Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘metropoli’

“Venezia, non è una città, non è un villaggio, non è una metropoli né ha mai aspirato ad esserlo”

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 novembre 2019

Pubblichiamo, in parte, l’accorata lettera di una nobildonna che vive a Venezia e che ha la ventura, non certo gradita, di veder morire una città unica nel mondo affogata prima che dalle acque dalle speculazioni e dalle ruberie e dalla cecità di stato.
Venezia è una realtà unica al mondo, sospesa nel tempo tra il sogno, l’incantesimo e la storia, è la realizzazione concreta e tangibile di una sola e grande opera d’arte composta, non dimenticatelo mai voi che guadate le immagini sul media, anche dai noi veneziani, uomini e donne, giovani e vecchi, del passato e del presente che la vivono giorno per giorno e la conservano e custodiscono nei fatti e nella memoria.I veneziani sono coloro che vi sono nati, coloro che hanno scelto di viverci, coloro che hanno dovuto abbandonarla, coloro che dopo averci studiato hanno deciso di adottarla, e di tutti coloro che prima di vantarsene hanno deciso di viverla in un incredibile intreccio di spettacolari luci e complesse difficoltà. Siamo in tanti, molti di più di quanti vorrebbero farvi credere per giustificare una funzionale diminuzione dei servizi prioritari.A Venezia si nasce ancora, si miei cari, tra le onde della marea di ieri sera, i primi vagiti di tanti cuccioli d’uomo si facevano sentire nel non lontano ospedale di San Giovanni e Paolo. Mentre tutti in famiglia facevamo fronte alla grande tempesta di vento, acqua e mare che violentemente si era scagliata su Venezia e la nostra dimora, tra le prime come un guerriero di punta nella laguna Nord a tagliare il vento che viene dal nord, ho avuto l’impressione che la casa si fosse trasformata in una nave che solcava i mari del nord. Intorno a noi devastazione, distruzione, vaporetti, barche e gondole affondate e strozzate alle paline, altre totalmente fuori controllo sopra le fondamenta a pochi centimetri dai ponti e dai palazzi. I canali morbidi e silenziosi di Venezia trasformati in fiumi in piena. Gli esercenti, le scuole, ogni attività al piano terra devastata ed in ginocchio. Gli squeri divelti dalla laguna trasformatasi in mare aperto. Non è stato facile il risveglio questa mattina, stremati dalla paura e dalla stanchezza, ma soprattutto afflitti dalla rabbia perché ancora oggi dopo anni di parole e investimenti incredibili fatti, il rispetto della laguna che deve necessariamente passare dalla conoscenza dei suoi flussi e dei suoi equilibri non è stato ancora affrontato con la dovuta serietà e concretezza.
Ma come è possibile che in Olanda sin dal 1200 l’uomo riuscì ad arginare il fiume Amstel e l’oceano con la realizzazione di un sistema strutturato di argini e canali, recuperando circa un quinto dell’area della terraferma nel paese (circa 6.500 km²). Buona parte del territorio, come l’intera provincia di Flevoland è costituita da polders , tra cui molti del XII secolo, ovvero da terreni prosciugati e strappati al mare, a paludi costiere e lagune e che adesso sono bonificati e protetti dalle dighe. Senza il drenaggio continuo e la protezione di queste dune costiere, circa metà dell’Olanda sarebbe coperta dal mare o dai diversi fiumi che l’attraversano: l’oceano! Nel 1932 con la costruzione della Afsluitdijk, ossia la diga di sbarramento, fra la Frisia e l’Olanda Settentrionale il mare è stato nuovamente separato e trasformato nel lago Ijsselmeer. Quest’ultimo, in parte prosciugato ha dato poi origine alla provincia di Flevoland. Fra il 1958 e il 1986 si attuò il noto piano Delta, una mastodontica operazione per chiudere i bracci di mare e limitare al massimo i rischi di inondazione. E nel 1997 è stata conclusa la diga di Stormvloedkering.
Due emergenze assolute per Venezia se volete che resti patrimonio italiano, altrimenti è meglio che ritorni ad essere Repubblica Marinara della Serenissima indipendente al più presto da questo stivale che la tratta come un sassolino, appunto, nella scarpa:
Emergenza moto ondoso per tutti veneziani e turisti;
– Blocco navi veloci nel bacino di San Marco;
– Studio concreto delle conseguenze del Mose e di tutti i lavori fatti e conseguenze sul delicato equilibrio preesistente della laguna;
– Predisposizione di rimedi subito e non per forza milionari;
– E soprattutto ascoltare i veneziani e coloro che la vivono. (Contessa – Chiara Modica Donà Dalle Rose)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Metropoli italiane a rischio salute

Posted by fidest press agency su domenica, 12 marzo 2017

porta nuova milanoCartellino giallo per la salute alle metropoli italiane: i cittadini non se la passano così tanto bene. Lo dimostrano gli indicatori analizzati da Istat in Urbes 2015, il rapporto sul benessere equo e sostenibile nelle città che offre una panoramica multidimensionale dello stato e delle tendenze del benessere nelle realtà urbane. Sotto la lente di ingrandimento sono 14 città metropolitane paragonate a 15 comuni di grandi dimensioni.Nonostante un trend in miglioramento rispetto al passato, in generale le città, soprattutto quelle metropolitane, sono svantaggiate in termini di mortalità per tumori e demenze senili. Napoli ad esempio, rispetto alla media nazionale che si afferma intorno a 9,1 per 10.000 abitanti, registra un tasso di mortalità per tumori di 10,9 per 10.000 abitanti, Cagliari 9,9 e Venezia 9,7. Anche Roma (9,6) risulta sopra la media, mentre Milano (9,1) è in linea con il resto del territorio. D’altro canto la situazione negli altri comuni presi in considerazione nel rapporto risulta più rosea, attestandosi per lo più sotto la media nazionale.
Per quanto riguarda la mortalità per demenze senili e malattie del sistema nervoso tra gli anziani hanno la peggio le città metropolitane del Nord, tutte ben al di sopra della media nazionale di 26,2 per 10.000 abitanti.Ma le metropoli non riservano solo brutte sorprese. Quelle del Nord sono anche quelle dove si vive più a lungo. La speranza di vita alla nascita in Italia, ai primi posti tra i paesi europei, è di 84,6 anni per le femmine e 79,8 anni per i maschi. Valori della speranza di vita più alti si riscontrano anche a Firenze, Bologna, Bari e Milano, con livelli superiori a 80 anni per i maschi e a 85 per le femmine, più bassi a Napoli, Palermo e Catania – maschi sotto 79 anni e femmine sotto 84 anni.L’indagine rivolta alle maggiori 29 realtà urbane del nostro Paese ha evidenziato diseguaglianze molto forti tra le diverse realtà con una dicotomia tra Centro-Nord e Mezzogiorno che caratterizza non solo l’Italia ma anche il contesto urbano.Questa difformità, unita all’aumento della popolazione urbana che rappresenterà il 70% della popolazione globale e in Italia, dove già il 37% della popolazione risiede nelle 14 città metropolitane, rende evidente la necessità di sviluppare strumenti, come FareRete Citylab, volti a valutare tutte le variabili da tenere in considerazione per stare meglio in città.
“L’aumento a livello globale dell’incidenza di malattie non trasmissibili, quali il diabete e l’obesità, sono da attribuire ai maggiori livelli di inurbamento, evoluzione e innovazione tecnologica, causa di stili di vita più sedentari e di diete non salutari, oltre che favorenti una maggiore aspettativa di vita e conseguentemente l’invecchiamento della popolazione” sostiene Andrea Lenzi, coordinatore dell’Health City Institute e presidente del Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
La Città può rappresentare una grande opportunità, grazie all’integrazione tra servizi sanitari, servizi sociali, servizi culturali e ricreativi, contribuendo a garantire il futuro della sostenibilità dei sistemi sanitari nel mondo. Per questo l’Health City Institute ha promosso il manifesto “La salute nelle Città: bene comune”, la cui approvazione verrà proposta al Parlamento europeo da parte della delegazione italiana del Comitato delle Regioni, che si propone di offrire alle istituzioni e alle amministrazioni locali spunti di riflessione per guidarle nello studio dei determinanti della salute nei propri contesti urbani e fare leva su di essi per mettere a punto strategie per migliorare gli stili di vita e la salute del cittadino. L’obiettivo è quello di rendere le città più “Healthy”, ovvero consce dell’importanza della salute come bene collettivo e che, quindi, mettono in atto politiche chiare per tutelarla e migliorarla, in accordo con l’invito rivolto dall’Oms ai governi ad adoperarsi responsabilmente, attraverso programmi di educazione alla salute, a promuovere uno stile di vita sano e a garantire ai cittadini un alto livello di benessere.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La musica per una metropoli in movimento

Posted by fidest press agency su domenica, 10 luglio 2011

Milano lunedì 11 luglio 2011 – ore 21.30 Per la prima volta a Milano piazza Anita Garibaldi The Brass Group di Palermo/Orchestra Jazz Siciliana Mam – Bop Big Band diretta da Domenico Riina trombe: Silvio Barbara, Vito Giordano, Fabio Riina, Pietro Pedone tromboni: Salvatore Pizzurro, Salvatore Pizzo, Salvatore Nania, Valerio Barrale sax: Orazio Maugeri, Gaetano Agrò, Francesco Marchese, Gaspare Palazzolo, Antonino Pedone armonica: Giuseppe Milici sezione ritmica: Riccardo Randisi (pianoforte), Francesco Buzzurro (chitarra), Giuseppe Costa (contrabbasso), Sergio Munafò (chitarra elettrica), Sebastiano Alioto (batteria), Sergio Cammalleri (percussioni)
Fondata da Ignazio Garsia nei primi anni ’70, l’Orchestra Jazz Siciliana è una big band stabile a partecipazione pubblica, legata alla Fondazione The Brass Group, da decenni attiva a Palermo nella realizzazione di rassegne concertistiche e nella didattica. ingresso gratuito
Segrate 13 luglio 2011 – ore 21.30 Cascina Commenda – via Amendola, 4 ingresso gratuito fino a esaurimento posti Claudio Angeleri Quartet Voodoo Child – Omaggio a Jimi Hendrix con Claudio Angeleri (Rhodes piano), Gabriele Comeglio (sax alto e sax soprano), Marco Esposito (basso elettrico), Vittorio Marinoni (batteria) Un viaggio attraverso le pagine memorabili del repertorio di Jimi Hendrix a quarant’anni dalla sua scomparsa con immagini e brani suonati dal vivo da una formazione di affermati jazzisti.
Milano 14 luglio 2011 – ore 21.30 Orto Botanico – via Valvassori Peroni, 7 Biréli Lagrène Jazz Manouche Trio posto unico euro 15,00 con Biréli Lagrène (chitarra), Jurgen Wolf (sax), Jurgen Attig (contrabbasso) Tra i discepoli di Django Reinhardt, il grandioso chitarrista gitano che sta all’origine dell’idea europea di jazz, c’è Biréli Lagrène, altro straordinario chitarrista zingaro che nel corso degli ultimi trent’anni ha conquistato un ruolo centrale nel panorama internazionale della chitarra jazz. http://www.ilritmodellecitta.it prevendite http://www.ticketone.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le mete dei vacanzieri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2011

Secondo il portale http://www.speedvacanze.it il 65% dei viaggiatori non rinuncia ad un paio di giorni in una metropoli e prima di partire per il mare decide di trascorrere almeno un week-end nelle grandi Città oppure opta per le crociere che alla classica vacanza di mare abbinano la possibilità di scoprire le grandi città durante il viaggio. Le metropoli estere più amate dai turisti italiani sono Londra (22%) e Parigi(21%), in testa alla classifica, seguite da Barcellona (18%) e Madrid (13%), sempre in voga sia per le bellezze artistiche che per la vivace vita notturna. Tra le città extra-europee al primo posto spicca invece Rabat (8%) preferita soprattutto dai croceristi in cerca di un po’ di avventura. La Capitale del Marocco custodisce infatti tesori antichi come la Torre di Hassan o il Palazzo Reale “Grand Mechouar”. Tra le città italiane preferite dai vacanzieri a conquistare il primo posto è invece Roma (26%), considerata la città più bella dal punto di vista architettonico e molto apprezzata anche per l’accoglienza e la disponibilità verso i turisti da parte degli abitanti. Secondo questo sondaggio di SpeedVacanze.it si posiziona poi al secondo posto Milano (18%) e poi ancora Firenze (17%), Venezia (15%) e Palermo (14%).

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il ritmo delle città

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

Milano 9 giugno 2011, ore 13.00 Teatro Dal Verme – Sala Terrazzo via San Giovanni sul Muro, 2 Suoni e visioni la musica per una metropoli in movimento quinta edizione dal 15 giugno al 27 luglio 2011 e dal 25 al 27 novembre 2011 intervengono:
• Novo Umberto Maerna Vicepresidente e Assessore alla Cultura – Provincia di Milano
• Massimo Accarisi Direttore Centrale Cultura – Comune di Milano
• Piermario Vello Segretario Generale Fondazione CARIPLO
• Emilio Sioli Legnani Presidente dell’Associazione delle Arti e delle Corti
• Enrico Intra e Maurizio Franco Associazione Musica Oggi

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

101 cose da fare a Roma di notte

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 luglio 2010

Roma pontile di Ostia lido di 15 luglio – ore 21,00 In occasione della manifestazione  approdo alla lettura presentazione del libro 101 cose da fare a Roma di notte almeno una volta nella vita Di Adriano Angelini Con L’Autore intervengono: Laura Mauti e Fabio Chi. E’ un libro che non vi farà chiudere occhio: la vita notturna della città eterna, in ogni stagione, è ormai quella di una grande metropoli, sempre in fermento e densa di appuntamenti. Dai cinema ai teatri, alle discoteche, ai ristoranti e alle vinerie, la città, dal centro alle periferie, coinvolge e trascina cittadini e turisti in una girandola di iniziative ed eventi che, soprattutto nell’ultimo decennio, hanno fatto di Roma la Regina delle notti italiane. L’Estate romana, ad esempio, iniziata circa trent’anni fa, ha consolidato luoghi e momenti (come le grandi arene e le discoteche all’aperto) che oggi attirano migliaia di persone. I club notturni, soprattutto d’inverno e legati alla musica jazz, rock e dance, ospitano personalità di fama internazionale. E poi musei serali, concerti nello stupefacente auditorium, il Festival del Film, spettacoli nei teatri di periferia. Tante cose da fare, con un occhio al resto del mondo, e un altro alla sua imponente tradizione.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Marco Verrelli: Enigmi

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 aprile 2010

Roma fino al 10/5/2010 via Nomentana, 169 Il Sole Arte Contemporanea a cura di Fabio Ortolani Catalogo testo di Lorenzo Canova  Marco Verrelli presenta una serie di inediti lavori pittorici. Architetture metropolitane, fari immersi in silenzi atemporali, bioarchitetture postumane: i temi cari all’artista si intrecciano con le ricerche piu’ recenti, in una mostra che scruta il mistero che si nasconde nel mondo.  “Sospesa tra il mare e la città, tra le architetture della metropoli e le bioarchitetture postumane la pittura di Marco Verrelli, nella sua visione rigorosa dello spazio e del colore, ha raggiunto una nuova sintesi in cui tutti gli elementi del dipinto sono selezionati e rappresentati con una severa solidità stilistica utilizzata non per dare vita a uno sterile esercizio formale ma per costruire un meccanismo visivo basato sulla rivelazione improvvisa del mistero che si nasconde nel mondo.” Con queste parole Lorenzo Canova introduce il lavoro di Marco Verrelli nel testo in catalogo, su una linea di pensiero che lo riconduce alla metafisica dechirichiana ma anche all’ambiguità di Edward Hopper fino all’ibridazione con la letteratura di fantascienza. (verrelli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Paolo Leonardo, Francesco Sena

Posted by fidest press agency su sabato, 4 luglio 2009

Paolo LeonardoTorino dall’ 8 al 11 luglio 2009 Via dei Mille 40/A, Marena Rooms Gallery inaugura la mostra di Paolo Leonardo e Francesco Sena. La kermesse artistica inserita all’interno del programma, che coinvolge 5 gallerie e l’Accademia Albertina di Belle Arti, ha titolo Torino Reloaded (Art) ed ha come filo conduttore un periodo storico particolmente interessante dal punto di vista culturale. Affiorano allora gruppi musicali, cineasti, videomaker, scrittori e soprattutto artisti che andranno a comporre il paesaggio creativo di una metropoli sempre in movimento: esigenze non indotte o pilotate, ma che sorgono, indipendenti e spontanee, dal basso. Quest’anno la sezione arte di Traffic dedica uno sguardo retrospettivo ad alcuni dei protagonisti che hanno contribuito a definire il nuovo corso di Torino: una microgenerazione poco protetta dalle istituzioni, eppure portatrice d’idee consolidatesi nel tempo”. Per l’occasione Paolo Leonardo, (Torino, 1973) presenta tre interventi pittorici su manifesti, e un video, “Là dentro, qui fuori”, trasfigurazione pittorica di una Torino postindustriale, realizzato in collaborazione con il regista torinese Daniele Gaglianone, e con musiche di Massimo Miride. Leonardo chiama “disincarnazione della pubblicità” il suo modo di intervenire sui manifesti propagandistici per deformarne il senso in chiave neoespressionista. Vera arte di strada in cui la pittura s’impadronisce dei codici del marketing per brutalizzarli e renderli altro da sé. Francesco Sena, (Avellino, 1966) presenta due lavori realizzati con la tecnica che caratterizza da anni la sua poetica: dall’immagine fotografica l’artista passa al disegno della stessa su legno che ricopre poi con uno strato monocromo di cera colorata. Il risultato finale è una distorsione dello spazio e del tempo dell’immagine. La cera è  infatti il materiale della memoria, di un vivo immobilismo o di una lenta paralisi che ha il potere di trasformare il paesaggio in narrazione nostalgica. http://www.marenaroomsgallery.com (paolo leonardo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »