Falli, Ragni e Ghigliottine, scritto e diretto da Luca De Bei. Protagonista è Margherita di Rauso.
Louise Bourgeois era una donna eccezionale, ed è una delle più grandi artiste del secolo. Lucida, folle, anticonvenzionale, rigorosa, geniale, umile, straordinaria interprete del femminile e dell’arte. Segnata fin da bambina dalla violenza, dalla sua estrema sensibilità, temprata da due guerre, infaticabile creatrice di sculture-opere intense, agghiaccianti, grottesche, rivelatrici, folgoranti. Famosa per i falli che mette sul tetto di casa e con cui si fa fotografare portandoli sotto il braccio come una baguette o un ombrello; per i ragni monumentali, sotto cui ci si sente vulnerabili e allo stesso tempo protetti (“i ragni sono la madre”, diceva Louise); per le ghigliottine che sospende sopra le case borghesi e le vite tranquille che racchiudono.
E’ il prototipo, non convenzionale, dell’artista, che passa dall’euforia alla depressione, dall’attività frenetica all’immobilismo, dalla creatività alla riflessione. Ed è completamente, sorprendentemente, clamorosamente teatrale. Lo spettacolo che la racconta mette in scena l’essenza di questo essere strano, al tempo stesso donna, vecchia e bambina. dà corpo, matericamente come le sculture da lei create, alla fantasia, le immagini, le voci, i suoni, i pensieri che escono dal profondo di Louise, dalla sua anima. Tasselli che si compongono via via e ci rimandano in modo delicato o prepotente, allusivo o dichiarato la vita di una donna affascinante, emozionante, totale. E probabilmente irripetibile. (foto: margherita)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Caso Lusi e le vittime

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 Maggio 2012

Picture of Francesco Rutelli used fot his biog...

Picture of Francesco Rutelli used fot his biography on http://www.francescorutelli.it (Photo credit: Wikipedia)

“In seguito alla richiesta al Senato, da parte della procura di Roma, di autorizzazione all’arresto del sen. Lusi emerge con chiarezza che Francesco Rutelli e la Margherita sono state vittime di una serie di gravi reati penali”. Lo dichiara l’on. Gianni Vernetti, deputato di Alleanza per l’Italia. “Devo, però, registrare – continua Vernetti – come in questi mesi sia stata spesso infangata l’intera storia politica della Margherita ed in particolare del suo leader: Francesco Rutelli è stato sottoposto ad una gogna mediatica senza precedenti grazie alla quale si è voluto disegnare ‘un mondo alla rovescia’ nel quale le vittime sono diventate complici”.
“I fatti e le verità che stanno emergendo dimostrano ciò che abbiamo sempre sostenuto: Luigi Lusi ha messo in atto, con complici esterni alla Margherita, una serie di azioni di appropriazione indebita di fondi del partito per scopi personali, danneggiando gravemente l’immagine e l’onorabilità della stessa Margherita e dei suoi dirigenti” “Piena fiducia quindi nella Magistratura e solidarietà a Francesco Rutelli per gli attacchi ingiustamente subiti in questi mesi”, conclude Gianni Vernetti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Famiglia Bossi: famiglia di martiri?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 aprile 2012

Famiglia Bossi – Bardoscia (Assotutela): “Indecente il tentativo di farsi passare da Martiri” Non sono bastate le dichiarazioni di Umberto Bossi che ha annunciato le sue dimissioni da Segretario accusando ”Roma Farabutta” di aver inviato i giudici ad indagare sull’eventuale uso improprio dei finanziamenti pubblici da parte della famiglia Bossi e di alcuni Dirigenti, ora è il turno del figlio Renzo il quale comunica di dare il buon esempio dimettendosi dal consiglio regionale della Lombardia. Sinceramente riteniamo indecente il loro tentativo di passare da “presunti colpevoli” a “Martiri” della Lega Nord. Lo comunica in una nota il Segretario Nazionale dell’Associazione per la tutela del Cittadino Assotutela Pietro Bardoscia. Ho deciso – prosegue Bardoscia – di mettere a disposizione l’ufficio legale della nostra associazione ai militanti e simpatizzanti della Lega Nord qualora vogliano agire per vie legali, contro la famiglia Bossi e i Dirigenti eventualmente coinvolti nella vicenda, per richiedere non solo la restituzione del denaro illecitamente sottratto al partito, ma anche gli eventuali danni morali e materiali causati ai militanti e al partito a causa delle loro azioni. Pensiamo che, dopo il caso del tesoriere della Margherita Luigi Lusi, del tesoriere dell’UDC Giuseppe Naro sul caso ENAV e ora della Lega Nord sia arrivato davvero il momento di imporre regole certe sul finanziamento di denaro pubblico ai partiti (sotto forma di rimborso elettorale), rendendo tutto trasparente e contabilizzando dettagliatamente tutte le entrate e tutte le uscite sotto la supervisione di un organo di controllo esterno come ad esempio la Corte dei Conti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al voto… al voto… con il freno a mano tirato

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 settembre 2010

Berlusconi dice: non si vota. Lasciatemi lavorare. Bossi incalza, ma precisa: si va al voto ma solo se Berlusconi si dimette. Il cerchio a questo punto dovrebbe chiudersi: “Berlusconi vuol lavorare e Bossi glielo permette”. E allora, si chiede, il cronista perplesso: la fiducia sui 5 punti programmatici che saranno presentati in Parlamento la Lega li voterà o meno? E Bossi risponde: ”Ci sono anche queste possibilità…”. E il giochetto del si e del no continua. In attesa di sfogliare tutta la margherita,  c’è chi si chiede: ma agli italiani ci avete pensato? Milioni sono gli italiani disoccupati, cassa integrati, con retribuzioni da fame, precari, pensionati con rendite da sopravvivenza e una drammatica situazione occupazionale nella quale il padronato sta facendo la voce grossa togliendo di fatto molti diritti acquisiti dal lavoratore in anni di lotte e di sacrifici. Questa è la realtà del paese per la quale i politici non sembrano avvedersene. Per loro la politica è solo un gioco praticato, si badi bene, dalle caste privilegiate, di quelle che non hanno affanni esistenziali, che non si preoccupano di pagare il fitto di casa, tanto ci sarà sempre qualcuno ad esborsare il dovuto per loro. Mica prendono l’autobus e il tram per andare a lavorare. Mica partono da Roma per andare a Palermo in treno per fare mille chilometri in 13 ore su vagoni recuperati dai residuati bellici. Mica si preoccupano se la benzina alla pompa rincara. Cosa rappresenta per loro l’aumento da un giorno all’altro di 30-40 centesimi di euro? Una inezia, una “spinzerlacchera” direbbe Totò. Il traffico cittadino? Manco se ne accorgono con le loro auto blu, con le corsie preferenziali e le destrezze dei loro autisti. Questa è l’Italia a due marce dove gli allievi politici fanno la fila per entrare in servizio permanente effettivo dove tutto è permesso e tutto è concesso. Questa è l’Italia dove esiste una maggioranza che non conta e una minoranza che la fa da padrona. Ma la colpa è anche della maggioranza se non sa farsi valere ma mettiamoci pure nei suoi panni. Oggi i governi e i parlamenti possono cambiare ma cosa muta in effetti? Si percepisce solo il rischio di passare dalla padella alla brace. E allora gli italiani si fanno coraggio in un solo modo, quello che è più congeniale: si arrangiano, tanto “quelli” finiscono sempre con il prendersela con i più deboli, anche se sono maggioranza. Ma non c’è proprio rimedio? Forse si, ma questa è un’altra storia. (il ragazzo di CoMunità On)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »