Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘materia’

Provvedimento in materia di trapianti

Posted by fidest press agency su domenica, 25 agosto 2019

“Il ministro della Salute Giulia Grillo firma un provvedimento fondamentale per il futuro di tanti malati che attendono il trapianto”. Da Newcastle, dove sono in corso i Giochi Mondiali dei Trapiantati il Presidente nazionale di ANED – Dott. Giuseppe Vanacore- commenta positivamente la scelta del Ministro.
“Si tratta di un provvedimento atteso da anni, arenato tra pastoie burocratiche e opportunismi politici. Meglio tardi che mai: una buona notizia per i novemila pazienti il lista di attesa. Con tutte le garanzie previste dalla legge, di informazione e notifica ai cittadini, è giusto che il principio del silenzio assenso previsto dalla legge 1/99 decolli. Questo provvedimento serve a superare le inerzie e a ridurre le opposizioni, quasi sempre dovute alla scarsa informazione. Più trapianti è soltanto più vita è sono convinto che non vi sia un cittadino italiano che non condivida questo principio. Già milioni di persone si sono dichiarate, nelle more della legge, favorevoli a trapianto. Ora finalmente con il silenzio assenso, se davvero decolla, si potrà fare il passo avanti decisivo. Ringraziando il Ministro per questa sua iniziativa, la prendiamo in parola quando annuncia che il Ministero attiverà una importante campagna di comunicazione e informazione dei cittadini. E ci auguriamo che l’attuale contingenza politica non rallenti e affievolisca questa deteminazione”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Proposte di legge in materia di rifiuto di trattamenti sanitari e di liceità dell’eutanasia

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 aprile 2019

Roma alla Camera dei Deputati, una delegazione dell’Associazione Scienza & Vita, guidata dal presidente nazionale, prof. Alberto Gambino, è stata ascoltata in audizione informale dalle Commissioni Giustizia e Affari sociali riunite, nell’ambito dell’esame delle proposte di legge in materia di rifiuto di trattamenti sanitari e di liceità dell’eutanasia.
Il presidente Gambino ha colto l’occasione per confermare in quella sede, dandone ampie motivazioni, la piena contrarietà di S&V a qualsiasi ipotesi di rendere legale l’eutanasia, in tutte le sue forme, evidenziandone l’incongruità rispetto ai reali bisogni assistenziali di tanti malati gravi e alla necessità di implementare sempre più nel nostro Sistema Sanitario Nazionale il prezioso strumento delle cure palliative.Gambino ha anche sottolineato come un’apertura normativa a prassi eutanasiche rappresenterebbe un pesante “vulnus” alla pratica dell’arte medica, che vedrebbe così sovvertita la sua originaria e intrinseca missione di servizio alla vita di chi soffre, reinterpretandosi invece come potenziale datrice di morte su richiesta.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola – Anief chiede in Parlamento l’inserimento della materia Cittadinanza e Costituzione italiana e dell’Unione europea

Posted by fidest press agency su martedì, 12 marzo 2019

Si è svolta l’audizione presso la VII Commissione Cultura, Scienza e Istruzione in merito all’esame della proposta di legge “Istituzione dell’insegnamento dell’educazione civica nella scuola primaria e secondaria e del premio annuale per l’educazione civica” AC n. 682 e abbinati. Il presidente nazionale del sindacato, Marcello Pacifico, a capo della delegazione composta anche dalle prof.sse Daniela Rosano e Chiara Cozzetto ha proposto l’introduzione dell’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione italiana e dell’Unione Europea, con un minimo annuale ulteriore di 33 ore rispetto ai vigenti quadri orari, con insegnamento affidato a docenti A046 e priorità al potenziamento, e l’estensione dell’oggetto degli studi alle istituzioni europee. In tal modo potrebbero essere anche utilizzati proficuamente i 5 mila insegnanti della A046 attualmente impegnati nelle scuole.
Il sindacato ha più volte sottolineato come lo studio dell’educazione civica, unitamente al diritto comunitario, possa giovare alla nostra scuola, poiché rappresentano l’emblema dei principi necessari alla crescita e alla formazione delle nuove generazioni. Nello Statuto delle studentesse e degli studenti adottato con DPR 249/1998, la scuola è stata definita come “comunità di dialogo, di ricerca, di esperienza sociale, informata ai valori democratici e volta alla crescita della persona in tutte le sue dimensioni. In essa ognuno, con pari dignità e nella diversità dei ruoli, opera per garantire la formazione alla cittadinanza”. Lo studio di Cittadinanza e Costituzione è stato introdotto dalla legge 169/2008. non come disciplina autonoma, ma come oggetto di iniziative di sensibilizzazione e di sperimentazione nazionale e attualmente non è presente come materia autonoma all’interno dei quadri orari, ma sviluppato all’interno dell’area disciplinare storico-geografica e storico sociale nel monte ore complessivo.
L’art. 1, co. 7, lett. d), della L. 107/2015 ha inserito fra gli obiettivi del potenziamento dell’offerta formativa lo sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica attraverso la valorizzazione dell’educazione interculturale e alla pace, il rispetto delle differenze e il dialogo tra le culture, il sostegno dell’assunzione di responsabilità nonché della solidarietà e della cura dei beni comuni e della consapevolezza dei diritti e dei doveri. L’art. 2, co. 4, del d.lgs. 62/2017 ha disposto che nell’ambito del primo ciclo sono oggetto di valutazione le attività svolte nell’ambito di Cittadinanza e Costituzione; ciò si è applicato già dall’a.s. 2017-2018. A sua volta, l’art. 17, co. 10, ha disposto che il colloquio previsto nell’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo accerti anche le conoscenze e competenze maturate dal candidato nell’ambito delle attività relative a Cittadinanza e Costituzione.
La proposta avanzata da Anief vuole l’istituzione della disciplina come materia autonoma, con un minimo annuale aggiuntivo di non meno di 33 ore per la scuola primaria e 66 ore per la secondaria. Per la scuola primaria e secondaria di primo grado la disciplina andrà impartita dai docenti dell’area storico-geografica, per la scuola secondaria di secondo grado è necessaria una preparazione specifica dei docenti; per tale motivo, vengono indicati gli appartenenti alla classe di concorso A046 con utilizzo prioritario dei docenti che si trovano su potenziamento per valorizzarne le specifiche professionalità. Inoltre Anief vuole estendere l’oggetto degli studi alle istituzioni europee: a livello europeo, si ricorda, anzitutto, che la Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006 (2006/962/CE), relativa alle competenze chiave per l’apprendimento permanente, delinea 8 competenze chiave, tra cui le Competenze sociali e civiche. In particolare, “la competenza civica dota le persone degli strumenti per partecipare appieno alla vita civile grazie alla conoscenza dei concetti e delle strutture sociopolitici e all’impegno a una partecipazione attiva e democratica”. Più nello specifico, “la competenza civica si basa sulla conoscenza dei concetti di democrazia, giustizia, uguaglianza, cittadinanza e diritti civili, anche nella forma in cui essi sono formulati nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea e nelle dichiarazioni internazionali e nella forma in cui sono applicati da diverse istituzioni a livello locale, regionale, nazionale, europeo e internazionale. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, ricorda che “non si possono formare cittadini consapevoli e responsabili se non in una prospettiva più ampia che vada oltre i confini nazionali e conduca verso una coscienza eurounitaria; infatti è di primaria importanza la condivisione di temi come l’educazione civica, il diritto comunitario, partendo dalle Carte fondamentali e dai Trattati Europei. La promozione di equità, coesione sociale e cittadinanza attiva grazie all’educazione scolastica è anche uno dei principali obiettivi individuati dalle Conclusioni del Consiglio su un quadro strategico per la cooperazione europea nel settore dell’istruzione e della formazione del 12 maggio 2009. L’importanza strategica dell’educazione civica nelle scuole è stata ulteriormente sottolineata nella dichiarazione sulla promozione della cittadinanza e dei valori comuni di libertà, tolleranza e non discriminazione attraverso l’istruzione adottata durante la riunione ministeriale informale tenutasi a Parigi il 17 marzo 2015, con la quale i Ministri dell’Istruzione hanno lanciato un appello ad agire a tutti i livelli di governo per consolidare il ruolo dell’istruzione nel promuovere i valori condivisi di una cittadinanza europea attiva. Siamo dunque certi che l’introduzione e la sua promozione sia necessaria e porterà certamente i frutti sperati”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proposta di legge sulla disciplina transitoria in materia di cessazione della qualifica di rifiuto

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 dicembre 2018

“E’ con enorme soddisfazione che annuncio di aver firmato e depositato quale prima firmataria – con la sottoscrizione dei colleghi Silli, Mugnai, e dei componenti della Commissione Ambiente della Camera – la proposta di legge sulla disciplina transitoria in materia di cessazione della qualifica di rifiuto.Finalmente da oggi riporteremo un po’ di chiarezza nel settore. Ci troviamo da troppo tempo davanti ad un vuoto legislativo riguardo l’individuazione del momento in cui la sostanza o l’oggetto cessano di essere qualificati come rifiuto.Ho deciso, dunque, per rimediare ad una assenza di normative, di proporre la suddetta norma ‘ponte’ che consenta ad ogni Regione di fissare e definire i criteri in via provvisoria, al fine di stabilire quando un rifiuto (attraverso il recupero e il riciclo) smetta di essere tale e diventare materia prima seconda.Questa proposta di legge vuole essere una occasione per portare chiarezza nel settore rifiuti, e sbloccare una situazione di incertezza. Mi auguro che venga recepito in Parlamento lo spirito che mi ha mosso politicamente su questa materia”. Lo afferma in una nota Erica Mazzetti, deputata di Forza Italia.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energia: l’Italia cambierà passo?

Posted by fidest press agency su sabato, 15 febbraio 2014

energia“Abbiamo l’ambizione che gli oltre 180.000 chilometri della rete idraulica minore, da noi gestita, diventino un grande serbatoio di energia per il Paese.” Lo afferma Massimo Gargano, Presidente dell’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni (A.N.B.I.), a corollario dell’odierna firma del Protocollo d’Intesa con AssoRinnovabili per lo sviluppo, in primo luogo, dei cosiddetti “mini” e “micro” idroelettrico.“L’odierna firma – prosegue Gargano – va nella direzione del territorio e del suo sviluppo. La produzione idroelettrica, che oggi assicura il 12% del fabbisogno energetico del Paese, garantisce la maggiore efficienza tra le energie rinnovabili; è ad emissioni zero; non ha problemi di smaltimento di residui e non consuma suolo; non crea inquinamento acustico. Con le moderne tecnologie siamo in grado di produrre energia grazie anche alla sola acqua fluente; i Consorzi di bonifica, per la distribuzione irrigua ed il “sollevamento delle acque”, sono grandi utilizzatori di energia e già oggi producono circa 377 milioni di chilowattora grazie a 115 impianti idroelettrici. Sono già progettate ulteriori 41 centraline per la produzione di ulteriori 45 milioni di chilowattora. E’ un patrimonio, che mettiamo a servizio del Paese, chiedendo però che vengano migliorate le normative in materia. Da oggi, con Asso Rinnovabili, creiamo un gruppo di lavoro per elaborare congiuntamente proposte sui temi delle autorizzazioni, degli incentivi e dei collegamenti alla rete elettrica, utilizzando interessi e competenze comuni”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Guida ai consigli d’istituto

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 gennaio 2013

Oltre mille Consigli d’istituto nuovi di zecca stanno partendo, ma nessuno si preoccupa di formarne i componenti. I più navigati sanno per esperienza che per fare un buon lavoro è sempre utile conoscere i meccanismi segreti ed è per questo che AGe Toscana ha pensato di pubblicare una guida unica nel suo genere: “Come (non) funziona il Consiglio d’istituto”.
Analisi e suggerimenti sono stati messi a punto da Sara Ruffo, una ragazza di Verbania che, frequentando il corso di laurea in “Scienze cognitive e processi decisionali” (il cui focus è lo studio di gruppi sociali), per la tesi finale ha rivolto la sua attenzione al Consiglio d’istituto. Ne ha analizzato tutte le caratteristiche sia sotto il profilo socio – psicologico, che sotto quello della sua composizione e amministrazione, intervistando tutti i dirigenti e le varie componenti scolastiche delle scuole del suo territorio. “A mano a mano che il lavoro si sviluppava –commenta Sara- il mio interesse verso questo gruppo di lavoro aumentava, portandomi a pormi delle domande e a cercare delle risposte. Questo è il motivo per cui mi sono rivolta all’Associazione genitori A.Ge. Toscana:volevo trovare delle risposte concrete alle problematiche che oggi albergano all’interno del Consiglio d’istituto”. Noi di AGe Toscana siamo stati ben lieti di farci intervistare prima e pubblicare poi l’elaborato di Sara, che abbiamo trovato di grande qualità. “La nostra ‘ricetta’ –dichiara la presidente Rita Manzani Di Goro- consiste semplicemente nella formazione, che dovrebbe essere obbligatoria per tutti coloro che fanno parte degli organi rappresentativi. La guida è stata inviata a tutti i Consigli di circolo e d’istituto della Toscana e può essere scaricata dal nostro sito http://www.agetoscana.it alla pagina Documenti scaricabili”. Ecco alcuni dei contenuti principali: La scala della partecipazione è suddivisa in otto livelli; nel mezzo della scala si trovano i tre livelli di tokenism (“dare un contentino”): l’informazione, la consultazione e la soluzione dei conflitti; all’apice della scala di partecipazione ci sono la partnership, la delega di potere e il controllo popolare (es: il referendum).
L’obiettivo per essere tale deve innanzitutto essere chiaro: il gruppo deve sapere esattamente cosa deve fare.A differenza dell’obiettivo che indica il “perché”, lo scopo del lavoro di gruppo, il compito indica l’attività che il gruppo deve svolgere, il lavoro che deve fare per raggiungere l’obiettivo prefissato. Se il compito non è chiaro, il gruppo si troverà in difficoltà poiché non ha a disposizione gli strumenti necessari per raggiungere l’obiettivo.
La strategia è utile per semplificare il compito che deve svolgere il gruppo di lavoro. Un approfondimento necessario riguarda le risorse che il gruppo ha a disposizione, ad esempio il tempo: se il tempo passato è stato speso male, non si può tornare indietro.
Il conflitto, se ben gestito, non è un fattore negativo, anzi può portare dei cambiamenti positivi all’interno del gruppo attraverso il confronto tra i membri; se invece viene mal gestito o addirittura ignorato può sfociare in un atteggiamento negativo che può portare addirittura allo scioglimento del gruppo stesso.
La minoranza è composta da tutti quei membri che si trovano in disaccordo con il resto del gruppo e se è in grado di giocare al meglio le proprie carte può influenzare il processo decisionale e portare cambiamenti significativi.
Ci sono ruoli comuni in tutti i gruppi? indubbiamente la figura del leader, del nuovo arrivato e del capro espiatorio, che ha una funzione fondamentale nel gruppo poiché permette agli altri membri di risolvere i propri conflitti interni, proiettandole su di lui.
Il leader più efficiente è l’individuo meglio equipaggiato per aiutare il gruppo a raggiungere i suoi obiettivi in tale contesto. In un altro momento o in un altro luogo qualcun altro può emergere come leader. Lo stile di leadership vede leaders che impartiscono comandi ed esortano i membri a osservare le regole e ruoli gerarchici; altri che invece danno e chiedono spiegazioni, consigli, opinioni, creando così una forte interazione tra i membri dl gruppo.
Il Consiglio d’istituto è un gruppo di lavoro anomalo, perché vede la compresenza di due leaders, il dirigente scolastico e il presidente del Consiglio d’istituto, con caratteristiche ben definite: competenza in materia e rappresentanza dell’istituto l’uno, guida dell’organo di indirizzo l’altro. Per riequilibrare il sistema, l’unica possibile soluzione è la formazione mirata del Presidente e degli altri Consiglieri; una formazione che potrebbe essere svolta gratuitamente dalle Associazioni professionali e dei genitori, oppure da coloro che già hanno ricoperto cariche elettive nella scuola.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vertice segreto sull’art.18?

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

La Repubblica ha sparato questa mattina, in prima pagina, la notizia che ci sarebbe stato un vertice segreto Monti-Camusso (e cioè governo – CGIL) che, all’insaputa di tutti, avrebbero trovato un accordo per sospendere agli ex precari e alle nuove aziende l’operatività dell’art. 18.
I diretti interessati hanno smentito entrambi categoricamente, ma altrettanto categoricamente la redazione de La Repubblica (e quindi direttamente il direttore Ezio Mauro) l’ha confermata.
Chi mente? E soprattutto perché? E ancora: può mai essere possibile accettare che su una questione così delicata e importante qualcuno menta? E, se poi dovessimo scoprire che a mentire sia addirittura il Presidente del Consiglio, avrebbe egli ancora titolo morale per continuare a restare al suo posto? Altrimenti vuol dire che un organo d’informazione blasonato, come La Repubblica, si sia prestato a una menzogna così grottesca proprio al fine di far naufragare qualsiasi trattativa sull’art. 18.
Bah! Comunque stanno le cose rimane l’amaro in bocca di un paese in mano alle decisioni di pochi che vengono prese, come al solito, nei sottoscala della politica e mai in modo trasparente, visibile e giudicabile dai cittadini che poi ne pagano le conseguenze.
Quanto al merito della vicenda, credo che si debba, come sempre, partire dalla testa e non dai piedi. Bisogna insomma rispondere onestamente alle due domande dalle quali deriva tutto il resto. Primo: la crisi attuale e il sottodimensionamento delle aziende, che per il 95% sono al di sotto dei 10 dipendenti, deriva dall’art. 18? Secondo: il calo degli investimenti stranieri, diminuiti nel 2011 del 53% mentre negli altri Paesi sono rimasti stabili, è conseguenza dell’art. 18? La risposta a tutte e due le domande è un secco no. La crisi e il calo degli investimenti stranieri derivano nell’ordine: dall’ imprevedibilità dei tempi tra gli investimenti e la loro effettiva concretizzazione, cioè dalla palude burocratica; dalla corruzione che pesa su ogni passaggio del processo autorizzativo; dall’assenza di infrastrutture nel nostro Paese; da un sistema fiscale esagerato che tassa il lavoro al 53% per l’impresa. Su 31mila cause di lavoro, che ci sono state negli ultimi cinque anni, solo l’1% si è conclusa col reintegro, vuol dire che i lavoratori che tornano al loro posto ogni anno grazie all’art. 18 sono appena 600. Cifra irrisoria, che viene poi ulteriormente ridotta grazie alle trattative tra lavoratori reintegrati e aziende.
Tutto questo polverone ideologico viene alzato solo per nascondere il fatto che il governo non ha né la volontà né le risorse per affrontare il problema di 4 milioni di giovani precari senza alcuna garanzia per il presente, e dati i buchi nella contribuzione, nemmeno per la pensione futura. Infine, l’accordo che La Repubblica ha fatto trapelare nella migliore delle ipotesi è una presa in giro. Dire che i giovani precari saranno assunti a tempo indeterminato ma che per tre o quattro anni potranno essere licenziati significa dire che non gli cambierà proprio niente. Anche la promessa d’assunzione al termine di quella fase è una conquista solo a parole. Dopo più contratti consecutivi a tempo determinato con la stessa azienda, infatti, esiste già un meccanismo di conferma a tempo indeterminato. Non sarà, allora, che questa prima riforma dovrebbe essere solo il grimaldello per iniziare a scassinare l’art. 18? Come diceva uno che in materia la sapeva lunga, a pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca. La linea dell’IdV è chiara e trasparente. Abbiamo presentato al Senato una mozione che chiede di togliere l’art. 18 dalla trattativa e di affrontare l’esigenza di un nuovo welfare per i giovani. Questa mozione deve essere discussa alla luce del sole e tutti devono assumersi le proprie responsabilità.
Per questo, chiediamo ufficialmente al Presidente del Consiglio Monti e al direttore de La Repubblica Mauro un pubblico confronto per sapere da che parte sta la verità.(Antonio Di Pietro)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roberto Crippa Dall’energia alla materia

Posted by fidest press agency su domenica, 27 marzo 2011

Firenze 30 marzo dalle ore 18.30 Cocktail di inaugurazione  Sangallo Art Station – Via Fra’Giovanni Angelico 5r   (31 marzo – 20 maggio 2011) a cura di Martina Corgnati. Catalogo Skira a cura di Eduardo Secci con testo critico di Martina Corgnati La rassegna ideata da Eduardo Secci – poco più che ventenne, il più giovane gallerista d’arte contemporanea italiano – segue Crippa durante il ventennio cruciale della sua carriera, dal 1950, l’anno dell’adesione allo Spazialismo, al 1972, data dell’incidente aereo che pone bruscamente fine a una parabola artistica ancora ricca di promesse e avviata su un percorso di fertile sperimentazione. Due decenni di inesausta e fantasiosa ricerca che condurrà l’artista lombardo – come felicemente sintetizza il titolo della rassegna – “dall’energia alla materia”.Dopo essersi avvicinato a Lucio Fontana, Roberto Crippa è tra i primi ad aderire allo Spazialismo, il movimento artistico fondato dal geniale innovatore della vita artistica milanese e che rappresenta una delle più brillanti declinazioni della nuova arte informale, la risposta artistica alla profonda crisi esistenziale emersa dalle macerie, anche morali, della seconda guerra mondiale.Al centro del suo lavoro Crippa pone una ricerca che, da un’elaborazione vorticosa e intensamente dinamica dell’elegante elemento decorativo dell’arabesco, conduce alla messa a punto delle famose Spirali, i dipinti con i quali l’artista è comunemente identificato e che ben presto si affermano “ tra i prodotti più interessanti e originali della pittura europea di segno e gesto”(Martina Corgnati). http://www.sangalloartstation.it (personaggi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sviluppo di servizi in materia di giustizia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 febbraio 2011

Roma 9 febbraio 2011 ore 12 Via Arenula, 70 Ministero della Giustizia – Sala Livatino il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta, il Ministro della Giustizia Angelino Alfano e il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi terranno una conferenza stampa di presentazione del protocollo d’intesa per lo sviluppo di servizi in materia di giustizia civile e penale che verrà sottoscritto presso il Ministero della Giustizia.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trattato Italia-Brasile

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 gennaio 2011

«Oggi inizia in aula alla Camera la discussione della ratifica dell’accordo Italia-Brasile in materia di cooperazione nel settore della difesa. Alla luce dei recenti sviluppi della vicenda Battisti, ritengo utile non passare al voto e rinviare il testo in Commissione». A dichiararlo l’on. Gianni Vernetti, deputato di Alleanza per l’Italia e già Sottosegretario agli Affari Esteri. «Credo che sia necessario un supplemento di riflessione prima di approvare un ddl su una materia così sensibile come la cooperazione nel settore della difesa – ha proseguito l’on. Vernetti – soprattutto dopo le imbarazzanti dichiarazioni di diversi membri del Governo brasiliano sulla vicenda Battisti». «Alcuni giorni fa – ha proseguito Vernetti – un importante esponente del Governo brasiliano ha dichiarato che l’estradizione non veniva concessa perché sarebbe stata a rischio in Italia l’incolumità personale di Battisti. Non credo che possiamo prendere lezioni dal Brasile in materia di stato di diritto e credo sia giusto interrogarsi se dobbiamo ancora considerare il Brasile un partner strategico dell’Italia dopo l’incomprensibile scelta di rifiuto all’estradizione di Battisti». «Per questi motivi ritengo utile il ritorno in Commissione del provvedimento in attesa di un chiarimento complessivo con il Governo di Brasilia».

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dal segno alla materia

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Roma Inaugurazione giovedì 16 dicembre 2010, ore 18.00 (fino al 13 gennaio 2011) Via Margutta 83/B Galleria d’Arte Il Saggiatore A cura di Andrea Romoli Barberini  l’esposizione documenta con oltre quaranta opere, tra pitture sculture e fotografie, le ricerche recenti condotte da Igina Colabucci Balla, Carla Gugi e Zeno Tentella. “[…] Dal segno alla materia è un territorio ideale che separa e unisce due capisaldi dell’arte. Le sperimentazioni condotte in questo luogo ipotetico da Carla Gugi, Igina Colabucci Balla e Zeno Tentella, attraverso pittura scultura e fotografia, ripropongono in questa mostra, una riflessione e un confronto sulle specificità, le prossimità e i possibili sconfinamenti tra le discipline e i linguaggi che caratterizzano e sostanziano le diverse linee di ricerca presentate […]”.   (dal testo in catalogo di Andrea Romoli Barberini)
Igina Colabucci Balla – pittrice e scultrice, è nata a Roma. La sua attività prende avvio a partire dal 1974 e dura tuttora con mostre allestite in Italia e all’estero. Predominante è la sua tendenza a plasmare, a modellare la materia, sia questa la materia pittorica nelle sue varie tecniche, sia la terracotta, sia i metalli come il bronzo, l’argento, l’alluminio. Risiede ed opera a Roma.
Carla Gugi – romana, figlia d’arte, manifesta giovanissima predisposizione per il disegno e la pittura. Studia a Roma e frequenta la Scuola Libera del Nudo presso l’Accademia di Belle Arti; con l’Istituto di Psicologia dell’Università di Milano e col Centro Didattico Nazionale tiene in tutta Italia corsi di formazione per docenti. Risiede ed opera a Roma
Zeno Tentella – Nato  nelle  Marche, laureato in Filosofia presso l’Università di Bologna,  Zeno  Tentella  ha  studiato comunicazione e fotografia presso la Syracuse University (New York), dove ha conseguito il “Master of Science”. La sua attività di fotografo si sviluppa in ambiti diversi: dal ritratto al paesaggio  (visto   in   una   prospettiva   metafisica);   dal simbolo all’astrazione.  Vive e lavora a Roma.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Cooperazione allo Sviluppo

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 novembre 2010

Roma 24 Novembre 2010, dalle 10.30 alle 12.30 Sala Stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4  Regno Unito, Francia e Svezia hanno aumentato l’Aiuto Pubblico allo Sviluppo (APS). Germania e Belgio non hanno tagliato le risorse. La Spagna ha tagliato del 20% ma dispone ancora di 4,2 miliardi di euro a bilancio per l’APS.  Nonostante la crisi economica, i paesi seri mantengono gli impegni presi. In Italia, la Legge Finanziaria per il 2011 conferma il totale disinteresse del Governo per la Cooperazione allo Sviluppo e l’esplicita volontà di non rispettare gli impegni internazionali in materia di lotta alla povertà.   Mentre i bilanci di tutti i Ministeri si ridurranno in media del 10% e quello degli Affari Esteri del 9%, la Cooperazione allo Sviluppo subirà un taglio del 45%. Sulla legge 49/87 sono ufficialmente disponibili 179 milioni di euro nel 2011, ma al netto di impegni pregressi e delle spese di gestione del Ministero degli Affari Esteri si scende  sotto i 100 milioni di euro. La legge 49/87 non ha mai raggiunto livelli così bassi – valutati in termini nominali – neppure negli anni dei sacrifici di tutti per entrare nell’euro. Il livello di Aiuto Pubblico allo Sviluppo (APS) attuale è il più basso dal 1996. Eppure esistono delle soluzioni possibili, lo dimostrano i paesi che hanno mantenuto gli stanziamenti o li hanno addirittura aumentati, anche in tempo di crisi. Il 24 Novembre il CINI presenterà l’ormai consueta Analisi della Cooperazione nella Legge Finanziaria, comparerà i dati con quelli destinati alle spese militari, sosterrà l’introduzione di una tassa sulle transazioni finanziarie e ne discuterà con i parlamentari impegnati su questo tema, con le istituzioni e con i rappresentanti della società civile. Seguirà il programma dettagliato.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Laser: Orizzonti della Luce e della Materia

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 ottobre 2010

Brescia  29 ottobre – 7 novembre 09:00 – 18:00 mar – ven 10:00 – 19:00 sab – dom – 1 nov Palazzo Ducale Munizioniere, Piazza Matteotti, 9 laser – orizzonti della luce e della materia. A cura di: CNR PSC – Promozione e Sviluppo Collaborazioni. Con la collaborazione di CNR: DMD, INO, IFN, IFAC, IMATI, SPIN, NANO S3; Università di Genova, Dipartimento di Fisica; LENS. E ancora con Excel Technology, Sol, Targetti, The Art of Dream, Toptica, Trumpf Homberger, El.En Deka, kilohertz sponsor tecnico delle pedane tattili
Luce oltre l’orizzonte. Luminosità elevatissima, precisione dell’ordine del millesimo di millimetro, capacità di concentrare grandi quantità di energia in un punto preciso: grazie alle sue enormi potenzialità, e alla sua versatilità, il laser è una tecnologia entrata di prepotenza nella vita di tutti i giorni. Uno spettacolo interamente costruito dalla luce laser permette di mostrare il suo utilizzo nella realizzazione degli ologrammi, nel campo dell’entertainment, nel mondo della musica elettronica e nella realizzazione di opere d’arte luminose. La mostra invita ad andare alla scoperta di quello strumento che, un giorno, potrebbe perfino accendere il Sole sulla Terra…
La percezione ampliata dei suoni (a cura di Pietro Pirelli) attraverso l’aspetto visivo ( i laser) e tattile (le pedane vibranti offerte da Kilohertz) rende quest’opera multimediale un esperimento tra arte e scienza dalle valenze  ludiche e didattiche. Nicola Evangelisti, artista della luce, autore di Light Pulse in collaborazione con Mauro Melotti spiega l’opera con queste parole: Secondo l’ontologia dei commentatori aristotelici la prima forma della lux è la corporeità come componente strutturale essenziale di ogni forma di realtà. Nella metafisica medievale il corpo dell’universo è determinato in quanto si manifesta, ‘appare’, essendo la sua forma prima, cioè la lux, auto-manifestativa. Esso è quantificato dal momento che la materia, non potendo espandersi all’infinito, arresta la spinta di espansione infinita della lux. La luce non è corporeità in sé stessa essendo priva di dimensioni, ma solo al momento in cui si unisce alla materia,  moltiplicandosi indefinitamente a partire da un punto a-dimensionale, genera il corpo, determinato e quantificato dell’universo.  La regolarizzazione dell’andamento caotico della luce ad opera della materia ed il controllo che compie su di su di essa  intrappolandola e bloccandone la diffusione laterale tramite le superfici riflettenti del suo corpo geometrico lo rende vettore e propagatore di essa nella verticalità

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Personale di Siberiana di Cocco

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 settembre 2010

Gavi 2 ottobre alle 17 nei locali della galleria, in Corte Zerbo, si terrà l’inaugurazione. Sarà presente l’artista. La mostra si protrarrà fino al 31 ottobre e sarà aperta da giovedì a domenica, dalle 16 alle 19. L’ingresso è libero.  La galleria gaviese “Spazio Arte” propone, nel mese di ottobre, la personale dell’artista Siberiana Di Cocco. Nata a Pisa, dove risiede, Siberiana di Cocco propone un’opera in cui confluiscono, in uno stile personale e contaminato, attraverso tecnica mista e applicazioni di materia, gli influssi delle maggiori correnti artistiche del novecento, dal dadaismo al minimal, dalla pop art all’informale europeo. I suoi lavori pittorici sono caratterizzati dall’inserzione, sulla base del disegno e del colore, di materiali diversi, dalla stoffa a piccoli oggetti di merceria o articoli da ferramenta. Ne risulta una produzione artistica “tridimensionale”, tesa a cercare e a coinvolgere il contatto sensoriale con l’osservatore. Maestra in tecniche ceramiche, Siberiana Di Cocco inserisce anche alcuni elementi in terracotta.
Nel suo ricco curriculum figurano importanti personali come quelle presentate alla galleria “Emmediarte” di S.Stefano Belbo (Cn) e allo spazio d’arte “L’Altrove” di Ferrara. Ha partecipato a vari eventi espositivi, tra cui la Biennale d’Arte Contemporanea al Castello Svevo presso la fondazione “De Nittis” di Trani e la manifestazione “Post-Avanguardia” al Castello Estense di Ferrara.(pista)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nutrizione vegetariana

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 settembre 2010

Roma il 3-4 dicembre, Aula didattica multimediale, c/o Centro di Formazione “Polo Didattico”, Piazza Oderico da Pordenone 3, Roma, la Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana (SSNV) organizza una serie di corsi di aggiornamento in nutrizione umana dal titolo “Alimentazione vegetariana: aspetti generali” di sicuro interesse per i professionisti della nutrizione che desiderino aumentare le proprie conoscenze in questo campo. Il corso è rivolto a medici, biologi, chimici e dietisti, ma è aperto anche ad altre figure professionali e al pubblico generale interessato alla materia (senza assegnazione dei crediti ECM) e desideroso di approfondire il tema dell’alimentazione vegetariana non solo nei suoi aspetti medico-scientifici, ma anche etici e culturali. Il programma scientifico comprende sessioni dedicate ai differenti aspetti generali dell’alimentazione vegetariana, e si prefigge di fornire al professionista informazioni teoriche e pratiche da utilizzare nell’attività quotidiana. SSNV e’ un’associazione non-profit costituita da professionisti, studiosi e ricercatori in svariati settori (nutrizione, medicina e ambiti connessi, quali ecologia della nutrizione e impatto ambientale, giurisprudenza) favorevoli alla nutrizione vegetariana.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

“Architettura e materia”

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 agosto 2010

Venezia 28 agosto MioDino e Faram riuniranno a Venezia, a Palazzo Grassi, la community internazionale dell’architettura per presentare il volume “Architettura e Materia”, dedicato a 11 progetti realizzati da architetti o da studi di architettura italiani, francesi, inglesi di fama internazionale e il cui lavoro si distingue per la ricerca sulla materia.   Il volume è pubblicato dalla casa editrice AAM Editions (Archives d’Architectures Modernes) di Bruxelles in collaborazione con Ante Prima Consultants (Parigi) e sarà presentato nell’ambito della XII Biennale dell’Architettura, a Palazzo Grassi, alla presenza – confermata – degli stessi architetti che hanno firmato i progetti.  Si tratta del primo evento pubblico organizzato, dopo l’acquisizione del controllo di Faram da parte della famiglia Mio, avvenuta a fine dicembre 2009, con advisor Stefano Barei, dottore commercialista con studi a Treviso e Udine. MioDino e Faram esprimono un fatturato complessivo di 73 milioni di euro, occupa circa 650 addetti e si collocano fra i primi player del mercato a livello internazionale, presenti in Inghilterra, Usa, Russia, Romania, Ungheria, Cina e Qatar.  MioDino e Faram, guidate dalla famiglia Mio e forti di una presenza ultradecennale come consulenti nella progettazione d’ufficio a fianco dei più noti progettisti di fama internazionale (tra cui Foster & Partners, Studio Gensler, Ateliers Jean Nouvel, Cushman & Wakefiled, solo per citarne alcuni)  iniziano, con questo volume,  un percorso editoriale, diretto a raccontare le espressioni più innovative ed eclettiche dell’architettura contemporanea con l’auspicio che l’evento diventi un appuntamento fisso internazionale biennale.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vincenzo Moraca: Il senso nella materia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 agosto 2010

Montalto Uffugo (CS) 26 agosto 2010, ore 18.30 Chiostro Domenicano in occasione del Festival Ruggiero Leoncavallo, verrà presentato il volume monografico dedicato al Maestro Vincenzo Moraca Il senso nella materia (Eupalino Edizioni, Milano). La conferenza di presentazione del volume avverrà in presenza del Sindaco di Montalto U., Avv. Ugo Gravina, dell’artista, Vincenzo Moraca, dell’autore del libro, Prof. Andrea Romoli Barberini, e di altre utorità locali.
Vincenzo Moraca nasce a Terni il 13 gennaio 1934. Nella città umbra trascorre l’infanzia. Durante la guerra, con la famiglia si trasferisce a Montalto Uffugo (Cs), paese d’origine dove completa gli studi classici. Negli anni Cinquanta vive a Roma dove prende contatto con l’ambiente artistico della zona del Tridente. Laureatosi in Medicina a Ferrara, intraprende la professione di medico, senza mai trascurare la vocazione di pittore. Per diversi anni soggiorna a Siena, poi a Ferrara e Venezia prima di tornare a Montalto.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Enrico Baj: Dalla materia alla figura

Posted by fidest press agency su domenica, 11 luglio 2010

Castiglioncello (LI) fino al 26/9/2010 piazza della Vittoria, Castello Pasquini  A cura di Luciano Caprile e Roberta Cerini Baj . L’iniziativa, promossa dal Comune di Rosignano Marittimo, con la collaborazione dell’associazione -Il Valore del Segno- che festeggerà con questo evento i venti anni di attività, interamente dedicati a diffondere sul territorio l’operato di alcuni tra i maggiori protagonisti dell’arte contemporanea italiana – rappresenta un appuntamento espositivo finalizzato ad indagare un momento cruciale dello sviluppo creativo di Enrico Baj, ovvero l’iniziale approccio con la sostanza pittorica e la successiva trasformazione di quest’ultima in immagine.  Quando Baj fonda con Sergio Dangelo il Movimento Nucleare il pensiero e’ rivolto al De Rerum Natura di Lucrezio e soprattutto al rischio di catastrofe atomica che incombeva sul nostro pianeta appena uscito dalla guerra. Le opere di quegli anni evocano un mondo devastato dall’immane tragedia, propongono un day after che ha cancellato l’umanità o l’ha trasformata in un rinnovabile incubo.
Questo clima accoglie i visitatori nelle prime due sale a partire da Due figure atomizzate, un olio e smalto su tela del 1951 esibito nel 2001 al Palazzo delle Esposizioni di Roma e nel 2008 al Victoria & Albert Museum di Londra, tanto per citare le manifestazioni piu’ recenti. Già da questo primo lavoro emerge un inquietante processo metamorfico volto a interessare la stessa sostanza pittorica che promuove forme umanoidi o zoomorfe in un’atmosfera livida di colature e di umori. La mostruosa Zia Vannia del 1955 nasce da li’ e lo stesso Baj non esita a escogitare nel 1956 un Autoritratto che lievita da un impasto informale.  Il passo successivo ci viene offerto dalla terza sala dove compaiono le -montagne- emerse da un magma in continuo divenire scandito da elementi vitali a mimare occhi e volti. http://www.comune.rosignano. livorno.it (enrico baj)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Divorzio ai notai?

Posted by fidest press agency su domenica, 11 luglio 2010

Mentre “la casta” discute per apportare modifiche al nuovo istituto giuridico riguardante la mediazione civile, all’interno “dei palazzi”, si sta consumando  un altro atto drammatico.  Il Consiglio nazionale del notariato in concerto con il ministro della Giustizia. Alfano ha lanciato in questi giorni la proposta per individuare nuove competenze da assegnare ai notai, per potere così alleggerire il lavoro dei tribunali civili, fra queste: Separarsi, in assenza di figli  minori,  dal notaio anzichè in tribunale. Sarebbe un errore gravissimo se,  in questo momento, la tutela di diritti disponibili  dei coniugi venisse affidata  “all’organismo di conciliazione del notariato”. Questa è materia – dice Pecoraro –  che  rientra  a pieno titolo  fra i diritti tutelabili di cui all’art. 2 del Decreto Legislativo n. 28/2010 e dunque, spetta ai conciliatori iscritti nel Registro, sorvegliato dal Ministero della Giustizia, la possibilità  di intervento nelle separazioni e divorzio. In altre Nazioni, le questioni tra coniugi da tempo risultano affidate alla mediazione, e qui: perchè affidarla ai notai?  La risoluzione di controversie  tra coniugi sta ottenendo da tempo  la fiducia delle coppie  a favore della mediazione civile, pertanto non serve coltivare o mettere in cantiere  regole a favore di chi ha a cuore solo  interessi particolari.  Non penso minimamente  che il Governo possa affidare ai notai la risoluzione di controversie che intervengono fra coniugi, questa iniziativa è  impopolare, le controversie fra coniugi possono essere risolte solo da chi  conosce i mille segreti e le tecniche di conciliazione. Questo rinnovamento, se, proprio lo vogliamo definire tale –  afferma Pecoraro –  è ancora più fattibile, se lo si fa rientrare  fra gli esperimenti del tentativo di conciliazione obbligatorio di cui all’art. 5 del decreto Legislativo 28/2010. Nella separazione fra coniugi – continua Pecoraro –  è  primario  il principio di prevenzione che è quello della mediazione e solo al fallimento di questa e quando le parti non accetteranno nulla di meno di quanto spettante,  la figura di conciliatori, esperti in diritto ed in economia, possono assumere ruoli importanti, per definire con esattezza  il dare e l’avere fra la coppia. Le categorie professionali uniche che fanno tutto di tutti, non servono, sono necessari conciliatori  altamente  professionalizzati,  che anche collegialmente, sono in grado, ognuno per la propria specificità risolvere soluzioni complesse di  tutela di diritti disponibili in particolare  quelli che intercorrono tra coppie  in separazione. La separazione fra coppie  non può essere risolta con un atto pubblico notarile. (Ufficio stampa ANPAR Giornalista A. Bove)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Loris Cecchini: Solidsky

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 giugno 2010

San Gimignano (SI), 6 giugno 2010 via del Castello 11, 11.00-18.00   Fino al 4 settembre, da martedì a sabato, 14.00-19.00   Dopo Dotsandloops, l’ampia rassegna antologica presentata in Italia dal Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato e, in Francia, dal MAM Musée d’Art Moderne di Saint-Étienne, Loris Cecchini torna ad esporre negli spazi di Galleria Continua di San Gimignano con Solidsky, una mostra personale espressione di progettualità inedite, nuovi cicli di opere dove elementi eterogenei si alternano in una poetica del disegno, della materia fisica e virtuale.   Solidsky (letteralmente Solid solido, Sky cielo) si offre come suggestione poetica lasciando aperta a un’interpretazione multipla l’insieme di immagini di cui attiva la memoria..  I comportamenti delle onde, le vibrazioni e altri fenomeni fisici sono le suggestioni di base di alcuni inediti Gaps, calchi in resina che fuoriescono dalle pareti della galleria e che, come variazioni improvvise della superficie architettonica, creano cortocircuiti visivi. Il tema dell’abitare, dell’architettura come progettualità spaziale e formale, come contenitore, come luogo si incontra nel nuovo ciclo di Rainbows Trusses (Le capriate arcobaleno). L’attitudine di Cecchini ad elaborare poeticamente la realtà spaziale e la materia si ritrova anche nel nuovo ciclo The Polychromesandsessions: campiture geometriche di colore incastonate in frammenti architettonici.
Loris Cecchini è  nato a Milano nel 1969. Vive e lavora in Toscana. Fra gli artisti italiani affermati nell’ultimo decennio è uno dei più apprezzati a livello internazionale.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »