Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘medie’

Scuola: Concorso straordinario medie e superiori

Posted by fidest press agency su martedì, 20 aprile 2021

Al pari delle procedure ordinarie tradizionali, anche il concorso straordinario della scuola secondaria, con 32 mila posti messi a bando, mostra tutti i limiti di una procedura che non raggiunge lo scopo. L’inadeguatezza, denunciata da tempo da Anief, insieme alla palese discriminazione per il personale di altri ordine di grado o ancora per i precari del sistema nazionale di istruzione, emerge in modo netto già dai primi risultati ufficiali – aggiornati a venerdì 16 aprile – sui candidati che hanno superato la prova scritta del concorso, pubblicati dalla rivista Tuttoscuola, riguardanti le 82 procedure del concorso straordinario concluse: a fronte di 4.783 candidati che hanno presentato regolare domanda di partecipazione, quindi con oltre tre anni di servizio di cui uno almeno nella classe di concorso per cui si concorre, solo 2.338, pari al 48,9%, ha superato lo scritto. Ne consegue che alla fine si conteranno appena 1.957 vincitori, con ben 883 cattedre che rimarranno vacanti e quindi non assegnate, pari al 31,1% dei posti delle classi di concorso pubblicate.“È evidente che la procedura non può considerarsi conclusa senza lo svolgimento delle prove suppletiva – ricorda Marcello Pacifico, presidente Anief -. Come è sempre più chiaro che non passa certo per i concorsi ordinari e straordinari la possibilità di abbattere il tasso altissimo di precarietà che caratterizza il corpo insegnante della scuola pubblica e che non può contare più sulle attuali graduatorie, visto che sono in gran parte svuotate e non garantiscono più il turn over. Rimaniamo convinti che l’unica soluzione per evitare il peggio, con 230 mila cattedre da assegnare a supplenti, rimanga quello di assumere il personale che ha già svolto 36 mesi di servizio, come confermato nell’ultima lettera di costituzione in mora complementare ex art. 258 TFUE con cui la Commissione europea esorta l’Italia a prevenire l’abuso di contratti a tempo determinato e ad evitare condizioni di lavoro discriminatorie nel settore pubblico, ad iniziare dalla scuola. L’unica soluzione, per evitare una multa salatissima dell’Ue, rimane quella di rivedere i concorsi e predisporre da subito un canale speciale di assunzione con graduatoria unica finale. Dando seguito anche a quanto espresso poche settimana fa anche dal Comitato dei diritti sociali europei, che accogliendo il ricorso Anief n. 146/2017 ha detto che i paesi membri dell’Ue devono finirla con la reiterazione sine die dei contratti a termine”. Anche il concorso straordinario della secondaria si dimostra inefficace per risolvere la supplentite. È questo il messaggio, inequivocabile, che arriva dai primi risultati regionali delle prove svolte: l’USR Sardegna ne ha pubblicati già 17 sui 29 di sua competenza, e l’USR Piemonte 11 su 35. Complessivamente, scrive Tuttoscuola, sono 55 i risultati del concorso straordinario pubblicati ad oggi sui 543 previsti. Al momento, quindi, solo un terzo dei posti messi a bando sarà assegnato. L’altra metà dei posti continuerà a gonfiare le liste già impressionanti delle cattedre assegnate ai supplenti annuali. La stessa stampa specializzata che ha esaminato i primi risultati disponibili giunge ad una amara considerazione: “Se quei dati dovessero avvalorare una certa inefficacia delle prove concorsuali del concorso straordinario, potrebbero essere messi in discussione il principio e la natura stessa dei concorsi per esami”.Anief ricorda che sul concorso riservato della scuola secondaria c’è sempre da considerare il giudizio espresso dal Tar del Lazio, su ricorso dell’Anief, che ha imposto lo svolgimento delle prove suppletive a cui dovranno partecipare tutti i candidati che per vari motivazioni legate al Covid19 non sono potuti essere presenti alla prova unica organizzata dall’amministrazione scolastica: una posizione confermata qualche settimana fa dai giudici di competenza, secondo i quali appena possibile andranno svolte le prove suppletive rivolte agli assenti giustificati, per il quale il giovane sindacato ha riaperto i termini. Contemporaneamente, bisognerà finirla con l’opposizione all’apertura delle GaE, iniziando anche a reclutare i docenti dalle graduatorie provinciali per le supplenze, perché quelle ad esaurimento e dei concorsi sono ormai prive di candidati da diverso tempo.Ma ora il giovane sindacato punta pure a inserire tutti gli idonei esclusi che hanno superato la prova dei 56/80, quasi lo stesso numero dei vincitori tenuto conto l’insieme delle graduatorie pubblicate. Ma alla graduatoria finale potrebbero aspirare anche tutti coloro che non hanno superato la prova selettiva in considerazione del fine della norma e dei rilievi del comitato europeo dei diritti sociali sul reclamo presentato da Anief già nel 2017.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Didattica digitale integrata, arriva il regolamento fino alle medie

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 settembre 2020

In corrispondenza dell’avvio dell’anno scolastico, il ministero dell’Istruzione ha prodotto il Regolamento della didattica digitale integrata Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado: nel richiamare integralmente, nel merito, quanto già espresso all’interno del Documento per la pianificazione di cui al DM39/2020, si evidenzia che tutte le scuole, a prescindere dal grado di istruzione, dovranno dotarsi del suddetto Piano. L’elaborazione del Piano, allegato o integrato nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa, riveste dunque carattere prioritario poiché esso individua i criteri e le modalità per riprogettare l’attività 2 didattica in DDI, a livello di istituzione scolastica, tenendo in considerazione le esigenze di tutti gli alunni e gli studenti, in particolar modo degli alunni più fragili.
Ogni istituto, ottemperando ai principi del GDPR 679/2016, individuerà una Piattaforma che permetta un buon livello di servizio, ma al contempo presenti strumenti in grado di evitare il rischio di violazione del diritto alla privacy. Anche avvalendosi di personale tecnico e consulenti dell’area tecnica (amministratore di sistema), l’Istituto gestisce la sicurezza delle piattaforme e delle applicazioni DaD con settaggi opportuni nell’area riservata all’amministrazione e configurazione; tuttavia, la didattica svolta online, tramite la rete internet, rimane esposta a rischi di violazione della privacy dovuti al comportamento dei partecipanti.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una squadra di professionisti per fare il check up aziendale alle piccole e medie imprese

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 aprile 2020

Lo sarà per quelle colpite dalla crisi legata all’emergenza covid 19. L’Associazione Prodeitalia schiera le sue migliori competenze per aiutare le imprese a capire da dover ripartire quando l’emergenza sarà finita. Si chiama Protocollo Bridge il progetto che potrà durare fino a 18 mesi e che servirà a verificare l’equilibrio complessivo prima e durante l’attuale crisi coronavirus delle imprese, con l’obiettivo di classificare lo “stato di salute” e le probabilità di riattivarsi e tornare, nel tempo, ad una gestione più agile e sostenibile.<> afferma il presidente dell’Associazione Prodeitalia Giorgio Bergo.Stando all’analisi della situazione attuale fatta dall’Associazione Prodeitalia (da tempo impegnata sul fronte del Sovraindebitamento e della Crisi d’Impresa) le piccole e medie imprese si trovano ad avere a che fare con problematiche quali: mantenimento delle risorse produttive prima fra tutte i dipendenti, la gestione dei fornitori, in particolare quelli strategici come le banche, la conseguente riorganizzazione gestionale, economico e finanziaria, la gestione dell’invenduto e la cura dei propri clienti, la riorganizzazione degli spazi e la loro sanificazione e molto altro ancora<> conclude il presidente dell’Associazione Prodeitalia Giorgio Bergo.Lo scopo del Protocollo è aiutare le aziende a ragionare sul futuro, per organizzarsi al meglio tanto da non farsi trovare impreparate rispetto alle prime riaperture ovvero quando rimarranno in vigore distanze sociali e misure di sicurezza a tutela di lavoratori e terzi

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Sesta tappa di Piccole Medie Digitali

Posted by fidest press agency su martedì, 17 settembre 2019

Modena 27 settembre 2019, 17.30-20:00 Laboratorio Aperto (ex AEM) Viale Buon Pastore 43. Meccanica e meccatronica: come allargare il business anche attraverso l’online? Se ne parlerà in occasione della sesta tappa del roadshow “Piccole Medie Digitali” di Registro.it, l’anagrafe dei nomi.it gestita dall’Istituto di informatica e telematica del Cnr di Pisa.
Dopo Lecce, Prato, Udine, Ercolano e Roma, dedicate rispettivamente al turismo, alla moda, al vino, al food e al terzo settore, Registro.it si sposta nella città emiliana ospite del Laboratoio Aperto ex AEM di viale Buon Pastore, per parlare di meccanica e meccatronica in collaborazione con Democenter e il Laboratorio Aperto di Modena e con il patrocinio della Camera di Commercio di Modena.L’evento di formazione, a partecipazione libera e gratuita e moderato dal giornalista Giampaolo Colletti, intende portare alle imprese italiane nuove consapevolezze sulle opportunità offerte dalla trasformazione digitale e dagli strumenti della rete attraverso formazione gratuita, consigli degli esperti e casi di successo.Ad aprire i lavori, dopo i saluti di Ludovica Carla Ferrari, Assessora alla Smart City del Comune di Modena, sarà Anna Vaccarelli, Responsabile Relazioni esterne, media, comunicazione e marketing di Registro .it, che presenterà i dati relativi alla penetrazione del dominio “.it” su scala nazionale e regionale, con focus sulla regione Emilia Romagna e Modena in particolare.
Sul palco esempi di eccellenza a marchio “.it” come ValvoleItalia.it e Vmech.it; una finestra sul mercato asiatico a cura di Mauro Comendulli, esperto in marketing digitale per la Cina, CEO East Media; la formazione in ambito marketing con Gianluca Diegoli e le sue “Relazioni online di valore: la formula vincente anche nel B2B”; l’approfondimento di Alessio Semoli, CEO Pranaventures e docente IULM con “Il fattore umano dell’intelligenza artificiale: come creare valore online negli anni della Data Economy”; la testimonianza locale del “territorio che innova” a cura di Roberto Zani, Presidente Fondazione Democenter, e Fabrizio Palai, Project manager Laboratorio Aperto di Modena. Infine le domande dal pubblico in un confronto diretto con gli esperti e con i Registrar (società di fornitori Internet che hanno un contratto con Registro .it) che saranno presenti anche in questa occasione per eventuali approfondimenti e per la presentazione di servizi web utili a massimizzare la presenza aziendale in Rete.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fondo per le piccole e medie imprese

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2012

Lo Studio Legale Hogan Lovells e GEM Group, fondo internazionale che gestisce diversi veicoli di investimento, hanno tenuto un seminario presso la sede di Borsa Italiana dove si è discusso dei “Nuovi strumenti di patrimonializzazione per le società di capitali”. Durante gli interventi, che sono stati introdotti da Borsa Italiana in un contesto di sviluppo e supporto alla crescita delle aziende italiane, GEM ha illustrato, attraverso gli interventi di Glauco Verdoia, Partner del Desk Italiano e Chris Brown, Managing Director del Gruppo con base a New York, le proprie attività in oltre 50 paesi nel mondo nel corso del ventennio di attività, nei quali sono stati conclusi 320 equity deals. Sono stati inoltre presentati i contratti con cui GEM Group si affaccia sul mercato nazionale ed internazionale proponendo alle società quotate e in pre-IPO aumenti di capitale riservati ed altre forme alternative di investimento. GEM ha anche annunciato di essere in trattativa con un primario Istituto Bancario Italiano per la creazione di un Fondo di Private Equity dedicato alle SME Italiane con target massimo di 20 milioni per equity investment. L’avv. Roberto Culicchi, responsabile del settore Equity Capital Markets di Hogan Lovells ha illustrato e sottolineato l’importanza dell’informativa al mercato ed alle autorità competenti relativamente alle operazioni di aumento di capitale riservato, illustrando le tempistiche e le procedure richieste. Ha infine concluso il seminario Deloitte che ha tracciato l’attuale scenario economico confermando così l’importanza che ricopre la possibilità di poter scegliere degli strumenti di investimento flessibili che possano dare nuova linfa alle imprese italiane, anche da parte di investimenti stranieri. Il Desk italiano di GEM è pure impegnato nello sviluppo di attività di Equity Capital Markets in Vietnam, con la collaborazione di EuroVietnam Consulting & Trade Promotion Agency e Global Partners Asset Management, per la proposta di contratti di Equity Credit Line alle società quotate al mercato borsistico vietnamita che conta circa 700 imprese con una capitalizzazione di oltre 30 miliardi di USD.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Finanziamenti a piccole e medie imprese

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 settembre 2011

1 GByte IBM MicroDrive.

Image via Wikipedia

IBM ha comunicato  un impegno di finanziamento da 1 miliardo di dollari, nell’arco dei prossimi 18 mesi, per aiutare le piccole e medie imprese a sfruttare soluzioni avanzate nelle aree della business analytics e del cloud computing. Questa iniziativa intende stimolare l’innovazione e guidare la crescita economica, rendendo più accessibile il credito alle piccole e medie imprese, con approvazioni rapide in meno di 60 secondi, tramite la IBM Global Financing. Attualmente uno dei principali limiti che ostacolano il successo delle PMI è la mancanza di fondi per investimenti . La U.S. Small Business Administration (SBA) riferisce che ben oltre il 50 per cento delle piccole imprese fallisce entro i primi cinque anni per mancanza di capitale. E’ anche evidente che il mercato delle piccole e medie imprese è sempre più strategico per la ripresa economica mondiale perchè è responsabile di circa il 65 per cento del PIL globale, rappresenta più del 90 per cento di tutte le imprese e occupa più del 90 della forza lavoro mondiale L’annuncio di oggi è una risposta concreta all’urgente necessità di capitale e si propone di dare le basi e le risorse giuste per sostenere le PMI in questo momento economico, eliminando molte delle barriere rappresentate dai costi dell’investimento che ostacolano la crescita della loro attività. IBM Global Financing offre soluzioni di leasing e finanziamenti semplici e flessibili, che includono anche offerte di finanziamento a 12 mesi a tasso zero *, per consentire di acquisire immediatamente la tecnologia e i servizi necessari per avviare la trasformazione del business, con una più efficace gestione del proprio flusso di cassa.
Le nuove offerte comprendono le soluzioni avanzate delle società recentemente acquisite da IBM come Cast Iron, BigFix, SPSS, Netezza e Cognos. I clienti potranno ora sfruttare queste nuove tecnologie, senza anticipo di denaro e con comodi pagamenti mensili o trimestrali. Inoltre, potranno trarne vantaggi immediati perchè le soluzioni possono essere pienamente operative nel giro di due-tre giorni, con un risparmio di costi e tempo fino al 50 per cento. Secondo AMI Partners, le PMI negli Stati Uniti spenderanno più di 49 miliardi di dollari in servizi cloud nel 2015, quasi il doppio rispetto alle dimensioni del mercato attuale. Le nuove soluzioni IBM aiuteranno le PMI ad utilizzare velocemente una piattaforma cloud e a sollevare i propri dipendenti dalle preoccupazioni per l’IT e dai costi significativi ad essa associati. In una recente indagine di IBM sul mercato delle medie imprese condotta su 650 CIO, metà degli intervistati intende investire nel cloud nei prossimi cinque anni: un aumento del 50 per cento della domanda di cloud computing rispetto all’ultimo studio sui CIO del 2009. Le soluzioni cloud possono infatti aiutare le PMI ad automatizzare l’infrastruttura IT, consentendo al personale di dedicarsi a progetti strategici vitali per il business.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »