Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘marsala’

«Resto al Sud … in Sicilia» incontro a Marsala

Posted by fidest press agency su sabato, 8 giugno 2019

Marsala lunedì 10 giugno 2019 (ore 16.00), presso il Complesso Monumentale San Pietro,si terrà un incontro informativo finalizzato ad illustrare l’incentivo «Resto al Sud», che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno. Le opportunità sono rivolte, in particolare, ai giovani tra i 18 e i 35 anni di età, ma con le novità previste dalla Legge di Bilancio 2019 anche ai liberi professionisti e agli under 46. Le domande vanno presentate sulla piattaforma on-line di Resto al Sud ed una volta approvata la richiesta il regime di aiuto è gestito da Invitalia, per conto della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Si possono, pertanto, avviare iniziative imprenditoriali per la produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura fornitura di servizi alle imprese e alle persone e turismo. Sono escluse dal finanziamento le attività agricole ed il commercio. Sono ammissibili le spese per la ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili, per l’acquisto di impianti, macchinari, attrezzature e programmi informatici e per le principali voci di spesa utili all’avvio dell’attività. Il finanziamento copre il 100% delle spese ammissibili e consiste in un contributo a fondo perduto pari al 35% dell’investimento complessivo finanziamento bancario pari al 65% dell’investimento complessivo, garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI. Gli interessi del finanziamento sono interamente coperti da un contributo in conto interessi. Resto al Sud è un incentivo a sportello, per cui le domande vengono esaminate senza graduatorie in base all’ordine cronologico di arrivo. Sono previsti i saluti istituzionali da parte di Liborio Furco (Presidente GAL Elimos), Alberto Di Girolamo (Sindaco Comune di Marsala), Vito Mancuso (Presidente O.A.P.P.C di Trapani) e Antonio Mistretta (Consigliere Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Marsala). Gli interventi previsti sono i seguenti: Stefania Esposito – INVITALIA (Resto al sud: stato di avanzamento della misura agevolativa), Pasquale Brancato – Direttore Area Retail Trapani (Resto al Sud: Intesa Sanpaolo al fianco dei giovani imprenditori) e Rocco Lima – Direttore GAL Elimos (Il GAL per lo Sviluppo Locale PAL “Terre degli Elimi 2020”). Le conclusioni sono affidate a Liborio Furco (Presidente del GAL Elimos). A partire dalle ore 18.30, infine, si terranno incontri «One to One»

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival della letteratura e vino

Posted by fidest press agency su sabato, 10 giugno 2017

CusimanoMarsala dal 15 al 18 giugno avrà luogo in quattro cantine marsalesi: Cantina Barraco, Cantine Florio, Cantina Sociale Birgi e Cantina Caruso&Minini la rassegna letteraria ed enologica made in Sicily che racconta le memorie del territorio, tramite testimonianze, immagini e sapori. Nasce così “38° parallelo _ tra libri e cantine”.
Approfondimento di questo esordio è ‘Memorie e Approdi’, ricordi e testimonianze di scrittori, giornalisti e fotografi, grazie ai quali poter riflettere sul passato e sul presente del territorio siciliano e non solo. “Tutto nasce dalla lettura di un saggio di recente pubblicazione e da una visita a un contadino nella sua cantina; lì è scattata la scintilla, il cortocircuito – racconta Giuseppe Prode, ideatore della rassegna -. 38° parallelo ha contagiato istituzioni, amici, imprenditori illuminati, le Cantine per prime, che di slancio hanno accettato l’idea di questi incontri da ospitare dentro casa. Un numero e un sostantivo e dietro un gruppo di persone che lavorano da mesi per far sì che la rassegna prenda il largo”. Obiettivo del festival è quello di valorizzare il territorio, provando a fare marketing culturale e sistema attraverso il libro, oggetto semplice ma rivoluzionario che rappresenta una memoria del futuro, così come le cantine, luoghi strategici di “38° parallelo”. La rassegna eno-letteraria si articola in quattro appuntamenti che si svolgono in quattro cantine del marsalese. Si parte giovedì 15 giugno con l’incontro presso la Cantina Barraco, con il giornalista e scrittore Gaetano Savatteri che ha raccontato la sua terra nel libro “Non c’è più la Sicilia di una volta” (edizioni Laterza). L’incontro è moderato dalla giornalista Daniela Tornatore e ha inizio alle 18.30. Alle Cantine Florio, a partire dalle 18.30 del venerdì 16 giugno, è la volta del confronto a tre intitolato “1992-2017 venticinque anni e adesso?” con il giornalista Rai Salvatore Cusimano, Tony Gentile, fotografo siciliano, e il giornalista Gaetano Savatteri. Durante l’incontro sarà presentato il reportage di Gentile dal titolo “La guerra, una storia siciliana” (Postcart edizioni), all’interno del quale ha ricostruito tramite i suoi scatti un piccolo frammento di storia del Paese. Segue la proiezione del documentario Rai “Nella terra degli infedeli” GentileMelatidel giornalista Salvatore Cusimano, trasmesso da Rai 3 e Rai Scuola. Il reportage raccoglie le testimonianze dei collaboratori più stretti della squadra che cambiò radicalmente il modo di indagare sulla mafia con risultati storici.Il terzo giorno della rassegna, sabato 17 giugno, è dedicato all’incontro intitolato “Giacomo Di Girolamo, scrittore e giornalista? Un autore. Letteratura necessaria”. Modera l’incontro Lillo Garlisi, editore di Melampo. Noto per la sua trasmissione radio dal titolo “Dove sei, Matteo?”, nella quale si occupa del capomafia Matteo Messina Denaro, Giacomo Di Girolamo ha pubblicato quattro libri per il Saggiatore. Ha scritto “L’Invisibile”, “Cosa Grigia” (finalista del premio Piersanti Mattarella), “Dormono sulla Collina” e “Contro l’antimafia”. Appuntamento presso Cantina Sociale Birgi alle 18.30. Ancora storia, letteratura e vino saranno i protagonisti principali della quarta e ultima serata di ‘38° parallelo’, con un incontro in programma domenica 18 giugno alle 18.30 presso la Cantina Caruso&Minini. Alla conversazione parteciperanno Piero Melati, giornalista e autore della recente pubblicazione “Giorni di mafia. Dal 1950 a oggi: quando, chi, come” (Editori Laterza), e Giuseppe Prode. La prima edizione di “38° parallelo”, patrocinata dal Comune di Marsala, vede la collaborazione di Legambiente e Slowfood, Sponsor dell’evento sono Sicily by Car, Tecnicomar, Scent of Sicily e Villa Kalon mentre mediapartner è Radio Marsala Centrale/Tp24.it. Altre realtà del territorio saranno coinvolte per fare rete e contribuire alla concretizzazione di questo esordio. La rassegna è prodotta dall’associazione Elementi, responsabile della comunicazione è la giornalista Amelia Bucalo Triglia. (foto: cusimano, Gentile, Melati)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto a Marsala per Wine Up Expo

Posted by fidest press agency su sabato, 13 Mag 2017

Dire StraitsMarsala venerdì 16 Giugno in concerto a Marsala per Wine Up Expo Stadio Comunale Lombardo Angotta di Marsala inizio concerto: ore 22.00. Dopo lo strepitoso successo che stanno ottenendo nella serie di date in Brasile, i Dire Straits Legacy torneranno in Italia da fine maggio con due concerti speciali. Appuntamenti imperdibili per rivivere le magiche atmosfere della storica band inglese con uno spettacolo unico e coinvolgente che ripercorre i brani più famosi di tutti i tempi.
Il tour internazionale partito da Lugano a marzo, infatti, prosegue in questi giorni in Brasile e, dopo il Lussemburgo (26 maggio), arriverà in Italia per due concerti: DSL Speciale Telethon al Teatro degli Arcimboldi di Milano il 28 maggio e concerto in occasione della prima edizione di Wine Up Expo, allo Stadio comunale di Marsala il 16 giugno.I “Dire Straits Legacy”, sono un progetto in continua evoluzione, lontani dal cliché della réunion o della tribute band, mantengono viva nei loro concerti la memoria di sonorità storiche e di brani unici ed indimenticabili come: “Romeo and Juliet”, “Sultans of Swing”, “Money for Nothing”, ” Tunnel of Love”, “Walk of life” e anche brani più di “nicchia” come “When it comes to You”, “You and Your Friend”, “On Every Street”, dal primo disco “Wild West End” e tanti altri successi. Tanti gli ex componenti dei Dire Dire Straits1Straits che nel corso degli anni hanno aderito con entusiasmo al “concept show”, ma nel 2016 ha fatto il suo ingresso nella formazione Alan Clark storico tastierista, che era entrato a far parte dei Dire Straits nel 1980 e presente per tutta la vita del gruppo.
Sul palco, insieme ad Alan Clark, ci saranno Phil Palmer (Musical Director, chitarra e voce), il percussionista Danny Cummings, entrambi presenti nell’On Every Street Tour ’91-’92 dei Dire Straits, e inoltre: il sassofonista Andy Hamilton, Andrew Tracey alla batteria e Mickey Feat al basso. Anche due italiani nella formazione: il cantante e chitarrista Marco Caviglia e il tastierista Primiano Di Biase. Il “concept show” è prodotto e distribuito da We4Show, a new concept 4 the show, società di eventi di Milano. I biglietti sono in vendita attraverso il circuito TicketOne. Il costo del biglietto è di € 20,00 + dir di prevendita. (foto: Dire Straits)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pintus con lo show “Ormai sono una milf” approda a Marsala al Teatro Impero

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

pintus.jpgMarsala. Giovedì 16 febbraio ore 21.30 Teatro Impero Viale Nazario Sauro. E’ uno spettacolo tutto da ridere ma anche una riflessione ironica sul tempo che passa. Angelo Pintus approda a Marsala con il suo nuovo show “Ormai sono una milf”. L’appuntamento è giovedì 16 febbraio, alle ore 21.30, al Teatro Impero. Reduce dal successo di “50 Sfumature di…Pintus“, record di incassi e di presenze in tutta Italia, il comico rivelazione di Colorado torna con uno show che racconta la sua vita vista con gli occhi di un quarantenne che si sente sempre quel bambino che quando vedeva gli amici quarantenni dei propri genitori li considerava “vecchi” e si meravigliava di quanto vivessero a lungo “i grandi”.
Angelo Pintus nato a Trieste nel 1975 da padre di origine sarda e madre di origine franco-ligure, dopo le prime esperienze nei villaggi turistici, nel 2001 si esibisce insieme al comico Max Vitale formando il duo Angelo & Max partecipando a diverse trasmissioni televisive. Dal 2009 è presenza fissa nel cast di Colorado, in cui si fa conoscere al grande pubblico grazie alla rubrica Sfighe (parodia del programma di approfondimento sportivo Sfide), imitando fra gli altri il telecronista Bruno Pizzul, l’allenatore Josè Mourinho, il motociclista Valentino Rossi. Inoltre è nella squadra di calcio della Nazionale Italiana Cabarettisti. Nel 2013 è in tour nei teatri con lo spettacolo 50 sfumature di Pintus ottenendo un grande successo con 150 spettacoli e oltre 200mila spettatori. Prtecipa alCoca Cola Summer Festival, nel 2014 debutta al cinema con il film Tutto molto bello di Paolo Ruffini, e successivamente appare nel film , diretto da Neri Parenti. Dopo la partecipazione al Festival di Sanremo 2015, ha condotto su Italia 1 il programma tv Karaoke. Nella stagione teatrale 2015/2016 il nuovo spettacolo “Ormai sono una milf” è stato accolto dal pubblico con grande interesse. L’evento è organizzato da Tagg Eventi, Music&Motion e Bonagia Eventi con il patrocino del Comune di Marsala. (foto: pintus)
Costo dei biglietti: Poltronissima 30,00 euro, poltrona 25,00 euro, galleria 17,50 euro.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

2 Giugno: ciò che non si insegna nelle scuole

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 Mag 2016

Altare della patria (3)Sono trascorsi 70 anni da quel 2 giugno 1946 quando il popolo italiano votò il referendum che abrogò la monarchia, facendo diventare l’Italia una Repubblica, pseudo-unitaria. Ma bisogna dare uno sguardo più dilatato nel tempo per capire le ragioni dell’attuale condizione socio-politica dell’Italia, uno sguardo veloce, per sommi capi, ma sufficiente ad avere una panoramica ben diversa da quella che si insegna nelle scuole e che vediamo nella toponomastica di tutte le città, tutti i paesi, tutte le borgate, intitolate a presunti eroi, perché, malauguratamente, l’Italia ha bisogno di eroi per sostenere l’idea unitaria dell’Italia.
Oltre 150 anni addietro c’erano una miriade di staterelli, che gli ambiziosi Savoia cercarono di unificare per generare un Regno Sabaudo. Il momento più specifico fu la “piementesizzazione del Regno delle Due Sicilia, con l’aggressione di Garibaldi con lo sbarco a Marsala con i suoi mille volontari. Ci volle il tradimento del generale Landi a Palermo che fece ritirare le truppe borboniche, allettato dalla promessa garibaldina di premiare quel tradimento con 14.400 scudi. Il tradimento si reitererà a Napoli con il gen. Lanza che consigliò al re borbone di accettare la resa senza condizione alle truppe scalcinate dei garibaldini.
Il motivo di tali aggressioni venne documentato con la sottrazione a mano armata dell’oro stivato nel caveau del Banco di Sicilia e successivamente nel Banco di Napoli. Oro che i Savoia utilizzarono per pagare i loro debiti con i Roschild e finanziare lo sviluppo economico del lombardo-veneto. L’Italia divenne una NAZIONE, sulla cara “unitaria”, con lo Statuto Albertino che dominava la scena pubblica e che Carlo Alberto definì come «Legge fondamentale perpetua ed irrevocabile della Monarchia sabauda.
L’annessione al regno sabaudo provocò nel Meridione d’Italia leggi fino allora inedite, come la leva obbligatoria e la tassa sul macinato. La storia poi precipita, in quanto la neo-nata nazione voleva dilatarsi, così i sovrani sabaudi si servirono di Garibaldi, del tradimento e della corruzione per appropriarsi del Sud; ma si servirono anche della contessa di Castiglione per irretire Napoleone III e convincerlo ad entrare in guerra accanto all’esercito sabaudo, contro l’Austria. Fu la prima guerra mondiale, voluta dalla Germania e dal suo Kaiser Guglielmo II, finita con una Germania con le ossa rotte. Quindi fu il momento delle pagine nere dell’intera Europa, con le esperienze nazi-fasciste e le disastrose guerre che provocarono milioni di morti e la distruzione materiale dell’Europa. Fu la seconda guerra mondiale, sempre voluta dalla Germania, stavolta in mano all’austriaco Hitler, nella quale l’Italia partecipò con una alleanza sbagliata con la Germania, sostenuta dal sogno impossibile di “sedere al tavolo dei vincitori”.
In Italia fu la lotta partigiana a risollevare l’onore della nazione e dotarla di una delle migliori Carte Costituzionali del mondo Occidentale, Costituzione che, oggi, un manipolo di improvvisatori ha deciso di manomettere. Fu grazie a quella Costituzione che l’Italia divenne uno STATO, rispettato in tutto il mondo e risollevato dalla distruzione grazie a pubblici amministratori oculati.
Fu il 2 giugno 1946, per quasi un ventennio produttivo, democratico-liberale, le sorti dell’Italia cambiarono, ma fu un cambiamento che si dimostrerà aleatorio. Seguirono altri ventenni (sembra proprio che la storia d’Italia vada suddivisa in ventenni: ventennio fascista, ventennio democratico-liberale, ventennio craxiano, ventennio berlusconiano) per giungere ad una realtà, che vede l’Italia in piena terza guerra mondiale, sempre voluta dalla Germania, stavolta con il Kaiser Anghela Merchel, che ha capito la lezione della storia e non ha schierato in trincea panzer e armi da fuoco, bensì le banche tedesche (in maggior parte statali), utilizzando come arma di distruzione di massa lo spread (monopolio tedesco) che permette speculazioni finanziarie a danno delle nazioni europee più deboli.
Mentre ci accingiamo a subire un ulteriore ventennio, non possiamo non rilevare che l’Italia, diventata Nazione, quindi Stato, non è, ancora, riuscita a diventare PATRIA comune, con la discriminazione al posto della solidarietà, l’avidità al posto delle generosità, la corruzione al posto della trasparenza. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »