Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘medioevo’

‘Il Medioevo in Parlamento’ al Museo Civico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 maggio 2019

Marino sabato 11 maggio 2019 ore 18,00 presso il Museo Civico ad inngresso libero la Senatrice Elena Fattori (M5S) presenterà il suo libro Il Medioevo in Parlamento, edizioni BUR. Nel libro, l’ex ricercatrice, con un dottorato di ricerca in biologia molecolare, racconta i momenti della XVII legislatura in cui le posizioni anti-scientifiche hanno monopolizzato il dibattito, soprattutto sulle questioni legate alla sanità. Ne viene fuori un racconto, dall’interno, del ruolo del Movimento 5 Stelle in quello che pare essere un Medioevo di ritorno sulle questioni legate al rapporto politica-scienza.
“Suddiviso in tre capitoli, ho analizzato gli iter legislativi, sociali ed emozionali di tre grandi temi che hanno diviso l’opinione pubblica: il caso Stamina, la sperimentazione animale e i vaccini.” dichiara la Senatrice Fattori, che aggiunge: “Stamina fu il delirio fragoroso di una congrega truffaldina che strumentalizzava la salute dei bambini per interessi poco nobili, pubblicizzando un metodo senza basi scientifiche che tuttavia trovò spazio in parlamento.
La sperimentazione animale, irrinunciabile per il progresso della scienza e per avere medicinali sicuri, stenta ad avere una normativa adeguata a causa di un parlamento che fu titubante e ostaggio di campagne animaliste studiate per colpire la sfera emotiva. Il mancato recepimento di una direttiva sulla sperimentazione animale, considerata tra le più tutelanti del mondo, ci sta portando oggi verso una costosa procedura di infrazione.
Infine i vaccini. Strumenti di prevenzione irrinunciabili sui quali il parlamento avrebbe dovuto solo decidere la migliore modalità di offerta, hanno invece visto, e vedono ancora, una contrapposizione ideologica pro/contro pericolosa per la salute dei più piccini. I rapporti tra politica e scienza non sono mai stati facili, ma negli ultimi anni il divario si è allargato, giungendo spesso fino a negare le ragioni della seconda a favore della prima: su Stamina, sui vaccini, sulla sperimentazione animale e molto altro.”
La scienza non è democratica e su questi temi l’opinione comune non si può sostituire alla competenza degli esperti. Lo sostiene con sempre maggior forza la comunità scientifica, impegnata a salvaguardare le ragioni della conoscenza, e lo afferma anche Elena Fattori, che in questo libro ricostruisce il suo percorso, alla luce della sua vita personale e della sua esperienza di scienziata e parlamentare, svelando i retroscena del dibattito politico sui temi scientifici e chiarendo la sua posizione (e la sua opposizione) sulle campagne antiscientifiche che proliferano in Parlamento, a tutela degli interessi della società.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno Il Neo-Medioevo Pseudo-Scientifico – Insanae Fabulae

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 aprile 2019

Corinaldo (AN), da giovedì 11 a sabato 13 aprile si terrà il convegno Il Neo-Medioevo Pseudo-Scientifico – Insanae Fabulae presso il Teatro Goldoni. La tre giorni di conferenze, patrocinate da SIMLA (Società Italiana di Medicina Legale e delle Assicurazioni), porterà gli esperti a confrontarsi su tematiche tradizionali della medicina legale, con anche toni goliardici, in un contesto culturale che si rifà all’epoca medievale. Si comincia giovedì 11 aprile con un doppio appuntamento: nel pomeriggio (dalle 15 alle 18.30) Il Neo-Medioevo Pseudo-Scientifico, un incontro dedicato alla valutazione scientifica delle prove, e dalle 18.30 alle 21.00 con un convegno nel convegno dal titolo Istituti Assicurativi e Legge Finanziaria: rivalsa/rivincita/sconfitta? che aprirà l’interessante dibattito sulle modifiche introdotte nell’ultima Legge Finanziaria (L. 145 del 2018) dei meccanismi di rivalsa INAIL nei confronti del responsabile civile. Il tema è di grande interesse e attualità sia per le possibili ricadute negative sugli assicurati / danneggiati, sia per l’impatto culturale sull’intera medicina legale legata alla sempre maggiore sovrapposizione dei concetti di risarcimento e indennizzo, sia per le ricadute pratiche in ambito professionale. L’evento riprende nelle giornate del 12 aprile (dalle 8.30 alle 19) e del 13 aprile (dalle 9.30 alle 13) con numerose sessioni, che diventano un’occasione di confronto e aggiornamento sullo stato dell’arte della medicina legale specialmente sul tema della valutazione del danno a persona. Il corso si rivolge a medici legali e personale sanitario. La partecipazione dà diritto a 30 crediti ECM.SIMLA, che patrocina l’evento, da sempre si propone di promuovere e tutelare la cultura medico-legale a livello scientifico, legislativo, sociosanitario e professionale e di difenderne i principi etici e deontologici.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I misteri dell’arte italiana medievale

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 novembre 2018

Roma Lunedì 19 novembre ore 20,45 evento speciale al Teatro Sala Umberto via della Mercede 50 con EsotericArte, un affascinante viaggio tra esoterismo, simbologia e numerologia di e con Elio Crifò, anche autore dell’omonimo libro, e la partecipazione straordinaria del prof. Piergiorgio Odifreddi, uno dei filosofi e matematici più interessanti del nostro tempo, diretti in scena da Massimiliano Vado. L’Arte, la Cultura e il Pensiero sono le vere droghe dell’uomo, quelle sostanze stupefacenti che fanno approdare in mondi sconosciuti, in emozioni psichedeliche, in “sballi” che non finiscono mai. Che senso ha creare un’opera d’Arte? Perché abbiamo edifici costruiti con il senso dell’otto? Perché abbiamo Cattedrali con la filosofia del tre? O palazzi con giochi geometrici, proporzione auree e disposizioni astrali e cosmologiche? Che cosa unisce Stonehenge con Picasso, e Bach con i Deep Purple, i Genesis? Perché abbiamo una grande quantità di mosaici, affreschi, edifici e sculture, ricoperti di simboli alchemici, gnostici, cabalistici che ancor oggi risultano incomprensibili e misteriosi?EsotericArte è uno spettacolo che, attraverso un percorso non convenzionale ed emozionante, risponde a queste domande conducendo il pubblico all’interno dei mille anni del Medioevo.
In un Paese come il nostro, ricco di leggi massoniche e di studiosi di esoterismo, è strano che nessuno riesca a decifrare nulla. Come nelle stragi esistono depistaggi, così anche nella nostra Storia dell’Arte. Addirittura in certi luoghi archeologici è stata praticata la damnatio memoriae, ossia la cancellazione di qualsiasi traccia tramandabile ai posteri, in modo da non rendere più decifrabile la simbologia in essi contenuta.Elio Crifò guarda alcune delle più grandi opere del Medioevo con un occhio diverso, mettendone in evidenza particolari caratteristiche e “vedendo” le opere da un punto di vista esoterico. Grazie ad una proiezione che abbraccia l’intero palcoscenico, gli spettatori entrano nell’Arte italiana medievale e a volte vi entrerà anche l’attore, che interagirà con le opere, ci scherzerà su, ci spiegherà i simboli, ci racconterà le storie e le vicende di alcuni Re, le vicende della “pornocrazia romana”, delle visioni di Jung, dell’esoterismo di Dante. Un viaggio “pulp” nell’Arte, che parte da Ravenna e i suoi mosaici, e si conclude sulla tomba di Dante a Ravenna, compiendo così una narrazione esoterica circolare.In questa serata speciale, si aggiunge la partecipazione di Piergiorgio Odifreddi che stupirà il pubblico, svelando i rapporti tra uomo e numeri, tra matematica ed Arte, tra geometria e religione. Il professore analizzerà alcune opere esposte da Crifò svelandone le relazioni intime che legano la sezione aurea e la successione di Fibonacci alla musica, all’architettura, alla filosofia, alla religione.
Biglietti: intero platea 26 euro/Ridotto platea 20 euro Intero galleria 18 euro/Ridotto galleria 14 euro Studenti 10 euro galleria.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il medioevo e oltre: Le ideologie alla conquista del pensiero umano

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 agosto 2018

Se esco dalla lunga parentesi medievale, posso affermare che gli scontri si sono concentrati soprattutto tra le diverse forme di civiltà nel momento in cui prendevano contatto tra loro e decidevano, ora per convenienza ora per altri motivi, di convivere o di guerreggiare per imporre un loro primato. In tutti questi casi si accompagnavano allo stridore delle armi le guide “spirituali”, il grande pensiero dei vati.
In questa congerie di passioni e di stimoli culturali posso dire che il XVIII secolo è stato quello “dei lumi”. Aprì, si fa per dire le danze “Il saggio sull’intelletto umano” del 1690 di John Locke. Esso rimarrà il libro da capezzale dei filosofi d’ogni paese fino a Kant. Locke deve le sue fortune agli scritti di Cartesio. Qualche anno dopo fa da paio a Locke lo scozzese David Hume, a sua volta grande amico di Montesquieu. Se vogliamo stare a livello di nazioni possiamo dire che la Francia, la Gran Bretagna e la Russia, dal punto di vista culturale, presero il posto dell’Italia rinascimentale. Nel suo “Trattato sul governo civile” è sempre il Locke ad alimentare il gusto per la libertà, che tende a svegliarsi un po’ ovunque in Europa. Da qui deriva anche una condanna riguardo il “diritto di conquista”. Ne consegue il singolare ragionamento dei britannici che affermavano di essersi appropriati i territori d’oltremare, non per ridurre sotto le loro regole le popolazioni primitive, ma solo per renderle partecipi dei vantaggi della civiltà. E’ un postulato valido se fosse stato conseguente. Essi, invece, si stupirono, ben presto, che questa “civiltà” da loro proclamata ed invocata in patria fosse poi reclamata a gran voce dai colonizzati. Ciò che mi preme rilevare, in quel periodo, è che si stabilì una fioritura fuori dal comune. Fu il tempo dei filosofi, dei politici e degli economisti. La scienza si fece speculativa e la letteratura risentì gli effetti nelle sue opere. La religione restò, semmai, un passo indietro offrendo il fianco a una critica laica serrata e, a volte, impietosa, sul piano sociale e dei diritti dell’uomo.
Per i prelati e i curati era ancora troppo forte il richiamo dei benefici terreni rispetto a quelli celesti. Questa crescita collettiva del pensiero umano ebbe una traumatica battuta d’arresto con la rivoluzione francese. Essa, con l’esaltazione del patriottismo, rimescolò le carte in Europa e aprì la strada agli egoismi nazionali.
Per lo storico Pierre Renouvin “Dal punto di vista internazionale, quel gran movimento di liberazione umana e di rinnovamento si trascinò, è penoso costatarlo, sulle peggiori orme del passato, soprattutto dal momento in cui il dinamismo che ne scaturì nella nazione francese, dopo la rivoluzione, contribuì a rendere possibile la grande avventura napoleonica”. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“L’Italia centrale tra Medioevo e contemporaneità. Sistemi economici e culturali a confronto”

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 aprile 2018

Camerino venerdì 27 aprile, con inizio alle 9,30, presso la Scuola di Giurisprudenza dell’Università di Camerino, in via D’Accorso 16, i professori Ivo Biagianti, docente di Storia moderna dell’Università di Siena, e Gioacchino Garofoli, docente di Politica economica dell’Università dell’Insubria, presenteranno il volume miscellaneo “L’Italia centrale tra Medioevo e contemporaneità. Sistemi economici e culturali a confronto”, a cura di Emanuela Di Stefano e Catia Eliana Gentilucci, Quaderno del Consiglio regionale delle Marche, n. 242, in cui sono raccolti gli atti del Convegno pluridisciplinare svoltosi nella primavera del 2016, allo scopo di offrire un’analisi storica di lungo periodo e maturare sul tema un punto di vista consapevole. L’incontro si aprirà con i saluti del Rettore Unicam Claudio Pettinari e del Direttore della Scuola di Giurisprudenza Rocco Favale.Si tratta di un’opera divisa in più sezioni, alla quale hanno collaborato ricercatori e docenti di Università marchigiane, umbre, toscane e abruzzesi, che offre un quadro d’insieme delle diverse regioni mettendo a confronto aspetti istituzionali, demografici, socio-economici e culturali, ma anche un’occasione di approfondimento e dibattito sul tema della macroregione fra quanti hanno concrete responsabilità nella gestione economica e politica dei territori in esame.
Le riflessioni conclusive saranno affidate a Pietro Marcolini, presidente ISTAO, a Daniele Salvi, capo di gabinetto del presidente del Consiglio regionale delle Marche, e Gianluca Spinaci, Comitato delle Regioni dell’Unione Europea. A quanti parteciperanno verrà consegnata una copia del volume.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“L’Italia Centrale fra Medioevo e Contemporaneità. Sistemi economici e culturali a confronto”

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2016

camerinoCamerino si terrà il prossimo 20 maggio, con inizio alle 9.15, nella Sala degli Stemmi del Palazzo ducale di Camerino. Vi partecipano docenti e ricercatori dell’Università di Camerino e degli Atenei di Perugia, Roma, Firenze, Siena e Chieti-Pescara, con il contributo della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio delle Marche. Tratteranno temi di carattere storico, economico, artistico, culturale dal Medioevo alla contemporaneità, concentrandosi sui molteplici aspetti dell’area posta tra i due mari, il Tirreno e l’Adriatico.L’incontro si aprirà con i saluti del Rettore Unicam Flavio Corradini e del Direttore Vicario della Scuola di Giurispudenza Unicam Rocco Favale.
Seguiranno due sessioni: “Strutture interazioni scambi fra Medioevo ed età moderna” e “Dal passato alla contemporaneità: le nuove realtà economiche e sociali” che saranno coordinate dalla docente della Scuola di Giurisprudenza Unicam Catia Eliana Gentilucci, nel corso delle quali verranno analizzati i tratti comuni che hanno connotato l’Italia centrale lungo i secoli del secondo millennio, caratterizzando insediamenti e demografia, economia e società, il paesaggio e le arti, con ampi approfondimenti sulle nuove realtà economiche e sociali. A partire dalle ore 16, inoltre, si svolgerà una tavola rotonda, coordinata da Daniele Salvi Capo di gabinetto della Presidenza del Consiglio regionale delle Marche, in cui si confronteranno su tematiche inerenti lo sviluppo territoriale e le possibili sinergie interregionali, esperti, amministratori e tecnici della programmazione delle regioni dell’Italia centrale, in particolare Marche, Toscana, Umbria e Abruzzo.
Il convegno si pone l’obiettivo, in un periodo di rilevanti cambiamenti sul piano istituzionale e socio-economico, d’indagare le dinamiche storiche, economiche e culturali di lungo periodo, contestualizzando la riflessione odierna che coinvolge l’assetto degli Enti territoriali nell’ambito di direttrici comuni, sinergie possibili e integrazioni funzionali allo sviluppo e alla coesione sociale dei territori interessati. La Cittadinanza è invitata a partecipare.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La porpora e il sangue: una luce sul Medio Evo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 febbraio 2016

la porpora e il sangueRoma mercoledì 24 febbraio 2016, alle 14.30 Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190) presentazione del romanzo storico di Stefano Vincenzi “La porpora e il sangue” (Luni Editrice). Si parla spesso del Medio Evo come di un’epoca oscura e triste, paragonata a quella in cui viviamo oggi. Eppure, se approfondiamo bene l’argomento, possiamo accorgerci che in quel periodo ci sono state sicuramente tante ombre, ma anche molte luci, da conoscere e scoprire.Insieme all’autore ne parleranno Luigi Russo, docente di Storia Medievale all’Università Europea di Roma, e Fabio Massimo Signoretti, giornalista del quotidiano “La Repubblica”.“È la metà del X secolo – si legge nella presentazione del romanzo – e l’Impero Romano d’Oriente ha ritrovato equilibrio e potenza militare, quando il papa di Roma incorona imperatore d’Occidente un giovane re venuto dalla Sassonia che attacca i territori italiani fedeli al basileus di Costantinopoli.Niceforo II, ascetico e invitto guerriero, è il Basileus. Egli guarda verso Oriente per riconquistare i territori di fede cristiana occupati dagli infedeli. Intorno a lui si muovono la giovane e bellissima basilissa Teofano, madre dei principi porfirogeniti, Elena Lecapeno e Jhoannes, veterano di cento battaglie, che veglia sulla vita dei porfirogeniti.
Re e regine, principi e principesse, cavalieri e guerrieri, d’Oriente e d’Occidente, amano, odiano, combattono e tradiscono in un contesto fedele alla storia, per quanto può esserlo un romanzo che racconta, o immagina, anche le ragioni di chi non ha vinto in guerra o in amore”.L’autore, Stefano Vincenzi, è Legal Counsel di Mediobanca e professore di Diritto del Mercato Finanziario all’Università Europea di Roma, nonché autore di numerose pubblicazioni e del romanzo storico “Verso Costantinopoli”. L’ingresso è libero. (foto: la porpora e il sangue)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gianni Testori: Medioevo prossimo venturo

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 agosto 2015

medioevo prossimo venturoSabato 15 Agosto 2015 dalle 18,30 alle 20,30 Sala Zitti di Lovere sul Lago d’Iseo in provincia di Bergamo  con il Patrocino dell’Accademia di Belle Arti Tadini, si inaugura l’esposizione delle opere che fecero parte della personale Medioevo Prossimo Venturo, che Gianni Testoni presentò in Palazzo Re Enzo Sala del Podestà a Bologna nel 1981. L’esposizione resterà visibile fino a domenica 30 Agosto 2015.
Gianni Testoni è nato a Castello di Serravalle in provincia di Bologna il 4 gennaio 1944, di famiglia bolognese da molte generazioni, ha vissuto a Bergamo, Venezia ed infine a Bologna fino al 19 gennaio 2005, data della sua scomparsa.
Le sue opere sono realizzate ad olio su tavola ed ha appreso le tecniche di preparazione delle tavole alla maniera fiamminga presso una famiglia di pittori professionisti nella città di Bergamo. E’ in questa città che nel 1971 Gianni Testoni ha presentato la sua prima personale importante presso la Galleria d’Arte “Il Carrugio”, a scopo culturale, e sempre a scopo culturale sono seguite le sue personali principali in Italia e la presentazione di sue opere anche all’estero.
Orari di apertura: dal martedì alla domenica dalle 16,00 alle 20,00 il venerdì anche dalle 20,30 alle 23,30

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Medioevo dei piccoli guerrieri e dei grandi mestieri

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 aprile 2015

piccoli cavalieriIl 10 maggio 2015, un esercito di piccoli cavalieri chiamato a difendere il Mercato Medievale e il Regno della Fantasia al Castello di Gropparello (PC) La Storia parla del Medioevo come di un’epoca di dame, di cavalieri e di grandi battaglie, un’era operosa fatta di povertà ma anche di ingegno, messa spesso a soqquadro dalle scorribande di briganti e dalle lotte per la conquista di regni e castelli. Ebbene, come un condensato di usi e costumi in rapido spostamento grazie ad una macchina del tempo, domenica 10 maggio 2015, la quotidianità della vita e della corte medievale irrompe ancora una volta nel presente, tramite il passaggio aperto nelle mura del Castello di Gropparello (PC), con la nuova edizione del Mercato Medievale. La chiassosa atmosfera della compravendita di merci e servizi caratteristica delle giornate in cui dalle campagne e dai borghi confluivano a corte i commercianti di ogni genere rivive e rimbomba ancora a ridosso delle antiche pareti oltre il ponte levatoio, dove fabbri, fioraie, tessitrici, scalpellini, lavandaie, candelaie e perfino venditori di indulgenze andranno in cerca di nuovi “apprendisti” da istruire e introdurre nel complesso mondo delle arti. A partire dalle ore 10.00 i battenti apriranno per tutti i curiosi, grandi e piccini, che vorranno immergersi nelle atmosfere del commercio e della tradizione artigianale, guidati da attori e figuranti che coi loro banchetti mostreranno i costumi, i gesti e i materiali utilizzati un tempo, coinvolgendo il pubblico in prima persona. Tutte le attività artigianali presenti tra i banchi sono infatti esperienziali. Il che significa che – dalla tessitura alla scultura della pietra, dal macramè alla cardatura e filatura della lana – piccoli e grandi si possono cimentare con esse.
Seduti sul trono, il Re e la Regina contempleranno la serenità del giorno di festa ed attenderanno gli avventurosi ospiti per condurli nel vastissimo Regno della Fantasia, fra scorribande reali e immaginarie, fino a quando i piccoli guerrieri, guidati dal Cavaliere, assoldati con urgenza, si troveranno a dover difendere la Corte dagli attacchi di forze esterne che minacciano il castello, proprio mentre gli ignari genitori passeggiano tranquillamente tra i banchi e le botteghe del mercato.
Il prezzo, comprensivo della visita al Parco delle Fiabe, dell’avventura in costume e della visita al Castello, è di 18,50 euro per gli adulti e di 15 euro per i bambini. Ultimo ingresso alle ore 17.30. Prenotazione obbligatoria (foto: piccoli cavalieri)

Posted in Recensioni/Reviews, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un libro sulle tradizioni liturgiche della Cristianità nel periodo dell’Alto Medioevo

Posted by fidest press agency su domenica, 15 aprile 2012

Le tradizioni liturgiche della Cristianità nel periodo dell’Alto Medioevo nel loro rapporto con la sede di Roma e con l’azione dei Papi sono il tema del volume miscellaneo Liturgie e culture tra l’età di Gregorio Magno e il pontificato di Leone III. Aspetti rituali, ecclesiologici e istituzionali a cura di Renata Salvarani appena pubblicato dalla Libreria Editrice Vaticana nella collana Monumenta, studia, instrumenta liturgica.
Il volume raccoglie gli atti del convegno che si è tenuto all’Università Europea di Roma nel febbraio dello scorso anno con la collaborazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, della Pontificia Accademia di Teologia e della Rivista Liturgica e rientra in un progetto di ricerca pluriennale che ha l’obiettivo di analizzare dal punto di vista storico forme e modalità di diffusione delle liturgie latine nel’Età Tardoantica e nel Medioevo, mettendo in evidenza le trasformazioni degli usi nelle diverse aree, anche in relazione con i mutamenti ecclesiologici. In particolare, sono esaminati aspetti propriamente liturgici e rituali, dinamiche istituzionali, interrelazioni culturali, mutuazioni reciproche fra tradizioni diverse, rapporti fra elaborazioni liturgiche, processi di cristianizzazione e mutamenti degli assetti geopolitici.
L’iniziativa si pone lo scopo di fare il punto sulla situazione degli studi condotti in Italia e in Europa e di fornire strumenti e analisi ai ricercatori di storia della liturgia e di storia del Cristianesimo in vista di ulteriori sviluppi di indagine. Il prossimo convegno si terrà nel mese di novembre 2012 e avrà come tema lo sviluppo delle liturgie latine in epoca carolingia. Il Comitato Scientifico del progetto è composto da: Cesare Alzati, (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano), Manlio Sodi (Pontificia Accademia di Teologia), Johan Ickx (Università Europea di Roma), Rainer Berndt, (Hugo von Sankt Viktor Institut, Frankfurt am Main), con il coordinamento di Renata Salvarani (Università Europea di Roma).
Il libro con gli atti del convegno raccoglie i contributi di studiosi da prospettive diverse. Cesare Alzati presenta gli sviluppi storiografici del tema, dagli studi di fine ottocento fino a oggi. Manlio Sodi delinea l’epoca compresa fra il pontificato di Gregorio Magno e quello di Leone III come fase di origine di motivi caratterizzanti delle liturgie latine romane, nel loro rapporto con le traditiones non romane. Il saggio di Renata Salvarani delinea i tratti delle liturgie celebrate nel Santo Sepolcro e nella città di Gerusalemme, presentate come modelli per l’ecumene cristiana. Il contributo di Thomas Pott analizza gli influssi “orientali” sulla liturgia di Costantinopoli a partire dal ruolo svolto dagli ambienti monastici greci, mentre Marco Bais sviluppa le trasformazioni della liturgia armena in relazione con l’identità del popolo e con le principali riforme adottate in quest’epoca. Norberto Valli ha considerato il tema dell’originalità delle liturgie ambrosiane durante la prima fase di diffusione delle liturgie romane nell’Europa occidentale. Giuseppe Cuscito propone un approfondito esame degli elementi architettonici più legati allo sviluppo delle liturgie (altare, solea, pulpito), mentre Giacomo Baroffio propone la rilettura delle tradizioni musicali elaborate nei centri liturgici italici. Johan Ickx ha esaminato dal punto di vista storico ed ecclesiologico il tema del primato petrino e l’affermazione della centralità istituzionale della cattedra di Roma nell’età tardoantica e altomedievale, mentre Pietro Sorci ha percorso le tappe della genesi degli ordines romani. Le conclusioni sono affidate a Cettina Militello.

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il medioevo alle porte di Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 8 febbraio 2011

Lettera al direttore. Lo storico Ludovico Gatto riferisce che nel medioevo, poiché nelle case abbondava il legname, era sempre latente il pericolo degli incendi, “un vero spettro nella vita cittadina di allora” (Medioevo quotidiano – Editori riuniti, pag. 51). Oggi il medioevo è alle porte di Roma, e il vero spettro è nella vita dei nomadi che abitano in baracche dove non abbonda il legname, ma la plastica con cui sono fatte. Questa volta a rimetterci la vita sono stati quattro bambini dai quattro agli undici anni. Il fuoco è divampato mentre dormivano. E sembra come se fosse la prima volta, e qualcuno dice basta con le baracche di plastica, e pensa ai rimedi, alle porte di ferro per la stalla dopo che i buoi sono scappati. Ma non è la prima volta. Qualcuno se li sentirà sulla coscienza i quattro innocenti carbonizzati? Neppure per sogno, giacché nessuno ha colpa. Nessuno è responsabile. Nessuno. Anzi, poiché siamo nel medioevo, perché non dare la colpa al diavolo? Gli angeli custodi dei piccoli, dormivano anche loro, il diavolo ne ha approfittato e ci ha messo la zampino. Uno zampino infuocato. (Miriam Della Croce)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lucca e l’Europa

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2010

Lucca fino al 9/1/2011 Via San Micheletto 3, Complesso monumentale di San Micheletto Un’idea di Medioevo (V-XI secolo) La mostra, organizzata in occasione delle celebrazioni per il centenario dalla nascita di Carlo Ludovico Ragghianti, e’ stata progettata da un Comitato Scientifico costituito da: Clara Baracchini, Carlo Bertelli, Antonino Calca, Maria Teresa Filieri, Marco Collareta e Gigetta Dalli Regoli.
Lucca e l’Europa. Un’idea di Medioevo. V-XI secolo apre il suo percorso espositivo con una meditata, quanto significativa, selezione di antiche monete. Il percorso prosegue con la sezione dei preziosi manufatti in avorio, materiale pregiato e raro destinato alle piu’ raffinate produzioni nell’arte tardo-antica, fra cui spiccano la pisside in avorio proveniente dal Museo Civico di Livorno, il Dittico del 480 commissionato dal console Basilio e il Dittico consolare di Aerobindo del VI secolo. L’affermarsi della decorazione “astratta” con il simbolismo che talvolta le e’ connesso, trova piena affermazione nell’oreficeria, dagli ornamenti dell’abito civile alle decorazioni delle armi. La sezione successiva presenta una straordinaria raccolta di sculture in pietra: colonne, pilastrini, capitelli, architravi, transenne e timpani che, nell’insieme, documentano lo sviluppo della decorazione architettonica dal VII al X secolo entro il suo contesto intellettuale e culturale. Raffinati esempi ne sono la lastra con croce di Aquilea (Lucca), il pilastrino proveniente dal Museo Statale d’Arte Medievale e Moderna di Arezzo e le lastre dell’antica cattedrale di Torino.  La mostra affronta anche il ruolo capitale che l’arte del libro occupa nella cultura del periodo. (lucca e l’europa)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lucca e l’Europa: Un’idea di Medioevo

Posted by fidest press agency su sabato, 4 settembre 2010

Lucca  25 settembre 2010 alle ore 17.30 (fino al 09 gennaio 2011) Complesso monumentale di San Micheletto Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti Si inaugura l’esposizione Lucca e l’Europa. Un’idea di Medioevo (V-XI secolo). La mostra, organizzata in occasione delle celebrazioni per il centenario dalla nascita di Carlo Ludovico Ragghianti, è stata progettata da un Comitato Scientifico costituito da: Clara Baracchini, Carlo Bertelli, Antonino Caleca, Maria Teresa Filieri, Marco Collareta e Gigetta Dalli Regoli.  Un’attenta selezione di oltre cento opere prodotte dal V all’XI secolo, allestite in undici sezioni, esplora la produzione artistica lucchese attraverso puntuali riferimenti al contesto europeo. Un interessante percorso espositivo dove l’opera d’arte, come Ragghianti ci ha insegnato, è valutata in relazione dinamica con i fenomeni circostanti secondo un metodo che prende in esame i materiali senza giudizi preconfezionati. La rassegna si avvale anche di recenti studi sulle tipologie decorative e sul loro retroterra intellettuale e culturale.
Lucca e l’Europa. Un’idea di Medioevo. V-XI secolo apre il suo percorso espositivo con una meditata, quanto significativa, selezione di antiche monete. I reperti numismatici si configurano fra quei privilegiati indici dello sviluppo artistico dai quali si evince il passaggio dall’estetica naturalistica all’indirizzo astratto prevalente in età medievale. Questo storico passaggio è ben visibile nel Decanummo di Atalarico, conservato a Firenze al museo del Bargello, nel denaro argenteo per Carlo Magno e nel denaro argenteo per Ottone II, entrambi custoditi presso il Museo di Villa Guinigi a Lucca. (lucca)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lucca e l’Europa

Posted by fidest press agency su martedì, 27 luglio 2010

Lucca 25 settembre Via San Micheletto 3 Complesso monumentale di San Micheletto, Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti Si inaugura l’esposizione Lucca e l’Europa. Un’idea di Medioevo (V-XI secolo). La mostra, organizzata in occasione delle celebrazioni per il centenario dalla nascita di Carlo Ludovico Ragghianti, è stata progettata da un Comitato Scientifico costituito da: Clara Baracchini, Carlo Bertelli, Antonino Calca, Maria Teresa Filieri, Marco Collareta e Gigetta Dalli Regoli.
Il fascino dell’Oriente, così importante per gli uomini del medioevo, non è testimoniato in mostra solo dai tessuti ma anche da altre tipologie di oggetti che dimostrano l’eccellenza artistica di Bisanzio e dell’Islam: è il caso dello splendido Falco in bronzo, sicuramente fra i più notevoli metalli islamici che ci siano pervenuti (affiancato dal suo travestimento in foggia di gallo realizzato quando l’oggetto fu utilizzato come banderuola sulla chiesa di San Frediano di Lucca), nonché dei bacini ceramici che ornavano le chiese romaniche lucchesi e pisane. Il percorso espositivo prosegue idealmente nella quattrocentesca Villa Guinigi sede del Museo Nazionale a pochi metri della Fondazione Ragghianti. La Villa ospita infatti una ricchissima collezione di reperti valorizzata da un recente nuovo allestimento che ha coinvolto tutta la sezione medievale del museo. (testa di monaco)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’avventura della conoscenza

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 aprile 2010

Lainate (MI) fino al 9/5/2010 Via Vittorio Veneto, 2 Villa Litta nel Salone delle Feste e nella Galleria delle Sculture saranno esposte in scala 1:1 le riproduzioni degli affreschi fiorentini di Masaccio nella cappella Brancacci, di Beato Angelico nel convento di San Marco e di Piero della Francesca nella chiesa di San Francesco ad Arezzo. Sessantuno pannelli, divisi in tre sezioni, oltre a un video comporranno un itinerario espositivo all’interno di uno dei periodi piu’ fecondi della storia dell’arte; il quarto di secolo circa che segna il passaggio dal Medioevo all’Umanesimo. Il visitatore compirà, insieme, un percorso spaziale, nella ricostruzione minuziosa di tre ambienti artistici, e cronologico, al seguito dell’evoluzione espressiva, quindi di quell’avventura della conoscenza nella pittura -titolo della mostra- che dalla condensazione drammatica, con forti agganci al reale, di Masaccio conduce alla spiritualità di Beato Angelico e allo spirito geometrico che connota la pittura scientifica di Piero Della Francesca. Autori della mostra sono Marco Rossi e Alessandro Rovetta, coadiuvati da alcuni studenti di Storia dell’Arte dell’Università Cattolica di Milano. La mostra e’ stata realizzata in occasione del Meeting per l’Amicizia fra i popoli del 2009. (conoscenza)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

seminario di studio

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 marzo 2009

Roma venerdì, 13 marzo 2009 – ore 17,00 Via Merulana, 124 presentazione del volume Giovanna della Croce, Rivelazioni. Libri secondo e terzo a laude di Dio a cura di Alessandra Bartolomei Romagnoli SISMEL – Edizioni del Galluzzo, Firenze 2007 intervengono Alvaro Cacciotti – Claudio Leonardi – Carlo Ossola Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »