Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘media’

Personalized Media Communications

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 marzo 2019

LLC (PMC), has filed patent infringement suits against Google, Akamai, and Netflix. PMC licenses exclusively the patents of its founder and Chairman, John Harvey, an individual inventor for almost 40 years. Mr. Harvey has received nearly 100 patents. The patents describe and claim numerous critically important features needed for efficient distribution of video content over networks.
PMC’s licensees include some of the world’s most prominent and sophisticated intellectual property users. Sony, Samsung, Fox, and DirecTV are just some of the television and content companies that have recognized the value of PMC’s extensive portfolio.“The importance of PMC’s inventions is evidenced through the success of our licensing program,” said Boyd Lemna, a Senior Advisor to PMC. “Our preference is to negotiate our licenses directly with our licensees, but we also understand that in the current licensing environment, the continued success of our program rests upon clearly demonstrating that PMC’s patents are enforceable, and that PMC is serious about enforcing them.” Personalized Media Communications, LLC is an inventor-owned and -managed company that has developed a portfolio of fundamental patents. Founded in 1981 by John C. Harvey, PMC’s lead inventor and Chairman, the company’s inventions are all internally-generated and cover a variety of communications systems, devices, and networks.The PMC portfolio consists of over 100 issued patents and pending applications. Most of PMC’s patents have issued since 2010 and have years of enforceable coverage remaining. PMC inventions enable media providers to distribute their content securely and to enhance it through numerous techniques, including personalization, combined media, and interactivity. For more information visit http://www.personalizedmedia.com.For a complete list of PMC licensees, including recent transactions, go here.
PMC inventions describe architecture for secure delivery and presentation of enhanced media content. The inventions are applicable to media delivery platforms such as streaming video/audio and the Internet, using mobile devices, smart TVs, and computers.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Independence Public Media of Philadelphia, Inc. Names Foundation President

Posted by fidest press agency su sabato, 16 febbraio 2019

Independence Public Media of Philadelphia, Inc. today named Molly de Aguiar, immediate past managing director of the News Integrity Initiative at the Craig Newmark Graduate School of Journalism at City University of New York, as the president of the Independence Public Media Foundation.de Aguiar will lead the Independence Public Media Foundation (IPMF), which will fund and support media and media-makers to strengthen and connect diverse voices and foster greater understanding across communities in the Greater Philadelphia region. The foundation has expanded and enhanced its continuing educational and charitable mission since Independence Public Media relinquished its broadcast license in 2017 and received a one-time payment of $131.5 million through the FCC Broadcast Incentive Auction. Independence Public Media of Philadelphia Inc. was founded in 1981.An experienced grant maker with familiarity to Philadelphia, de Aguiar brings expertise in public media and in connecting communities to IPMF.
De Aguiar was the first managing director of the News Integrity Initiative (NII), a global coalition of partners with a vision for news and information that builds trust and lifts up promising approaches to community problems. Prior to joining NII, de Aguiar spent 12 years at the Geraldine R. Dodge Foundation where she designed and directed its Informed Communities grants program, which attracted partnerships with national funders and helped New Jersey become a model for local journalism innovation.
IPMF will focus its giving in the Philadelphia region, which Smith said made de Aguiar’s eight years’ experience in the area attractive to the foundation. From 1997 to 2005, de Aguiar held roles at the Gesu School, Kimmel Center and the Free Library of Philadelphia. She is a member of the board of directors of Resolve Philadelphia and supported Philadelphia-based media organizations in her positions at Dodge and NII.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

RADIO.COM Adds Live and On-Demand Audio Content from CNN and Bloomberg Media

Posted by fidest press agency su domenica, 10 febbraio 2019

Entercom, the creator of live, original, local audio content in the United States, announced content distribution agreements with CNN, one of the leaders in online news and information delivery, and Bloomberg Media, a leading global business and finance media company. As part of the agreement, RADIO.COM, the fastest-growing digital audio app in the U.S. and the exclusive digital home for all Entercom content across the company’s robust portfolio of 235 radio stations, will launch 10 live stations for CNN and Bloomberg properties, along with leading podcasts from Turner Podcast Network’s portfolio of entertainment, kids, news and sports.“We are thrilled to welcome CNN and Bloomberg to RADIO.COM as we increase our premium content offerings. Through our deep roster of industry-leading radio stations and premium live and on-demand content, RADIO.COM is quickly becoming an important part of the daily audio habit for the tens of millions of listeners we reach per month,” said JD Crowley, Chief Digital Officer, Entercom. “These agreements further cement RADIO.COM’s position as the premiere destination for on-demand audio news, entertainment, music and sports content on a national scale.”CNN content to be simulcast includes CNN International, CNN en Español and HLN, as well as podcasts from Turner’s Adult Swim, Cartoon Network, NBA, truTV and CNN anchors Anderson Cooper, Erin Burnett and Jake Tapper.Bloomberg content to be simulcast on the digital platform includes Bloomberg Radio National as well as New York, D.C., Boston, Bay Area and London editions; Bloomberg Live TV and podcasts such as “Bloomberg Business of Sports,” “Bloomberg Best,” “A Closer Look,” “Deal of the Week” and “Bloomberg Brief.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le citazioni dei governatori regionali sui media

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 gennaio 2019

Nello Musumeci, presidente della Regione Siciliana, nell’ultimo mese (19 dicembre – 18 gennaio), è stato il governatore più citato sui media italiani (3554 menzioni) superando l’omologo del Lazio Nicola Zingaretti (3206) e il presidente della regione Veneto Luca Zaia (2147). A mettere in evidenza questi dati è il monitoraggio svolto su oltre 1.500 fonti d’informazione fra carta stampata (quotidiani nazionali, locali e periodici), siti di quotidiani, principali radio, tv e blog da Mediamonitor.it, che utilizza tecnologia e soluzioni sviluppate da Cedat 85, azienda attiva da 30 anni nella fornitura dei contenuti provenienti dal parlato.Al quarto posto della graduatoria elaborata da Mediamonitor.it c’è il presidente del Piemonte Sergio Chiamparino (2000 menzioni), che di recente è intervenuto spesso sui temi del TAV e del cosiddetto “Decreto Sicurezza”, dichiarando l’intenzione di impugnare innanzi alla Corte Costituzionale il provvedimento fortemente voluto da Salvini.Grazie anche ai suoi interventi sullo stop alle “trivelle nello Jonio”, Michele Emiliano, governatore della Puglia, si posiziona al quinto posto della classifica di Mediamonitor.it, superando con 1980 citazioni, il presidente della Toscana Enrico Rossi (1969) e i colleghi Attilio Fontana ( 1820), a capo della giunta regionale lombarda, e il ligure Giovanni Toti (1719 citazioni), che è intervenuto spesso per ribadire il suo ‘no’ alla nazionalizzazione di Banca Carige e a favore della realizzazione del progetto TAV. Al nono e decimo posto della classifica dei governatori più citati sui mezzi di informazione italiani si posizionano Stefano Bonaccini (1384), alla guida della Regione Emilia-Romagna, e il presidente della giunta calabrese Gerardo Mario Oliverio (1089 menzioni).Appena fuori dalla top ten stilata dalla società del gruppo Cedat 85 si posizionano il vulcanico Vincenzo De Luca (941), alla guida della Campania, il sardo Francesco Pagliaru (723) e l’umbra Catiuscia Marini (619). In coda alla classifica il molisano Donato Toma (137), il valdostano Antonio Fosson (178) e Marcello Pittella, presidente della Regione Basilicata (189).
Esaminando i dati di Mediamonitor.it sulle citazioni ottenute dai governatori delle regioni italiane unicamente sulle principali radio e tv nazionali e locali, emerge che il protagonista assoluto dell’ultimo mese è stato il pugliese Michele Emiliano (398 menzioni), che precede il candidato alla guida del PD Nicola Zingaretti (298) e il piemontese Chiamparino (292).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Media e arti performative nelle politiche di inclusione

Posted by fidest press agency su martedì, 8 gennaio 2019

Milano (Via Nirone, 15) Università del Sacro Cuore il 17 gennaio 2019 dalle 9.30 alle 19.30 (Aula N. 110) e il 18 gennaio 2019 dalle 9.30 in poi (Aule N. 111 – N. 112) verranno diffusi, a partire dalla prima giornata, i dati di una indagine dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, in collaborazione con Fondazione ISMU, su Immigrazione, Politica e Media raccolti nel volume Migrazioni e comunicazione politica. Le elezioni Regionali del 2018 tra vecchi e nuovi media (a cura di Marina Villa, Milano, FrancoAngeli, 2019).
I fenomeni migratori e i processi di inclusione dei migranti si intrecciano costantemente con processi e fenomeni di rappresentazione mediale, artistica e performativa. Dai reportages di documentazione all’utilizzo del teatro sociale, dalle rappresentazioni nei discorsi politici alle scelte dei policy makers, dalle sperimentazioni artistiche alle pratiche materiali, è impossibile affrontare in chiave attiva e progettuale le realtà migratorie contemporanee senza assegnare il giusto peso ai media, alle arti, alle esperienze creative.Migrazioni | Mediazioni è una iniziativa finanziata quale ricerca di interesse di Ateneo dall’Università Cattolica e promossa dal Dipartimento di Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo. Essa intende affrontare queste realtà con due intenti. Da un lato, con studiosi e ricercatori, mappa i campi del discorso politico e dei documenti dei policy makers nazionali e internazionali per comprendere gli utilizzi effettivi o possibili dei media e delle arti. Dall’altro lato, con operatori del settore, intende costruire reti di conoscenza reciproca e di diffusione di buone pratiche per produttori, artisti, formatori.
Il convegno (il primo di due occasioni di confronto previsti nel corso della ricerca) presenta i primi risultati della ricerca e ne discute con studiosi, giornalisti, policy makers, operatori, produttori, artisti e creativi.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Media e arti performative nelle politiche di inclusione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 dicembre 2018

Milano si terrà presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore (Via Nirone, 15) il 17 gennaio 2019 dalle 9.30 alle 19.30 (Aula N. 110) e il 18 gennaio 2019 dalle 9.30 in poi (Aule N. 111 – N. 112). Nel corso della prima giornata verrà presentato il volume Migrazioni e comunicazione politica. Le elezioni Regionali del 2018 tra vecchi e nuovi media (a cura di Marina Villa, Milano, FrancoAngeli, 2019) e verranno diffusi i dati sui temi oggetto del volume.I fenomeni migratori e i processi di inclusione dei migranti si intrecciano costantemente con processi e fenomeni di rappresentazione mediale, artistica e performativa. Dai reportages di documentazione all’utilizzo del teatro sociale, dalle rappresentazioni nei discorsi politici alle scelte dei policy makers, dalle sperimentazioni artistiche alle pratiche materiali, è impossibile affrontare in chiave attiva e progettuale le realtà migratorie contemporanee senza assegnare il giusto peso ai media, alle arti, alle esperienze creative. Mediazioni è una iniziativa finanziata quale ricerca di interesse di Ateneo dall’Università Cattolica e promossa dal Dipartimento di Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo. Essa intende affrontare queste realtà con due intenti. Da un lato, con studiosi e ricercatori, mappa i campi del discorso politico e dei documenti dei policy makers nazionali e internazionali per comprendere gli utilizzi effettivi o possibili dei media e delle arti. Dall’altro lato, con operatori del settore, intende costruire reti di conoscenza reciproca e di diffusione di buone pratiche per produttori, artisti, formatori.Il convegno (il primo di due occasioni di confronto previsti nel corso della ricerca) presenta i primi risultati della ricerca e ne discute con studiosi, giornalisti, policy makers, operatori, produttori, artisti e creativi.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Congresso stampa romana: Chiamata alle “armi”

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 novembre 2018

Roma dal 12 al 16 dicembre 2018 elezione dei delegati all’IX Congresso dell’Associazione. Si invitano i colleghi professionisti e pubblicisti anche pensionati di non disertare l’importante meeting offrendo la loro disponibilità a una candidatura o a sostenere l’associazione in ogni modo. I promotori dell’iniziativa scrivono: “La crisi dell’editoria, la disoccupazione, la difficoltà nella quale si trova da anni l’intero sistema dell’informazione, le nuove figure di giornalisti, il precariato, lo sfruttamento dei freelance, le querele temerarie, il ruolo del sindacato e dell’Ordine dei Giornalisti, la profonda crisi del sistema radio-televisivo e i licenziamenti a Sky, Mediaset, nei grandi e piccoli giornali, nelle radio e negli uffici stampa, il ruolo del servizio pubblico della Rai…. Insomma gli argomenti sono tanti e molto complessi e richiedono impegno, dedizione e creatività. Per questo abbiamo bisogno di colleghe e colleghi che provengano da varie realtà, non solo dalle redazioni delle grandi testate, ma dalla strada, dalle realtà meno note come le testate on line, gli uffici stampa, i periodici di nicchia, ci appelliamo a tutti coloro che vogliono svolgere questa professione con dignità, serietà e in piena autonomia senza la minaccia di essere licenziati o di essere sottopagati. Le elezioni per eleggere i delegati di Stampa romana si svolgono principalmente on line con la possibilità di votare, sempre al computer, dai seggi allestiti a Stampa romana in Piazza della Torretta, nella sede di Viterbo, Latina, Frosinone e a Rieti.” Forza, dunque, diamoci una mossa. E’ un aspetto dell’informazione che interessa tutti, nessuno escluso. (By Fabrizio de Jorio fabriziodejorio@gmail.com)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The media today: After day of bombs, Trump blames media for “Anger we see today”

Posted by fidest press agency su sabato, 27 ottobre 2018

By Pete Vernon. After a day that saw targets of his verbal barrages targeted by bombs delivered through the mail, President Trump blamed the media for the current state of political discourse. “A very big part of the Anger we see today in our society is caused by the purposely false and inaccurate reporting of the Mainstream Media that I refer to as Fake News,” Trump wrote on Twitter. “It has gotten so bad and hateful that it is beyond description. Mainstream Media must clean up its act, FAST!”Less than 24 hours before Trump’s tweet, just after 10am Wednesday morning, CNN’s Jim Sciutto and Poppy Harlow were anchoring from New York, reporting on suspicious packages that had been mailed to the Obamas and Clintons, when an alarm began wailing in their studio. Within minutes Sciutto and Harlow, along with the rest of their New York colleagues, would be out on the street, evacuated from their Columbus Circle offices due to the discovery of a similar package in the building.As the chaotic day unfolded, it became clear that a coordinated campaign was underway, targeting prominent Democrats, CNN, and liberal donor George Soros, all of whom have faced frequent criticism from President Trump and right-wing figures. Packages containing pipe bombs were mailed to or dropped off at the homes of Barack Obama and Hillary Clinton, the offices of California Representative Maxine Waters and Florida Representative Debbie Wasserman Schultz, CNN’s New York office, and Soros’s suburban New York home. And this morning, The New York Times reports actor Robert De Niro received a similar package at his business address.“What happened today was an act of terror. Terror designed to kill or maim, to scare, or to silence,” Anderson Cooper said on his Wednesday night program. “If the devices were designed to kill, they failed. If they were designed to scare and to silence reporters or politicians, they failed at that as well.” Hours after the bombs were discovered, Trump took the stage at a rally in Wisconsin and issued a general condemnation of violence without mentioning the specific intended recipients of the packages, then returned to his criticism of the press. “The media also has a responsibility to set a civil tone and to stop the endless hostility and constant negative and oftentimes false attacks and stories,” he said. While calling for an end to “the language of moral condemnation, Trump took no responsibility for his own incendiary rhetoric, which has often included attacks on the very people and institutions targeted by the bomber. Throughout the day, news networks flashed maps of the country showing locations in New York, California, and Florida where suspicious packages had been discovered. While there was relief that no one was injured, there was also a recognition that the incendiary rhetoric surrounding out political debates—often emanating from the president himself—had gone from word to action.Though all of the packages were addressed to frequent targets of President Trump’s criticism, the motive and political leanings of the would-be bomber are at this point unclear. But Trump has undoubtedly played a role in stoking anger at his critics, his political opponents, and news outlets—specifically CNN—who attempt to cover him honestly. In a Wednesday afternoon statement, CNN Worldwide President Jeff Zucker blasted Trump and his administration for their approach to the press. “There is a total and complete lack of understanding at the White House about the seriousness of their continued attacks on the media,” Zucker said. “The President, and especially the White House Press Secretary, should understand their words matter. Thus far, they have shown no comprehension of that.” (font: CJR Editors)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Moving Up annuncia la nascita di un polo tecnologico per l’innovazione dei media e la digital transformation

Posted by fidest press agency su sabato, 6 ottobre 2018

Moving Up, la digital company specializzata in processi di digitalizzazione fondata nel 2015 dall’attuale Ceo Marco Valenti e dalla società di comunicazione outdoor Alessi SpA, preannuncia l’imminente nascita di un polo tecnologico al servizio dei media e della digital transformation che va di pari passo con un riposizionamento di Moving Up, che si colloca da oggi sul mercato con il nuovo profilo di Digital hub specializzato in processi di trasformazione digitale.
A pochi anni dalla sua fondazione, Moving Up è oggi tra i player tecnologici e di web development più preparati in ambito digital in Italia ed è pronto a porsi un obiettivo di ulteriore crescita, quale è l’istituzione di un hub di riferimento in ambito software development a cui società e aziende di ogni dimensione possono rivolgersi per dotarsi delle più idonee soluzioni tecnologiche per la loro innovazione digitale.“Siamo lieti di annunciare che da questo autunno siamo pronti in Moving Up a dare spinta vitale al nostro nuovo posizionamento che prende il via con la start-up Moving Tech, prima società a fare parte di questo progetto che vedrà nascere a breve un prodotto proprietario scalabile a livello internazionale basato su micro-servizi, per permettere ad aziende di ogni dimensione e settore di dotarsi di servizi e software flessibili per l’automatizzazione ottimizzata dei loro processi di business” dichiara Marco Valenti.Moving Tech rappresenta dunque il primo tassello di un Digital hub che si propone di portare su scala nazionale e Internazionale soluzioni IT capaci di soddisfare le mutevoli esigenze di innovazione e modernizzazione tecnologica e di processo. A guidare il nuovo polo tecnologico entra in Moving Up Salvatore Morfea che, nel ruolo di Software Architect, avrà il compito di presiedere alla progettazione delle funzioni e delle specifiche dei programmi e applicativi informatici al servizio del media e della digital transformation.Co-Founders di Moving Tech insieme a Valenti, professionisti operativi dalla sede centrale di Palermo quali Simone Marchese, sistemista specializzato in tecnologie di virtualizzazione, la back-end developer Federica Cricchio e Riccardo Curcio, a capo di Moving Tech come CTO, nonché ideatore di questa giovane realtà di sviluppo software ‘made in Sicily’ che si avvale di un approccio moderno, basato sulla creazione di un’architettura a micro-servizi, per consentire alle aziende di affrontare le molte e diverse sfide che si trovano oggi ad affrontare e a dover risolvere.“E’ per me un onore poter contribuire alla nascita di un nuovo polo tecnologico tutto Italiano, occupandomi dello sviluppo delle linee di business di questa prima società cui viene data l’opportunità di collocarsi in maniera qualificata nei mercati digitali globali in forza di una conoscenza approfondita delle tecnologie software più avanzate e, con riferimento specifico al mercato digitale, di una visione per così dire ‘dal di dentro’ delle esigenze di un settore in continua e veloce evoluzione” afferma Curcio.Tra gli obiettivi di Moving Tech vi è infatti quello di divenire la tech company a supporto anche dello stesso gruppo Moving Up per lo sviluppo di tecnologie proprietarie da mettere al servizio del media, dell’IoT e, più in generale, della digital transformation.“Al cuore di Moving Tech vi sono lo sviluppo e la progettazione di strumenti tecnologici proprietari in grado di sostenere in maniera flessibile e automatizzata strategie di innovazione al passo con i tempi, ponendo al centro sempre le esigenze degli utilizzatori finali” precisa Curcio. Un approccio che risponde alle attese dello stesso Marco Valenti secondo cui, anche in ambito digitale, è fondamentale mantenere il focus sull’utente finale quale asset cardine da cui partire per risolvere le principali criticità che si trova oggi a fronteggiare ogni industry, in particolare quella digitale in cui opera Moving Up (automazione della pianificazione digitale, dispersione di impression e budget, misurabilità qualitativa oltre che quantitativa e web safety per citarne solo alcune).www.movingup.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuove regole per i media audiovisivi e le piattaforme video

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 ottobre 2018

Il Parlamento ha dato il via libera definitivo all’aggiornamento delle norme UE sui media audiovisivi. Il testo è già stato concordato con i Ministri UE. Dopo la votazione finale su questo accordo, la legislazione rivista si applicherà alle emittenti radio e TV, alle piattaforme di video on demand (ad esempio Netflix, Amazon Video, Google Play, iTunes), a quelle di condivisione di video, come YouTube o Facebook, nonché allo streaming in diretta.
I media audiovisivi dovranno predisporre misure adeguate a combattere i contenuti che incitano alla violenza, all’odio e al terrorismo, mentre la violenza gratuita e la pornografia saranno soggette a limiti ancora più severi.La legislazione non prevede un sistema di filtri al momento del caricamento di contenuti, ma, su richiesta del Parlamento, le piattaforme dovranno creare un meccanismo trasparente e facile da usare per consentire agli utenti di segnalare i contenuti. Inoltre, i siti di condivisione video dovranno garantire una risposta rapida a tali segnalazioni da parte degli utenti.
La nuova legge UE introduce norme in materia di pubblicità e di product placement nei programmi televisivi per bambini e nei contenuti disponibili sulle piattaforme di video on demand. I deputati, durante i negoziati con i ministri, sono riusciti a inserire un meccanismo di protezione dei dati personali dei minori per garantire che i loro dati raccolti dai media audiovisivi non siano trattati per uso commerciale, per la profilazione o la pubblicità mirata.
30% di contenuti europei nei cataloghi delle piattaforme online. Al fine di sostenere la diversità culturale del settore audiovisivo europeo, i deputati hanno approvato una norma che prevede che il 30% dei contenuti dei cataloghi delle piattaforme di video on demand dovrà essere europeo.Tali piattaforme dovranno inoltre contribuire allo sviluppo delle produzioni audiovisive europee, investendo direttamente nei contenuti o contribuendo ai fondi nazionali. Il livello di contributo in ciascun paese dovrà essere proporzionale alle entrate nel paese in questione (lo Stato membro in cui sono stabilite le piattaforme o in quello a cui i contenuti sono destinati, interamente o principalmente).In base alla nuova normativa, la pubblicità potrà occupare al massimo il 20% del tempo di trasmissione giornaliera tra le 6.00 e le 18.00, con la possibilità per l’emittente di adattare la propria offerta pubblicitaria. È stata inoltre prevista una finestra di prime time tra le 18:00 e le 0:00, con un nuovo limite del 20% del tempo di trasmissione.La legislazione comprende infine anche disposizioni che riguardano l’accessibilità, l’integrità del segnale di un’emittente, il rafforzamento delle autorità di regolamentazione e la promozione delle competenze dei media.La risoluzione legislativa è stata approvata con 452 voti a favore, 132 contrari e 65 astensioni. L’accordo deve ancora essere formalmente approvato dal Consiglio dei ministri dell’UE prima che la legge possa entrare in vigore. Gli Stati membri dispongono di 21 mesi dalla sua entrata in vigore per recepire le nuove norme nella legislazione nazionale.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Comprare casa a un piano alto costa il 23% più della media

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 settembre 2018

Secondo un’analisi di Immobiliare.it, una ricerca di casa su tre si concentra su abitazioni poste ai piani alti, nonostante per vivere ad “alta quota” si debbano mettere in conto budget più elevati del 23% rispetto ai prezzi medi richiesti nella zona. Al contrario, chi si accontenta di non salire oltre il primo livello dell’edificio può risparmiare approssimativamente il 10% sul prezzo medio di vendita della città.La regione in cui una “casa con vista” richiede un budget più alto rispetto alla media dei prezzi è il Lazio, dove si arriva a una maggiorazione del 35%. A seguire si trova la Lombardia, in cui le abitazioni ai livelli più alti dei palazzi costano in media il 28% in più in confronto ai prezzi della regione.Guardando invece alle principali città italiane, chi cerca casa a Milano e vuole vivere con vista sullo skyline cittadino deve mettere in conto una spesa media più elevata del 22%. Vivere con “la testa fra le nuvole” è un benefit molto costoso anche a Roma e Firenze, dove gli appartamenti alti costano circa il 20% in più rispetto al prezzo medio. Registrano valori più cari dell’8% le case poste ai piani più alti di Bologna, mentre a Palermo i rincari ammontano al 13%. (fonte: Ufficio Stampa Immobiliare.it Federica Tordi, Giulia Rabbone)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

KEW MEDIA Announces Partnership with Channel 5

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 settembre 2018

KEW MEDIA GROUP INC. (“KEW MEDIA” or the “Company”) (TSX:KEW and KEW.WT) today announced that the Company has signed a three-year co-production partnership deal with UK broadcaster Channel 5 for a variety of drama projects. The co-production partnership will entail the selection, commissioning, production, financing and distribution of scripted television programs.One of the first projects resulting from this deal is Clink, a 10-part drama series set in a female prison. The show is intended to appeal to a young adult audience and will premiere on the UK broadcaster’s 5STAR channel. The series, which is currently in pre-production, has been commissioned from the multi-award winning production company LA Productions, and will be executive produced by Colin McKeown.All drama content produced through the partnership between Channel 5 and KEW MEDIA GROUP will be distributed in the international marketplace by Kew Media Distribution. Steven Silver, KEW MEDIA Founder and Chief Executive Officer, commented, “We are excited to be partnering with Channel 5 on a slate of original dramas. The three-year deal is another step forward in Kew’s expansion of its slate of dramatic projects.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Temi caldi di fine estate sui media

Posted by fidest press agency su martedì, 18 settembre 2018

Il crollo del ponte Morandi a Genova è stato per ovvie e tristi ragioni il tema di cronaca che nell’ultimo mese ha tenuto banco sui mezzi di informazione italiani (37.677 menzioni) con oltre il 23% di citazioni in più rispetto a quello dei migranti e della nave Diciotti (30.606). A mettere in evidenza questo risultato è il monitoraggio svolto su oltre 1.500 fonti d’informazione fra carta stampata (quotidiani nazionali, locali e periodici), siti di quotidiani, principali radio, tv e blog da Mediamonitor.it, che utilizza tecnologia e soluzioni sviluppate da Cedat 85, azienda attiva da 30 anni nella fornitura dei contenuti provenienti dal parlato. Mediamonitor.it ha rilevato le citazioni avute dal 14 agosto al 13 settembre sui media nazionali dai casi di cronaca che hanno infiammato l’ultimo mese. Il debutto di Cristiano Ronaldo nel campionato italiano di Serie A e l’attesa spasmodica del suo primo goal, terminata ieri, si inserisce subito a ruota ed è sul podio degli argomenti più trattati dai media italiani: 13.771 le citazioni rilevate da Mediamonitor.it per il campione portoghese.Molto discussi sui media italiani sono stati anche il caso delle presunte molestie sessuali di Asia Argento all’attore americano Jimmy Bennett (3831), e l’evoluzione della vertenza ILVA (2875 citazioni), che ha trovato una soluzione proprio nella prima decade di settembre.Elevata anche la copertura che i mezzi di informazione nazionali hanno riservato al tema della pedofilia nella Chiesa Cattolica e ai contrasti tra il Papa e il mons. Viganò, che secondo Mediamonitor.it ha ricevuto 2210 menzioni. Ultima in classifica, almeno sui mezzi di informazione, la coppia più social d’Italia, Ferragni-Fedez, che nel mese del tanto atteso matrimonio ha totalizzato 2141 citazioni sui media italiani.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Social media Day

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 settembre 2018

Milano. L’evento sarà ospitato, il 18, 19 e 20 Ottobre 2018, all’interno dell’edificio IULM Open Space (IULM 6) Via Carlo Bo, 7. La manifestazione si propone di affrontare le tematiche del digital marketing, del social media marketing, dell’imprenditoria e dell’innovazione, attraverso la presentazione e la discussione di strategie concrete e case study di successo presentate dalle migliori eccellenze del settore digitale.Tra gli argomenti affrontati nell’edizione di quest’anno ci saranno: Influencer & Micro Influencer Marketing, Blockchain & Cryptovalute, rapporto tra TV & Social Media Marketing, Smart Working & Sharing Economy, Strategie di Facebook Advertising, rapporto tra Pubblicita’ tradizionale e nuovi media, nuove frontiere della comunicazione sia in ambito Ecommerce che nel settore Retail, utilizzo strategico dei dati e molto altro ancora. I panel previsti durante la 3 giorni di #SMDAYIT + #DIDAYS: Eleonora Chioda, caporedattore di Millionaire, e i suoi ospiti si occuperanno di Bitcoin, Blockchain, ICO e Criptovalute; mentre il panel moderato da Chiara Dal Ben, Head of Influencer Network di Venicemesh, affronterà il tema dell’Influencer Marketing inserito all’interno di Piani di Comunicazione piu’ ampi, facendo il punto su strategie e misurabilità dei risultati.Anche la quinta edizione di Mashable Social Media Day + Digital Innovation Days vedrà la presenza di relatori provenienti anche da oltre oceano, come nel caso di Chimeren Peerbhai, Global Digital Product Manager della celebre casa farmaceutica GlaxosmithKline, la quale spiegherà come utilizzare nuove tecnologie come augmented reality e virtual reality possano essere utili per testare, convalidare e modellare l’offerta di prodotti di consumo garantendo risultati di maggiore impatto; o di Vin Clancy, Growth Hacker di fama mondiale in arrivo da Los Angeles.Infine, una startup competition arricchirà questa edizione 2018 di #SMDAYIT + #DIDAYS: il tradizionale “pitch” lascia spazio al racconto della propria impresa attraverso le parole e le immagini. Tutte le startup che parteciperanno inviando la Startup Model Board riceveranno il ticket gratuito per partecipare all’evento.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Medicina: I pazienti informati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 agosto 2018

Con le ampie opportunità offerte alle persone di accedere all’informazione medica tra la televisione, la radio, la carta stampata, dai quotidiani ai periodici, e il web si è aggiunta, come osserva il prof. Claudio Cricelli, past presidente della società italiana di medicina generale, “la crescente richiesta di “partecipazione” del paziente alla scelta dei percorsi di cura e una forte attrazione per tutto ciò che è “naturale” e che risponde ai paradigmi del salutistico.” “Diventa – soggiunge il professore – dunque sempre importante che il medico, e in particolare il medico delle cure primarie, rifletta su questi fenomeni e acquisisca i necessari strumenti cognitivi che gli consentano di comprendere, e per quanto possibile, guidare e rendere più consapevoli le scelte che le persone mettono in atto per migliorare il proprio stato di salute (automedicazione)”. In questo senso procede la crescente attenzione verso le ricerche sugli effetti biologici degli alimenti e delle piante medicinali.
La Fidest come organo d’informazione legato al rilancio di notizie avverte questo flusso mediatico e si sente in qualche modo responsabile sia nell’esercitare un maggiore controllo delle fonti sia per rispondere a una domanda dei lettori sempre più forte ma anche più ansiosa di trovare la strada giusta in termini di mantenimento e miglioramento dello stato di salute.
Un discorso in se molto difficile se si pensa all’ampiezza delle fonti inquinanti che danneggiano il suolo e pregiudicano la protezione dei bacini idrici rendendo sempre più complesso il controllo delle aree “grigie e indistinte” e la possibilità d’interventi sempre più efficaci a fronte della diversa e più intensiva composizione della popolazione e le variazioni della presenza delle patologie presenti.
Un altro capitolo andrebbe poi aperto sull’evoluzione della salute derivante dall’uso frequente, e a volte sconsiderato, di nutrienti, sostanze naturali, integratori e oligoelementi e il loro claim salutistico che può diventare incalcolabile per il numero degli alimenti che possono contenere.
La lezione che può valere per tutti è che la medicina è “un’arte complessa” che va presa con le molle e che non basta una infarinatura mediatica per ricavarne una terapia se non si ha dall’altro versante un valido interlocutore e che esso non può avvalersi della semplice lettura di un profano. Semmai si chiede al medico più pazienza, più attenzione, maggiore sensibilità. (Servizio Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Jean Pierre Mustier spopola sui media

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 agosto 2018

Nell’ultimo mese Jean Pierre Mustier, amministratore delegato di Unicredit, è stato il manager bancario con maggiore copertura mediatica, ricevendo oltre 141 citazioni sui mezzi di informazione italiani, quasi il 50% in più rispetto a Paolo Fiorentino (98), amministratore delegato di Banca Carige, e Carlo Messina (84), amministratore delegato di Intesa San Paolo. A mettere in evidenza questo risultato è il monitoraggio svolto su oltre 1.500 fonti d’informazione fra carta stampata (quotidiani nazionali, locali e periodici), siti di quotidiani, principali radio, tv e blog da Mediamonitor.it, che utilizza tecnologia e soluzioni sviluppate da Cedat 85, azienda attiva da 30 anni nella fornitura dei contenuti provenienti dal parlato. Mediamonitor.it ha rilevato le citazioni avute dal 9 luglio all’8 agosto sui media nazionali dagli amministratori delegati delle società bancarie in occasione della presentazione delle relazioni semestrali.A ‘spingere’ sui media l’amministratore delegato di Unicredit hanno contribuito anche le dichiarazioni, rilasciate, durante la conferenza stampa di presentazione dei risultati finanziari del I semestre, sull’interruzione di qualsiasi tipo di rapporto con Facebook per ragioni etiche. A sostenere la visibilità dell’amministratore delegato di Banca Carige, Paolo Fiorentino, hanno contribuito l’andamento positivo della gestione ordinaria della banca e le dimissioni anticipate del vicepresidente Malacalza.Al quarto posto della classifica elaborata da Mediamonitor.it, l’amministratore delegato di Banca MPS, Marco Morelli, che nell’ultimo mese sui mezzi di informazione italiani è stato nominato 77 volte, soprattutto in relazione alla diminuzione dei crediti “deteriorati” della banca e al miglioramento dei ‘conti’, in utile per il secondo trimestre consecutivo. Segue, con 54 citazioni sui media, Alessandro Vandelli, ad di Bper Banca, che nel primo semestre di quest’anno ha riportato un utile di 308 milioni di euro, il triplo rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.Il consigliere delegato di Ubi Banca, Victor Massiah, ha raccolto sui mezzi di informazione 26 citazioni mentre sono state 24 ciascuno quelle rilevate da Mediamonitor.it per gli amministratori delegati di Banco BPM, Giuseppe Castagna e di Deutsche Bank, Christian Sewing. Chiudono la top ten dei manager bancari più citati Massimo Doris (19 menzioni) e Alessandro Foti (10), amministratori delegati rispettivamente di Banca Mediolanum e Fineco.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Raggi, i romani e i media

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 luglio 2018

I difficili rapporti tra i romani e gli amministratori locali sanno di antico e sono stati quasi sempre conflittuali. Cosa avrebbe potuto assicurarci un cambiamento con l’attuale gestione del Campidoglio con la prima donna sindaco? Alle sue spalle, tra l’altro, ha un Movimento che si è conquistata la fama d’essere costituito da persone oneste e di buona volontà e soprattutto fortemente critico con gli inciuci partitici del passato.
Se vado a ritroso, diciamo, fino a trenta-trentacinque anni fa e poi risalgo la china sino a tutt’oggi con la lettura della cronaca locale e rispolverando il mio archivio personale mi sembra di fare copia-incolla con i malanni odierni. E allora perché tanta intolleranza per certi problemi tuttora irrisolti come se la Raggi possedesse la bacchetta magica della fatina e che con un colpetto qua e là potesse offrirci in un baleno uno spaccato della capitale nuovo di zecca? Ma a questo punto mi chiedo: sta proprio qui l’origine di tanta insofferenza che si percepisce tra la gente? O è qualcosa che si accumulata nel tempo e che ora l’attesa, sia pure giustificabile, non è più tollerata?
Di certo posso dire che il feeling con i romani ha perso consistenza e le voci di dissenso crescono anche tra gli stessi iscritti al Movimento 5 Stelle sebbene la posizione ufficiale è di pieno sostegno alla Raggi.
A questo punto non mi interessa tanto elencare le cose che continuano ad andare male, ma di capire l’irrequietezza dei romani per una sindaca che non sentono più rappresentativa, di fiducia e, a dispetto delle avversità, da sostenere. E’ forse colpa dei media che non perdono occasione per attaccarla ferocemente? Forse, sebbene nutra in proposito qualche dubbio. La mia convinzione è di tutt’altra natura. La Raggi, a mio avviso, ha perso il contatto con i romani, non parla con loro, ma lo fa solo a mezzo stampa e in forma del tutto asettica, non espone loro con franchezza i suoi crucci di amministratrice. Mesi fa suggerii in proposito alla sindaca di coinvolgere i romani nella gestione pubblica, di renderli in qualche modo compartecipi coinvolgendo il volontariato, la disponibilità di chi, come i pensionati, hanno la possibilità d’osservare e di riferire e di permettere loro di comunicare e di trovare dall’altra parte della cornetta chi prende nota dell’informativa e agisca di conseguenza in tempo reale. Roma è o non è dei romani, da chi da anni vi risiede e aggiungerei dei turisti, di quelli che l’amano e non la sporcano? (Riccardo Alfonso direttore agenzia stampa Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CURE Media Group Expands Strategic Alliance Partnership Program with Lung Cancer Alliance

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 luglio 2018

CURE Media Group, the nation’s leading digital and print media enterprise dedicated to patients and survivors of cancer, welcomes Lung Cancer Alliance to its Strategic Alliance Partnership (SAP) Program.“Countless individuals across the nation are affected by lung cancer,” said Michael J. Hennessy Jr., president of CURE Media Group. “We are proud to partner with Lung Cancer Alliance to continue to empower the lung cancer community through our ongoing efforts to identify novel treatment approaches by providing relevant information.”Founded in 1995, Lung Cancer Alliance is one of the nation’s leading non-profit health organizations committed to serving the lung cancer community. Lung Cancer Alliance empowers a vibrant and caring community by helping people navigate the paths of early detection, diagnosis, treatment and long-term survival. Lung Cancer Alliance leverages insights into the lung cancer community to improve care, amplify awareness, drive advocacy and lead transformative research with the vision of tripling the number of survivors in the next decade.“We are excited to partner with CURE Media Group,” said Laurie Fenton Ambrose, President and CEO of Lung Cancer Alliance. “This collaboration will allow us to pursue better outcomes for our community by improving access to resources that patients and loved ones need in their fight against the number one cancer killer no matter where they are in their journey.” As part of this joint effort, Lung Cancer Alliance will be able to share valuable content through CURE® magazine, where readers will have access to unprecedented resources including the latest research, interviews and articles that can help patients with cancer, and their caregivers, make better informed decisions. The SAP Program is designed to facilitate an open exchange of information among trusted peers, with the goal to improve patient care.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Violazione del pluralismo politico e della libera concorrenza dei principali mass media

Posted by fidest press agency su martedì, 19 giugno 2018

Il Movimento Astensionista Politico Italiano ha segnalato all’Antitrust e all’Autorità per le garanzie nelle tecomunicazioni quello che ritiene nei suoi confronti: “violazioni sistematiche del pluralismo politico dell’informazione e della libera concorrenza editoriale da parte delle principali testate giornalistiche italiane e delle principali emittenti radiotelevisive nei confronti del pluralismo politico dell’informazione.
Tali violazioni, facilmente riscontrabili anche dai tabulati riassuntivi pubblicati dall’AGCOM, denotano la perenne assenza nel pluralismo dell’informazione di ogni sorta di approfondimento sulle tematiche riguardanti l’astensionismo politico, oggetto di una stretta censura da parte dei mass media, nonostante gli sforzi compiuti contro tale pratica dallo scrivente movimento da un decennio a questa parte.
Sulla base degli ultimi esiti elettorali nazionali del 4 marzo l’area del non voto ha raggiunto in Italia una percentuale molto elevata, pari a circa il 30% dell’intero corpo elettorale, con poco più di 13 milioni e mezzo di elettori che così facendo hanno espresso il proprio voto per mezzo di un voto non utile per i partiti in competizione.
Ebbene, nonostante ciò, tutte le nostre continue richieste comunicative alle principali testate giornalistiche (Corriere della Sera, Repubblica, La Stampa, Il Sole 24 Ore, ll Giornale, Il Messaggero, TG1, TG2, TG3, TG4, TG5, Studio Aperto, TGLA7, Rainews24, SkyTG24 etc.) e di partecipazione agli approfondimenti nei talk-show televisivi di Rai, Mediaset, LA7, nonostante la validità e l’utilità delle nostre argomentazioni nell’affrontare le grandi tematiche ed emergenze politiche attuali in un’ottica di un confronto dialettico democratico, vige una sistematica censura atta a strumentalizzare e condizionare politicamente l’arbitrio e la costituzione del libero pensiero politico dell’intera popolazione italiana.
Da confidenze riservate ricevute dallo scrivente movimento da alcuni noti esponenti politici oltre che da alcuni giornalisti, che tuttavia ci hanno chiesto di rimanere anonimi per timore di ritorsioni, pare che contro di noi esista un vero e proprio cartello editoriale da parte dei principali organi di informazione già citati, volto a censurare direttamente non soltanto quanto da noi redatto e proposto, ma di conseguenza ogni altra notizia di approfondimento sui temi dell’astensionismo politico-elettorale.
Pare inoltre, e questo per noi è un aspetto ancor più grave e inquietante, che tali direttive siano addirittura il risultato di una serie di pressioni giunte agli editori e alle redazioni dei principali mass media da parte dei Dipartimenti per l’Editoria dei passati Governi, al fine di facilitare, evitando ritorsioni, l’erogazione dei contributi economici statali per essi previsti. Per quanto esposto si chiede, in base ai poteri attribuiti alle Autorità in indirizzo, di avviare, ove previsto, le competenti istruttorie e tutti i provvedimenti volti a rimuovere le illegalità emerse da quanto descritto”. (La lettera è firmata da CVDP – Commissione di Vigilanza per la Democrazia Partecipativa e noi per obiettività informativa riproduciamo)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salvini sui media oscura Mattarella

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 maggio 2018

Matteo Salvini nelle ultime due settimane è stato il “padrone” indiscusso dei media italiani oscurando, per numero di citazioni, Luigi di Maio e perfino il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. A mettere in evidenza questi risultati è il monitoraggio[1] svolto su oltre 1500 fonti d’informazione fra carta stampata (quotidiani nazionali, locali e periodici), siti di quotidiani, principali radio, tv e blog da Mediamonitor.it, che utilizza tecnologia e soluzioni sviluppate da Cedat 85, azienda attiva da 30 anni nella fornitura dei contenuti provenienti dal parlato. Mediamonitor.it ha rilevato le citazioni avute dal 14 al 28 maggio sui media nazionali e locali dai principali protagonisti del dibattito politico di questi giorni.Il leader leghista ha raccolto sui media 13.533 menzioni, lasciandosi alle spalle il pentastellato Di Maio (12.605) e Giuseppe Conte (12.361), che avrebbe dovuto guidare il “Governo del cambiamento” di Lega e Movimento 5 Stelle. Nonostante sia stato l’uomo “decisivo” di questa crisi, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha raccolto sui mezzi di informazione italiani il 32% di menzioni in meno rispetto a quelle del leader leghista (9140).Nell’ultima settimana ha conquistato il palcoscenico mediatico l’economista Paolo Savona, sul cui nome si è innescato lo scontro istituzionale tra Presidenza della Repubblica, Lega e M5S: è stato nominato sui media 6220 volte, quasi quanto lo stesso Salvini. Mediamonitor.it evidenzia come Silvio Berlusconi, sesto con 4.705 menzioni, continui a far parlare di sé anche quando non è al centro del dibattito politico.Tra gli “uomini nuovi” dell’era leghista emerge Giancarlo Giorgetti, fedelissimo del segretario e coinvolto nella contesa per il ministero dell’Economia, che con le sue 2588 citazioni si posiziona al settimo posto della graduatoria stilata da Mediamonitor.it.Resta sempre nella top ten il senatore “semplice” Matteo Renzi, che non esce dalla ribalta mediatica e porta a casa 2506 citazioni facendo molta ombra al segretario reggente del Pd Maurizio Martina (1632 menzioni). Al 10° posto della graduatoria elaborata da Mediamonitor.it sale Carlo Cottarelli, che ha raccolto il 75% delle sue 1730 menzioni nel giorno in cui ha ricevuto dal presidente Mattarella l’incarico di formare il nuovo governo.Nelle ultime due settimane è tornato a far parlare di sé anche il pentastellato Alessandro Di Battista, che dal 14 al 28 maggio ha totalizzato 1222 menzioni, circa il triplo (424) di quelle avute nelle due settimane precedenti. I motori sono già caldi per le prossime elezioni: il “Dibba” è pronto a sospendere il viaggio negli States e a scendere in campo in prima persona non appena sarà aperta la nuova campagna elettorale.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »