Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘merito’

Scuola: Bonus merito

Posted by fidest press agency su domenica, 13 gennaio 2019

Il bonus merito introdotto nel 2015 con la Buona scuola deve essere allargato a tutto il personale docente, anche precario, perché spesso coinvolto dal Collegio dei Docenti in tutte quelle attività oggetto di valutazione da parte del dirigente scolastico, e dalle attività formative da esso predisposte, unitamente al personale ATA ed educativo, la cui formazione è predisposta nel PTOF. Sono due le proposte emendative illustrate da Anief in I e VIII Commissione del Senato al Decreto Legge Semplificazioni. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Escludere a priori centinaia di migliaia di lavoratori è stato un atto inappropriato, perché si è negata l’assegnazione del bonus merito e dell’aggiornamento del personale coinvolto in alta percentuale in progetti a supporto della didattica e per promuove attività di svariato genere. Ancora di più se pensiamo che il precariato scolastico in Italia copre quasi il 15% del corpo docente e al fatto che tra il personale Ata vi sono oltre 200 mila lavoratori e che gli educatori dei convitti sono nel contratto inquadrati come dei maestri di scuola primaria.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LXII Premio Basilio Cascella 2018

Posted by fidest press agency su martedì, 24 aprile 2018

Ortona (CH) Abruzzo Lab – Via Giudea 114 dal 25 aprile al 27 maggio 2018 Orari: dal lunedì al sabato ore 17-20; domenica ore 11-13 e 17-20. A cura di: Associazione Culturale Atlantide. Tema del LXII Premio Basilio Cascella 2017: la Ribellione. Torna il Premio Basilio Cascella, dal 1955 uno dei Premi d’Arte tra i più prestigiosi d’Italia. In esposizione opere fotografiche e pittoriche di più di 30 talenti delle arti visive, finalisti della LXII edizione 2018 e sarà ospitata nella sede dell’Associazione Abruzzo Lab, comunità regionale di confronto sui temi della cultura, dell’innovazione, dello sviluppo sostenibile, dell’uguaglianza e del merito.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Rinnovo del contratto, una polpetta avvelenata portare in busta paga i bonus formazione e merito

Posted by fidest press agency su domenica, 7 gennaio 2018

scuola-digitale-casnati-como-800x500_cSe dal punto di vista teorico la doppia operazione, collocata all’interno del rinnovo del contratto, può essere condivisibile, sul piano pratico vi sono non pochi risvolti negativi. Sul bonus merito non si capisce, ad esempio, come potrebbe essere portato in busta paga un compenso accessorio soggetto oggi a valutazione discrezionale del dirigente scolastico. Per attuare un’operazione del genere, quindi, occorrerebbe agire con una modifica normativa che, come ha anche fatto osservare il presidente Aran Sergio Gasparrini, non compete di certo al tavolo contrattuale ma alla politica. Ancora meno fattibile appare la trasposizione delle somme destinate alla formazione dei docenti: se è vero che portarle in busta paga farebbe diventare il bonus strutturale e non soggetto a rifinanziamento annuale, è altrettanto vero che vorrebbe dire sottoporlo a tassazione, dimezzando la somma. La domanda allora è: vale la pena per un aumento esiguo mensile ritrovarsi con un carico di lavoro maggiore? Sicuramente no.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Per il bonus della formazione, venendo meno la possibilità di rendicontarne la spesa, si aprirebbe il personale al rischio di indurre la parte pubblica a chiedere uno scambio in termini di ore obbligatorie di formazione per aggiornamento. Mentre oggi non esiste una quantificazione. In pratica, i sindacati rappresentativi stanno provando a far passare per aumento stipendiale ciò che strutturalmente non lo è, con il rischio concreto di trasformare la proposta in un boomerang, perché potrebbe aprire la strada a un aumento di fatto dell’orario di servizio, qualora il bonus 500 euro in busta paga dovesse tradursi in ore di aggiornamento obbligatorie e quantificate. Per quanto riguarda invece il bonus merito, tanto vale chiedere l’abolizione della stessa procedura prevista dalla Buona Scuola e procedere con la redistribuzione delle somme stanziate per gli aumenti in busta paga a pioggia.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Jobs act: giudizio di merito

Posted by fidest press agency su domenica, 28 dicembre 2014

jobs actE’ stato pubblicato lo schema di decreto legislativo contenente la nuova disciplina del regime di tutela in caso di licenziamento illegittimo. Si tratta di una “piccola” rivoluzione nella disciplina dei licenziamenti illegittimi per i nuovi assunti, in base alla quale la sanzione della reintegrazione è esclusa sempre nei licenziamenti economici (individuali e collettivi), mentre nei licenziamenti soggettivi (per giusta causa o giustificato motivo soggettivo) essa è eccezionalmente ammessa solo quando i motivi indicati sono “materialmente” inesistenti” (e dunque non è ammessa quando si discute se il licenziamento è misura “proporzionata” rispetto ai fatti). Invece della reintegrazione, in caso di licenziamento illegittimo spetta solo un indennizzo che dipende dall’anzianità (tutele crescenti) e che parte da 4 mensilità e può arrivare fino ad un massimo di 24 mensilità.“Il giudizio sulla manovra a livello generale è positivo poiché cambia il volto della disciplina del rapporto di lavoro in Italia rendendola più flessibile e vicina a quelle europee, anche se ci vorranno anni o decenni affinché si estenda alla maggioranza della popolazione italiana lavorativa – commenta l’Avvocato Fabrizio Daverio, socio fondatore dello Studio Legale Daverio & Florio, specializzato in diritto del lavoro e della Previdenza Sociale -. Il Jobs Act porta avanti la riforma Fornero rendendola però più netta e più chiara dato che i confini fra reintegrazione e indennità erano molto più ambigui. La reintegrazione adesso è un’eccezione assoluta, che si può applicare, a parte i licenziamenti discriminatori, solo nel caso di licenziamento soggettivo, quando i fatti materiali non sono veri.”
La nuova disciplina si applica a tutti i nuovi contratti di lavoro a tempo indeterminato ed è sufficiente che siano nuovi, cioè stipulati dopo l’entrata in vigore del decreto. Non conta più il requisito dei 16 dipendenti o oltre. La differenza è che per le aziende piccole gli indennizzi sono dimezzati e la reintegrazione non si applica neppure nel caso dei fatti “materiali” non veri.“Si tratta quindi di una piccola rivoluzione che porta certezza nella materia ma bisogna sottolineare che ciò vale solo per i nuovi contratti – prosegue l’Avvocato Fabrizio Daverio -. Non cambia nulla per quelli già in essere per i quali rimane in vigore la legge Fornero del 2012. La popolazione lavorativa italiana, dal momento in cui entrerà in vigore il decreto, si dividerà quindi in due, con i “nuovi assunti” a cui si applicherà la nuova disciplina e i “vecchi” che manterranno la precedente. Una spaccatura evidente anche a livello processuale poiché, per lo stesso caso, ai vecchi assunti si applicherà la legge Fornero, mentre per i “nuovi” si applicherà il giudizio ordinario del lavoro.”“E’ evidente che la manovra, congiuntamente alla politica di forte agevolazione e incentivazione alle assunzioni, punta a favorire le nuove assunzioni assicurando agli imprenditori la possibilità di poter ridurre il personale “nuovo” a costi certi e prevedibili, e soprattutto senza rischiare la reintegrazione – prosegue l’Avvocato Fabrizio Daverio – Alcune aspettative sono però andate deluse. Per esempio, è mancata un’espressa menzione dello “scarso rendimento” come causa di licenziamento. Un punto che interessa molto alle aziende ma si ritiene che il nuovo quadro normativo favorisca comunque iniziative anche a tale riguardo.”Ci sono anche novità molto interessanti. Il datore di lavoro che licenzia può offrire al lavoratore licenziato, in Sede Ufficiale, un indennizzo ridotto (da due a diciotto mensilità), con il vantaggio che esso è esentasse e non soggetto neppure a oneri sociali. E’ un modo per avvicinare le parti ad un accordo riducendo il costo dell’indennizzo (per il datore di lavoro) e aumentandone il valore (per i licenziati). “I piccoli imprenditori vengono incoraggiati a varcare la soglia dei 15 dipendenti prevedendo che la nuova disciplina si applichi – solo per essi, e solo se varcano tale soglia – anche se assunti precedentemente a tale data – conclude Daverio.”Viene infine istituito il “contratto di ricollocazione” volto a favorire il reinserimenti dei lavoratori licenziati nel mondo del lavoro. Lo si vedrà nei dettagli con i prossimi decreti attuativi.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Croce di bronzo al merito

Posted by fidest press agency su sabato, 7 aprile 2012

Orsogna. Il Ministero della Difesa ha conferito al luogotenente Antonio Cipollone, nato a Orsogna (Chieti) nel 1946, la Croce di bronzo al merito dell’Arma dei Carabinieri. La notizia è stata comunicata dalla Direzione generale per il personale militare del Ministero al Comune di Orsogna. E’ stato il sindaco, Alessandro D’Alessandro, a informare personalmente Cipollone della concessione del riconoscimento, avvenuta su proposta del Comando Regione Carabinieri Lazio. D’Alessandro ha invitato in Municipio il luogotenente – in pensione dal 2009 e che oggi risiede tra la vicina Arielli e Roma – e si è complimentato con lui a nome dell’intera comunità di Orsogna e dell’Unione dei Comuni della Marrucina. Questa la motivazione che ha portato alla concessione della Croce di bronzo ad Antonio Cipollone: «Con straordinaria abnegazione e spirito d’iniziativa – si legge nel decreto del Ministero della Difesa – ha sempre svolto il servizio nell’Arma esercitando un’azione di comando autorevole ed efficace. Nel corso di oltre quarantadue anni di carriera militare, ha profuso un incondizionato impegno nell’espletamento degli incarichi attribuitigli, costituendo insostituibile esempio e sprone per il personale dipendente e i colleghi. Con la sua opera avveduta e intelligente, ha contribuito allo sviluppo e al progresso dell’istituzione, esaltandone il lustro e il decoro nell’ambito delle Forze armate e del Paese».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Deroghe di caccia

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 marzo 2011

“Dall’Europa giunge un nuovo pesante colpo al sistema italiano delle deroghe di caccia, il cui fallimento è ormai palese e completo”. Lo afferma la LIPU-BirdLife Italia all’indomani della sentenza con cui la Corte di Giustizia europea ha condannato la Regione Sardegna per aver concesso deroghe in modo difforme da quanto previsto dalla direttiva Uccelli. “E’ molto importante analizzare il merito della sentenza della Corte di Strasburgo – sottolinea la LIPU – che ha condannato la Regione Sardegna per aver concesso deroghe a cacciare specie non cacciabili non solo senza aver indicato l’entità dei danni alle colture che gli uccelli (nella fattispecie cormorani) avrebbero provocato, ma anche senza aver preso in esame le possibili soluzioni alternative all’abbattimento degli uccelli, come invece rigidamente richiesto dalla direttiva comunitaria. “Si tratta allora di un nuovo caso-scuola, perché la deroga messa in atto dalla Sardegna e duramente condannata dalla Corte è una prassi utilizzata in molte altre regioni italiane: si grida genericamente al danno ma non lo si individua né quantifica, e soprattutto si ignora completamente che possono esistere soluzioni ben più efficaci dell’abbattimento degli animali. “La ragione di questo atteggiamento è semplice – proseguue la LIPU – le deroghe, come la Corte di Giustizia ha esplicitamente affermato, sono solo un espediente per consentire la caccia ordinaria a specie non cacciabili, attraverso la strumentalizzazione della questione dei danni. “Il risultato è, questo sì, un triplo danno: alle colture, che nel caso siano realmente danneggiate non ottengono alcuna risposta adeguata; alla fauna, che viene abbattuta illegittimamente; e al diritto, con ripetute infrazioni e condanne del nostro Paese. E potrebbe aggiungersene un quarto: perché la situazione italiana delle deroghe e della caccia in generale è tale che appare sempre più prossima la mannaia delle sanzioni economiche, a discapito di tutti i cittadini. “E’ giunto il momento di dire basta ai trucchetti di quel mondo venatorio che continua a premere perché si violino le regole e si cacci più di quanto è possibile. Il Governo intervenga, a cominciare  dall’impugnazione dalla nuova truffa in vista proprio nella Regione Sardegna, dove è stata approvata una legge sulle deroghe clamorosamente illegittima, perché priva della previsione del parere ISPRA. Una legge che, nel bizzarro progetto di qualcuno – conclude la LIPU – dovrebbe addirittura consentire, magari per danni all’agricoltura, la caccia ai tordi a febbraio, per i quali invece l’attività venatoria deve aver termine entro e non oltre il mese di dicembre”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Barbareschi su radio 24

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 febbraio 2011

Radio 24 – Barbareschi: “Berlusconi mi ha offerto di tutto per tornare al Pdl” Cosi Barbareschi ha detto alla Zanzara su Radio 24. “Ad Arcore abbiamo parlato di temi legati alla comunicazione, alla cultura, al lavoro ed è ovvio che Berlusconi mi abbia chiesto di tornare nel Pdl  – prosegue il deputato di Fli – ed è ovvio che mi abbia fatto delle proposte: ci sono 11 posti liberi da sottosegretario, ma non siamo entrati nel merito. La cosa peggiore è il berlusconismo non Berlusconi e La Russa e Gasparri hanno fatto più danni a Berlusconi di chiunque altro.” Poi sulle alleanze, Barbareschi si è così pronunciato: “Con Fini abbiamo parlato e ci siamo concentrati sul Congresso. Lunedì avremo un altro incontro. Noi dobbiamo tenere una posizione di destra e con Rutelli mai: Io non dimentico la battaglia  contro Rutelli. Io non voglio che diventi un partito allineato con la sinistra” (Chioda Maria Luisa)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nichi Vendola, i precari e il governo

Posted by fidest press agency su sabato, 16 ottobre 2010

“Il fatto che anche Nichi Vendola si occupi dell’università è indubbiamente positivo. Ma non sia troppo benevolo, il governatore, con il governo e con la maggioranza: non è vero che, come egli afferma, l’emendamento ‘bocciato’ alla Camera dalla scure di Tremonti fosse rivolto ai precari. Anzi, al contrario, era rivolto agli attuali ricercatori strutturati, nel tentativo di bloccarne la protesta. Una norma del tutto sbagliata e insufficiente, come ha affermato il PD, proprio perché non dà spazi ai precari e non prevede percorsi per l’ingresso nel ruolo docente fondati sul merito e su regole certe. Non vorremmo poi che, se quell’emendamento venisse finanziato dal governo, ascoltando l’odierno videoappello di Vendola, i ‘cari precari’ si sentissero paradossalmente indotti a dover ringraziare il governo per un emendamento che nei loro riguardi non avrebbe alcun effetto positivo. E in fondo a dover esprimere apprezzamento per una legge profondamente sbagliata non solo per la carenza delle risorse, ma perché riduce e dequalifica gli spazi dell’Università e della Ricerca italiane.  Credo che per affrontare seriamente il tema della riforma universitaria sia certo necessario sostenere la mobilitazione dei soggetti più coraggiosi e lungimiranti del mondo universitario, ma accompagnandola con proposte attente al merito e alla concretezza delle questioni, piuttosto che con fumosi e vacui appelli alla rivolta”. Lo afferma Marco Meloni, responsabile Università della segreteria nazionale del PD sul sito di TrecentoSessanta, l’Associazione che fa riferimento ad Enrico Letta.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Dio dei nostri sogni

Posted by fidest press agency su sabato, 9 gennaio 2010

Non entro nel merito per quanto riguarda gli affari religiosi e il ruolo dei cattolici e quello che il Vaticano esercita attraverso la guida papale di ieri e di oggi. Intendo, invece, focalizzare la mia attenzione su un certo ambiente religioso e i suoi rapporti nei confronti della scienza e sino alle sue estreme conclusioni. E’ palese, infatti, il timore di trasformare l’idea, che è stata tramandata, del Dio biblico in qualcosa che non regga al cospetto dell’evidenza scientifica. E’ un aspetto che mi ha fatto meditare a lungo e tuttora persistono perplessità e dubbi. Uno scienziato potrebbe dirci che il Dio delle religioni monoteiste è un “essere” che proviene da altre dimensioni. In questo scenario la geometria degli iperspazi può venirci in aiuto prefigurando più rappresentazioni del “creato” nelle quali far convivere la terza dimensione (quella nostra lunghezza, larghezza, altezza) con altre più complesse ma che permetterebbero a chi vi abita di muoversi con strani e fantastici poteri: muoversi a piacimento, sparire e ricomparire in un altro posto e vedere sia l’esterno sia l’interno dei corpi. Vi è poi da considerare l’annullamento del fattore tempo per cui tutto è presente e in eterno. Questa non è fantascienza ma il frutto di studi matematici e geometrici approfonditi e che durano già da Anni. Pensiamo a Luigi Fantappiè e più di recente a Giuseppe Arcidiacono. Se Dio altri non è che una entità che si muove in una dimensione (in una sorta di cerchi infernali o di cieli del paradiso dantesco) che gli permette di vedere e non essere visto, di essere sempre presente perché il tempo non lo tange allora non ha bisogno di metterci alla prova: egli già ci conosce dall’inizio alla fine e poi ancora, senza soluzione di continuità, per chi crede nella reincarnazione. A questo punto l’essere umano dove lo collochiamo? Possiamo supporre che venga da un’altra dimensione e che volendo creare di se una storia ha bisogno di trovarsi in una dimensione nella quale il tempo, nel suo cadenzare, gli permette di vivere e anche di morire. Ma è una vita e una morte solo temporale. Il tutto, quindi, può ridursi ad una carovana di pionieri che sperimentano cosa significa stare nel regno delle tre dimensioni. Essi vanno oltre il senso dato alla storia: hic sunt leones. Si possono creare storie, immaginare scenari e anche morire con la spada in pugno o vittima di sadiche torture. Ma ci dice che non sia a soffrire e a morire il nostro clone? D’altra parte le stesse attuali tecnologie ci hanno abituati a ricreare eventi del passato o “versioni” del presente sotto forma di simulazioni. Partiamo dal racconto degli aedi per passare alle macchine da presa, ai teatri di posa e fino al monitor del computer che dispone di programmi che costruiscono immagini e personaggi che si muovono, interagiscono e costruiscono il loro destino a colpi di mouse. Come può reggere tutto ciò all’idea che per millenni ci siamo fatta del Dio delle nostre invocazioni, dei messia, Cristo, Maometto o Buddha o di un nugolo di dei? Se da tutto questo potessimo averne, da vivi, ovviamente, la “prova provata” io vorrei essere dalla parte del giocatore con il suo video-game, ovviamente, ma questa è un’altra storia. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giovani medici italiani a confronto

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2009

Ben 23 mila medici in formazione specialistica, alcune migliaia di dottorandi e assegnisti di ricerca, 1.500 camici bianchi in formazione specifica di medicina generale: sono questi i numeri dei giovani medici italiani. Tra i camici bianchi che si avviano ogni anno all’esercizio della professione, si contano circa 8 mila specialisti, 500 formati in medicina generale. Camici bianchi che, denunciano gli stessi specializzandi, si aggiungono alla grossa fetta di precariato già accumulatasi negli anni. E sarà proprio questo uno dei temi al centro della conferenza nazionale Sigm (Segretariato italiano giovani medici), che ha aperto i battenti a Roma, nella Sala conferenze della Fondazione Enpam  ‘Meno politica e più merito nella sanità del futuro’ è lo slogan adottato dai giovani medici, il filo conduttore della conferenza che muoverà i passi a partire da domani. I delegati delle sedi Sigm si incontreranno per affrontare, in presenza delle istituzioni, i principali temi di attualità per la categoria: concorso e diritto di accesso alle scuole di specializzazione; formazione medico specialistica; formazione e status del medico in formazione specifica di medicina generale; accesso dei giovani medici alla ricerca; semplificazione burocratica e normativa; accesso al mondo del lavoro e tutela previdenziale; criteri di selezione per l’accesso al ruolo di dirigente medico.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Università: Merito, qualità, futuro

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 ottobre 2009

“Anche gli studenti dell’Ateneo di Roma Tor Vergata hanno aderito alla campagna nazionale lanciata da Azione Universitaria “Vogliono metterci in fuorigioco” per restituire dignità, efficienza e qualità ad un sistema universitario italiano al collasso. Siamo schierati contro la Casta, ovvero Baroni, Sindacati e Studenti “pecoroni” che lottano per la difesa di un sistema preistorico che garantisce poltrone e privilegi per pochi. Le proteste che saranno avviate dalla sinistra universitaria e baronale cercano semplicemente di arginare un importante percorso di riforma che intende riqualificare il significato del merito, razionalizzare le spese e favorire la qualità della didattica, della ricerca e dei servizi. Chiediamo alla Gelmini di attuare subito l’annunciata riforma degli organi di governo e dei criteri di valutazione per invertire la rotta di un sistema universitario allo sbando, puntando sulle parole chiave merito, qualità e futuro”. Così Filomena Russo, giovane universitaria del Pdl dell’Ateneo di Tor Vergata, che ha guidato la manifestazione promossa da Azione Universitaria per invocare l’immediata cambiamento dell’Università italiana.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Schizofrenia. La tua strada verso il futuro

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 agosto 2009

E’ un manuale redatto da un team di psichiatri in collaborazione con 18 associazioni europee dell’International Network for mental health education (informed), impegnate nella tutela della salute mentale. Il volume di 97 pagine è stato presentato nella versione inglese a Stoccolma al Congresso Europeo di Neuropsicofarmacologia  (Ecnp). Il progetto, sostenuto da Bristol Myers Squibb e Otsuka, ha preso il via a Londra dove i rappresentanti delle associazioni dei pazienti di tutta Europa si sono incontrati per confrontarsi sul modo migliore di offrire a pazienti e familiari una panoramica esaustiva sulla malattia. Di recente è disponibile la versione italiana, arricchita dalla prefazione dell’on.le Guidi che ne riconosce il merito di “parlare finalmente a chi il problema lo vive, infrangendo pregiudizi e stereotipi che vogliono il malato di schizofrenia inaccessibile, vittima passiva del suo problema, negandogli la parola e la dignità di chi invece ha diritto non solo di essere ascoltato, ma di essere coinvolto e chiamato a partecipare al suo processo di cura.” Il testo raccoglie informazioni sui principali aspetti legati alla schizofrenia, dalla diagnosi alla terapia, dall’assistenza alla gestione della routine quotidiana. Fornisce consigli pratici e storie di pazienti in cui riconoscere le proprie difficoltà e momenti di crisi e di successo, offrendo una puntuale descrizione della malattia. Il testo è in via di traduzione nelle diverse lingue europee.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Benzina: intollerabile variazione dei prezzi alla pompa

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 agosto 2009

La borsa delle materie prime varia ogni giorno, siano esse prodotti agricoli o minerari, ma tutto ciò non ha come conseguenza una variazione dei prezzi giornalieri al consumo. A nessuna impresa industriale è consentito variare i prezzi quotidianamente.  Fanno eccezione le compagnie petrolifere. Con questo malcostume realizzano due obiettivi: 1.  impedire una reale concorrenza. Nessun consumatore è in grado di sapere ogni giorno qual è la compagnia più conveniente. Le continue variazioni annullano di fatto l’effetto concorrenza 2.  incidere negativamente sull’inflazione. Molti prodotti a valle si adeguano, quindi, alle variazioni in alto dei carburanti, ma non si adeguano allorquando le variazioni sono negative (v. trasporti) La proposta di Adiconsum è semplice: vincolare le compagnie petrolifere a variare il prezzo alla pompa per un periodo predeterminato (es. 3 mesi). È evidente che ogni compagnia attua la propria variazione per i 3 mesi successivi. Nessuna interferenza, quindi, da parte dello Stato, ma una decisione in autonomia della compagnia. Una proposta, quella di Adiconsum, che non viola le regole comunitarie, tanto che è già in atto per elettricità e gas. Per i consumatori avrebbe un grande vantaggio: conoscere la compagnia più conveniente. Inoltre questo meccanismo eviterebbe le consuete speculazioni che si realizzano alla vigilia dei grandi esodi. Del tutto insignificante, stante l’attuale meccanismo di variazione dei prezzi giornalieri, risulta la decisione del Ministero dello sviluppo economico (inserita nella legge sviluppo) di rilevare giornalmente le variazioni dei carburanti. Adiconsum sollecita il presidente dell’Antitrust, Catricalà, ad aprire un’inchiesta in merito.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una truffa in “Comune”

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 agosto 2009

Il sequestro degli autovelox truccati condotto dalle Forze dell’Ordine in provincia di Caserta confermano, purtroppo, quanto già da tempo denunciato da Adiconsum: l’utilizzo cioè degli autovelox da parte dei Comuni come strumento per fare cassa. Adiconsum giudica positivamente quanto approvato dalla Commissione Trasporti della Camera in merito all’uso e all’abuso degli autovelox e sulla destinazione delle multe elevate. In particolare, non sarà più permesso appaltare a ditte esterne la gestione e l’utilizzo di tali apparecchiature, che dovranno invece essere di proprietà o acquisite in locazione dai Comuni stessi e utilizzate esclusivamente dalle Forze di Polizia e posizionate non oltre i 1000 metri dal cartelli che ne segnalano la presenza.Adiconsum auspica che il ddl sulla sicurezza stradale approvato dalla Camera e ora all’esame del Senato sia approvato per la parte relativa agli autovelox senza ulteriori modifiche. Adiconsum chiede di essere audita in merito.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ordine giornalisti: procedimento a carico di Ezio Greggio

Posted by fidest press agency su martedì, 28 luglio 2009

L’Ordine piemontese, il 17 luglio, ha aperto un procedimento a carico di Ezio Greggio e lo ha convocato per un’audizione a settembre. Motivo: il giornalista pubblicista (tra l’altro, quanti sapevano che è un collega?) avrebbe partecipato ad un alcuni spot televisivi. Questo tipo di attività è vietata agli iscritti all’Albo, a meno che la partecipazione sia a titolo gratuito. Non entriamo nel merito specifico della vicenda poiché sarà l’Ordine a dirimere la questione e decidere l’eventuale sanzione. Ci chiediamo solo perché non vengano presi in considerazione anche i casi dei giornalisti (in larga parte contrattualizzati) che scrivono articoli redazionali-pubblicitari. (fonte Fasipress)

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La nuova enciclica di Benedetto XVI

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2009

“La nuova enciclica di Benedetto XVI punta indubbiamente la sua attenzione su argomenti importanti e delicati: la necessità di fare operare all’interno del mercato realtà di diversa natura, che perseguono obiettivi differenti: imprese capitalistiche, sociali, organizzazioni del terzo settore, ma anche il bisogno di un’attività finanziaria dove ci sia spazio  per la finanza etica, che non può essere un’eccezione. Il Pontefice è chiaro: la finanza deve servire l’economia reale, e quindi è la finanza speculativa a costituire un’eccezione. Ma Benedetto XVI ci indica chiaramente quale sia la scelta vincente:  valorizzare nel concreto il principio di sussidiarietà, introducendolo nelle politiche pubbliche, laddove oggi lo si confonde in maniera erronea con supplenza” E’ quanto dichiara il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno in merito a “Caritas in veritate” la terza enciclica di Benedetto XVI pubblicata oggi. “Attraverso la sussidiarietà – conclude Alemanno – la globalizzazione non è il male, ma  se governata con nuove regole può diventare un’opportunità. Prima di tutto ponendo al centro delle politiche economiche l’uomo di ogni razza, cultura e religione i suoi reali bisogni. Questa enciclica ci invita tutti – ad ogni livello locale, nazionale ed internazionale – ad impegnarci nella promozione di un autentico sviluppo umano integrale ispirato ai valori della carità della verità”.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Nuovo riconoscimento all’Egitto

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 luglio 2009

Nel corso di un recente meeting internazionale l’International Finance Corporation (IFC) ha premiato l’Egitto per le sue performance e per l’impegno nell’attrarre investimenti stranieri sul territorio. A rappresentare il governo egiziano, il Ministro degli investimenti Mahmoud Mohieldin. L’IFC ha voluto premiare gli sforzi dell’Egitto nell’affrontare il tema delle barriere agli investimenti e per l’aver saputo prendere iniziative concrete per la crescita del business.  Questo importante riconoscimento è il terzo per l’Egitto in soli 4 anni, assegnato dal Report “Doing Business 2009” per gli sforzi perseguiti dal governo egiziano sulle riforme economiche attuate. Secondo quanto evidenzia il Report, l’Egitto è avanzato di 12 posizioni nel ranking del 2009 rispetto all’ultima edizione del 2008. Il Report attribuisce il merito di questi progressi alle riforme attuate dall’Egitto per lo sviluppo del business includendo una serie di operazioni che hanno favorito l’insediamento di nuove aziende, per esempio le facilitazione nella creazione dei centri “One Stop Shops”, la riduzione del capitale minimo per l’insediamento di nuove aziende e la conseguente eliminazione delle procedure burocratiche, la facilitazione e la riduzione del costo delle registrazioni e del tempo necessario per finalizzare le procedure di importazioni ed esportazioni.  Il Report ha elogiato l’Egitto per aver costituito il primo credit bureau capace di fornire assistenza e informazioni sul credito e i servizi di rating. Il Report ha anche registrato le azioni prese dall’Egitto per concretizzare la Economic Courts Law per facilitare le procedure legali e velocizzare le risoluzioni delle dispute economiche; inoltre la “legge” fornirà  la protezione necessaria agli investitori.  L’impegno nei confronti del sostegno alle PMI, nel fornire le finanze e le assicurazioni adeguate alle micro-imprese è stato discusso anche con il Vice Presidente della Banca Mondiale, Micheal Klein.  Nei prossimi anni l’Egitto concentrerà i suoi sforzi per incrementare il livello degli investimenti, soprattutto assistendo le nuove attività di business, nell’ottenere licenze, nel registrare le proprietà, nell’accesso alle finanze e nel rafforzare i contratti. Il governo ritiene che attuando queste manovre, si attireranno investimenti dal settore privato che saranno in grado di generare nuove opportunità di lavoro.
Informazioni sul GAFI. L’Autorità generale per gli Investimenti Egiziana ha assunto il ruolo di promotore degli investimenti, con il mandato di incoraggiare gli investimenti stranieri nel paese. A seguito dell’emendamento sulla legge degli investimenti no. 8 del 1997 introdotto dalla legge no 14/04, il Gafi è oggi l’unico ente in grado di approvare le proposte di progetto degli investitori stranieri. Il Gafi rappresenta un importante successo per il Governo Egiziano nello snellire le procedure per gli investimenti.  I servizi offerti dal Gafi, a costo zero per gli investitori, coprono dalla registrazioni delle società, alla localizzazione del sito, alla identificazione dei partner alla acquisizione delle licenze. Per poter offrire un servizio completo è stato costituito il “One Stop Shop” collocato presso la sede del Gafi dove i delegati di differenti agenzie governative, specializzati e competenti nel  trattare con gli investitori, lavorano sotto un unico tetto, per agevolare tutte le parti coinvolte.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza comune di Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

«Forse Buonasorte non è mai stato a Bogotà, dove la criminalità è controllata dai cartelli della droga. A Roma, fortunatamente, non abbiamo una condizione di carattere così grave. Di concerto con Prefettura e Forze dell’Ordine, l’amministrazione guidata dal sindaco Gianni Alemanno ha intrapreso una politica per l’affermazione di legalità e sicurezza. Tutti gli indicatori ci danno ragione in merito, ovviamente i fenomeni di microcriminalità per loro natura sono estremamente diffusi e articolati, tanto da imporre dei tempi non immediati per la risoluzione degli stessi. Lo sforzo che stiamo compiendo tutti è quello di riportare a una percentuale fisiologica per una metropoli il numero dei reati nella Capitale. Questo non solo con politiche di repressione dei fenomeni, ma anche attivando quegli strumenti di crescita e promozione sociale che possono allontanare alcune fasce della popolazione da fenomeni di devianza. Le risposte che La Destra vorrebbe dare a un fenomeno così complesso risultano del tutto semplicistiche ed inadeguate alla complessità sociale di una grande area metropolitana come Roma». Lo dichiara Giorgio Ciardi, delegato del sindaco alle Politiche della sicurezza

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Telethon: «il merito, senza eccezioni»

Posted by fidest press agency su domenica, 21 giugno 2009

Roma 22 giugno alle ore 11.00 nell’aula Giulio Cesare, in Campidoglio, si terrà un incontro con la stampa organizzato dalla Fondazione Telethon, con il patrocinio del Comune di Roma, che avrà per argomenti la meritocrazia e l’eccellenza nel campo della ricerca scientifica.  Ispirato ad una frase di Susanna Agnelli, fondatrice e presidente di Telethon,  scomparsa poco più di un mese fa, “Il merito, senza eccezioni” sarà l’occasione per presentare i lavori della Commissione medico scientifica internazionale di Telethon che si riunisce a Roma nei giorni 23 e 24 giugno per assegnare alla ricerca sulle malattie genetiche le donazioni degli italiani. All’iniziativa  interverranno tra gli altri Gianni Alemanno, sindaco di Roma, Luca Cordero di Montezemolo, consigliere d’amministrazione Fondazione Telethon, Jacques Beckmann, presidente Commissione medico scientifica Fondazione Telethon e Lucia Monaco, direttore ufficio scientifico Fondazione Telethon. Modererà i lavori Giulio Anselmi, presidente dell’Ansa.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »