Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘metano’

Passare al metano

Posted by fidest press agency su domenica, 13 marzo 2011

Conviene sempre di più in specie ora con la “verde” attorno agli 1,55 euro. Il risparmio si fa sempre più sostanzioso: con un auto compatta circa 100 euro al mese per chi fa 18 mila chilometri l’anno, e di più per percorrenze superiori. Con il gasolio sopra a 1,4 euro per litro, anche le city car diesel perdono il primato del risparmio: con il metano a una Fiat Panda bastano 3,7 Euro per fare 100 km, mentre con il gasolio ne servono più di 6,5. Lo conferma Gas Natural Vendita, società italiana della multinazionale dell’energia Gas Natural Fenosa, che ha evidenziato come i continui rincari alla pompa favoriscano sempre più chi va a metano. E questo soprattutto in Italia, ove la minor spesa per acquistare il carburante vede vincere nettamente il metano. “Il vantaggio del metano sulla benzina è sempre più forte – ha dichiarato  Carlos Escolies, Amministratore Delegato di Gas NaturalVendita – Oggi, bastano 15 mila chilometri per risparmiare 1000 euro, e con  una percorrenza annua di  18 mila  chilometri e un’auto compatta  se ne risparmiano 100 al mese:  come avere un aumento

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Eolico 2009: installati 37.466 MW

Posted by fidest press agency su sabato, 6 febbraio 2010

Diecimila centosessantatre megawatt di potenza elettrica sono stati installati in Europa nel corso del 2009. Questo è il risultato a consuntivo del settore eolico nello scorso anno, che significa (a livello di potenza, non di produzione) l’equivalente di dieci centrali termoelettriche di grande potenza (1.000 MW). A guidare il mercato sono sempre Germania e Spagna, con 1.917 e 2.459 MW rispettivamente. Terza al fotofinish l’Italia che “eroicamente” (viste le difficoltà di allacciamento alla rete di alta tensione italiana), ha installato 1.114 MW. Questi dati confermano il buon periodo per l’eolico che anche nel 2009 a livello europeo è stata la fonte di generazione elettrica maggiormente installata. In altre parole su un totale di quasi 26 mila nuovi MW, il 39% è stato eolico, seguito dal metano (26%) e dal fotovoltaico (16%). I megawatt relativi a nuovi impianti ad olio combustibile, per avere un confronto, sono stati solo 573 e 493 (1,7%) l’incremento del nucleare (a fronte di 1.300 megawatt dimessi). Questi dati indicano che le fonti rinnovabili costituiscono più della metà delle nuove installazioni (61%). Risultati positivi anche oltreoceano perché i dati dell’American Wind Energy Association (AWEA) indicano che negli Stati Uniti grazie ad un trimestre finale record sono stati installati 9.922 MW di eolico. Ma a battere tutti, anche in questo campo, è stata la Cina che ha messo in piedi 13 mila MW, raddoppiando praticamente in un anno la sua potenza installata e balzando in cima alla classifica mondiale. Il segretario generale dell’associazione di categoria delle industrie del settore delle rinnovabili, Li Junfeng, ha dichiarato che col tasso di crescita del 2009 il target non ufficiale di 150 mila MW da installare entro il 2020 sarà raggiunto anticipatamente. In Asia, dietro alla Cina muove i primi passi l’India con un installato di 1.270 MW. Grazie ai nuovi 37.466 MW, a inizio 2010 risultano pertanto installati nel mondo 157.899 MW.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incentivi gpl e metano

Posted by fidest press agency su domenica, 13 dicembre 2009

San Lazzaro di Savena dal 14 dicembre è aperto il bando di partecipazione per l’assegnazione di incentivi ai residenti nel comune di San Lazzaro di Savena per la conversione a metano o a GPL degli autoveicoli alimentati a benzina (pre-euro, euro 1, euro 2, euro 3, euro 4 e successivi). Il contributo è di 500 euro per le auto convertite dall’1-12-2009 in poi. E’ concessa l’erogazione di un solo contributo per ogni persona fisica o giuridica a seguito dell’avvenuta trasformazione dell’impianto. Il contributo non è cumulabile con analoghi incentivi pubblici e potrà essere riconosciuto solo fino ad esaurimento del fondo. Il Comune, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, ha aderito al VII Accordo Regionale di Qualità dell’Aria 2008-2009, che ha come finalità l’incentivazione all’uso di veicoli eco-compatibili, nel rispetto dell’ambiente, per la riduzione delle sostanze inquinanti emesse in atmosfera. Per questo l’Amministrazione Regionale ha concesso al Comune di San Lazzaro di Savena un contributo di 55.056 euro da destinare alle persone fisiche e giuridiche residenti per la conversione a metano o GPL di un’auto alimentata a benzina. La domanda va presentata a partire dal 14 dicembre 2009:  consegnandola direttamente agli sportelli dell’URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico) dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle 13, il giovedì dalle ore 8 alle 18; per posta raccomandata A/R indirizzandola all’ Ufficio Ambiente, piazza Bracci n.1 – 40068 San Lazzaro di Savena. Le domande presentate prima di questa data non saranno prese in considerazione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le auto ecologiche nel Lazio

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 novembre 2009

Delle 3.794.549 autovetture che circolano attualmente nel Lazio solo 119.190 (3,14%) sono ecologiche cioè a metano, Gpl o elettriche. La stragrande maggioranza (96,86%) delle auto in circolazione sulle strade laziali è infatti costituita da auto a benzina (58,07%) ed a gasolio (38,79%). Questi dati emergono da un’analisi condotta dall’Osservatorio sulla Mobilità Sostenibile di Airp (Associazione Italiana Ricostruttori Pneumatici) su dati Aci. L’analisi contiene anche la graduatoria per densità di auto ecologiche delle singole province laziali. In testa alla classifica Rieti (4,97%), seguono nell’ordine Latina (4,94%), Frosinone (4,74%), Viterbo (3,12%) e la capitale Roma (2,66%) che chiude la graduatoria delle province del Lazio.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo catalizzatore per la combustione del metano

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 ottobre 2009

É possibile grazie a un nuovo catalizzatore scoperto da un team di ricercatori della Sissa di Trieste, dell’Università degli Studi di Udine e del Centro di simulazione numerica Democritos, in collaborazione con l’Istituto delle tecniche energetiche dell’Università della Catalogna, a Barcellona.  Sulla rivista Angewandte Chemie International Edition  i ricercatori hanno pubblicato uno studio che descrive la sintesi e i processi di funzionamento di un nuovo catalizzatore per la combustione del metano, in grado di favorire un uso più pulito ed efficiente delle risorse energetiche. Per la cui attivazione è necessario un minor contenuto di metallo prezioso, con conseguente beneficio economico.  I catalizzatori in genere sono realizzati da un supporto in materiale ossido resistente al calore e da materiale attivo cataliticamente come il platino, il rodio o altri metalli preziosi. “I nuovi catalizzatori più attivi – precisa Fabris – sono quelli in cui anche il materiale ossido entra in gioco nel processo di trasformazione chimica: il nostro funziona come una spugna di ossigeno, partecipa cioé attivamente alla reazione immagazzinando o rilasciando ossigeno reattivo, che può essere direttamente coinvolto nei processi ossidativi per la trasformazione, per esempio, di un inquinante quale il monossido di carbonio in anidride carbonica. Così facendo vengono risolti due problemi importanti: il costo e l’efficienza. Riducendo la quantità del metallo presente nel catalizzatore si riducono i costi. Comprendendo a livello atomico come inserire in modo specifico gli atomi di metallo all’interno dell’ossido, il catalizzatore diventa più efficiente e resta attivo più a lungo” L’analisi microscopica ha permesso di ricondurre l’attività chimica alla formazione di nanostrutture ordinate che non soffrono della deattivazione quando esposte ad alta temperatura, consentendo così di intervenire positivamente sul punto che limita l’attuale tecnologia. L’importanza del lavoro è stata sottolineata dagli editori della rivista, che lo hanno selezionato e incluso nella categoria speciale dei contributi particolarmente significativi (Hot Paper) in un campo di altissimo interesse e in rapido sviluppo. Angew. Chem. Int. Ed. è la rivista con il più alto impact factor nelle scienze chimiche, seconda, in questo campo, solo a Science o Nature.  La ricerca è stata realizzata grazie a un contributo del Miur (progetto PRIN) e della Regione Friuli Venezia Giulia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »