Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘Medicina/Medicine/Health/Science’

Test medicina in lingua inglese

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 maggio 2012

Pavia 21 maggio alle ore 10, al collegio Volta (via Ferrata) il prof. Robert Wilkins, coordinator for admission dell’Università di Oxford terrà un seminario sul tema “The Use of Bmat in the Selection
of Medical Students at Oxford”, dedicato alle ammissioni ai corsi di laurea in Medicina in lingua inglese. Il seminario è organizzato dalla facoltà di medicina e Chirurgia dell’Università di Pavia e dal Cambridge Assesment, che per conto del MIUR organizza il test d’accesso per i corsi di laurea di Medicina in inglese.
L’Università di Pavia è stata la prima in Italia ad avviare nel 2009 un corso di laurea di Medicina interamente in lingua inglese, della durata di sei anni, denominato “Harvey”, in omaggio allo scopritore della circolazione del sangue e dell’eccellenza pavese in ambito cardiaco e cardiochirurgico. Nell’anno accademico 2012-2013 si inaugurerà quindi il quarto anno di lezioni, laboratori ed esami interamente in inglese, riservato a un centinaio di studenti italiani e stranieri.Il Corso di medicina in lingua inglese di Pavia unisce a una delle facoltà di Medicina più antiche e prestigiose d’Italia (fondata nel 1361) la convenzione con gli IRCCS di Pavia: Policlinico San Matteo, Fondazione Maugeri e Istituto neurologico Mondino, oltre alla presenza del CNAO – unico centro nazionale di Adroterapia Oncologica – e di altri ospedali convenzionati.
Il Ministero dell’Università ha definito che le prove concorsuali di ammissione (sia livello nazionale che a livello locale) per i corsi di laurea di Medicina si terranno nelle seguenti date:
Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi Dentaria lingua italiana
4 settembre 2012
Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi Dentaria
lingua inglese
5 settembre 2012
Professioni sanitarie
11 settembre 2012

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

La medicina tibetana e il fuoco che cura

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 maggio 2012

Bologna venerdì 4 maggio alle ore 21, presso la sede dell’Ordine dei Medici in via Zaccherini Alvisi 4 si terrà la presentazione del libro del prof.Chögyal Namkhai Norbu “Healing with Fire: A practical Manual of Tibetan Moxibution” (Curare col Fuoco. Manuale Pratico di Moxibustione), dedicato dall’eminente studioso, che tenne nel settembre 2010 una straordinaria lezione magistrale all’Università di Bologna, alla moxibustione, efficace tecnica di cura basata sul calore, praticata da millenni in Oriente. La presentazione, organizzata dalla Associazione per la Medicina Centrata sulla Persona ONLUS in collaborazione conDesalling Comunità Dzogchen di Bologna e l’Istituto Internazionale Shang Shung per gli Studi Tibetani, sarà tenuta dal famoso tibetologo Elio Guarisco, traduttore e curatore del libro dal testo originale tibetano. Interverrà il dott. Renato Crepaldi, medico esperto in Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese. Introdurrà la serata il dott.Paolo Roberti di Sarsina, fondatore della Onlus.
Si raccoglieranno fondi per medicinali a sostegno del Popolo Tibetano in collaborazione con l’Organizzazione Non Governativa Associazione per la Solidarietà in Asia ONLUS. L’ingresso alla serata è libero.(Chögyal Namkhai)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Medicina trasfusionale

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

Sovigliana di Vinci 20 aprile prossimo, nei locali dell’Agenzia per la formazione dell’Asl 11, in via Oberdan n. 13/19 , in occasione del convegno “Appropriatezza e rischio clinico nella medicina trasfusionale”.
Il convegno, gratuito, è aperto a 150 partecipanti fra medici chirurghi, anestesisti, ortopedici, trasfusionisti, ginecologi, internisti, tecnici di laboratorio, biologi e infermieri, che potranno iscriversi entro venerdì 13 aprile prossimo usando l’apposita scheda on line reperibile sul sito http://www.usl11.toscana.it, nello spazio dedicato all’Agenzia per la formazione, alla pagina “Eventi-eventi 2012”.
Durante il convegno, che si avvarrà anche dei contributi di specialisti provenienti da tutta Italia, si parlerà degli aspetti medico-legali e delle responsabilità nelle terapie trasfusionali, dell’uso appropriato dei concentrati eritrocitari, del plasma fresco congelato, degli emoderivati, delle piastrine e verrà illustrata l’esperienza del Centro trapianti di fegato di Pisa.
Nel corso della sessione pomeridiana si affronteranno i temi dei presidi farmacologici e delle tecniche per il risparmio del sangue, dell’emorragia clinica in ostetricia e verrà illustrata l’esperienza del Trauma Center di Cesena nella trasfusione massiva.
Infine, verrà trattato il rischio clinico nel sistema trasfusionale, il rischio clinico nella Regione Toscana ed il rischio trasfusionale che esiste attualmente.
Il convegno è patrocinato dalla SIMTI (Società Italiana di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale).

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Tempi Attesa A.O. San Filippo Neri

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 marzo 2012

Ospedale San Filippo Neri - Roma - Statue cava...

Ospedale San Filippo Neri - Roma - Statue cavalli in bronzo (Photo credit: Wikipedia)

Roma. “Situazione critica per gli esami diagnostici strumentali” Per prenotare un esame diagnostico strumentale all’Azienda Ospedaliera San Filippo Neri un cittadino deve attendere circa un anno. E’ quanto denuncia in una nota il Segretario Nazionale dell’associazione per la tutela del cittadino Assotutela Pietro Bardoscia.
Inspiegabilmente molti reparti dedicati alle Risonanze Magnetiche non sono disponibili per il Re.cup Regionale, dalla Rmn del Cervello e del Tronco Encefalico alla Rmn colonna Cervicale, Dorsale o Lombosacrale; ci risulta che gli appuntamenti sono tuttavia gestiti direttamente dalla struttura. Stessa drammatica situazione per le Ecografie. Per una Ecografia Addome Completo, una Ecografia Polmonare,una Ecografia Collo per Linfonodi occorre attendere circa 280 giorni. Ancora peggiore la situazione degli Ecocolordoppler con tempi di attesa che raggiungono quasi un anno di attesa. Per effettuare un Ecocolordoppler Aorta Addominale, o per un Ecocolor. Arterie Renali,o Arti superiori o inferiori arterioso venoso, o dei Tronchi Sovraortici un cittadino deve attendere sino a Marzo 2013. La nostra Associazione – conclude Bardoscia – si ripromette di analizzare i tempi di attesa delle principali strutture ospedaliere di Roma e Lazio, fornendo una mappa dettagliata dei tempi di attesa ai cittadini con la speranza che la Regione Lazio adotti una volta per tutte le misure necessarie per ridurre i tempi di attesa attraverso le azioni che noi stiamo suggerendo da mesi.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sanità in Sicilia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 marzo 2012

La Commissione parlamentare di inchiesta sugli errori sanitari e i disavanzi sanitari regionali, presieduta dall’on. Leoluca Orlando, con riferimento alla nomina del Direttore della Banca del Cordone di Sciacca, ha chiesto all’Assessore regionale alla Sanità Massimo Russo, di verificare l’appropriatezza e la conformità della stessa, in base alla normativa vigente. Il Direttore della Banca cordonale, Filippo Buscemi, è stato infatti recentemente nominato con un conferimento di incarico separato dalla Direzione della struttura regionale di coordinamento per le attività trasfusionali, così delineando un’autonomia, amministrativa ed organizzativa, della banca del cordone rispetto al servizio trasfusionale. Per consentire una compiuta valutazione circa la congruità di un assetto organizzativo che separi le responsabilità organizzative e funzionali della banca cordonale rispetto a quelle della struttura per le attività trasfusionali, anche alla luce dell’accordo Stato-regioni del 20 aprile 2011 recante «Linee guida per l’accreditamento delle banche di sangue da cordone ombelicale», la Commissione ha chiesto di trasmettere copia della relativa documentazione. Nello specifico, gli atti di nomina dei dirigenti del servizio, il bando del concorso, l’elenco di candidati a tale concorso con relativo curriculum vitae, la Delibera di nomina del vincitore, nonché i progetti finanziati e degli associati atti economici ed amministrativi, nonché risultati relativi alla riqualificazione della Banca cordonale nel biennio 2009-2010. La documentazione acquisita sarà valutata nell’ambito della prevista Relazione al Parlamento sullo stato della sanità nella Regione Siciliana.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Sanità: liste d’attesa

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 marzo 2012

Liste d’attesa, problema per il 68,5% dei cittadini. Tra le maggiori criticità del Servizio sanitario nazionale, c’è la lunghezza delle liste d’attesa, problema chiave per il 68,5% degli italiani e per il 71% di quelli residenti del Nord-Est. Questo è uno dei dati che emerge dall’analisi del Censis Monitor biomedico 2011 presentata a Roma nell’ambito del Forum per la Ricerca Biomedica. Un’insofferenza che secondo il ministro della Salute, Renato Balduzzi, «è frutto dell’idea moderna del tutto e subito. Ma non tutte le patologie la giustificano, soprattutto perché il sistema delle urgenze ha dimostrato di reggere ancora». In generale, secondo il vice presidente del Censis, Carla Collicelli, «a emergere è che il futuro della sanità è segnato da due paure principali: un’accentuazione delle differenze di qualità tra le sanità regionali (35,2%) e l’interferenza della politica a danno del settore (35%). C’è poi una consapevolezza diffusa sul tema della razionalizzazione dell’uso delle risorse, tanto che oltre il 56% degli italiani ritiene che, per riportare il comparto in equilibrio, occorre rendere più efficienti le strutture, i servizi e il personale. Il 29,4% pensa alla modulazione dei ticket rispetto al reddito e il 29,5% auspica controlli più rigorosi sull’attività prescrittiva dei medici di medicina generale». «L’appropriatezza» ribatte il Ministro «resta una divisa mentale per gli utenti del Ssn e deve esserlo anche per i professionisti. Serve più governance del sistema e una migliore distribuzione delle risorse e del personale. Il settore ha dimostrato troppi compartimenti-stagni». Un’altra soluzione per Balduzzi è anche nella informazione: «Stiamo accelerando una antica idea, che peraltro da qualche parte del mondo è già realtà, di mettere a disposizione tutti i dati del sistema. E pensiamo a un portale con le classifiche stilate bene per aiutare gli utenti ma anche i professionisti».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Osteoporosi: stop alle fratture

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

Firmato da 5 Società Scientifiche e ormai accreditato punto di riferimento per tutta la popolazione femminile sul tema della fragilità ossea e sui rischi delle fratture, il sito http://www.stopallefratture.it si arricchisce anche di un elenco di 564 strutture ospedaliere per il trattamento dell’Osteoporosi severa, diffuse su tutto il territorio nazionale.
In un’ottica di servizio sempre più personalizzato sulla paziente, l’obiettivo è quello di continuare a sensibilizzare su come, proprio a causa dell’osteoporosi severa, le ossa diventino più fragili e possano fratturarsi anche per traumi banali, ma soprattutto favorire il contatto con uno specialista di riferimento nell’ambito delle malattie metaboliche dell’osso. Contribuendo, così, a migliorare la gestione dell’osteoporosi severa, aumentando la percezione del rischio sia da parte delle pazienti, che degli operatori sanitari, per arrivare ad una più tempestiva, e certa, diagnosi del problema.
Dall’home page del sito, infatti, tutte le pazienti dai 50 anni in su, ovvero la popolazione femminile maggiormente suscettibile di fratture da fragilità ossea, potranno, infatti:
1 scoprire il proprio potenziale di rischio di frattura attraverso un test di auto-diagnosi,
2 stampare il risultato del proprio test,
3 parlarne con uno specialista, orientandosi nell’elenco dei centri ospedalieri autorizzati per osteoporosi severa disponibili da oggi disponibili nel database del sito.
Sempre dall’home page, infatti, è possibile accedere all’elenco delle strutture e, selezionando la provincia di residenza, scegliere in quale struttura prenotare autonomamente una visita specialistica, attraverso i riferimenti telefonici presenti sul sito.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Omeopatia: non “un’altra medicina”

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

Milano 21 febbraio 2012dalle ore 10:00 alle ore 12:30 Sala Camino Circolo della Stampa Corso Venezia, 48 La FIAMO, Federazione Italiana Associazioni e Medici Omeopati, indice una conferenza su Media Tutorial dal titolo “Omeopatia: non un’altra medicina”. Numerosi gli argomenti: cos’è l’omeopatia, a chi è rivolta, omeoterapia e bambini e omeoterapia e veterinaria.Programma:
Ore 10:15 Saluto di benvenuto e introduzione a cura del Dott. Giuseppe Fagone, Consigliere FIAMO
Ore 10:30 “L’omeopatia, cos’è e cosa non è”, a cura della Dottoressa Antonella Ronchi, Presidente FIAMO
Ore 11:00“Decalogo per il cittadino: informazione per la sicurezza delle medicine complementari e non convenzionali”, a cura della Dottoressa Giuliana Stolfi, membro FIAMO
Ore 11:30 Il Registro dei medici omeopati, a cura del Dott. Giuseppe Fagone, Consigliere FIAMO
Ore 12:00 Dibattito e conclusioni

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Medicina dei viaggi: calo accessi

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 febbraio 2012

crisi economica ha colpito anche l’affluenza ai centri di medicina dei viaggi dell’Asl 11, che nel 2011 hanno registrato un calo di accessi. Sono stati, infatti, 575 i viaggiatori che si sono recati agli ambulatori per le informazioni e le profilassi relative a viaggi internazionali, con un calo evidente rispetto all’anno precedente (-15%), e ancor più (-22%) rispetto al 2009, anno di massima affluenza. Oltre alla congiuntura economica, il calo è in parte attribuibile anche alla situazione socio-politica sviluppatasi in alcuni Paesi del nord Africa.
Relativamente alla tipologia dei viaggiatori, la maggior parte degli utenti dell’ambulatorio (42%) appartiene alla fascia 31-50 anni, seguita da quella 19-30 anni (31%). Significativa la quota dei più giovani (15% sotto i 18 anni, e di questi circa la metà con meno di 6 anni), mentre gli ultra 65enni sono il 2%.
I viaggi per turismo hanno rappresentato il 62% degli accessi, quelli per lavoro il 10%. Rilevante anche la quota di accessi per rientro al Paese di origine (14%) e quelli per volontariato (10%), questi ultimi in gran parte relativi a progetti locali di cooperazione con il Burkina Faso. Per quanto riguarda la destinazione del viaggio, ovviamente prevalgono i Paesi con importanti rischi sanitari, in quanto chi si reca in aree considerate (spesso impropriamente) più sicure in genere non ricorre a consulenze sanitarie. Il 57% dei viaggiatori afferenti all’ambulatorio nel 2011 aveva come destinazione un Paese dell’Africa sub sahariana, il 24% l’Asia. Meno rappresentati l’America meridionale (8%), il nord Africa (4%), l’America centrale e caraibica (4%). Per quanto riguarda i singoli Paesi visitati, sono stati in totale 64, e ai primi posti troviamo la Tanzania (73 viaggiatori), seguita da India (66), Kenya (50), Senegal (43), Nigeria (31), Sud Africa e Marocco (20).
La maggior parte dei viaggi (43%) ha una durata di circa 15 giorni, mentre nel 23% dei casi il soggiorno è di una settimana. Significativa anche la quota dei viaggi di maggiore durata: un mese nel 19% dei casi, due mesi nel 12%, fino a un anno o più nel 3%. Gli utenti stranieri rappresentano il 17% degli accessi, e ciò dimostra una buona consapevolezza dei rischi legati al rientro al Paese di origine e delle necessità di mettere in atto interventi di prevenzione, in particolare per quanto riguarda la malaria. Nello specifico, i figli di immigrati nati in Italia rappresentano un target particolarmente vulnerabile, visto che si possono trovare a viaggiare in tenera età e a soggiornare per periodi anche prolungati in contesti igienico sanitari e ambientali profondamente diversi.
Le prestazioni sanitarie eseguite presso l’ambulatorio di medicina dei viaggi consistono innanzitutto in un colloquio individuale per la valutazione dei rischi sanitari connessi al viaggio, che dipendono non solo dalla destinazione, ma anche dalla durata, dalle modalità del soggiorno, e dalle condizioni della persona (età, patologie, gravidanza, etc). A cura del personale operante (medici e assistenti sanitari), a tutti i viaggiatori vengono fornite informazioni sui rischi legati al viaggio e sulle norme comportamentali di prevenzione, per poi procedere alla valutazione delle profilassi necessarie. Complessivamente nel 2011 sono state somministrate 1247 dosi di vaccino, la maggior parte delle quali di epatite A (480 dosi), raccomandata per tutti i soggiorni in aree con condizioni igieniche inferiori agli standard occidentali, mentre sono state 187 le persone sottoposte a vaccinazione contro la febbre gialla. La profilassi farmacologica per la malaria è stata prescritta in 297 casi, pari al 52% dei viaggiatori.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lutto nel mondo dell’oncologia

Posted by fidest press agency su martedì, 20 dicembre 2011

È mancato il prof. Marco Venturini, eletto il 7 novembre scorso Presidente Nazionale dell’AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica), di cui aveva già ricoperto il ruolo di Presidente Eletto per il biennio 2009 – 2011.
Nato a Carrara (MS) il 6 settembre 1954, si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1982 presso l’Università di Pisa e specializzato in Oncologia nel 1985 all’Università di Genova. Dal 1986 al 2006 ha ricoperto varie qualifiche all’Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro di Genova. Dal 2006 era Direttore del Dipartimento di Oncologia all’ Ospedale “Sacrocuore Don Calabria” di Negrar (Vr).
È stato Segretario Nazionale dell’ AIOM, Coordinatore del Gruppo Italiano del Carcinoma della Mammella (GIM) e del Gruppo Italiano del carcinoma Renale (GIR), Coordinatore delle Linee Guida Nazionali dell’ AIOM sul carcinoma mammario (dal 2002), Membro della commissione di esperti dell’ESMO (European Society of Medical Oncology) per il carcinoma mammario (dal 2001). È stato, inoltre, autore di oltre 170 articoli scientifici, relatore invitato a circa 345 corsi/congressi nazionali ed internazionali, titolare di 7 progetti di ricerca clinica finanziati da AIRC, CNR e Ministero Salute, Membro dell’Editorial Board di Annals of Oncology e di Tumori, Revisore per riviste internazionali quali: Annals of Oncology, Anti-Cancer Drugs, Cancer Chemotherapy Pharmacology, Expert Review of Anticancer Therapy, Nature Clinical Practice, Oncology, Cancer Treatment Reviews.
Proprio il 6 dicembre scorso aveva presentato, alla presenza del Ministro Renato Balduzzi, il volume “I numeri del cancro 2011”, all’Auditorium del Ministero della Salute. bLascia la moglie, dott.ssa Lucia Del Mastro, e i due figli. La notizia della scomparsa del prof. Venturini ha profondamente sconvolto l’intera oncologia italiana, che si stringe intorno alla famiglia e all’AIOM. (marco venturini)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Trattamento chirurgico fetale

Posted by fidest press agency su domenica, 30 ottobre 2011

parma

Image by ho visto nina volare via Flickr

Parma 2 novembre, alle ore 10, presso l’Aula Canuto della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Ateneo (via Gramsci 14) seminario “La maturazione dell’albero respiratorio dal feto al bambino. Riflessi sull’importanza del trattamento chirurgico fetale”, promosso dal Prof. Sergio Bernasconi, Direttore del Dipartimento dell’Età Evolutiva dell’Università di Parma, e organizzato dalla Società di Medicina e Scienze Naturali di Parma.Dopo una breve introduzione del Prof. Almerico Novarini, Presidente della Società, e del Dott. Carmine Del Rossi, Direttore della Struttura Complessa in Chirurgia Pediatrica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, terrà la lettura magistrale il Prof. Josè Boix-Ochoa, docente di Chirurgia Pediatrica dell’Università di Barcellona, di cui ha diretto il Dipartimento di Chirurgia Pediatrica, nonché Segretario generale della Federazione Mondiale dei Chirurghi Pediatri, Professore onorario di 51 Università e Membro Onorario di 49 società scientifiche nazionali ed internazionali.
Il Prof. Boix-Ochoa è anche autore di oltre 400 lavori scientifici, è stato Presidente di vari congressi internazionali ed è stato invitato come relatore in oltre 300 tavole rotonde, simposi e congressi in vari Paesi europei ed extraeuropei. Numerose le sue aree di ricerca, in cui ha sempre portato contributi originali introducendo anche nuove tecniche operatorie come nella cura del reflusso gastro-esofageo. In particolare nell’ultimo decennio ha sviluppato, portandola a livelli di eccellenza mondiale, la chirurgia del feto e ha fatto del centro dell’Ospedale “Val d’Hebron” di Barcellona il maggiore e più qualificato centro europeo per tale specialità.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Medicina Centrata sulla Persona

Posted by fidest press agency su domenica, 16 ottobre 2011

study-in-study

Image by kshapero via Flickr

Bologna, sabato 05 novembre 2011, ore 9 Aula Magna, Istituto di Anatomia Umana Normale, via Irnerio 48 Università di Bologna Lezione Magistrale del Prof. Harald Walach su “Metodi di Ricerca per la Medicina Centrata sulla Persona” Director of the Institute of Transcultural Health Studies and Professor for Research Methodology in Complementary Medicine, Europa Universität Viadrina, Frankfurt (Oder), Germany. Director Samueli Institute, European Office. Editor-in-Chief of Forschende Komplementärmedizin und Klassische Naturheilkunde

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le novità del software Rational

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 ottobre 2011

Rational Software Conference (RSDC)

Image by cote via Flickr

11 Ottobre Milano – Officine del Volo, via Mecenate 76 ore 14; Roma 13 Ottobre – Hotel Aran Mantegna Innovate 2011 Via Mantegna è l’evento dedicato alla presentazione dei temi legati allo sviluppo e al rilascio di software – il cui valore risulta fondamentale non solo come aspetto chiave per la crescita aziendale, ma anche come elemento di differenziazione competitiva. Quest’anno la conferenza Innovate, che si terrà l’11 di ottobre a Milano e il 13 ottobre a Roma, sarà totalmente focalizzata sulla trasformazione dello sviluppo software e sulla possibilità di accelelare i risultati di business. Questo evento, che rappresenta il più importante appuntamento IBM Rational del 2011, è l’occasione per comprendere comeridurre la complessità dello sviluppo di prodotti sempre più intelligenti e interconnessi – il software pervade e collega infiniti aspetti della realtà quotidiana e del business – e scoprire come rilasciare sul mercato sistemi e software più velocemente.
Grazie all’integrazione di persone, processi e dati e soprattutto facilitando la collaborazione, i team possono diventare più agili e reattivi nell’ottimizzazione dei prodotti e nel rilascio dei sistemi. Rational è in grado di fornire piattaforme collaborative per lo sviluppo, know-how e servizi che possono trasformare software e sistemi di delivery migliorando notevolmente le capacità del cliente nell’ambito del Design, Development and Deployment, Integrated Application and Systems Lifecycle Management, Business Planning & Alignment, Application Security and Enterprise Modernization.
Il tema conduttore di tutto l’evento sarà la qualità del software declinata nelle sue forme principali. Nella sessione plenaria è previsto un intervento di Stefano Stinchi – Direttore Europeo Rational Software – e uno del comandante Alberto Colautti, Fleet Manager Airbus A330 di Alitalia – che dimostreranno attraverso video ed esperienze dirette quanto sia importante la qualità del software partendo da casi legati al mondo del volo e trasferiti anche ad altri mercati, si pensi alla medicina, alla robotica o al software installato nelle nostre auto. Sono previste anche sessioni parallele con approfondimenti su CLM (Collaborative Application LifeCycle) Qualità e Sicurezza sia per il mondo IT sia per il mondo System.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Medicina: prevenzione universale

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2011

L’assistenza sanitaria si può cambiarla. Si può renderla più virtuosa, più efficace, più economica, più aderente alla nostra realtà. Sembra scoprire l’uovo di Colombo. Eppure è così. Oggi, mi scrive un lettore: vado dal medico di famiglia e mi prescrive analisi, una visita specializzata e degli esami radiografici. Da qui incomincia la mia odissea: per quella visita occorre attendere tre mesi, per l’altro accertamento quattro mesi e via di questo passo. Dopo tutto questo tempo mi presento allo specialista e più delle volte è solo un incontro interlocutorio. Mi prescrive altre visite, altri controlli e la telenovela continua. Intanto passano gli anni e alla fine mi decido per una visita a pagamento e allora scopro che il mio male è avanzato e che se l’accertamento fosse stato rilevato in precedenza ora non mi troverei ad affrontare grosse spese e il serio rischio di rimetterci la vita. Se provassimo a quantificare il costo di questo “giro a vuoto” di tali e tanti accertamenti di certo non dovremmo restarne stupiti e alla beffa (economica pubblica e privata) si aggiunge il danno alla propria salute che spesso è irreversibile e lo è anche per il lavoro che si svolge e per le proprie risorse economiche. Ora ci chiediamo: vi può essere un’alternativa? Rispondo di si e vi spiego il perché. Basterebbe trasformare la medicina “universale” in una “prevenzione universale”. D’altra parte sapere in tempo ciò che si ha è già un risparmio per tutti e lo si può fare solo con una filiera sanitaria efficiente e un buon coordinamento delle risorse disponibili.
Ora che abbiamo “lanciato il sasso” nel composito mondo della sanità pubblica e anche privata ci resta  trovare l’interlocutore valido per aprire un discorso nuovo, per un dibattito, per mettere intorno ad un tavolo i soggetti di questa filiera salute che copre tutto l’arco della nostra esistenza. Per il momento vi sono state solo risposte formali, tutte favorevoli ma esitanti nell’avviare un dialogo costruttivo. Ho cercato anche di spostare il problema frazionandolo nel tempo e di suggerire dei progetti pilota in aree circoscritte del territorio nazionale per saggiare l’efficacia di questa “prevenzione universale”. Anche qui senza un seguito. Eppure, sono convinto, che ci arriveremo. Gli ostacoli, dopo tutto non sono economici, non sono tecnici ma solo di convenienza. Una medicina efficace fa paura perché riduce i profitti, perché rende inutili taluni passaggi, sottrae spazio alla burocrazia e a posizioni di privilegio. Alla fine mi sorge il sospetto che gli sprechi che denunciamo sono accettati passivamente come un male minore ma necessario perché alle spalle detengono interessi inconfessabili, ma lucrosi. E’ questo il vero dramma della società contemporanea dove il bene salute è mercanteggiato con il bene denaro e i due sono diventati complementari, complici e sudditi l’uno dell’altro. Noi stiamo facendo la fine del buon don Chisciotte che lancia in resta e con il ronzino scalpitante pretende di sconfiggere la grande muraglia dei lucrosi interessi che ruotano intorno alla sanità, nel suo insieme. E allora non ci vengano a raccontare che la sanità è costosa, che vi è malasanità e quanto altro. E’ solo leggenda metropolitana. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un nuovo modello di medicina

Posted by fidest press agency su domenica, 13 febbraio 2011

Se ci limitiamo ad osservare quanto accade nei nosocomi italiani e le metodiche adottate sia dal punto di vista della prestazione sanitaria sia alberghiera, ci chiediamo se sia possibile adottare un modulo diverso per favorire un percorso virtuoso dell’assistenza che tenga in maggior conto il valore della persona e il suo rapporto con i suoi nuovi soggetti: medici, infermieri, personale ausiliario e amministrativo. L’Italia, nello specifico, ha già fatto una scelta di campo con l’assistenza universale affermando la necessità che tutti possano accedervi, a prescindere dalle loro condizioni economiche. Ciò comporta, ovviamente, un costo sociale non indifferente. Lungo questo tragitto “virtuoso” si frappongono, in aggiunta, non indifferenti ostacoli. Essi sono ascrivibili non tanto e non solo alla qualità delle prestazioni ma al modo come sono effettuate e ai tempi richiesti, oltre all’utilizzo di personale, in specie infermieristico specializzato, per altro inadeguato alla domanda.
A questo punto ci chiediamo se fermo restando la prestazione universalistica non si possa fare di meglio e di diverso. Questo tracciato non solo è auspicabile ma, a mio avviso, è possibile praticarlo se partiamo dall’idea che la prevenzione è la risposta più adeguata per una migliore razionalizzazione delle risorse, per evitare gli sprechi, per favorire l’interdisciplinarietà delle pratiche mediche, il lavoro clinico di ricerca.
In questo caso tutta la filiera assistenziale dovrebbe essere rivista ed adeguata ad un assunto che vada oltre i tempi di attesa per interventi o controlli di qualsivoglia natura e ponga al centro dell’interesse condiviso sia il malato, cronico o acuto, sia gli altri soggetti che vi ruotano attorno. Un check-up generalizzato dovrebbe permetterci l’esistenza di centri di eccellenza e interdisciplinari che offrano una visione d’insieme delle prestazioni sanitarie e prevedere, invece, altri moduli capaci di adottare terapie ad hoc in casi accertati per i trattamenti mirati. D’altra parte avere circa cento specialità e lasciarle a se stesse senza prevedere una sintesi nel processo terapeutico è un aspetto deformante della medicina che non si può accettare.
Ora se questo discorso è possibile affrontarlo senza pregiudizi, prevenzioni o chiusure corporative o interessi di bottega dalla farmaceutica alle imprese produttrici di strumentazioni e apparecchiature sanitarie, di certo potremmo ottenere una risposta capace d’inquadrare meglio le opportunità e anche correggere gli aspetti negativi che ne potrebbero derivare e apporvi possibili correttivi.
Di certo è suggestiva l’idea che vi sia, nella costanza della vita di ogni individuo, la possibilità di un controllo continuo, quasi automatico, delle sue condizioni di salute e finalizzato nel prevenire qualsivoglia alterazione del suo status fisico e mentale con una metodica attenta e scrupolosa e che permetta, di conseguenza, di avvertire in tempi utili taluni processi degenerativi asintomatici e dai quali possono derivarne effetti perversi e debilitanti e conseguenti percorsi lungodegenziali con l’adozione di farmaci costosi e frequentazioni in centri di riabilitazione motoria e neuronale. Se i critici o anche i burocrati obiettassero che l’Italia non sarebbe in grado di sobbarcarsi un costo per la prevenzione medica che riguardi tutta la popolazione, dovremmo loro chiedere cosa risparmierebbero evitando di curare a posteriori.
Questa riflessione oggi la rivolgo alla classe medica e dirigenziale dell’Università Campus Bio medico di Roma in località Trigoria perché operano in una università giovane, di certo più sensibile alla capacità di vedere e di capire in prospettiva, e dotata di una peculiarità nel suo genere: che già cerca di prestare un’attenzione particolare alla persona sia come paziente sia verso i familiari e suffragata da una classe medica che già interscambia informazioni e consulenze  con i colleghi di discipline diverse. E qui dimostriamo che la prevenzione oramai fa parte, concettualmente, di un’idea della medicina che si evolve.
A questo punto apriamo un capitolo fatto di riflessioni e di pareri. Apriamo un dibattito che sappia coinvolgere uomini e donne di scienza medica e politici, ma anche sociologi e antropologi. Apriamo il discorso ai media e, tramite loro, all’opinione pubblica affinchè si prenda coscienza che è possibile andare oltre l’assistenza universale prevedendo una “prevenzione universale” e che essa è forse oggi più necessaria che in passato poiché numerose e subdole sono le minacce, per la nostra salute, che ci attraversano e che non vi sono più confini che possono frenare le pandemie o qualsiasi altro pericolo: pensiamo al nucleare ma anche agli agenti chimici irrorati sul terreno ad uso agricolo ecc. e che espongono il nostro corpo ad infiltrazioni infettive sempre più massive e devastanti.(Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terzo premio Andrea Fortunato

Posted by fidest press agency su domenica, 6 febbraio 2011

Roma 7 febbraio  2011, alle ore 11.00, presso la Sala della Protomoteca in Campidoglio, alla presenza del Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, si terrà il terzo premio Andrea Fortunato, ex giocatore della Juventus scomparso prematuramente a causa della leucemia. Nel corso dell’evento, organizzato dall’associazione sportiva e sociale Fioravante Polito onlus con il  patrocinio di  Roma Capitale, saranno consegnati riconoscimenti a personaggi del mondo dello sport, della medicina e del giornalismo che si sono distinti nell’ambito del sociale e della solidarietà e ci sarà la possibilità di aderire alla raccolta firme relativa ad una  proposta di legge da portare in seno al Parlamento  che prevede l’obbligo dei controlli medici ed ematologici regolari  per gli atleti che praticano sport a livello agonistico e non, affinché vi sia la possibilità di monitorare  preventivamente e sistematicamente la salute di tutti gli  atleti, soprattutto dei più giovani. A rappresentare il mondo della politica, oltre al Sindaco di Roma, scenderanno in campo Fabrizio Santori, Presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale e membro della Commissione politiche sociali, il quale modererà l’evento, e Alessandro Cochi, delegato del Sindaco alle politiche per lo sport.  Nel ricco elenco dei partecipanti della giuria incaricata delle premiazioni, Andrea Agnelli, Presidente della Juventus calcio, Beppe Signori, ex calciatore della SS Lazio, Guglielmo Stendardo, calciatore della SS Lazio, Pietro Mennea, ex olimpionico, Salvatore Gagliano, Consigliere Federale FIGC, Luigi Di Biagio, ex calciatore della AS Roma e opinionista Sky, Eugenio De Paoli e Carlo Paris, giornalisti Rai, Massimo Corcione, direttore Sky Sport e tanti altri volti noti. Ad essere premiati, fra i numerosissimi che si sono distinti per opere meritevoli, saranno gli ex calciatori Roberto Baggio, Damiano Tommasi, Pavel Nedved e i calciatori Totò di Natale, Wesley Sneijder, nonché l’allenatore del Napoli Walter Mazzarri e quello del Bari Gianpiero Ventura. Tra gli ospiti d’eccellenza Sergio Floccari della SS Lazio, Simone Perrotta, David Pizarro, Doni e Juan della As Roma.  Un riconoscimento particolare sarà consegnato dal consigliere capitolino Fabrizio Santori a Flavio Falzetti, calciatore dilettante e autore del libro “Oltre il 90°”, che da anni sta combattendo contro il linfoma di hodgkin.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno: Medicina del Futuro

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Roma 14 dicembre alle ore 16.00 si terrà il  Convegno:  Medicina del Futuro, Terapie  Integrative e Terapie   Alternative presso  la  “Sala  Conferenze”  della  Camera  dei  Deputati  in  Via del Pozzetto,  158.  Interverranno:  il Prof. Vincenzo Marigliano, Direttore Dipartimento Scienze dell’Invecchiamento dell’Università di Roma “La Sapienza”  e  Primario  del  Policlinico  Umberto  I – Roma; il  Dr. Emanuele Ugo D’Abramo, Specialista  in Igiene Generale e Preventiva  FisioKinesi  Terapia, ha brevettato la  Bioterapia  Infusionale D’Abramo (BIDA);  Il Prof. Giuseppe Genovesi Specialista  in Endocrinologia, Specialista  in  Psichiatria,  Specialista  in Immunologia  al Dipartimento di Fisiopatologia Medica del Policlinico Umberto  I – Roma;   Il Prof. Giorgio Nardone, fondatore insieme a Paul  Watzlawick del  “Centro di Terapia Strategica” di Arezzo, Psicologo, Psicoterapeuta. E’ Direttore del “Centro di  Terapia Strategica”, della Scuola di Specializzazione di psicoterapia breve strategica di Arezzo e Firenze e della  Collana “Saggi di Terapia Breve” per Ponte alle Grazie Editore;   l’On.   Carlo Ciccioli, Vice Presidente della XII Commissione   Affari  Sociali – Sanità; firmatario di una proposta recente di legge sulle problematiche del disagio mentale al vaglio della Commissione che si propone di superare i limiti della legge Basaglia;      Enrico Morabito, regista, sceneggiatore ed attore.  Al termine del Convegno,  seguirà la Premiazione della XIII Edizione del Concorso Internazionale Antonio de Curtis, Totò.  Presenterà   l’attore  Angelo  Blasetti  con  la  partecipazione dell’attore  e   regista  Arnaldo Ninchi. E’ stato invitato il Prof. Dario Chiriacò. omeopata.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La medicina delle erbe

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

I recenti dati dell’Agenzia regionale di Sanità confermano quelli già evidenziati da una nostra ricerca pubblicata nel 2007: superando la media nazionale, oltre il 20 % della popolazione si rivolge a prodotti di erboristeria e fitoterapia, confermando la fiducia che da sempre ripone nelle erbe medicinali. Culla dei primi corsi di erboristeria, la Toscana accoglie oggi importanti centri di ricerca e formazione nelle tre sedi universitarie, Firenze, Pisa e Siena, dall’etnobotanica alle tecniche erboristiche, dalla fitochimica alle biotecnologie. E dagli anni ’90, l’attuale Centro di riferimento per la Fitoterapia della Regione Toscana diretto dal dr. Fabio Firenzuoli, resp. dell’ UO di Medicina Naturale dell’ Ospedale di Empoli (Azienda USL 11), ha portato il contributo innovativo e specifico della fitoterapia clinica e della fitovigilanza, che ben si è coniugato con la Facol tà di Medicina e Chirurgia dell’ Università di Firenze in tema di ricerca, didattica, formazione e controllo di qualità dei prodotti. Dalla tradizione degli antichi conventi e dalle oltre 400 moderne erboristerie, la Regione Toscana ha saputo trarre linfa vitale non solo per finanziare il Centro di riferimento e gli ambulatori di Fitoterapia, ma anche promuovere la ricerca e la formazione: accanto a medici e farmacisti “esperti” in fitoterapia, da quest’anno, per la prima volta il nuovissimo Master in Medicina Naturale ad indirizzo Fitoterapia clinica dell’ Università di Firenze (coordinatore scientifico Prof. Gian Franco Gensini), formerà anche laureati in erboristeria, ostetricia, scienze infermieristiche e dietetica, all’uso corretto e alle avvertenze relative agli integratori e prodotti a base di piante. Il Bando è disponibile nei siti web http://www.naturamedica.net e http://www.med.unifi.itPresso il Centro di Fitoterapia spazio pure per i tirocinanti e laureandi in erboristeria, farmacia e medicina, già in questo autunno il prossimo corso di aggiornamento per erboristi, iniziative di educazione alla salute naturale con le scuole superiori, e un seminario sulle “buone sinergie” tra erbe e farmaci, argomento poco conosciuto che riserva invece interessanti sorprese e prospettive.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il vino di Pompei dalla medicina all’estetica

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 novembre 2010

Dalla produzione del pregiato vino Villa dei Misteri, prodotto dai vigneti dell’area archeologica, si passa ad una nuova fase di sperimentazione sui diversi utilizzi delle uve e dei suoi prodotti: dai vini medicati ai prodotti cosmetici. I primi, furono utilizzati come rimedi medicamentosi fino a tutto l’’800 e si trattava di erbe infuse nel vino, (l’assenzio per il mal di testa, il rosmarino per le coliche ecc.); tra i prodotti cosmetici invece il famoso agresto, derivato dalla spremitura degli acini acerbi dell’uva e che costituiva nell’antichità la base dei più pregiati profumi, per poi essere utilizzato come condimento nella cucina popolare nei secoli successivi.  Oggi il Laboratorio di Ricerche Applicate della Soprintendenza, che da anni conduce il suo lavoro di sperimentazione sui vigneti di Pompei, tenterà appunto di indagare e riprodurre tutti gli usi del vino al di fuori della tavola. Questa una delle novità annunciate questa mattina dalla d.ssa Ciarallo responsabile del Laboratorio, in occasione del tradizionale taglio delle uve di Pompei per la vendemmia 2010, ormai alla decima edizione.Tanti i turisti incuriositi dall’attività di raccolta dell’uva di Pompei, e che hanno approfittato di questo itinerario alternativo alla scoperta dei vigneti (Foro Boario, Fontane a Mosaico, Domus della Nave Europa, Caupona del Gladiatore, Caupona di Eusino, Orto dei Fuggiaschi), da alcuni mesi inseriti nel percorso Vinum Nostrum, in parallelo con la mostra dedicata al vino e alla sua storia nell’antichità, che si sta svolgendo a Firenze, Palazzo Pitti  fino al 15 maggio 2011. Il raccolto di quest’anno, che ha beneficiato dalle favorevoli condizioni climatiche locali, si è presentato abbondante di ottima qualità. L’esperimento nato nel 1994, su un’area limitata degli scavi, si estende oggi fino a di circa due ettari ripartiti su 10 appezzamenti di diversa estensione e per una produzione di circa 50 quintali per ettaro.

Posted in Editoriali/Editorials, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »