Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘matteotti’

Patrocinio del Parlamento Europeo per la commemorazione di Matteotti

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

“Desidero esprimere il più vivo e sentito apprezzamento ed un sincero ringraziamento all’Ill.mo Presidente, On. David Sassoli, per aver concesso il Patrocinio gratuito del Parlamento Europeo alla commemorazione dell’On. Giacomo Matteotti che si terrà, come ogni anno, il 10 giugno a Lungotevere Arnaldo da Brescia in Roma, presso il monumento commemorativo a Lui dedicato ” -cosi Vincenzo Pirillo, Presidente del Circolo Culturale Saragat Matteotti di Roma-“Aver ricevuto il patrocinio del Parlamento Europeo è fonte di grande soddisfazione e ripaga di anni di duro e costante lavoro a livello sociale, civile ed istituzionale. Il Presidente Sassoli ha dimostrando grande sensibilità ed attenzione per questo evento, riconoscendo evidentemente la dimensione Europea della figura e del pensiero di Matteotti, Uomo libero, europeista ante litteram, esempio di coraggio e baluardo dell’antifascismo. Quest’ultimo – conclude il Presidente Pirillo – è stato valore fondante non solo della nostra Repubblica, che proprio ieri ha festeggiato il 75° anniversario, ma dell’Europa intera nata dalle macerie delle guerre mondiali e dalla lotta a tutti i totalitarismi, per l’unione ed il progresso dei Popoli. Anche per questo il Patrocinio del Parlamento Europeo assume, per noi, un particolare valore simbolico e ci spinge a continuare, anzi ad aumentare, il nostro impegno per la diffusione e la difesa dei valori antifascisti di Libertà e Giustizia”. Vincenzo Pirillo Presidente del circolo culturale “Saragat Matteotti” – Roma

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il delitto Matteotti

Posted by fidest press agency su sabato, 18 agosto 2018

Sull’onda dell’esecrazione popolare, per il grave delitto commesso, le opposizioni avrebbero avuto, nel gennaio del 1925, la possibilità di rovesciare il fascismo. I liberali e i socialisti, purtroppo, non vollero unirsi e l’occasione fu persa. Una volta consolidato il suo potere, Mussolini ridusse il Parlamento a un palcoscenico simile a quello che divenne il Reichstag di Hitler e istituì al suo posto il Gran Consiglio del fascismo.
La sua funzione era di essere sempre pronto ad approvare le decisioni del Duce. Mussolini, da quel giorno, sino alla sua caduta nel luglio del 1943, non fu più minacciato dall’interno, allo stesso modo di Hitler dopo la notte dei lunghi coltelli del 1934, quando si sbarazzò dei massimi dirigenti della S.A.
All’interno dei loro rispettivi movimenti sia Mussolini sia Hitler incontrarono solo delle divergenze d’opinione. Tuttavia i loro seguaci erano uniti nel convincimento che il terrore era inevitabile e che esso fosse necessario per attirare nel movimento i giovani. Va anche detto, a questo punto, che Mussolini e Hitler non avrebbero mai conquistato il potere senza il prezioso aiuto delle loro forze paramilitari.
Tra i vari meriti Mussolini ebbe quello di aver fatto bonificare le paludi Pontine, di essere riuscito, a ottenere, nel 1929, una pax religiosa siglando un compromesso tra lo Stato e la Chiesa e persino a raggiungere, con la mafia, un certo successo con il prefetto Mori, sebbene più d’immagine che reale.
Circa i rapporti con il nazismo possiamo dire che nel 1933 Mussolini salutò l’avvento del nazismo con queste parole: “La vittoria di Hitler è anche la nostra vittoria”. In realtà Mussolini non aveva afferrato in pieno la natura del suo temuto alleato.
Non accettava, ad esempio, le teorie ariane, anche se vantava la superiorità ariana degli italiani, ma riteneva inopportuno combattere apertamente la comunità ebraica mondiale. Inoltre l’Italia e la Germania erano separate dalla questione dell’Austria tant’è che Mussolini più volte assicurò il cancelliere fascista austriaco Dollfuss che lo avrebbe protetto, anche militarmente, dalle mire espansionistiche tedesche.
Quando Dollfuss fu assassinato dai nazisti, Mussolini spedì delle truppe al passo del Brennero, ma fu una rappresentazione da teatrante ovvero molto fumo ma niente arrosto. D’altra parte l’Italia era ben lungi dal preoccupare Hitler. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pescara: Trofeo Matteotti

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 luglio 2013

Lo svizzero Sébastien Reichenbach, classe 1989, ha vinto la 67esima edizione del Trofeo Matteotti. Ha preceduto il compagno di squadra, Johann Tschopp, entrambi della Iam Cycling, giunti sul traguardo di Piazza Duca degli Abruzzi a braccia alzate. I due svizzeri sono stati protagonisti assoluti della gara: in fuga sin dal primo giro, insieme con un drappello di dieci corridori. Esclusa dall’azione principale, i corridori della Fantini Vini di Taborre e Rabottini, che hanno tentato (inutilmente) il recupero sui battistrada. Dopo 12 giri, la coppia Reichenbach-Tschopp, ha fatto la differenza sulla salita di Montesilvano Colle, e si è involata verso il traguardo di Pescara. Al terzo posto, la volata del gruppo è stata vinta da Enrico Battaglin (Bardiani Valvole-Csf). Presente anche il Ct azzurro, Paolo Bettini, che ha seguito la gara in ammiraglia.ORDINE D’ARRIVO. 1) Sébastien Reichenbach (Iam Cycling) ha coperto i 188.500 in 4 ore e 47’, 22”, alla media oraria di 39.500. 2) Johan Tschopp (Iam Cycling); 3) Enrico Battaglian (Bardiani Valvole) a 48”; 4) Leonardo Pinizzotto (Team Nippo); 5) Mauro Finetto (Fantini Vini-Sella Italia); 7 Fabio Taborre (Fantini Vini); 9) Luca Mazzanti (Fantini Vini); 22 Fabio Felline (Androni Giocattoli).

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riccardo Chiarini vince il Trofeo Matteotti

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 agosto 2010

L’assessore provinciale allo Sport di Pescara, Aurelio Cilli, alle ore 11,15, in piazza Duca degli Abruzzi, ha dato il via ufficiale alla 64ª edizione del Trofeo Matteotti. 121 i partenti, in rappresentanza di 16 gruppi sportivi. Presente anche il Commissario tecnico della Nazionale, Paolo Bettini, ultimo vincitore della Classica pescarese nell’edizione 2008 (lo scorso anno, il Matteotti non si è disputato).  I primi giri sono stati percorsi a velocità sostenuta: il gruppo ha pedalato oltre i 40 chilometri orari nella prima parte di corsa. Dopo diversi allunghi, l’azione più importante è stata promossa da Vojtech Hacecky dell’Atlas Personal.  Il gruppo, sempre pilotato dalla Isd-Neri di Giovanni Visconti e dalla DiQuigiovanni di Leonardo Bertagnolli, ha riagguantato il fuggitivo a 30 km dal traguardo. A due giri dalla conclusione, quindi, il gruppo è tornato nuovamente compatto. Sulla salita di Pescara Colli, all’ultimo giro dei 13 in programma, allungano in quattro: Leonardo Bertagnoli (De Rosa), Riccardo Chiarini (Androni Giocattoli), Miguel Angel Rubiano Chavez (Meridiana) e Domenico Pozzovivo (Colnago). I quattro attaccanti mantengono un vantaggio di 15”. Alle loro spalle, il gruppo, guidato dall’Acqua&Sapone-D’Angelo&Antenucci, si spezza in più tronconi. Staccato anche il campione italiano Giovanni Visconti (Isd-Neri), che tenta inutilmente di rientrare sui battistrada.
Ordine d’arrivo. 1) Riccardo Chiarini (De Rosa), copre i 188,500 km, in 4 ore, 36 minuti, alla media oraria di 40,956. 2) Leonardo Bertagnolli (Androni Giocattoli), st; 3) Miguel Angel Rubiano Chavez (Meridiana), st; 4) Domenico Pozzovivo (Colnago), a 1”; 5) Oscar Gatto (Isd-Neri), a 7”; 6) Paolo Bailetti (Ceramica Flaminia), st; 7) Daniele Callegarin (CDC-Cavaliere), st; 8) Pasquale Muto (Miche), st; 9) Giovanni Visconti (ISD-Neri), a 13”; 10) Davide Torosantucci (CDC-Cavaliere), a 18”. Partiti 121; 70 gli abbandoni. Medaglia D’oro “Fulvio Perna” (al primo abruzzese classificato): Davide Torosantucci (CDC-Cavaliere). Medaglia D’oro “Franco Ballerini” (al direttore sportivo del vincitore): Marco Tabai (De Rosa). (Fotoagenzia Luciano Pieranunzi – Viale Regina Elena, 78  65122 Pescara) (volata, podio)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »