Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘massimo cacciari’

All’Università di Parma Massimo Cacciari parla di “Europa senza utopie”

Posted by fidest press agency su domenica, 21 maggio 2017

1800-Cacciari&Giorello04Parma mercoledì 24 maggio alle ore 17 nell’Aula Magna dell’Università di Parma: Massimo Cacciari, Professore Emerito di Filosofia all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, parlerà di “Europa senza utopie”, in un incontro (aperto a tutti gli interessati) moderato dalla Presidente del Centro Studi in Affari Europei e Internazionali – CSEIA dell’Ateneo Laura Pineschi e dal Direttore scientifico della Fondazione Collegio Europeo di Parma Marco Baldassari.
La conferenza del prof. Cacciari inaugura il ciclo d’incontri “Il senso dell’Europa: sessant’anni del processo di integrazione europea”, organizzato dal Centro Studi in Affari Europei e Internazionali per celebrare il sessantesimo anniversario della conclusione dei Trattati di Roma. Il ciclo prevede altri due incontri (a partire dal prossimo autunno), rispettivamente con Giuliano Amato, Giudice della Corte costituzionale, e con Lorenzo Bini Smaghi, Visiting Scholar al Weatherhead Center for International Affairs di Harvard.
Massimo Cacciari è filosofo, politico e accademico italiano. Dal 2012 è Professore Emerito di Filosofia all’Università Vita-Salute San Raffaele. Attualmente è docente di Pensare filosofico e metafisica alla Facoltà di Filosofia, da lui fondata nel 2002, nello stesso Ateneo.Nel 1980 diviene professore associato di Estetica all’Istituto di Architettura di Venezia, dove nel 1985 diventa professore ordinario.È tra i fondatori di alcune riviste di filosofia politica, che hanno segnato il dibattito dagli anni Sessanta agli anni Ottanta, tra cui “Angelus Novus”, “il Centauro”, “Laboratorio politico”. Sindaco di Venezia dal 1993 al 2000 e dal 2005 al 2010. Europarlamentare e consigliere regionale veneto. Nel 2002 fonda la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele a Cesano Maderno.
Al centro della sua riflessione filosofica si colloca la crisi della razionalità moderna. La sua visione muove dal concetto di “pensiero negativo”, ravvisato nelle filosofie di Friedrich Nietzsche, di Martin Heidegger e di Ludwig Wittgenstein. Ha pubblicato numerose opere e saggi, tra i quali meritano una particolare attenzione Krisis (1976), Pensiero negativo e razionalizzazione (1977), L’angelo necessario (1986), Dell’inizio (1990), Geofilosofia dell’Europa (1994), Della cosa ultima (2004). Tra i suoi ultimi libri Il Potere che frena (2013) e Labirinto filosofico (2014).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: Dio nei doppi pensieri

Posted by fidest press agency su domenica, 19 marzo 2017

dio nei doppi pensieriMassimo Cacciari – Bruno Forte Dio nei doppi pensieri Attualità di Italo Mancini A cura di Piergiorgio Grassi pp. 64, € 7,00 novità di Morcelliana – Els La scuola. Per decenni docente all’Università di Urbino, Italo Mancini (1925-1993) è stato tra i maggiori filosofi e teologi della seconda metà del Novecento. A lui la cultura italiana deve la scoperta di autori come Karl Barth, Dietrich Bonhoeffer e Rudolf Bultmann, in opere dove la filosofia poneva la domanda su Dio, e la teologia non dimenticava il rigore dei concetti. Un cammino che ha portato Mancini a riflettere su – e a far propria – un’espressione di Pascal e Dostoevskij: “Dio nei doppi pensieri”. In Dio coabitano i contrari, la miseria e la gloria, la perdizione e la salvezza. Pensieri abissali che, secondo Massimo Cacciari e Bruno Forte, mostrano l’eredità di Mancini, la sua attualità. (foto copertina: dio nei doppi pensieri)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ottavo festival francescano

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 settembre 2016

festival-francescano“Ottava edizione del Festival, la seconda da Bologna che si conferma una città estremamente sensibile ad accogliere le nostre tematiche. Circa 50.000 le persone che in queste tre giornate hanno partecipato a conferenze, workshop, momenti di confronto e di preghiera, interrogandosi e riflettendo su un tema non facile, quello del perdono, ma che si è rivelato essere di grande attualità e di forte interesse. Abbiamo avuto interventi importanti, Don Giovanni Nicolini e Gian Carlo Caselli come anche Massimo Cacciari o Andrea Riccardi; abbiamo chiuso le tre giornate con un intenso momento di preghiera interreligiosa, nel segno della pace e dell’uguaglianza: tutti momenti molto partecipati che hanno arricchito il pubblico di nuovi “bagagli” da portare a casa. Il prossimo anno saremo di nuovo qui e speriamo di fare ancora meglio, con un tema molto diverso da quello di questa edizione, ma altrettanto insidioso, ovvero “Il Futuro”.” Fra Giordano Ferri, direttore di Festival Francescano.In collaborazione con la Diocesi e il Comune di Bologna e con il sostegno di Landi Renzo, Centergross, BPER Banca e Pilot Pen. (foto: festival francescano)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Massimo Cacciari e Grillo

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 maggio 2014

1800-Cacciari&Giorello04 Massimo Cacciari a La Zanzara su Radio 24: “Grillo? Se supera o raggiunge il Pd Renzi è finito, scompare”. “Tra Grillo e Berlusconi sceglierei Grillo”. “Di Renzi non me ne può fregare di meno”. “Politici miserabili, capisco perché gente vota Grillo”. “Casaleggio? Roba vecchia di trent’anni fa” “Se il Pd dovesse perdere con Grillo e anche se ci fosse una situazione di pareggio con il Movimento Cinque Stelle, è chiaro che Renzi scomparirebbe dalla scena”. Lo dice l’ex sindaco di Venezia Massimo Cacciari a La Zanzara su Radio 24. “Mi auguro non sia così – dice Cacciari – ma non per Renzi, di cui non me ne può fregare di meno, ma per il Paese. Per adesso non c’è alternativa politica al governo Renzi. E Grillo sarebbe un’avventura. Le avventure possono essere belle quando si è giovani, forti e sani. Ma per un organismo scassato come il nostro sarebbe letale”. “Se Grillo – ripete Cacciari – arriva vicino o supera il Pd si aprirebbe una crisi enorme e difficilmente governabile anche da un genio della politica come Giorgio Napolitano. Napolitano dovrebbe rimandare Renzi alle Camere. E poi apriti cielo. Se Grillo supera Renzi, quest’ultimo è finito”.  “Grillo – dice Cacciari – non ha torto nel denunciare i guasti, le giustizie, i casini e la miseria delle forze politiche tradizionali, sennò non si capirebbe perché la gente lo segue. Alcuni saranno anche disperati, ma altri non ne possono più di chiacchiere, promesse, di un ceto politico che più miserabile non sarebbe immaginabile. Non puoi mica pensare che improvvisamente il 27% degli italiani vada dietro ad un comico come i sorci dietro al pifferaio magico”. Se dovesse scegliere tra Berlusconi e Grillo chi voterebbe, chiedono i conduttori?: “Francamente non andrei a votare, sarebbe come il dilemma di Bertoldo: scegliere a quale albero impiccarsi. Berlusconi per 20 anni non ha fatto nulla per evitare disastri. Dall’altra parte ci sarebbe l’avventura. Se costretto probabilmente sceglierei Grillo. Almeno proviamo una follia nuova. Quelle già provate nauseano”. “Ho visto Casaleggio in tv – dice ancora Cacciari – e mi sembrano rimasticature di vecchi guru dell’informatica di 30 anni fa. Discorsi vecchi, che più vecchi non si può. Ma il Movimento è Grillo, non Casaleggio”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cacciari: da Barbara a Renzi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 settembre 2013

“Barbara Berlusconi? L’ho conosciuta come studentessa qualche anno fa ed è una bravissima, appassionata e di una assoluta modestia. Era molto legata ai suoi colleghi di corso. Non faceva assolutamente pesare il suo cognome. In politica potrebbe funzionare, meglio di Marina Berlusconi”. Lo dice Massimo Cacciari, ex sindaco di Venezia che nel 2010 era pro Rettore dell’Università San Raffaele di Milano dove si è laureata la figlia del Cavaliere. “Barbara – aggiunge Cacciari – può funzionare perché ha curiosità e cultura. Marina mi dicono invece sia una brava amministratrice ma gli imprenditori veri vogliono comandare e non possono fare politica. Come ha giustamente detto Carlo de Benedetti, nulla è meno democratico di un’impresa moderna. Sono i più inadatti al mondo a fare politica. Barbara non è come Marina, non ha fatto il suo percorso e ha studiato filosofia che è una cosa un po’ strana per un futuro imprenditore e un Berlusconi”.
Massimo Cacciari a La Zanzara su Radio 24: “Renzi? Poverino, si agita. Va a pranzo con chi capita, ogni giorno deve finire sui giornali per l’immagine”. “Pd? Discussioni da schifo, una cosa scandalosa”. “Diventerà segretario, ma glielo lasceranno fare? La cassa ce l’hanno gli altri”.“Renzi dietro non ha un partito e per la sua cultura pensa di poter fare il premier senza partito, ma non esiste. Poverino, si agita continuamente. Va a pranzo con chi gli capita, va in cerca di immagine e una volta va con Cavalli, l’altra con Signorini. Ogni giorno deve vedere la sua immagine sui giornali”. Lo dice Massimo Cacciari, ex sindaco di Venezia, a La Zanzara su Radio 24. “E’ una cosa logorante – dice Cacciari – io non vado a cena e a pranzo con nessuno, sono le cose più detestabili. L’uomo invece è agitato, per ora va avanti a battute. Probabilmente diventerà segretario, ma glielo lasceranno fare? La cassa per ora ce l’hanno gli altri”. “La discussione sul congresso del Pd – aggiunge ancora Cacciari – è una cosa scandalosa. Uno schifo? Sì, è un piccolo grande scandalo che un partito discuta da mesi di stupidaggini che non hanno nessuna importanza per i cittadini in un momento così drammatico”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezioni amministrative

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 maggio 2011

Se vogliamo esprimere un giudizio telegrafico, sui primi dati che ci giungono dai seggi elettorali, possiamo dire, guardando prevalentemente quanto sta emergendo a Milano, che il vero sconfitto è Berlusconi ma non il suo partito. Sembra un controsenso ma non lo è, a ben considerare. Non vi è dubbio che vi è una stanchezza da parte dell’elettorato moderato sul suo leader. Sta diventando ingombrante e solo capace di affossare con lui la sua creatura e tutti gli interessi che vi ruotano attorno. Ma nemmeno Napoli si sottrae per farci dire qualcosa che era già nell’aria e che Massimo Cacciari aveva, mesi fa ad otto e mezzo con la Gruber, espresso chiaramente: sono cadute le ideologie e al loro posto sono subentrati interessi più diretti sia individuali sia collettivi. Quindi a Milano può essere prevalente il voto antiberlusconi come a Napoli quello di segno opposto. Non significa che i napoletani siano più berlusconiani dei milanesi ma per il semplice fatto che con lo scandalo dei rifiuti nessuno esce con le mani pulite e la questione resta locale. Può darsi che l’elettore abbia anche fatto un ragionamento pratico: la regione è nelle mani del Pdl. Avere a Napoli un sindaco del Pd significa invece reiterare una conflittualità che non premia la soluzione delle strade sgombre di immondizia. Ora resta il timore che sulla politica continuerà a pesare il “dio denaro” come ha paventato Rosario Amico Roxas ricordando gli appalti miliardari per le opere pubbliche programmate a Milano nei prossimi anni. E siamo alla logica che solo il denaro crea potere e che il voto si può imbrigliare a proprio piacimento allargando i cordoni della borsa. Resisteranno i milanesi a questa insidia? (A.R.)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Galan: troppi due festival cinema

Posted by fidest press agency su sabato, 26 marzo 2011

Venezia - 67th Venice Film Festival - Mostra d...

Image by Luciano Consolini via Flickr

Il Ministro Giancarlo Galan boccia i “doppioni”: «Visti i fondi a disposizione si rischia di indebolire entrambe le manifestazioni». Tra le priorità, Pompei e l’area archeologica di Roma. I fondi ritrovati per la cultura? «Bondi ha molti meriti come Letta, io sono intervenuto nel momento più aspro». E’ quanto il ministro ha dichiarato in una intervista a “La Stampa”. Secca è stata la risposta del sindaco di Roma Alemanno e dei parlamentari Ds della circoscrizione romana.
Per Massimo Cacciari è un falso problema. I due festival pur rappresentando lo stesso soggetto sono espressi in modo diverso e non costituiscono un doppione.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prima di tutto… Una poesia per tutti i tempi

Posted by fidest press agency su sabato, 5 febbraio 2011

Cleto Iafrate (della FICIESSE associazione civica senza alcun fine di lucro). ha inteso chiudere un suo articolo con una significativa poesia, che egli precisa: “attribuita impropriamente al poeta e drammaturgo tedesco Bertolt Brecht, ma che in realtà è stata ripresa dalla predicazione di un pastore luterano e teologo tedesco Martin Niemöller (1892-1984), che così recita:
“… Prima di tutto vennero a prendere gli zingari
e fui contento, perché rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei
e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere gli omosessuali,
e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.
Poi vennero a prendere i comunisti,
ed io non dissi niente, perché non ero comunista.
Un giorno vennero a prendere me,
e non c’era rimasto nessuno a protestare …”
Per ragioni di spazio, essendo il suo articolo molto lungo, ho omesso il testo ma mi sono riservato, come ora faccio di riprodurlo sia pure in un diverso contesto. Penso che si attagli a quanto ha detto qualche giorno fa il filosofo Massimo Cacciari nel suo recente intervento ad 8½  di Lilly Gruber riguardo il comportamento distaccato degli italiani per la politica. Italiani che per Cacciari sembrano rintanarsi nel privato come se la politica fosse avulsa dal loro mondo. Eppure è la politica a fare e disfare le cose e a dispetto di tutto e di tutti anche se cacciata dalla porta entra inevitabilmente dalla finestra o da ogni pertugio possibile nella casa degli italiani e la condiziona sino al punto da farne delle vittime designate. In una società complessa come la nostra non vi è nessun Aventino che ci possa sottrarre dagli impegni comuni, dalla necessità di partecipare, di lottare, se la ragione lo impone, per il cambiamento. E dobbiamo farlo ora poiché la libertà degli uni è la libertà di tutti. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , , | 1 Comment »

Massimo Cacciari a Radio 24 sul caso Maroni-Saviano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 novembre 2010

“Maroni fa bene a chiedere il diritto di replica. Sono trasmissioni politiche, basta ipocrisie. Non mi sembra che la sede più idonea per fare certe affermazioni sia la televisione ma è la magistratura” Così Massimo Cacciari ex Sindaco di Venezia si esprime ai microfoni di Radio 24 alla Zanzara commentando la polemica Maroni-Saviano sul programma andato in onda ieri sera Vieni via con me, su Rai 3. “Quello che è andato in onda non è spettacolo ma teatro politico e va fatto in teatro,  non in televisione. Se usi la televisione devi rappresentare sia la destra sia la sinistra e dare la possibilità di replica. Non possono essere dei monologhi”. Poi alla domanda della proposta di Roberto Saviano come leader della sinistra, il filosofo risponde:” Sono in molti che stanno male mentalmente. Saviano sa benissimo che la politica non è la sua missione.”  Albertini  alle prossime amministrative di Milano? ” L’offerta di Milano con la Moratti e Pisapia – Cacciari afferma – lascia una tale voragine aperta che mi sembra strano che Albertini non ci pensi perché è una bellissima opportunità per la sua carriera. Nel centro destra ormai non ha più sbocchi e la partita è chiusa. Anche per me è misteriosa la sua incertezza.” E sulla domanda se  Montezemolo scende in politica, Cacciari conclude: ” Il Paese ha bisogno di una presenza apolitica e apartitica”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Carnevale di Venezia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2010

Venezia, 28 gennaio 2010, alle ore 12.00  Cà Farsetti – Sala degli Stucchi (San Marco 4136)   6 – 16 Febbraio 2010 Conferenza Stampa di presentazione del programma del Carnevale di Venezia “Sensation 2010 – 6 sensi x 6 sestieri” Interverranno: Piero Rosa Salva – Presidente Venezia Marketing & Eventi spa Marco Balich – Direttore Artistico Venezia Marketing & Eventi spa Franco Manzato – Vice Presidente e Assessore alle Politiche dell’Agricoltura e del Turismo Regione Veneto Massimo Cacciari – Sindaco di Venezia (Ferruccio Soleri)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’ingresso in politica di Berlusconi

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 dicembre 2009

Mestre 14 dicembre 2009, alle ore 18.00 Centro Culturale Candiani (Sala Conferenze IV Piano) si terrà il convegno “ Gennaio 1994: l’ingresso in politica di Silvio Berlusconi” con la partecipazione di Massimo Cacciari, Antonio Martino e Ilvo Diamanti.  L’appuntamento, organizzato dalla Fondazione Gianni Pellicani,  rientra nel ciclo di incontri dedicati alla Storia della II Repubblica,  inaugurato a novembre scorso con la lectio magistralis di Giuliano Amato.  In questo secondo convegno verrà approfondita la discesa in campo di Silvio Berlusconi e la nascita di Forza Italia, partito strettamente legato al suo leader. Il consenso politico è sempre più determinato dai media, dal marketing e dai sondaggi. Tecniche innovative che hanno portato Forza Italia nel 1994, anno del suo debutto nella vita politica nazionale, a divenire il primo partito italiano con il 21% dei voti.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La politica negli anni di tangentopoli

Posted by fidest press agency su sabato, 21 novembre 2009

Mestre 23 novembre 2009 alle ore 18.00 Centro Culturale Candiani   (Sala Conferenze IV Piano) si terrà il convegno “La politica negli anni di tangentopoli: dalla caduta del Muro di Berlino all’inizio della seconda Repubblica. All’incontro, presieduto da Massimo Cacciari, parteciperanno Emanuele Macaluso e Giuliano Amato che terrà una lectio magistralis.  L’iniziativa apre il terzo ciclo di incontri su “ La Grande Politica e il Futuro dell’Italia”, organizzato dalla Fondazione Gianni Pellicani,  quest’anno dedicato alla storia della Seconda Repubblica. Un’occasione per riflettere vent’anni dopo su uno dei periodi più delicati del nostro Paese. La caduta del Muro di Berlino e l’inchiesta di Tangentopoli determinarono infatti la fine di una lunga stagione politica iniziata dopo la Liberazione e l’avvio di un periodo di lunga transizione chiamato Seconda Repubblica.   Il calendario di incontri prevede altri  tre appuntamenti:  (14 Dicembre 2009) L’ingresso in politica di Silvio Berlusconi, con la partecipazione di Achille Occhetto ed Antonio Martino. Si prosegue   (1 febbraio 2010) con Il federalismo e la questione settentrionale con Giuseppe Covre ed Andrea Martella. Si concluderà il 21 aprile 2010 con una conversazione tra Gianfranco Fini e Massimo Cacciari su “Il sistema politico  bipolare nella democrazia italiana”. Nei primi due cicli di conferenze la Fondazione ha affrontato alcuni temi chiave della storia politica italiana dalla Liberazione agli anni Ottanta, attraverso le azioni dei leader più importanti della Prima Repubblica.  Quest’anno saranno approfonditi gli aspetti più rilevanti della Politica di oggi.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »