Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Posts Tagged ‘mercato unico’

Procedure digitali più semplici all’interno del Mercato Unico dell’UE

Posted by fidest press agency su domenica, 15 aprile 2018

Questo strumento online multilingue consente una cooperazione più rapida, agevole ed efficiente tra le autorità nei diversi paesi dell’UE, migliorando di conseguenza la vita dei cittadini europei. Dal 2008 ha reso possibili oltre 110 000 scambi di informazioni tra le autorità, su questioni come la prestazione di servizi, le domande di tessera professionale europea (EPC) e il riconoscimento delle qualifiche professionali.Prima di una conferenza organizzata oggi dalla Commissione, la Commissaria responsabile per il Mercato interno, l’industria, l’imprenditoria e le PMI Elżbieta Bieńkowska ha dichiarato: “Un mercato unico efficiente è fondamentale per la crescita e la prosperità nell’UE. Dobbiamo sfruttare al meglio le nuove tecnologie digitali per accelerare le procedure amministrative e ridurre gli oneri. L’IMI ha svolto un ruolo essenziale in questo senso negli ultimi 10 anni e negli ultimi due si è rivelato un fattore fondamentale per il successo dell’EPC. Potrebbe servire anche da piattaforma di sostegno per nuovi strumenti innovativi, come la carta elettronica europea dei servizi (e-Card), finalizzati ad agevolare gli spostamenti dei prestatori di servizi nell’Unione.”
Introdotta nel gennaio 2016, la tessera professionale europea è disponibile per cinque professioni molto mobili (infermieri responsabili dell’assistenza generale, farmacisti, fisioterapisti, guide alpine e agenti immobiliari), per coloro che desiderano lavorare in un altro Stato membro.Il meccanismo di allerta richiede ai Paesi dell’UE di avvisarsi l’un l’altro tramite l’IMI in merito ai professionisti nei settori della sanità o dell’istruzione dei minori soggetti a un divieto o a una restrizione all’esercizio della professione in un dato paese dell’UE. La valutazione dimostra che l’EPC e il meccanismo di allerta hanno ulteriormente rafforzato la sicurezza della mobilità professionale e hanno apportato valore aggiunto rispetto ai processi di riconoscimento tradizionali. Anche i riscontri delle parti interessate hanno confermato che il meccanismo di allerta rafforza la cooperazione e la fiducia tra le autorità nazionali per quanto riguarda la sicurezza della mobilità professionale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza dei prodotti nel mercato unico UE

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 dicembre 2017

european commissionBruxelles. La Commissione presenta due proposte legislative finalizzate a rendere più facile per le imprese, in particolare le PMI, vendere i propri prodotti in Europa e a rafforzare i controlli da parte delle autorità nazionali e dei funzionari doganali per impedire la vendita ai consumatori europei di prodotti non sicuri.
Le iniziative sono intese a migliorare due aspetti della libera circolazione delle merci nell’UE:
Rendere più facile la vendita di un prodotto in un altro Stato membro
Il principio del “reciproco riconoscimento” garantisce che i prodotti che non sono soggetti a una regolamentazione a livello dell’UE possano, in linea di principio, circolare liberamente all’interno del mercato unico se sono legalmente commercializzati in uno Stato membro. Questo principio dovrebbe consentire ai fabbricanti di vendere i loro prodotti in Europa, senza sottostare a ulteriori prescrizioni. Per applicare il principio in modo più rapido, più semplice e più chiaro, la Commissione propone un nuovo regolamento sul reciproco riconoscimento delle merci.
Rafforzare i controlli delle autorità nazionali volti a garantire che i prodotti siano sicuri e conformi alle norme.Sono ancora troppi i prodotti non sicuri e non conformi venduti sul mercato dell’UE: ad esempio, risulta dalle ispezioni che il 32% dei giocattoli, il 58% dei dispositivi elettronici, il 47% dei prodotti da costruzione e il 40% dei dispositivi di protezione individuale non soddisfano i requisiti in tema di sicurezza o di informazioni ai consumatori previsti nella legislazione dell’UE. Oltre a rappresentare un rischio per i consumatori, tali prodotti pongono in una situazione di svantaggio competitivo le imprese virtuose.
Il mercato unico, che celebrerà il suo 25º anniversario nel 2018 ed è uno dei maggiori successi dell’Europa, assicura la libera circolazione delle merci, dei servizi, dei capitali e delle persone. Se ai consumatori garantisce una scelta più ampia e prezzi più bassi, ai professionisti e alle imprese esso apre nuove opportunità. Consente alle persone di viaggiare, vivere, lavorare e studiare ovunque lo desiderino.
Gli scambi di merci costituiscono il 75% del commercio intra UE e rappresentano circa il 25% del PIL dell’UE. Le regole sui prodotti dell’UE valgono per la grande maggioranza di tutti i prodotti fabbricati nell’Unione. Tali prodotti hanno un valore di 2 400 miliardi di euro e sono fabbricati o distribuiti da circa 5 milioni di imprese. Le norme europee assicurano la libera circolazione dei prodotti in tutta l’Unione, garantendo al contempo un elevato livello di protezione dell’ambiente, della salute e della sicurezza. Ad esempio, la legislazione dell’UE in settori come quelli dei giocattoli e delle sostanze chimiche è fra le più rigorose al mondo.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Beni e servizi circolanti nel mercato unico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 settembre 2017

european parliamentÈ stata approvata dall’Europarlamento la proposta di Direttiva europea che stabilisce nuovi requisiti di accessibilità per beni e servizi circolanti nel mercato unico, il cosiddetto Atto Europeo di Accessibilità. I nuovi requisiti garantiranno alle persone con disabilità o con temporanee limitazioni funzionali (anziani, donne in gravidanza ecc) una maggiore fruibilità di beni e servizi come sportelli bancomat, servizi bancari, personal computer, telefoni, apparecchi televisivi, servizi telefonici, trasporti, e-book, commercio elettronico, puntando così su un mercato unico meno frammentato e più inclusivo. Soddisfatto Brando Benifei, Eurodeputato ligure del PD e vicepresidente dell’Intergruppo parlamentare sulle Disabilità, che commenta così il voto: “È una giornata importante per quanti si spendono in favore dell’applicazione della Carta delle Nazioni Unite per i Diritti delle Persone con Disabilità e per i diritti dei cittadini europei, oltre che per lo sviluppo di un mercato interno davvero a misura di d’uomo. Un ambiente e un mercato in cui i prodotti e i servizi sono più accessibili consentirà a un numero molto più ampio di cittadini di vivere in maniera indipendente, salvaguardare la propria autonomia e partecipare attivamente alla vita economica e sociale, sfruttando il potenziale dell’innovazione tecnologica”.
In dicembre una delegazione di ospiti di Benifei, fra cui Membri della Consulta Regionale, Autorità locali spezzine, Associazioni (ENS La Spezia, Ass. HAREA, Ass. ASDO), Istituti e Aziende che in Liguria lavorano con persone disabili avevano incontrato la Commissione Europea e alcune importanti realtà organizzare del settore. “Quel viaggio, dal punto di vista organizzativo, fu davvero complicato, perché le barriere che incontra una persona con una limitazione funzionale sono ancora troppe. Purtroppo ai miei ospiti non è mancato qualche disagio, nonostante un ottimo lavoro sviluppato durante l’iniziativa politica vera e propria. Per esempio, molte delle stazioni della metropolitana a Bruxelles non sono accessibili, ed anche fare un prelievo al bancomat per una persona ipovedente o in carrozzina può essere difficile. Ecco, mi auguro davvero che prima della fine della legislatura possa tornare a trovarci a Bruxelles un’altra delegazione, e che grazie all’Accessibility Act il soggiorno sia più semplice e piacevole.” conclude Benifei, che per il 2018 Anno Europeo del Patrimonio Culturale sta già pensando ad una nuova iniziativa sulla cultura dell’accessibilità. Dopo il provvedimento del governo italiano a guida PD “Dopo di noi”, è ora dall’Europa che arriva una spinta per allargare la tutele e soprattutto l’indipendenza e la partecipazione attiva delle persone con disabilità e gli anziani. Beneficeranno infatti dell’Atto Europeo di Accessibilità oltre 80 milioni di cittadini in Europa, con un impatto positivo diretto fino a 120 milioni di persone contando gli anziani over 60.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mercato unico: momento d’agire

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 aprile 2011

Bruxelles, Parlamento europeo. Un mercato unico ben funzionante è il prerequisito essenziale per raggiungere gli obiettivi della strategia UE2020 e garantire competitività e crescita sostenibile all’Europa. Il Parlamento presenta le sue raccomandazioni per l’Atto sul mercato unico, un’iniziativa a ampio raggio che ha l’obiettivo di far ripartire il mercato comunitario, in tre risoluzioni adottate mercoledì. Fra le tante proposte, l’Aula reitera l’idea degli eurobond. Le tre risoluzioni non legislative approvate dall’Aula rappresentano il contributo degli eurodeputati al piano d’azione per rilanciare il mercato unico prima del 20° anniversario del programma presentato da Jacque Delors e della presentazione del commissario Barnier di ulteriori proposte per il mercato comunitario del prossimo 13 aprile.Una guida politica più forte è la chiave per rilanciare il mercato unico, secondo la risoluzione preparata da Sandra Kalniete (PPE, LV) e adottata con 595 voti a favore, 61 contrari e 10 astensioni.  I deputati chiedono inoltre l’attivazione immediata delle procedure d’infrazione nel caso di fallimento dei tentativi di conciliazione e chiedono ai governi nazionali di ridurre il deficit di trasposizione della legislazione.La creazione di obbligazioni europee per il finanziamento dei progetti (“EU project bond”) per sostenere l’occupazione e l’innovazione e finanziare progetti transfrontalieri d’infrastrutture nel campo dell’energia, del trasporto e delle telecomunicazioni è una delle proposte principali contenute nella risoluzione preparata da Christian Busoi (ALDE, RO), approvata con 570 voti a favore, 44 contrari e 28 astensioni.Il testo adottato chiede, fra le tante proposte, di migliorare le regole per il riconoscimento delle qualifiche professionali e la creazione di un “passaporto europeo delle competenze” e anche di estendere il regolamento su roaming per ridurre i costi anche sul trasferimento dei dati (navigazione in internet su cellulare), rafforzare i controlli alle frontiere sulle importazioni da paesi terzi, rendere più trasparenti le spese bancarie e garantire la piena portabilità dei diritti relativi alla pensione. Infine, l’Aula ha adottato un emendamento di compromesso che chiede ala Commissione di garantire che i diritti sociali siano rispettati e che, ove giustificato, si debba includere un riferimento alle politiche sociali nella legislazione sul mercato unico.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »