Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘metalmeccanici’

Contratto metalmeccanici

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

fiomIl 22 luglio è stata sottoscritta l’ipotesi di accordo tra Confimi impresa Meccanica e FIM – CISL, UILM –UIL per il rinnovo del CCNL della piccola e media industria manifatturiera metalmeccanica.“Il confronto negoziale tra le nostre Organizzazioni – evidenzia Riccardo Chini Presidente di Confimi Impresa Meccanica – è stato trasparente e costruttivo.La FIOM – CGIL è stata invitata a partecipare al tavolo negoziale ed ha deciso di non rispondere ai nostri inviti, come altrettanto liberamente ha deciso di sedersi al tavolo con altre Organizzazioni datoriali. Non è la sola presenza della FIOM che definisce l’esistenza di un tavolo negoziale; nel caso, si tratterebbe di un monologo teatrale.Invitiamo la FIOM ad evitare affermazioni denigratorie e comunque arbitrarie sulla consistenza di altre Organizzazioni, affermazioni peraltro similari a quelle usate da altri nei suoi confronti, per definire la consistenza della partecipazione dei lavoratori alle sue iniziative di sciopero.Il rispetto reciproco delle Istituzioni associative è alla base del dialogo tra le Parti Sociali, la FIOM non può invocare principi di democrazia interna e trasparenza e allo stesso tempo tradirli non rendendo partecipi i lavoratori della scelta di non confrontarsi con la nostra Organizzazione e motivando successivamente la decisione verticistica con futili argomentazioni.Noi siamo e saremo sempre fautori del confronto sul merito delle questioni che interessano veramente le Parti sociali, come il valore del lavoro, dell’impresa e dello sviluppo civile ed economico della società.
Conoscevamo una FIOM differente, le auguriamo di ritrovarsi nei suoi valori e nella sua storia.”

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sciopero nazionale metalmeccanici

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 gennaio 2011

28 gennaio 2011. La riunione dell’esecutivo nazionale dell’Unione Sindacale di Base Lavoro Privato ha deliberato lo sciopero nazionale del settore metalmeccanici, proclamato per l’intera giornata del prossimo 28 gennaio. USB parteciperà alle manifestazioni che nella giornata dello sciopero si svolgeranno in tutta Italia. Lo sciopero è indetto a sostegno delle rivendicazioni della categoria dei metalmeccanici, a partire dalla vertenza Fiat, ed a difesa delle condizioni di lavoro, del contratto nazionale e della democrazia nei posti di lavoro. Come lo sciopero nazionale dei lavoratori del trasporto pubblico locale, indetto per il 26 gennaio, e le tante mobilitazioni in atto in altri settori produttivi, per USB l’azione di lotta dei metalmeccanici è inserita nel percorso di preparazione di uno sciopero generale che coinvolga tutti i lavoratori pubblici e privati, generalizzando la piattaforma rivendicativa ed estendendo la partecipazione attiva anche a tutti quei soggetti collettivi che operano nel sociale e sui territori.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mirafiori: le scelte dei metalmeccanici

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2011

“I lavoratori di Mirafiori nei prossimi giorni sono chiamati a una scelta difficile su un accordo importante sotto il profilo dell’investimento ma certamente gravoso sotto quello del lavoro. Credo che debbano essere rispettati e che sia indispensabile contrastare tutto ciò che può far crescere la tensione. Da questo punto di vista le dichiarazioni di Marchionne “se il risultato sarà sotto il 51% torneremo a Detroit a festeggiare i risultati ottenuti in America” sa di inutile provocazione. E’ bene che tutti i protagonisti di questa vicenda recuperino il senso di responsabilità e il rispetto per le posizioni e le scelte altrui”. Lo dichiara in una nota Paolo Bragantini, Segretario provinciale PD Torino

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

NO al ricatto Marchionne

Posted by fidest press agency su martedì, 11 gennaio 2011

Torino 12 gennaio alle ore 14.30 C.so Vittorio Emanuele II, 23 nella Sala Valdese  si terrà a un Convegno-Dibattito organizzato dal Forum Diritti/Lavoro e da USB avente per titolo “Diritti e democrazia sindacale non sono abrogabili – NO al ricatto Marchionne”. L’appuntamento si svolgerà a poche ore dall’inizio del Referendum di Mirafiori e rappresenta quindi un importante confronto pubblico che si colloca in una fase delicata e molto difficile. USB ha organizzato insieme ai Cobas un Comitato per il NO al Referendum. USB ritiene che lo sciopero nazionale dei metalmeccanici del 28 gennaio rappresenti un momento importante per la categoria e per preparare uno Sciopero Generale di tutti i lavoratori pubblici e privati entro la metà del prossimo mese di marzo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Metalmeccanici: Sciopero generale

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

28 gennaio. Lo sciopero del 28 è uno sciopero sacrosanto a tutela della categoria dei metalmeccanici ma non può essere scambiato per quell’azione generale che da mesi la Fiom, e non solo, richiedono alla Cgil.  Le lotte che in questi mesi precari, lavoratori pubblici, operai, immigrati, licenziati, cassaintegrati, sfrattati hanno messo in campo necessitano di un momento di sintesi generale e generalizzato che non può essere surrettiziamente agitato sovrapponendolo allo sciopero dei metalmeccanici.
L’Unione Sindacale di  Base dà indicazione a tutte le sue strutture della categoria di aderire allo  sciopero per impedire che la  ‘dottrina Marchionne’ passi e si estenda, auspicando al contempo l’apertura di un confronto immediato tra tutte le componenti del sindacato conflittuale per decidere un vero e proprio Sciopero Generale e Generalizzato, da collocare tra la fine di febbraio e la prima decade di marzo.   Un’azione che coinvolga tutti, i sindacati di base ed indipendenti, aree Cgil non genuflesse ai voleri della Camusso, i movimenti che operano nei territori, le organizzazioni degli studenti, dei disoccupati, dei precari, dei migranti e dei pensionati. Un movimento di massa e di popolo che, partendo dai problemi del lavoro, ponga come centrali la questione sociale, il reddito, il salario, la buona occupazione, la casa, i beni comuni, la democrazia e la rappresentanza sindacale.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fiat e sindacati

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 dicembre 2010

A leggere le cronache del lavoro, quelle che fanno le prime pagine e animano il dibattito politico e sindacale, sembra che l’Italia sia in pieno ‘900. Il contratto collettivo nazionale dei metalmeccanici è al centro di polemiche ideologiche che contengono contraddizioni grosse quanto il nostro debito pubblico, ma che raramente vengono evidenziate. Primo punto: è il settore metalmeccanico il fulcro attorno al quale costruire il futuro? I metalmeccanici sono circa il 10% della forza lavoro, che danno un forte contributo alla produzione di Pil e alle esportazioni (non c’è solo la Fiat). Ciò nonostante è paradossale che l’unico grande dibattito avvenga in questo settore, mentre il magmatico mondo dei cosiddetti lavori atipici (collaborazioni, partite Iva, ecc.), è lasciato ai margini, salvo aumentargli sempre più l’imposizione previdenziale. La fabbrica automobilistica era sicuramente emblema del sistema produttivo del secolo scorso, industria innovativa che trascinava la ricerca in altri ambiti. Ma oggi è così? No, la centralità è in altri settori, ed ha al centro Internet, e tutto ciò che ne deriva. Si pensi solo alle società a maggior capitalizzazione in borsa: una volta dominavano i costruttori di automobili, oggi in quella statunitense Google, Apple e Microsoft la fanno da padroni. Secondo punto: il settore metalmeccanico è quello che più necessita di flessibilità e stimoli alla produttività? Nessun dibattito serio, invece, sul settore meno produttivo in Italia quello pubblico. E non è il caso di fare polemichette a tratti popolari scimmiottando il ministro Renato Brunetta (che scimmiotta se stesso). L’improduttività non dipende dai ‘fannulloni’, ma dalla politica che ha più interesse a piazzare lavoratori (per catturare consensi), piuttosto che erogare servizi di qualità ai cittadini: giustizia, istruzione, sicurezza, ecc.. Una propensione ideologica, non solo in malafede. Tale pratica continua anche in regime di blocco delle assunzioni nel pubblico: basta creare società municipalizzate che sfuggono a questo blocco (vedi il recente caso che ha coinvolto diverse società del Comune di Roma). Terzo punto: i sindacati più ‘moderati’ sono realmente quelli più saggi? Ci limitiamo a constatare che le due confederazioni che da anni sono considerate più moderate ed aperte ai cambiamenti (Cisl e Uil, in contrapposizione all’ideologica Fiom-Cgil) hanno diversi scheletri nell’armadio. La Cisl ha la sua roccaforte di iscritti (oltre che tra i pensionati) tra i dipendenti pubblici, e in quest’ambito è sicuramente più conservatrice e meno propensa all’innovazione. Per quanto riguarda la Uil, basti ricordare come ha contribuito a devastare la società statale Tirrenia, compagnia navale dove Uiltrasporti è dominante e detta legge, in barba a tutti i soldi buttati a mare dai contribuenti. (Domenico Murrone, direttore Avvertenze online) – http://avvertenze.aduc.it

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »