Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘meteorologia’

Prende vita “PECASUS”: il consorzio europeo per il monitoraggio della meteorologia spaziale

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 novembre 2019

Da oggi il consorzio europeo PECASUS entra pienamente in funzione con il monitoraggio meteorologico spaziale globale a tutela del traffico aereo sulle rotte polari settentrionali. Obiettivo di PECASUS è quello di monitorare le condizioni meteorologiche spaziali per ridurre il rischio del personale di volo e dei viaggiatori che percorrono le rotte polari settentrionali, esposti alle forti emissioni di materia e radiazione ad altissima energia provenienti dal Sole. Queste emissioni, seppur occasionali, possono avere un impatto rilevante sulle capacità di navigare e comunicare correttamente. Il centro europeo PECASUS (www.pecasus.eu), sotto il coordinamento dell’Istituto Meteorologico Finlandese, vede la partecipazione di Austria, Belgio, Cipro, Germania, Gran Bretagna, Italia, Paesi Bassi e Polonia. Esso opererà, unitamente agli altri due centri internazionali, l’ACFJ (Australia, Canada, Francia e Giappone) e il centro gestito dagli Stati Uniti, alternativamente per periodi di due settimane, durante le quali gli altri due faranno da back-up. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), in collaborazione con le altre istituzioni partecipanti, fornirà a PECASUS i dati ionosferici e geomagnetici opportunamente elaborati per diramare avvisi sulle mutate condizioni meteorologiche spaziali (space weather). Nell’ambito dell’attività sinergica tra i vari enti, il Centro belga per le relazioni Sole-Terra (STCE) consoliderà il contenuto delle osservazioni, dei prodotti dai dati osservati e dei modelli forniti da tutti i partner del consorzio, mentre il Centro meteorologico britannico (MetOffice) gestirà i sistemi di sicurezza affinché tutte le operazioni di PECASUS siano garantite anche in casi di anomalie infrastrutturali. La convalida delle performance del servizio e il collegamento con gli utenti finali saranno, infine, affidati all’Istituto Meteorologico Olandese (Royal Netherlands Meteorological Institute – KNMI).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le risorse idriche del Paese sono sempre più condizionate dall’andamento meteorologico

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

E’ caratterizzato da eventi temporaleschi copiosi, se non violenti, ma localizzati: lo afferma l’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), analizzando lo stato delle portate di fiumi e bacini.
Al Nord, mentre i grandi laghi (Maggiore, Como, Iseo, Garda) sono tutti sopra la media stagionale, il fiume Po è sotto media; significativo è l’andamento del Grande Fiume, la cui portata è inferiore allo scorso anno nei territori a monte per poi ingrossarsi notevolmente durante il corso grazie ai cospicui apporti degli affluenti. Analogo è l’andamento di Dora Baltea e Stura di Lanzo, mentre restano abbondantemente sopra i livelli di un anno fa i fiumi, protagonisti dell’emergenza idrogeologica della scorsa settimana: Stura di Demonte, Toce e Sesia; emblematico è il caso del fiume Tanaro che a Montecastello segna una portata di 188 metri cubi al secondo (un anno fa: mc/sec 373), ma ad Alessandria raggiunge i 125 metri cubi al secondo contro i 29,6 di un anno fa.
Scendendo verso Sud, mentre restano sostanzialmente nella media gli invasi di Umbria (Maroggia), Abruzzo (Penne) e Calabria (Monte Marello e Sant’Anna), sull’anno scorso segnano un deficit le riserve idriche di Basilicata (-123 milioni di metri cubi), Puglia (-21 milioni di metri cubi), Sardegna (-109 milioni di metri cubi); opposta è invece la condizione della Sicilia, i cui invasi contengono 50 milioni di metri cubi d’acqua in più rispetto a 12 mesi fa.“Questa situazione a chiazze – analizza Francesco Vincenzi, Presidente di ANBI – conferma la necessità di investire per la realizzazione di nuovi invasi, al fine di stoccare più dell’11% di acqua piovana, che attualmente riusciamo a trattenere; disporremmo così di maggiori riserve idriche da utilizzare nei momenti di bisogno con evidenti vantaggi per l’agricoltura e l’ambiente, ma anche per la sicurezza idrogeologica.”“Attualmente – conclude Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – il Piano Straordinario Invasi ha finanziato 21 progetti in 5 anni per un importo di 144 milioni di euro, mentre altri 23 progetti sono finanziati dal primo stralcio del Piano Nazionale Invasi per un importo complessivo di 106 milioni di euro; a questi stanziamenti va aggiunto il primo stralcio del Piano Nazionale Mitigazione Rischio Idrogeologico: finanziati 25 progetti per un importo di 44,3 milioni di euro. Sono risorse importanti – conclude il DG di ANBI – ma insufficienti rispetto all’evoluzione dei cambiamenti climatici, che espongono il nostro Paese al paradosso del pericolo sia di tragiche alluvioni che di disastrose siccità; per questo, mentre stiamo adoperandoci per aprire al più presto i cantieri, chiediamo di destinare nuovi stanziamenti per il Piano Nazionale Invasi. Gestire efficientemente le acque di superficie, sia quando sono troppe che quando sono poche, è propedeutico a qualsiasi ipotesi di sviluppo economico e territoriale.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Meteorologia e comunicazione

Posted by fidest press agency su domenica, 27 maggio 2018

Campobasso. l’Associazione MeteoinMolise e l’I.I.S S. Pertini hanno organizzano il convegno “Meteorologia e comunicazione: dai modelli matematici alla previsione”, che si è tenuto presso l’Auditorium di Campobasso, con autorevoli partecipazioni di nomi noti della meteorologia italiana, tra i quali il Presidente MeteoNetwork Marco Giazzi.Proprio Giazzi, in apertura di convegno, ha effettuato un excursus sull’evoluzione della comunicazione in meteorologia, dagli albori pre-internet, quando le informazioni erano limitate e comunque erogate da canali istituzionali con un linguaggio semplice e diretto, fino all’odierna sovrabbondanza di dati e previsioni, spesso non autorevoli e riportate in modo poco o per nulla scientifico, con modalità atte più alla ricerca di introiti commerciali che altro. Una pratica infausta, con persone e/o aziende che utilizzano illegalmente termini quale “allerta meteo” o “allarme meteo”, che dovrebbero essere invece riservati alle istituzioni a questo preposte.
Marco Giazzi, nel riportare il virtuoso esempio di MeteoNetwork, ha elencato gli sforzi fatti negli anni per creare protocolli di comunicazione, controllo dei processi e verifica delle attività, che ancora oggi rappresentano per MeteoNetwork un investimento culturale e scientifico, utile a favorire una sempre maggiore collaborazione con Enti, Istituzioni, Aziende, Associazioni. Fin dalla sua fondazione MeteoNetwork ha infatti siglato numerose collaborazioni con diverse realtà professionali e non della meteorologia italiana ed estera, come nel caso dell’appena siglato accordo di scambio dati con il National Observatory of Athens/Institute for Environmental Research.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le parole ostili e amiche della meteorologia

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 novembre 2017

Philippine climateRovereto. Esagerazione, bomba d’acqua, superficialità, notizia a tutti i costi. Da opporre ad affidabilità, elasticità, conoscenza, attenzione, sviluppo, intelligenza, competenza e passione. Sono queste alcune delle parole ostili e delle parole amiche della meteorologia raccolte in occasione della tavola rotonda che il Festival meteorologia di Rovereto ha dedicato alla comunicazione delle previsioni del tempo e dell’allerta meteo.
La comunicazione meteorologica è al centro di interessi economici sempre più forti e il dato dell’impatto dell’audience del pubblico sulle meteo notizie riveste oggi un ruolo sempre più cruciale. Questo fa si che non manchino polemiche e contraddizioni, anche a causa del progressivo moltiplicarsi di canali mediali dove vengono proposte informazione sul meteo. Per rispondere e ribaltare il trend è fondamentale costruire un’informazione di qualità che contrasti quello che spesso finisce per essere un flusso comunicativo superficiale e inopportuno. Il Festivalmeteorologia, che ha richiamato al Polo Meccatronica di Trentino Sviluppo oltre duemila tra esperti, appassionati, curiosi e stakeholder del settore provenienti da tutta Italia e che si è chiuso oggi con l’ultima sessione di lavori dedicata alla formazione in meteorologia, ha dunque posto particolare attenzione in questa edizione al tema della comunicazione. Durante la tavola rotonda del sabato pomeriggio, condotta da Luca Calzolari direttore de Ilgiornaledellaprotezionecivile.it, gli spunti emersi hanno confermato quanta attenzione venga posta anche dal pubblico generalista all’informazione meteorologica. Il confronto ha visto tra i protagonisti Guido Caroselli, meteorologo e giornalista; Daniele Mocio, meteorologo, tenente colonnello dell’Aeronautica; Paolo Corazzon meteorologo e responsabile del rapporto con i media di 3B Meteo; Andrea Giuliacci, previsore Centro Epson Meteo; Carlo Cacciamani, Dirigente Responsabile del Servizio Centro Funzionale Centrale, Dipartimento della Protezione Civile Alberto Trenti, Direttore di Meteotrentino; Marco Ferrazzoli, Capo Ufficio stampa CNR; Mario Rusconi, Vice Presidente dell’Associazione Nazionale Presidi.
Positivo il bilancio finale per la manifestazione organizzata da Università di Trento, Comune di Rovereto, Trentino Sviluppo e Fondazione Museo Civico di Rovereto e patrocinata da Provincia autonoma di Trento, Trentino Marketing, Accademia roveretana degli Agiati e SAT – Società degli Alpinisti Tridentini. Grande partecipazione, livello scientifico elevato, punto d’incontro per amatori, appassionati e aziende, questi i punti che confermano il Festivalmeteorologia come manifestazione di riferimento italiano e che consentono già da oggi di lanciare l’invito a tutti per l’edizione 2018.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scienziati e credenti

Posted by fidest press agency su martedì, 23 novembre 2010

Roma 23 novembre 2010 alle 17.10, presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (via degli Aldobrandeschi 190), si tiene un’interessante conferenza della serie “Scienziati e credenti”. bnell’ambito del Master in Scienza e Fede, si terrà la conferenza con ingresso libero “Fede e studi scientifici al Collegio Romano”. Parlerà il Prof. Luigi Iafrate, geografo, esperto di Storia della meteorologia. L’incontro sarà trasmesso in videoconferenza a Bologna, presso l’Istituto Veritatis Splendor (Via Riva di Reno 57).  L’incontro fa parte della serie di conferenze “Scienziati e credenti” del Master in Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, giunto quest’anno alla sua nona edizione. È diretto dall’Istituto di Scienza e Fede dello stesso Ateneo, che è stato eretto il 13 aprile 2010. Questo Istituto ha come oggetto lo studio, la ricerca e l’insegnamento delle tematiche del rapporto tra scienza e fede, per fornire risposte alle questioni etiche ed antropologiche che gli incessanti sviluppi della scienza e della tecnica suscitano, cercando punti di incontro verso il dialogo.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Consigli per difendersi dal Caldo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2010

Le ondate di calore sono condizioni meteorologiche estreme che si verificano durante la stagione estiva, caratterizzate da temperature elevate, al di sopra dei valori usuali, che possono durare giorni o settimane.   L’Organizzazione Mondiale della Meteorologia – WMO, World Meteorological Organization, non ha formulato una definizione standard di ondata di calore e, in diversi paesi, la definizione si basa sul superamento di valori soglia di temperatura definiti attraverso l’identificazione dei valori più alti osservati nella serie storica dei dati registrati in una specifica area.   Oltre ai valori di temperatura e di umidità relativa, le ondate di calore sono definite dalla loro durata. E’ stato infatti dimostrato che periodi prolungati di condizioni meteorologiche estreme hanno un impatto sulla salute maggiore rispetto a giorni isolati con le stesse condizioni meteorologiche. Il caldo causa problemi alla salute nel momento in cui altera il sistema di regolazione della temperatura corporea. Normalmente il corpo si raffredda sudando, ma in certe condizioni ambientali questo meccanismo non è sufficiente. Se, ad esempio, il tasso di umidità è molto alto, il sudore evapora lentamente e quindi il corpo non si raffredda in maniera efficiente e la temperatura corporea può aumentare fino a valori così elevati da danneggiare organi vitali.   La capacità di termoregolazione di una persona è condizionata da fattori come l’età, le condizioni di salute, l’assunzione di farmaci.   I soggetti a rischio:
Le persone anziane o non autosufficienti
Le persone che assumono regolarmente farmaci
I neonati e i bambini piccoli
Chi fa esercizio fisico o svolge un lavoro intenso all’aria aperta  (A cura del Dr. Vincenzo Marzano Presidente G.I.V.A. Comitato Provinciale Trapani)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo e meteorologia

Posted by fidest press agency su martedì, 8 giugno 2010

Milano Marittima 18 giugno alle ore 20.45, presso il Centro Congressi in Via Jelenia Gora, convegno dedicato al rapporto sempre più stretto che si è venuto a creare fra mondo del turismo e le vicende meteorologiche. Ospiti della serata, il Colonnello Mario Giuliacci del Centro EPSON Meteo e Pierluigi Randi di Meteoromagna.  “Il turismo degli anni 2000, e l’economia del suo settore, sono condizionati in maniera importante dalle condizioni meteorologiche” – spiega Biondi Claudio organizzatore dell’incontro – “oggi la vacanza media è composta dai giorni di una settimana, o addirittura dal solo weekend, è quindi logico che la sua pianificazione passi attraverso ad una attenta consultazione delle previsioni meteo, nella speranza che il bel tempo sia un gradito compagno di viaggio.  E’ quindi facile intuire quale “responsabilità” viene attribuita ai meteorologi quando il servizio di previsioni non rispecchia la realtà dei fatti.” Il Colonnello Mario Giuliacci e Pierluigi Randi, saranno lieti di illustrare al pubblico, in modo sobrio ed efficace, le ultime evidenze scientifiche, utili per comprendere meglio il complesso mondo della meteorologia.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Napoli: Crimini ecologici

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2010

“Il sistema di videosorveglianza già esiste nel parco di Somma, il problema è la gestione dell’impianto”. In questo modo Angelo Di Mauro, viceresponsabile per la Campania dell’Italia dei Diritti, manifesta il suo disappunto circa la richiesta del sindaco Allocca di inserire anche il comune di Somma Vesuviana nel Napoletano nel progetto di controllo ambientale, che, attraverso un sistema di monitoraggio informatico, misura 24 ore al giorno l’inquinamento delle acque, dell’area, della meteorologia e della sicurezza delle infrastrutture e dell’ambiente. Tale iniziativa è stata presentata dal comando provinciale del Corpo Forestale dello Stato, circa un mese fa,  per il cosiddetto ‘Triangolo della morte’ che comprende Marigliano, Acerra e Nola. Spiega l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro: “Salvaguardare una zona aperta a discariche e appuntamenti criminali prevede una struttura idonea e un personale qualificato e non credo che la polizia forestale sia in grado di farlo. Ci sono molte aziende che si occupano dell’istallazione di impianti di videosorveglianza, quindi il primo problema è  garantire gare ufficiali e inoltre – conclude Di Mauro – c’è bisogno di  ottime sale di controllo fornite di squadre tecniche adeguate e non di impianti morti perché abbandonati a sé stessi”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

5° edizione del Fano Yacht Festival

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 maggio 2009

Sono ‘piovuti’ affari alla V edizione del Fano Yacht Festival dove, se non sono stati giorni fortunati dal punto di vista meteorologico, lo sono stati sicuramente per i risultati: la V edizione del Salone Nautico dell’ Adriatico, infatti, che si è svolta a Fano dal 22 al 26 aprile 2009, si è chiusa riuscendo ad imprimere un forte segnale positivo, infondendo fiducia in uno dei settori maggiormente colpiti dalla crisi economica.  E’ così che le aziende presenti hanno concluso ottimi affari, vendendo imbarcazioni fin dal primo giorno, grazie anche alla possibilità di effettuare prove in mare, opportunità che distingue il Salone marchigiano dagli altri appuntamenti nazionali in un’affascinante vetrina affacciata sul Porto Turistico Marina dei Cesari di 80.000 mq, di cui 50.000 a terra e 30.000 in acqua.  Sono i numeri a parlare in maniera chiara e a registrare risultati lusinghieri: 180 gli espositori presenti, con un incremento del 15% rispetto la scorsa edizione; 157 le imbarcazioni esposte appartenenti ai principali marchi della nautica internazionale dove si sono distinti: 3B Craft, Abacus, Aicon, Airon Marine, Apreamare, Arcoa Yachts, Astondoa, Atlantis, Azimut, Bavaria, Beneteau, Benetti, Bertram, Blu Martin, Cantiere Salpa, Cantieri Mimì, Cantieri Navali Casa, Cranchi, Crosera, Dominator, Fairline, Galeon, Ilver, Innovazioni e Progetti, Intermare, Itama, Jeanneau, MBE, Metamarine, Nautica Dynamic, Navalplastica, Pershing, Primatist by Bruno Abbate, Raffaelli, Ranieri, Riva, Rose Island, Sea Ray, Sogica, Solemar, Sunseeker, Terranova, Vicem.  Significativa la partecipazione delle emittenti televisive che hanno offerto visibilità agli espositori dedicando loro ampi servizi ( Rai 1 con la trasmissione “Festa Italiana”; Rai 2 con TG Economia e la rubrica del TG  “Costume e Società”; Rai 3 con il TG3 e la trasmissione “Buongiorno Regione”; Yacht & Sail; Nuvolari; Class Life; Mare Tv; solo per citare le più note senza dimenticare la numerosa presenza quotidiana di emittenti regionali del Centro Italia) Una novità del 2009 è stata l’esposizione dell’ AERIKS 200, avveniristico esempio di aeromobile biposto tandem con elica spingente, che ha rappresentato una gradita sorpresa per gli appassionati del volo, mentre per quelli dei motori da strada si è fatta notare “Tesla”, l’innovativa auto 100% elettrica presentata da Energy Resources che ha sensibilizzato il pubblico in merito all’utilizzo delle energie rinnovabili.  Uno spazio importante è stato occupato anche dai convegni tecnici, che hanno affrontato argomenti di stretta attualità, come il dragaggio dei porti, il Distretto del Mare, l’applicazione dell’innovazione al campo della cantieristica, la sicurezza delle imbarcazioni e l’ecologia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »