Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘medicina termale’

Medicina termale

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 febbraio 2010

E’ classificata tra le cosiddette medicine complementari o naturali, ma in realtà il ruolo terapeutico delle terme è oggi pienamente riconosciuto a livello scientifico, come prova l’istituzione di dipartimenti universitari e scuole postlaurea dedicati all’utilizzo terapeutico delle acque termali.  Come ci insegnano già gli antichi romani che avevano ideato il frigidarium, il tepidarium e il calidarium, le terme sono consigliate per la cura di diverse patologie  (respiratorie, dermatologiche, dell’apparato osteoarticolare, digerente, urinario), per attività di riabilitazione e anche solo per trattamenti estetici. Allora come curarsi e seguire terapie preventive negli stabilimenti termali? Quali sono i meccanismi d’azione di queste terapie? Dal trattamento in grotta alla fangoterapia, dalla balneoterapia all’idropinoterapia, attraverso una dettagliata spiegazione delle diverse tipologie di cura, un tour nella vasta gamma di opportunità che presenta la medicina termale. Un testo che mette a disposizione anche dei lettori meno esperti gli strumenti necessari per compiere una scelta più consapevole in base alle proprie esigenze, senza tralasciare indicazioni pratiche ed eventuali controindicazioni di ciascun trattamento.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Medicina termale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 febbraio 2010

Milano 17 marzo alle 18.30 Mondadori Multicenter via Marghera, 28 conferenza su medicina termale. Saranno presenti gli autori: Umberto Solimene, direttore della cattedra di Terapia medica e Medicina termale e direttore del Centro di ricerche in bioclimatologia medica, biotecnologie, medicine naturali e talassoterapia dell’Università di Milano. Gianluca Bruttomesso, giornalista e scrittore e addetto stampa della Federazione mondiale del termalismo e della climatoterapia. e i relatori: Massimiliano Corsi, professore di Patologia clinica e Presidente del corso di laurea magistrale in Scienze sanitarie tecniche-diagnostiche dell’Università degli Studi di Milano. Edmondo Ippolito, professore aggregato dell’Università degli Studi di Milano e specialista in Idrologia medica. Modera: Paola Emilia Cicerone, giornalista esperta di medicina e di salute. ospite d’onore: Bruno Pieroni, presidente dell’ Unamsi, Unione nazionale medico-scientifica d’informazione.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collo rigido e mal di schiena?

Posted by fidest press agency su domenica, 16 agosto 2009

Le cure efficaci delle Terme di Salsomaggiore. La schiena fa male. Il collo è rigido, le ginocchia non si piegano. Non è solo colpa dell’età. Ma anche degli sbalzi di temperatura che riaccendono rigidità e dolori. Prevenire e curare artrosi e artriti è più facile. Grazie ai trattamenti naturali e sempre più efficaci, e ad un’attività fisica ad hoc delle Terme di Salsomaggiore, tra le dolci colline del Parmense. L’acqua delle Terme di Salsomaggiore, ricchissima di sali minerali esercita una fondamentale azione antinfiammatoria e analgesica. Basti pensare ai disturbi vascolari, ortopedici, traumatologici e reumatologi. Un’azione, dunque, mirata, grazie a strutture attrezzate di piscine, palestre e idropercorsi vascolari, come spiegano Giorgio Varacca, direttore sanitario delle Terme di Salsomaggiore, e Luigi Lagnerini consulente ortopedico delle Terme. «Oggi la medicina termale ha riacquistato un ruolo importante dal punto di vista terapeutico – sottolinea Varacca – in quanto in molte patologie e disturbi è possibile eseguire trattamenti specifici con acqua termale salsobromoiodica. Questo aspetto è stato ultimamente consolidato da numerose ricerche scientifiche e universitarie. La medicina termale ha così ottenuto una posizione non alternativa alla medicina tradizionale, ma in molti casi di vero supporto». La stazione termale di Salsomaggiore comprende diversi centri, tutti attrezzati e circondati da oasi di verde: «La principale caratteristica dell ‘acqua di Salsomaggiore – continua Varacca – consiste in una varietà di sali elevatissima: 150 grammi di sale per litro. Un’acqua che esce dai pozzi distribuiti nell’arco di sette chilometri e che hanno una profondità di 600 fino a 1200 metri. Un’acqua che grazie ai diversi elementi contenuti, presenta un’azione di tipo farmacologico. Ma al di là delle azioni e dei benefici generali, ciò che è importante è l’azione antinfiammatoria, che permette di curare alcune principali patologie: problemi alle vie respiratorie, bronchiti croniche e faringiti, malattie legate all’ inquinamento ambientale; per i problemi ginecologici e anche osteoarticolari, per esempio l’artrosi, la malattia più diffusa, e tutte le patologie dei tessuti molli come nelle malattie al tendine e alle lesioni muscolari. A questo proposito, con l’alternanza di bagni e fanghi o separatamente si ottengono risultati importanti nella prevenzione delle acutizzazioni e della sintomatologia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La medicina termale

Posted by fidest press agency su martedì, 14 aprile 2009

Con essa, l’immenso patrimonio di acque terapeutiche, storia e stabilimenti capillarmente distribuiti su tutto il territorio nazionale, scrive una nuova pagina. Lo fa per dedicare un nuovo capitolo al campo della prevenzione e della cura delle più diffuse patologie croniche. Protagonista di questa svolta è la Fondazione per la Ricerca Scientifica Termale, istituzione unica in Europa per settore di competenza e finalità.  «Che le cure termali, quando ve ne sia l’indicazione, “facciano bene” lo sanno tutti, e quasi non ci si pensa, – sottolinea Marco Vitale, Coordinatore scientifico della Fondazione – Ma è proprio questo il punto: la storia millenaria delle Terme è un patrimonio italiano e europeo, che spesso però è apparso velato da una patina di empirismo, sprovvisto cioè di una parte scientifica sufficientemente condivisa. Progetti di ricerca di buona qualità, impostati secondo criteri di ricerca di base e applicata e di farmacoeconomia – continua Vitale – nati, e sviluppati grazie all’aiuto della Fondazione, provano oggi l’efficacia della terapia termale, che ottiene risultati positivi misurabili in una vasta gamma di patologie, da quelle reumatologiche a quelle ginecologiche, dalle urologiche alle affezioni dermatologiche. Non solo: chi si cura alle Terme spesso vede abbattere il numero di recidive, usa meno farmaci, evita più spesso l’ospedalizzazione.” “Grazie a questa nuova concezione scientifica del termalismo, si apre una nuova era: quella delle tecniche biomediche con basi scientifiche sempre più solide, ma anche l’era della medicina preventiva, una multidisciplenarietà che coniuga i concetti di prevenzione, cura, riabilitazione e benessere e li sottopone al giudizio rigoroso della comunità scientifica internazionale. Un passo verso il futuro che pone a pieno titolo le terme moderne nella welfare community” – aggiunge Fernè. Il valore delle medicina termale italiana non è solo scientifico, ma anche economico: il fatturato del comparto, pari a 734 milioni di euro, è infatti costituito all’82% da prestazioni sanitarie, pari a più di 580 milioni l’anno (199 milioni solo per i fanghi e i bagni termali, 172 per le cure inalatorie). Tutto ciò è possibile grazie alla presenza di ben 380 stabilimenti termali funzionanti in 170 Comuni, la metà dei quali ubicati al Nord, anche se la Regione con più alto numero di stazioni è la Campania (114, seguita dalle 110 del Veneto). Un patrimonio collegato a 5831 esercizi alberghieri con oltre 381mila posti letto.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »