Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

Posts Tagged ‘metodologia’

La metodologia di progettazione e sviluppo di progetti digitali di Enhancers è nativamente smart

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 aprile 2020

Tutti gli strumenti di collaborazione a distanza fanno da sempre parte del lavoro quotidiano della realtà fondata nel 2011 a Torino, tra i precursori dello User experience (UX) design in Italia.Enhancers, oggi, ha due basi in Italia, a Torino e Bologna, 50 dipendenti, un fatturato con una crescita costante con tassi del 30-40% anno su anno. Nel 2019 il team ha accolto 16 nuove persone, inquadrate con diverse forme di collaborazione, e prevede di aggiungere 8 nuovi collaboratori nei prossimi mesi, sia designer e sia sviluppatori.«In un momento difficile come questo l’industria del digitale è tra le poche a reggere l’urto, anzi, vede moltiplicarsi le opportunità di innovazione e crescita. Da protagonisti del settore intendiamo trasferire questo valore anche al territorio, creando lavoro e nuovi mercati», afferma Luca Troisi, fondatore e CEO di Enhancers.Enhancers è permanentemente in modalità smart working anche quando i team sono fisicamente presenti. La comunicazione interna e con i clienti avviene, oltre che via mail e telefono, con Hangouts Meet per le videoconferenze e Chat per le conversazioni per iscritto. I progetti vengono condivisi con Miro, una piattaforma on line per il co-design e l’Agile e i materiali sono nel cloud su Google Drive, accessibili a tutto il team. I prototipi digitali sono realizzati e inviati con InVIsion. La storia del progetto è documentata con Confluence e Jira e la consegna del progetto per lo sviluppo è, infine, gestita a distanza con Zeplin.Enhancers progetta esperienze d’uso significative per gli utenti e sviluppa prodotti digitali innovativi che fanno leva sulle tecnologie per creare valore per le persone e le aziende. Tra i clienti, le principali banche italiane, colossi della Smart Home come il gruppo Haier Europe, proprietario per esempio dei marchi Candy e Hoover e brand capofila del made in Italy come Illy.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Colpi di sonno sulle strade

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 novembre 2015

autostradeProprio nei giorni in cui il governo italiano si appresta a recepire la direttiva europea n. 2014/85/UE con un decreto legge che dal 1 gennaio 2016 rivoluzionerà il mondo dei trasporti , i ricercatori Dr. Sergio Garbarino (Dipartimento di Neuroscienze, Riabilitazione, Oftalmologia, Genetica e Scienze Materno-Infantili – Università di Genova), Dr. Antonio Sanna (Unità di Pneumologia Ospedale San Jacopo – Pistoia), ed Alessio Pitidis, Marco Giustini e Franco Taggi del Dipartimento Ambiente e Traumi dell’Istituto Superiore della Sanità Ministero della Salute, hanno pubblicato una ricerca, sulla prestigiosa rivista scientifica inglese “Chronic Respiratory Disease”, con la quale p er la prima volta al mondo è stata individuata, tra tutti gli incidenti stradali documentati, la percentuale di quelli attribuibili agli autisti affetti dalla sindrome delle apnee ostruttive del sonno, il cui acronimo universalmente utilizzato è OSAS. La metodologia di analisi statistica scelta, e per la prima volta applicata nella valutazione degli incidenti stradali, ha permesso ai ricercatori di quantificare con un valore pari a 7 la percentuale (7%) di quelli dovuti agli autisti della popolazione generale affetti da OSAS. Questo dato é il primo in assoluto per l’OSAS e permette di quantificare il guadagno in termini sanitari ed economici ottenibili con programmi sanitari mirati alla sua diagnosi precoce ed al suo ottimale trattamento. Inoltre, a differenza dell’ormai nota da anni valutazione del rischio per il singolo individuo, permette finalmente di indicare il numero atteso di incidenti stradali causati da autisti OSAS. Da ciò deriva il calcolo del numero di morti ed infortuni evitabili e quello dei costi sanitari, in particolare quelli dovuti ad infortunio. Infatti nell’anno 2014 gli incidenti stradali in Italia sono stati 248.000 con 3.300 morti e 174.000 feriti. Applicando a tali dati i risultati dell’analisi statistica condotta dai ricercatori italiani sono ben 7.360 gli incidenti stradali, causa di 231 morti e 12.180 feriti provocati da autisti con OSAS.Il modello statistico che ha permesso di ottenere il dato del 7% é estremamente sofisticato e si è basato sul PAF (population attributable fraction). Il PAF, già da tempo validato e utilizzato in medicina, ha permesso di partire dal rischio individuale di incidente stradale per il soggetto OSAS, ormai noto da anni e già più volte confermato dalla letteratura scientifica internazionale, per quantificare esattamente quanti degli incidenti stradali documentati in una popolazione generale (quindi soggetti con o senza OSAS) in un definito intervallo di tempo sono attribuibili alla OSAS. In ultima analisi il risultato di tale ricerca permette di quantificare il guadagno, in termini di salute ed economico ( 1.500.000.000 di euro circa), ottenibile con progetti sanitari che abbiano come obiettivo la diagnosi precoce dell’OSAS ed un’ottimale aderenza al trattamento prescritto. “Infatti l’OSAS è una malattia curabile da cui si può guarire;- dichiara il Dr. Sergio Garbarino – la prevenzione e il trattamento precoce sono l’arma vincente che permette di migliorare la salute e la sicurezza dei cittadini spesso inconsapevoli di questa diffusissima malattia, permettendo inoltre di ridurre gli enormi costi socio-economici tali da incidere perfino sul nostro PIL. I dati del nostro studio permettono finalmente di avere una esatt a dimensione del problema su cui costruire un’adeguata e concreta strategia preventiva” Poco si parla di questa malattia che è facilmente diagnosticabile e curabile e che ha una prevalenza ed un impatto socio-sanitario simile se non superiore al diabete, con importanti risvolti medico legali e assicurativi. “I più recenti dati epidemiologici- dichiara il Dr. Antonio Sanna – indicano che l’OSAS di grado moderato e grave ha una diffusione nella popolazione adulta pari a circa il 50% nell’uomo e circa il 23% nella donna. L’OSAS non è solo causa di eccessiva sonnolenza, ma rappresenta anche un fattore di rischio ed è spesso associata alle principali patologie del mondo occidentale, quali obesità, sindrome metabolica e diabete, infarto del miocardio, ictus, fibrillazione atriale, scompenso cardiaco, disturbi cognitivi ed insufficienza respiratoria, che sono le principali cause di morte della nostra società. La diagnosi precoce e l’ottimale trattamento dell’OSAS rendono possibile prevenire la comparsa di tali diverse patologie o di migliorarne il controllo. In altre parole la diagnosi di OSAS rende concreto il miglioramento della qualità e dell’aspettativa di vita dei soggetti che ne sono affetti offrendo loro un re ale e percepito guadagno in termini di salute” Tali dati epidemiologici fanno si che i medici ed i ricercatori che da anni si occupano di tale malattia considerino causa di una “epidemia silente”. (foto: sergio garbarino)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi Direttori Generali per le Aziende Sanitarie lucane

Posted by fidest press agency su domenica, 1 gennaio 2012

Italien/Italia/Italy: Basilicata, Prov. Matera...

Image via Wikipedia

Si apprende la notizia che il 30 dicembre la Giunta Regionale di Basilicata ha nominato i nuovi Direttori Generali delle Aziende Sanitarie lucane, che sono Mario Marra per l’ASP di Potenza, Pasquale Francesco Amendola per l’IRCCS Crob di Rionero e Giampiero Maruggi per l’ASM di Matera. I Cittadiniattivi di Bernalda e Metaponto, che osservano con un occhio di riguardo e viva apprensione la realtà sanitaria della Basilicata, auspicano che l’evoluzione in atto sia finalmente improntata in un’ottica di trasparenza e condivisione preventiva delle scelte da intraprendere, soprattutto per l’incalzare della grave crisi economico/finanziaria in corso. La loro speranza, riposta nei nuovi quadri dirigenziali, è che si faccia inoltre chiarezza sulle molteplici pagine buie che hanno contraddistinto la gestione della sanità di questi ultimi tempi, spesso all’insegna di una metodologia padronale mista a clientelismo politico che nulla ha a che fare con il diritto alla salute giustamente rivendicato da ogni cittadino.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dal restauro alla gestione programmata

Posted by fidest press agency su martedì, 19 aprile 2011

Roma 26 maggio 2011 alle ore 10.00 l’Università Europea Via degli Aldobrandeschi 190. promuove il convegno di studio e ricerca “Dal restauro alla gestione programmata. Una metodologia sostenibile per castelli, torri e chiese medioevali” Nel convegno sarà presentata una metodologia di conservazione per i beni architettonici medioevali e rinascimentali basata sull’utilizzo di materiali locali tradizionali e sul ricorso alle stesse tecniche impiegate dai costruttori. La mattinata di studio sarà aperta da Antonio Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani, con una lezione sulla manutenzione della Cappella Sistina. Maria Concetta Cassata, Responsabile PON Sicurezza, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali presenterà gli interventi per la sicurezza e la tutela in varie aree della penisola. Mariella Enoc, Vicepresidente Fondazione Cariplo, affronterà il tema del ruolo delle fondazioni bancarie nella valorizzazione territoriale basata sul patrimonio storico. L’iniziativa rientra nel progetto “Dal restauro alla gestione programmata”, che punta su ricerca storica documentaria, analisi materiali e territoriali, indagini condotte con tecnologie avanzate integrate e con sistemi informatici di codificazione dei dati. È sviluppato per dimostrare l’applicabilità e l’efficacia del metodo sperimentale e l’avvio della sua replicabilità. Il progetto, cofinanziato dalla Fondazione Cariplo, vede coinvolti il Comune di Pozzolengo (Brescia), Comune di Cavriana (Mantova) e Fondazione Castello di Padernello (Brescia).

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »